Artista Grazia Calabrò

 

Embed or link this publication

Description

INTRECCI: Quando la poesia incontra l'arte visiva

Popular Pages


p. 1

2014 INTRECCI QUANDO LA POESIA INCONTRA L’ARTE VISIVA Grazia Calabrò 14/05/2014 Dipinti e disegni di Grazia Calabrò Poesie di Rosanna Anzalone, Arrigo Ago Anderlini, Therry Ferrari, Franco Maccioni, Mario Stabile e Caterina Tagliani

[close]

p. 2

Arte poetica ed Arte visiva......................................pag 3 Le poesie di Rosanna Anzalone ............................pag 7 Le poesie di Arrigo Ago Anderlini ...........................pag 12 Le poesie di Therry Ferrari......................................pag 14 Le poesie di Franco Maccioni.................................pag 20 Le poesie di Mario Stabile ......................................pag 35 Le poesie di Caterina Tagliani.................................pag 40 Cenni biografici sugli artisti......................................pag 67

[close]

p. 3

Il connubio tra poesia e arte visiva è, probabilmente, fra le varie forme di “intreccio” di espressioni artistiche diversificate, una delle più semplici ma al contempo una delle più interessanti da esaminare. Infatti, o la poesia nasce quasi in contemporanea al dipinto/fotografia/disegno, nel senso che un’emozione intensa, un’ispirazione si concretizzano in versi e quindi in opera visiva, oppure, al contrario, un’opera visiva riesce, grazie alle sue capacità espressive, a comunicare emozioni talmente intense da far scaturire nell’animo di poeti/scrittori la necessità di scrivere un’ode, una poesia, uno sfogo in versi, un racconto, evocato dalla stessa opera. Mentre nel caso in cui la poesia e l’opera visiva nascono in contemporanea l’interpretazione emotiva dei lavori è “univoca”, nell’altro è alquanto soggettiva. Autori diversi in questo caso intrecciano la loro arte e quanto e cosa in ognuno di essi l’opera visiva può suscitare dipende, appunto, dalle condizioni emotive del singolo. Esempi...un mio dipinto interpretato in due modi leggermente diversi da due poeti....... Stretta tra le dita una rosa Il poeta Franco Maccioni pur accennando alla purezza rappresentata dalla rosa bianca stretta tra le dita, pone l’accento maggiormente sul dramma che sicuramente il volto celato nasconde... ...La fanciulla nasconde il suo volto e nella sua nudità si chiude come da improvviso rimprovero nel volto pur celato... nascondendo certamente un dramma!..... La poetessa Caterina Tagliani viene colpita particolarmente dalla rosa e da quello che essa rappresenta, il candore e la purezza, che la fanciulla difende stringendo il fiore fra le dita... ....Il candido fiore che fra le tue dita ora vegli con antico pudore,...... 3

[close]

p. 4

O ancora il poeta Mario Stabile nell’osservare il dipinto Dietro la maschera si ispira e scrive: .....Volti di petali, il fascino che si ripete, e nei capelli... viole. Primavera é nell’aria... paragonando la maschera al “volto” della primavera. La poetessa Caterina Tagliani intravede, invece, dietro la maschera, un velo di tristezza: .....Dietro la maschera non vedi gli occhi tristi che sempre io nascondo ho dipinto un sorriso sulle labbra per rendere più allegro questo volto..... Esiste realmente un'altra possibilità di integrazione tra poesia e arti visive: quella che vede il poeta scrivere una poesia e solo successivamente, nell’ammirare un’opera di arte visiva, trova dei collegamenti, delle relazioni con quanto ha scritto, e la associa, “illustrando” così con un’immagine il suo pensiero poetico (sia l’immagine rappresentativa di un disegno, di una fotografia, di un dipinto). E’ quanto successo alle poetesse Therry Ferrari e Rosanna Anzalone ed al poeta Arrigo Ago Anderlini . Therry Ferrari scrive la poesia “Vorrei” e in tempi diversi, nell’ammirare i miei dipinti desidera associare ai suoi versi il dipinto Vestita di luce....Ecco il dipinto ed i primi versi della poesia 4

[close]

p. 5

Vorrei.... Vorrei farmi raggio In azzurro d’estate Scivolar come nuvola... Spettinata dal vento Danzare di fiori ...... Così , Rosanna Anzalone scrive la poesia “Dipinte ali” e poi la “illustra” con il mio disegno Volare Dipinte ali Rivestimi dei tuoi colori, di quella voglia di giocare, delle tue tinte da inventare…....... Allo stesso modo Ago illustra i suoi versi “Colori d’autunno” con il mio dipinto Foresta, che con mia grande gioia definisce a sua volta “ già poesia ”......... 5

[close]

p. 6

Colori d’autunno Mi perdo, passo a passo in te, come in un bosco intricato in cui lo sguardo confuso cerca un sentiero nascosto... Di seguito alcuni miei dipinti “accompagnati” ed “intrecciati” con magnifici versi L’ARTE NELL’ARTE! 6

[close]

p. 7

BREZZA D’ETERNITÀ Una saggezza folle rischiara il senso tra cielo e terra come carezza d'intelletto che cede al cuore il primato dei suoi abissi... Guizzo che racconta chi sei alla luce che... traspare dai tuoi occhi , brezza d'eternità... Argento vivo che ritrovi negli sguardi dei scugnizzi, nel sentire delle donne, nei volti dei marinai.... Legame antico di mente e cuore, riflesso ardente di fiammelle colte da animi amanti. Presenze di vita che reca in sè il suo splendore.. @Rosanna Anzalone , Caltanissetta, 2013 7

[close]

p. 8

LA CANTINA Una cantina il nostro punto di ritrovo in cui poter spaziare con sorrisi country e dirsi tutto quel che non si fa…un luogo... intriso di magia dai suoni jazz, che tra un sigaro e l’altro rubavano attimi al nostro essenziale vivere, quelli che ci denudano da reticenze, pudori, timori…Un ridere d’amore per il gusto d’esserci così…inalienabili spazi di vita in blues che danzeranno sempre in me al ricordo di una cantina… @Rosanna Anzalone , Caltanissetta, 2013 8

[close]

p. 9

DIPINTE ALI Rivestimi dei tuoi colori, di quella voglia di giocare, delle tue tinte da inventare… Ricoprimi come dipinto, che sappia intingermi di senso, che sia sorriso... di quell’arte accesa del tuo tempo, mentre scorrono pastelli tra le ali di cromatici desideri che indosso di te, arcobaleno che mi avvolgi in volo, dentro l’incanto di scoprirti… @Rosanna Anzalone , Caltanissetta, 2013 9

[close]

p. 10

VERSO TE Giochi di vento carezzano i tuoi capelli pregni di luce, al vespro di un mare che ti rende flusso del suo andare,... mentre la brezza scalda i tuoi passi. @Rosanna Anzalone , Caltanissetta, 2013 10

[close]

p. 11

Voli d’iride spiccano dal tuo sguardo faro di cielo haiku@Rosanna Anzalone - Caltanissetta, 2013 11

[close]

p. 12

COLORI D'AUTUNNO Mi perdo, passo a passo in te, come in un bosco... intricato in cui lo sguardo confuso cerca un sentiero nascosto... Ti vedo dietro un albero, avverto il tuo fruscio, quel tuo sapermi stare accanto. Sei sapore verde, come di menta. Nel tuo bosco mi perdo, inseguendo le tracce disseminate ovunque di gesti, sorrisi... Infine eccoti, colori d'autunno, e il sole che filtra nell'intrecciata, pura vegetazione. @Arrigo Ago Anderlini, Salerno, 7 maggio 2014 12

[close]

p. 13

VERSO LA LUCE Mani, portate l 'odore vivo della vita. Le tue mani... sono acqua ferma nei temporali, sono mari aperti, fiumi, carezze da conservare. Mani, che sono forza di volontà, pane quotidiano, coscienza... L'odore, vivo, delle tue mani, mi riporta la vita. @Arrigo Ago Anderlini, Salerno, maggio 2014 13

[close]

p. 14

DIETRO LA MASCHERA … Ammirando questo dipinto di Grazia Calabrò, è scaturita in me una riflessione … Spesso associamo la "maschera" a qualcosa di negativo … eppure può ben rappresentare anche una "scelta" … scelta d’Amore … in contesti "sofferti", di malatti...a, di "cura" … come "dono" di sorriso, di Vita a coloro che amiamo … Come ultimo dono Dietro una maschera Celai ogni incertezza Nascosi il mio dolore A regalarti Il meglio del mio amore … ©Therry Ferrari , Castellarano, 2014 14

[close]

p. 15

STAGIONI Corrono Si rincorrono stagioni Cogliendo di giorni colme ceste Nei prati e sui cigli della vita Profumi e colori di quel tempo Che fugge Nuvolando di sentire Alterno iridato d’emozioni Tenere gemme Petali di rosa Dorate spighe Messi stese al sole Sospese foglie In aliti di vento Spogli rami Tese braccia al cielo Zolle di terra Tenacia a dissodare In luce di Speranza seminare Rugiada, pioggia Grandine e poi neve Velata nebbia Traversati dubbi Sferzati di sofferta tramontana E lieve brezza Eco di ricordi Sottile nostalgia di ciò che è stato Sfumati volti, luoghi dell’andare Guardando oltre Nuova vita Amare. ©Therry Ferrari , Castellarano, 2014 15

[close]

Comments

no comments yet