Angri 80 - novembre 2010

 

Embed or link this publication

Description

Novembre 2010

Popular Pages


p. 1

euro 0,80 mensile indipendente a cura del centro iniziative culturali anno xxviii nº 10 20 novembre 2010 pavimenti rivestimenti arredo bagno parquet camini cucine via dei goti 122 tel 081 948537 www ceramichedacunzo.it pavimenti rivestimenti arredo bagno parquet camini cucine via dei goti 122 tel 081 948537 info@ceramichedacunzo.it una riflessione sulla nostra comunità un appello per angri `80 23 novembre 1980 23 novembre 2010 luci ed ombre angresi anche se come in tutti i paesi di provincia la vita ad angri sembra trascorrere sempre uguale non mancano periodicamente eventi e ricorrenze che ci spingono a fare qualche riflessione ad ottobre scorso c è stata ad esempio la riapertura dopo alcuni anni di lavori di palazzo doria che non solo rappresenta il simbolo laico della nostra cittadina ma è da considerarsi un monumento quasi unico nel suo genere quanti sono infatti in italia i castelli ugualmente imponenti e posti al centro del paese una volta deciso che gli uffici non vi ritorneranno più potrebbe cominciare una nuova era per palazzo doria e per angri ma sapremo scegliere l amministrazione e la città le soluzioni migliori il dibattito è iniziato e conta già qualche ferito il 23 novembre invece ci ricorda che sono passati 30 anni da quella sera maledetta che tanti lutti e tante gravi conseguenze ha prodotto sul nostro tessuto socioeconomico ed urbanistico guai a pensare però che il post-terremoto riguardi il passato le famiglie ancora nei prefabbricati leggeri le abitazioni per loro sono ormai quasi pronte e speriamo che siano assegnate/consegnate al più presto ed il dibattito sulla destinazione delle relative aree che si libereranno già avviato ma non decollato stanno lì a dimostrarne invece l estrema e rilevante attualità domenica 24 ottobre c è stata l ennesima invasione di campo a battipaglia da parte di alcuni nostri pseudotifosi con annesse mazzate per i giocatori grigiorossi tra l altro gli unici a non avere colpe per la drammatica situazione in cui versa la società continua a pag 3 nelle interviste al sindaco pasquale mauri ai consiglieri antonio squillante centrodestra e cosimo ferraioli centrosinsitra il punto sull uscita definitiva dall emergenza dopo terremoto e sul destino urbanistico delle aree ancora occupate dai prefabbricati leggeri la mala notte di trent anni fa angri `80 festeggia con i suoi lettori sostenitori e collaboratori se 27 anni vi sembran pochi intervista con bartolo d antonio sindaco dal doposisma all 85 sugli anni critici della ricostruzione che cosa ha significato il terremoto per angri un momento drammatico a quell epoca e in quei momenti ma subito dopo vi è stata una grossa partecipazione unità di intenti da parte di tutte le forze politiche locali si creò un comitato permanente dell emergenza per affrontare i problemi per i quali non avevamo esperienza però dovevano essere affrontati con il massimo della coesione sociale subito dopo la sera stessa del terremoto ci fu questa partecipazione indipendentemente dalle appartenenze politiche vi fu la costituzione di un comitato presieduto dall allora sindaco mario abate io ero vicesindaco il primo fatto positivo è che tutti di fronte all emergenza hanno abbassato le asce di guerra e si sono messi a lavorare per cercare di alleviare e affrontare quei drammatici momenti che nessuno di noi aveva visto prima cosa significò affrontare l emergenza affrontare l emergenza significò sicuramente placare l allarme della popolazione c erano danni al patrimonio edilizio c era gente fuori casa ci sono stati morti soprattutto quelli a piazza annunziata davanti alla chiesa del carmine c è stato un momento drammatico e bisognava affrontare quei momenti senza che la preoccupazione e la paura della gente sfociasse in una protesta abbiamo dovuto fron «abbiamo operato nella legalità condividendo dall inizio scelte e decisioni con l opposizione» teggiare la paura della famiglie di tornare in casa molti occuparono gli edifici pubblici le scuole per trovare la prima sistemazione c era chi dormiva in auto poi con l aiuto della protezione civile e la nomina di zamberletti a commissario della protezione civile sono arrivati i sacchi a pelo poi le roulottes poi i containers c è stata tutta la fase in cui abbiamo cercato di dare una sistemazione avevamo il dramma delle scuole occupate delle famiglie fuori casa sono stati adottati i vari provvedimenti invitando i cittadini a trovare sistemazione in alloggi che non avevano subito danni chi ospitava sfollati riceveva un contributo dal comune il fatto importante è che in un momento di difficoltà le forze politiche si sono riunite intorno all amministrazione comunale per dare un contributo per affrontare la situazione È stato fatto qualche errore all epoca in ogni circostanza dopo è possibile fare meglio nei primi giorni c era un problema serio da gestire sacchi a pelo roulottes ovunque anche nel campo sportivo containers lungo viale c colombo poi i prefabbricati leggeri all epoca valutammo che non c era bisogno di troppi prefabbricati leggeri significava acquisire aree fare scelte che da provvisorie potevano diventare definitive per questo eravamo preoccupati la vicenda dei prefabbricati leggeri è stata la più drammatica di tutte che ha colpito tutte le amministrazioni locali anche quelle dei comuni vicini ricordo che arrivarono i primi contributi di 8 miliardi di lire per gli interventi di prima urgenza furono dati a tutti i cittadini che ne avevano fatto richiesta poi c era il problema di periziare le case danneggiate il comune aveva una struttura per la normalità il lavoro è stato duro e pesante il sindaco abate si era dimesso e sono subentrato io come sindaco continuando il suo lavoro abbiamo dovuto dare innanzitutto un segnale di legalità alla città non potevamo lasciare le scuole né gli edifici di edilizia economica e popolare occupati continua a pag 3 lo scorso mese di ottobre angri `80 ha compiuto 27 anni un traguardo che ben pochi periodici possono vantare non solo nella nostra regione costruire un angri civile e democratica come scrivevamo in occasione del ventennale resta il nostro primario obiettivo perseguito coniugando passione civile e impegno culturale assicurando ai lettori un informazione puntuale e costante facendo di angri `80 uno strumento di dibattito e di analisi di temi sociali politici culturali e religiosi la peculiarità della nostra impresa editoriale non passa inosservata e già nel 1989 è indicata tra le motivazioni del premio nazionale alla cultura assegnato dalla presidenza del consiglio dei ministri alla nostra cooperativa il centro iniziative culturali cic angri 80 è oggetto di attenzione da parte della rai e della stampa nazionale da segnalare i nostri articoli rilanciati dal settimanale avvenimenti ma anche di tanti giovani angresi che proprio grazie alla collaborazione col nostro mensile sono diventati giornalisti pubblicisti angri 80 rappresenta l esperienza più significativa di un intensa e articolata attività editoriale che ha visto la pubblicazione di oltre 40 libri editi dal cic per valorizzare il patrimonio storico e artistico del nostro comprensorio per capire il nostro territorio e far crescere la nostra comunità dalla metà degli anni novanta angri 80 supporta e promuove anche le attività del laboratorio teatrale del cic e della compagnia amatoriale anziteatro continua a pag 2 interviste di carmen mariagloria chirico e gerardo del sorbo alle pagine 3 4 5 liste nozze via don minzoni 19/23 angri tel fax 081.946439 e-mail info@puccisas.com sito web www.puccisas.com

[close]

p. 2

2 n attualità novembre 2010 rassegne inaugurazioni e feste cittadine di fine estate inizio autunno l oblò pi ppo della corte di il comune rimane il maggiore sponsor degli eventi cittadini nonostante le non floride condizioni finanziarie comunali l amministrazione mauri non lesina contributi ma ha creato più di una perplessità la somma concessa al magic cartoons award ad ottobre esborso record per le casse comunali circa 19mila euro denaro elargito dall amministrazione comunale guidata dal sindaco pasquale mauri a favore di diversi soggetti per iniziative organizzate a vario titolo circa 38 milioni di vecchie lire che si sono aggiunti ai 70mila euro impegnati per la manifestazione estiva doria festival gestita dall assessore allo spettacolo peppe mascolo sono diverse le associazioni che per l organizzazione di eventi bussano alle porte del municipio l evento che è costato di più ai contribuenti è stato il magic cartoon s award il comune ha erogato a favore dell associazione sign onlus di rosario corrado mancino editore di inagro un contributo di 10mila euro la manifestazione si è svolta all interno della castello doria l evento prove d autore svoltasi in occasione della riconsegna del castello a seguito dell ultimazione dei lavori di ristrutturazione è costata invece 6mila e 100 euro l obiettivo era quello di rimarcare l importanza della riconsegna alla cittá dell antico maniero da qui l organizzazione di una manifestazione per dare di san francesco d assisi per i festeggiamenti in onore del santo un altro contributo di 350 euro è stato dato all associazione spettacolando rappresentata da raffaella pizzo che ha organizzato la serata per halloween infine 500 euro sono stati assegnati all associazione sportiva accademia del pattinaggio rappresentata da anna bove per partecipare al campionato nazionale tenutosi a montalto di castro vt insomma sarebbe dura a morire la mentalità di chiedere denaro al comune per iniziative private una questua che dura da anni in maniera ininterrotta pippo della corte spesa pubblica il municipio non è un bancomat egregio direttore da anni ci viene riferito che le casse comunali versano in difficoltà finanziarie e che a pesare è la scarsa presenza di liquidità un aspetto con cui purtroppo gli amministratori devono obbligatoriamente confrontarsi le entrate accertate sono pari a diversi milioni di euro la capacità di recuperarle però non è tale da far dormire sonni tranquilli È da dire che l evasione delle imposte cittadine è elevato e che gli enti locali non sono attrezzati per stanare gli evasori recuperando il dovuto il nostro comune contabilmente va avanti grazie all esistenza dei residui attivi cioè grazie ai crediti che vanta nei confronti dei propri debitori cittadini in testa in sostanza ci si basa su quello che virtualmente si possiede non su quello che realmente si ha questa situazione ormai a tutti nota dovrebbe però indurre l amministrazione comunale a stringere i cordoni della borsa nel tentativo di evitare flussi di spesa non essenziali anche se questo comporta un irrigidimento rispetto a pressanti richieste in particolare mi riferisco alla necessità di programmare con oculatezza le uscite evitando di spendere più di quanto si è realmente capaci di incassare una sana abitudine a cui tutti dovremmo uniformarci una frase attribuita a massimo d azeglio recita la prima delle cose necessarie è di non spendere quello che non si ha noto però con disappunto che la politica difficilmente riesce ad avere un atteggiamento fermo e rigoroso È anche vero che la mentalità questuante di tante associazioni impegnate in diversi settori è ormai molto radicata e dura a morire molti pensano che il comune cioè pantalone debba finanziare tutto patrocinare ogni cosa elargire sempre insomma le casse comunali sono considerate alla stregua di una scoietà finanziaria pubblica a tasso zero dalla quale si può attingere allegramente no prorpio non ci siamo il comune non è un bancomat e questo dovrebbe essere compreso anche dagli assessori e dai consiglieri comunali che pur di accontentare i propri elettori sono disposti ad alimentare clientele di piccolo cabotaggio per quanto mi riguarda vorrei un comune impegnato nell offrire servizi e nel realizzare infrastrutture piuttosto che interessato ad assumere il ruolo di impresario di attori cantanti cabarettisti clown e mangiafuoco bisogna stringere i cordoni della borsa e indirizzare il denaro spendibile in opere durature ed al servizio della collettività nel romanzo david copperfield del 1850 charles dickens ha scritto entrate annue venti sterline spese annue diciannove sterline e mezza risultato felicità entrate annue venti sterline spese annue venti sterline e mezza risultato miseria un monito da tener presente lustro e dignitá al monumento più 600 euro sono andati al gruppo rappresentativo della cittá scout angri 2 rappresentato da mille euro sono andati invece francesco iaccarino per la sagra all associazione il gabbiano della legalitá e 250 al convento di vincenzo stucchio che ha organizzato a piazza annunziata e meno la decima edizione del paese dei balocchi per valorizzare il mondo male che non ci sono fondi dell infanzia con la promozione di 10.000,00 euro per una festicciola attivitá ludico ricreative in favore dei bambini e perchè tra gli obiettivi al fossato di questa amministrazione vi è il riconoscimento di consolidati eventi culturali finalizzati alla valorizzazione delle tradizioni e cultura locale appartamenti box garage cave alberghi ter giù se 27 anni continua dalla 1ª pagina reni e ville è questo il patrimonio della camorra ora affidato alla prefettura di salerno e in parte gestito da comuni ed associazioni e sarà proprio la compagnia anziteatro insieme ai ragazzi del laboratorio e a numerosi amici che hanno aderito all iniziativa ad animare la festa a sostegno di angri 80 programmata per il prossimo 4 dicembre nell oratorio della confraternita di s caterina con musica teatro e cabaret per l occasione è annunciata la partecipazione di carolina avitabile mario avosso alfredo benincasa eleonora benincasa giuseppe calabrese vincenzo campanile ivano cavaliere francesco colasanto annibale damiano giuseppe d angelo silvana dangelo vincenzo de vivo stefania esposito maria teresa falcone teresa francese giuseppe gargano antonio lombardi chiara lo schiavo gorizia montella siriah montella margherita monticelli lorenzo nicastro giovanni panella gaetano pepe sergio ruggiero perrino redi qela maria rossi francesco ruocco maria russo rachele sorrentino rosa stanzione l assistenza tecnica sarà assicurata da teresa francese francesco desiderio gianluca granatino e lorenzo nicastro la presentazione dello spettacolo dal titolo se 27 anni vi sembran pochi è affidata a roberta smaldone la regia è di antonio d andretta alla serata parteciperà anche un noto personaggio angrese che preferisce restare anonimo almeno per ora perché intende sorprendere il pubblico con una sua performance insomma al pubblico che ci onorerà della sua presenza assicuriamo una serata all insegna del buon umore con qualche spunto di riflessione quella riflessione che angri 80 non disdegna da 27 anni re bel lleggi via zurlo 77 www.uomoedonnain.it nanibon corneliani manuel ritz marani.g jeordie s l altramoda `80 angri

[close]

p. 3

novembre 2010 trentennale terremoto 3 xxx premio nazionale per l impegno civile marcello torre per il trentennale della morte di marcello torre l organizzazione del premio nazionale per l impegno civile ha previsto quattro giornate di approfondimento di riflessione e di iniziative in memoria del sindaco ucciso giovedì 9 /12/2010 mattinata e primo pomeriggio arrivo della delegazione di partecipanti al primo raduno nazionale dei giovani di libera ore 17.30 momento di incontro e di discussione con la fondazione pol.i.s presentazione del libro al di là della notte dello scrittore raffaele sardo ore 19.00 rappresentazione teatrale « a città `e pullecamorra» della compagnia anziteatro venerdì 10/12/2010 ore 9.00 ­ 13.00 i giovani provenienti da altre regioni incontrano presso le istituzioni scolastiche individuate i giovani di pagani ore 17.00 ­ circolo unione pagani convegno ­ dibattito sul tema nel nome di marcello 30 anni di impegno civile analisi e prospettive sabato 11/12/2010 ore 9.30 ­ aula magna liceo scientifico bartolomeo mangino xxx premio nazionale per l impegno civile marcello torre cerimonia di intervista con bartolo d antonio sindaco dal doposisma all 85 sugli anni critici della ricostruzione «abbiamo operato nella legalità condividendo dall inizio scelte e decisioni con l opposizione» continua dalla 1ª pag la criminalità organizzata ha fatto sentire la sua presenza sulla gestione post terremoto a pagani ha ucciso il sindaco torre ad angri cosa è successo le pressioni camorristiche ad angri le abbiamo evitate abbiamo cercato di attrezzarci per evitare i pericoli in città arrivarono 21 miliardi di vecchie lire per i prefabbricati leggeri oltre tutti gli interventi da fare per acquisire le aree per cui c era molta attenzione da parte di un mondo particolare rispetto a questo trasferimento di denaro che doveva essere gestito dal comune bloccammo le cattive intenzioni seguendo procedure di massima trasparenza per la realizzazione dei prefabbricati leggeri con una gara limitata alle imprese certificate e selezionate dallo stesso zamberletti secondo criteri qualità/costi in questo modo le imprese di fatto non le scegliemmo noi e questo preservò da eventi drammatici l amministrazione comunale all epoca c era un mercato occulto molto evidente e noi seguimmo la procedura più trasparente possibile abbiamo ottenuto risultati positivi infatti non ci sono state condanne penali arresti per nessun membro dell amministrazione né scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni camorristiche come invece è accaduto in molti comuni vicini le indagini della magistratura hanno confermato la nostra trasparenza amministrativa come ha gestito le fasi successive quando furono pronti i prefabbricati pesanti in via michelangelo dei veri alloggi adottammo la disposizione che senza la consegna delle chiavi dei leggeri da parte degli occupanti non sarebbero stati assegnati ad essi quelli pesanti per cui sulla disponibilità di 120 pesanti avemmo appena 127 domande il comune creò una squadra alloggi in costruzione a fondo messina te impreparata che non ha a cuore i problemi della città ma solo quelli propri c è stato un lungo periodo di sfaldamento amministrativo che mi auguro sia terminato chi governa oggi la città lo deve fare con coscienza e consapevolezza prendendo ad esempio anche esperienze precedenti facendo tutto il possibile per informare la città sul proprio operato come mai mi chiedo un nuovo piano regolatore non è stato ancora approntato e redatto quando sindaci assessori consiglieri sono portatori di interessi collettivi non sorgono problemi quando invece prevalgono interessi privati anche legittimi sorgono problemi e soprattutto se gli amministratori danno un cattivo esempio gli amministratori comunali invece devono dare per primi l esempio lanciare un messaggio chiaro alla città dire gli indirizzi del puc e quale sviluppo si vuole per la città carmen mariagloria chirico tecnica per smantellare i prefabbricati leggeri subito dopo la consegna delle chiavi e togliere gli impianti elettrici e idrici alla fine della mia amministrazione su 450 prefabbricati ne rimasero 200 io sostenevo che quelli lasciati dovevano essere smantellati nel più breve tempo possibile perché potevano diventare illecito oggetto di compravendita punti di aggregazione per gente anche di malaffare che veniva da tutte le parti e le amministrazioni comunali successive alla mia purtroppo deliberarono delle sanatorie nei confronti di occupanti abusivi dei leggeri tale fenomeno infatti sancito che per partecipare all assegnazione di alloggi popolari in bandi pubblici occorreva essere legittimi assegnatari di un prefabbricato leggero causò notevoli pressioni da parte di chi non lo era sulle amministrazioni comunali che in molti casi sanarono gli abusivi in sintesi posso dire che abbiamo superato le difficoltà nel migliore dei modi assegnato i pesanti ridotti a 200 i leggeri sgomberato per primi le scuole occupate dai terremotati fatto il piano regolatore generale non abbiamo fatto pagare l acqua fino al 1998 costruito nuove scuole sistemato le strade grazie al fatto che con me c era un amministrazione coesa e un opposizione comunista disponibile e dialogante comportamento che contribuì a farci rinunciare ai poteri straordinari concessi da zamberletti ai sindaci e alle giunte di prendere decisioni senza l avallo del consiglio comunale per cui sono andato sempre in consiglio comunale per coinvolgere tutti come valuta l attualità politica faccio una valutazione negativa i partiti non ci sono più non c è formazione politica né una scuola che formi gli amministratori pub blici la legge 81 elezione diretta del sindaco è un ottima legge per favorire la stabilità amministrativa ma questo non ha evitato purtroppo che ad angri si avvicendassero ben tre commissari prefettizi c è una classe politica incapace insufficien luci ed ombre continua dalla 1ª pagina così grazie a questi violenti personaggi che nei loro proclami non mancano mai di professare il loro infinito amore per angri e per i colori grigiorossi la nostra cittadina è tornata agli onori della cronaca nera regionale e non solo con grave danno per la sua immagine e per tutti i suoi abitanti una domenica di ottobre di 27 anni fa invece nasceva angri 80 un mensile nato e cresciuto con l obiettivo di essere la voce degli angresi e di voler contribuire alla loro crescita socioculturale pochi allora ebbero fiducia in noi e ci diedero una mano fra questi ci piace ancora una volta ricordare il mai troppo compianto prof gaetano marra molti ci diedero pochi mesi di vita nella convinzione che angri non fosse un paese in grado di avere un suo giornale e che il gruppo redazionale non avesse i mezzi e la costanza di reggere ad un impegno così gravoso sia dal punto di vista culturale sia soprattutto da quello finanziario invece eccoci qui a festeggiare il nostro 27° compleanno avendo tra le mani un mensile di cui non vi sono eguali per anzianità qualità e radicamento territoriale né in campania né altrove specie al sud grazie ai nostri abbonati presenti in quasi tutte le regioni nonché ai nostri redattori ed ai nostri amici angri 80 ha tanti estimatori dappertutto i quali immancabilmente ci chiedono come fa angri ad avere un giornale così interessante e come facciamo a mantenerlo economicamente la nostra risposta è questa con la stima e l affetto che ci siamo conquistati in tanti anni di lavoro e di sacrifici per il nostro paese oggi però in un momento storico così difficile dal punto di vista culturale sociale ed economico un rischio per angri 80 c è l assuefazione pensare cioè che la sua luce possa comunque e sempre splendere dimenticando che il nostro mensile per conservare la sua libertà non chiede alcun contributo a comune provincia e regione e che i miracoli economici non durano all infinito se volete invece cari concittadini che prima o poi di angri 80 non resti neppure l ombra e che una delle poche esperienze che tiene alto il nome di angri sopravviva sostenete in tutti i modi possibili acquistandolo abbonandovi regalando abbonamenti facendo inserzioni pubblicitarie parlandone con orgoglio il vostro e nostro giornale conferimento del premio a emergency partecipano luigi ciotti e nando dalla chiesa premiazione del vi concorso scolastico marcello torre ore 13.00 posa di una corona di alloro in loco delicti ore 16.30 santa messa in suffragio di marcello torre presso la basilica di sant alfonso maria de liguori domenica 12/12/2010 ore 10.30 ­ il comune di pagani ricorda marcello torre intitolazione di piazza corpo di cristo a marcello torre ore 12.30 ­ l omaggio della moglie e dei figli cerimonia di scoprimento del busto realizzato dal maestro stefano rossi presso il cimitero di pagani `a città `e pullecamorra il prossimo 9 dicembre alle ore 19.00 nell ambito del xxx premio nazionale marcello torre presso il circolo unione di pagani via mangiaverri 8 la compagnia anziteatro del centro iniziative culturali rappresenta «`a città `e pullecamorra» `a città `e pullecamorra è uno spettacolo che nasce dal libero adattamento de la camorra sono io un testo teatrale firmato da roberto russo l adattamento ha consentito di attingere al pensiero e all impegno civile di roberto saviano don luigi ciotti mario gelardi corrado alvaro don tonino palmese ma soprattutto ha permesso di creare le condizioni per rievocare la tragica vicenda di marcello torre il sindaco di pagani ucciso dalla camorra nel 1980 ricostruita attraverso la testimonianza della figlia annamaria tratta dal libro lotta civile di antonella mascali l intervista alla moglie lucia de palma rilasciata nel novembre del 90 alla trasmissione televisiva samarcanda e rilanciata dal mensile l osservatore dell agro e il resoconto dell iter giudiziario a dieci anni dall assassinio pubblicato dallo stesso mensile edito dal c.i.c di angri il titolo della pièce non vuole essere solo la banale parafrasi di una notissima canzone ma vuole indicare una chiara propensione per la tesi che attribuisce alla maschera napoletana simbolicamente presente in scena connotati fortemente ambigui la rappresentazione è stata concepita strutturata e realizzata allo scopo di contribuire a tenere vivi l esempio di chi ha sacrificato la vita per la legalità che non può essere ridotta ad un optional e la speranza nella possibilità di un recupero generale di dignità per un riscatto civile pasticceria gelateria mignon dessert gelateria banqueting c ongressi cerimonie ricevimenti eventi convegni colazioni di lavoro di giuseppe di lieto via adriana 31/37 tel 081.946702 via zurlo 25/27 tel 081.949576 fax 081.3207223 www.acanfora1972.it via giudici 17 tel 081.9132166 fax 081.961888 e-mail acanfora1972@alice.it

[close]

p. 4

4 trentennale terremoto novembre 2010 il punto con il sindaco pasquale mauri sulla realizzazione delle case per i senzatetto «i 139 alloggi saranno ultimati e assegnati l anno prossimo» questo mese ricorre il trentesimo anniversario del terremoto del 1980 che ad angri causò nove morti soprattutto per la caduta del frontespizio della chiesa della madonna del carmine l emergenza dopo terremoto è tuttora testimoniata in città dalla presenza dei prefabbricati leggeri che ospitano ancora numerose famiglie a fondo badia a fondo caiazzo e a fondo rosa rosa quando saranno ultimati e consegnati agli aventi diritto i 139 alloggi che sono in fase di realizzazione avanzata a fondo messina io i consiglieri di maggioranza e i rappresentanti delegati dai fondi badia caiazzo e rosa rosa abbiamo fatto dei sopraluoghi e abbiamo verificato lo stato di avanzamento dei lavori io che vivo il territorio 24 ore su 24 conosco bene il disagio che vivono quelle famiglie in attesa delle case È per questo che io e la mia amministrazione ci impegniamo senza sosta per completare tutte le procedure i 139 alloggi saranno terminati e assegnati agli aventi diritto per il prossimo anno come si procederà per l assegnazione delle case le case saranno conferite alle persone che sono posizionate nella graduatoria di merito predisposta dall i.a.c.p istituto autonomo case popolari di salerno il numero delle abitazioni sarà uguale a quello degli aventi diritto il numero delle abitazioni sarà superiore di poche unità angri ferita continuò a logorarsi a frantumarsi nella luce irreale e nel silenzio della tarda serata del 23 novembre `80 il palazzo di via starza rimasto in piedi come un gigante mutilato e senza più equilibrio dava la misura del disastro che aveva colpito angri e lasciava immaginare cosa era avvenuto nei paesi progressivamente più vicini all epicentro del sisma per un lungo periodo è stato il simbolo del 23 novembre con mezza camera da pranzo che penzolava quasi da un appartamento sventrato ed un orologio a muro sulla parete di un altro al piano superiore fermo alle ore 19,27 quando la terra tremò per un tempo interminabile immagini che escono fuori dalla retorica convenzionale e fissano in maniera drammaticamente spietata un momento dell esistenza che appartiene alla storia ormai esse alimentano inesorabilmente il mondo delle tante paure inconsce e collettive che scandiscono la vita o le molte fasi di vita di un popolo come per l improvvisa scomparsa del sindaco giovanni alfano poco tempo prima il sisma fu considerato come il segno della fine di un età serena ed in verità quell evento chiuderà per sempre una stagione particolare di questa terra quella cioè di un architettura desolata e problematica rappresentata dalla civiltà dei grandi palazzi le decine di edifici costruiti sull onda degli effimeri entusiasmi pilotati da gruppi di potere negli anni 70 ricevettero danni rilevantissimi e rivelarono la loro assoluta fragilità quel modello non aveva più futuro ma avrebbe comunque in seguito continuato a condizionare la vita del paese l altro aspetto che emergeva in quel lungo periodo del dopo terremoto era la certezza che nessuno poteva contare sulla propria privacy attraverso le crepe nelle mura e nelle pareti degli edifici era possibile vedere quasi in ogni casa gli oggetti più personali le suppellettili e gli arredi gelosamente custoditi come se un demone ponesse dinanzi alla vista di chiunque senza schermo gli affetti più nascosti di ogni casa in queste circostanze come in tutte le grandi tragedie il tempo rimane sospeso in un presente che non possiede più passato e non guarda al futuro vi sono eventi che colpiscono solo una parte del territorio ve ne sono altri che travolgono tutto e tutti colera eruzioni e terremoti non risparmiano alcuna parte in quei giorni appunto il paese vide che dalle periferie dalla campagna al centro il disastro aveva toccato tutti e che aveva provocato una rete di tragedia o meglio una tragedia in rete questi eventi come la morte rendono uguali tutti potenti e umili poteva nascere una lezione vennero invece i mali dei particolarismi della violenza degli egoismi la città ferita continuò a logorarsi e frantumarsi francesco fasolino a quello degli aventi diritto una volta che si libereranno dai prefabbricati leggeri anche i fondi badia caiazzo e rosa rosa come saranno utilizzate le relative aree una volta liberati i fondi dai prefabbricati leggeri per fondo badia sarà bandito un concorso di idee per destinarlo a strutture sportive a fondo caiazzo sarà costruito un parcheggio mentre la destinazione di fondo rosa rosa sarà decisa con il p.u.c piano urbano comunale di proprietà del comune sarà bandito un concorso di idee per destinare fondo badia a strutture sportive sarà costruito un parcheggio a fondo caiazzo la destinazione gli alloggi in fase di realizzazione in località fondo messina di fondo rosa rosa sarà valutata con una consulta di tutte le associazioni per la redazione del p.u.c piano urbano comunale gerardo del sorbo quadro economico della gestione post-terremoto dal 1980 ad oggi questo il rendiconto fornitoci in sintesi dall ufficio contabilità del comune 28 milioni di euro dal 1980 fino ad oggi sono stati erogati 24 milioni e 500mila euro nella banca d italia giacciono ancora 3 milioni e 500mila euro per contributi ancora da assegnare in fine sono in fase di costruzione avanzata i 139 alloggi di fondo messina destinati alle famiglie assegnatarie dei prefabbricati leggeri il loro finanziamento è avvenuto con i fondi che la regione campania ha messo a disposizione del comune di angri appunto per smantellare i prefabbricati leggeri il costo complessiva per la costruzione dei 139 alloggi è di 9 milioni e 500mila euro otto milioni e 200mila euro sono a carico della regione campania e un milione e 300mila euro a carico del nostro comune fino ad oggi sono stati impegnati 4 milioni di euro g.d.s subito dopo il sisma sono stati stanziati dei fondi circa 8 miliardi di lire prima emergenza da parte dello stato destinati ad affrontare i problemi e le difficoltà più impellenti dell immediato dopo sisma dopo alcuni mesi dal terremoto sono stati realizzati i prefabbricati leggeri 21 miliardi di lire sotto il commissariato straordinario per la ricostruzione post-terremoto affidato all onorevole zamberletti alloggi destinati ad ospitare temporaneamente le famiglie sfollate ci sono stati interventi più consistenti nel 1982 in tale anno infatti al comune di angri furono affidati l incarico ed i fondi per realizzare i cosiddetti prefabbricati pesanti destinati alle famiglie che trent anni dopo fondo caiazzo oggi avevano perso la propria abitazione alloggi edificati in via michelangelo zona 167 al comune furono assegnati 9 miliardi e 300 milioni di lire pari oggi a circa 4 milioni e 800mila euro poi partì la gestione per l assegnazione alle famiglie dei contributi finalizzati alla riparazione delle proprie case danneggiate dal terremoto legge 219 e successive norme i relativi fondi finora assegnati al comune oggi ammontano a circa nel trentesimo anniversario del terremoto l associazione di corso italia officina delle idee dal 23 al 27 novembre organizza trent anni dopo incontri proiezioni dibattiti e mostre per tenere viva la memoria dei tragici eventi del 1980 nel corso della settimana sarà allestita e riproposta a cura di ernesto terlizzi e gianfranco duro la mostra di mailing art del 1981 linguaggi altrui immagini realtà e documenti raccolti da tutto il mondo per ricordare il terremoto un anno dopo e dedicata a laviano che fu rasa completamente al suolo le iniziative a cui parteciperanno anche tecnici e politici locali e regionali si svolgeranno fra la casa del cittadino ed i locali terranei del castello doria gli ingressi e la partecipazione agli incontri sono liberi ed aperti al contributo di tutti i cittadini centro estetico solarium via incoronati 39 tel 081.948608

[close]

p. 5

novembre 2010 trentennale terremoto intervista con cosimo ferraioli capogruppo consiliare dell opposizione di centrosinistra 5 a trent anni dal terremoto l attuale amministrazione comunale ha ereditato l emergenza nonché il disagio post-terremoto del nostro paese È evidente agli occhi di tutti lo stato di abbandono in cui versano le zone dove insistono i prefabbricati leggeri fondo badia fondo rosa rosa fondo messina fondo caiazzo su come sarà affrontata l assegnazione degli alloggi destinati ai senza tetto che ancora vivono nei prefabbricati leggeri in costruzione a fondo messina su quando ci sarà l ultimazione di questi alloggi e per capire quali propositi l amministrazione comunale e l opposizione nonché la classe dirigente tutta hanno meditato per la riqualificazione delle zone suddette abbiamo intervistato il consigliere d opposizione antonio squillante dopo trent anni dal terremoto ci sono famiglie di terremotati che hanno ormai lasciato i prefabbricati e vi sono famiglie che vi abitano ma non hanno subito il terremoto come spiega questo fenomeno questa è una criticità che va affrontata sicuramente perché il principio è quello di dare una casa a coloro che se la sono vista danneggiata o distrutta dal terremoto purtroppo il malcostume che si è sviluppato negli anni è stato appunto quello di trasmettere quasi in eredità il prefabbricato questi ulteriori elementi vanno presi in particolare considerazione perché è chiaro che se c è un occupazione abusiva del pre-fabbricato è evidente che quella famiglia non ha diritto a danno di altri a ricevere l abitazione la cosa certa vergognosa e inaccettabile per un paese civile è che a trent anni dal terremoto ci sono ancora delle aree occupate dai prefabbricati con quali criteri verrà organizzata la graduatoria per l assegnazione dei «penso che a primavera sarà «sulla destinazione dei fondi pronta parte degli alloggi» finora non c è stato confronto» intervista con antonio squillante capogruppo consiliare dell opposizione di centrodestra fondo badia 139 alloggi in costruzione purtroppo ci troviamo dopo trent anni di fronte ad un problema vivo e irrisolto dalle precedenti amministrazioni che si sono susseguite nel tempo questo ne dimostra tutta l incapacità rispetto alla risoluzione del post-terremoto per quanto riguarda la graduatoria per l assegnazione alloggi questa è di competenza di una commissione provinciale i criteri di assegnazione degli stessi a mio avviso vanno stilati sia per coloro che hanno avuto danni evidenti all abitazione sia per la condizione reddituale di coloro che hanno subito danni o crollo totale dell abitazione nonché bisogna valutare la condizione reddituale che ha l intero nucleo familiare quali sono i tempi per l ultimazione degli alloggi a mio avviso è già sorta una polemica sulla tempistica di ultimazione gli amministratori attuali utilizzando il solito sistema di promettere cose non vere avevano detto che entro la fine del 2010 gli alloggi sarebbero stati terminati ciò non si è verificato molto probabilmente ritengo che una prima tranche si potrebbe ultimare entro la prossima primavera quali sono gli orientamenti dell opposizione per la questione alloggi deve essere chiaro che la realizzazione degli alloggi è di competenza esclusivamente comunale quindi se le opere vengono fatte in ritardo o nei tempi non previsti dobbiamo essere tutti certi che è colpa di chi amministra l ente per quanto riguarda la scelta di coloro che dovranno entrare negli alloggi la competenza è della commissione provinciale nelle cui fila ci sono anche dei soggetti nominati dall ente che chiaramente avrà dei propri rappresentanti nella commissione che dovrà selezionare in base ai criteri utilizzati nel bando al momento come esponente dell opposizione sono fiducioso perché è un organismo sovracomunale va preso in considerazione che possa essere terzo rispetto alle scelte dopo la questione alloggi c è da affrontare il tema della riqualificazione della aree di fondo badia fondo caiazzo fondo rosa rosa fondo messina quali sono le idee dell opposizione il compito di decidere la destinazione finale di queste aree una volta risolto il problema abitativo è responsabilità dell amministrazione comunale noi come opposizione possiamo rappresentare la nostra idea di riqualificazione ad esempio per quanto riguarda il fondo nei pressi del campo sportivo avevamo immaginato di realizzare un complesso sportivo con campi di basket e tennis dato che c era già lo stadio comunale inoltre sempre in quell area realizzare un parcheggio fruibile per il centro urbano per l area di fondo badia si era inteso riqualificare l area dando una destinazione terziaria insediando piccole attività produttive in modo da poter dare ai piccoli artigiani un posto dove allocarsi e concentrare la propria attività la zona antistante al liceo scientifico vista la densità abitativa che verte in quell area credo che debba essere destinata tutta a servizi per le abitazioni come una piazza una sede di piccole attività sportive per fare in modo che vi vive in quell area non ci vada solo a dormire bensì viva il quartiere per l area di fondo caiazzo c è necessità assoluta di un parcheggio per il paese carmen mariagloria chirico a fondo rosa rosa in questo modo l amministrazione comunale avrebbe un partner con le competenze e i fondi disponibili per poter riqualificare queste aree degradate della città con la possibilità di ricorrere a progettazioni esterne a concorsi di idee e questo potrebbe essere un modo snello e veloce che prescinde da eventuali strumenti di pianificazione urbanistica e non si dovrebbe così aspettare il piano urbano comunale per fare un azione di riqualificazione che interessa una parte consistente della città come vedrebbe utilizzate queste aree naturalmente penso che la domanda di residenza in questa città vada analizzata e vagliata per bene per verificare se c è ancora bisogno di case e soprattutto per capire quali fasce sociali hanno bisogno di alloggi e solo dopo decidere sugli interventi da realizzare se c è un significativo bisogno di case per fasce sociali deboli allora si deve puntare a realizzare alloggi di edilizia residenziale sociale e mi pare che l amministrazione in carica si è già mossa in questa direzione se poi c è necessità di altre attività come quelle terziarie e commerciali o meglio di un nuovo parco pubblico la villa comunale ormai non basta più per l attuale cittadinanza io penso ad un parco come quello del mercatello a salerno cioè a qualche migliaio di metri di superficie da destinare al verde urbano in questa città infatti manca soprattutto il verde per cui vanno bene i parcheggi va bene fare un parco urbano che funzioni da cerniera tra le diverse aree della città con società miste che potrebbero gestire trent anni dal terremoto ad angri ci sono ancora i fondi occupati dai prefabbricati leggeri l amministrazione comunale in carica sta affrontando il problema ma anche l opposizione avrà il suo ruolo in merito quali sono le proposte dell opposizione per riqualificare le aree di fondo badia fondo caiazzo fondo messina fondo rosa rosa al di là delle eventuali azioni che sono state intraprese dalla amministrazione comunale o da quelle precedenti amministrazioni un intervento puntuale su queste aree che potrebbero essere utili per lo sviluppo della città bisognerebbe comunque considerarlo più che sulla destinazione che è abbastanza chiara io mi preoccuperei dello strumento da utilizzare per valorizzare queste aree cioè per la riqualificazione urbana che comprende l intervento su queste aree potrebbe essere agevole l utilizzo di società di trasformazione urbana miste pubblico-private strumenti che la legge consente di utilizzare per modificare l assetto urbanistico come funzionano queste società visto che le zone occupate dai prefabbricati sono aree espropriate ed acquisite al patrimonio comunale l amministrazione comunale se intende realizzarvi interventi specifici può costituire delle società miste pubblico-private appunto per valorizzare tali aree queste società miste potrebbero avere per oggetto l`acquisizione delle aree la demolizione di quello che c è la progettazione di nuovi interventi la realizzazione degli stessi e la loro commercializzazione attività ricreative,culturali e sportive in questi spazi verdi creado anche posti di lavoro la città non ha tanto bisogno di nuove residenze e questa situazione ce l abbiamo sotto gli occhi come si procederà per l assegnazione degli alloggi realizzati a fondo messina in primo luogo un attività di controllo deve essere svolta dall amministrazione comunale ovviamente anche l opposizione deve svolgere un controllo puravendo una funzione marginale attento e fermo per evitare speculazioni dopo l entrata in vigore del piano casa legge regionale 19 del 2009 sono venuto a conoscenza del fatto che l amministrazione comunale aveva presentato progetti per la realizzazione di edilizia residenziale e sociale nelle zone di fondo badia e fondo caiazzo anche se in quest ultimo l intenzione è quella di fare parcheggi il confronto in merito però finora non c è stato perché nessuno ce l ha chiesto la partecipazione dell opposizione alla vita amministrativa avviene in questo modo ma se la proposta progettuale è stata già concretizzata è evidente che il confronto non ha più ragione di esistere penso invece che dal momento che c è la necessità di riqualificare questa ampia porzione di città ognuno debba esporre la propria idea attorno ad un tavolo di concertazione in modo che si possa scegliere la migliore e realizzarla tutto questo per ora non c è stato ancora si vuole la partecipazione dell opposizione alla vita della città senza chiarire su quali basi avviare tale confronto c.m.c www.latecnicaclima.it e-mail:info@latecnicaclima nuova ed unica sede via g matteotti 35 tel e fax 081.946009 lngerig 8 g 0 iila esclusivista linea rilastil vichy eucerin bioscalin bionike aboca erbe e salute prodotti vea integratori per lo sport prodotti prima infanzia dott.ssa m elena mesiani mazzacuva abbiamo cambiato look ed unito in un unica sede l ultra trentennale esperienza nelle riparazioni di piccoli e grandi elettrodomestici civili ed industriali all ormai decennale esperienza nella progettazione vendita ed assistenza di impianti per riscaldamento climatizzazione ed energie alternative atunoggirori `80 nale via murelle 7 tel 081.947623

[close]

p. 6

6 attualità sostegno alla raccolta dei rifiuti la regione ha bloccato la borsa dei fondi novembre 2010 giunta mauri fare chiarezza angri non avrà più le risorse per sulla gestione di angri eco servizi emerge la presenza di un disavanzo di un milione migliorare la raccolta differenziata di euro confermato dal direttore generale ma non azienda speciale per la raccolta differenziata i il provvedimento ha colpito 78 comuni di cui 30 salernitani beneficiari del decreto regionale 1169 del 2008 quello che finanziava i piani comunali di raccolta differenziata non avranno più le risorse assegnate la scure del patto di stabilità è calata anche sulla necessità di spingere i comuni a proseguire nella direzione di una raccolta differenziata sempre più convinta per ridurre innanzitutto i rifiuti stop pertanto a campagne di sensibilizzazione per far comprendere ai cittadini alle famiglie l importanza di differenziare il più possibile come farlo per cui anche campagne presso le scuole e ovunque sia possibile e stop anche alle richieste da parte dei comuni di essere attrezzati per fare la raccolta per riuscire a sostenerla realizzando isole ecologiche o campagne di sensibilizzazione o semplicemente acquistando i necessari presidi come buste o bidoni da consegnare agli utenti un programma che la regione aveva lanciato finanziandolo con un decreto nel 2008 e che i comuni avevano sposato richiedendo le risorse disponibili giorni fa invece il settore programmazione e gestione rifiuti della regione in una lettera inviata a 78 comuni della campania di cui 30 salernitani ha revocato i fondi assegnati il patto di stabilità sforato che da mesi ormai decide il bene ed il male di tutti i fondi regionali detta legge anche sui rifiuti da una parte se non si fa la raccolta differenziata c è il rischio del commissariamento dall altra c è lo stop ai fondi per sostenerla non rientrerebbero tra quelli concedibili per stare nel patto di stabilità secondo la missiva dell ufficio regionale infatti con linguaggio burocratese per gli atti che «non rive a evidenziato formalmente da alcun bilancio stono carattere di obbligatorietà occorre adottare provvedimenti di revoca in autotutela» l invito della regione è quello di «sospendere le attività inerenti la gestione dei finanziamenti» assegnati ed i comuni pur pressati dalla necessità di differenziare restano a secco ed i fondi preziosissimi per sostenere i piani comunali di raccolta differenziata sono stati congelati con un ulteriore problema da risolvere «questo dà il senso di quell abbandono a cui i comuni sono lasciati in ogni settore compreso quello dei rifiuti che pure dovrebbe essere una priorità insieme a sanità lavoro disoccupazione» lamentano gli amministratori dei comuni colpiti e denunciano che «gli impegni si mantengono invece ci si ritrova con una regione che non fa nulla per supportare la raccolta differenziata non ha costruito ancora quella necessaria filiera dei rifiuti deve rivedere la legge sugli ambiti provinciali deve attuare siti di compostaggio realizzare il termovalorizzatore deve sostenere la spesa dei comuni invece taglia taglia ed ora blocca anche fondi per migliorare la differenziata» e tra i comuni che restano senza risorse per i propri piani c è purtroppo anche angri insieme ad altri comuni dell agro scafati pagani sarno castel san giorgio e del salernitano pellezzano san mango piemonte roccadaspide montecorvino pugliano postiglione serre baronissi palomonte salerno salvitelle teggiano valva eboli albanella campagna torre orsaia atena lucana buccino s cipriano san rufo giffoni valle piana ottati monte san giacomo moio della civitella casalvelino ti piacerebbe regalarla a parenti vicini e lontani colleghi estimatori professori amici e non amici il centro iniziative culturali cooperativa senza scopo di lucro editrice di angri 80 che ha pubblicato finora 40 volumi intende avviare una nuova collana dedicata ai neolaureati che intendano dare alle stampe la loro tesi di laurea per informazioni chiamare cell 3496190739 oppure inviare una e-mail a lmbntn@libero.it la nostra esperienza e la nostra professionalità al tuo servizio sei orgoglioso della tua tesi di laurea ncora al centro del dibattito la società comunale angri eco servizi disavanzo da un milione di euro mancata approvazione dei bilanci scadenza della convenzione con il comune e contratti di consulenza per trenta mila euro a professionisti esterni per la tenuta dei libri contabili e per l elaborazione delle paghe questi gli argomenti principali emersi durante una riunione di giunta monotematica l amministrazione intenderebbe fare chiarezza in merito alla gestione dell azienda speciale anche in vista della provincializzazione della gestione del ciclo dei rifiuti l incontro allargato ai componenti del consiglio di amministrazione al direttore generale e a tre dirigenti comunali avrebbe fatto emergere episodi preoccupanti ecco i presenti il sindaco pasquale mauri gli assessori gianfranco d antonio salvatore giordano giuseppe mascolo annamaria russo giacomo sorrentino caterina barba il segretario comunale lucia celotto il presidente del c.d.a di aes ciro risi i consiglieri del c.d.a luigi mascolo e hanika rossi il direttore generale domenico novi presenti in qualità di responsabili tecnici delle materie trattate vincenzo ferraioli capo settore ambiente e territorio giuseppe bonino capo settore programmazione e risorse e mauro santaniello capo settore comunicazione in qualità di verbalizzante l amministrazione comunale intenderebbe acquisire una serie di documenti per chiarire questioni spinose ancora aperte ad emergere la presenza di un disavanzo di un milione di euro confermato dal direttore generale dato che non emergerebbe formalmente da alcun bilancio sebbene nel verbale è riportato che già dal bilancio 2007 il dato risulta e che la situazione debitoria si è realizzata innanzitutto perchè il canone relativo all anno di costituzione dell azienda dicembre 2001 era risicato e che dal terzo anno in poi i lavoratori socialmente utili non hanno più potuto godere degli sgravi contibutivi poi ancora l effetto della mancanza di liquidità si è protratto per tutto il 2006 anno in cui si è aggiunto un altro problema il comune non è riuscito più a pagare i canoni periodici determinando un debito verso l azienda di oltre 900 mila euro poi un passaggio preoccupante in tale periodo temporale si sopperiva alla mancanza di liquidità omettendo il versamento dei contributi obbligatori nel 2008 poi si è cominciato a rimettere a posto la situazione infatti sono stati riversati all azienda i canoni precedenti e correnti ancora rispetto all anno 2007 il bilancio di previsione del 2007 ultimo previsionale approvato è stato approvato nel 2008 con l esclusione dell incremento del canone sancendo di fatti la chiusura in perdita dell azienda il bilancio consuntivo 2008 è ancora nelle mani del cda di aes sebbene sia quasi terminato il 2010 mancando all appello quindi le due ultime annualità il sindaco ha poi chiesto di ottenere la situazione analitica debitoria dell azienda e quella del tfr dei lavoratori manifestando anche la volontà di avvicendare i commercialisti attualmente incaricati dall azienda manifestando la volontà di affiadare l incarico al ragioniere lorenzo apuzzo infine il comune ha emanato un bando per un incarico di collaborazione di alta specializzazione per la durata di 18 mesi l incaricato dovrà coordinare le attività in materia di sviluppo economico e politiche attive per l occupazione in città usa la bici per i piccoli spostamenti fa bene al tuo cuore e all ambiente e poi arrivi prima angri 8 0 iltuogiornale via r de pascale 7/9 tel 081.5131288

[close]

p. 7

novembre 2010 attualità 7 organizzato dal centro per il dialogo ecumenico interreligioso-interculturale l o scorso 30 ottobre presso il salone della chiesa di san giovanni battista si è svolto un seminario dal titolo le religioni e la pace organizzato dal centro per il dialogo ecumenico interreligiosointerculturale tale centro è stato creato dalla diocesi di nocerasarno dalla provincia salernitano-lucana ofm dalle chiese ortodosse e dalle chiese evangeliche il centro ha voluto ricalcare le orme della giornata del dialogo interreligioso organizzata da giovanni paolo ii il 27 ottobre del 1986 quando il papa invitò ad assisi 62 capi religiosi rappresentanti delle più grandi religioni del mondo che pregarono assieme per la pace pertanto è dall importante esempio di assisi che il centro ecumenico ha preso lo spunto per organizzare tale incontro di riflessione di testimonianza e di preghiera la serata si è aperta con i saluti e i ringraziamenti del moderatore padre damiano lanzone frate minore francescano della chiesa di san francesco di via risi che ha ribadito l importanza di uno scambio di esperienze e di riflessioni tra i rappresentanti e i fedeli delle diverse confessioni religiose per dialogare e pregare tutti insieme per l avvento di un nuovo mondo di pace e di fratellanza ha altresì annunciato che il papa benedetto xvi ed il consiglio ecumenico delle chiese organizzeranno una convocazione internazionale ecumenica sulla pace che si terrà a kingston in giamaica dal 17 al 25 maggio 2011 padre damiano ha successivamente introdotto il primo ospite franco milito esponente induista milito ha detto che l induismo oltre che religione è anche una galassia culturale e sociale nei veda antichissima raccolta di testi sacri in sanscrito c è scritto che un induista deve rispettare ogni persona e che la tolleranza verso i fedeli di altre confessioni religiose è la base per costruire un mondo di pace ed è per questo che noi induisti abbiamo fatto una incontro tra credi religiosi per costruire un mondo di pace il centro è stato creato dalla diocesi di nocera-sarno dalla provincia salernitano-lucana ofm dalle chiese ortodosse e dalle chiese evangeliche lunga e sentita veglia di preghiera alle sorgenti del gange fiume del subcontinente indiano quando morì il papa giovanni paolo ii il santo padre è stato un esempio di virtù e di amore ed ha consacrato la propria vita al rispetto verso le altre religioni successivamente ha preso la parola oualid chtourou imam musulmano chtourou ha sostenuto che non bisogna separare la tematica della pace sociale da quella religiosa esse sono correlate la pace che è sinonimo di dialogo deve essere costruita sia politicamente che religiosamente ma noi tutti anche secondo i dogmi dettati dalla nostra dottrina abbiamo un atteggiamento probo onesto e responsabile oggi viviamo immersi in tanta banalità e superficialità come quelle prodotte dalla tv c è un colpevole silenzio in tutti noi diceva maometto chi sa la verità e non la diffonde è egli stesso un diavolo in seguito è intervenuto giovanni giacquinta esponente del centro culturale buddista soka gakkai buddista ovvero la strada per conoscere se stessi e il coraggio di cercare un contatto con le altre persone e l ambiente circostante l ascetismo è una fondamentale pratica che può aiutarci a conoscere meglio il nostro ego questo è ciò che noi buddisti chiamiamo rivoluzione umana È stato poi il turno di florin bontea pastore della chiesa ortodossa bontea di origine rumena ha detto che la pace è uno strumento per arrivare a dio senza pace sorretta dalla preghiera si barcolla tra le incertezze e le contraddizioni umane ognuno di noi è libero di professare il proprio credo come strumento per correlarsi al padre celeste sosteneva gesù siate operatori di pace così esorto tutti noi a creare sempre presupposti di pace confrontandoci e dialogando successivamente ha preso la parola antonio squitieri pastore della chiesa metodisto-valdese squitieri ha ribadito l importanza di seguire i percorsi dei grandi uomini come papa giovanni paolo ii che hanno scelto la via del dialogo e della pace aborrendo la via dei conflitti delle guerre e delle discordie noi pastori non dobbiamo stancarci nelle nostre omelie di parlare sempre di pace ai nostri fedeli purtroppo alcuni italiani hanno creduto ai dettami xenofobi di partiti estremisti come la lega nord invece dobbiamo essere consapevoli del nuovo cammino da intraprendere per diffondere nelle nostre comunità e nei nostri paesi il rispetto e la soli italiana di salerno ente religioso dal 1998 giacquinta ha sottolineato che dobbiamo innanzitutto riappropriarci di noi stessi e in seguito condividere la nostra conoscenza con le altre persone soprattutto con chi la pensa diversamente da noi È sicuramente questa la base della filosofia darietà anche verso chi non la pensa come noi subito dopo è intervenuta pia veneziano cattolica nonché focolarina di pagani la veneziano ha invitato tutti a sentirsi uniti e fratelli l uomo è creato a somiglianza di dio ed è una piccola cellula tra tante cellule di un organismo nostro compito è di pregare affinché ci siano tante altre serate di condivisione e di pace come questa organizzata dal centro ecumenico in seguito è intervenuto l ultimo ospite egidio annunziata pastore della chiesa pentecostale annunziata ha ricordato che ogni persona deve mettere a frutto l insegnamento di cristo creando i presupposti della pace del dialogo e della giustizia dobbiamo rispettare ogni uomo e il creato ed in particolare pregare affinché le discordie non minaccino la convivenza dei popoli oggi con tale seminario abbiamo posto le basi per un dialogo costruttivo e duraturo alla conclusione del seminario è stata fatta una lunga fiaccolata per la pace attorno al castello doria e successivamente i pastori delle varie confessioni religiose si sono ritrovati dinanzi alla chiesa di san giovanni battista e assieme secondo il proprio credo hanno pregato affinché in tutto il mondo possano regnare la pace e la giustizia sergio ruggiero perrino i giovani delle parrocchie angresi si preparano alla giornata mondiale della gioventù di madrid la giornata mondiale della gioventù avrà luogo a madrid il prossimo agosto 2011 ma le parrocchie angresi già si sono messe in cammino per prepararsi a tale evento della chiesa universale un cammino spirituale che servirà a chi sarà in spagna l anno prossimo per vivere tutte le iniziative previste ma che sarà di aiuto soprattutto a chi non potendo partecipare alla gmg potrà comunque essere parte di tale incontro religioso il cammino spirituale è cominciato lo scorso 15 novembre presso la chiesa del carmine dove i giovani angresi credenti si sono riuniti per ascoltare le parole di padre pasquale incoronato responsabile della pastorale giovanile dell arcidiocesi di napoli e parroco della parrocchia di s maria del pilar ad ercolano www.padrepasquale.com il sacerdote napoletano ha approfondito alcuni temi tratti dal messaggio che papa benedetto xvi ha diffuso in vista della gmg di madrid e aiuterà i giovani nella propria riflessione personale grazie anche alle sue formidabili doti comunicative frutto di anni di esperienza a stretto contatto con ragazzi e bambini dell hinterland napoletano il cammino continuerà fino all agosto del 2011 con vari incontri formazione preghiera e festa nelle varie parrocchie di angri e soprattutto nella casa del padre delle suore battistine dove i giovani angresi possono recarsi per pregare nella cappella del beato alfonso maria fusco il percorso è stato realizzato grazie alla partecipazione dei giovani di tutte le parrocchie di angri che in questo modo cercano di dare un messaggio di unità a tutta la comunità angrese in prima fila alla giornata mondiale della gioventù il prossimo agosto 2011 il giovane carmine giordano ha vinto un concorso internazionale per un posto in prima fila durante la veglia che il papa presiederà a madrid in occasione della prossima giornata mondiale della gioventù che si terrà il prossimo agosto 2011 a madrid bar luisa 2 un gran caffé per un piccolo bar dieci gustosissimi tipi di caffé qui trovi dolcezza e cortesia ricariche consegna a domicilio la domenica ap eritivi della casa via raiola tel 081 5138759

[close]

p. 8

8 attualità l assessore provinciale antonio squillante promuove il progetto di una nuova regione novembre 2010 manifestazione del 4 novembre nella casa del cittadino anto niosquillante assessore provinciale al bilancio e capogruppo consiliare al comune manifesta la sua adesione al progetto politico di costituire una nuova regione promosso dall onorevole edmondo cirielli presidente dell amministrazione provinciale secondo squillante dopo un anno di amministrazione provinciale è stato constatato che con i numeri che ha a disposizione la provincia di salerno non si riesce a incidere sul territorio opportunamente ovvero non si riescono a dare le giuste risposte che aspettano i cittadini da un analisi di quelli che sono i flussi economici del territorio salernitano verso l ente centrale ovvero la regione campania l assessore provinciale al bilancio ha evidenziato che tali trasferimenti di tipo tributario non tornano pienamente a favore dello stesso territorio provinciale questo è inaccettabile ha sostenuto squillante ­ perché tutto ciò che riguarda la contribuzione dei cittadini deve per la stragrande mag ricordo dei caduti di tutte le le risorse prelevate a salerno vanno restituite al nostro territorio guerre pensando all italia unita è giusto anche per i cittadini che risiedono in provincia di salerno e che fortunatamente vivono in un contesto sociale migliore ma che non possono e non devono essere messi ai margini di quelle che sono le priorità della regione campania fatto non irrilevante poi si fa notare è che su tale progetto si è trovato unito tutto il partito a livello provinciale fortunatamente per quanto riguarda il pdl in provincia di salerno ha fatto presente antonio squillante si può affermare che c è un consolidamento di leadership che fa riferimento al presidente della provincia di salerno edmondo cirielli intorno al quale gioranza ritornare al territorio altrisi stanno allineando tutte le anime menti questo dato si traduce in minori politiche anche perché è sempre più servizi in minore qualità dell attività evidente che tutti si stanno rendendo svolta sul territorio e in minore conto che non si tratta di una lotta manutenzione agli edifici scolastici per le poltrone ma semplicemente di piuttosto che alla viabilità seguire una guida che sia in grado di inoltre squillante precisa che oggi affrontare le priorità territoriali e di la campania soffre di tantissime problematiche anche per la cosiddetta darvi delle risposte questione napoli inoltre penso che in ordine al napoli senza dubbio è una progetto di costituzione di una nuova città bellissima e importante ­ ha regione ­ ha continuato squillante argomentato l assessore squillante pian piano tutti gli amministratori ­ che però ha un substrato sociale locali chiamati a dare le risposte ai piuttosto complesso e articolato cittadini a partire dalle disponibilità che spesso assorbe quelle risorse economiche e finanziarie sanno bene importanti che provengono dal resto che l unica strada da seguire è quella delle provincie tuttavia questo non di fare in modo che ciò che si preleva dal territorio ritorni al territorio stesso in estrema sintesi si tratta di investire al meglio quelle risorse che provengono dai cittadini e dai loro sacrifici all assessore provinciale al bilancio antonio squillante oltre alle deleghe alla maria paola programmazione finanziaria e negoziata ed al bilancio il presidente cirielli iovino ha attribuito anche quella alla gestione delle azioni e partecipazioni societarie per rappresentare la provincia in enti quali il cstp i patti territoriali ed i piani di zona È una notizia che apprendiamo con soddisfazione ed orgoglio ­ dichiarano il presidente del pdl giuseppe ferraioli il coordinatore cittadino domenico nasto ed il vicecoordinatore franco incoronato a cui aggiungiamo la certezza che l attribuzione di questa importante e delicata delega possa costituire la giusta prosecuzione del proficuo solco tracciato dal suo predecessore bellacosa di cui antonio raccoglie il testimone questa nomina mi carica di ulteriori responsabilità nei confronti del territorio nell ottica di un discorso di risanamento della provincia di salerno avviato lo scorso anno con l amministrazione cirielli dopo i tanti anni di cattiva gestione del centrosinistra ­ è il commento a caldo di squillante ma allo stesso tempo sono certo di poter contare sul sostegno e la fiducia di cirielli e della giunta e sulla collaborazione dei rappresentanti nelle partecipate indicati dalla provincia per far sì che ciascuno contribuisca a rilanciare quei servizi di cui necessita il territorio lo scorso 4 novembre l amministrazione comunale presente l assessore al bilancio giacomo sorrentino ha tenuto il corteo pubblico in memoria dei cittadini angresi caduti in tutte le guerre la manifestazione è iniziata in piazza san giovanni dove è stata celebrata la santa messa alla presenza delle associazioni degli ex combattenti dei rappresentanti delle forze armate e delle scuole dopo il corteo che ha percorso le strade cittadine fino a piazza trivio dove l assessore sorrentino ha depositato la prima corona di fiori ai piedi della lapide dedicata al tenente fontanella la manifestazione è ripartita da piazza trivio ed è continuata sino a via da procida nel luogo in cui è stata posata la seconda ghirlanda di fiori presso la targa commemorativa del tenente renato raiola morto partigiano nel norditalia da lì il corteo ha proseguito fino a piazza doria dove si è tenuta la commemorazione solenne e la posa della terza ghirlanda di fiori dinanzi al monumento dei caduti la cerimonia si è conclusa nella casa del cittadino dove i delegati e le autorità presenti hanno tenuto i loro discorsi e saluti dopo il ringraziamento solenne all amministrazione municipale costantino scudiero presidente dell associazione ex combattenti e reduci ha ricordato le varie tappe percorse dalle forze armate per raggiungere la proclamata unità del regno d italia scudiero ha anche sottolineato l importanza della partecipazione dei tre circoli didattici segno del sentire il proprio amore patrio anche nell istituzione scolastica È proprio l obiettivo finale di noi ve altra delega per squillante gestione delle azioni e partecipazioni societarie terani ­ ha dichiarato scudiero ­ di tramandare ai posteri attraverso l ultima generazione l affetto per il proprio paese scudiero ha concluso affermando che il corteo pubblico in memoria dei cittadini angresi caduti in guerra è una manifestazione alla quale non bisogna mai mancare per tenere alto il valore del bene per la propria nazione poi si sono succeduti l intervento di alfonso attanasio alunno del secondo circolo e le letture di poesie degli alunni del terzo circolo che hanno testimoniato entrambi il proprio amore patriottico alla fine del convegno è intervenuto l assessore sorrentino che ha letto un messaggio del sindaco pasquale mauri assente per motivi familiari il pensiero si riferiva alla valorizzazione della festa delle forze armate il comunicato presentava un percorso storico dell impegno delle forze armate che andava dall unità del regno d italia fino alle missioni di pace in afghanistan e in iraq gerardo del sorbo aiuta angri `80 perché angri `80 ti aiuta chi legge angri `80 in città si muove a piedi o in bici specialità bruschetteria risotteria brasseria con carni angus irlandese entrecote brasiliano carni italiane doc paninoteca tutti i venerdì paella valenciana con musica live alimentari d antuono michele vendita a dettaglio prodotti alimentari casalinghi e detersivi frutta e verdura scopri il gusto di fare la spesa locale disponibile per feste private campionato italiano ed europeo tv sky birre alla spina riegle tennens scura lesse rossa riegle chiara augustus scura via murelle 83 85 tel/fax 081.946426 vasto assortimento di birre in bottiglia vini locali e nazionali doc e altro ancora via dei goti parco amore tel/fax 081.946169 info@labruscata .www.labruscata.com

[close]

p. 9

novembre 2010 attualità linda galasso nostra concittadina ha voluto accanto a sé il sindaco pasquale mauri per i festeggiamenti del 10º anniversario dell associazione di volontariato 9 giunta a perdere oppure giunta delle perdite lettera aperta di luigi d antuono ex vicesindaco nella giunta la mura caro sindaco ti scrivo 2 10 anni dell avis ad anzio con un angrese presidente lo scorso 24 ottobre il sindaco pasquale mauri e il consigliere comunale giuseppe galasso sono stati ospiti della manifestazione organizzata dall associazione volontari italiani sangue a.v.i.s di anzio e nettuno in provincia di latina la manifestazione riguardava i 10 anni di vita di questa realtà associativa nelle due città laziali e a presiederla c è una nostra concittadina linda galasso che da più di 20 anni risiede ad anzio e che con grande spirito di solidarietà porta avanti quest impegno la signora linda ha voluto la presenza del sindaco pasquale mauri suo amico e del cugino consigliere comunale giuseppe galasso per evidenziare nella suddetta manifestazione le sue origini e la terra in cui si è formata e cresciuta É stata una bella cerimonia in cui sono stati premiati i donatori di sangue più assidui alla presenza delle varie autorità l augurio è che ad anzio e nettuno come ad angri dove opera un altrettanto attiva avis possa intensificarsi sempre più la platea dei donatori di sangue perché da questo piccolo gesto possono essere salvate tante vite umane l edificio di pozzo de goti dove potrebbero essere accorpati i servizi dell asl per evitare il trasferimento a scafati caro sindaco ti scrivo perché mi sembra che la tua giunta sia diventata una specie di giunta a perdere o per meglio dire la giunta delle perdite a volte volute a volte subite a volte ancora immanenti ma a forte rischio di concretizzazione la prima perdita che mi viene in mente è quella relativa all ufficio della gori ad angri che dopo anni di presenza nella nostra città mi sembra che fosse stato ottenuto in via pregiudiziale dal sindaco postiglione improvvisamente ha chiuso i battenti e se n è andato a scafati per cui per tutti gli adempimenti burocratici i nostri concittadini anziani e non fasce deboli e non motorizzati e non debbono ora recarsi spero non bestemmiando nella città attraversata dal fiume sarno come al solito quasi nessuno ha compreso la gravità della decisione e dello schiaffo appioppato agli angresi ed alla amministrazione comunale a quei pochi che hanno protestato hai promesso di farti sentire e di ottenere un dietrofront dalla gori ad oggi tutto come prima ma sono sicuro conoscendoti che grazie alla tua determinazione ed al tuo impegno riuscirai a far ritornare ad angri l ufficio della gori un altra perdita che abbiamo di recente subito è quella relativa al finanziamento per la predisposizione del piano comunale per la raccolta differenziata concesso dalla regione nel 2008 ed ora sostanzialmente revocato a quei comuni che non hanno nel frattempo assunto impegni giuridicamente vincolanti certo la decisione della regione motivata col solito ritornello del patto di stabilità è politicamente assurda ed incomprensibile vista la nuova drammatica crisi che sta attanagliando il sistema di smaltimento dei rifiuti in campania ma è anche vero che se ad angri qualcuno si fosse preoccupato di avviare la procedura anche al nostro comune come a salerno baronissi serre atena lucana e qualche altro non avrebbero sospeso il finanziamento caro sindaco una perdita che hai voluto direttamente tu è invece quella che riguarda la dott ssa paola pucci angrese e segretaria comunale negli ultimi 12 anni un periodo molto delicato e particolare della nostra storia che ha visto alternarsi ben 3 sindaci e altrettanti commissari prefettizi so già quello che vorresti rispondermi «la norma mi dava la possibilità di scegliere il segretario generale del comune ed io l ho utilizzata!» sono d accordo con te ma io al posto tuo avrei deciso diversamente sapendo che solo lei poteva garantirmi al di là dei pregi e dei difetti che ognuno ha professionalità e nello stesso tempo completa conoscenza delle problematiche pregresse spero nel tuo interesse e soprattutto nell interesse di angri che il tempo ti dia ragione però se permetti colgo l occasione per darti un modesto suggerimento quando tra 5 anni sarai di nuovo eletto sindaco qualora tu avessi di nuovo intenzione di cambiare il segretario generale non comunicarglielo l ultimo giorno utile perché visto il meccanismo vigente gli faresti un gravissimo danno in quanto troverebbe le sedi migliori disponibili già occupate nel frattempo caro sindaco voglio infine ricordarti l impegno che hai ufficialmente assunto di evitare che quella che per il momento è una quasi perdita diventi prima o poi una perdita effettiva mi riferisco al paventato trasferimento a scafati di quello che resta ad angri dei servizi del distretto sanitario della ex asl sa1 non sta a me spiegare ad un ex dirigente del servizio sanitario nonché politico di lungo corso l importanza che riveste per i nostri concittadini la presenza di tali uffici anche dal punto di vista psicologico poi sarebbe per loro un duro colpo in quanto significherebbe perdere l unica conquista ereditata dalla classe dirigente della prima repubblica e l ultimo o quasi ufficio intercomunale presente sul nostro territorio non lasciare quindi nulla di intentato ivi compresa la mobilitazione della cittadinanza pur di evitare questa ulteriore perdita per angri ciao alla prossima luigi d antuono p.s avevo appena finito di scriverti questa mia quando ho saputo che abbiamo avuto un altra perdita che però dovrebbe essere provvisoria grazie infatti al nostro distratto ed intempestivo assessorato ai servizi sociali una volta fiore all occhiello della nostra amministrazione il piano di zona ha sospeso l assistenza domiciliare gli anziani ed i disabili ringraziano sentitamente la giunta piazza crocifisso 9 tel 081 947650

[close]

p. 10

10 ambiente novembre 2010 il centrosinistra critico verso il taglio dei pini la sezione angrese del wwf critica l abbattimento dei pini nel rione alfano abbattere gli alberi è una scelta sbagliata l assenza di un piano di abbattimento mirato e di un adeguato piano di ripiantumazione non faranno che aggravare le condizioni di degrado del quartiere egregio direttore i referenti del gruppo attivo wwf angri ing fabio d antuono e sig ciro scarpato ritengono opportuno precisare la posizione dell associazione che rappresentano circa il grande rinnovamento che l amministrazione mauri ha inteso perseguire attraverso il sacrificio dei pini del rione alfano e di tutti quelli presenti sul territorio comunale È da circa quindi cianni che questa associazione supportata nelle sue battaglie dai cittadini del quartiere ha sollevato con le varie amministrazioni comunali che si sono succedute il problema dei pini della 167 promuovendo la discussione sulle possibili soluzioni allo stesso modo è stata sollecitata anche la nuova amministrazione difatti della questione si è cominciato a discutere nello scorso mese di luglio assieme al sindaco il vicesindaco gianfranco d antonio michele grimaldi agronomo e l arch ciro cinque dipendenti comunali la nascente collaborazione si è però inaspettatamente interrotta in maniera unilaterale il 21 settembre 2010 quando il sindaco ha provveduto a deliberare assieme alla sua giunta l abquesta associazione ribadisce come già fatto in passato che tutte le problematiche connesse alla coesistenza dei pini con i manufatti e le strutture stradali hanno soluzioni tecniche praticabili e sostenibili inoltre ritiene che l assenza di una seria progettualità di un piano di abbattimento mirato e di un adeguato piano di ripiantumazione ancora in data 4 novembre 2010 durante una discussione sulla questione il sindaco ha invitato questa associazione a scegliere le essenze da piantumare non faranno che aggravare le condizioni di degrado del quartiere solo sei mesi sono bastati per provocare i danni che sono sotto gli occhi di tutti danni sicuramente utili per gli interessi economici di qualcuno e per lenire le frustrazioni professionali di qualcun altro resta da chiarire ai cittadini ed ai nostri amministrazione la posizione di questa associazione per il futuro senza un netto ripensamento da parte dell amministrazione comunale dal 4 novembre in poi nessun intervento che interessi il quartiere alfano vedrà la collaborazione nostra o il nostro avallo ciò perché la stessa amministrazione ha inteso interrompere tutti i rapporti di collaborazione con la suddetta delibera del 21 settembre ed anche perché dinanzi ad un assenza totale di una seria progettualità tutto ciò che è stato e verrà realizzato non potrà che compromettere ulteriori scelte condivise e concordate con questa associazione per le restanti tematiche ambientali riguardanti la città se l amministrazione avrà la volontà di collaborare con questa associazione tale onere resterà in capo al solo referente ciro scarpato coadiuvato dal referente fabio d antuono che però fin dallo scorso 4 novembre ha già interrotto qualunque rapporto di stima personale e professionale con tutte le persone citate resta infine da dare risposta alle tante persone che ci chiedono cosa si possa ancora fare purtroppo allo stato attuale non si può fare più nulla il tutto è nelle mani del sindaco mauri resta inteso che tutti i cittadini sensibili alla problematica potranno contattare questa associazione per coordinarsi con le future azioni di lotta previste i referenti del wwf angri sez salerno ing fabio d antuono ciro scarpato n.b ogni albero produce dai venti ai trenta litri di ossigeno al giorno ogni uomo necessita in media di trecento litri di ossigeno al giorno per vivere gli alberi ci restituiscono l ossigeno che l inquinamento della civiltà moderna ci toglie e per questo non vanno abbattuti battimento di tutti i pini presenti sul territorio comunale quartiere 167 via cervinia e prolungamento corso italia delibera di giunta n°134 del 21/09/2010 il 4 novembre 2010 i lavori di abbattimento sono iniziati con grande pubblicità circa il taglio al degrado che quest azione determina aiuta angri `80 perché lavora per te gentili concittadini non possiamo far a meno di citare come titolo di questo articolo lo slogan che ha utilizzato durante la campagna elettorale l attuale amministrazione in particolare questo slogan si addice benissimo allo scempio ambientale che in questi giorni e in queste ore si sta verificando nel quartiere alfano tutti voi conoscete benissimo i pini che da ben trenta anni caratterizzano il quartiere diverse sono state le amministrazioni angresi che in questi anni avevano proposto il loro abbattimento trovando fortissima opposizione in tutto il paese e ritornando sui propri passi dopo aver costatato che c era l alternativa all abbattimento nella delibera che ha di fatto sancito la morte di uno dei polmoni angresi si legge che le motivazioni sono la rottura del manto stradale e della rete fognaria delle strade limitrofe ai pini prima di tutto dobbiamo oggettivamente constatare che per viale europa questo problema non esiste affatto essendo i pini interrati in un aiuola con una distanza notevole dalla rete fognaria inoltre per via l da vinci e per viale m buonarroti sarebbe bastato togliere il cemento intorno alle radici delle piante in modo da permettere all acqua di penetrare nel sottosuolo e far si che le radici delle piante non si radicassero verso l alto vorremmo ricordare che gli alberi contribuiscono in modo attivo a decontaminare l aria con produzione di ossigeno e sottrazione di anidride carbonica oggi gli scienziati sono concordi nel ritenere che il verde urbano sia uno strumento importante da inserire nelle strategie per il miglioramento e la protezione della qualità dell aria nella top ten degli alberi anti-smog ai primi posti la scienziata del cnr rita baraldi della sezione di bologna dell istituto di biometeorologia ibimet mette aceri frassini pini e betulle È stato accertato infatti che queste piante hanno un ampia superficie fogliare possono arginare l inquinamento fungendo da filtro per polveri e gas e rilasciano nell aria una quantita relativamente bassa di sostanze volatili moltissimi sono i comuni che in questo momento stanno piantando alberi per migliorare la qualità dell aria le patologie più banali sono le allergie da smog che colpiscono tanti bambini del territorio angrese invece da noi seguendo il famoso slogan si cambia davvero si abbattono gli alberi e si aumenta ancora di più l inquinamento atmosferico teniamo a sottolineare che la sostituzione degli alberi prevista dalla famosa delibera è come si suole dire uno specchietto per le allodole infatti gli alberi che verranno impiantati impiegheranno più di vent anni per raggiungere gli attuali livelli di produzione di ossigeno dei pini sempre che gli alberi impiantati siano di alto fusto invece come pensiamo verranno impiantati alberi di bassa statura che daranno un contributo di ossigeno e disinquinamento minimo ancora una volta questa amministrazione va ad accentuare i problemi già presenti sul territorio invece di risolverli idv partito democratico sinistra per angri si cambia davvero o si abbatte davvero dopo il successo dell apprezzatissimo calendario 2010 i commercianti di via f.s caiazzo e via cervinia su idea del dinamico raffaele biosa di nuovo insieme in vista delle festività natalizie per promuovere il commercio cittadino.

[close]

p. 11

novembre 2010 attualità organizzata dall associazione euterpe 11 per il romanzo come il pane nero pubblicato dal centro iniziative culturali l eonforte nel cuore della sicilia arroccato su una collina dai pendii brulli al centro di una piana brulicante di mandorli e peschi mandorle come quelle che mi vuol vendere una vecchia alla granfonte di unne si mi chiede e io di salerno per non imbarazzare le sue conoscenze con un nome angri il mio paese certamente sconosciuto alle rughe del suo volto bruciato dall afa estiva e rinsecchito dal vento di solitari inverni e alluri come per dirmi perché sei così reticente non le mangiate le mandorle a salerno non li fate i dolci con la pasta di questo frutto come quelli che qui troverai a centinaia nelle vetrine dei negozi non posso spiegarle che il suo sacco è un po ingombrante per il mio ridotto bagaglio a mano che l hostess dell alitalia mi peserà severa al check-in a catania la lascio lì a guardare tra le finestrelle della vintiquattru cannola la fonte del 1600 il sole che si perde nella vasta piana all orizzonte con le mani intrecciate dietro la schiena e il fazzoletto nero sul capo leonforte un nome che solleticò subito il mio desiderio di partecipare al premio che questo comune indice da ben 32 anni con una certa fiducia inspiegabile persino a me stessa mi piaceva quel nome leonforte leone come il mio segno zodiacale forte come la protagonista del mio romanzo ma mi piaceva anche la motivazione esplicitata nel bando lo si presentava infatti come un premio alternativo che si proponeva di valorizzare i contenuti e non i contenenti che avrebbe premiato il bel libro e non il famoso autore o la rinomata casa editrice scadenza prevista per marzo 2010 compongo il plico e lo spedisco e me ne scordo poi la telefonata del dottor pippo litteri capo del settore cultura del maria rossi prima al premio apprezzata serata con letterario città di leonforte la vioncellista e folksinger susanna canessa tutta la serata e che avranno un epilogo di chiaro spessore culturale sarà infatti il prof pasquale guaragnella preside della facoltà di lingue e letterature straniere dell università di bari premiato per la sezione saggistica a dare la risposta a quel panino e lo farà con l immagine di primo levi che in viaggio verso il campo dove si distribuisce il rancio a 5 km di distanza dal suo lager recita ad un compagno di prigionia francese che gli chiede di parlare in italiano perché ama quella lingua il canto di ulisse della divina commedia lo maggior corno de la fiamma antica cominciò a crollarsi mormorando pur come quella cui vento affatica ad un certo punto però la memoria malnutrita e malvestita gli gioca un brutto scherzo primo levi si blocca non ricorda i versi che seguono anni dopo in se questo è un uomo scriverà avrei dato volentieri il mio rancio in cambio della ritrovata memoria di quel canto questa la risposta del prof guaragnella alla pochezza del ministro e all impegno artistico del premio letterario che ci aveva entrambi onorati di un primo posto sulla scia toccante di quella testimonianza si è inserito il mio intervento col ricordo dei miei personaggi che tanto si riconducevano all esperienza di primo levi a savino a francesco cardinali ai ghiacci di plauen allo stalag 1-a di konigsberg fino a quella letteratura meridionalista nel cui contesto è stato inserito il mio romanzo ricca di quel sentimento e quella passionalità che ancora contraddistingue il popolo del sud maria rossi nella sala dell hotel la scalinatella l artista ha presentato il suo cd nefeli n comune di leonforte che mi comunica con quell inconfondibile accento siculo la vittoria e mi invita alla serata di premiazione per il 23 ottobre accoglienza a villa gussio-nicoletti una residenza storica del xviii secolo riconosciuta e tutelata come bene culturale qui un senso di calda ospitalità aleggia nell aria è il segno inconfondibile del gusto dell antico proprietario della tenuta il barone francesco gussio tipico esponente della piccola nobiltà rurale siciliana dell ottocento e ultimo rappresentante di quei gattopardi isolani consapevoli di essere gli epigoni di un epoca di splendori ormai destinati al tramonto ma tutt oggi vero nume tutelare del luogo al teatro comunale di leonforte la serata di premiazione si premiano le sezioni di poesia edita e inedita narrativa edita saggistica poesia inedita studenti la serata si apre con il riferimento al panino con divina commedia consigliato dal ministro tremonti sottolineato sia dal sindaco che dal presidente della giuria prof mineo dell università di catania su cui si aprono una serie di considerazioni che contraddistingueranno aiuta angri `80 perché angri `80 ti aiuta ella sala dell hotel la scalinatella nel borgo storico delle vie di mezzo lo scorso 23 ottobre l associazione culturale e musicale euterpe presidente raffaele smaldone direttore artistico maria pia cellerino ha regalato ai presenti una serata suggestiva ed indimenticabile tra musica e poesia tutto al femminile con la violoncellista e folksinger susanna canessa che ha presentato il suo cd nefeli ed ha letto passi scelti della poetessa rossella tempesta dal suo ultimo libro l impaziente folksinger chitarrista e violoncellista susanna canessa ha collaborato a numerosi spettacoli anche di sua ideazione rivolti sia alla musica popolare proveniente da tutto il mondo sia alla musica classica recentemente grazie alla ca bianca edizioni musicali l artista ha inciso il suo primo cd intitolato nefeli che rappresenta un viaggio attraverso la musica classica e la musica folk unendo il suo essere violoncellista alla passione di folksinger in brani tutte cover che raccontano semplici storie d amore come north fenesta vascia luna rossa accompagnata dal violino di francesco de laurentiis e le percussioni di gabriele saurio e dario mennella lu cardillo che si avvalgono degli arrangiamenti del fratello chitarrista brunello canessa e non potho riposare storie di violenza sulle donne come caleb mayer amori passionali come el preso numero nueve appartenente alla tradizione popolare messicana storie mitologiche come il tango di nefeli frutto del connubio fra la lirica della cantante greca haris alexiou e il motivo composto da loreena mckennitt llego con tres heridas canzone contro la guerra un mondo d amore di gianni morandi l inno alla libertà donna donna ed alla vita con gracias a la vida di joan baez lo struggente testamento spirituale della cantante e poetessa cilena violeta parra che ha chiuso uno spettacolo talmente gradito da richiedere più di un bis francesco rossi

[close]

p. 12

12 attualità novembre 2010 d opo settimane di incontri grazie alla forte sinergia collaborativa che si è instaurata tra i responsabili delle associazioni e l amministrazione comunale è stato stilato un ricco calendario di eventi che animeranno le festività natalizie nel nostro paese non a caso poniamo l attenzione su nostro perché quest anno in un momento di forte crisi che certo interessa l economia ma forse ancora di più gli animi di chi ha investito nel nostro paese,vogliamo riappropriarci di quello che è nostro e che da troppo tempo anno dopo anno diventa sempre più un ricordo per i grandi passi confidiamo nell amministrazione comunale che nella persona del sindaco dottor pasquale mauri con gioia abbiamo scoperto aperta al dialogo natale con il centro per i piccoli passi invece vogliamo dare un contributo e così con l entusiasmo che si accende quando nasce un armonia di intenti quest anno il natale al centro della nostra una volta ridente cittadina sarà davvero nostro su questo presupposto si base l idea su cui la giovane associazione il centro che rappresenta i commercianti via zurlo via giudici via de pascale ha lavorato la speranza è quella di scaldare anche se solo per qualche giorno il cuore di chi ancora vuole respirare la tradizione ma la tradizione non deve essere intesa come staticità bisogna farla rivivere arricchendola di una nuova energia partendo da questo abbiamo cercato di dare forma al connubio su cui più di una volta durante queste lunghe riunioni il nostro assessore alla cultura e allo spettacolo dottor giuseppe ma tutto il programma si svilupperà in quattro serate 8 11 12 -19 dicembre in tutte le serate sono stati previsti più punti di artigianato creativo vario per chi ama le idee regalo fatte a mano diversi punti di ristoro con originali delizie natalizie e tanta musica dal vivo in particolare la serata dell 8 sarà dedicata all immacolata e vedrà pittori e musicisti ricercare l immagine di maria nell arte e nella tradizione quella dell 11 accoglierà giovani musicisti della scuola media opromolla vincitori del concorso internazionale gef presso l ariston di sanremo mentre il 12 nel rispetto della tradizione popolare ci sarà un concerto del gruppo corecorde i bambini avranno l occasione di partecipare a laboratori natalizi nella casa di babbo natale e attraverso la fiaba rivivranno la magia del natale vi invitiamo a ritirare le cartelle per la tombolata che vede in palio ricchi premi offerti dai negozi di via zurlo via giudice e via de pascale che aderiscono all iniziativa scolo ci ha invitati a riflettere tradizione ed innovazione la nostra idea è stata accolta con entusiasmo dal m° barbara guida un artista di angri che tra tutti spicca in genialità e creatività grazie alla sua preziosissima capacità organizzativa è riuscita a coinvolgere decine di artisti musicisti e artigiani angresi tanti che neanche noi pensavamo di avere offuscati da anni di esterofilia grazie al suo lavoro e alla nostra collaborazione quando si accenderanno le classiche luminarie di natale sarà come accendere i riflettori su quanto di più importante un paese possa avere determinazione capacità volontà di crescere senza presunzione ma solo con la voglia di dimostrare quello che angri può ancora esprimere l associazione il centro stoccafisso e baccalà da raffaele via zurlo tel 081.949937 viag zurlo profume via zurlo 54/56 tel 081.947186 carne di 1ª qualità vitello suino capretto pollame casa del pollo via zurlo tel 081.946819 rie panificio d i giovanni ruggiero via zurlo v i a brig d anna 14 t e l 0 8 1 9 4 7 8 66

[close]

p. 13

novembre 2010 attualità 13 non pochi giovani lasciano angri per cercare lavoro in italia del nord e anche all estero daniela pappalardo alunna della galvani si aggiudica il 2º posto per la poesia daniela pappalardo allieva della classe 2ª b dell i c luigi galvani ins eleonora giammarino con la poesia intitolata la fantasia si è aggiudicata il 2° premio del 26° trofeo nazionale di poesia e narrativa del ragazzo sezione ignazio silone tenutosi lo scorso 6 novembre presso il teatro s francesco di scafati a cura del cidac 26ª trofeo nazionale di poesia e narrativa del ragazzo sez ignazio silone del cidac di scafati i nuovi emigranti la fantasia se il mondo ti delude credi nelle favole vaga in castelli incantati cavalca cavalli bianchi corri nei boschi di fate metti le ali alla fantasia e viaggia viaggia nei mondi sconosciuti entra nei sogni più nascosti sorridi alla fantasia perché solo lei può darti la magia luminarie natalizie ed erogazione dell energia elettrica luminarie natalizie ed erogazione dell energia elettrica a carico del comune e più di un mese di spettacoli in occasione delle festività natalizie per dare ossigeno al commercio cittadino sono questi i termini della sinergia avviata tra l amministrazione comunale ed i commercianti e le associazioni locali sancita nel corso di una riunione pubblica nella casa del cittadino alla presenza di rappresentanti di commercianti ed associazioni a differenza del recente passato l amministrazione si accollerà per intero le spese per le luminarie e l energia elettrica necessaria per illuminarle oltre ad erogare un contributo alle associazioni che presenteranno un proprio progetto ha raccolto proseliti l invito dell amministrazione comunale ad offrire a tutti i soggetti che operano sul territorio la possibilità di intervenire attivamente nell organizzazione dei festeggiamenti natalizi attraverso idee suggerimenti e proposte che possano rendere suggestivo e spe il comune si accollerà nuovamente la spesa ciale il primo natale insieme hanno risposto all appello le delegazioni dell ascom presieduta da alberto calò e della confesercenti presieduta da aldo severino che in particolare si farà carico di coordinare i progetti presentati dei borghi del palio storico città di angri delle associazioni di commercianti il centro esercenti di via giudici via zurlo e via de pascale corso italia e prolungamento corso italia presenti invece in rappresentanza del comune il sindaco pasquale mauri gli assessori giuseppe mascolo e giacomo sorrentino il presidente del consiglio arturo sorrentino ed il consigliere comunale domenico d auria l accordo di massima prevede la realizzazione da parte delle associazioni di attività di animazione a partire già dalla metà di novembre per le quali il comune erogherà un contributo la novità assoluta riguarda invece l esonero da parte delle attività commerciali delle spese per le luminarie in quanto già in passato era a carico dell amministrazione comunale l erogazione dell energia elettrica già nei prossimi giorni pertanto le associazioni potranno presentare proprie proposte che saranno valutate secondo la loro fattibilità e la possibilità di attrarre gente per le strade di angri in un momento di crisi economica che ha colpito in modo significativo la vendita al dettaglio anche degli operatori commerciali locali non partono più con le valigie di cartone e lo spago che le tiene strette alla men peggio ma partono lo stesso in maniera più informale certo ma in numero maggiore rispetto al passato ma chi sono questi nuovi emigranti ad angri i dati acri-ipsos sulla condizione economica delle famiglie italiane confermano tutte le analisi di macro e micro economia che questo mensile sta svolgendo da alcuni mesi in sostanza siamo in linea con i dati italiani oppure se vogliamo con una punta di ironia il paese conferma i dati angresi sulle difficoltà delle famiglie e dell universo giovani si tratta di elementi che nascondono altre chiavi di lettura ed interpretazioni una di queste è rappresentata dalla fuga di cervelli dal nostro paese le famiglie in crisi non possono permettersi di mantenere i figli per tanti anni tra studi ed eventuali percorsi di ricerca scientifica o attese di inserimento nel mondo del lavoro i giovani d altro canto non hanno alcuna intenzione di consumare tappe e stagioni della loro esistenza in inutili snervanti attese e speranze o nell inerzia più assoluta così vanno via con difficoltà e disagi ancor più gravi per se stessi e le famiglie la fuga di questi giovani costituisce il più devastante depauperamento delle risorse e delle possibilità economiche del nostro territorio infatti se andiamo ad analizzare le percentuali di nuovi insediamenti piccoli o medio industriali il rapporto tra micro commercio e micro artigianato soprattutto di precisione o di più sofisticate espressioni ci rendiamo conto che una profonda stagnazione avvolge il sistema perdiamo una media superiore ai cento giovani post diplomati e laureati che si trasferiscono altrove molto probabilmente con l intenzione di non tornare più e questa emigrazione più complessa ed elaborata ma non meno dolorosa di quelle di anni precedenti provoca due gravi problemi la lacerazione profonda del nucleo familiare e costi sempre più insostenibili per la comunità locale alla separazione degli affetti ormai le persone si sono abituate É un dato consolidato difficile al contrario per la comunità sopportare oneri economici così gravosi infatti non solo vengono meno gli investimenti sociali e le iniziative professionali ed imprenditoriali ma le famiglie non possono avvalersi dell apporto solidale di questi giovani e si vedono costrette ad un dispiego di risorse economiche utilizzabili o tesaurizzabili in maniera diversa si stima ma d altro canto i dati nazionali istat lo confermano che questo fenomeno incida fra il 2 ed il 3 del prodotto lordo angrese e contribuisca ad un rilevante incremento della spesa per i servizi sociali il problema naturalmente è globale ma anche in questo aspetto le nostre terre sono fortemente penalizzate rispetto alle regioni del nord michele fasolino centro di puericultura sanitaria brasile carrozzine passeggini culle dietetici giocattoli corredini ortopedici profumi elettromedicali via madonna delle grazie 57/59 angolo via papa g xxiii 32 t e l 0 8 1 0283840

[close]

p. 14

14 dal 29 agosto al 5 settembre hanno studiato con maestri come etienne nella foto ballerino del programma televisivo i wanna dance su boing canale del digitale terrestre attualità novembre 2010 le allieve dell associazione «si deve cambiare mentalità e valorizzare le risorse locali» È impensabile che l assessorato alla cultura possa continuare a fare tutto da solo con evidenti lacune organizzative e scelte artistiche molto discutibili sul numero di angri 80 di ottobre è apparsa la notizia della volontà da parte del sindaco di dire no alla realizzazione del museo del pomodoro all interno di castello doria una posizione mi sembra condivisa anche da una parte della minoranza che siede in consiglio comunale personalmente condivido appieno una simile decisione è impensabile che il castello possa essere utilizzato per simili cose mentre sarebbe più opportuno creare un museo del pomodoro e dell industria all interno della stazione sperimentale di via nazionale l antico maniero deve rappresentare la rinascita culturale sociale ed economica della nostra città e insieme con i giardini di villa doria la casa del cittadino i locali della casa degli ex combattenti la piazza e il centro storico deve diventare un polo di eccellenza a livello regionale e nazionale nel settore della cultura occorre confrontarsi con tutte le parti sociali di questo paese per decidere una volta per tutte che questa città può e deve avere una vocazione turistica naturalmente non possiamo pensare ad un turismo archeologico né di carattere religioso ma possiamo puntare su un turismo culturale di primissimo livello siamo alle spalle della costiera amalfitana vicinissimi a pompei e tra napoli e salerno dove sta avvenendo una grande rivoluzione urbanistica che porterà milioni di turisti solo a natale per le luci d artista sono previsti due milioni di persone e una volta terminata piazza della libertà e la stazione marittima si avrà un flusso continuo di turisti in tutto l arco dell anno e anche noi dobbiamo essere pronti a trarre il giusto vantaggio da taleflusso turistico immaginiamo il castello doria come contenitore di grandi eventi culturali come mostre pièce teatrali concerti di importanti ensemble musicali rievocazioni storiche momenti legati al cinema internazionale immaginiamo anche che la casa del cittadino venga liberata da quei mostruosi banchi del consiglio comunale e da quelle orribili colonne e che venga realizzata al suo interno una vera e propria sala teatrale con tanto di poltrone palcoscenico luci e foyer una piccola bomboniera teatrale pensiamo ai locali degli ex combattenti perché non mettere insieme l ufficio informagiovani e un vero punto di informazione turistico che possa confezionare per i turisti interessanti proposte per visitare la nostra città trasformiamo villa doria in un luogo dove poter assistere a grandi concerti lirici sinfonici naturalmente adottando una serie di piccole trasformazioni strutturali e soprattutto chiudendo le strade adiacenti al traffico insomma occorre cambiare mentalità e non credere che lo sviluppo della città passi solo per la realizzazione di opere pubbliche per le quali occorre comunque puntare sui concorsi di idee per avere il meglio da un un pubblico alquanto scarso oggi i mezzi di comunicazione sono cambiati ed è giusto utilizzarli per ottenere risultati adeguati anche la scelta di affidare ad alcuni artisti di paesi limitrofi più di una serata non ha certo colto l entusiasmo del pubblico oltre al disappunto di tanti artisti e associazioni angresi che non sono inferiori a certi nomi presenti nella rassegna estiva sia chiaro che la mia non vuole essere una polemica verso l assessorato retto dal mio vecchio amico mascolo ma sinceramente mi è dispiaciuto assistere all inaugurazione del castello con pochissime persone così come non concepisco l idea che nessun artista angrese sia stato impegnato chiamando invece artisti che non richiamano certo folle oceaniche e forse nemmeno più bravi di tanti professionisti della nostra città ripeto nessuna polemica interessata da parte mia anche perché ho dimostrato già che quando ho voluto fare qualcosa per la mia città ho saputo mettere insieme enti sovracomunali e risorse di privati che hanno creduto nella bontà dei miei progetti e nella loro realizzazione il successo costante di avanteatro è sotto gli occhi di tutti credo che se vogliamo davvero che angri diventi un punto di eccellenza nel settore della cultura dobbiamo davvero cambiare la mentalità e non rimanere ancorati ad uno stupido provincialismo effimero e senza identità dobbiamo recuperare l orgoglio di essere angresi non possiamo credere che altrove siano sempre più bravi di noi anche perché di fatto non è vero voglio semplicemente dire che se a giffoni hanno realizzato un festival del cinema di rilievo mondiale perché noi non potremmo fare altrettanto se non di meglio a tal proposito mi vengono in mente gli ultimi versi di una poesia di raffaele viviani che ha per titolo campanilismo campanilismo bello addo si ghiuto facimmelo nuje pure comme a ll ate si no p a gente `e napule è fernuta e nun sarrammo mai considerate talento ne tenimmo avimmo ingegno nu poco sulo ca ce sustenimmo conquistarrammo chillu posto degno ca pe mullezza nosta nun tenimmo quanno na cosa è bona e è nata ccà nu melione `e gente l hadda di e vedarrai po napule addo va cu tutto ca è `o paese d `o durmì gianluigi esposito g esposito associazione luna nova interviene sulla politica culturale cittadina progetto danza a «taranto danza» l associazione culturale progetto danza di rosa de angelis collabora con a.n.p.d.e t associazione nazionale per la danza ed il teatro con protocollo d intesa con l accademia di danza di roma negli anni scorsi sono stati presenti nella scuola per gli esami degli allievi raffaele paganini margherita parrilla direttrice dell a.n.d di roma stage con personaggi illustri del mondo della danza nell estate 2010 dal 29 agosto al 5 settembre alcune allieve della scuola hanno partecipato ad una manifestazione internazionale taranto danza dove gli allievi hanno studiato 6 ore al giorno con insegnanti di fama internazionale mauro mosconi alessandra celentano little phil etienne raffaele paganini rafael mendez cristian ciccone margherita parrilla gabriele manzo dora de panfilis fabrizio monteverde josè de la cruz cort o globo film festival 2010 parte la sesta edizione di cort o globo film festival che quest anno si terrà nella prestigiosa e suggestiva location del castello doria dal 19 al 21 novembre nato nel 2004 cort o globo film festival negli anni è diventata una realtà imperdibile per chi ama il cinema e la cultura in generale oggi cort o globo film festival con oltre 2.000 cortometraggi in archivio è tra le prime manifestazioni di settore in campania nell ambito del circuito indipendente la sesta edizione ha accolto quasi 300 opere suddivise in cinque categorie sguardi d autore nuovi percorsi animazione documentaristica spazio scuola inoltre sono previsti tanti nuovi spazi tematici con la presentazione di due libri e mostre di pittura e di foto all interno del festival stesso punto di vista architettonico si può credere e volere che il settore della cultura diventi il volano della crescita anche economica di angri come è accaduto per realtà come giffoni valle piana naturalmente c è bisogno di mettere sullo stesso tavolo tutte le parti sane di questa città uomini di cultura musicisti attori associazioni culturali e quelle dell artigianato e commercio gli imprenditori e la classe politica locale dobbiamo superare pur nel rispetto dei ruoli differenze politiche e attriti personali l amministrazione comunale deve creare coordinare e fare la sintesi dei vari progetti che vengono fuori da una tale concertazione È impensabile che l assessorato alla cultura possa continuare a fare tutto da solo con evidenti lacune organizzative oltre che a scelte artistiche molto discutibili abbiamo registrato in questi ultimi mesi un assenza di strategia che ha determinato dei momenti davvero imbarazzanti come la scelta di far pagare un prezzo minimo per gli spettacoli e l annullamento di simile scelta dopo pochi giorni così come non ha prodotto rilevanti consensi la scelta di iniziare un ciclo di recite tra l entrata della villa e il pontile del castello dedicate alla tragedia greca con la partecipazione di alcune associazioni culturali di altre zone e qualche professionista di rilievo la mancanza di un vero staff organizzativo ha causato problemi nella comunicazione uscita di manifesti il giorno stesso degli spettacoli se non addirittura il giorno dopo non basta il vecchio metodo del cavalletto con sopra il programma degli eventi esposto a piazza doria per attirare persone o dare notizie strampalate alla stampa come quella che ad angri siano venute 25.000 persone ad assistere al doria festival tutti abbiamo visto che al di là della serata con peppe barra e degli eventi del 4 o 5 di settembre che hanno radunato un certo numero di spettatori gli altri spettacoli hanno avuto via raiola 20 081.5132546 panificio scarpato nicola freselle taralli biscotti via incoronati n 16 tel 081.94.85.21

[close]

p. 15

novembre 2010 attualità 15 genetica della scoliosi l università incontra le famiglie giovedì 25 novembre 2010 ore 18.00 casa del cittadino piazza doria aderiscono s.m.s opromolla s.m.s galvani e s.m.s don enrico smaldone programma ore 18:00 saluto delle autorità pasquale mauri sindaco caterina barba assessore alla pubblica istruzione prof f rossi rettore della ii università degli studi di napoli prof g paolisso preside della facoltà di medicina e chirurgia della ii università degli studi di napoli ore 18:10 presentazione dell evento ore 18.15 la scoliosi epidemiologia e clinica prof d ronca cattedra di malattie dell apparato locomotore facoltà di medicina e chirurgia di napoli ii università degli studi di napoli ore 18.30 la scoliosi ruolo della fkt dott.ssa m.chierchia dott g di martino dip.to di ortopedia e traumatologia facoltà di medicina e chirurgia ii università degli studi di napoli ore 18.45 la genetica e le popolazioni prof b varriale cattedra di biologia e genetica generale facoltà di medicina e chirurgia di napoli ii università degli studi di napoli ore 19.00 scoliosi e trasmissione genetica dott.ssa t esposito dip.to di medicina sperimentale facoltà di medicina e chirurgia di napoli ii università degli studi di napoli ore 19.15 discussione e quesiti del pubblico la scoliosi è una deformità conosciuta fin dagli albori della civiltà le prime testimonianze di curve scoliotiche sono state ritrovate in resti scheletrici dell uomo preistorico nel v secolo a c ippocrate di cos 460-377 a c descrive la presenza di curve vertebrali anomale in pazienti sani definisce come scoliosi qualsiasi curvatura della colonna vertebrale e propone un apparecchio per correggere forzatamente le deformità scoliotiche più tardi galeno di pergamo 129-200 riporta l osservazione di colonne vertebrali affette da scoliosi e paolo di egina mille anni dopo ippocrate tenta di ridurre le deformità vertebrali fasciando il corpo con stecche da allora la scoliosi è stata osservata e studiata da numerosissimi autori ed ancor oggi la forma idiopatica rappresenta una deformità dalla evoluzione imprevedibile della quale non abbiamo conoscenze che consentano un approccio di prevenzione lo studio della genetica ad essa correlata può offrire reali possibilità di prevenzione e cura numerose le novità e i servizi offerti ai cittadini c è anche un motore di ricerca ed un miniportale delle autocertificazioni con il patrocinio del comune di angri e della ii università degli studi di napoli È on line il nuovo sito web del comune il sindaco mauri la pubblicazione delle delibere di giunta e di consiglio e la creazione di un nuovo portale istituzionale dimostrano se ancora ce ne fosse bisogno il nostro impegno nel campo della trasparenza amministrativa È stato pubblicato nei giorni scorsi il nuovo sito web istituzionale del comune di angri rinnovato nella grafica più accessibile e usabile della versione precedente ricco di contenuti e conforme ai più recenti standard tecnologici il nuovo sito si propone come un canale di comunicazione bidirezionale tra l amministrazione e i cittadini angresi il sito è diviso in tre sezioni la blu di carattere informativo e istituzionale la rossa orientata ai servizi interattivi e alla partecipazione e la verde per la promozione del territorio la sezione blu contiene notizie avvisi atti regolamenti informazioni sugli organi istituzionali dell ente sindaco giunta consiglio comunale commissioni consiliari ecc sull organizzazione dell amministrazione e i numeri di telefono dei principali uffici del comune la sezione rossa è composta da un albo pretorio online munito di un efficiente motore di ricerca dal database della modulistica da un portale per i servizi interattivi che consentiranno di espletare pratiche e avviare procedimenti senza fare la fila agli sportelli e dai moduli per la partecipazione per comunicare con il sindaco per suggerire idee e per segnalare eventi e notizie la sezione verde contiene tutte le informazioni per promuovere il territorio angrese anche oltre i confini cittadini qui sono pubblicate le informazioni sulla storia la geografia le tradizioni gli eventi culturali e i santaniello responsabile dell unità operativa complessa comunicazione formazione e innovazione hanno collaborato i volontari del servizio civile nazionale in merito alla pubblicazione del nuovo sito internet il sindaco di angri pasquale mauri ha dichiarato la nostra amministrazione sta investendo molto in processi di innovazione tecnologica che da un lato facilitano la vita di cittadini e imprese dall altro hanno un forte impatto organizzativo anche all interno dell ente la nuova unità operativa complessa a cui sono stati affidati questi processi è riuscita a realizzare uno dei migliori siti comunali della provincia di salerno ottenendo allo stesso tempo un notevole risparmio economico sui servizi di hosting rispetto al sito precedente la pubblicazione di tutte le delibere di giunta e di consiglio e la creazione di questo nuovo portale istituzionale dimostrano se ancora ce ne fosse bisogno il nostro impegno nel campo della trasparenza amministrativa un impegno che continuerà lungo tutto il mio mandato percorsi turistici della città di angri oltre alle tre sezioni principali il sito presenta anche una comoda mappa dei contenuti gli indirizzi di posta elettronica certificata per comunicare con gli uffici attraverso missive che hanno il valore legale di una raccomandata il calendario della raccolta differenziata il dizionario della pubblica amministrazione e un mini portale gestito dalla commissione pari opportunità fiore all occhiello del nuovo sito web del comune è il mini-portale delle autocertificazioni attraverso un interfaccia semplice e veloce è possibile generare documenti in pdf per tutte le autocertificazioni previste dalla legge il nuovo sito web del comune di angri è conforme alla legge 4 del 2004 in quanto prevede oltre alla versione grafica una versione senza stili di formattazione e una versione per ipovedenti il sito è stato progettato a costo zero dal dott mauro day horse ovvero giorno del cavallo l associazione i cavalieri di s giuda taddeo con sede in via tora presieduta da alfonso d ambrosio per il prossimo 5 dicembre ha organizzato la manifestazione denominata day horse ovvero giorno del cavallo il programma prevede in particolare con inizio alle ore 10.00 una passeggiata ecologica con i cavalli preceduti dal gruppo folkloristico i pulcinella per le strade cittadine e del centro storico alle ore 11.45 circa il battesimo della sella per piccoli e principianti supportati da personale esper manifestazione organizzata dai cavalieri di s giuda taddeo to alle 12.15 gare con annessi premi alle ore 16.00 premia zione dei cavalieri e consegna medaglie ricordo tel 081/948810 leggi angri `80 abbonati angri 8 0 i l angri nuovo via giudici coiffeur pour homme tuogiornale autorizzato auto moto scooter microcar quadricicli tricicli motocicli ciclomotori quad veicoli industriali fino a 3,5 t bollino blu centro revisione presso alfonso www.fotonovi.it via giudici 41 tel 081.5132843 officina limodio via astronauti n 7/9 prolungamento corso italia tel 081.940959 www.officinalimodio.191.it tel 081.5133030 coffeur-alfonso@libero.it

[close]

Comments

no comments yet