Ottobre 2010

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

distribuzione gratuita giornale di quartiere anno 3 numero 32 ­ ottobre 2010 dai dai dai vedrai che ce la fai di marcella speranza la lunga gestazione del parco giochi rano ormai tre mesi che i lavori è un grattacelo perciò tutti speravamo del parco giochi di torresina che finalmente il sogno si sarebbe reaerano fermi nessuno osava più spera lizzato magari entro l estate da giugno però tutte le nostre spere che sarebbero ripresi inutile ricordare la genesi di questo ranze sono state deluse già i lavori erano andati avanti con soli due o tre parco nel 2006 una bambina scrisse operai presenti sporadicamente al sindaco di allora perché nel poi improvvisamente tutto riquartiere dove lei abitava c erano mase bloccato la cosidtanti bambini ma nessuno spadetta mezzaluna recintazio adatto a loro chiese perta con una rete aranciò un parco giochi per lei cione che al pried i suoi amichetti mo refolo di sensibile alla richiesta vento svodi una cittadina di lazz ava soli sette anni il via insindaco di allora sieme alla autorizzò e fipolvere pronanziò la codotta dalla struzione terra smossa il del parco cantiere abbandoma tra il nato che sembrava dire e il peggiorato rispetto f a re .l a all inizio dei lavori bambina adesprima almeno c era l erso ha undici anni e ba forse per lei il parco i cittadini non avevano più non serve più però ha potuto avere notizie perché nesdue sorelline che potrebbesuno sapeva gli uffici tecnici non ro godere di questo spazio ricevevano e non informavano come cambiarono gli amministratori della città e anche i nuovi eletti si dimo se la legge sulla trasparenza non esistrarono interessati alla realizzazione stesse improvvisamente il 20 settemdel progetto tuttavia per intralci buro bre una sorpresa si lavora di nuovo al cratici per lentezza nella progettazio parco ho chiesto al geometra della ne si dovette aspettare fino a novem ditta appaltatrice dei lavori cosa fosse bre dello scorso anno per vedere final successo e cosa ci dovessimo aspettamente l inizio dei lavori un parco non re con tutta tranquillità ha affermato che i lavori si sono interrotti perché l acea per quello che è di sua competenza ha avuto bisogno di tempi lunghi adesso è tutto a posto secondo il geometra i lavori adesso proseguiranno celermente e lui giura che prima della fine dell anno il parco sarà consegnato quanto tempo passerà tra la consegna dei lavori e il momento in cui un primo bambino potrà fare l altalena prima o poi succederà e intanto i bambini continuano a giocare sui marciapiedi e l associazione noi di torresina e il comitato di quartiere di torresina sono lieti di annunciarvi che il 10 ottobre prossimo sotto il patrocinio dell assessorato allo sport della provincia di roma si terrà la giornata dello sport e della cultura globale a torresina la giornata si suddividerà in due grandi momenti la mattina verrà dato ampio spazio allo sport si inizierà con una gara podistica non competitiva di circa 5 km riservata agli adulti ma saranno soprattutto i bimbi i grandi protagonisti avranno infatti l opportunità di praticare l atletica e divertirsi con i lanci i salti e brevi corse podistiche pensate solo per loro le premiazioni sportive concluderanno le varie manifestazioni la partecipazione alle gare sia per gli adulti che per i bimbi è gratuita e sarà possibile iscriversi alle manifestazioni sportive sia sabato 9 ottobre presso lo stand dell associazione noi di torresina allestito nel piazzale di fronte alla chiesa nel corso della giornata sia domenica 10 prima delle relative manifestazioni all atto delle iscrizioni verrà consegnato il numero di pettorale che contraddistinguerà i partecipanti gli sbandieratori apriranno le ore pomeridiane che vedranno il susseguirsi di spettacoli di danza e musica del perù e delle filippine potremo poi ascoltare le calde note del gospel sudafricano e ammirare gli sgargianti colori della sfilata dei costumi africani per ritornare infine alla tradizione italiana con le canzoni più celebri del folclore romano la manifestazione sarà arricchita dalla presenza di diversi stand espositivi ed enogastronomici.

[close]

p. 2

sommario dai dai dai vedrai che ce la fai in fuga dall acqua ma nemmeno se ce lo danno gratis riusciamo ad averlo scegliere l informazione come quando e da chi il teatro la casetta compie 10 anni auguri puglia alla riscossa una regione da scoprire strade per la conoscenza del territorio resuscitare un classico anzi due la zucca 7 8 9 10 11 12 14 1 5 le lettere dai lettori rubriche 3 3 4 4 6 6 10 13 15 le dediche dei nostri lettori ricordo di la curiosità del picchio news dal comitato di quartiere torresina pillole di tecnologia filo diretto con le istituzioni intervista a le perle di zia pina dopo la lettura il picchio ti invita a gettare il giornale negli appositi cassonetti per la carta perché il picchio è a favore della raccolta differenziata dove posso trovare ogni mese la mia copia de ll picchio di torresina tutti i negozi e gli studi professio informagiovani di via della pineta nali di torresina sacchetti 78 tutti gli inserzionisti esterni centro anziani torrevecchia le edicole via torrevecchia 87 monte mario-primavalle 242-633 ama di torrevecchia i negozi di via pietro maffi santa maria della pietà le edicole di via pietro maffi ·uffici circoscrizionali pad 29-30alcuni negozi di via andersen 31 municipio 19° di via mattia batti ·padiglioni 13 26 e 32 stini ·centro antea atletica monte xix gruppo vvuu via f borromeo mario la biblioteca basaglia via federi scuola di via andersen gruppo volontari protezione civico borromeo 67 biblioteca casa del parco e going le 19 via gianbattista soria anno 3 numero 32 ottobre 2010 reg tribunale di roma n 559 del 17 dicembre 2007 sede viale indro montanelli 20 00168 roma ilpicchioditorresina@yahoo.it editore associazione o.n.l.u.s noi di torresina viale indro montanelli 20 00168 roma/cellulari 3338029862 3383171087 e 3396531743 direttore responsabile jean-luc giorda capo redattore stefania giannetto in redazione marcella speranza emanuela monego daniela moretti aurelia colarossi cinzia pezzola antonio picciau antonella salerno pierfederico poli progetto grafico redazionale luigi spagnoletti roberto delle case hanno collaborato a questo numero pina ladogana il comitato di quartiere torresina gianni moretti antonio di siero stampato presso tipografia river press group s.r.l via menalca 30 tel fax 062294420 062295925 e-mail rpg@mclink.it l associazione noi di torresina ringrazia tutti coloro che con le loro donazioni ci permettono di pubblicare il picchio questo numero è stato chiuso in redazione il 01/10/2010 invitiamo tutti i lettori che vogliono scrivere articoli poesie dediche o che vogliono raccontare momenti di vita lagnandosi o ringraziando ad inviarci i loro elaborati presso ilpicchioditorresina@yahoo.it oppure lasciando i loro scritti dal giocattolaio nuvoloni via pietro maffi 28/32 da roberto il tabaccaio di viale i montanelli o all edicola vidi di viale montanelli gli scritti dovranno essere accompagnati dalla firma dell autore che potrà scegliere di non essere citato sul giornale ma apparire solo con le iniziali o un nomignolo e un recapito telefonico 2

[close]

p. 3

le dediche dei nostri lettori netta 25 ottobre buon compleanno amica mia amica speciale da sempre come speciale ti auguro di passare il tuo compleanno auguri auguri di cuore da aurelia e demetrio le lettere dai lettori salve picchio con questa lettera vorrei portare uno spunto di riflessione in merito ad un fatto veramente singolare nella sentenza 238 del 2009 la corte costituzionale aveva riconosciuto la natura tributaria della tia tariffa igiene ambientale con la conseguenza di non poter essere assoggettata ad iva per quasi un anno i comuni sono andati avanti in ordine sparso nel concedere o no i rimborsi e nel continuare o no ad applicare l iva anche perché il governo non aveva mai preso una decisione definitiva in merito nella manovra correttiva di quest estate il governo ha inserito un articolo interpretativo che nega la natura tributaria della tia e di conseguenza è compatibile con l applicazione dell iva ed elimina alla radice la possibilità di chiedere il rimborso di quella pagata in pratica viene data un interpretazione opposta rispetto alla sentenza della corte costituzionale caro picchio come mai nel sito del quartiere di torresina www.torresina.net è indicato che il capolinea dell autobus 46 sarà spostato da via paolo rosi se la notizia fosse confermata vorrei capire come mai e da chi è stata presa questa decisione visto che caro picchio un sentito ringraziamento a tutti coloro che si sono adoperati per fare gli spettacoli che si sono svolti dal 19/7 al 28 u.s nel nostro quartiere personalmente non ne ho perso uno gustando la bravura dei componenti dei vari gruppi serate molto belle con parecaltra novità nell articolo si dice che le controversie sorte dopo il 31 maggio 2010 sono di competenza del giudice ordinario quindi non di quello tributario difficile in pratica capire quando inizia una controversia e di conseguenza a quale giudice bisogna rivolgersi ora veniamo al caso specifico della città di roma e della relativa gestione dei rifiuti realizzata dalla società ama spa l ama non solo si troverà a non rimborsare l iva tassa ingiustamente incassata negli anni ma ha anche pensato dalla bolletta di giugno 2010 di eliminare la voce relativa e di aumentare tutte le altre 3 voci di spesa importo quota fissa importo quota variabiimporto occupanti le e importo quota variabile n occupanti in modo che il totale da versare sia all incirca rimasto lo stesso rispetto al 2009 nonostante sia stata tolta l iva mi viene da dire che strano paese è l italia g p la maggior parte degli abitanti di via paolo rosi è felicissima della presenza del capolinea nella propria via credo che prima di prendere una decisione così impopolare e ingiustificata dovrebbero essere ascoltati i cittadini magari tramite un referendum d s chie persone che partecipavano contente un occasione speciale per stare insieme e vedere con gioia i numerosi bambini scorazzare felici ed unirsi all allegria dei vari comici complimenti con la speranza che questa esperienza si possa ripetere un caro saluto a tutta la redazione costanza il terreno da cartacce rifiuti di ogni genere ed escrementi di cani qualche volta è accaduto che la gente condividesse il loro lavoro anche solo con ringraziamenti verbali altre volte è successo che invece qualcuno abbia inveito contro queste persone minacciandole perché utilizzavano l acqua condominiale peccato che molto spesso si parli per convenzione senza documentarsi e soprattutto ingiuriando ed insultando chi per quanto faccia per il quartiere dovrebbe essere meritevole di ringraziamenti da parte di tutti vorrei far presente che l acqua che si utilizza per innaffiare i giardini condominiali e non è acqua di pozzo e quindi assolutamente gratuita il suo unico costo è rappresentato dall energia elettrica utilizzata dalla pompa idraulica costo annuo stimato qualche euro allora anziché svilire e sminuire il preziosissimo lavoro di pochi sarebbe opportuno prima di parlare documentarsi e cercare di essere più civili perché la civiltà consiste nel rispettare prima di tutto la cosa comune e v men at work uomini al lavoro sembrerebbe di leggere uno di quei pannelli luminosi in autostrada invece siamo nel giardino a mezzaluna di viale indro montanelli quello alle spalle dell edicola lo stesso giardino nel quale l inverno scorso sono stati piantati degli abeti regalo delle festività natalizie quando gli alberi di natale ormai spogliati di ghirlande e palline sfavillanti non servono più e vengono abbandonati ricordo ancora lo sforzo immane di alcune persone per issare e trapiantare questi gioielli della natura che altrimenti sarebbero stati destinati alla discarica questo giardino è da quest estate oggetto di sistemazione e creazione del nuovo parco di torresina quindi transennato al centro ci sono comunque 6 alberi di cui 2 purtroppo già secchi che non possono vivere di sola acqua piovana in particolare d estate quando le precipitazioni sono assai scarse ed ecco allora che alcuni volenterosi sempre gli stessi dedicano parte del loro tempo per innaffiare queste piante potarle tagliare l erba del prato e pulire 3

[close]

p. 4

di emanuela monego se qualcuno vi invitasse ad una festa in via trionfale 4444 non andateci p er il semplice fatto che il numero è inesistente così come non esistono i numeri compresi fra il 193 ed il 5593 vedere per credere se seguite il percorso di via trionfale dal suo inizio largo trionfale in pieno centro verso monte mario e la parte nord di roma controllate la successione ordinata dei numeri civici dispari a sinistra e pari a destra fino all incrocio con viale delle medaglie d oro a questo punto di fronte ai semafori una targa sul muro informa i passanti che i numeri civici che seguono indicano la distanza metrica stradale dal campidoglio e di botto la numerazione aumenta di ben 5400 unità in questo punto un tempo finiva l abitato ed iniziava la campagna avanzando fuori città si indicava quindi la distanza in chilometri e metri dal centro per eccellenza della capitale che con la via trionfale ha un nesso specifico fin dai tempi dell antica roma curiosando infatti nella storia che ci illumina anche sulle origini del nome di questa lunga arteria la cui numerazione arriva a 14.000 poco prima dell incrocio con la via cassia in località la giustiniana apprendiamo che lungo questa via si svolgeva il trionfo una specie di corteo-processione con cui i romani festeggiavano una vittoria militare importante onorando il vincitore ed al tempo stesso gli dei in particolare giove che ringraziavano per il successo ottenuto nella sfilata c era il cocchio del vincitore incoronato di alloro c erano i suoi ufficiali ed i suoi soldati c erano i prigionieri più illustri che seguivano a piedi spesso incatenati c erano i carri che portavano i pezzi più preziosi del bottino di guerra ai due lati della strada il popolo esultante applaudiva non mancavano però momenti di ironia spesso gli amici più intimi del comandante vittorioso gli ricordavano aneddoti personali buffi o piccanti e soprattutto non mancava mai qualcuno che di tanto in tanto gli diceva da vicino ricordati che sei mortale il percorso finiva al tempio di giove ottimo massimo sul campidoglio qui il trionfatore entrava nella casa del dio e deponeva la sua corona in grembo alla statua come per dire che in fondo il merito della vittoria non era suo ma della divinità quando roma era ancora un villaggetto il trionfo si svolgeva lungo la via sacra ed era poca cosa ma quando furio camillo espugnò dopo un lungo e faticoso assedio la potente città etrusca di veio odierna isola farnese la processione ben più lunga e festosa si svolse lungo il sentiero che portava da veio verso roma che dice la leggenda da allora divenne la via trionfale man mano che roma conquistava il mondo i trionfi furono sempre più solenni e le prede più ricche quando però l impero subentrò alla repubblica furono solo gli imperatori a trionfare vittoriosi anche se magari non si erano mossi da roma e la campagna era stata condotta da un loro governatore o da un loro generale a quel punto anche il significato religioso profondo della festa era andato completamente perduto ed il popolo assisteva per curiosità o sperando in qualche elargizione ad uno dei tanti eventi programmati dalla propaganda imperiale 4

[close]

p. 5

in fuga dall acqua iù di 100 persone dello staff internazionale di medici senza frontiere stanno attualmente lavorando al fianco di 1.200 pakistani nei programmi di msf nel paese sono passate più di 5 settimane dalle prime inondazioni e in alcune province l acqua ha iniziato a ritirarsi anche se spostandosi verso il sud del paese recenti alluvioni costringono ancora centinaia di migliaia di persone ad abbandonare le proprie case oltre un mese dopo la prima inondazione che ha colpito il pakistan la situazione rimane estremamente difficile per milioni di persone e medici senza frontiere msf non smette di attivarsi per offrire assistenza medica garantire la fornitura d acqua potabile e la distribuzione di generi di prima necessità dal 10 agosto msf è riuscita a distribuire kit a 5.143 famiglie 36.000 persone a kyber pakhtunkhwa e nelle province del baluchistan kit con vestiti sapone spazzolini asciugamani lame per rasoi taniche secchi coperte zanzariere e coperture in plastica o altre cose a seconda delle esigenze tempo permettendo distribuiremo centinaia di kit in settimana nel khyber pakhtunkhwa e in baluchistan dichiara thomas conan rappresentante di msf in pakistan temiamo però che finora sia stato fatto troppo poco per le famiglie colpite bisogna fare molto di più per loro già dopo due settimane dalla prima inondazione i bisogni della popolazione erano immensi una delle sfide maggiori è stata quella di trovare zone adatte alle distribuzioni infatti molti posti asciutti nel giro di poche ore potevano essere sommersi dalle acque dall inizio dell emergenza msf ha effettuato più di `10.000 visite mediche alle persone colpite dalle alluvioni circa 2.500 di queste visite sono state effettuate tramite 8 cliniche mobili che hanno raggiunto aree remote e zone con vaste concentrazioni di persone come campi sfollati o scuole c è un disperato bisogno di acqua pulita nonostante nel sukkur esistano tre impianti depurativi per le acque dell indo la principale fonte d acqua della città purtroppo il fiume ha elevati livelli di torbidità e dunque è p essenziale avere sistemi di filtraggio efficienti per questo motivo la fornitura d acqua potabile è un altra priorità di msf a sukkur il personale ha installato due serbatoi ricaricabili da 5000 litri in un campo sfollati e ha messo in funzione un sistema di purificazione delle acque direttamente presso uno dei tre impianti della città sono circa 80.000 i litri d acqua pulita forniti quotidianamente alle strutture sanitarie di sukkur ma ancora molto resta da fare le forniture di acqua potabile sono fondamentali e devono proseguire per scongiurare l insorgere di malattie gli sforzi delle organizzazioni nazionali e internazionali che lavorano a sukkur come in altre parti del paese devono aumentare per rispondere ai numerosi bisogni degli sfollati a breve le scuole dovrebbero riaprire il che significa che molti sfollati che attualmente vi trovano riparo dovranno trovare altri posti dove andare bambini come yasmeen hai 12 anni soffriranno le conseguenze delle alluvioni ancora per molto tempo dopo che le acqua si saranno ritirate forse tra diverse settimane o mesi ma qui tutti sperano di tornare a casa papà è morto un anno fa e abbiamo perso nostra madre durante le alluvioni mio fratello ha solo 5 anni perciò ora sono io sua madre non abbiamo nessun posto dove tornare tratto dal sito www.medicisenzafrontiere.it 5

[close]

p. 6

news dal comitato di quartiere torresina piazza gino pallotta nel bilancio comunale approvato a luglio è stato finanziato il completamento di piazza gino pallotta progettazione e realizzazione saranno affidate al municipio che prevede tempi rapidi circa un anno per il completamento oltre alla piazza è prevista la realizzazione del secondo parcheggio per le scuole in progettazione al 12 dipartimento comunale c è anche la scuola materna prevista anche l illuminazione della piazza che rientrerà nel piano d intervento straorlavori d autunno al parco dinario che l assessorato di fabrizio ghera lavori publ autunno a torresina non sarà ricordato solo per le foblici e periferie ha annunciato a luglio in tale piano glie che iniziano a cadere dagli alberi ma soprattutto rientrano l illuminazione di via del quartaccio e di via per la ripartenza dei lavori per la realizzazione del parco della valle dei fontanili i cui lavori sono in corso giochi di viale montanelli il delegato all ambiente per il municipio fulvio acco 24 ottobre 2010 il tuo quartiere non è una discarica rinti sottolinea il fatto che i lavori non sono mai stati in dopo lo straordinario successo di settembre siamo arriterrotti essendo stati realizzati sia la recinzione che l im vati al penultimo appuntamento del 2010 con la giornata pianto d irrigazione ma i tempi tecnici di allaccio di dedicata alla raccolta gratuita di rifiuti ingombranti è luce ed acqua avevano fatto preoccupare alcuni residen sempre altissimo il numero dei partecipanti all iniziativa ma in queste settimane abbiamo provveduto alla diffuti l impresa promette ritmi rapidi per l ultimazione che se sione capillare di materiale ama sulla raccolta differenil tempo sarà clemente potrebbe rappresentare un me ziata per una ulteriore più grande sensibilizzazione raviglioso regalo di natale per il quartiere 18 ottobre 2010 spostamento capolinea 46 il comitato di quartiere ringrazia l amministrazione comunale l assessore alla mobilità e trasporti sergio marchi il suo capo staff enrico guarneri ed il presidente del consiglio municipale massimiliano pirandola per il notevole sforzo compiuto per aumentare la frequenza della linea atac 46 come richiesto da tutto il quartiere di torresina dopo l arrivo a marzo di quest anno del servizio pubblico a via paolo rosi atteso dal 2003 è previsto per il 18 ottobre lo spostamento del capolinea in via andrea barbato mantenendo il passaggio sia in via rosi che in viale montanelli e stata finalmente soddisfatta un importante domanda di servizio pubblico cresce del 23 il mercato pc opo un 2009 da dimenticare il mercato dei personal computer si rimette in moto incrementando le vendite del primo trimestre 2010 del 22,7 rispetto allo stesso periodo del 2009 i maggiori produttori mondiali sono hp 19,6 del totale acer 13,3 del totale e dell 13,1 tutti gli altri sono al di sotto del 10 il risultato migliore è quello di asus che cresce del 136,2 raggiungendo una quota globale del 5,4 vendendo oltre 4 milioni di pc fonte pc professionale d 6

[close]

p. 7

ma nemmeno se ce lo danno gratis riusciamo ad averlo purtroppo oggi noi residenti in questo municipio non abbiamo nessuna possibilità di connetterci wifi mente ad internet nonostante le assicurazioni dateci 6 mesi fa dagli amministratori del xixmo municipio a febbraio 2010 scrivemmo un articolo sull assenza di connessione gratuita al nuovo servizio di provincia wifi nel nostro territorio municipale ad oggi nulla è cambiato e stiamo ancora così.il servizio provincia wifi con i suoi ormai quasi 500 punti di accesso gratuito ad internet si estende su tutta la provincia romana e in quasi in tutta la città di roma nel xixmo di punti di accesso gratuito ancora non ne possediamo nemmeno uno mentre i municipi vicini xxmo ­ xviiimo­xviimo li hanno incrementati nella città di roma a fine agosto sono stati inaugurati altri 47 punti di accesso gratuito per i cittadini del xixmo niente internet wifi gratis solo a pagamento e questa una situazione che non giova né a coloro che del contatto fanno un opportunità sia di business che di vita né a tutti quei cittadini e a tutte quelle realtà locali che con internet si rendono visibili come artigiani e commercianti visti i tempi la portabilità della connessione e la sua gratuità non sono cose da poco il servizio provincia wifi comprensivo del servizio di help desk aiuto agli utenti per i problemi con la connessione wifi è affidato ad una società privata già specializzata in servizi on line a pagamento per utenza domestica e business in modalità wifi per le connessioni ad internet con ponti radio privati diffusi sul territorio per i propri clienti scopriamo così da una breve e molto facile ricerca su internet quali sono le aree di copertura dei loro ponti radio e le conseguenti aree di servizio su tutto il territorio romano e provinciale e scopriamo anche che nel nostro municipio sono molte le zone già servite dal servizio a pagamento a velocità da 2 a 4 megabyte/secondo giustiniana ottavia palmarola monte mario torrevecchia quartaccio torresina primavalle igea balduina casal selce castel di guido collesabazio tragliata ponte dell elce tragliatella alla domanda posta da noi nel febbraio 2010 ai politici del xixmo municipio sul perché noi non avessimo ancora un accesso ad internet gratis veniva risposto e voi po di roberto delle case gratuita tete rileggere la risposta su urban blog torresina/il picchio di torresina/edizione del mese di febbraio 2010 che il consiglio municipale si era preoccupato di prestare attenzione alla salute dei propri cittadini ritenendo importante la non esposizione dei cittadini ai pericolosi campi elettromagnetici ma se il territorio è già coperto dalla fittissima rete del servizio privato e quindi noi cittadini siamo già immersi in pericolosi campi magnetici di cui nessuno si preoccupa qual è il vero motivo per cui non ci viene concesso di accedere gratis ad internet ci auguriamo che i nostri amministratori operino le scelte più giuste in grado di produrre concretamente azioni per tutelare la nostra salute ma anche e soprattutto la nostra tasca nel frattempo sarebbe giusto avere chiare risposte ed è per questo che rivolgiamo nuovamente sia al nostro amministratore provinciale nicola zingaretti nella sua qualità di presidente della provincia di roma che ad alfredo milioni nella sua qualità di presidente del municipio xix le seguenti domande · perchÉ in questo municipio non vi È ancora la possibilitÀ di collegarsi wifi gratis ad internet perchÉ il municipio xix non ha ancora fornito alla provincia di roma le disponibilitÀ per le posizioni degli hot spot esiste la concreta possibilitÀ di avere questo servizio gratuito in tempi rapidi visto che non solo negli altri municipi di roma ma anche nei comuni piÙ sperduti del lazio questo servizio esiste giÀ ed È disponibile per i cittadini quando sarÀ operativo il primo impianto e dove riusciranno i cittadini del xix municipio ad uscire da questa clamorosa condizione di digital divide · · · siamo in attesa di poter pubblicare una risposta in merito alle soluzioni del problema 7

[close]

p. 8

di emanuela monego scegliere l informazione come quando e da chi e ora come facciamo a dirglielo queste cose è meglio non raccontarle in giro spesso nella vita quotidiana limitiamo o blocchiamo il transito delle notizie lo facciamo di solito per evitare guai malumori o pettegolezzi cioè a fin di bene che utilità avrebbe infatti annunciare in modo secco e brutale alla nonna in vacanza che i ladri le hanno svaligiato casa o al papà che sbadiglia davanti al tg che le finestre del più odioso fra i vicini sono state rotte dal pallone di famiglia censuriamo chi più chi meno le informazioni nocive al quieto vivere e le porgiamo depurate al momento giusto la stessa cosa fanno spesso i giornali la radio e la tv quando portano nelle nostre case le notizie non tanto quelle banali e perciò neutre quanto quelle che più coinvolgono turbano suscitano adesione o dissenso in base alla posizione ideologica di chi la elabora la notizia viene presentata sotto la luce più idonea ad orientare l opinione di chi ascolta parla o legge come fonte autentica ed immediata del fatto accaduto spesso vengono riportate le parole quando non viene dire ttamen te inter vistato de l port avo cedi maun portavoce il nome stesso definisce il suo compito esprime ciò che gli altri vogliono venga trasmesso la fonte può essere politica o ecclesiastica istituzionale o militare in ogni caso il portavoce legge o dice a seconda delle sue capacità comunicative qualcosa che è stato già preparato affinché rafforzi l immagine ufficiale che di quella situazione o di quel ruolo l ascoltatore dovrà ricevere recita cioè solo quello che deve dire senza far trasparire opinioni o emozioni personali e senza accettare un vero e proprio contradditorio con i suoi interlocutori giornali ed emittenti radiotelevisive sono quasi tutti orientati e lo sappiamo molto bene anzi proprio quando cerchiamo una notizia che ci turba intimamente compriamo il giornale con la stessa nostra ideologia perché leggere il commento di chi la pensa come noi ci rincuora e ci conforta il contrario ci disturberebbe urtandoci questo atteggiamento nasce da un impulso personale non dall esigenza di un informazione obiettiva se volessimo guardare davvero la realtà per come è cercheremmo la notizia nuda e cruda il fatto così come è avvenuto senza discorsi o commenti posteriori saltando i passaggi intermedi e risalendo direttamente alle agenzie di stampa chiunque può richiamare sul proprio pc la pagina generale cliccare sulle singole notizie e vedere i filmati di ansa adnkronos france press o reuters oltretutto wikipedia la veloce enciclopedia on line pronta su chiamata offre a chi lo desideri un informazione panoramica previa su queste testate mostrandoci in anteprima la loro carta d identità così qualsiasi utente digitando il nome dell agenzia che gli interessa può fruire di un panorama informativo generale continuamente aggiornato se poi ci serve una documentazione più dettagliata potremo abbonarci lo si fa di solito per esigenze professionali e sapremo tutto ciò che accade momento per momento in campo economico o sportivo sulla scena internazionale o nel nostro parlamento le maggiori agenzie di stampa hanno fonti informative di prima scelta ricavano notizie sul posto da una rete capillare di informatori quando entrano però in ballo il segreto militare o l ordine pubblico la sicurezza nazionale o internazionale accettano di non pubblicare informazioni definibili pericolose o destabilizzanti esercitano cioè una forma di censura la rete internet però dato l uso che riescono a farne i professionisti del settore permette di scavalcare sempre più spesso anche queste barriere che non tutti sono disposti più ad accettare anche in termini ufficiali proprio in termini ufficiali anche se l episodio inizialmente è rimasto in sordina lo scorso 16 giugno il parlamento islandese ha deciso di offrire ospitalità incondizionata a tutti i siti censurati del mondo di permettere cioè la divulgazione di qualsiasi tipo di documento che passi attraverso un server con base in islanda senza indagare o sanzionare le fonti di immissione ed opponendosi a qualsiasi ingerenza da parte di eventuali altri stati la portata di questa decisione è stata subito dimostrata dal caso del sito wikileaks che con base in islanda ma consultabile in varie lingue compresa quella italiana ha ricevuto ed immesso in rete documenti militari usa riservatissimi suscitando un vespaio mondiale ed attirandosi un sacco di potenti nemici incapaci però di bloccare concretamente la fuga di notizie il vero grosso problema dei siti indipendenti ve ne sono vari che a differenza di wikileaks non hanno ancora conosciuto la ribalta della cronaca è come reperire i fondi indispensabili per coprire le spese e continuare ad esistere spesso sul sito stesso si legge l invito a sostenerlo con donazioni ed offerte,cosa che può risultare fastidiosa ma che a pensarci bene è una garanzia della sua autonomia da protettori più o meno influenti essere informati obiettivamente è quindi possibile ma dipende dalla nostra volontà abbiamo tutti i mezzi per scegliere fra l eco delle ideologie che spesso diventano propaganda e la conoscenza della realtà spoglia ma concreta che dovrebbe essere aspirazione e diritto di tutti così come ognuno di fronte a qualsiasi avvenimento dovrebbe avere la possibilità di formulare ed esprimere un proprio e personale assenso o dissenso 8

[close]

p. 9

di daniela moretti il il teatro la casetta compie 10 anni auguri pesta le maschere e gli scenari hanno imparato a giocare con le ombre per vincere le paure e comunicare i loro sogni e le loro emozioni con semplicità entrando quasi senza accorgersene nel magico mondo del teatro tanti sono gli artisti del teatro per bambini di livello internazionale che si sono esibiti sul palco del piccolo teatro e che hanno collaborato con i bambini nel costruire le belle storie che tanto fanno sognare i nostri bambini per chi fosse interessato gli spettacoli vengono organizzati tutti gli ultimi venerdì di ogni mese alle ore 21,00 con prenotazione obbligatoria telefonando al numero 06.61283005 in più la domenica oltre i consueti spettacoli vengono proiettati anche i films cioccolato proiezioni di film muti con accompagnamento musicale dal vivo la prenotazione è consigliata teatro la casetta è un piccolo scrigno pieno di tesori e sorprese costruito da una piccola fata di nome federica grazie anche all aiuto dei tanti bambini e non solo del nostro territorio che lo hanno da sempre frequentato in un territorio privo di teatri e luoghi dove incontrarsi per giocare federica e gli amici dell associazione cantieri dello spettacolo hanno dato vita dieci anni fa ad un piccolo teatro per bambini trasformando con pazienza amore e tanto ingegno in teatro un piccolo locale in via federico borromeo 75 ed ecco che dal nulla nasce un palco con tanti scenari e costumi che si possono vedere appesi sulle pareti stesse del teatro tutto è stato costruito insieme con i bambini i costumi le maschere i burattini le marionette e gli scenari ma soprattutto le storie che via via vengono rappresentate infatti con federica e i suoi amici i bambini hanno scoperto il gusto di usare le mani per creare con la carta 9

[close]

p. 10

di gianni moretti puglia alla riscossa una regione da scoprire riscossa q uest anno la puglia ha superato il proprio record di presenze è una novità vista la fama non paragonabile a quella della sardegna fino a qualche anno fa questa splendida regione era meta preferita dagli abituali estimatori mentre oggi le ampliate e rinnovate strutture alberghiere dai costi concorrenziali hanno attratto molti più turisti la molteplicità delle aree che la formano soddisfano chi cerca spiagge mare paesaggi naturali storia cultura e arte specialmente quella culinaria la zona più a nord è il gargano lo sperone d italia dista dalla capitale solo 4 ore e vanta località rinomate come vieste peschici manfredonia e rodi garganico qui l adriatico bagna una costa molto variegata che alterna sabbia ghiaia e scogliere vale la pena fare un ora di navigazione per esplorare le splendide isole tremiti appena di fronte ricche di insenature e grotte nell entroterra s.giovanni rotondo ospita in un mastodontico santuario le spoglie di padre pio ed è meta di milioni di pellegrini durante tutto l anno gli spettacolari laghi costieri di lesina e varano i più grandi del meridione sono formati da acqua salata lagunare e sono profondi solo 6 metri la zona delle murge è famosa per la presenza dei trulli antichi ricoveri agricoli oggi tutti deliziosamente ristrutturati che vengono affittati ai turisti come b&b queste costruzioni di pietra a secco si concentrano ad alberobello ma ce ne sono anche nei comuni limitrofi provate a soggiornarvi per una notte sono freschi anche d estate il salento è la parte peninsulare della regione qui il mare è davvero unico non è raro trovare spiagge bianche bagnate da acqua limpida che assume man mano ogni tonalità di azzurro le sue perle sono ostuni la città bianca con gli intricati vicoletti che si arrampicano per tutto il paese poi gallipoli la meraviglia dell estremo sud con il centro storico completamente ristrutturato e costruito su un isolotto-fortezza collegato alla terraferma da un piccolo ponte medievale lecce la città del barocco detta la firenze del sud taranto conosciuta come la città dei due mari ovvero il mar grande ed il mar piccolo poi leuca il comune più a sud del tacco ed infine otranto con la sua cattedrale e il borgo medievale completamente rimesso a nuovo nell ultimo decennio in molti altri paesini poi troverete sagre e feste patronali assaggerete prodotti tipici come le orecchiette i dolci di mandorle l olio di oliva e il vino primitivo di manduria salice salentino malvasia e negramaro il tutto al ritmo della taranta un antico ballo tornato in voga grazie al suo ritmo coinvolgente quindi prendete in considerazione per le prossime vacanze l idea di riscoprire il mare nostrum visitate il tacco d italia filo diretto con le istituzioni riceviamo dal presidente del consiglio del municipio 19 cari amici ho il piacere di informarvi circa il notevole sforzo compiuto dall amministrazione comunale dall ass sergio marchi dal capo staff enrico guarneri e dal sottoscritto per aumentare le vetture chilometro della linea atac 46 come richiesto da tutto il quartiere di torresina dapprima prolungandone il capolinea,in via paolo rosi e poi mantenendo il passaggio nella medesima via attestando il capolinea in via andrea barbato consapevoli di aver soddisfatto un importante domanda di servizio pubblico rimango in attese delle vostre segnalazioni cons massimiliano pirandola presidente del consiglio roma 19 telefono 346-0245106 un servizio pensato per la famiglia via giulio salvadori 35 ­00135 roma tel 0630683559 10

[close]

p. 11

11

[close]

p. 12

di antonio di siero nostalgia dei vecchi videogiochi grazie ai nostri lettori nonché appassionati dei bei tempi passati possiamo sempre continuare a giocare rendendoli attuali e assolutamente legali buon divertimento ultima vii the black gate resuscitare un classico anzi due ultima vii-part ii the serpent isle mato il folle piano di blackthorn avete portato la pace tra britannia e il regno sotterraneo dei gargoyle ora una nuova missione vi attende nel corso dell installazione vi verrà chiesto di specificare la cartella di ognuno dei due giochi niente di difficile se proprio non vi va di digitare gli indirizzi dell hard disk potete usare la funzione browse ora potete lanciare exult dal menù start la schermata iniziale dell emulatore vi proporrà di lanciare ultima vii the black gateforge of virtue o ultima viipart ii the serpent isle-silver seed se volete cominciare bene uvii tbg seguite queste istruzioni parlate con tutti gli abitanti di trinsic non comprate il sestante né l atto di proprietà della barca a paws potrete comprare il primo a un prezzo molto più economico e parlando con lord british al castello di britain otterrete un nave in omaggio arruolate spark il figlio del defunto maniscalco e andate a parlare con il sindaco una volta inserita la protezione da copia fate riferimento alla mappa o al manuale della ultimate collection date la password blackbird dirigetevi a nord verso paws risolvete la piccola quest la prova dell innocenza del bambino è in una cassetta nella stanza del figlio dei missionari comprate un sestante dal banco dei pegni e andate ancora a nord a britain lasciate da parte la ricerca dei due fratelli che raccolgono i fondi per la fellowship e andate al castello a parlare con il buffone risolvete il suo gioco si tratta di incocciare la risposta giusta a ogni domanda prendete nota ogni volta che prendete la risposta giusta e ve la caverete in cinque minuti e leggete lo scroll tutto che vi darà e seguite il suggerimento da qui in poi sarete indipendenti la terza e ultima trilogia di ultima è cominciata sarete all altezza della vostra fama avete unito gli staterelli che formavano la sosaria divenendo l avatar avete salvato lord british dalle grinfie dei cavalieri del destino ferominciamo con la checklist dal solito sito www.abandonia.com sezione rpg scaricate i giochi ultima vii the black gate e ultima viipart ii the serpent isle i file comprendono le espansioni forge of virtue e silver seed ora dirigetevi verso www.replacementdocs.com e cercate i manuali ecco i vostri obbiettivi ultima vii-map la mappa di britannia ultima vii-the book of fellowship interessante per il background della storia per la geografia e indispensabile per capire i maledetti caratteri runici e le composizioni degli incantesimi ultima vii quick reference card vi servirà per i comandi ultima vii forge of virtue si spiega da solo ultima vii-part ii map la mappa dell isola del serpente ultima vii-part ii beyond the serpent pillar ancora background della storia incantesimi caratteri runici e gli ancora più antipatici caratteri ofidiani ultima vii-part ii silver seed il data disk il manuale comprende un walkthrough ma non è indispensabile gli stessi autori ne sconsigliano l uso vi tornerà utile inoltre il manuale della ultima vii-ultimate collection oltre a risparmiarvi la lettura delle due quick reference cards riporta anche le soluzioni di tre dei quattro codici di protezione dei due giochi perché non ci siano anche le risposte alle domande del mago dell isola del serpente è un mistero ma tant è qui dosbos non potrà aiutarvi a meno che non sappiate giocare con l ems molti più comodo è l emulatore exult che potrete scaricare da questo sito http exult.sourceforge.net ora potete scompattare i due giochi in due cartelle di vostra scelta la versioni originali andavano nelle cartelle ultima7 e serpent lanciate l installante di exult c 12

[close]

p. 13

di marcella speranza o incontrato imma libertino raffinata ed apprezzata poetessa nella sua bella casa di via paolo rosi ma non abbiamo parlato della sua arte nel giugno scorso è nata salus x naturam un associazione di naturopatia voluta da imma che si avvale di consulenti ed esperti per favorire il benessere delle persone credevo che fosse un argomento difficile per me ma sono subito entrata in sintonia con imma e quello che mi ha detto è talmente semplice da sembrare ovvio manca solo mettere in pratica le parole d perché è nata questa associazione r per parlare di metodi innovativi ma antichi per mantenersi in salute per poter portare avanti un discorso sulla naturopatia sulla terapia alternativa sul fatto di porre l ascolto come prima terapia perché chi ha un problema fisico o psicologico quando viene ascoltato già sente di star meglio sente di essere trattato come persona come individuo unico al mondo l ascolto è un po quello che manca nella medicina allopatica ufficiale che parla e insegna senza ascoltare i bisogni personali di ciascuno invece l ascolto è la prima cura non esiste un farmaco che possa far bene a tutti quanto il fatto di offrire ascolto secondo la medicina cinese uno studio medico vuoto dimostra la bravura del medico che ha saputo prendersi cura dei pazienti e li ha sanati senza interventi continui e lunghi d a chi si rivolge la vostra associazione r a tutti coloro senza distinzione di età che intendano anzitutto ascoltare le conferenze che proporremo ogni 2 o 3 mesi per capire il ritmo delle stagioni ma soprattutto che abbiano la voglia di aggregarsi e vivere con ottimismo perché anche questa è una terapia molto efficace per imparare a vedere le cose sotto un punto di vista positivo visto che qualunque cosa anche quella brutta nasconde un risvolto evolutivo e solo se noi trarremo dalle nostre esperienze la parte buona potremo crescere altrimenti invecchieremo senza crescere d perché salus x naturam r salute attraverso la natura cioè raggiungere e mantenere lo stato di salute che non significa solo mancanza di malattia ma poter vivere pienamente quelle esperienze che la vita ci propone salus x naturam perché la salute si può conquistare e mantenere in modo più semplice di quello che si immagina anche attraverso la scelta del cibo giusto infatti noi proponiamo anche il vega-test quello delle intolleranze alimentari per togliere temporaneamente dalla dieta alcuni cibi permettendo agli organi interni fegato reni colon ecc di disintossicarsi dalle scorie h intervista a imma libertino di cui si riempiono il cibo è la prima forma di cura insieme all ascolto e a tutti i mezzi che la natura ci mette a disposizione d quindi quali sono le vostre proposte innovative r quello che finora ho detto è già abbastanza innovativo perché procede da una visione della salute completamente diversa da come siamo abituati a considerarla noi proponiamo di fare questi incontri parlando delle stagioni e proponendo quello che ogni stagione ci può dare di buono per migliorare la nostra salute e per sfruttare al meglio quello che la natura ci offre proponiamo anche dei servizi il vega-test di cui abbiamo parlato il test-bioenergetico che è molto personalizzato e si avvale del metodo chinesiologico è un test muscolare molto semplice che ci può far scoprire molto sia sull alimentazione che sulle emozioni ci avvaliamo della floriterapia quindi dell aiuto dei fiori di bach organizziamo corsi di yoga per la flessibilità del corpo e l equilibrio della mente vorrei che ci si potesse incontrare per poter parlare di queste cose insieme perché un altra forma di terapia è lo stare insieme e condividere l ottimismo nasce anche dalla relazione tra le persone le situazioni critiche condivise aiutano a crescere e a superare le difficoltà quando si sta male si deve imparare a considerare il dolore una forma di crescita bisogna cercare di risolvere quello che può essere risolto ed accettare il resto www.salusxnaturam.it laureata in lettere moderne in italianistica e antropologia culturale ha conseguito i diplomi universitari in floriterapia erboristeria e fitoterapia diplomata in naturopatia ad indirizzo psicosomatico presso l istituto riza diretto da r morelli 13

[close]

p. 14

marcella speranza la halloween ma è il vegetaledicommestibile più zucca e diventata famosa per la festa di grande più allegro più eclettico che troviamo in natura simbolo dell autunno rossa media o piccola ton ecc in cosmesi la polpa della zucca viene usata per creda lunga a pera o clavifor me tonificanti e rilassanti me con la buccia variegata nei per preparare un ottima maschera di bellezza basta colori che vanno dal verde all arancio dal beige al ruggi schiacciare una fettina di zucca cruda e un pugnetto dei ne o al grigio con la polpa che spazia dal giallo-oro all a suoi semi mescolare con un po di miele applicare l impasto sul viso attendere 10-15 minuti quindi sciacquare rancio carico la zucca è un ortaggio tutto da scoprire vuota o piena ornamentale o commestibile è versatile e scoprirete una pelle più levigata tonica e lucente multiforme la possiamo trovare sulle nostre tavole dall specialmente le pelli grasse con i punti neri antipasto al dessert la ammiriamo nelle tele dei pittori o per attenuare il dolore delle scottature superficiali si può decorata e usata come zuppiera o fioriera o come conte applicare sulla parte dolente la buccia ben lavata della nitore la troviamo in medicina e in cosmesi come scirop zucca in ogni parte del mondo dal tempo dei tempi la zucca è po ricostituente o crema emolliente stata usata come utensile alcune varietà con la buccia e un ortaggio ma è dolce come un frutto l etimologia del nome zucca sembra derivare dal latino durissima vengono coltivate con il preciso scopo di rica cocutia testa ed è per questo e per le sue notevoli di varne contenitori borracce per farne imbuti o ciotole mensioni che questo ortaggio è sinonimo di testone o quelle più piccole invece dopo essere state essiccate e tonto si dice infatti zuccone zucca vuota o testa di zuc spaccate a metà vengono utilizzate come mestoli o cucchina senza pensare a quanto la zucca sia preziosa e tutta chiai o addirittura per farne strumenti musicali come le maracas per la festa di halloween le zucche intagliate da scoprire le varietà della zucca che appartiene alla famiglia delle diventano maschere o lanterne cucurbitacee come i cetrioli e i cocomeri sono innume in cucina si può usare la zucca dall antipasto al gelato revoli anche se solo una piccola parte di esse viene colti piace ai bambini perché è dolciastra e agli adulti perché ben si abbina a sapori più decisi è ottima come contorno vata per l alimentazione i semi più antichi di questa pianta sono stati ritrovati in a carni di maiale arrostite messico e risalgono a circa 7.000 anni prima di cristo il modo più semplice per gustarla metti a cuocere nel ma ci sono testimonianze del fatto che le zucche erano forno delle fette di zucca non molto sottili a cottura ulticoltivate anche dagli egizi dai romani dagli indiani d o mata condiscile con burro e sale riente e dagli africani del niger dopo la scoperta dell a ed ecco una marmellata insolita ma eccezionale ricava merica vennero importate in europa le tre cucurbite che un chilo di zucca senza buccia né filamenti tagliala a daattualmente sono le più apprezzate la maxima la mo dini e mettila in una pentola d acciaio capiente altrimenti in cottura schizza insieme a g.500 di zuccheschata e la pepo zucchine verdi variegata nei colori rapida nella crescita si sviluppa ro mescola copri con un canovaccio e lascia macerare senza problemi su terreni poveri la zucca non ha bisogno per una notte di concimi chimici alle molte sue virtù aggiunge quindi metti poi la pentola sul fuoco aggiungendo il succo e la buccia grattugiata di un limone non trattato un pizzico di quella di essere un prodotto biologico naturale l ortaggio più allegro dell autunno è fonte di nutrienti cannella e uno di noce moscata preziosi è ricca di acqua è povera di grassi fornisce vi fai bollire il tutto mescolando spesso per non far attaccatamina a e c sali minerali e come tutti gli alimenti di co re la marmellata per circa un ora passa tutto al setaccio mescolaci un bicchierino di amalor arancio è ricca di carotenoidi e di potassio della zucca non si spreca niente i semi vengono usati in retto o limoncello rimetti sul fuoco finché riprenda il bolfarmacia come vermifugo come antinfiammatorio della lore pelle per la prevenzione delle malattie delle vie urinarie g continua a pag successiva pappardelle alla zucca ingredienti x 4 persone gr.500 di zucca,gr 400 di pappardelle all uovo fresche o g.250 di secche gr.200 di mascarpone gr.50 di parmigiano 3 o 4 foglie di salvia un mazzetto di prezzemolo un pizzico di noce moscata 2 amaretti facoltativo ma ci stanno molto bene sale e pepe pulisci la zucca togliendo la buccia e i filamenti tagliala a dadini lavala bene quindi lessala in abbondante acqua salata insieme alle foglie di salvia spezzettate per circa 15 minuti o finché la zucca non risulterà cotta al dente cuoci la pasta nella stessa acqua nella quale stai lessando la zucca.metti il mascarpone in una zuppiera e diluiscilo con un mestolino di acqua di cottura unisci il parmigiano e il prezzemolo tritato e amalgama il tutto finché abbia una consistenza cremosa trita gli amaretti fino a ridurli in polvere scola la pasta e la zucca senza sgocciolarle troppo e trasferiscile nella zuppiera con la crema di mascarpone mescola delicatamente e profuma con la noce moscata e un pizzico di pepe spolverizza con gli amaretti e porta in tavola buon appetito 14

[close]

p. 15

continua da pag precedente dopo dieci minuti spegni il fuoco e versa in barattoli puliti e asciutti acquistando una zucca intera la si può conservare per tutto l inverno in ambiente fresco asciutto e buio ma ormai nei mercati la troviamo a fette o tranci si conserverà per pochi giorni in frigo avvolta in pellicola trasparente per conservarla a lungo invece si dovrà togliere la buccia tagliare la polpa a dadini passarla due minuti in acqua bollente raffreddarla e riporla nel freezer rivalutiamo questo ortaggio e utilizziamolo per aumentare il nostro benessere consigli e non solo carissimi siamo giunti al mese di ottobre l ottavo del più antico calendario romano esso segna il rapido avvicinarsi dell inverno e il suo simbolo è lo scorpione l elemento è l acqua ed è governato da marte il colore da portare è il viola mentre la pietra portafortuna è il rubino il giorno 4 di questo mese si festeggia s francesco d assisi patrono d italia che fu il più grande amico della natura colui che considerava come fratelli gli astri e gli animali questo è il mese della vendemmia da diversi anni si sta studiando il possibile uso dell uva come un vero e proprio mezzo di cura ad esempio come quello ottenuto per la denutrizione causata da malattie infettive e un frutto povero di sostanze azotate ha una notevole azione stimolante sul fegato e sulla secrezione biliare e inoltre diuretico e leggermente lassativo se si vuole si può mettere sotto spirito scegliendo dal grappolo gli acini grossi e duri senza togliere il piccolo gambo mettendoli in un vaso di vetro e versandovi sopra dell alcool dolcificato con poco zucchero ed insaporito con cannella o chiodi di garofano pochi acini messi nel contenitore del ghiaccio e infilati nel freezer daranno ad una bibita o ad un liquore da offrire o a voi stessi un bell aspetto a vedersi ed un buon gusto per il palato se ne avete tanta e volete conservarla consultatemi e vi risponderò leperlediziapina@libero.it ora passiamo ad altre perle per facilitare alcuni problemi giornalieri vi è capitato qualche volta di dispiacervi per aver comprato delle fettine di carne e di trovarle dure quelle rimaste in frigo cioè messe da parte per un successivo uso diventeranno morbide se le strofinerete da entrambi a cura di pina l i lati con una mistura di olio ed aceto due ore prima di cuocerle e buon appetito vi suggerisco anche un semplice rimedio per toglier le brutte macchie nere sulle posate d argento prendete una bacinella versateci dell acqua mista ad aceto con della carta stagnola tipo quella che avvolge i cioccolatini e vedrete con vostro stupore che le macchie spariranno vi è mai capitato di aver organizzato una giornata con gli amici o parenti ma all improvviso venite assaliti da un improvviso mal di denti incomincia la caccia al farmaco miracoloso per tutta casa frugate d ovunque dal mobiletto del bagno ai cassetti per finire a guardare in tutte le borsette ma niente da fare non troviamo nessuna medicina allora quale rimedio corriamo subito in cucina e prepariamo un caffè molto carico non zuccheratelo e tenetelo in bocca sciacquando in continuazione fino a quando il dolore se ne sarà andato un altro piccolo suggerimento è che se volete conservare le patate e non farle germogliare basta mettere delle mele nel sacchetto o nella scatola che le contiene termino la rubrica di questo mese sussurrandovi una curiosità sapete quando e dove ebbe inizio il caos automobilistico che ci affligge quotidianamente fu il 3 ottobre 1895 a roma quando avvenne il percorso della prima macchina a motore per tutto il rettifilo di via del corso da piazza del popolo a piazza venezia tra la curiosità e l esaltazione dei cittadini si chiudeva così l era delle carrozze e dei carretti e si inaugurava quella del traffico e della confusione per giungere ai tempi nostri con quello dell inquinamento un caloroso saluto dalla vostra zia pina 15

[close]

Comments

no comments yet