Novembre 2010

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

distribuzione gratuita giornale di quartiere anno 3 numero 33 ­ novembre 2010 di daniela moretti torresina incontra il mondo la nostra comunità cresce e si fa conoscere d omenica 10 ottobre il sole scaccia le nuvole che nei giorni scorsi hanno scaricato pioggia e tristezza il parcheggio di viale montanelli si anima di bambini e adulti di stand colorati con tante cose belle e buone ore 9,30 parte la prima gara la corsa degli adulti che si snoderà per tutto il quartiere seguiranno i più giovani e i bambini intanto su tutta la piazza si animano gli spazi per scoprire lo sport giocando per le dimostrazioni del tai-chi e per le tecniche di autodifesa personale che interessa molti presenti un breve ristoro offerto dall organizzazione e dalla centrale del latte di roma ha rifocillato i partecipanti che sudati e contenti sono giunti all ora della premiazione un momento esaltante alla presenza dei rappresentanti istituzionali e degli sponsor dell evento la provincia di roma il municipio roma 19 la banca di credito cooperativo di roma il centro commerciale torresina decatlon sport sono state consegnate le coppe ai vincitori e meda glie a tutti i bambini che hanno partecipato vedere come i grandi ma soprattutto i piccini si impegnano è uno spettacolo unico a cui siamo poco abituati questo spettacolo di gioia di vivere e salute è un regalo che l associazione noi di torresina e il comitato di quartiere torresina con la collaborazione ed il sostegno promozionale di istituzioni pubbliche e private e soprattutto con l aiuto di tante altre associazioni presenti nel nostro territorio hanno fatto a tutti quei cittadini che hanno affollato fino a tarda sera le nostre strade.e grazie a queste realtà territoriali che nel pomeriggio abbiamo incontrato i colori e il calore dei giovani sbandieratori del gruppo scout roma 122 i costumi e i suoni di culture e popoli lontani geograficamente ma vicini perché abitano nei nostri quartieri con il gruppo musicale dell associazione donne uwana che ha invaso le strade con i suoni gospel la simpatia della cooperativa figli del mondo che dopo una sfilata ha animato lo spazio per i piccoli la voglia di continua a pag 8

[close]

p. 2

sommario torresina incontra il mondo nobel per la pace a liu xiaobo 7 ottobre bambini alberi e piante aromatiche la mia domenica torresiniana ilparco del pineto tra interessi economici beatitudini naturalistiche e voglie di servizi e comodità semel scout sempre scout nycholas eymerich il mondo è bello perché varia gioco d azzardo il piacere di un illusione raku 10 11 12 13 14 15 1 5 7 9 le lettere dai lettori rubriche 4 4 4 6 8 8 8 16 le dediche dei nostri lettori ricordo di news dal comitato di quartiere torresina classifiche della maratona di 5 km vincitori della maratonina dei 600 mt vincitori della maratonina dei 200 mt le perle di zia pina dopo la lettura il picchio ti invita a gettare il giornale negli appositi cassonetti per la carta perché il picchio è a favore della raccolta differenziata dove posso trovare ogni mese la mia copia de ll picchio di torresina tutti i negozi e gli studi professio informagiovani di via della pineta nali di torresina sacchetti 78 tutti gli inserzionisti esterni centro anziani torrevecchia le edicole via torrevecchia 87 monte mario-primavalle 242-633 ama di torrevecchia alcuni negozi di via pietro maffi santa maria della pietà le edicole di via pietro maffi ·uffici municipali dei pad 29-30alcuni negozi di via andersen 31 municipio 19° di via mattia batti ·padiglioni 13 26 e 32 stini ·centro antea atletica monte xix gruppo vvuu via f borromeo mario la biblioteca basaglia via federi scuola di via andersen co borromeo 67 gruppo volontari protezione civibiblioteca casa del parco e going le 19 via gianbattista soria anno 3 numero 33 novembre 2010 reg tribunale di roma n 559 del 17 dicembre 2007 sede viale indro montanelli 20 00168 roma e-mail ilpicchioditorresina@yahoo.it editore associazione o.n.l.u.s noi di torresina viale indro montanelli 20 00168 roma/cellulari 3338029862 e 3396531743 direttore responsabile jean-luc giorda capo redattore stefania giannetto in redazione marcella speranza emanuela monego daniela moretti aurelia colarossi cinzia pezzola antonio picciau antonella salerno pierfederico poli progetto grafico redazionale luigi spagnoletti roberto delle case gloria bucchèri hanno collaborato a questo numero pina ladogana il comitato di quartiere torresina alessandro mingarelli fattino tedeschi stefano merciai gruppo scout roma 122 fabio barbato stefania castiglione carlo petruccini antonio di siero stampato presso tipografia river press group s.r.l via menalca 30 tel fax 062294420 062295925 e-mail rpg@mclink.it l associazione noi di torresina ringrazia tutti coloro che con le loro donazioni ci permettono di pubblicare il giornale di quartiere il picchio di torresina questo numero è stato chiuso in redazione il 30/10/2010 invitiamo tutti i lettori che vogliono scrivere articoli poesie dediche o che vogliono raccontare momenti di vita lagnandosi o ringraziando ad inviarci i loro elaborati presso ilpicchioditorresina@yahoo.it oppure lasciando i loro scritti dal giocattolaio nuvoloni via pietro maffi 28/32 da roberto il tabaccaio di viale i montanelli o all edicola vidi di viale montanelli gli scritti dovranno essere accompagnati dalla firma dell autore che potrà scegliere di non essere citato sul giornale ma apparire solo con le iniziali o un nomignolo e un recapito telefonico 2

[close]

p. 3

il centro famiglia il giardino blu invi ta tutti i cittadini grandi e piccoli alla festa di magico mondo che si terrà sabato 4 dicembre 2010 dalle 15,00 alle 18,00 in via del fontanile nuovo n.42-44 ottavia lì i grandi potranno trovare · uno spazio aperto di accoglienza per informazioni su tutti i servizi che il centro famiglia il giardino blu offre · uno spazio di ascolto e di consulenza legale psicologico ed educativo immediato e gratuito · una guida ai servizi del centro famiglia che illustrerà tutte le forme di sostegno che il giardino blu offre per i piccoli invece ci sarà una festa con spettacolo a sorpresa animazione lettura di favole spazio gioco con i genitori e tanto altro ancora e per tutti tante cose buone da mangiare il centro famiglie il giardino blu è giunto alla metà del suo terzo anno di attività dalla sua apertura ad aprile 2008 e fino ad oggi centinaia di coppie di genitori di bambini e in generale di cittadini sono stati accolti e sostenuti dall equipe le esperienze così realizzate hanno consentito di preparare un piccolo strumento un libricino la guida ai servizi che cerca di cogliere l essenza degli interrogativi e dei dubbi che spesso ogni persona si pone e dei problemi che ordinariamente ciascuno incontra nelle proprie relazioni con i figli il partner e in generale con chiunque viva accanto la guida spiega anche in che modo il giardino blu può costituire una risposta a tali domande e difficoltà venerdì 3 dicembre 2010 alle ore 9 presso il padiglione 90 del complesso di s maria della pietà la guida ai servizi sarà presentata agli addetti ai lavori e alla cittadinanza e sarà distribuita l indomani sabato 4 dicembre ore 15 durante la festa di magico mondo destinata a grandi e piccini in via del fontanile nuovo n.42-44 ottavia un servizio pensato per la famiglia via giulio salvadori 35 ­00135 roma tel 0630683559 3

[close]

p. 4

le dediche dei nostri lettori quattro anni fa nasceva un batuffolo ciccioso adesso è quasi un ometto vuole coccole e ne da sorride quasi sempre è furbetto capriccioso tenero e dolcissimo specialmente quando ci abbraccia e dice nonni auguri simone ti vogliamo tanto bene 25 novembre nonno toni nonno gianni nonna elia e nonna marcella c è un pensier ino tr a le pagine di q uesto gior nale e tr a q uelle della mia vita dedi cato s olo a te auguri mamma la tua glo le lettere dai lettori caro picchio vorrei portarvi a conoscenza di un problema già trattato da voi mi riferisco al muro della clinica santa lucia che dopo vostro interessamento è stato abbattuto nonostante tutto i lavori per la ricostruzione non sono ancora iniziati e quindi il marciapiede è ancora inagibile visto che gli interessati dicono che ancora non hanno ricevuto l autorizzazione per eseguire i lavori almeno se potessero mettere in sicurezza il marciapiede sia io che altre mamme abbiamo figli che vanno a scuola e scendendo dal autobus abbiamo paura che vengano investiti dalle auto del senso contrario e molto rischioso attraversare in quel punto della strada.sperando almeno che possa essere messo in sicurezza il marciapiede chiedo di nuovo un vostro interessamento poiché per abbattere il muro ci son voluti 3 anni spero che per ricostruirlo non ce ne vogliano altri 3 un caro saluto a tutta la redazione aspettando una vostra risposta grazie povera italia povera italia mia come te sei ridotta malamente c è chi te tira a destra e chi a sinistra pe datte in pasto a quarche prepotente il sangue dei tuoi figli che pè rifatte unita fu versato assieme ai prodi fanti del diciotto inutilmente fu sacrificato fu tutto vano ora è diviso il popolo italiano in tanti statarelli e penso ahimè terra di eroi di artisti e di poeti che ne sarà di te r.r carlo petruccini caro picchio ho saputo che l area verde che costeggia via casal del marmo parte del parco di casal del marmo a seguito dell approvazione del piano particolareggiato e nel rispetto della legge ecologica da circa 5 anni è riservata a servizi pubblici per la zona come mai in quell area che dovrebbe essere adibita a servizi sociali e culturali assenti in zona sono sorti vari insediamenti privati supermercato distributore di benzina magazzini privati e perfino mcdonald visto che gli amministratori del municipio 19 spesso vi rispondono potete porgli questa domanda come mai aspetto una risposta grazie tiziana p 4

[close]

p. 5

nobel per la pace a liu xiaobo di pierfederico poli iu xiaobo ha vinto il nobel per la pace il dissidente cinese è stato premiato «per il suo impegno non violento a tutela dei diritti umani in cina» ma chi è liu xiaobo liu ha 54 anni ed è un attivista e intellettuale laureato in letteratura È da molti anni impegnato per la difesa dei diritti civili in cina spesso non rispettati dal governo di pechino nel 1989 liu xiaobo partecipò anche alle manifestazioni in piazza tiananmen nel 1991 fu accusato di voler sovvertire il regime e nel 1996 fu condannato a tre anni di lavoro in un campo di rieducazione per «disturbo della quiete pubblica» per aver criticato il partito comunista cinese in occasione del sessantesimo anniversario dell adozione della dichiarazione universale dei diritti umani nel dicembre del 2008 liu sottoscrisse il manifesto charta 08 successivamente pubblicato online e sottoscritto da oltre 300 intellettuali e attivisti cinesi liu venne arrestato due giorni prima della pubblicazione del documento e solo dopo mesi di prigionia nel giugno del 2009 gli inquirenti confermarono l arresto per atti sovversivi contro il governo nel dicembre dello stesso anno liu xiaobo fu condannato a undici anni di prigionia una sentenza molto criticata all estero e contro la quale si sono mossi gli stati uniti e altri paesi senza ottenere però alcuna apertura da pechino attualmente è da circa un anno in prigione senza la possibilità di ricevere con facilità telefonate o altro la candidatura di liu xiaobo al premio nobel per la pace risale a gennaio di quest anno e l iniziativa è stata sostenuta tra gli altri da desmond tutu e dal dalai lama l ma zhaoxu il portavoce del ministro degli esteri cinese aveva contestato la scelta sostenendo che la consegna del premio all attivista sarebbe stata un grave errore i componenti del comitato del nobel assicurarono che le dichiarazioni del ministro non avrebbero condizionato la loro scelta finale e così è stato premiando liu xiaobo la commissione del nobel ha voluto mandare un segnale molto forte alla cina purtroppo non senza conseguenze perché per le autorità cinesi la commissione avrebbe di fatto violato i principi stessi del premio consegnandolo a un «criminale» come liu xiaobo la decisione di conferire il premio al dissidente è per il governo di pechino una «oscenità» e secondo il ministro degli esteri cinese potrà compromettere le relazioni diplomatiche tra cina e norvegia inoltre sua moglie liu xia è stata posta sotto gli arresti domiciliari con il divieto assoluto di comunicare all esterno speriamo che i leader mondiali si attivino per la liberazione di entrambi e soprattutto che il popolo cinese si risvegli dal lungo sonno in cui è caduto decenni fa 5

[close]

p. 6

i nformazionepubblici ta rial isola dietro casa ecco l isola sapere entrasse nella nostra mente animazione motoria per gli over di trilly uno spazio interamente de semplicemente vivendo senza richie 60 canto over 60 dicato a voi che pensate alla crescita dere sforzo maggiore di quello che ci corso r.a.t dei vostri figli e alla vostra costi respirare o nutrirci maria mon training autogeno di respirazione per gestanti via stefano borgia 53° 57 tessori ecco i laboratori che vi proponiamo massaggi shiatszu tel.063058407 corsi di pilates spazio baby ludoteca sala feste laboratorio danza immaginare come sarebbe meravi gioco danza per bambini fascia i corsi sono tenuti da persone altamente qualificate glioso se noi fossimo capaci di mante materna fascia elementare nere la prodigiosa abilità del bambi guida musicale ai bambini prova gratuita da confermare telefono il quale mentre è intento a vivere fascia nido con genitori materna nicamente gioiosamente saltando e giocando è elementari.possibilità di lezioni indi vi aspettiamo per vivere una especapace di imparare una lingua con viduali di strumenti musicali e canto rienza entusiasmante insieme tutte le sue complicazioni grammatica per bambini e adulti grazie mille di aver letto il nostro li che meraviglia sarebbe se tutto il corso di animazione articolo l isola di trilly news dal comitato di quartiere torresina provincia wi-fi anche a torresina nei parchi pubblici di torresina e quartaccio quando saranno ultimati e aperti al pubblico sarà possibile navigare gratis in internet grazie al progetto provincia wi-fi il progetto provincia wi-fi consiste nell installazione in piazze biblioteche e luoghi di ritrovo del territorio provinciale di apparati per l accesso gratuito ad internet nel municipio xix sono state individuate 14 aree per l istallazione del wi-fi tutti i sopralluoghi sono stati già svolti dal presidente della commissione affari sociali del municipio roma 19 mauro gallucci con personale della provincia sono stati già acquisiti i pareri favorevoli dei proprietari dei siti che ospiteranno le antennine del wi-fi parrocchia di torresina compresa e si sta ora procedendo all istallazione degli apparati corso di disostruzione pediatrica ogni anno in italia 50 bambini perdono la vita per soffocamento da corpo estraneo il 27 dei decessi accidentali ­ dati `società italiana di pediatria la morte non avviene per il corpo estraneo ingerito accidentalmente gomme americane caramelle prosciutto crudo insalata frutta secca popcorn monete giochi e purtroppo tanti altri piccoli oggetti di uso quotidiano ma soprattutto perché chi assiste i bambini nei primi momenti non è formato e informato su cosa fare sabato 11 dicembre al centro commerciale torresina via andrea barbato roma si terrà una lezione interattiva gratuita sulle manovre di disostruzione pediatrica rivolta a tutti gli interessanti che aderiranno all iniziativa iscrivendosi entro il 7 dicembre iscrizioni disponibili fino a esaurimento posti la lezione della durata di due ore sarà tenuta dalla task force del referente nazionale e internazionale per le manovre di disostruzione e rianimazione cardiopolmonare pediatrica dott marco squicciarini sono previste proiezioni delle slide ufficiali del corso filmati simulazioni rilascio di attestato di partecipazione e in dono ad ogni partecipante un dvd con filmati salva bimbi un poster e un manualetto sarà possibile portare con sé i propri bambini croce rossa organizzerà con i volontari della componente dei pionieri e l asilo-ludoteca il mondo di jasmine un area giochi e intrattenimento ad hoc ulteriori informazioni saranno disponibili presso il centro commerciale torresina e sul sito torresina.net donazione sangue per la croce rossa italiana la mattina di sabato 11 dicembre inizierà alle ore 8.00 davanti alla parrocchia di torresina con la donazione di sangue don walter e le associazioni del quartiere in collaborazione con la croce rossa italiana stanno raccogliendo adesioni per l iniziativa ai volontari che dovranno lasciare il proprio nominativo presso l edicola di viale indro montanelli sarà consegnato un modulo coi requisiti minimi indispensabili alla donazione avere un età compresa fra i 18 ed i 60 anni avere un peso uguale o superiore a 50 kg non avere avuto malattie gravi non essere affetti da patologie croniche essere digiuni la mattina della donazione 6

[close]

p. 7

7 ottobre bambini alberi e piante aromatiche di marcella speranza l 7 ottobre torresina si è arricchita di 12 alberi di un aiuola ricca di piantine aromatiche e dell entusiasmo dei bambini coinvolti nell operazione un progetto del municipio 19 ormai al secondo anno una giornata dedicata alla messa a dimora degli alberi nelle aree verdi della zona da parte dei bambini delle scuole con l aiuto dei volontari della protezione civile verso le 10 sono arrivati i mezzi e i volontari della p.c che hanno preparato le buche lungo l aiuola centrale di viale montanelli un aiuola quasi del tutto priva di alberi e usata da alcuni proprietari di cani come latrina per i propri animali un pulmino giallo ha scaricato un gruppo di bambini cinguettanti la loro maestra ed alcuni esperti botanici dell associazione climax gli alunni della 5° b della scuola elsa morante erano pronti a mettersi all opera e da quando hanno iniziato la scuola elementare che la maestra ha cercato di avvicinarli alla natura all ecologia all educazione civica piantare degli alberelli significa curarli rispettare l ambiente che li circonda ho parlato con loro si affannavano tutti per raccontare questa esperienza i didattica molto importante ecco cosa mi hanno detto stamattina ci hanno fatto una lezione parlandoci dell utilità delle piante della clorofilla spiegandoci bene quali piante dovevamo piantare con l aiuto dei ragazzi della protezione civile ci hanno fatto vedere tanti tipi di piante spiegandoci dove vivono meglio anche un tipo di edera con le spine alla base che è pericolosa il nome era scritto in latino perciò non me lo ricordo anche a scuola pianteremo un aiuola di piantine aromatiche le difenderemo da chi volesse strapparle o rovinarle perché dobbiamo tutti abituarci a rispettare la natura e gli altri questi bambini hanno promesso di scrivere le loro impressioni sulla giornata e noi le pubblicheremo sono stati piantati alberi di ligustro bellissimi per le foglie verde brillante ed i fiori bianchi e profumati in primavera mentre due piante di prunus sono state messe a dimora nell aiuola adiacente al fioraio un po di tempo rispetto e attenzione da parte nostra e anche viale montanelli potrà considerarsi un vero viale 7

[close]

p. 8

continua da pag 1 incontrare il mondo dei giovani dell associazione gli argonauti maurizio fortini e i musici romani hanno salutato il nostro quartiere con le armonie calde e coinvolgenti della canzone romana che hanno risuonato fino a tarda sera fondamentale per lo svolgimento dell intera iniziativa è stata la presenza dei volontari della protezione civile dell associazione roma 19 dell equipe medica con ambulanza dell associazione delle misericordie che hanno garantito il servizio d ordine e l assistenza medica a tutti i presenti abbiamo vissuto una stupenda giornata di vita insieme abbiamo scoperto che si può vivere in una metropoli con gioia e serenità quando si ha voglia e piacere di conoscere gli altri con la semplicità e il cuore limpido dei bambini un ringraziamento anche al parroco don walter presenza silenziosa e discreta al mattino che poi nel pomeriggio ci ha consentito di utilizzare il locale della parrocchia come camerino per i vari ospiti e per averci offerto un considerevole numero di sedie quello che tutti abbiamo avuto modo di capire è che siamo diventati grandi amiamo il nostro quartiere e dopo questa esperienza altre ne seguiranno ci attendono babbo natale il carnevale la festa patronale la 2° giornata dello sport e della cultura e poi un ringraziamento dal profondo del cuore a tutti gli abitanti di torresina che sopportando i disagi provocati dal divieto di parcheggio nell area della festa hanno partecipato numerosi con interesse e calore a questa festa foto di serena larva e-mail:serenalar@msn.com classifica della maratona di 5km pos atleti uomini massimo iuliano massimiliano pisapia fabio schiaffi antonio rosata paolo minguzzi ivo quaglieri marco battaglia roberto pironi aldo barletta pietro capuano tempo pos atlete donne tempo 1 giampiero guerriero 17 28 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 1 2 3 4 5 6 peng xiaowei elisa grieco mucha eliana del pilar luana luci giuseppina manfredi nella pastoriato 12 gabriele sanzi 13 maurizio ciccioriccio 14 15 gino orsini giordano parmeggiani 18 42 22 36 23 06 23 07 23 51 24 38 25 06 25 09 26 19 26 45 29 18 29 19 32 59 56 00 25 10 32 57 34 25 36 31 44 34 56 00 i bambini e le bambine vincitori della maratonina dei 600 mt della maratonina dei 200 mt emanuele coccitto bambini martina alivernini bambine lorenzo tasselli bambini stefania castiglione bambine 8

[close]

p. 9

di stefania castiglioni la mia domenica torresiniana iao a tutti mi chiamo stefania non abito a torresina ma domenica 10 ottobre ci sono andata con la mia mamma perché sapevo che c erano delle gare ero molto curiosa ma anche molto molto emozionata insieme con gli altri bambini prima abbiamo fatto dei percorsi divertenti saltato ostacoli e tirato in alto dei cosi pesanti che sembravano razzi poi ci hanno chiamato per la prima gara e perbacco guarda un po fra i chiamati c ero anch io era una corsa abbastanza breve e non ho fatto tanta fatica i maschi purtroppo sono sempre più veloci ma sono comunque arrivata un po stanca per dire la verità prima di tutte le altre bambine e poi incredibile mi hanno chiamata anche per fare l altra gara di corsa quella più lunga sapete avevo un po paura di partire per un giro così lungo poi son partita con gli altri ed ho iniziato a correre più veloce che potevo lungo il vialone che non finiva mai ad un certo punto siccome ero stanca da morire ed iniziavo ad avere il fiatone un bambino vicino a me mi ha detto senti fermiamoci e riposiamoci un po così abbiamo ripreso fiato poi siamo ripartiti per non arrivare proprio ultimi ma beh siamo davvero arrivati ultimi lui e subito dopo io che ero rossa da morire e sbuffavo per fortuna c era da bere e anche dopo foto autorizzata c tutto quello sforzo ci voleva proprio una buona merenda poi ci hanno premiato sono arrivate tante persone sono salite sul palco ed hanno dato le coppe in premio io avevo sbirciato prima e avevo visto il mio nome scritto su un bigliettino possibile non ci volevo credere eppure ad un certo punto hanno chiamato anche me mi hanno dato oltre alla medaglia anche una bella coppa dorata un figurone quando sono tornata a casa e l ho fatta vedere a tutti le mie sorelle erano incredule perché sono rotondetta e le mie amichette invidiosissime poi tutti a pranzo a casa e noi dagli amici visto che eravamo in trasferta lontane da casa nel pomeriggio ho visto tante cose divertenti dei ragazzi con le trombe i tamburi e tante bandiere che volavano verso il cielo altri ragazzi che facevano una specie di karate ed erano molto divertenti perché uno vinceva sempre e l altro poveretto finiva sempre steso per terra sono andata a farmi fare il trucco da farfalla e poi ho visto una specie di teatro con una ragazza che raccontava una favola e un clown simpatico con una giacchetta marrone che ci ha fatto morire dalle risate e poi è arrivato un gruppo musicale che suonava cantava e ballava e ci hanno fatto venire una gran voglia di ballare pure noi tanto che mi sono messa a ballare anch io e poi ho fatto ballare mamma che si vergognava ma io lo so bene aveva una gran voglia pure lei un vero peccato dover andar via perché ormai si faceva buio e dovevo finire i compiti ma queste domeniche torresiniane perché non le fate un po più spesso 9

[close]

p. 10

di fabio barbato il parco del pineto tra interessi economici beatitudini naturalistiche e voglie di servizi e comodità ome sta il parco del pineto in questo inizio di autunno del 2010 ci sono tanti punti di vista possibili per rispondere a questa domanda per esempio c è il punto di vista dell istrice che però non ha molta voce in capitolo c è quello della mamma con bambini c è quello del frequentatore dei nuovi attrezzi ginnici così come quello del maratoneta sudato c è quello dell ambientalista duro e puro e quello del dog sitter sono punti di vista magari un po diversi che derivano da realtà specifiche e particolari basate su impressioni e sensazioni nonché desideri e necessità anche piuttosto contrastanti fra loro per me vecchio fruitore del parco biologo sempre affascinato dalla natura nonché attivista della prima ora per la sua realizzazione e più in là per la sua difesa attraverso l associazione il pineto conta soprattutto lo stato delle sue risorse naturali per la mia possibilità di visione il parco non sta male considerando anche i travagli a cui è stato sottoposto recentemente e a cui ha reagito apparentemente piuttosto bene tuttavia esistono diverse cose che non vanno strade antincendio aperte senza tenere conto delle aree naturalisticamente più pregiate in cui fra l altro sono comparsi anche segnali di vernice rossi per evidenziare chissà quali percorsi speciali maldestri tentativi di costruzione di ponticelli su ruscelli di mezzo metro di larghezza campeggi di nomadi segni di ruote di mountain bike sulle sabbie rosse piccolezze se si vuole ma che indicano una scarsa consapevolezza dell importanza di mantenere le zone di natura più originale il più possibile sgombre da interventi umani in quelle zone meglio limitarsi a guardare ammirare ed evitare di lasciare tracce di sé mi rendo d altronde perfettamente conto dell esistenza di interessi di altro genere per il parco e sul parco e di molti riconosco la legittimità ed anche l appropriatezza di alcuni però no parlo per essere chiari di chi ancora continua a ritenere possibile ricavare interessi privati dall edificazione di strutture abitative/edilizie all interno del parco o avere compensazioni esose per rinunciare alla proprietà interessi che per via logica se non per prova provata possono essere riconoscibili insieme ad altri possibili fra le cause di sviluppo degli incendi di sicura origine dolosa che nell ultimo periodo hanno funestato in vari punti il territorio del parco con una frequenza più ravvicinata e quindi più preoccupante rispetto agli anni scorsi incendi che vanno a ferire proprio le risorse naturali la cui protezione è il motivo primo dell istituzione del parco altra questione aperta è l ormai annosa vicenda dell allargamento di via pineta sacchetti che alcuni vorrebbero a scapito del territorio del parco cosa a mio avviso semplicemente inconcepibile considerata oltretutto la c possibilità di soluzioni alternative vedi piccolo arretramento di proprietà ecclesiastiche i cui responsabili potrebbero fare una bella figura con piccolo sforzo dunque il pineto è un luogo sicuramente complicato da gestire ricco di problematiche che derivano dalla molteplicità degli interessi che vi convergono in realtà appare quasi un miracolo a me come a molti altri amici della natura che conoscono la ricchezza in biodiversità tipica del pineto riuscire ad ammirare tante fioriture nei prati a maggio o i colori variabili stagionalmente delle foglie delle tante specie arboree presenti contemplare un orchidea selvatica o un tritone crestato che si divincola tra le piante acquatiche in un piccolo specchio d acqua è per noi un esperienza forte tanto più se fatta a 10 minuti di cammino da un quartiere densamente popolato come può essere l aurelio o primavalle o balduina beatitudini naturalistiche peraltro esistono anche zone a immediato ridosso dei quartieri di più facile e immediata fruizione che è giusto dotare di servizi e comodità cum grano salis tuttavia la scelta in chiave prettamente elettoralistica di costruire parchi giochi per bambini e aree con attrezzi ginnici per adulti senza un percorso condiviso con una logica che privilegia comodità di posizionamento e immediatezza di realizzazione rispetto a visioni un po meno superficiali che mettano insieme esigenze diverse tra diversi tipi di fruitori del parco non è a mio avviso da sostenere se posso individuare un elemento di grossa preoccupazione a proposito di gestione questo è il progressivo sgretolamento della responsabilità istituzionale sul parco teoricamente ancora in mano a roma natura ente apparentemente in via di estinzione di fatto una qualsiasi istituzione sia essa un municipio un assessorato un ente o altro che abbia un minimo di disponibilità economica e di determinazione per fare qualcosa all interno del parco semplicemente la fa non si pone il problema di ascoltare i punti di vista di chi il parco lo vive vedi associazioni e quanto meno quello di seguire delle regole di comportamento peraltro esistenti vedi il piano di assetto sempre in vigore anche se ignorate dai più che dovrebbero differenziare nettamente un parco a tutela dell ambiente da una qualsiasi villa comunale differenza facilmente intuibile vista la ricchezza di biodiversità naturale caratteristica del pineto così come di altre riserve limitrofe che lo contraddistingue in modo netto dalla moltitudine di specie vegetali e animali immesse artificialmente dall uomo nelle cosiddette ville comunali senza per questo nulla togliere alla validità di queste ultime che sempre polmoni verdi oltretutto ricchi di innumerevoli monumenti e opere d arte sono insomma per concludere da parte mia esprimo un auspicio verso una maggiore consapevolezza delle ricchezze naturali che racchiude il parco e verso una loro adeguata valorizzazione secondo un ottica ecocompatibile e senza stravolgimenti che privilegino eccessive comodità le beatitudini bisogna anche un minimo conquistarsele 10

[close]

p. 11

di gruppo scout roma 122 iao a tutti si a mo il g r upp o scout agesci roma 122 alcuni di voi ci avranno conosciuto domenica 10 ottobre in occasione della festa di torresina abbiamo partecipato alla s messa e ai giochi del pomeriggio e inoltre i nostri ragazzi più grandi hanno dato vita a uno spettacolo di sbandieratori il gruppo è composto da varie unità ognuna delle quali educa bambini e ragazzi di età diversa attraverso il metodo scout siamo presenti in due parrocchie gesù divin maestro in via vittorio montiglio sulla pineta sacchetti e san filippo neri in via martino v zona boccea abbiamo due branchi bambini tra gli 8 e gli 11 anni due reparti adolescenti tra i 12 e i 15 anni un noviziato ed un clan giovani tra i 16 e i 21 anni i bambini del branco sono lupetti e lupette che attraverso le storie di mowgli cresciuto tra i lupi nel famoso libro della giungla di rudyard kipling imparano a vivere insieme con lealtà e gioia scoprono la natura e iniziano a conoscere se stessi e gli altri i ragazzi del reparto sono esploratori e guide che vivono l avventura e iniziano a gestire il loro tempo e le relazioni tra coetanei vivono all aria aperta imparano le tecniche scout attraverso cui realizzano grandi imprese i giovani del noviziato e del clan sono rover e scolte ragazzi che si apprestano a diventare uomini e donne scegliendo di vivere la propria vita alla luce della legge scout e del vangelo tra i tanti strumenti educativi abbiamo scoperto circa venti anni fa l arte della bandiera i ragazzi del clan imparano l importanza del gioco di squadra dell impegno e della responsabilità quest attività è uno dei fiori all occhiello del nostro gruppo in quanto ci permette di farci conoscere di entusiasmare i ragazzi e di autofinanziarci quest anno inoltre abbiamo anche compiuto un passo molto importante ci siamo presentati alla lis lega italiana sbandieratori e possiamo dire con orgoglio di essere l unico c semel scout semper scout gruppo di sbandieratori di roma le unità sono guidate della comunità capi adulti volontari che hanno deciso di dedicare il loro tempo all educazione dei ragazzi tramite il metodo scout ricco di molti strumenti educativi l educazione del carattere e della personalità basata sulla forza d animo lo spirito di avventura e lo spirito di servizio è forse l investimento più grande per un ragazzo nell età evolutiva l educazione all autonomia dove trovate oggi un associazione che dà ai ragazzi la possibilità di sperimentarsi come veri e propri adulti cimentandosi con difficoltà di ogni tipo per raggiungere insieme un obiettivo trovare soluzione ai problemi si sa sviluppa l intelligenza l educazione ai valori su cui poter costruire un carattere forte basato sul vangelo e sulla legge scout l impegno e la partecipazione sociale che si manifesta con un attenzione particolare al territorio in cui viviamo e nell aiuto concreto e costante che abbiamo portato e portiamo in tante situazioni di bisogno il prezzo richiesto è tempo e sudore nella consapevolezza che se vuoi realizzare qualcosa di bello devi costruirlo con fatica è una lezione imparata da più di 1500 ragazzi che sono passati per il nostro gruppo che l esperienza scout rimanga salda nel cuore delle persone semel scout semper scout lo testimonia la grande partecipazione nei momenti di celebrazione che organizziamo ogni 5 anni momenti ai quali intervengono i nostri ormai adulti ex ragazzi sparsi in tante regioni d italia se sei interessato a conoscerci meglio chiamaci 06/35504049 lunedì mercoledì venerdì dalle 16 alle 18 11

[close]

p. 12

nicholas eymerich e il sangue di eymerich nicholas eymerich inquisitore mater terribilis il corpo di antonio di siero picatrix la scala per l inferno cherudek il castello di eymerich il mistero dell inquisitore eymerich la furia di eymerich graphic novel disegni di francesco mattioli la luce di orione tutti di valerio evangelisti mondadori nicholas eymerich inquisitorela dea 2 volumi graphic novel di evangelisti sala e zetner bd la distruzione del futuro è cominciata nel passato na terribile epidemia di ma ogni azione genera una reazione così secoli dopo anemia falciforme attec uno scienziato del ku-klux klan è convinto di poter sterchita nella popolazione afro-americana e trasmessa rapi minare i neri grazie a una malattia latente nel sangue dedamente ai bianchi ha messo in ginocchio gli stati uniti gli africani uno psicanalista tedesco mentre soffre di tercausando la scissione in tre stati accomunati dall osses ribili allucinazioni scopre qualcosa addormentato nelle profondità delle grotte di nettuno in sardegna un gesuisione per la purezza della razza l europa trema sotto i tacchi delle forze nazi-comuniste ta nato nel xiv secolo viene ricoverato in una clinica sul della rache in medio oriente le ostilità continuano sen finire del xx secolo la stessa giovanna d arco vissuta un za tregua tra le armate occidentali dei mosaici e le secolo dopo rimane coinvolta nelle crociate private di eymerich se vi chiedete come sia possibile tutto questo mortali illusioni schierate dagli europei nello spazio si combattono battaglie tra astronavi alimen avete una sola possibilità immergervi nella lettura dei tate dagli psitroni particelle responsabili dei fenomeni deliranti romanzi e fumetti della serie il primo romanzo della serie nicholas eymerich inquisidi telepatia questo è il futuro che ci attende per scoprire come si è tore comparve nel 92 sulle pagine di urania la storica potuti arrivare a tutto questo bisogna tornare indietro nel rivista di letteratura fantascientifica di mondadori e dotempo fino all anno 1352 quando un oscuro sacerdote po l apparizione del secondo episodio della serie mater domenicano catalano si proclamò grand inquisitore del terribilis si spostò nella collana oscar mondadori non regno d aragona colto incorruttibile ma anche spietato contento evangelisti espanse ai fumetti la sua creatura crudele misantropo e misogino oltre ogni limite terroriz con la collaborazione di mattioli zato dalla sola idea delle semplice esistenza di creature più recente è la conversione a fumetti del primo romanzo ad opera oltre che di evangelisti anche dei disegnatori che non possono essere bruciate o schiacciate non è un semplice sacerdote è un guerriero è un assas d oltralpe sala e zetner sino è una spia e non si fermerà davanti a nulla pur di ancora più recenti sono i due sceneggiati radiofonici trastroncare il male o almeno quello che lui è convinto smessi da radio 2 basati su il castello di eymerich e sia il male anche a costo di torturare innocenti bruciare la furia di eymerich intere città o addirittura distruggere il proprio corpo u segue a pag successiva 12

[close]

p. 13

segue da pag precedente stiamo parlando insomma di un successo inarrestabile cosa può fare sì che un romanzo pubblicato su una rivista che vanta più di cinquant anni di attività e che ha già visto migliaia di prodotti molti dei quali scomparsi nelle nebbie del consumismo generare un simile fenomeno in primo luogo specie per quel che riguarda noi europei la religione è senza dubbio un argomento caldo specie se si parla dell intoccabile argomento dei danni causati dalla chiesa cattolica inquisizione crociate indice dei libri proibiti secondo e questo è ben più importante un idea davvero originale noi italiani siamo vincolati al principio manzoniano della fantasia come spreco di energie attività della mente assolutamente inutile siamo legati all illusione del verismo di stampo verghiano e peggio di tutto abbiamo le mani legate da forze delle religioni e più di recente i partiti politici autonominatesi inviolabili e quindi non investigabili evangelisti anticipa in un certo senso la via seguita da dan brown con un idea di base completamente diversa l autore non ha alcuna pretesa di verità eppure forte anche delle sue competenze tecniche stiamo parlando di uno storico ricrea con precisione quasi maniacale il contesto storico ricrea le situazioni i personaggi mette in scena i rituali solo per divincolarsi sul più bello e creare la più incredibile tela che la letteratura di fantascienza abbia mai conosciuto evangelisti è la prima manifestazione del deragliamento che porta all evoluzione dopo centocinquant anni di staticità suicida un epoca segnata da una paura viscerale del futuro vi ricordate le vecchie commedie in cui signori in giacca e cravatta gridavano andate a lavorare a giovani e stupidi hippy e ridicoli praticanti yoga il sonno dell arte italiana non è ancora terminato dobbiamo solo sperare che altri autori raccolgano l eredità di evangelisti e diano inizio a un altro piccolo rinascimento i l mondo È bello perchÉ varia q uesta espressione molto usata sta ad indicare quanto siano importanti le differenze e le imprevedibilità pensiamo a come sarebbe monotono un mondo tutto uguale dove niente più ci stupisce supponiamo ora che ci sia un mondo dove la diversità è addirittura fondamentale per la sua esistenza in pratica grazie alle diversità si sono creati degli equilibri fondamentali senza i quali tutto crolla e quel mondo rischia di perdere fascino e vitalità in altre parole la propria essenza.quanto appena descritto non è una storia narrata su un fumetto o su un libro di favole ma ahimè la cruda realtà il mondo di cui parliamo infatti non si discosta tanto dal pianeta terra.il 2010 è stato proclamato dalle nazioni unite l anno della biodiversità con biodiversità si intende l insieme di tutte le piante gli alberi i pesci gli animali piccoli e grandi che formano l ecosistema della terra da cui noi dipendiamo pensate al libro degli animali alle immagini delle barriere coralline alla catena alimentare ecco la biodiversità è tutto questo e moltissimo altro ma passando dalle immagini alla realtà quello che vediamo sono foreste tagliate terre asfaltate mari e fiumi inquinati aria piena di gas nocivi e pratiche agricole invasive il cui effetto è quello di aver costretto una buona percentuale di animali e piante all estinzione molto probabilmente mentre starai leggendo quest articolo un altra specie si è estinta e così via ad un tasso sbalorditivo di centinaia al giorno il punto infatti non è l estinzione in quanto tale che è pur sempre un fenomeno naturale ma la rapida impennata avutasi negli ultimi decenni ad una velocità allarmante piante che potrebbero essere usate per produrre frutti da mangiare per curare malattie oppure per suggerire idee per un migliore sviluppo tecnologico e che invece scompaiono una volta e per sempre inoltre ancora sono inesplorate le conseguenze della perdita di equilibri millenari che potrebbe ridurre la fornitura di ecoservizi da parte della terra a tutto danno della nostra stessa esistenza e così bisognerebbe pur darsi un freno per salvare il salvabile per non ritrovarci alla fine in un mondo improduttivo e senza fascino per preservare la possibilità di crescere piante nel futuro sono state create apposite banche di semi qui all interno di barattoli di stefano merciai in speciali stanze a temperature controllate sono conservati migliaia e migliaia di semi soprattutto per quelle piante a scopo alimentare ma pensare di includere i semi di tutte le piante è impossibile per soldi tempo e spazio per cui questa strategia seppur con tante lodi non può essere assolutamente la soluzione.altre strategie forse più logiche prevedono la realizzazione di aree protette all interno delle quali preservare un ambiente naturale per permettere ad animali e piante di riprodursi e quindi far rimanere in vita la propria specie pensiamo ai parchi naturali e marini alle foreste vergini e così via ma serve ancora dell altro la biodiversità è comunque minacciata se rimane recintata serve dell altro da parte degli esseri umani nella nostra vita quotidiana nei nostri stili di consumo nei nostri sistemi produttivi e nelle nostre città un ripensamento del nostro sviluppo è necessario per far sì che le minacce siano ridotte per l ambiente e per chi ci abita noi inclusi si potrebbe cominciare con idee semplici ad esempio dei bei balconi con piante e aree verdi possono dare una mano a far crescere la biodiversità anche nelle città e poi a ciascuno di noi il compito di pensare a come fare dell altro nel quotidiano.la biodiversità è un esigenza di tutti sul nostro pianeta e perciò andrebbe preservata l onu ce lo ricorda 13

[close]

p. 14

del dott alessandro mingarelli psicologo della salute gioco d azzardo il piacere di un illusione a questo orizzonte di affaristi e d imbroglioni fatto di nebbia pieno di sembrare ricolmo di nani ballerine e canzoni di lotterie l unica fede in cui sperare da addio di francesco guccini 2000 cos è il gioco d azzardo il gioco d azzardo include una serie di attività ludiche con finalità di guadagno in cui la vincita o la perdita dipendono quasi esclusivamente dal caso per partecipare a queste attività occorre una certa somma di denaro come iscrizione le possibilità di vittoria sono quasi interamente al di fuori del controllo del giocatore alcuni tra i più diffusi giochi d azzardo sono lotteria lotto superenalotto gratta e vinci roulette poker videopoker diffusione del fenomeno per avere un idea della diffusione di questo fenomeno basti sapere che la spesa in italia per il gioco d azzardo è passata dai 14,3 miliardi di euro nel 2000 ai 47,5 miliardi del 2008 con un incremento quindi del 332 in 8 anni tra i fattori che hanno influenzato questa diffusione ci sono le numerose manovre economiche del governo che anno dopo anno hanno introdotto nuove forme di gioco d azzardo pubblico oggi l industria del gioco d azzardo è tra le prime in italia e secondo i dati della consulta nazionale antiusura è anche la maggior causa di ricorso a debiti e/o usura difatti tra i giocatori abituali compaiono maggiormente persone con bassi redditi secondo l eurispes giocano il 47 degli indigenti il 56 del ceto medio-basso il 66 dei disoccupati l ultima frontiera il gioco d azzardo on-line internet è la nuova frontiera dei giochi d azzardo soprattutto per i giovani attraverso la rete i giochi diventano maggiormente accessibili poiché sono a portata di mouse e disponibili 24 ore su 24 il giocatore è confinato nella sua stanza viene in questo modo a mancare la funzione socializzante del gioco e ci troviamo piuttosto di fronte a un rituale solitario le fantasie del giocatore comune ma come si costruisce l idea nel giocatore medio che ottenere una vincita sia a portata di mano consideriamo come esempio il superenalotto che è il più diffuso gioco d azzardo d italia ma paradossalmente è anche quello con cui si ha la minore probabilità di vincita effettuando dei calcolo statistici scopriamo che la possibilità di vincere il premio massimo è solamente 1 su 622 milioni oltre 10 volte la popolazione del nostro paese nonostante le basse probabilità di vincita cos è che ha allora decretato la diffusione di questo gioco se da una parte l importo contenuto della giocata minima è alla portata di tutti dall altra la bassa probabilità di vincita dovrebbe far desistere qualsiasi persona dal tentare la sorte lo psicologo daniel kahneman premio nobel per l economia nel 2002 ha dimostrato che i processi decisionali umani in condizioni d incertezza violano sistematicamente alcuni principi di razionalità nella giocata del superenalotto cosa stiamo comprando probabilmente un sogno nel giocatore si realizza una sorta di pensiero magico una forma di funzionamento mentale tipica del pensiero infantile con cui egli associa tra loro avvenimenti casuali che non hanno alcun legame con la logica del gioco ad esempio inseguire il numero che non esce da diverso tempo associare un sogno a un numero interpretare delle ricorrenze della vita quotidiana come significative nel fornire i numeri fortunati con la fantasia più o meno esplicita che la dea bendata della fortuna lo stia scegliendo come vincitore e non debba fare niente altro che giocare per rivoluzionare la sua condizione di vita quando giocare d azzardo diventa una dipendenza si stima che le persone dipendenti dal gioco d azzardo siano tra il 2 e il 3 della popolazione ma quando si può parlare di dipendenza dal gioco d azzardo nei casi in cui il gioco viene percepito dalla persona non più solamente come un opportunità una possibilità ma diviene una necessità una esigenza vitale di cui non si può fare a meno come respirare mangiare dormire quindi il livello di autonomia della persona è fortemente compromesso e il giocare diviene un elemento essenziale nel suo equilibrio emotivo gli indicatori che rivelano una dipendenza sono solitamente il bisogno di aumentare l entità e la frequenza delle scommesse per raggiungere il piacere desiderato le ripetute perdite di denaro e la considerazione che solamente ritentando il gioco si possano risolvere le eventuali difficoltà economiche che ne sono derivate l irrequietezza e/o l irritabilità se si è impossibilitati a giocare eventuali commenti all articolo possono essere inviati all indirizzo e-mail dell autore alessandro.mingarelli@psicosalute.com 14

[close]

p. 15

raku quando l artista si serve della terra e ascino e mistero della ceramica raku che dopo un cammino di mille anni riesce ancora a stupirci la provenienza di questa tecnica artistica della ceramica ha la sua origine in giappone un paese pieno di poesia il raku nella sua tecnica particolare come un rinascimento interessa tutto il mondo occidentale la bellezza di queste ceramiche nasce dalle mani del grande maestro vasaio chojiro nel xvi° sec un arte che ha il pieno diritto di una paternità assoluta che appartiene al giappone un paese che oltre alle moderne tecnologie sa parlarci di arte e di bellezza polarizzando l attenzione degli artisti facendoci conoscere tutta la tradizione culturale di cui gode un paese misteriosamente bello dove il mito del cerimoniale del the diventa leggenda facendo delle ceramiche raku opere artistiche famose in tutto il mondo gli artisti italiani e di tutto il mondo hanno fatto amicizia da tempo con un modo diverso di fare ceramica creando opere che vanno dalla classicità al moderno rispettando la di fattino tedeschi critico d arte del fuoco per dare alla materia forme d arte chiamate ceramiche raku f tradizione giapponese del raku in italia si è da poco conclusa un interessante rassegna di opere raku dedicata alla memoria di uno dei più grandi artisti ceramisti del raku guerrino tramonti una rassegna retrospettiva del grande maestro di faenza cuore della ceramica in italia presente con le sue opere in tutti i musei della ceramica del mondo la mostra ospitata dalla città di urbino ha registrato indici di grande interesse tra i visitatori italiani ed i turisti presenti nella città di raffaello culla del rinascimento questo segnale positivo che viene da urbino ci dimostra quanto grande sia l interesse per questa tecnica di fare ceramica che ha trovato sia in italia che nel mondo le giuste consonanze espressive di un arte che nasce dal fuoco dalla terra e dalle mani degli artisti che con la loro creatività riescono a dare forma alla materia creando simboli e oggetti di particolare bellezza che arredano le stanze delle nostre case con opere che spesso da oggetti si trasformano in vere sculture 15

[close]

Comments

no comments yet