Il Giallista Magazine n.23 - Maggio 2014

 

Embed or link this publication

Description

Rivista digitale gratuita, dedicata al mondo del giallo... e non solo!

Popular Pages


p. 1

Numero 23 – Maggio 2014 UN PASSO DI TROPPO di Lee Child Longanesi Recensione a Pag.: 11 IL GIOCO DEL SILENZIO Di Anita Rau Badami Piemme Recensione a pag.: 13 "L'evidenza non si può negare! Lee Child è come un abile prestigiatore: nei suoi libri cattura subito l'attenzione del lettore, e ne fa ciò che vuole." Marco Tiano Ippolita Avalli autore de IL NASCONDIGLIO DELLA FARFALLA Intervista a Pag.: 15 La Casa Tom Rob Smith Morte in palcoscenico Thomas Kyd I misteri di Wayward Pines Blake Crouch Chi bacia e chi viene baciato Rosa Mogliasso Questa volta tocca a te M. J. Arlidge Nel cerchio Bernard Minier Enigma a Cope Cod Phoebe Atwood Taylor REQUIEM per una tonaca Kateuan Zifor Riflessioni Elio Zago Complicazioni Isaac Adamson La morte viaggia in bus Leslie Cargill L'alibi della vittima Giovanna Repetto

[close]

p. 2

L’editoriale Bentornati, amici Lettori! Come saprete benissimo, maggio è il mese dei libri, e le uscite in libreria sono davvero tante, quindi abbiamo deciso di selezionare alcune tra le più interessanti. Insieme a news e recensioni, questo mese vi proponiamo anche la nostra intervista ad Ippolita Avalli, a pag. 15, scrittrice de "Il nascondiglio dela farfalla", che abbiamo recensito nel numero di aprile de "Il Giallista Magazine". Questo magazine, formato dalle recensioni, interviste e news tratte dal nostro blog, che potete visitare anche questo indirizzo: http://ilgiallista.blogspot.com/, uscirà ogni mese ed è scaricabile gratuitamente. Buona lettura! Vi suggeriamo di scaricare “Il Giallista Magazine” anche sui vostri smartphone e tablet, per avere i consigli de “Il Giallista” sempre a portata di Click, anche offline! Buone letture e, come sempre, occhio agli indizi! Marco Tiano 2 Marco Tiano Prossime uscite Recensioni Intervista Info pag.4 pag.11 pag.15 pag. 16 Per contattarci Potere scriverci un’e-mail a: igiallisti@virgilio.it Visitare il nostro blog: http://ilgiallista.blogspot.com/ Seguirci sul nostro canale YouTube: http://www.youtube.com/user/ilgiallista Oppure venirci a trovare sulla pagina facebook: Il giallista – recensioni romanzi gialli Per scaricare la nostra applicazione gratuita Il Giallista per Android: http://www.freeblogapps.com/d/8986c6/il-giallista Numero 23 – Maggio 2014

[close]

p. 3

News 3 LA CASA di Tom Rob Smith - Sperling & Kupfer editore Cari amici, iniziamo il numero di maggio informandovi che dal 13 maggio è disponibile nelle librerie italiane LA CASA, un thriller ricco di suspense di Tom Rob Smith, edito da Sperling & Kupfer. Una lettura da non perdere! LA CASA Tom Rob Smith narrativa Pagg. 348 € 18,90 Sperling & Kupfer Uscita: 13 maggio 2014 DALL’AUTORE DI BAMBINO 44, UN THRILLER CHE SCAVA NEI SEGRETI DI FAMIGLIA COME UOMINI CHE ODIANO LE DONNE. UNA SUSPENSE FORMIDABILE. UN BESTSELLER IN UK I DIRITTI CINEMATOGRAFICI SONO GIÀ STATI ACQUISTATI DA BBC IL LIBRO: «Tua madre Tilde non sta bene, deve essere ricoverata in un ospedale psichiatrico, ma è scomparsa». Quando Daniel riceve la telefonata del padre Chris, il mondo gli crolla addosso: fino a quel momento pensava che i genitori, una volta abbandonata Londra, si stessero godendo la pensione nella loro casa sulla costa svedese. Ma il peggio deve ancora venire: perché poco dopo la telefonata di Chris, Tilde arriva a Londra, a casa di Daniel: «Tutto quello che ti ha detto papà è una bugia. Non sono pazza. Dobbiamo parlare». E gli racconta una storia terribile, fatta di misteriose presenze, menzogne e un orrendo delitto che potrebbe coinvolgere un vicino di casa e, forse, anche Chris. Daniel non sa più a chi credere. Per scoprire la verità, dovrà scavare nella storia della sua famiglia e in se stesso. L'AUTORE: TOM ROB SMITH è nato a Londra nel 1979, da padre inglese e madre svedese. Dopo la laurea ha cominciato a lavorare come sceneggiatore per la TV e ha scritto racconti pubblicati in diverse antologie. Il suo primo romanzo, Bambino 44, è stato candidato al Booker Prize e ha ispirato il film prodotto da Ridley Scott con Tom Hardy, Gary Oldman e Noomi Rapace che uscirà nel 2014.

[close]

p. 4

Nuove uscite 4 Le nuove uscite della Polillo editore Dal 30 aprile 2014 la mitica Polillo editore ci ha portato in libreria due titoli di autori americani, che gli amanti del buon giallo non possono evitare di leggere, per nessun motivo. Thomas Kyd MORTE IN PALCOSCENICO “I bassotti” n. 147 Pagine: 272 Prezzo: € 15,40 ISBN: 978-88-8154-463-9 Traduzione di Dario Pratesi IL LIBRO: Il varietà in cartellone al Betterton Theatre ha sconvolto non poco i benpensanti della cittadina americana di New Kennington. Sotto l’innocente nome di Frivolezze ’42 si nasconde in realtà un peccaminoso spettacolo di burlesq ue con addirittura nudi femminili! “La polizia deve intervenire!”. Non usa mezzi termini il reverendo John McKenna quando chiede al procuratore Newbold di proibire quell’indecenza. E così il tenente Sam Phelan viene mandato ad assistere allo spettacolo per verificare di persona ed eventualmente sospendere la rappresentazione. Ma neppure Sam può immaginare la conclusione del numero della divina Lilith, l’attrazione prin-cipale. Nel buio della scena, con solo un riflettore che la illumina a tratti, la donna ruota su una pedana lasciando intravedere le sue splendide forme finché… una smorfia le si dipinge sul volto, le mani corrono al seno e un rivolo di sangue comincia a scendere dal punto dove una freccia l’ha mortalmente trafitta. Chi è stato? Nessuno, a qua nto pare, ha avuto la possibilità materiale di scoccare il dardo fatale. E dov’è finito l’arco? Infine, perché colpire proprio Lilith, una persona benvoluta da tutti? Pubblicato originariamente nel 1948, questo intrigante romanzo appare per la prima volta in edizione italiana. L'AUTORE: Thomas Kyd (1901-1976), al secolo Alfred Bennett Harbage, nacque a Philadelphia nel 1901. Della sua vita privata non si sa praticamente nulla se non che si sposò nel 1926 con Eliza Finnesey dalla quale ebbe quattro figli. Molto di più, invece, si sa della sua vita accademica, dato che Harbage è ancora oggi ritenuto uno dei più importanti studiosi dell’opera di Shakespeare e del teatro inglese del XVI e XVII secolo. Dopo avere insegnato per più di vent’anni alla University of Pennsylvania – la stessa dove si era laureato – nel 1947 si trasferì alla Columbia University di New York per insegnare letteratura inglese e comparata. Cinque anni più tardi, nel 1952, fu infine chiamato a Harvard dove mantenne una cattedra fino al 1970. Autore di importanti saggi e studi critici sul teatro inglese, tra il 1946 e il 1949 scrisse quattro romanzi gialli, tra cui Blood Is a Beggar (1946, Assassinio all’università – I bassotti n. 43) e Blood on the Bosom Devine (1948, Morte in palcoscenico). Lo pseudonimo di Thomas Kyd venne scelto in omaggio a un famoso drammaturgo inglese della seconda metà del 1500.

[close]

p. 5

Nuove uscite 5 ENIGMA A CAPE COD di Phoebe Atwood Taylor Phoebe Atwood Taylor ENIGMA A CAPE COD “I bassotti” n. 148 Pagine: 272 Prezzo: € 15,40 ISBN: 978-88-8154-466-0 Traduzione di Bruno Amato IL LIBRO: Wellfleet, una delle tante località balneari sull’incantevole penisola di Cape Cod nel Massa-chusetts, è il luogo dove Miss Prudence Whitsby possiede un cottage che usa come residenza estiva e che divide con la nipote Betsey. In una torrida estate, il capanno della casa viene preso in affitto da Dale Sanborn, uno scrittore in cerca di un posticino tranquillo dove concentrarsi sulla stesura del nuovo romanzo, lontano dall’afa della città e dalle molte persone che gli rim -proverano di averle trasformate in altrettanti personaggi dei suoi libri. Ma la notte dopo il suo arrivo, Sanborn viene trovato morto per un colpo inferto alla nuca, e lo sceriffo locale sembra convinto che a ucciderlo sia stato Bill Porter, un amico di Miss Prudence. Non è però di questo avviso Asey Mayo, un ex marinaio impiegato da Bill come tuttofare, che decide di svolgere delle indagini con l’aiuto della donna per dimostrare che il suo datore di lavoro è stato in-castrato dal vero assassino. Il problema è che il buon Asey ha solo due giorni per ottenere prove che lo scagionino e un solo indizio su cui lavorare: una scatola di sardine rinvenuta misteriosamente accanto al cadavere. Scritto nel 1931 e finora inedito in Italia, un divertente e ingegnoso mystery nonché una pietra miliare del giallo secondo Ellery Queen e il noto critico Howard Haycraft. L'AUTORE: Phoebe Atwood Taylor (1909-1976) nacque a Boston, nel Massachusetts, in una famiglia che discendeva dai padri pellegrini arrivati con il Mayflower. Dopo essersi laureata nel 1930 al prestigioso Barnard College di New York, tornò nella città natale e nel 1931 esordì nella narrativa con Enigma a Cape Cod (The Cape Cod Mystery), che vendette più di 5000 copie, una quantità considerevole per un’opera prima. Il libro inaugurò una serie di 24 romanzi, di cui 6 brevi, tutti ambientati a Cape Cod, rinomata zona costiera del Mas sachusetts dove l’autrice possedeva un cottage, e incentrati sui casi dell’investigatore dilettante Asey Mayo. Sebbene alcuni dei romanzi si svolgano durante l’estate, quando i turisti affollano le località balneari della regione, la maggioranza è ambientata fuori stagione e racconta la vita della gente locale. L’umorismo è un elemento importante nella serie con Asey Mayo, ma lo è ancora di più negli otto gialli che l’autrice pubblicò sotto lo pseudonimo di Alice Tilton e che vedono protagonista Leonidas Wi therall, il preside di una scuola privata del New England che, per incrementare la modesta pensione, scrive thrillers. La Taylor, che concluse la sua carriera letteraria nel 1951 con Diplomatic Corpse, l’ultimo dei mystery con Asey Mayo, morì a Boston per un attacco cardiaco.

[close]

p. 6

Nuove uscite 6 REQUIEM PER UNA TONACA di Kateuan Zifor È appena uscito in e-book REQUIEM PER UNA TONACA, un giallo di Kateuan Zifor, edito da Lettere animate. Vi auguriamo una buona lettura! REQUIEM PER UNA TONACA Kateuan Zifor Prezzo: € 1,49 Editore: Lettere Animate Pagine: 91 IL LIBRO: Con il protagonista Don Piero, ritornato a Roma dopo vent’anni di assenza, scopriamo le trame di certi ambienti ecclesiastici e diplomatici e i torbidi vizi che in essi si annidano. Per tutti egli è un missionario di frontiera che si batte per i diritti dell’infanzia abbandonata, ma solo lui conosce il tormentoso segreto della sua sordida e doppia vita. La sua esistenza si è svolta su uno sfondo di depravazione e allo stesso tempo di disperazione, in una continua fuga dalla realtà. E’ così che si sente il prete in quella gelida sera d’inverno, mentre, in totale solitudine, percorre a piedi il Lungotevere. Mille pensieri affollano la sua mente in un turbinio di dolci ricordi, pungenti rimpianti e aspre tentazioni. Rivede in un flashback tutti gli episodi e i personaggi che lo hanno segnato per sempre fino a diventare quell’essere nel quale non vuole più riconoscersi. A questo punto forse è troppo tardi per la mortificazione e il pentimento e ricominciare daccapo. Le nere acque del Tevere lo attraggono inesorabilmente per mettere fine al suo strazio e sparire per sempre. Può essere questa la conclusione della sua vita o c’è un’altra via d’uscita? A volte la soluzione si presenta nel modo più strano e inatteso … L'AUTORE: Kateuan Zifor è l'acronimo unico di tre persone che si ritrovano per scrivere ma soprattutto per leggere e commentare insieme romanzi gialli. Si incontrano soprattutto in inverno davanti al caminetto acceso, e tra una lettura e l'altra una meritata pausa con fagiolata, caldarroste e buon vino "novello".

[close]

p. 7

Nuove uscite 7 CHI BACIA E CHI VIENE BACIATO di Rosa Mogliasso - Salani Cari amici, dal 13 maggio è disponibile nelle librerie il nuovo romanzo di Rosa Mogliasso. Si tratta del giallo "Chi bacia e chi non viene baciato", edito da Salani. Buona lettura! CHI BACIA E CHI NON VIENE BACIATO Rosa Mogliasso collana: Romanzo genere: giallo 240 pagine Salani editore Prezzo: 14,90 "La conferma di un talento che va oltre l'etichetta del giallo e si consolida nella letteratura ." La Stampa "La miglior scrittrice in circolazione? Rosa Mogliasso... un mix originale di noir, romanzo sociale e commedia, aggiungendoci un’ingrediente segreto, ‘un’ironia piemontesa’." Corriere della Sera "Amata da Elio e Luciana Littizzetto, Rosa Mogliasso ha fatto boom grazie al passaparola e a una commissaria senza precedenti." il Venerdì di Repubblica SFOGLIA L'ANTEPRIMA IL LIBRO: Non sempre il destino è cinico e baro: anzi, talvolta si maschera da fastidioso contrattempo per imprimere una svolta epocale. Barbara Gillo non ha quasi il tempo di disperarsi per la perdita del suo insostituibile braccio destro, Peruzzi, e per l’allontanamento quasi definitivo del commissario Zuccalà, (ex?) fidanzato, che il destino le serve su un piatto d’argento il caso di una giornalista francese uccisa perché in possesso di pericolose informazioni legate ai traffici della mafia russa in Italia. Per non parlare dell’aitante carabiniere a cavallo, che sembra una valida alternativa al fedifrago palermitano... L'AUTORE: Un’altra prova magistrale di Rosa Mogliasso, una tra le più brillanti gialliste italiane, consacrata dal successo di L’assassino qualcosa lascia. Un insieme perfetto di stile e ironia, trama e personaggi, che si rinnovano a ogni romanzo; una città, Torino, descritta con lucidità e amore, talmente suggestiva da diventare protagonista; e un talento letterario degno dei migliori autori italiani contemporanei.

[close]

p. 8

Nuove uscite 8 QUESTA VOLTA TOCCA A TE di M. J. Arlidge - Corbaccio editore Cari amici, tenetevi pronti, perché sta per arrivare in libreria un thriller che vi sconvolgerà. Una lettura che vi terrà incollati alle pagine. Si tratta di QUESTA VOLTA TOCCA A TE di M.J. Arlidge, edito da Corbaccio. Buona lettura! Leggi l'anteprima! Volevi lasciarti il passato alle spalle Volevi dimenticare le tue origini Ma hai sbagliato i tuoi conti «Un esordio internazionale sconvolgente» THE BOOKSELLER QUESTA VOLTA TOCCA A TE M.J. Arlidge collana: Top Thriller 360 pagine Prezzo: 16,90 Vai al minisito ISBN:9788863807639 Corbaccio editore IL LIBRO: Si preparavano a trascorrere tutta la vita insieme. Anime gemelle. E quando si ritrovano intrappolati, intontiti, faticano a comprendere tutto l’orrore della situazione. Niente cibo, niente acqua. Solo una pistola con un unico colpo in canna. Un criminale psicopatico narcotizza e rapisce delle coppie: le vittime si risvegliano disorientate, nessuno può sentire le loro urla. Si disperano, si agitano, cercano in tutti i modi di uscire dalla prigione in cui sono incarcerate, fino a quando trovano una pistola e, accanto, un cellulare che comunica per sms un ultimatum terribile: una delle due morirà, solo così l’altra potrà salvarsi. Per il killer è uno spettacolo a cui assistere, per le vittime un’insostenibile tortura psicologica. Helen Grace e gli investigatori della centrale di polizia di Southampton indagano. Cercano il pazzo criminale tentando al tempo stesso di proteggere i sopravvissuti sotto shock. I rapimenti si succedono velocemente: una madre e una figlia, due colleghi di lavoro, due compagni di università… ma in che modo sono legati fra loro? Helen lavora giorno e notte per trovare una relazione fra le vittime, per ipotizzare moventi… fino a quando intravvede un disegno mostruoso al quale non riesce nemmeno a credere… Romanzo che mette a nudo la forza delle relazioni, le scelte più difficili, il significato del sacrificio, la difficoltà di continuare a vivere, Questa volta tocca a te ha un ritmo mozzafiato, che colpisce come un film e trasmette un’inquietudine profonda, come solo i thriller dei grandi m aestri sanno fare. L'AUTORE: M.J. Arlidge lavora in televisione da quindici anni e si è specializzato nella produzione di serie di alto livello. Ha iniziato alla BBC e ha poi trascorso sette anni alla Ecosse Films. In seguito ha creato una sua società di produzione specializzata in crime serial. Il suo primo romanzo, «Questa volta tocca a te», è diventato un caso editoriale internazionale in tutto il mondo.

[close]

p. 9

Nuove uscite 9 La uscite di giugno della PIEMME editore Eccovi in anteprima le interessantisime uscite thriller di giugno della Piemme editore. Buona lettura! NEL CERCHIO Bernard Minier 14.90 € 588pagine IL LIBRO: Marsac. Una di quelle cittadine francesi piccole piccole, ordinatissime, dove non succede mai nulla. È lì che ha studiato Martin Servaz, comandante della polizia di Tolosa, lasciandovi una buona fetta del suo passato, compreso un grande amore che non ha mai smesso di fargli male. Un grande amore di nome Marianne. Ed è proprio lei, un giorno di giugno, mentre tutta la Francia è incollata alla tv per la prima partita dei mondiali, a farsi viva con una telefonata. Dopo vent’anni di silenzio. Per chiedergli aiuto. Nella piccola ordinatissima Marsac, infatti, una giovane professoressa è stata brutalmente assassinata. E i sospetti sono caduti sul figlio di Marianne, e sul gruppetto molto ristretto dei suoi amici. Come se non bastasse, un testimone dice di aver sentito sul luogo del crimine le note di una sinfonia di Mahler: il compositore preferito di Servaz – e anche di qualcuno con cui il comandante ha una partita aperta da ormai molto tempo. Qualcuno che lo conosce bene e ha deciso, ancora una volta, di sfidarlo. Se vuole aiutare Marianne, a Servaz non resterà che raccogliere la sfida. Tra passato e presente, menzogne e verità, un romanzo che tiene sospesi dalla prima all’ultima pagina, un nuovo capolavoro di tensione dall’autore di thriller più amato di Francia. L'AUTORE: Nato e cresciuto nel Sud della Francia, ha lavorato per anni come doganiere. Ha esordito con Il demone bianco, grande bestseller in patria, vincitore del prestigioso Prix Polar e candidato al Premio delle lettrici di Elle – così come il suo secondo successo, Nel cerchio.www.bernard-minier.com COMPLICAZIONI di Isaac Adamson COMPLICAZIONI Isaac Adamson 15.50 € 336pagine IL LIBRO: Lee Holloway ha sempre creduto suo fratello Paul disperso in un’alluvione a Praga. Ma una lettera firmata da una donna lo costringe a ricredersi. Paul sarebbe stato assassinato durante il tentato furto di un preziosissimo orologio fatto realizzare nel XVI secolo dall’ imperatore Rodolfo II d’Asburgo, che secondo una leggenda celerebbe il segreto della vita eterna. Quando Lee vola a Praga per incontrare la donna, si imbatte in un mistero molto fitto. Secondo qualcuno, infatti, la morte di Paul va ricollegata a un serial killer che firma i propri omicidi mozzando la mano destra delle vittime. Una sequenza di eventi violenti ostacolerà ogni tentativo di Lee di far luce sulle ultime ore di vita del fratello, mettendo in gioco la sua stessa vita. Un thriller dalle atmosfere gotiche, arricchito di affascinanti sottotrame che sovrappongono piani temporali, realtà e mito, suspense e disvelamenti. L'AUTORE: Vive a Portland (Oregon) con la moglie e i figli. Ama il calcio e suonare la chitarra. Ci tiene a far sapere che non possiede un orologio. Dal suo primo romanzo, Tokyo Suckerpunch, verrà tratto un film per la Sony con Tobey Maguire. Complicazioni è il suo primo romanzo tradotto in Italia.

[close]

p. 10

Nuove uscite 10 RIFLESSIONI di Elio Zago Per concludere la sezione dedicata alle segnalazioni, vi presentiamo RIFLESSIONI, un libro dell'autore Elio Zago, autopubblicato sulla piattaforma web "Il Mio Libro". Buona lettura! RIFLESSIONI Elio Zago Prezzo € 9,50 Isbn: 9788891059406 Storia e filosofia 1a edizione 5/2013 106 pagine Editore: Il Mio Libro IL LIBRO: Il libro contiene 363 “riflessioni”, tra massime e considerazioni. 51 sono rivolte ai genitori, cui spetta il dovere di fare tutto il possibile perché i bambini nascano sani, di farli crescere senza lacci ideologici e religiosi e di educarli a diventare cittadini di una società “aperta”.153 hanno come destinatari i minori alla soglia dell’età adulta, per suggerire loro i modi per essere persone oneste, tolleranti e altruiste. 159 riguardano temi più contingenti, legati alla vita di oggi. L'AUTORE: Nato nel 1935 a Rovigo, dove ha sempre abitato, Elio Zago si è laureato all'Università di Padova in Materie letterarie. Come dipendente pubblico, ha ricoperto i ruoli di Direttore amministrativo del Consorzio Provinciale Antitubercolare di Rovigo e di Coordinatore Sociale dell’Unità Locale Socio Sanitaria (ULSS) della stessa città. Sempre a Rovigo, è stato: Consigliere Comunale, Componente del Consiglio di Amministrazione dell'Accademia dei Concordi, Presidente Provinciale dell’Associazione Ricreativa Culturale Italiana (ARCI), Presidente del Circolo del Cinema, Consigliere degli Istituti Riuniti di Assistenza Sociale (IRAS). Dal 1976 è Presidente dell’”Associazione Veneta per la Lotta alla Talassemia” (AVLT) (www.avlt.it).

[close]

p. 11

Recensioni 11 UN PASSO DI TROPPO di Lee Child - Longanesi L'evidenza non si può negare! Lee Child è come un abile prestigiatore: nei suoi libri cattura subito l'attenzione del lettore, e ne fa ciò che vuole. Questo accade anche in UN PASSO DI TROPPO, con protagonista il mitico Jack Reacher, edito da Longanesi. Ancora una volta, ritroviamo un Reacher in piena forma, e irresistibile come sempre. Reacher è talmente carismatico, che saremmo dalla sua parte anche se fosse il cattivo. Solitario, acuto, preparato, e dotato di uno spiccato senso dell'onore, il lettore non può fare a meno di seguirlo in ogni mossa e pensiero. Questa volta Jack dovrà affrontare un caso di rapimento. La moglie e la figliastra di appena otto anni di Edward Lane, infatti, sono state rapite nel centro di New York. Il caso appare subito interessante agli occhi di Reacher, che decide di accettare l'incarico. Qualcosa gli suggerisce che nulla è come sembra, e il suo intuito non sbaglia mai. Lane è un mercenario, il capo di un'agenzia di contractors, formata da ex agenti militari. Reacher non nutre alcuna simpatia per lui, ma il suo senso di giustizia gli impone di non potersi tirare indietro. Due persone sono state rapite, la prima richiesta di riscatto è già stata pagata, e nessuno è ancora tornato indietro. Reacher sa benissimo che i rapimenti rararmente si chiudono con un lieto fine, ma deve tentare. Forse madre e figlia sono già state uccise. Man mano che le indagini andranno avanti, Jack si accorgerà che nella vicenda ci sono più segreti e bugie di quanto si aspettasse. Un rapimento non avviene mai per caso, o solo per soldi; dietro deve esserci un altro motivo. Lane si è creato molti nemici, nell'arco degli anni, e uno di questi potrebbe essere tornato dal passato per riscuotere il conto. Le possibilità sono molte, e il tempo troppo poco. Più ore passano, più la possibilità di trovare gli ostaggi vivi svanisce, sfumando letteramente, e senza alcun controllo, tra le mani. Utilizzando uno stile narrativo scorrevole, e senza eccedere nelle descrizioni, Child ci regala un quadro eccellente di New York. Possiamo sentirne gli odori che vi aleggiano, percepirne i rumori che la contraddistinguono. Lo stesso accade per Londra e la sua periferia. Come una corsa contro il tempo, le indagini porteranno Reacher a scoprire una verità che ribalterà completamente l'intera situazione, regalando un finale sorprendente e accattivante. Ben strutturato e appassionante, questo thriller è davvero irresistibile, e non si può fare a meno di non leggerlo tutto d'un fiato. Una lettura vivamente consigliata! UN PASSO DI TROPPOLEE CHILD » La Gaja Scienza / I Maestri del Thriller « 350 pagine 16.40 € Longanesi editore L'AUTORE: Lee Child è nato a Coventry, in Inghilterra, nel 1954 e vive negli Stati Uniti dal 1998. Dopo aver lavorato per vent’anni come autore di programmi televisivi, nel 1997 ha deciso di dedicarsi alla narrativa: il suo primo libro Zona pericolosa è stato salutato da un notevole successo di pubblico e critica, e lo stesso è accaduto per gli altri romanzi d’azione incentrati sulla figura di Jack Reacher, l’eroe solitario duro ma giusto, tutti pubblicati in Italia da Longanesi. L’ultimo romanzo di Child è I dodici segni (2011).

[close]

p. 12

Recensione 12 LA MORTE VIAGGIA IN AUTOBUS di Leslie Cargill - Polillo editore Quando si parla di giallo classico inglese, non si può fare a meno di non nominare la mitica Polillo editore. Oggi, infatti, ci occupiamo del romanzo giallo LA MORTE VIAGGIA IN AUTOBUS di Leslie Cargill, edito nella collana “I bassotti” n. 142. Come si intuisce dal titolo, la scena del delitto è un autobus, quindi già questo particolare rende la storia curiosa; come sempre, quando un crimine viene commesso in un mezzo di trasporto. Se qualcuno dovesse pensare che gli scacchi sono soltanto un gioco, beh allora dovrà ricredersi, soprattutto dopo aver letto il libro. Il protagonista, infatti, Morrison Sharpe, è un appassionato di scacchi, e sarà proprio grazie al suo acume e alle mosse dei singoli pezzi del gioco da scacchiera che riuscirà a risolvere il caso, individuando il colpevole. Sharpe è un uomo bizzarro, appassionato di enigmistica, scacchi, cruciverba e giochi a premi, ed è proprio grazie a questi che la mattina perde costantemente il treno per Netherton, ed è costretto a optare per l'autobus. Tutto sembra procedere come al solito, con Sharpe intento a risolvere una partita a scacchi proposta su un quotidiano, quando l'autobus ha un problema al motore ed è costretto a fermarsi. E sarà proprio in questa occasione che i viaggiatori scopriranno che uno di loro è morto; assassinato! Sharpe considera l'accaduto subito intrigante. Il mistero di scoprire cosa è successo comincia a solletticargli la curiosità. Da appassionato di enigmi, quel delitto è come una manna dal cielo; un rompicapo reale, presentatogli su un vassoio d'argento, come una portata al ristorante. Per l'occasione, infatti, l'uomo deciderà di vestire i panni dell'investigatore privato, dedicandosi a tempo pieno al caso dell'autobus. Poco dopo il ritrovamento del corpo, la polizia stradale farà il suo ingresso in scena ma, come in un giallo che si rispetti, non sarà all'alteza del protagonista. Sharpe, infatti, si rivelerà subito un aiuto prezioso per le indagini, trovandosi sempre un passo avanti a loro. Sharpe è intuitivo, a volte timido, bizzarro, riflessivo, acuto, e sarà grazie agli scacchi, alle mosse dei singoli pezzi, alle strategie di gioco, che farà luce su avvenimenti, alibi e moventi che riguardano il delitto. Con uno stile narrativo semplice, un'idea singolare - nell'associare il metodo investigativo alle regole di un gioco - e una buona struttura, questo romanzo si rivela una buona lettura, spassionata, e un giallo degno di nota. Anche l'autore sembra avvolto nel mistero. Di Cargill, infatti, non si sa quasi nulla, oltre una brevissima biografia riportata nella quarta dei sui suoi libri. Di lui si conosce solo la bibliografia. Per concludere, ancora una volta dobbiamo ringraziare la Polillo editore per aver portato in Italia una nuova chicca della golden age. LA MORTE VIAGGIA IN AUTOBUS Leslie Cargill “I bassotti” n. 142 Pagine: 256 Prezzo: € 15,40 ISBN: 978-88-8154-457-8 Traduzione di Bruno Amato Nelle librerie da giovedì 30 gennaio 2014 L’AUTORE: Leslie Cargill (1895-1964), pseudonimo di Leslie Clarke, è uno degli autori della cosiddetta golden age del giallo di cui si hanno meno notizie. Nonostante abbia scritto ventuno romanzi in diciotto anni di attività, la sua vita appare avvolta nel mistero. È probabile che sia stato lo stesso autore a non voler alcun tipo di pubblicità visto che nelle edizioni dei suoi libri, tutti pubblicati in Inghilterra da Herbert Jenkins, un editore che all’epoca andava per la maggiore (tra i suoi autori c’era anche P. G. Wodehouse), non compare alcuna nota biografica. A parte il fatto che era nato in Inghilterra, di lui si conosce solo la bibliografia. Il suo primo romanzo – inedito in Italia come tutta la sua produzione – fu The Yellow Phantom (1935) al quale fecero seguito Death Goes by Bus (1936, La morte viaggia in autobus) e Murder in the Procession (1937). Tra le opere successive, oltre a gialli tradizionali, ci sono anche libri di spionaggio o comunque di genere più avventuroso, quali Gestapo Gauntlet (1939), Matrimony Most Murderous (1949) e Death Sets the Pace (1950). L’ultima sua opera, The Lady Was Elusive, risale al 1952, dopodiché Leslie Cargill ritornò definitivamente nell’ombra.

[close]

p. 13

Recensione 13 IL GIOCO DEL SILENZIO di Anita Rau Badami - Piemme editore "I panni sporchi si lavano in casa" recita un vecchio adagio popolare, ma per la famiglia indiana dei Dharma, protagonista de IL GIOCO DEL SILENZIO di Anita Rau Badami (edito da Piemme) è un vero e proprio stile di vita. Per Suman, il marito Vikram, i figli Varsha e Hem, e la nonna Akka, infatti, i segreti sono il pane quotidiano. Tutto ciò che succede dentro la loro casa, deve rimanere tra quelle mura. Nulla deve uscire fuori, nessuno deve parlare con gli estranei, alcuna verità deve riuscire a oltrepassare la soglia. Questo dà vita a una serie di verità nascoste, segreti, omissioni, che vengono puntualmente sotterrati e ignorati come se nulla fosse accaduto. Se succede qualcosa di sconveniente, si rimane in silenzio, l'argomento si ignora, ciò che è realmente accaduto si sostituisce con una verità più comoda, e si continua ad andare avanti. Il libro inizia con il ritrovamento nel loro cortile di casa del cadavere di Anu Krishnan, una scrittrice che aveva affittato per un anno la depandance sul retro. Anche lei è di origine indiana, ed è certa di trovarsi bene in quell'angolo di paradiso isolato nelle foreste del Canada. Ha deciso di allontanarsi dal caos della città per scrivere il suo primo libro. Condividendo le stesse origini, Anu fa subito amicizia con Suman - una donna impacciata, distratta, timorosa, che le porta sempre da mangiare e che passa tutto il suo tempo a cucinare e pulire - ma ben presto si accorgerà che presenta dei disagi. Intuisce che nasconde qualcosa che la spaventa, e che il problema è dentro la casa; è la famiglia. Anu decide quindi di aiutarla, di farle confessare cosa la turba. Ma Suman non parla. Sa che quello che accade in casa deve rimanere lì. Lo dice anche ai suoi figli: non parlate con nessuno, non raccontataelo a nessuno. Questo, è il pensiero dominante dentro quella casa. Ci sono talmente tanti segreti, che ci si potrebbe compilare un'enciclopedia. Data la reticenza di tutta la famiglia, soprattutto da parte della figliastra Varsha, Anu decide di indagare da sola. Non può rimanere indifferente davanti all'evidenza. Dal suo cottage sente urla, rumore di mobili e richieste di aiuto. Purtroppo, però, l'impresa non si presenta così semplice. Tutto il paese, infatti, è dell'opinione che ognuno deve farsi gli affari suoi. Se nessuno si lamenta, allora non c'è nulla di cui preoccuparsi. Anu non la pensa allo stesso modo, ma, purtroppo, le sue indagini terminano quasi sul nascere a causa della morte improvvisa che la coglie; proprio nel momento esatto in cui finalmente riesce a scorgere un barlume di verità, quando qualcuno comincia a sciogliersi la lingua. Sembra trattarsi di un incidente: è rimasta congelata in giardino durante il freddo della notte. Con uno stile narrativo tagliente, semplice e essenziale, la Badami costruisce un romanzo psicologico che cattura subito il lettore. La storia è raccontata dal punto di vista di ogni singolo personaggio. In questo modo, la scrittirce ci dà una visione più ampia degli avvenimenti, ma anche molteplici verità, perché ognuno racconta la sua personale. Il ritmo della narrazione è crescente, e tocca il suo picco quando le verità sono pronte a esplodere a galla. Ma la morte di Anu riporta i fatti a tacere. Tutto ritorna come prima; ogni evento rimane sotterrato da segreti e omissioni. La vita può continuare a scorrere lenta come prima. O forse no? Forse Anu ha toccato qualche nota dolente, innescando un nuovo meccanisco. Forse qualcosa è cambiato. Coinvolgente e, a tratti, drammatico, "Il gioco del silenzio" è romanzo di cui vi consigliamo vivamente la lettura! IL GIOCO DEL SILENZIO Anita Rau Badami 14.50 € 252 pagine Edizioni PIEMME L'AUTORE: Scrittrice e pittrice, è nata nel 1961 in India, dove ha studiato Letteratura inglese e Comunicazione. Ha lavorato come copywriter e giornalista free lance. Trasferitasi in Canada nel 1991, ha conseguito un master in Letteratura inglese all’Università di Calgary e ha iniziato a scrivere romanzi, ottenendo un successo immediato.www.anitaraubadami.ca

[close]

p. 14

Recensione 14 IL NASCONDIGLIO DELLA FARFALLA di Ippolita Avalli L'identità della vittima è sicuramente una delle informazioni più importante in un caso di omicidio, e lo è in particolar modo per L'ALIBI DELLA VITTIMA, il thriller di Giovanna Repetto, edito da Gargoyle books. Questo romanzo strizza l'occhio al giallo tradizionale, con una vasta scelta di possibili assassini, alibi più o meno traballanti e forti moventi. La storia ruota attorno a Rocca Persa, un piccolo centro collinare dei Castelli Romani, dove aleggia quasi come una leggenda, la figura di Memè, uno spacciatore di cocaina, che nessuno ha quasi mai visto. Sono poche le persone che lo hanno incontrato personalmente, e nessuno di loro vuole parlarne. Memè è descritto come un uomo misterioso, pericoloso e astuto. Non si conosce neppure il suo vero nome, e questo si rivelerà una vera grana per la polizia, quando si imbatteranno nel suo cadavere. Naturalmente, tutti i protagonisti hanno un legame con Memè, lo spacciatore, o con la sua vera identità, che l'autrice rivelerà solo alla fine, lasciandoci ancora per qualche pagina con il fiato sospeso nel conoscere anche quella del suo assassino, nell'ultima pagina. L'espediente di raccontare la storia dai numerosi punti di vista dei protagonisti, incuriosisce e cattura l'attenzione. Lo stile narrativo è semplice e lineare, incentivando quindi la lettura, rendendola scorrevole e leggera. Per quanto riguarda i personaggi, nonostante siano numerosi, sono descritti abbastanza bene, ognuno con il suo carattere, e sono facilmente individuabili. Vi è infatti, un vasto campionario: c'è la donna fatale, l'imbranata, il maresciallo, sua moglie, alcuni pregiudicati, un paio di tossicodipendenti, l'assistente sociale e la psicologa. Come per la vittima, anche il resto dei personaggi che abitano Rocca Persa ha il suo bel vagone di segreti, bugie e omissioni. Tutti nascondono qualcosa, e giungere alla soluzione del delitto diventa abbastanza difficile. Per il resto, il romanzo è ben strutturato, la tensione è calibrata e il colpo di scena finale non manca. Forse, l'unico neo, potrebbe essere il fatto che vi sono pochi indizi per permettere al lettore di giungere autonomamente alla soluzione. Ma, in conclusione, siamo di fronte ad un buon thriller, di cui vi consigliamo la lettura! L’ALIBI DELLA VITTIMA Giovanna Repetto EAN 978-88-98172-28-3 pp. 333 17 euro GARGOYLE editore L'AUTORE: Giovanna Repetto (Genova 1945), scrittrice e psicologa, vive da tempo a Roma. Ha pubblicato La banda di Boscobruno (Mobydick 1999), entrato nella cinquina dei finalisti del premio “Bancarellino” di Pontremoli; Palude, abbracciami! (Mobydick 2000), vincitore del premio “Navile Città di Bologna” come miglior romanzo per ragazzi; La gente immobiliare e Cartoline da Marsiglia (Mobydick 2002 e 2004). È redattrice della rivista letteraria online “Il Paradiso degli Orchi”. Scrive poesie che legge durante gli incon tri di slam poetry di cui è anche entusiasta animatrice.

[close]

p. 15

Intervista 15 Intervista a: Ippolita Avalli Cari amici, questo mese è ospite de "Il Giallista Magazine" Ippolita Avalli, autrice del thriller IL NASCONDIGLIO DELLA FARFALLA, edito da Mondadori, e recensito da noi lo scorso mese. 1) Benvenuta, Ippolita, e grazie per aver accettato il nostro invito! Entrando nel vivo dell'intervista, iniziamo con la prima doamnda: come è nata la sua passione per la scrittura? Credo sia stata una conseguenza della mia passione per la lettura. Sono cresciuta in un piccolo paese di campagna dove non giravano libri. Però durante le feste si raccontavano storie. All’inizio è stato questo. Ascoltare i racconti. Che fossero veri o no poco importava. Colpivano la fantasia, facevano immaginare, sognare, desiderare, conoscere. Poi ho avuto la fortuna di incontrare maestri e professori fantastici che hanno sponsorizzato la mia passione per i libri. Per i grandi libri. Ero naturalmente portata alla scrittura ma ho imparato come un bambino impara a parlare dalla voce di sua madre: per imitazione. 2) Per quale motivo ha deciso di cimentarsi nel genere giallo? Con Mi manchi (Feltrinelli) ho finito la mia trilogia cominciata con ‘La Dea dei baci’ e proseguita con ‘Nascere non basta’. Volevo scrivere una storia forte e cimentarmi con una struttura narrativa ‘obbligata’. Poi sono sempre stata una lettrice accanita di thriller. E’ un genere che permette di toccare il fondo dell’essere umano, di scoprire la sua pa rte oscura. Trovo che abbia una funzione terapeutica e curi come la medicina omeopatica inoculandoti particelle del virus o del veleno che ti ha fatto ammalare. Sarebbe come dire che per smettere di aver paura del buio bisogna stare al buio. 3) Ha degli autori preferiti? Più che autori ho libri preferiti. Quelli che leggo e rileggo, ai quali torno sempre. Ad esempio le ‘Vite dei Cesari’ Svetonio, le poesie di Emily Dickinson e Giovanni Pascoli. L’opera omnia di Virgilio, Omero, Shakespeare, le “Memorie dal sottosuolo” di Dostoievskji, ‘I quarantanove racconti’ di Hemingway, ‘Lettera al padre’ di Kafka. Per il resto amo i libri riusciti indipendentemente dal suo autore. Soprattutto gli autori vicini a noi e i contemporanei. Un autore può essere grande nel complesso e sbagliare qualche opera. 4) Ricorda il primo libro che ha letto? Non so se fu il primo, certo quello che mi ha colpito e non mi ha più lasciato: La piccola fiammiferaia, la favola di H. C. Andersen. 5) Che genere letterario preferisce leggere? Non ho un genere preferito. Per me i libri o sono belli o non sono. 6) C’è un libro che ha amato particolarmente, o che ha riletto più volte? Sì un libro che continua a commuovermi. ‘I miei luoghi oscuri’ di James Hellroy, l’autore di Black Dalia. Aveva undici anni quando gli hanno strangolato la madre. Lui cerca di ritrovarla attraverso la ricostruzione di quel delitto. 7) Che consiglio darebbe a un autore emergente? Di lavorare, di difendere il luogo dove scrive, di ascoltare le critiche e di non farsi irretire dagli entusiasmi. Di restare fedele alla propria idea di scrittura e di letteratura e di portarla avanti a ogni costo. 8) Può darci qualche anticipazione sul suo prossimo lavoro letterario? Sì, sto lavorando a un altro capitolo della storia tra Sandra Kapsa e Paolo Rosato (i protagonisti di ‘Il nascondiglio della farfalla’) attraverso un altro fatto di sangue. Stavolta però le parti sono rovesciate, un po’ come succede nell’avvitamento della catena del Dna. E questo cambia tutto, struttura, storia, tiranti emotivo/psicologici dei personaggi, stile. E’ una nuova sfida e come è giusto che sia è complessa ma appassionante. Il risultato? Chissà, vedremo. Per fortuna la creatività è un’avventura dove non c’è niente di scontato. IPPOLITA AVALLI è nata a Milano e vive a Roma. Tra i suoi romanzi: Aspettando Ketty (Feltrinelli 1982), L’infedele (Rizzoli 1988), Dea dei baci (Baldini&Castoldi, finalista premio Strega 1997) e Amami (Baldini&Castoldi 199). Da Feltrinelli sono usciti Nascere non basta (premio città di Bari 2003), Mi manchi e la ristampa di Dea dei Baci, che costituiscono una trilogia. I suoi libri sono pubblicati nei maggiori Paesi europei. Come sceneggiatrice ha collaborato a La città delle donne di Federico Fellini.

[close]

Comments

no comments yet