Il webquest

 

Embed or link this publication

Description

una metodologia didattica basata sulle teorie pedagogiche del costruttivismo e dell’apprendimento cooperativo

Popular Pages


p. 1

Il WebQuest Se un uomo ha fame gli puoi dare un pesce, ma meglio ancora è dargli una lenza e insegnargli a pescare Proverbio africano 1

[close]

p. 2

Il WebQuest Ascolto e dimentico Leggo e capisco Vedo e ricordo Agisco e imparo Confucio 2

[close]

p. 3

3 Il webquest – arix@you what Il webquest è una modalità di ricerca che consente agli studenti di ricavare informazioni da internet, con un percorso guidato da domande prestabilite dagli insegnanti e partendo da siti già validati dai docenti stessi. E' utile come primo approccio alla consultazione di siti internet ma, a livelli diversi di complessità, può essere utilizzato anche da ragazzi già esperti.

[close]

p. 4

4 Il webquest – arix@you what Il sistema WebQuest è definito un ambiente di apprendimento di tipo costruttivista basato sull’uso estensivo di risorse soprattutto online, ma anche offline.

[close]

p. 5

5 Il webquest – arix@you what – paradigmi pedagogici di riferimento Il costruttivismo (o il costruzionismo secondo l’originale punto di vista di Papert), rifiuta la trasmissione del sapere codificato e promuove la pratica e l’interiorizzazione di una metodologia d’apprendimento che renda progressivamente il soggetto autonomo nei propri processi conoscitivi: il sapere che aiuterà ad acquisire altro sapere. Questa corrente di pensiero assume che la conoscenza è il prodotto di:  una costruzione attiva del soggetto  una situazione concreta in cui avviene l’apprendimento  un’attività di problem solving  una molteplicità di strumenti e risorse informative  una collaborazione sociale e di una comunicazione interpersonale nel comune perseguimento di obiettivi di apprendimento

[close]

p. 6

6 Il webquest – arix@you who Il ruolo dell’insegnante sarà quello di fungere da mediatore culturale con lo specifico compito di far imparare non come utilizzare un motore di ricerca, ma come validare e selezionare le risorse trovate. Grazie a quest’attività, gli studenti acquisiranno le capacità di ricercare informazioni nella Rete, di selezionare quelle più pertinenti e di applicare ciò che apprendono al contesto più adatto.

[close]

p. 7

7 Il webquest – arix@you when Il primo modello di WebQuest fu sviluppato nel 1995, presso l’Università di Stato di San Diego, da Bernie Dodge con il supporto di Tom March.

[close]

p. 8

8 Il webquest – arix@you why In un ambiente WebQuest opportunamente progettato dai docenti l’alunno viene guidato in una serie di attività predefinite al fine di  far apprendere conoscenze  far acquisire competenze tramite strategie di problem solving e cooperative learning  ottimizzare il tempo degli studenti che in questo modo si concentrano più sull’utilizzo delle informazioni che sulla loro ricerca

[close]

p. 9

9 Il webquest – arix@you why Un modello di WebQuest richiede da parte dei ragazzi uno sforzo in più rispetto alla semplice attività d’inchiesta. Si chiede loro di analizzare una serie di risorse e di metter in pratica le proprie abilità creative e di pensiero critico, per arrivare a risolvere un problema. Le WebQuest aiutano i ragazzi nel processo di  analisi  sintesi  valutazione delle informazioni

[close]

p. 10

10 Il webquest – arix@you Why – punti di forza     apprendimento “in situazione”. dimensione di lavoro cooperativo, di interazione tra gruppi di pari, di assunzione e di scambio di ruoli diversificati da parte di ogni elemento del gruppo per il raggiungimento di conoscenze e di abilità attraverso la cooperazione, il superamento dei conflitti e la condivisione dl lavoro e dei risultati. Si tratta di realizzare un ‘prodotto’, un oggetto spendibile. rafforzamento della motivazione negli alunni che rispondono a questa proposta didattica con maggior interesse rispetto alla lezione frontale perché imparano “divertendosi”, si sentono protagonisti e attivi nell’apprendimento e nell’autovalutazione continua dei metodi e dei prodotti. si tratta di un oggetto didattico dinamico, che offre la possibilità di continui aggiornamenti dei siti web di riferimento, ampliamenti, modifiche.

[close]

p. 11

11 Il webquest – arix@you how Gli elementi per creare una buona WebQuest sono:  Introduzione (che cosa già sappiamo di …?)  Compito (vogliamo realizzare una presentazione multimediale su …)  Procedimento (come? partiamo da … poi il gruppo … infine il gruppo ...)  Guida (in questo percorso ti servirai di … ti saranno utili …)  Risorse (i siti web su cui muoverti sono … puoi servirti anche del testo a pag. …)  Valutazione (in base a questi parametri il voto per il tuo risultato/prodotto è …)  Conclusione (alla luce di quanto ottenuto possiamo concludere che … potete anche approfondire … potete usare lo stesso metodo per …)

[close]

p. 12

12 Il webquest – arix@you how - introduzione per fornire agli allievi le informazioni di base (ambientazione, notizie, eventuali ruoli assegnati, …) e le motivazioni ad intraprendere l’attività. Introduce l’attività o la lezione agli studenti. Lo scopo è quello di preparare il lettore e tenere vivo il suo interesse, la sua motivazione. Se è previsto un ruolo o uno scenario (es. sei un viaggiatore spaziale e devi raggiungere il pianeta Terra per raccogliere informazioni cruciali prima che la tua navicella si disintegri), questo è il punto in cui impostarli.

[close]

p. 13

13 Il webquest – arix@you how - compito Descrive quale sarà il risultato delle attività degli studenti e quali gli strumenti per realizzarlo (Word, Power Point, Internet)

[close]

p. 14

14 Il webquest – arix@you how - risorse da utilizzare nell’attività, sia quelle reperibili in rete (ricercate liberamente o predisposte dal docente in uno spazio web dedicato) che quelle cartacee e documentarie. Le risorse sono necessarie a completare il compito in precedenza descritto.

[close]

p. 15

15 Il webquest – arix@you how - procedimento Descrive il percorso che gli allievi devono seguire, diviso in fasi . Sono i passaggi attraverso i quali gli studenti portano a termine il compito. Se gli studenti lavorano in gruppi, vanno elencati i passaggi che ciascun gruppo dovrà compiere.

[close]

Comments

no comments yet