Il Picchio di Torresina - mese di Aprile 2014

 

Embed or link this publication

Description

mese di Aprile 2014

Popular Pages


p. 1

Distribuzione gratuita Giornale di quartiere Anno 1 - Numero 4 - Aprile 2014 di Giantonino Ianitusi TRA PARCO E REALTÀ DAL MUNICIPIO... ...AL PARCO. Finalmente è arrivata la cerimonia di consegna ufficiale al Comitato di Quartiere Torresina La firma dell’atto amministrativo di consegna. Cerimonia ufficiale di consegna del Parco di Viale Indro Montanelli dal Comune di Da destra: Antonio Picciau, Alessio Cecera, Roma al Comitato di Quartiere Torresina. Da sinistra: Tommaso Lumini, Ivan Errani, Stefania Portaro, Massimo Paolini, Ivan Errani. Antonio Picciau, Estella Marino, Valerio Barletta, Massimo Paolini era una volta una bambina di Torresina, che nel 2006 scrisse una letterina al sindaco di Roma in cui domandava, candidamente, il motivo per cui lei e gli altri bambini del quartiere non avevano un’area verde in cui poter giocare. Il primo cittadino della Capitale, le diede ragione ed il Comune stanziò i fondi necessari alla realizzazione del Parco. L’area verde fu disegnata con la partecipazione del quartiere, accogliendo e discutendo le proposte dei cittadini. Era l’autunno del 2007. C’ Passarono gli anni, il progetto subì varie modifiche; la prima fu la riduzione dello spazio a lui destinato, poiché si constatò che una porzione del terreno apparteneva al Vicariato. Arrivò poi una riduzione dei fondi disponibili, a causa dei quali rimase fuori dal progetto l’intera mezzaluna verde che si affaccia sui parcheggi delle automobili. Si arrivò addirittura al paradosso di un Parco Giochi per bambini, che sarebbe nato senza i giochi per i bambini… Continua a pag. 8 Il Parco “Zietta Liù”, consegnato al Comitato di Quartiere Torresina

[close]

p. 2

Esercizio convenzionato con il C. di Q. Torresina L’angolo della Poesia PRIMAVERA NOI E L’ANTRI E sondano i colori dal torrente invernale, frettolosa la notte si rifugia nell’alba S tanco di soffrire, a respirare i giorni nuovi. Sbocciano turgide le attese, vivide di speranze appena risorte. Sporgono i sassi rotondi dalla monotonia del bagnasciuga, reiterano le onde la danza antica del ciclo ineluttabile di battito universale, il sole inaspettato schiude i corpi pronti a nuova luce. Che la primavera splenda fuori e dentro di noi. stanco di essere schiaffeggiato, stanco da voler finire, stanco di essere dimenticato. Il cielo già scuro si copre, è tardi e la sera è vicina, il corpo ormai nudo si scopre e solo più stanco cammina. Coperto di offese e menzogne, coperto di sputi assassini, coperto di ingiurie e vergogne, che soffre per i suoi aguzzini. IMMA LIBERTINO ALBERO ANTICO… S palle grandi e grandi braccia; quanta vita è passata sotto quei rami; lacrime di verde si spandono dalle tue braccia, resina dorata per accomunare sprazzi di vita, trasparente ma piena di corpi inanimati che fermi vigilano sulla tua grandezza. Quanti cuori e quanti sorrisi hanno fatto parte di te, Dov'è, questo Padre che m'ama e mi segue da quando son nato. Perdona la debolezza mia umana. "Dio mio, perchè mi hai abbandonato?". quanti sentimenti hai vegliato sotto le tue braccia. Amori, odio, guerre e allegrie. Le pagine del tuo tronco son storie di vita, ricordi indelebili su un foglio ancora vivo di un Albero Antico...... CARMINI ALFREDO 2 MAURIZIO MONTANARI

[close]

p. 3

Esercizio convenzionato con il C. di Q. Torresina Sommario TRA PARCO E REALTÀ L’AQUILONE DEI SOGNI PREMIO PERIFERIE CORSARE REGOLAMENTO PERIFERIE CORSARE DAL MUNICIPIO AL MONDO TITOLI AD EFFETTO…PERCHÉ? TRASFERIMENTI IMMOBILIARI IL CORTEO DI CARNEVALE E’ NATO!!! UNA CARTOLINA DA VALENCIA COME LIBERARSI DEI PENSIERI TOSSICI APRILE 2014 1 4 5 5 6 9 10 11 11 12 14 Rubriche 2 4 6 7 14 13 14 15 15 L’angolo della Poesia Le dediche dei lettori News della redazione del Picchio Visti per Voi News dalla Parrocchia di S. Faustina Kowalska 5 x 1000 News dal Comitato di Quartiere Torresina La Voce dei Giovani Cucinati per voi Rileggici su TORRESINA.NET Dopo la lettura, “il Picchio” ti invita a gettare il giornale negli appositi cassonetti per la carta, perché “il Picchio” è a fa vo re de lla raccolta differenziata. Diventa anche tu “Amico del Picchio di Torresina” su Facebook” Anno 1 - Numero 4 APRILE 2014 Reg. Tribunale di Roma n. 306 del 27 dicembre 2013 (già n. 559 del 17 dicembre 2007) SEDE: Via Paolo Rosi, 76 - 00168 Roma EDITORE: Associazione di Promozione Sociale “Noi di Torresina Onlus”-Via Paolo Rosi, 76 - 00168 Roma Cellulari: 3387078816 - 3396531743. e-mail: ilpicchioditorresina@yahoo.it DIRETTORE RESPONSABILE: Jean-Luc Giorda CAPO REDATTORE: Stefania Giannetto IN REDAZIONE: Marcella Speranza, Daniela Moretti, Cinzia Pezzola, Antonio Picciau, Antonella Salerno, Antonio Di Siero, Luigi Spagnoletti, Antonella Longobardi, Sonia Luche. IMPAGINAZIONE, PROGETTO GRAFICO-EDITORIALE, PUBBLICITARIO, GESTIONE INTERNET: Roberto Delle Case, HANNO COLLABORATO A QUESTO NUMERO: Gian Tonino Ianitusi, Imma Libertino, Carmini Alfredo, Maurizio Montanari, Stefania Pomillo, Niccolò Carosio, Pino Acquafredda, Mario Celani, Roberto Vasaturo. STAMPATO PRESSO: Tipografia River Press Group S.r.l. Via Menalca 30 - tel. & fax: 062294420 - 062295925 e-mail: rpg@mclink.it. Dove posso trovare ogni mese la mia copia de “ll picchio di torresina” ? T u t t i i n e go z i e g l i s t u d i Via Federico Borromeo, 67 professionali di Torresina Biblioteca Casa del Parco Tutti gli inserzionisti esterni di Via della Pineta. Sacchetti, 78 Le Edicole Via Torrevecchia Centro anziani Torrevecchia 87-239-348 Monte Mario - Primavalle Negozi di Via Pietro Gasparri 71-73 AMA di Torrevecchia Alcuni negozi di Via Pietro Maffi Santa Maria della Pietà: Alcuni negozi di Via Torrevecchia •Uffici Municipali pad. 29-30-31 e Largo Arturo Donaggio •Padiglioni 13, 26 e 32 Le Edicole di Via Pietro Maffi •Centro Antea - Atletica Monte Mario Alcuni negozi di Via Andersen Scuola di Via Andersen Municipio 19° di Via Mattia Battistini Bar di Via Vittorio Montiglio, 21 XIX Gruppo VVUU Via F. Borromeo Bar di Largo Millesimo La Biblioteca Basaglia Mercato Rionale di Via Pasquale II° Questo numero è stato chiuso in redazione il 31/03/2014. L'associazione “Noi di Torresina onlus” ringrazia ,tuti gli inserzionisti e tutti coloro che con le loro donazioni, ci permettono di pubblicare il Picchio. Invitiamo tutti i lettori che vogliono scrivere articoli, poesie, dediche o che vogliono raccontare momenti di vita, lagnandosi o ringraziando, ad inviarci i loro elaborati presso ilpicchioditorresina@yahoo.it, oppure lasciando i loro scritti dal giocattolaio NUVOLONI , Via Pietro Maffi 28/32, da ROBERTO il tabaccaio di Viale I. Montanelli, o all' EDICOLA VIDI di Viale Montanelli. Gli scritti dovranno essere accompagnati dalla firma dell'autore (che potrà scegliere di non essere citato sul giornale, ma apparire solo con le iniziali o un nomignolo) e un recapito telefonico. 3

[close]

p. 4

Esercizio convenzionato con il C. di Q. Torresina di Stefania Pomillo L’AQUILONE DEI SOGNI Le avventure di Nunù Stefania Pomillo Fattino Tedeschi Marco Della Porta uesto è il titolo della raccolta di favole della scrittrice Stefania Pomillo presentata Sabato 15 Marzo dal Critico d’Arte Fattino Tedeschi, presso la Biblioteca Comunale Franco Basaglia - XIV Municipio di Roma, co n la gr adita par te cipazione dell’Assessore alla Cultura Marco Della Porta, che ha speso belle ed importanti parole sull’opera e su come il Municipio e la sua gente siano una fucina di nuovi progetti ed iniziative culturali. In questa raccolta di favole emergono i valori come la bontà, l’amore e l’amicizia con cui i personaggi affrontano le avventure narrate, attuandoli con la semplicità e la naturalezza di cui solo i bambini sono capaci. Come dalle testuali parole del Critico d’Arte Fattino Tedeschi che ha curato la prefazione a questo libro “L’aquilone dei sogni ci insegna a volare su un aquilone come sulle ali di un deltaplano dando sensazioni inaspettate. Q Chi racconta parole come fa l’autrice sa inc ontrare l’infanzia nel proprio io, e da questa dinamica di fatti e ricordi i racconti diventano favole, perché trasmesse ai bambini, lasciano spazio al sogno in un mondo con un’eterna primavera ricca di colori, personaggi teneri e divertenti.” Questa raccolta di favole si ispira ad emozioni e ricordi d’infanzia dell’autrice, dove ci ricorda che leggere favole è un modo quindi per dare spazio alla fantasia ed ai sogni che sono nell’animo di ognuno di noi, allontanandosi per qualche istante dalla realtà e dando vita a quel mondo irreale e fantastico in cui tutto è possibile, dove non soltanto i bambini ma anche gli adulti possono tuffarsi. LE DEDICHE DEI NOSTRI LETTORI A PASQUALINA 5 APRILE AUGURI, Maria Luisa!!! Il 21 aprile, una carissima persona, una grande giovane compie i suoi primi 85 anni. Le auguriamo di rimanere a lungo così vivace,attiva, disponibile come è ora, perché si sa,abbiamo tutti bisogno di Lei. BUON COMPLEANNO. olcissima e tenerissima MAMMA tantissimi auguri di BUON COMPLEANNO, a Te che mi hai insegnato tanto, educandomi e sostenendomi. sostenendomi. Accanto a me sempre con la tenerezza delle tue carezze, con il bacio della buona notte. Mi hai protetto, incoraggiato e con tutto l’amore del mondo hai dato senso alla mia vita. Sei il mio respiro e la mia luce. Ti amo MAMMA. D Biagio, Lisa, Marcella e Antonio Aprile, sbocciano i fiori ed anche gli amici nati in questo mese. Auguri ad Alessandro che compie gli anni il 4; ad Ezio che festeggia il nove e a Pina il 15; a Giacomo e ad Aurelia che sono nati il25. A Pasqualina, nata il 5, un abbraccio forte. A Cinzia ncora TANTISSIMI AUGURI, il 29/03/2014 è nato TOMMASO e Pasqualina è diventata BISNONNA. Auguri a papà Francesco e mamma Tatiana. Prozia Cinzia 21 aprile. Nel 753 a.C. nasceva Roma, la città eterna. Un po’ di anni dopo nasceva ANTONIO, mio marito! TANTI AUGURI per i tuoi SETTANTA anni. Spero di viverne con te,ancora altrettanti. Marcella A. M. Con Te, Daniela, la vita è come il 1° Aprile: senza NOIA e con tante… SORPRESE!! Auguri Daniela, Amore mio !! R. 4

[close]

p. 5

di Niccolò Carosi PREMIO PERIFERIE CORSARE P ier Paolo Pasolini, un intellettuale e un attento osservatore del mondo e del suo evolversi rumoroso. Aveva nella curiosità il suo più caro consigliere. Una curiosità da cui si è evoluta una ricerca persistente verso tutte le sfumature dell’esistenza, anche quelle più buie. Un intellettuale libero, che non hai smesso di denunciare l’afasia del potere, la sua capacità mortificatoria, la violenza con cui si abbatte soprattutto dove abbondano la debolezza e l’ignoranza. Il 5 Marzo lo si è voluto ricordare nel giorno della sua nascita. Un ricordo importante e prezioso, capace di ribadire l’impellenza dell’ascolto in una società dove la solitudine è divenuta un tratto distintivo e caratterizzante. Ma il ricordo fino a se stesso può risultare effimero o quantomeno limitante rispetto al messaggio che Marco Della Porta, Assessore alla Cultura del Municipio XIV, sta tentando con passione di trasmettere: un’idea di Cultura differente, autentica, una Cultura che sia veicolo imprescindibile dell’emancipazione della collettività. Una battaglia importante che tutti, cittadini e operatori culturali, stiamo sposando e che ci ha portato il 5 Marzo a lanciare il Premio Periferie Corsare. Il Premio nasce dalla volontà di spostare il dibattito contemporaneo sulle nostre periferie e di stimolarne i talenti con l'idea che, scommettendo soprattutto sulle nuove generazioni, si possano creare nuove modalità d'espressione e nuove possibilità di confronto. La partecipazione al Premio è gratuita e sarà possibile concorrere attraverso scritti in prosa e poesia, foto e video che racchiudano le più varie tipologie espressive. Il vincitore riceverà un buono libri messo a disposizione dalla Libreria IaiaManu di Via Pietro Maffi. Il Premio è organizzato dall’associazione culturale giovanile H501 che ha sviluppato il sito www.periferiecorsare.it dove è possibile scaricare il regolamento e il modulo d’iscrizione al Premio. "Il Premio porrà al centro la periferia intesa nella sua caratteristica più profonda: quella di stare ai margini. “Margini da cui si possono però cogliere nuovi punti di vista, nuove sfumature e da cui po sso no nasc ere nuove rivendicazioni e nuove proposte per il mondo che verrà" queste le parole di Marco Della Porta che denotano l’urgenza di un dibattito capace di recuperare il deficit democratico in cui spesso versano le periferie soprattutto quando rinunciano alla loro identità e smettono di sognare. Le periferie non sono dei dormitori, le periferie sono tessuti pulsanti ricchi di storie e idee che è arrivato il momento di raccontare e questo Premio Periferie Corsare è l’occasione giusta per farlo. REGOLAMENTO PERIFERIE CORSARE Art. 1 – Il Premio Periferie Corsare, indetto dall’associazione culturale giovanile H501, è rivolto a tutti coloro che si vogliano mettere alla prova alimentando la creazione di un nuovo e necessario dibattito sulle periferie. Art. 2 – Si può partecipare con un manoscritto in prosa o poesia (max 10.000 battute) o con una foto o serie di foto (max 10) alla quale è necessario allegare un commento (max 3.000 battute) o con un video (max 10 minuti di durata). Art. 3 – L’opera dovrà essere originale, non violando in alcun modo diritti di autore o di privativa o altri diritti di proprietà intellettuale di titolarità di terzi. Art. 4 – Per iscriversi i partecipanti dovranno compilare il modulo d’iscrizione qui allegato ed inviarlo unitamente alla propria opera all’indirizzo mail premio@periferiecorsare.it entro e non oltre il 5 giugno 2014. L’iscrizione è gratuita. Ciascun partecipante potrà iscrivere una sola opera. I manoscritti dovranno essere inviati in formato PDF mentre le foto in formato JPEG e i video in formato AVI. Art. 5 – I diritti relativi alle opere inviate saranno disponibili per l’associazione organizzatrice limitatamente alla realizzazione di mostre e/o letture e/o più genericamente eventi di tipo culturale. Resta inteso che ogni diritto di pubblicazione e/o utilizzo economico escluse le modalità succitate resterà esclusivamente in capo agli autori. Art. 6 – La selezione dell’opera vincitrice avverrà ad insindacabile giudizio di una giuria presieduta da Angelo Signorelli e composta da almeno 5 membri. Art. 7 – Durante la serata di premiazione, cui saranno invitati tramite mail tutti i partecipanti, sarà annunciato il vincitore unico del Premio il quale riceverà un buono del valore di euro 100,00 da spendere per l’acquisto di libri in una delle librerie che collaborerà al progetto. Art. 8 – La partecipazione al Premio Periferie Corsare comporta l’accettazione di tutti gli articoli del presente Regolamento. Art. 9 – I dati personali rilasciati dai partecipanti verranno trattati nel rispetto di quanto previsto dal D.Lgs. N. 196 del 30 giugno 2003 (Codice in materia di protezione dati personali) e della normativa vigente in tema di privacy. 5

[close]

p. 6

di Pino Acquafredda DAL MUNICIPIO AL MONDO IL PREMIO “ALBEROANDRONICO” VOLA ALTO L’Associazione culturale, sociale e sportiva “ALBEROANDRONICO” Venerdì 14 marzo, in Campidoglio la premiazione della settima edizione Pino Acquafredda, fondatore del Premio, nonchè Presidente della Commissione Scuola, Cultura Sport del Municipio14. hi ha detto che non c’è più voglia di raccontare? Sotto la grande ombra di un pioppo scampato all’abbattimento in un grande quartiere di Roma, la Balduina, il “Premio Alberoandronico”, ormai da sette anni, si pone come punto di riferimento per nuovi talenti. Il concorso, a dimensione internazionale, dimostra che la parola è sempre importante anche in un’epoca caratterizzata dall’immediatezza di internet e dalla sinteticità dei concetti. Lo confermano i numeri: più di 700 partecipanti da ogni parte del mondo con la voglia intatta di esprimere concetti ed emozioni. Il Premio ha assunto, con il passare delle edizioni, contorni sempre più ampi, estendendo la partecipazione ad altre forme di espressione come la fotografia e i cortometraggi: una maniera diversa ma sempre efficace del raccontare. Il punto centrale della rassegna resta tuttavia la letteratura, divisa in numerose sezioni: poesia, narrativa, dialetto e testi per canzoni, libri editi e racconti sportivi, così da coprire ogni predisposizione artistica. La Giuria, composta da critici, scrittori, giornalisti, fotografi, registi ed esponenti del mondo della cultura, ha valutato con la massima attenzione le opere proposte. I vincitori: Caterina De Martino di Catania (poesia), Roberto Ragazzi di Rovigo, Luigi Brasili di Tivoli C (racconti), Ruggiero Maria Dellisanti di Barletta (sul tema “la strada, la casa, la città, l’ambiente: vivere e costruire il territorio), Dario Pontuale di Roma (editi), Fabrizio Formicone di Roma (testi per una canzone), Pietro Rainero di Acqui Terme (sport), Maria Clotilde Pesci di Cagliari (mare e montagna), Guido De Paolis di Catania (poesia dialettale), Raffaele Di Santo di Roma (fotografia) e Pierluigi Ferrandini di Bari (cortometraggi). Premiati anche la giovanissima Sofia Franceschetti di Anagni, la senior Luciana Frapiselli di Roma, la tedesca Juliane Busch per gli autori stranieri e Flavio Scaloni che ha partecipato da Grenoble.. La speciale classifica dedicata al Municipio 14 di Roma ha visto l’affermazione di Gian Battista Azzena , coautore di un volume dedicato al Policlinico Gemelli. L’Associazione Alberoandronico, che opera esclusivamente sul volontariato, ha ricevuto, per la settima edizione del Premio, una medaglia di rappresentanza dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il significativo percorso partito dalla Balduina Monte Mario, dove si trovano il pioppo che ha dato il nome ad Alberoandronico e la sede sociale, passa per il Campidoglio e prosegue verso ulteriori traguardi in nome della cultura. Il nuovo bando, aperto alla partecipazione di tutti, è già disponibile sul sito www.alberoandronico.net. FL3 ORA ARRIVA FINO ALLA S TAZIONE T IBURTINA ! 33 treni al giorno della linea FL3 (Cesano - Roma Ostiense) saranno prolungati fino a Roma Tiburtina. Dal 16 marzo 2014 più tra DALLA REDAZIONE collegamenti Roma Tiburtina e DEL PICCHIO Roma Ostiense mediante il prolungamento di 33 treni al giorno della linea FL3 diretti e provenienti da Cesano. Un vero e proprio passante ferroviario tra 6 Cesano (Roma Nord) e Roma Tiburtina (Roma Est) che collegherà direttamente importanti aree metropolitane, sedi di ospedali e università. Una opportunità da non sottovalutare per spostarsi agevolmente dentro la città: più offerta nelle ore di punta (ci saranno oltre 5000 posti in più tra Ostiense e Tiburtina, dalle 6,30 alle 9), collegamenti diretti, meno tempo, zero traffico, al costo di un biglietto di trasporto urbano per tutto il percorso.

[close]

p. 7

di Antonio Di Siero IL RITORNO DEL LATO OSCURO DEL CINEMA FRANCESE autolesionismo, mentre i fantasmi della sua orrenda Martire: avventura non accennano ad allontanarsi. Dal greco “Marturos”, Neanche l'amicizia con la coetanea Anne riesce ad aiutarla. Anni dopo una tranquilla famiglia francese, mamma, papà, “Testimone”. figlio maggiore e figlia piccola, si ritrova Julie sull'uscio cinema francese di oggi sembra mummificato in armata di doppietta che senza esitazione e supportata da commediole che, nel tentativo di omaggiare Louis Anne, massacra i presenti nella convinzione di aver de Funes, fanno sprofondare la scuola francese in una trovato i suoi aguzzini. E' solo l'inizio dell'orrore per lei e Anne. Prima considerazione: nel cinema le replica della recente commedia commerciale vittime di aggressioni e/o i loro parenti italiana. Ma a volte qualcosa si muove. so no da se mpre de i giu stizier i ch e Si inizia nei profondi anni '80 con “Le puniscono il male anche a costo di divenire predateurs de la nuit ” di Jess Franco, malvagi come e più degli aggressori arrivato in Italia con il titolo “Face less” (di (lo si vede in “L'ultima casa a sinistra” di cui vi parleremo prossimamente); in tempi W. Craven, 1971; ma anche nel pasticciato più recenti troviamo il pesantissimo “Inside “Kill Bill” di Q. Tarantino, 2003) e vedere (a l'intérieur)” di Alexander Bustillo e Julie massacrare insieme ai presunti Julien Mauri (2007). aguzzini, anche due ragazzi tra cui una Si arriva così a questo “Martyrs”. bambina di circa tredici anni, è disturbante. Alcuni articoli che ho scovato in rete Ma non è ancora niente rispetto a quello parlavano di sale gremite, divenute che aspetta le due. La vendetta non dona semi-deserte prima dell'inizio dei titoli di la pace a Julie che preferisce darsi la morte. coda. Leggendo la trama non capivo Rimasta sola Anne scopre le ragioni del cosa potesse esserci di così raccapricciante dolore patito da Julie: qui finalmente o che potesse rendere il tutto più abbiamo capito le ragioni delle sale offensivo di, per esempio, “A serbian svuotate... film” di Spasojevich di cui vi abbiamo Non posso riportare nulla di quello che parlato mesi fa. segue (la trama cambia in continuazione), Guardando le prime scene, siamo stati però Di Pascal Louger posso dire solo che il risultato finale costretti ad ammettere che i contenuti Con Mylène Jampanoï, ci ha fatto a pezzi i nervi con una maestria sono decisamente forti... Morjana Alaoui, Catherine chirurgica che abbiamo riscontrato solo Sintetizzando al massimo, la trama è la Bégin, Robert Toupin, Patricia in poche altre pellicole (il già citato seguente: 1971, la piccola Julie fugge dal Tulasne, Juliette Gosselin “A serbian film” e “Strange circus” di Sion seminterrato in cui è tenuta prigioniera e Xavier, Dolan Tadros, IsaSono). torturata. belle Chasse, Jessie Pham, M ar ty r s do vre bb e esse re e vitato Un filmato girato sul luogo ci fa notare che Emilie Miskdjian, Gaëlle accuratamente dagli spettatore più non ha subito abusi sessuali (un dettaglio Cohen, Anie Pascale, Erika sensibili e da quelli più giovani, gli altri che diverrà importante più tardi). Scott, Mike Chute. rimarranno piacevolmente sconvolti. All'interno di un istituto Julie cresce vittima (Francia/Canada 2008) NOTA: il film è disponibile in italiano. di allucinazioni e di una forma grave di Ci scusiamo con i lettori per aver inserito erroneamente la locandina del Film "Martyrs" all'interno dell'articolo a pagina 11 del numero di Marzo 2014, articolo concernente la graphic novel "V for Vendetta". L'immagine trova la sua corretta collocazione in questo articolo, in questo numero. 7 Il

[close]

p. 8

Continua da pag. 1 - Tra Parco e realtà Alla fine, il 17 dicembre 2011, il Parco si aprì; e ricalcava, nei limiti delle disponibilità economiche, quanto concordato nel lontano 2007. Il Parco si aprì anche (e soprattutto) per la volontà dell’allora presidente Alfredo Milioni, che grazie alla disponibilità del Comitato Torresina a gestirlo, elaborò un documento in cui gli si affidava provvisoriamente la struttura. Ma in Italia, si sa, non c’è niente di più definitivo delle soluzioni provvisorie... E quindi la situazione rimase sospesa in un limbo… Un parco senza nome. senza cartelli comunali, nessuna conferma sul collaudo dei lavori svolti, con una sola certezza: un Comitato di Quartiere che se n’è preso cura. Non solo apertura e chiusura dei cancelli, non solo pulizia e guardiania… Attraverso le offerte ricevute per lo svolgimento delle feste private di bambini sotto al gazebo, il Comitato di quartiere ha finanziato riparazioni, manutenzione ed investito per la realizzazione di zone d’ombra e campo da bocce. Su richiesta dell’assessore all’ambiente Ivan Errani, i lavori sono stati sospesi in attesa dei collaudi e dell’affidamento ufficiale… Affidamento che è arrivato martedì 25 marzo sia davanti alle telecamere di Roma Uno Tv che ha trasmesso in diretta satellitare un evento che anche loro, seguivano trepidanti da anni, sia davanti ai cittadini raccolti sotto al gazebo nel Parco, per assistere alla cerimonia della firma. Presenti gli assessori all’ambiente di Comune e Municipio, il presidente e responsabile tecnico della ex circoscrizione Roma 19. E così quando il Valerio Barletta ha preso la parola durante la cerimonia delle firme, a qualcuno non è sfuggita la commozione del presidente del Comitato Torresina Antonio Picciau. “Oggi l’amministrazione riconosce ufficialmente quello che di fatto già è da tantissimo tempo. I cittadini si prendono carico quotidianamente della pulizia di questo spazio, della pulizia di questo spazio, dell’accoglienza e del controllo. Oggi noi gli diamo uno strumento importante che li legittima e li tutela una volta per tutte nel quartiere e fuori, un riconoscimento importante che è quello dell’affidamento dell’area verde che Roma Capitale fa al Comitato di quartiere Torresina, proprio per dire grazie.” Un riconoscimento del lavoro svolto finora, con uno sguardo già rivolto al futuro prossimo: “Tante altre prospettive, traguardi prossimi di breve e medio termine che dobbiamo avere: la riqualificazione di questo gazebo, immaginate questo spazio ancora più polifunzionale, piuttosto che per gli spazi esterni, per il campo da bocce e tante richieste che vengono fuori dai cittadini di questo territorio.” Il presidente ha concluso il suo intervento con un appello: “Continuate a far vivere quest’area verde, con questo spirito di grande polivalenza in cui i bambini, i nonni, le famiglie vivono insieme il quartiere, nell’unico punto verde, dimo strando come Torresina e tutto il Municipio possono essere il fiore all’occhiello della nostra città.” 8 E’ stato poi il momento dell’assessore all’ambiente del Comune di Roma, Estella Marino la cui frustrazione più grande, in questi mesi è stata la difficoltà di dare spazio ai cittadini che ti vogliono aiutare “perché quando non riesci neanche a mettere in condizione i cittadini di aiutarti, si è veramente arrivati alla follia”. La Marino si è dichiarata molto soddisfatta, riconoscendo all’evento un valore educativo molto forte. “I beni che sono di tutti non è che non sono di nessuno e che li deve curare qualcun altro. Sono di tutti e quindi tutti se ne prendono cura, c’è un valore educativo enorme e quindi iniziative come queste sono fondamentali e crescono quando c’è un comitato, un’associazione, una comunità molto forte che si riconosce e che fa un percorso insieme.” L’assessore all’ambiente municipale, Ivan Errani, ha sottolineato che il “Comitato di quartiere si è preso carico della cura e manutenzione di questo parco, l’ha reso un posto migliore, non ha permesso che facesse la fine di altri parchi, anche del nostro territorio, in cui si è pensato prima di aprirli e poi non si è pensato a chi dovesse curarli.” Si stava ratificando quello che già esiste, con la voglia di andare oltre. “Vorremmo che questa esperienza del comitato di quartiere di Torresina per la cura e manutenzione del parco sia un elemento che faccia fibrillare altre realtà associative sul territorio. Per cui rendere questa un’esperienza che possiamo moltiplicare nelle zone del nostro Municipio.” E parlare di fibrillazione nel quartiere dei defibrillatori è di buon auspicio. Durante i loro interventi, tutti i rappresentanti istituzionali hanno ricordato la riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti che sta per arrivare. E’ previsto infatti per l’autunno 2014 l’inizio del nuovo corso del Municipio XIV tra raccolta porta a porta e differenziata. Nelle zone meno popolate del Municipio, sarà sviluppato il porta a porta spinto con la totale eliminazione dei cassonetti in strada. Saranno coinvolte le zone di Torresina, Monte Mario alta, Santa Maria della Pietà, Ottavia, Palmarola, Selva Candida, Valle Santa, La Storta, Tragliatella e tutta la Trionfale extra GRA. Nelle zone con maggiore densità abitativa, sarà riorganizzato tutto il posizionamento dei cassonetti stradali che prevedranno ben 5 tipologie diverse di raccolta: carta, plastica e metallo, umido, vetro e indifferenziato. Le zone coinvolte saranno Primavalle, Monti di Primavalle, Battistini, Torrevecchia, Medaglie d’Oro, De Carolis, Balduina e Trionfale dentro il GRA. C’era una volta una bambina di Torresina, che nel 2006 scrisse una letterina al sindaco di Roma… Anche se la bambina è ormai cresciuta, la storia è a lieto fine; manca solo il nome da assegnare al parco; dovrebbe essere Zietta Liù ma per un storia così fantasiosa, ci vorrebbe Gianni Rodari!

[close]

p. 9

di Marcella Speranza TITOLI AD EFFETTO…PERCHÉ? erché molti mezzi d’informazione usano titoli strillati, che non rispettano il contenuto dell’articolo? …per vendere più copie…o per incuriosire i lettori...o per rendere straordinaria qualcosa che non lo è.… Ma quando un titolo, o un articolo, mette nel panico un grosso numero di cittadini, senza motivo, forse è “procurato allarme”. Oppure, a pensar male, serve per condizionare l’opinione pubblica e fare gli interessi di qualcuno! Nello scorso mese di marzo si sono rincorse notizie allarmanti sulla bontà (o meglio, velenosità) dell’acqua di Roma Nord. Un’ordinanza del Sindaco di Roma, Ignazio Marino, ha vietato di utilizzare, per gli usi umani, l’acqua degli acquedotti Arsial, in alcune limitatissime zone della periferia nord del XIV e XV Municipio. L’ordinanza, emanata lo scorso febbraio, non è stata un fulmine a ciel sereno, l’emergenza non è nata ieri: che le condutture degli acquedotti Arsial siano inquinate e con livelli di arsenico superiori alla norma, è cosa risaputa da tempo. Già dal 1998, a causa di queste problematiche, è in corso il passaggio degli acquedotti Arsial in Acea Ato 2, un azienda con grande capacità ed esperienza, per risanare le criticità in questione. Nel maggio 2011, tramite lettera protocollata al Campidoglio, Arsial stessa chiedeva "l'emissione del provvedimento di ordinanza per gli acquedotti rurali Arsial nelle more che siano collegati alla rete Acea Ato 2 Spa, con particolare riferimento all'emergenza arsenico”. Datata 3 maggio 2011 e inviata da Arsial al Comune di Roma, al presidente dell'ex XIX e XX Municipio, al Commissario emergenza Arsenico, alla Presidente Polverini, all'Asl RM C, ad Acea Ato 2. Fino a febbraio scorso, nessuno s’è mosso. Sul sito istituzionale del comune di Anguillara, si può notare, che già in data 31-12 2012, il Sindaco di quel comune, servito dallo stesso acquedotto, emise ordinanza di non potabilità di quelle acque, per il consumo umano. Responsabilmente, Marino emette l’ordinanza. Meno responsabilmente, alcuni media informano che ne sono interessati i cittadini di Primavalle (82.457 abitanti), Monte Mario (circa 20.000 abitanti) e Labaro (22.674 abitanti), quando invece si tratta di circa 500 utenze, ben segnalate con via e numero civico, di alcune zone servite dall’acquedotto Arsial. L’Arsial (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio), è proprietaria e responsabile, nelle provincie di Roma e Viterbo, di 20 acquedotti. La costruzione originale degli impianti risale intorno agli anni 1950. Vennero utilizzati tratti di condotte delle aziende agricole espropriate (l’Ersal e l’Ente Maremma), per rispondere alla crescente richiesta di acqua in quelle zone, allora rurali. I cittadini interessati all’ordinanza del Sindaco, perciò quelli che non potranno utilizzare l’acqua fino a dicembre 2014, abitano in zone sorte in un periodo di abusivismo edilizio, negli anni ’70, caratterizzate poi da continue azioni di condono e risanamento portate avanti da alcuni Consorzi Territoriali. Quei cittadini, da almeno due anni trovavano scritto sulla bolletta che l’acqua non era potabile e in molti casi non la usavano, ma si rifornivano dai pozzi, P da sempre. «L'allarme è assolutamente ingiustificato. Il provvedimento è stato adottato in base a un principio di precauzione» si legge nel comunicato dell'assessorato ai lavori pubblici del Comune «ed è volto a intervenire su una situazione nota da molto tempo, che riguarda la riqualificazione degli acquedotti rurali per adattare l'acqua erogata alla modifica dei parametri europei. Con l'ordinanza si chiede ad Acea di provvedere agli interventi di risanamento» conclude la nota. Gli acquedotti interessati sono infatti dell'Arsial. Il commissario straordinario dell'agenzia Antonio Rosati ha affermato che «sono due anni che Arsial manda le bollette con scritto “acqua non potabile”», quindi gli utenti erano stati informati. Rosati ha detto che «tutto il sistema idrico deve andare ad Acea Ato 2, che ha le competenze e il know how per gestirlo». Fa più notizia scrivere “EMERGENZA ACQUA A ROMA NORD”, che scrivere “RISTRUTTURAZIONE ACQUEDOTTI A TRAGLIATA”. Se poi si vuol far capire che l’acqua pubblica non è sicura, se si vogliono mettere i cittadini in condizione di non fidarsi, perché magari c’è dietro qualche interesse, qualche possibile speculazione, tanto meglio. Ma non è un modo corretto di fare informazione. Per conto mio, seguito a bere e gustare l’acqua più buona del mondo, l’acqua pubblica di Roma!!! L’APPROFONDIMENTO Vi suggeriamo uno strumento interattivo, creato con Google Maps Engine, quale la “Mappa delle Acque dichiarate fuori norma”, secondo l'ordinanza del Sindaco di Roma del 21 febbraio 2014. I colori rappresentano i diversi acquedotti interessati. Per c o n su lt ar lo e ve ri f ic a re le lo c al i tà in d ic at e sull’Ordinanza, basta andare su internet, al link (barra gialla in alto all’immagine)oppure s u T o r r e s i n a . n e t a l l i n k : http://www.torresina.net/2014/03/02/12698/avviso-didivieto-di-consumo-acqua-degli-acquedotti-arsial-neimunicipi-xiv-e-xv . La Redazione 9

[close]

p. 10

di Rag. Antonella LONGOBARDI CdL TRASFERIMENTI IMMOBILIARI LE NUOVE REGOLE DAL 1° GENNAIO 2014 D al 1° Gennaio 2014 è entrata in vigore la nuova disciplina sui trasferimenti immobiliari, che ridisegna l’applicazione delle imposte d’atto sulle compravendite immobiliari. In particolare viene ridotta l’aliquota dell'imposta di registro sui trasferimenti relativi alla “prima casa”, che passa dal 3% al 2%; mentre per le altre tipologie di immobili (fabbricati e relative pertinenze, immobili di interesse storico – artistico, terreni agricoli, ecc.) per i quali era prevista, fino a l 31.12.2013, una differenziazione delle aliquote (tra l’1% e il 15%), ovvero l’applicazione dell’imposta in misura fissa (€ 168), è introdotta l’aliquota unica del 9%. Inoltre si sancisce l’importo minimo dell’imposta di registro pari ad € 1,000= nei casi in cui trovano applicazione le nuove aliquote proporzionali dell’imposta di registro del 2%, e del 9%. Per l’applicazione dell’aliquota agevolata del 2% (acquisto prima casa), devono verificarsi le seguenti condizioni: non deve trattarsi di immobili di lusso, ovvero unità immobiliari classificate in catasto nelle categorie A/1, A/8 e A/9 a prescindere dalle loro caratteristiche; l’acquirente deve lavorare o risiedere (a andare a risiedere entro 18 mesi dal rogito) nel Comune dove è situato l’edificio oggetto di acquisto agevolato; l’acquirente non deve essere titolare di un’altra abitazione nello stesso Comune dove si trova l’abitazione oggetto di acquisto agevolato; l’acquirente non deve essere titolare di un’altra abitazione, ovunque ubicata, che sia stata acquistata con l’agevolazione prima casa; • • • • l’agevolazione è subordinata al fatto che la casa acquistata con il beneficio fiscale non sia ceduta per almeno un quinquienno oppure che, se ceduta prima del decorso del quinquiennio, entro un anno sia acquistata altra prima casa. La nuova disposizione, efficace dal 1° Gennaio 2014, prevede che: • in tutti i casi in cui trovi applicazione l’imposta di registro in misura proporzionale con le nuove aliquote, cessino di essere dovute l’imposta di bollo e le tasse ipotecarie per la trascrizione nei pubblici registri immobiliari; • nei casi in cui nei trasferimenti immobiliari si applichino le nuove aliquote dell’imposta di registro del 9%, e del 2%, trovino applicazione le imposte ipotecarie e catastali nella misura di euro 50. A ciò va aggiunto, che la nuova normativa, prevede l’aumento ad euro 200, della misura fissa dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale per tutti gli atti che al 31.12.2013 scontavano imposta di registro, ipotecarie e catastali nella misura fissa di euro 168. Infine si segnala che la Legge di Stabilità ha introdotto un nuovo procedimento per il versamento del prezzo di vendita nel caso di compravendite immobiliari. Le novità saranno operative solo a seguito di un apposito decreto attuativo, da emanarsi entro 120 giorni dalla data di entrata in vigore della Legge di Stabilità (1° gennaio 2014) ed in particolare stabilisce che in futuro qualora si dovesse procedere alla vendita di un immobile, il prezzo non sarà versato al venditore contestualmente alla sottoscrizione dell’atto, ma transiterà su un apposito c/c vincolato tenuto dal Notaio, e sarà accreditato all'alienante solo a seguito della trascrizione dell’atto stesso. È ovvio, pertanto, come la disposizione in oggetto sia volta a tutelare l’acquirente, il quale avrà la garanzia di effettuare il pagamento solo nel momento in cui il contratto è efficace anche nei confronti dei terzi, con la trascrizione della vendita nei registri immobiliari. Si evitano in tal modo le vendite di uno stesso immobile a più soggetti, a fronte delle quali solo il soggetto che per primo ha effettuato la trascrizione, potrà beneficiare del trasferimento di proprietà. Una maggiore tutela è riservata all’acquirente anche in considerazione della possibilità, da parte di terzi, di iscrivere garanzie reali dopo la firma del contratto, ma prima della trascrizione dello stesso: in tal caso, qualora dovesse emergere, ad esempio, un’iscrizione ipotecaria, dopo la sottoscrizione del contratto, il prezzo della vendita potrebbe essere destinato alla liberazione dell’immobile dai gravami. Le somme versate al notaio, confluiranno in un apposito c/c dedicato che accoglierà, pertanto, oltre al prezzo di vendita, anche tutte le somme dovute a titolo di onorari, diritti, accessori, rimborsi spese e contributi, nonché a titolo di tributi per i quali il notaio sia designato quale sostituto o responsabile d’imposta. Solo una volta eseguita la registrazione dell’atto di compravendita, e dopo aver verificato che non vi siano formalità pregiudizievoli ulteriori rispetto a quelle esistenti alla data dell’atto e da questo risultanti, il notaio o altro pubblico ufficiale provvederà allo svincolo degli importi depositati. Qualora nell’atto sia stato invece previsto che il prezzo sia pagato solo dopo l’avveramento di un determinato evento o l’adempimento di una determinata prestazione, il notaio o altro pubblico ufficiale potranno svincolare gli importi, solo dopo che sia stata fornita la prova che tale evento si sia avverato o che la prestazione sia stata adempiuta. 10

[close]

p. 11

di Andrea Pizzuti IL CORTEO DI CARNEVALE giorno di martedì grasso la scuola elementare Andersen è scesa in strada per il tradizionale corteo di Carnevale. Ma quest'anno, bambini e insegnanti, si sono proprio superati: i bambini di prima avevano dei fantastici costumi da robot e da arlecchini, i bambini di seconda da api (i maschietti) e da fiori (le femminucce); i bambini di terza erano vestiti da pinguini, i bambini di quarta da ballerini brasiliani. Questo corteo chiassoso e colorato ha sfilato per le vie di Quartaccio, sfidando il tempo non proprio promettente, per portare un po' di allegria nella nostra periferia. E i bambini di quinta? Marciavano vestiti da legionari e da matrone alla volta della strada romana che di trova nei locali del centro commerciale Centro Moda, dove hanno ricordato l'importanza delle risorse archeologiche del nostro quartiere. Speriamo che il Municipio, che ha apprezzato l'iniziativa, ora completi la cura del sito con delle belle tavole che spieghino il valore dei ritrovamenti. Il abato 15 marzo il quartiere Torresina ha dato i natali ad un nuovo progetto socioculturale: il circolo letterario “Franca Rame”. Pomeriggio partecipatissimo e ricco di entusiasmo che speriamo si replichi ad ogni incontro, alle ore 16.30 presso il box LiberaLibri del Centro Commerciale Torresina. Calendario Incontri 2014 Infatti una volta al mese, il Circolo Letterario “Franca Rame” si riunirà per condividere con i 12 aprile partecipanti le sensazioni e le emozioni di un 10 maggio libro precedentemente scelto; si comincia con la 14 giugno letteratura italiana e, in corso d’opera, potremo 12 luglio raggiungere destinazioni sensazionali!! 13 settembre Tutto questo non sarebbe stato possibile senza 11 ottobre l’incoraggiamento e l’aiuto di alcune persone: 15 novembre vogliamo cogliere l’occasione per ringraziarle tutte! Grazie a Giusy Castagnetta per la realizzazione grafica 13 dicembre della locandina; grazie a Giuseppe Giampà per CONTATTI: Stefania 3383171087 averci concesso l’utilizzo del box presso il centro commerciale; grazie a tutti gli artisti che hanno allietato la presentazione del progetto il Sonia 339124604 giorno dell’inaugurazione; grazie al Comitato di Oppure per maggiori info: Quartiere Torresina perché ha sposato subito il circololetterario.francarame@gmail.com n o stro so gn o aiutandoci a renderlo reale! www.facebook.com/circololetterario.francarame Grazie di cuore a tutti! 11 Gl i in co n t r i si te r ra n n o presso il box Libera Libri del Centro Commerciale Torresina alle ore 16.30 Qualsiasi variazione sul programma sarà tempestivamente comunicata. Si chiede sempre cortese conferma di partecipazione. E’ NATO!!! di Stefania Giannetto e Sonia Luche S

[close]

p. 12

di Mario Celani UNA CARTOLINA DA VALENCIA Panorama Un nostro affezionato amico, che anche dall’estero ci pensa, invia questa bella cartolina da Valencia, una delle tappe del suo lunghissimo viaggio per la Spagna. ono in giro per la Spagna, direi che ho deciso di passare tre mesi in camper nel periodo invernale, in cerca del sole e del caldo. Dopo essere sbarcato a Barcellona sono sceso a Valencia. Questa città mi ha colpito, come tutta la Spagna per la pulizia, l'ordine, l'organizzazione dei trasporti, nonché per la trasformazione urbanistica operata in questi ultimi trent'anni. Nel 1980 si è deciso di trovare una soluzione alle devastazioni causate dalle sempre più frequenti esondazioni del Rio Turia. Si decise quindi di deviare il corso del Rio facendolo passare a sud della città, realizzando nell’alveo, ormai asciutto, uno dei Parchi più belli della Spagna: Jardin del Turia. Partiamo dalla parte nord del parco, qui è stato realizzato il Bioparc, uno zoo di ultima generazione davvero straordinario. Visitandolo si ha la sensazione di essere fra gli animali e la cosa più bella è che non sembrano stressati nè intimoriti dalla presenza umana. Sembra quasi che siano gli umani dentro le gabbie, mentre gli animali sono liberi di scorrazzare nei loro spazi. Le iene che dormono al sole a meno di 5 metri dandoti la schiena. Un ornitorinco che sta allattando, con tanto di zoologo dentro la tana che li osserva. Percorrendo il parco del Turia, si incontrano piste ciclabili, boschi, campi per tutti gli sport, naturalmente tutto delimitato dagli antichi argini e dai ponti sia antichi che moderni, che permettono il passaggio del traffico da una parte all'altra della città. La città della Scienza S Continuando, si incontra il palazzo della Musica poi altre costruzioni adibite ad altre attività, il Planetario, poi la città della Scienza ed infine l'Oceanografico. Anche questo non è il solito acquario ma ha una sua originalità. In una delle vasche, mi è capitato di vedere tre sub in immersione dar da mangiare agli squali. C'è, poi un’enorme voliera con varie specie di aironi, nella quale è possibile entrare e stazionare fra gli uccelli. Anche qui gli animali non sembrano stressati anzi sono confidenti o quanto meno indifferenti agli umani: addirittura due spatole si corteggiavano gironzolando fra le persone. Vicino alla città della Scienza, su un argine del fiume, hanno creato un parcheggio sotterraneo su due livelli lungo 500 mt con sopra un giardino con una struttura ad archi strutturali, la immagino tra qualche tempo quando sarà ricoperta di rampicanti: uno spettacolo. Naturalmente c'è tanto altro da vedere se pensiamo che è stata fondata dai romani e poi è passata sotto varie dominazioni fra cui quella dei Mori. Fu anche governata, per un breve periodo, anche da El Cid Campeador. Fu uno dei più fiorenti porti del Mediterraneo, la sua decadenza, a favore dei porti dell'Andalusia, si ebbe con la scoperta dell'America. Ma la cosa più bella che ho notato a Valencia è la mancanza di barriere architettoniche, è una città assolutamente vivibilissima da tutti. Buon viaggio!! NEWS DALLA PARROCCHIA DI S. FAUSTINA KOVALSKA A TORRESINA ella Parrocchia del nostro quartiere, oltre a tante iniziative, prende il via L’ORATORIO DI TORRESINA. Ogni sabato dalle 16.00 alle 18.00 aspettiamo volontari, bambini e ragazzi interessati ad impegnarsi nelle varie arti: musica, canto, ballo, recitazione…ma tutto con TANTA ALLEGRIA E DIVERTIMENTO. Per info Roberta : 393.0319721 12 N omenica 27 aprile, per tutto il giorno ci sarà a Torresina, la Festa dedicata a Santa Faustina Kowalska ed alla Divina Misericordia. Il programma : Ore 9,00 intrattenimento nel quartiere della Banda Musicale e bancarelle. Ore 10,00 Processone con Banda. Ore 11,00 Santa Messa. Ore 16,00 Animazione per Famiglie, bancarelle e pesca di beneficenza. 0re 19,30 Musica e balli. La serata continuerà con la faciolata con salsicce e panini con porchetta per tutti. Estrazione dei premi della lotteria. I fuochi d’artificio concluderanno la grande festa. D

[close]

p. 13

Nel nostro Municipio operano molte Onlus che hanno bisogno del nostro aiuto per realizzare i loro progetti. Sosteniamoli gratuitamente riservando il nostro 5X1000, per noi sarà poco ma per loro sarà tantissimo. 13

[close]

p. 14

NEWS dal Comitato di Quartiere “Torresina” Nuova Raccolta Differenziata. E’ previsto per l’autunno l’inizio del nuovo corso del Municipio XIV tra raccolta porta a porta e differenziata. Nelle zone meno popolate del Municipio, sarà sviluppato il porta a porta spinto con la totale eliminazione dei cassonetti in strada. Saranno coinvolte le zone di Torresina, Monte Mario alta, Santa Maria della Pietà, Ottavia, Palmarola, Selva Candida, Valle Santa, La Storta, Tragliatella e tutta la Trionfale extra GRA. Nelle zone con maggiore densità abitativa, sarà riorganizzato tutto il posizionamento dei cassonetti stradali che prevedranno ben 5 tipologie diverse di raccolta: carta, plastica e metallo, umido, vetro e indifferenziato. Le zone coinvolte saranno Primavalle, Monti di Primavalle, Battistini, Torrevecchia, Medaglie d’Oro, De Carolis, Balduina e Trionfale dentro il GRA. Apertura pomeridiana Ufficio Postale Torresina. Siamo lieti d'informarvi che l'Ufficio Postale all'interno del Centro Commerciale Torresina osserverà l'orario prolungato: LUNEDI’ – VENERDI’ dalle ore 8:20 alle 19:05; SABATO dalle 8:20 alle 12:35. Tesseramento 2014. Il Comitato di Quartiere è lieto di invitare tutti coloro che vogliono aderire in qualità di Soci ad iscriversi o a rinnovare la Tessera per il 2014, recandosi presso il box sito al piano interrato del Centro Commerciale Torresina nei seguenti orari: MARTEDI’ e GIOVEDI’ 10.00-12.00 e 16.00-18.00. Il tesseramento prevede il contributo di € 5 e da l'opportunità di partecipare con diritto di voto alle assemblee dei Soci ed accedere alle agevolazioni proposte dagli Amici di Torresina, un insieme di Professionisti, Associazioni ed Esercizi Commerciali con cui il Comitato ha stipulato delle convenzioni (consultabili sul sito www.torresina.net). Certi della vostra partecipazione vi aspettiamo numerosi. L’Associazione Salvamamme ed il Comitato Torresina ringraziano tutti coloro che hanno contribuito all’ottima riuscita della Raccolta di Giocattoli e vestiti (di ogni età), usati ma in ottimo stato, che si è svolta domenica 16 marzo nel parcheggio di via Andrea Barbato. Libera Libri vi aspetta al Box al piano interrato del Centro Commerciale Torresina; l'iniziativa è arrivata a Torresina la scorsa primavera ed è un invito alla lettura con una sua formula magica: “Chi vuole porta, chi vuole prende, ma si può anche solo prendere o portare, tutto completamente gratuito”. Curata dall’Associazione H2, in co llabo r azio ne con il Co mitato di Q u ar tie re e l’associazione Scaffali, si basa sul libero scambio di libri. Per evitare situazioni spiacevoli, è stato posto un limite di 3 libri prendibili alla volta. Ci vediamo ogni MARTEDI’ e GIOVEDI’, ore 10.00-12.00 e 16.00-18.00 e la DOMENICA ore 10,30 -12,30. Novità !!! Da aprile, apertura il MERCOLEDI’ ore 10.00-12.00 Festa Patronale. Il Comitato Torresina sarà presente con un gazebo informativo alla Festa di S.Faustina che si svolgerà domenica 27 aprile 2014. Info. Potete contattarci attraverso l’indirizzo mail: comitatotorresina@gmail.com oppure per segnalazioni urgenti chiamare direttamente i consiglieri i cui numeri sono reperibili sulla pagina web www.torresina.net/comitatotorresina. Grazie COME LIBERARSI DEI PENSIERI TOSSICI piace pensare alla mente PENSIERO POSITIVO. La filosofia del pensiero positivo come ad una casa delle idee. non è essere ciechi davanti alle Un luogo dove tutto quello che sei difficoltà con un falso ottimismo. prende forma. D e vi co ltivare u na me n talità Questo luogo può essere un paradiso propositiva. o può diventare un vero inferno. di Roberto Vasaturo Abituati a pensare che per ogni Questa è la nostra mente. cosa c’è sempre una soluzione e sei in grado di creare Attraverso i pensieri sei in grado di dare forma alla realtà. la tua realtà aldilà delle situazioni negative che possono P ro getti e co str u isci il mon do a tu a immagin e, capitarti. realizzi prima che in ogni altra parte nella tua mente Insieme alla meditazione con il pensiero positivo puoi avere quello che vuoi essere. uno strumento potentissimo per alimentare l’autostima, Ma sei capace anche di creare paure, mostri potenti che credere in te e raggiungere tutti i tuoi traguardi. bloccano ogni idea sul nascere e si nutrono dei tuoi NON MENTIRE. pensieri tossici. Non mentire a te stesso, le scuse che accampi perchè Come puoi migliorare il dialogo con la tua mente? non sei riuscito a fare o non fare quella determinata cosa Quali azioni ti possono aiutarti a tenere sempre in forma la indeboliscono la tua mente, le impediscono di fare tua mente?. quello per cui è stata creata; pensare, trovare soluzioni, MEDITAZIONE. inventare idee brillanti. Non mentire agli altri, conosci il Inizia prima di tutto con fare pulizia. classico detto che le bugie hanno le gambe corte ti immagini Porta serenità e silenzio nella casa delle idee. che stress puoi procurare alla tua mente costringendola a sprecare energie per ricordare falsità e scuse?. Svuota la mente,dalle un pò di respiro. Sei quello che pensi. La meditazione aiuta a rilassarti, impari Non permettere che dubbi, limiti, stress a controllare le tue emozioni e i pensieri. intossichino la tua mente. Concentrarsi su se stessi per entrare Porta armonia nella tua mente, libera il in armonia con il mondo e ottenere un flusso delle idee che alimentano gioia e maggiore benessere fisico. felicità nella tua vita. 14 Mi

[close]

p. 15

di Andrea Delle Case DAMMI TRE PAROLE Sesso, Soldi e Minori. rima le donne sul ciglio della strada, poi le escort. E come se non bastasse, a fine 2013 abbiamo visto la nascita delle Baby Escort. Due ragazzine minorenni, finite in un giro più grande di loro e del quale ancora oggi la stampa ne parla. Mentre una era consenziente a vendere il proprio corpo, l'altra invece no. Erano costrette a intrattenere rapporti di affetto in una stanza squallida, di una casa nel quartiere Parioli di Roma. I clienti, come ha dimostrato la giustizia (che per fortuna è intervenuta) erano persone di spicco della società, come manager e imprenditori, tra cui anche il marito di una famosa parlamentare. I due principali gestori del giro, non contenti delle manette, avrebbero giustificato i loro "capricci" dicendo che “l'Italia è un paese bigotto, che non accetta questi giochini”. Invece questi “giochini”, come a loro piace chiamarli, li tolleriamo fin troppo. L’11 febbraio durante il Safer Internet Day (Giornata dedicata dalla Ue per far si che i giovani possano conoscere e utilizzare al meglio la rete), Ipsos ha stilato per Save The Children un sondaggio che conteneva dati allarmanti: 1 italiano su 3 accetta il rapporto sessuale, reale o virtuale che sia, con un minore. Il 28% degli adulti tra i 45 e i 65 anni hanno tra i propri contatti giovani, anche senza conoscerli personalmente. Al di sotto di questa fascia d’età, il 37% si connette alla rete per colmare un importante vuoto nella loro vita privata. E per accorgersene, basta farsi un giro sui siti di chat o webcam chat gratuita: molti adulti cercano giovani con cui passare il tempo che basta per di Marcella Speranza P riprodursi virtualmente. Gli esperti definiscono questi comportamenti come “una deviazione etica e morale”, che aggiungo, sta prendendo sempre più piede nella società moderna. E intanto arriva un’altra notizia che fa pensare. L'età del primo rapporto sessuale si è abbassata a 13 anni. Nella società odierna se non si bruciano le tappe, si viene considerati come degli inetti, che della vita non hanno capito proprio nulla. Altri dati arrivano a fine marzo, stavolta sul fenomeno della prostituzione. Il 30% delle ragazze che aspettano sul marciapiede sarebbero minorenni. I clienti? 9 milioni di italiani, magari con figli e una moglie a carico. Ma come si fa a proteggere oggigiorno i giovani da queste insidie? E' quasi impossibile, soprattutto quando i mass media odierni mostrano in televisione immagini di ragazze sempre più svestite e con pose sempre più osè e legandole a prodotti come oggetti, lamentandosi poi che stiamo costruendo una società malata alla ricerca dello “sballo” e una gioventù che è sempre più allo sbando. Bisogna però fermare questo scempio, prima che le cose possano diventare "grandi" e con conseguenze sempre più gravi. Perché un futuro in cui le baby escort possano moltiplicarsi a macchia d'olio sul territorio italiano non è assolutamente troppo lontano. Anzi, è a portata di mano. E inoltre bisogna far capire a questi "maghi" che dietro a ogni escort, prostituta e "donna oggetto" c'è una persona con desideri e sentimenti. TORTA ROVESCIATA ANANAS E CANNELLA INGREDIENTI: 280 gr. di ananas sciroppato + 5 cucchiai del suo liquido di conservazione 200 gr. di zucchero semolato - 250 gr. di farina - 1/2 bustina di lievito per dolci 3 cucchiai di zucchero di canna - 2 uova intere +1 tuorlo - 70 gr. di olio di semi 50 gr. di acqua - 1 bel pizzico di cannella in polvere - 3 cucchiaini di zucchero a velo PREPARAZIONE: Preriscaldare il forno a 170 gradi. Coprire con un foglio di carta forno, bagnato e strizzato, il fondo della tortiera e distribuirvi a raggiera le fette di ananas. Mescolare 3 cucchiai del liquido dell’ananas con lo zucchero di canna ed irrorare con questo le fette. Sbattere le uova con una frusta assieme allo zucchero semolato, unire l’acqua, l’olio, 2 cucchiai del liquido dell’ananas e la farina setacciata con il lievito. Mescolare bene per ottenere un composto liscio ed omogeneo. Versare il composto sopra le fette di ananas. Cuocere in forno per 35 minuti. Lasciare raffreddare per 30/ 40 minuti, poi capovolgere la torta sul piatto da portata. Mescolare la cannella con lo zucchero a velo e spolverizzare la torta. Servire la torta completamente raffreddata. Buon Appetito! 15

[close]

Comments

no comments yet