Bilancio Sociale 2013 Cooperativa Lule

 
no ad

Embed or link this publication

Description

Il Bilancio Sociale racconta il dodicesimo anno di vita di Cooperativa Lule e soprattutto il lavoro svolto da 122 operatori che ogni giorno hanno garantito le attività delle strutture di accoglienza, i servizi di orientamento e sostegno per gli utenti

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2

Pagina |2 Indice 1. Premessa 1.1 1.2 1.3 1.4 Lettera agli stakeholder Metodologia Modalità di comunicazione Riferimenti normativi 4 4 5 5 5 2. Identità dell’organizzazione 2.1 2.2 2.3 2.4 2.5 2.6 Informazioni generali Attività svolte Composizione base sociale Territorio di riferimento Missione Storia 6 6 7 9 9 9 10 3. Governo e strategie 3.1 3.2 3.3 3.4 Tipologia di governo Organi di controllo Struttura di governo Processi decisionali e di controllo 11 11 12 12 13 13 14 3.4.1 Struttura organizzativa 3.4.2 Strategie e obiettivi previsti per il 2013 4. Portatori di interessi 5 Relazione sociale 5.1 Lavoratori 5.2 Fruitori- Attività 5.2.1 Area Tratta 5.2.2 Area Scuola 16 17 17 23 23 28

[close]

p. 3

Pagina |3 5.2.3 Area Minori 5.2.4 Area Disabilità 5.2.5 Area adulti in difficoltà – lavoro 5.2.6 Eventi culturali 31 36 40 48 6. Reti territoriali 7. 7.1 7.2 7.3 7.4 7.5 DIMENSIONE ECONOMICA Valore della produzione Distribuzione valore aggiunto Produzione e distribuzione ricchezza patrimoniale Ristorno ai soci Gli investimenti fissi 49 51 51 56 59 60 60 8. obiettivi e strategie per il 2014 future 8.1 8.2 Prospettive cooperativa Il futuro del bilancio 61 61 62

[close]

p. 4

Pagina |4 1. P R E M E S S A 1.1 Lettera agli stakeholder Il bilancio sociale della LULE SOC. COOP. SOCIALE ONLUS racconta il dodicesimo anno di vita della nostra cooperativa, del lavoro svolto da 122 operatori che giorno dopo giorno hanno garantito le attività delle strutture di accoglienza, servizi di orientamento e sostegno a utenti italiani e stranieri in più di 50 comuni della provincia di Milano. Per quanto la crisi economica che sta colpendo il nostro bel Paese influisca sempre più sulla capacità degli enti pubblici di sostenere il welfare, per un lettore attento non sarà difficile riconoscere lo sforzo e la volontà di rispondere ai bisogni dei nostri utenti, siano loro minori e famiglie, persone con disabilità o con momentanei difficoltà di gestione del quotidiano, donne vittime di violenza o stranieri. La nostra mission ci impedisce di fermarci difronte alle difficoltà e alle “scelte politiche” che si muovo verso il supporto di alcuni rispetto ad altri e ci spinge a credere che in ogni uomo o donna, bambino o anziano si celi un fratello, una madre, un padre a cui tendere la nostra mano. Per questo, in contro tendenza con la riduzione delle risorse, abbiamo investito fortemente sulle competenze degli operatori garantendo poco meno di 900 ore di formazione. La professionalità con cui scendiamo in campo si allea ogni giorno con il prezioso supporto dei volontari dell’Associazione Lule, nucleo da cui nasce la cooperativa, e si trasforma in pensieri e azioni concrete anche di taglio culturale. Tutto ciò viene realizzato con il supporto di enti pubblici e realtà del terzo settore che collaborano con noi in ogni attività; è sempre più indispensabile lavorare in rete e tessere collaborazioni che arricchiscano il nostro know how e la capacità di risposta. Nel corso del 2013 abbiamo promosso 30 eventi culturali nei territori in cui operiamo coinvolgendo circa 20 altre realtà del terzo settore. Come sempre il mio ringraziamento va a tutti coloro che hanno scelto di collaborare con noi, condividendo obiettivi e azioni ma anche difficoltà e timori. Senza di voi non sarebbe possibile tutto ciò! Perché leggere il bilancio sociale della nostra cooperativa? -per conoscerci meglio -per capire quale mission ci siamo proposti di rispettare -per scegliere se collaborare con noi -per scoprire alcuni dei tanti modi che esistono per tendere una mano. Auguro a tutti una buona lettura. Il Presidente Mariapia Pierandrei

[close]

p. 5

Pagina |5 1.2 Metodologia Il presente documento costituisce la sesta edizione del bilancio sociale prodotto dalla Cooperativa Sociale LULE e come nelle scorse annualità abbiamo cercato di produrre un documento che riuscisse a misurare l’efficacia e l’efficienza dell’ente oltre che descrivere e comunicare il più semplicemente possibile "chi siamo" e "cosa facciamo". Il bilancio sociale è uno strumento di autovalutazione e analisi delle attività svolte nel corso dell’anno che richiede uno spazio mentale, oltre che temporale, in cui fermarsi a leggere e comparare quelle che erano le previsioni e ciò che realmente è stato possibile realizzare. Il presente bilancio sociale è stato presentato e condiviso nell’assemblea dei soci del 29/07/2014 che ne ha deliberato l’approvazione. Ci si prospetta di presentare il documento all’interno delle diverse aree con il coinvolgimento dei coordinatori. 1.3 Modalità di comunicazione Il presente bilancio sociale sarà diffuso attraverso: • • • • • Assemblea dei soci Comunicazione ai lavoratori all’interno delle diverse aree Invio ai lavoratori Invio ai principali stakeholder esterni Pubblicazione sul sito web della cooperativa Riferimenti normativi 1.4 Il presente bilancio sociale è stato redatto ispirandosi sia ai Principi di Redazione del Bilancio Sociale elaborati dal Gruppo di Studio per il Bilancio Sociale (GBS) del 2001 sia agli Standard Internazionali del GRI (Global Reporting Initiative). Dal punto di vista normativo i riferimenti sono: • • Decreto attuativo del Ministero della Solidarietà Sociale del 24/01/08; Delibera della giunta regionale della Lombardia n°5536/2007.

[close]

p. 6

Pagina |6 2. I D E N T I T À D E L L ’ O R G A N I Z Z A Z I O N E 2.1 Informa zioni generali Di seguito viene presentata la carta d’identità dell’organizzazione al 31/12/2013 Denominazione Indirizzo sede legale Indirizzo sedi operative Forma giuridica di riferimento Eventuali trasformazioni avvenute nel tempo LULE SOC. COOP. SOCIALE ONLUS Via Novara, 35 - 20081 ABBIATEGRASSO – MILANO Via Pavia, 42 - 20081 ABBIATEGRASSO – MILANO S.p.A.. La Cooperativa nasce nel 2001 con la denominazione Lule soc. coop. A.r.l.. Successivamente modifica il proprio nome in Lule soc. coop. Sociale a.r.l. e nel 2002 aggiunge l’acronimo o.n.l.u.s ad esso. Nel 2006 assume la forma di s.r.l. (società a responsabilità limitata). Nel 2009 trasferisce la propria sede legale in Via Novara, 35 ad Abbiategrasso. Nel 2013 assume la sua forma attuale di S.p.A. (Società per Azioni) Coop. Di tipo A 09/03/2001 90016220155 03158180962 A150473 del 24/03/2005 651 del 28/03/2002 A/704/2011/MI Tipologia Data di costituzione CF P. IVA N° is. Albo Nazionale società coop. N° is. Albo Regionale coop. Sociali N° is. Registro Nazionale associazioni e enti che svolgono attività a favore degli immigrati – l° sezione N° is. Registro Nazionale associazioni e enti che svolgono attività a favore degli immigrati – ll° sezione Tel Fax Sito internet Adesione a consorzi di cooperative C/102/2002/MI 02 94965244 02 36543572 www.luleonlus.it Confcooperative (confederazione cooperative italiane)

[close]

p. 7

Pagina |7 Appartenenza a reti associative Anno di adesione Comitato Minori stranieri di Milano Forum del Terzo settore dell'Abbiatense 2005 2003 Forum del Terzo settore del 2009 Magentino, Castanese, Corsichese Codice ateco 87.90.00 – Altre strutture di assistenza sociale residenziale Secondo quanto riportato nello statuto, l'oggetto sociale della cooperativa è il seguente: “Scopo della Cooperativa è quello di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini attraverso la gestione di servizi socio sanitari ed educativi ai sensi dell’art. 1, primo comma, punto a), della legge 8 novembre 1991 n. 38. La cooperativa organizza un’impresa che persegue, mediante la solidale partecipazione dei soci e di tutto il gruppo sociale che ad essa fa riferimento, gli obiettivi della legge predetta. I soci prestatori di lavoro intendono perseguire lo scopo di nuove occasioni di lavoro per se stessi ed eventualmente per gli altri lavoratori, tramite la gestione in forma associata dell’impresa” 2.2 Attività svolte LULE SOC. COOP. Di seguito viene presentata una sintesi delle attività svolte dalla SOCIALE ONLUS: Settori di attività Area Tratta Area Minori Area Scuola Area Disabilità Area adulti in difficoltà - lavoro X X Residenziale X X X Domiciliare Territoriale X X X X

[close]

p. 8

Pagina |8 Area Tratta • attuazione di programmi di integrazione sociale per vittime della tratta ex art. 18 D. Lgs. 286/98 ed art.13 L. 228/03, tramite segretariato sociale e la gestione di strutture di accoglienza (pronta accoglienza, comunità alloggio, appartamenti semiautogestiti) Area Minori • • • • • • gestione di un Pronto Intervento per minori adolescenti femmine gestione della comunità alloggio per minori adolescenti femmine “Diana” gestione di appartamenti di semi-autonomia per l’integrazione socio-lavorativa delle giovani in prosieguo amministrativo Servizio di assistenza domiciliare (ADM) rivolto a minori stranieri e italiani in collaborazione con i servizi sociali Gestione di uno spazio diurno per minori e adolescenti con attività di animazione e supporto ai compiti Organizzazione di attività estive rivolte a minori dai 3 ai 6 anni. Area Scuole • • • • • • • Facilitazione linguistica: laboratori di lingua italiana per alunni stranieri (italiano L2) e di lingua dello studio Laboratori estivi di lingua italiana per minori stranieri Mediazione linguistico/culturale volta a favorire l’incontro e l’integrazione dei minori stranieri e delle loro famiglie all’interno degli istituti scolastici Orientamento alla scelta della scuola superiore specificamente per gli alunni stranieri e le loro famiglie Laboratori interculturali rivolti ai gruppi classe per la diffusione di una cultura dell’accoglienza Consulenza e formazione rivolta agli operatori e agli insegnanti in tema di intercultura e integrazione dei minori Spazi per l’affiancamento allo studio rivolti a minori italiani e stranieri frequentanti la scuola dell’obbligo anche in orario extra – scolastico Area Disabilità • • • Residenza leggera “Casetta Lule” Interventi di sostegno scolastico e domiciliare per minori portatori di handicap lieve Organizzazione di vacanze estive per persone con disabilità Area Adulti in difficoltà - lavoro • • gestione di sportelli territoriali per l’orientamento di persone straniere interventi di orientamento, sostegno e tutoraggio all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate e/o a rischio di esclusione sociale

[close]

p. 9

Pagina |9 • • • attività di formazione e consulenza in tema di normativa inerente l’immigrazione rivolti alle realtà del terzo settore e alle istituzioni pubbliche gestione di sportelli territoriali orientati all’inserimento lavorativo nell’ambito del lavoro domiciliare di cura (Sportello Assistenti Familiari) gestione di interventi di sostengo della maternità e più in generale alle famiglie in difficoltà volti a prevenire e ridurre il rischio di disgregazione del nucleo familiare e l’abbandono dei figli minori attivazione di corsi di lingua italiana e percorsi di educazione civica per l’accompagnamento di cittadini stranieri all’attestazione della competenza valida ai fini dell’Accordo di integrazione. Partecipazione ad azioni di sviluppo delle politiche giovanili • • 2.3 Composizione ba se sociale Si riportano alcune informazioni sulla composizione della base sociale. Soci al 31/12/12 Numero 9 Soci ammessi 2013 0 Recesso soci 2013 0 Soci al 31/12/2013 9 In particolare si tratta di 8 persone fisiche e 1 giuridiche, l’Associazione Lule onlus. Rispetto alla precedente annualità non ci sono stati nuovi ingressi né nuove dimissioni. Il valore della quota sociale versata da ogni singolo socio è di 26 euro. 2.4 Territorio di riferimento La Cooperativa opera attraverso i propri servizi e progetti sul territorio delle Provincie di Milano e Pavia. Tuttavia, in particolare per le attività a favore delle vittime della tratta e nella struttura residenziale per minori, gestisce percorsi individualizzati di accoglienza ed integrazione socio-lavorativa per utenti provenienti da altre aree provinciali o regionali. 2.5 Missione La cooperativa LULE SOC. COOP. SOCIALE ONLUS, in accordo con la legge 381/91, si propone come finalità istituzionale la gestione di servizi socio-sanitari ed educativi. La cooperativa si propone di raggiungere questa finalità attraverso una politica di impresa sociale rivolta alla massimizzazione dell'utilità sociale con il reinvestimento parziale di eventuali utili di gestione in nuove attività. La cooperativa nel proprio agire si propone come valore il perseguimento dell'interesse generale della comunità, della promozione umana e dell'integrazione dei cittadini attraverso la gestione di servizi socio-sanitari, assistenziali ed educativi.

[close]

p. 10

P a g i n a | 10 La Mission della Cooperativa si esprime attraverso l'impegno a favorire l'integrazione e l'autonomia delle persone emarginate o a rischio di esclusione sociale, gestendo servizi e progetti orientati a rispondere ai loro bisogni. Si propone, inoltre, di promuovere l'impegno delle istituzioni pubbliche a favore delle persone deboli e svantaggiate affermandone i diritti. Valori di riferimento e fattori qualificanti: - Centralità della persona/utente: Considerare la singola persona nella sua globalità e non solo per gli aspetti problematici che ne ha originato la "presa in carico", mettendola al centro di un percorso che possa fornirgli o restituirgli gli strumenti necessari al raggiungimento di una maggiore autonomia individuale. - Radicamento sul territorio: Essere presenza attiva e significativa sul territorio, sviluppando la capacità di saper leggere i bisogni, proponendo ed attivando ipotesi ed interventi in grado di rispondere ad essi. Consolidare i propri interventi attraverso la costruzione di reti di collaborazioni e di partnership con le realtà del terzo settore e del pubblico. Promuovere la creazione di collaborazioni sinergiche fra enti del terzo settore, associazionismo e enti pubblici per una risposta integrata al bisogno del territorio. Tale collaborazione ha permesso la non sovrapposizione di risposte, con relativo risparmio di risorse economiche, e l’intercettazione di finanziamenti per il sostegno dei progetti. - Qualità del servizio: Promuovere la qualifica e la professionalità dei lavoratori, valorizzandone la competenza e contribuendo alla creazione di un ambiente lavorativo favorevole teso a riconoscere e considerare le esigenze individuali. Stimolare l'assunzione responsabile del ruolo ricoperto dai lavoratori (soci e non soci) nei servizi o nei progetti al fine di garantire la massima professionalità. Progettare interventi realisticamente accessibili dall'utenza target dichiarata, favorendo l'integrazione tra servizi o progetti (internamente alla cooperativa ed esternamente con altri enti). 2.6 Storia La cooperativa LULE è una cooperativa sociale fondata nel marzo 2001 da un gruppo di 18 persone, professionisti con competenze diverse nelle discipline attinenti le scienze umane, economiche e sociali, tutti operatori professionali o volontari già attivi nell’associazione LULE. Nata con l’obiettivo di gestire la comunità alloggio per minori adolescenti femmine “Diana”, in breve tempo ha avviato interventi in diversi ambiti dell’esclusione sociale.

[close]

p. 11

P a g i n a | 11 Le capacità organizzative e professionali dimostrate hanno permesso di intraprendere un percorso costante di crescita e consolidamento sul territorio. Ad oggi la Cooperativa Lule gestisce comunità di accoglienza, una residenzialità leggera, servizi di assistenza domiciliare, sportelli territoriali di orientamento ed accompagnamento per immigrati, assistenti familiari e giovani madri in difficoltà. Inoltre, è presente in numerosi istituti scolastici in cui opera a favore di alunni immigrati ed alunni con disabilità lieve. 3. G O V E R N O E S T R A T E G I E 3.1 Tipologia di governo Nella tabella vengono schematizzate alcune informazioni rispetto agli amministratori della cooperativa: Nome e cognome MARIAPIA PIERANDREI Carica Ruolo operativo Responsabile Area Scuole, Disabili e Adulti Responsabile Amministrazione Financial Controlling Responsabile Comunità Minori e Accoglienze Responsabile Area Tratta Altri dati socio lavoratore dal 23/04/2003 residente a Legnano (MI) socio lavoratore dal 09/03/2001 residente ad Abbiategrasso (MI) socio lavoratore dal 09/03/2001 residente a Cornaredo (MI) socio lavoratore dal 09/03/2001 residente a Motta Visconti (MI) socio lavoratore dal 30/08/2001 residente a Magenta (MI) Presidente dal 4/05/2012 LUCIANA GREPPI Tesoriere, carica del dal 4/05/2012 Consigliere, carica del dal 4/05/2012 Vice Presidente Consigliere, carica del dal 4/05/2012 Consigliere, carica del dal 4/05/2012 MARCO BAIARDO MARA CUPANI SARA VIRZI' Il Consiglio di Amministrazione (CdA) è l'organo di governo della Cooperativa. Viene eletto dall'Assemblea dei soci ed è composto da 5 consiglieri che eleggono al loro interno il Presidente, il Vice Presidente ed il tesoriere. La responsabilità decisionale è condivisa equamente tra tutti i membri. L’assemblea dei soci ha deliberato l’attuale CDA e cariche sociali fino all’approvazione del bilancio d’esercizio 2014. Il presidente con delega di rappresentanza è Mariapia Pierandrei (dal 2008). Il Vice presidente, è Mara Cupani, che risulta tra i soci fondatori della Cooperativa Lule. Il CdA si riunisce mediamente ogni due mesi, in occasione della redazione del bilancio previsionale e di chiusura dell'anno sociale, nonché ogni qual volta lo si ritiene utile per discutere o deliberare su temi rilevanti ai fini del buon funzionamento della Cooperativa.

[close]

p. 12

P a g i n a | 12 3.2 Organi di controllo Nel mese di maggio 2013 è stato nominato il Collegio Sindacale, composto da tre membri effettivi e da due supplenti. Compito del Collegio sindacale è quello di vigilare sull’osservanza della legge e dello statuto, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione e in particolare sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo amministrativo e contabile adottato dalla società e sul suo concreto funzionamento, con funzione anche di revisione legale dei conti. L’attività svolta viene monitorata inoltre anche da uno studio professionale e dagli organi di revisione del sistema cooperativo. 3.3 Struttura di governo Rispetto alla struttura di governo, si riportano alcuni dati che evidenziano i processi di gestione democratica e di partecipazione dell’organizzazione. Il C.d.A. della cooperativa LULE SOC. COOP. SOCIALE ONLUS nell’anno 2013 si è riunito 6 volte. Come per l’annualità precedente il C.d.A. ha indetto “Tavoli tecnici” composto dai membri del C.d.A. stesso e da eventuali altre figure (esperti esterni, consulenti, coordinatori di servizio) chiamate ad intervenire su tematiche specifiche. Tale “Tavolo tecnico” si è così riunito in maniera alternativa al C.d.A per trattare questioni di carattere più organizzativo o operativo e che necessitavano di spazi di consultazione e scambio più approfonditi, lasciando così al C.d.A. l’opportunità di riunirsi successivamente per decidere e deliberare sulle diverse questioni nonché per affrontare aspetti più politici e strategici riguardanti la Cooperativa. Il tavolo tecnico si è riunito nel 2013 per un totale di 12 volte. Per quanto riguarda l’assemblea, invece, il tema della partecipazione ha visto la partecipazione media di 7 soci su 9 nel corso di 3 convocazioni complessive (erano state 3 anche nel 2012). La presenza dei soci alle assemblee e ai consigli di amministrazione dei consiglieri è stata elevata nel corso del 2013, così come tradizionalmente già avvenuto in passato sin dalla fondazione della Cooperativa. Tuttavia il ridotto numero di soci favorisce l'elevata adesione alle convocazioni, d'altro lato si può sottolineare quanto i dati dimostrino il forte senso di appartenenza e responsabilità degli stessi verso la Cooperativa nonché il bisogno di costante condivisione in merito a tutto ciò che riguardi l'organizzazione.

[close]

p. 13

P a g i n a | 13 3.4 Processi decisionali e di controllo 3.4.1 Struttura orga nizzativa La struttura organizzativa della cooperativa al 31/12/2013 è la seguente: ORGANIGRAMMA

[close]

p. 14

P a g i n a | 14 3.4.2 Str a te gi e e o bie tti v i pr e v is ti p er il 2 0 1 3 Strategia Statuto Modifica statutaria Obiettivi operativi - Applicazione di disposizioni in materia di società per azioni anziché di disposizioni in materia di società a responsabilità limitata, con conseguente riformulazione dell’articolo relativo all’Organo di Controllo. - Nuova formulazione dell’oggetto sociale, al fine di descrivere, specificare e integrare le attività svolte dalla Cooperativa, senza tuttavia che ciò comporti una modifica dell’attività principale svolta dalla stessa - Introduzione di nuove forme associative quali il socio sovventore ed il socio volontario - Modifiche riguardanti lo svolgimento della vita sociale al fine di facilitare l’ingresso di nuovi soci e snellire le comunicazioni e la vita associativa. Struttura organizzativa - Implementare la capacità - Convocare frequentemente il CdA, il Tavolo comunicativa e favorire le Tecnico ed i coordinatori d'area per favorire la dinamiche decisionali condivisione e la comunicazione - Promuovere la partecipazione dei responsabili di interne servizio alla definizione delle strategie e delle modalità operative della Cooperativa attraverso la rappresentanza al Tavolo Tecnico e la convocazione del Tavolo Coordinatori - Aumentare le competenze gestionali ed - Proseguire le attività di formazione per i membri imprenditoriali del CdA del CDA su tematiche relative alla gestione organizzativa della Lule - Promuovere la formazione dei soci e dei lavoratori su tematiche relative alla gestione organizzativa - Redazione del bilancio sociale - Coinvolgimento dei coordinatori nella redazione del bilancio sociale - Creazione di momenti di incontro per favorire il passaggio informativo ed il coinvolgimento nelle attività Soci e modalità di - Promuovere la partecipazione partecipazione alla vita sociale della cooperativa

[close]

p. 15

P a g i n a | 15 Ambiti di attività - Consolidare le attività - Individuare opportunità di progettazione e "storiche" e maggiormente finanziamento a supporto di tutte le attività rappresentative della - Curare i rapporti di rete per uno scambio cooperativa proficuo di conoscenze e competenze - Implementare le azioni delle attività e servizi più “recenti” - Realizzare azioni sistematiche di diffusione di informazioni relative ai servizi e progetti realizzati dalla cooperativa - Organizzare eventi formativi per i lavoratori allo scopo di ampliare le competenze professionali - Ricercare altre fonti di finanziamento rispetto a quelle già conosciute (europee o nazionali) - Approfondire la formazione specifica sulla progettazione europea rivolta ai responsabile di area e ai coordinatori -Sperimentare nuove coprogettazioni su bandi europei e nazionali L'integrazione con - Radicare la propria il territorio presenza sul territorio Informazione e - Promuovere occasioni sensibilizzazione pubbliche di formazione, degli enti pubblici informazione e e della sensibilizzazione per cittadinanza accrescere la cultura dell’accoglienza e dell’integrazione La pianificazione economicofinanziaria - Partecipazione attiva alla formazione di reti e forum del terzo settore sul territorio - Concorrere all’organizzazione di eventi culturali in partnership con enti pubblici e del 3° e 4° settore - Concorrere all’organizzazione di formazione in partnership con enti pubblici e del 3° e 4° settore - Pianificazione preventiva e - Costruzione preventiva annuale dei budget di monitoraggio dei budget progetto e d’area per attività - Controllo semestrale dei budget di progetto e d’area - Utilizzo di strumenti gestionali informatici atti a migliorare la pianificazione economico/finanziaria - Implementare la formazione e l’aggiornamento degli strumenti atti a garantire la corretta applicazione delle normative nazionali sulla sicurezza sul lavoro e sulla privacy - Partecipazione di un incaricato a percorsi formativi R.L.S. (responsabile dei lavoratori per la sicurezza) - Aggiornamento dei referenti di servizio per la gestione della sicurezza - Partecipazione dei soci e dei lavoratori a percorsi formativi DLgs 626/94 - Partecipazione dei lavoratori a percorsi formativi sui temi della gestione dei dati per le norme sulla privacy Sicurezza sul lavoro e tutela della privacy

[close]

Comments

no comments yet