Classi prime Cassine - Rivalta

 
no ad

Embed or link this publication

Description

Lavori di arte ed immagine eseguiti dagli alunni delle classi prime

Popular Pages


p. 1

ARTE ED IMMAGINE anno scolastico 2013 / 2014 Professoressa Daniela Tono elaborati eseguiti dagli alunni delle classi prime Istituto secondario di primo grado “N. Bobbio” di Rivalta B. “G. Verdi “ di Cassine

[close]

p. 2

LA GRAMMATICA VISIVA La parola immagine deriva dal latino IMAGO che significa : “ciò che prende il posto di”; mentre i greci usavano il termine EIKON equivalente a “ ciò che riproduce o rappresenta una certa realtà”. Per noi l’immagine si riferisce ad una rappresentazione grafica di un oggetto, di un concetto o di un’idea. Come la parola, anche l’immagine è l’elemento di un linguaggio : quello visivo che si struttura secondo una sua particolare grammatica.

[close]

p. 3

“ La linea “ Coordinamento oculo – manuale Linee rette a man libera : orizzontali, verticali, oblique. La linea è la traccia lasciata dal punto in movimento. Il punto è definito fermo ed immobile, perciò, la linea nasce dalla distruzione della quiete estrema del punto. La linea è all’opposto rispetto all’elemento originario : il punto; quindi può essere definita come ELEMENTO SECONDARIO. Una linea corta e sottile è considerata un SEGNO ; una linea lunga, articolata, con un certo spessore, può definirsi una FORMA.

[close]

p. 4

Linee rette a mano libera

[close]

p. 5

Linee curve a mano libera

[close]

p. 6

Linee curve : l’illusione del volume

[close]

p. 7

“ Il chiaroscuro “ Restituzione grafica, attraverso l’utilizzo di pennarelli a punta fine, di una campitura chiaroscurata senza soluzione di continuità. In geometria il punto è definito un’entità astratta, priva di dimensioni, che non occupa né superficie né spazio. Nella comunicazione visiva e nelle arti figurative il punto può assumere molteplici aspetti e prestarsi a diversi utilizzi espressivi. Si può utilizzare un insieme di punti in modo addensato o rarefatto al fine di creare superfici variamente texturizzate e generare diversi ritmi.

[close]

p. 8



[close]

p. 9



[close]

p. 10

“ Il chiaroscuro “ Restituzione grafica, attraverso l’utilizzo di pennarelli a punta fine, di una campitura chiaroscurata senza soluzione di continuità. In questa esercitazione il soggetto considerato è lo spazio negativo che contorna la figura informale. Gli alunni hanno espresso un proprio equilibrio spaziale, eseguendo zone chiaroscurate contrapposte a campiture non lavorate.

[close]

p. 11



[close]

p. 12



[close]

p. 13



[close]

p. 14



[close]

p. 15



[close]

Comments

no comments yet