Radiorama web numero 30

 

Embed or link this publication

Description

Radiorama web numero 29

Popular Pages


p. 1

Panorama radiofonico internazionale n. 30 Dal 1982 dalla parte del Radioascolto Rivista telematica edita in proprio dall'AIR Associazione Italiana Radioascolto c.p. 1338 - 10100 Torino AD www.air-radio.it

[close]

p. 2

l’editoriale radiorama PANORAMA RADIOFONICO INTERNAZIONALE ………………. Il 10-11 Maggio si svolgerà a Torino il consueto Meeting annuale AIR. Per rendere piu moderna ed interessante la prima giornata, abbiamo deciso di cambiare formula . Presentazioni ridotte al minimo. Posto adatto al radioascolto, antenne di ricezione a disposizione per esperimenti, banchi con ricevitori, accessori ed ausili per il radioascolto a disposizione di tutti , con presentazioni di esperienze pratiche in tempo reale. Il tutto ritrasmesso come sempre via Internet, radio e televisioni, oltre ad essere registrato per poi essere a disposizione sul sito AIR. L’evento sarà denominato EXPO AIR . Bruno Pecolatto Segretario AIR organo ufficiale dell’A.I.R. Associazione Italiana Radioascolto recapito editoriale: radiorama - C. P. 1338 - 10100 TORINO AD e-mail: redazione@air-radio.it AIR - radiorama - Responsabile Organo Ufficiale: Giancarlo VENTURI - Responsabile impaginazione radiorama:Claudio RE - Responsabile Blog AIR-radiorama: i singoli Autori - Responsabile sito web: Emanuele PELICIOLI ------------------------------------------------Il presente numero di radiorama e' pubblicato in rete in proprio dall'AIR Associazione Italiana Radioascolto, tramite il server Aruba con sede in località Palazzetto, 4 - 52011 Bibbiena Stazione (AR). Non costituisce testata giornalistica, non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001. La responsabilità di quanto pubblicato è esclusivamente dei singoli Autori. L'AIR-Associazione Italiana Radioascolto, costituita con atto notarile nel 1982, ha attuale sede legale presso il Presidente p.t. avv. Giancarlo Venturi, viale M.F. Nobiliore, 43 - 00175 Roma www.air-radiorama.blogspot.com RUBRICHE : Pirate News - Il Mondo in Cuffia e-mail: bpecolatto@libero.it Vita associativa, Attività Locale, Eventi Segreteria, Casella Postale 1338 10100 Torino A.D. e-mail: segreteria@air-radio.it bpecolatto@libero.it Rassegna stampa – Giampiero Bernardini e-mail: giampiero58@fastwebnet.it Collabora con noi, invia i tuoi articoli come da protocollo . Rubrica FM – Giampiero Bernardini e-mail: giampiero58@fastwebnet.it Grazie e buona lettura !! radiorama on web - numero 30 Utility – Fiorenzo Repetto e-mail: e404@libero.it Scala Parlante – Redazione redazione@air-radio.it La collaborazione è aperta a tutti i Soci AIR, articoli con file via internet a : redazione@air-radio.it secondo le regole del protocollo pubblicato al link : http://airradiorama.blogspot.it/2012/08/passaggioad-una-colonna-come.html ------------------------ SOMMARIO -----------------------In copertina : la stazione In questo numero : radio IZ2EAS Michele D’Amico, a Milano. www.air-radio.it L’EDITORIALE, VITA ASSOCIATIVA, PREMIO BOSELLI2014, TARGA BARAGONA2014, AGEVOLAZIONE SOCI, AIR MEETING 2014, CONVOCAZIONE ASSEMBLEA, RELAZIONE PRESIDENTE, RELAZIONE TESORIERE, SCHEDA VOTO, IL MONDO IN CUFFIA, RASSEGNA STAMPA, MOSTRA AIRE-LANZO2014_1°, ANTENNA ODIBLOOP PER SWL, ANTENNA RYBAKOV, I RADIOAMATORI IN JT65, SPLITTER VLF-LF-HF, CHISSA CHI LO SA, FIERA DI MONTICHIARI, ESAME PER PATENTE USA, L’ANGOLO DELLE QSL, LA POSTA DEI LETTORI, INDICE RADIORAMA, SCALA PARLANTE NDB, SCALA PARLANTE

[close]

p. 3

Vita associativa a cura della Segreteria AIR – bpecolatto@libero.it A.I.R. fondata nel 1982 Associazione Italiana Radioascolto Casella Postale 1338 - 10100 Torino A.D. fax 011-6199184 info@air-radio.it www.air-radio.it AIR informa Quota associativa anno 2014 : Membro dell’European DX Council Presidenti Onorari Cav. Dott. Primo Boselli (1908-1993) 8,90 €uro C.E.-Comitato Esecutivo: Presidente: Giancarlo Venturi - Roma VicePres./Tesoriere: Fiorenzo Repetto - Savona Segretario:Bruno Pecolatto- Pont Canavese TO Consiglieri Claudio Re – Torino Vita associativa – le informazioni utili Iscriviti o rinnova subito la tua quota associativa !! - con il modulo di c/c AIR prestampato che puoi trovare sul sito AIR - con postagiro sul numero di conto 22620108 intestato all’AIR (specificando la causale) - con bonifico bancario, coordinate bancarie IBAN (specificando la causale) Quota associativa annuale 2014 ITALIA €uro 8,90 Conto corrente postale 22620108 intestato all’A.I.R.-C.P. 1338, 10100 Torino AD o Paypal ESTERO €uro 8,90 Tramite Eurogiro allo stesso numero di conto corrente postale, per altre forme di pagamento contattare la Segreteria AIR IT 75 J 07601 01000 000022620108 oppure con PAYPAL tramite il nostro sito AIR : www.air-radio.it Per abbreviare i tempi comunicaci i dati del tuo versamento via e-mail ( info@airradio.it ), anche con file allegato (immagine di ricevuta del versamento). Grazie!! Materiale A Disposizione Dei Soci con rimborso spese di spedizione via posta prioritaria Nuovi adesivi AIR - Tre adesivi a colori € 2,50 - Dieci adesivi a colori € 7,00 Timbro con simbolo AIR + nome cognome e indirizzo del Socio € 16,00 Distintivo rombico, blu su fondo nichelato a immagine di antenna a quadro, chiusura a bottone (lato cm. 1,5) € 3,00 Portachiavi, come il distintivo (lato cm. 2,5) € 4,00 Distintivo + portachiavi € 5,00 Gagliardetto AIR € 15,00 NB: per spedizioni a mezzo posta raccomandata aggiungere € 3,00 L’importo deve essere versato sul conto corrente postale n. 22620108 intestato all’A.I.R.-Associazione Italiana Radioascolto - 10100 Torino A.D. indicando il materiale ordinato sulla causale del bollettino. Per abbreviare i tempi è possibile inviare copia della ricevuta di versamento a mezzo fax al numero 011 6199184 oppure via e-mail info@air-radio.it Quota speciale AIR €uro 19,90 Quota associativa annuale + libro “Contatto radio” oppure “Una vita per la radio” ----AIR - sede legale e domicilio fiscale: viale M.F. Nobiliore, 43 – 00175 Roma presso il Presidente Avv. Giancarlo Venturi. Incarichi Sociali Emanuele Pelicioli: Gestione sito web/e-mail Marcello Casali: Relazioni con emittenti in lingua italiana Valerio Cavallo: Rappresentante AIR all’EDXC Bruno Pecolatto: Moderatore Mailing List Claudio Re: Moderatore Blog Fiorenzo Repetto: Moderatore Mailing List Giancarlo Venturi: supervisione Mailing List, Blog e Sito.

[close]

p. 4

Blog AIR – radiorama Il “ Blog AIR – radiorama” e’ un nuovo strumento di comunicazione messo a disposizione all’indirizzo : www.air-radiorama.blogspot.com Si tratta di una vetrina multimediale in cui gli associati AIR possono pubblicare in tempo reale e con la stessa facilità con cui si scrive una pagina con qualsiasi programma di scrittura : testi, immagini, video, audio, collegamenti ed altro. Queste pubblicazioni vengono chiamate in gergo “post”. Il Blog e’ visibile da chiunque, mentre la pubblicazione e’ riservata agli associati ed a qualche autore particolare che ne ha aiutato la partenza. la NUOVA chiavetta USB radiorama La chiavetta contiene tutte le annate di radiorama dal 2004 al 2012 in formato PDF e com patibile con sistemi operativi W indows, Linux Apple, Sm ar tphones e Tablet. Si ricorda che il contenuto è utilizzabile solo per uso personale, è vietata la diffusione in rete o con altri mezzi salvo autorizzazione da parte dell' A.I.R. stessa. Per i Soci AIR il prezzo e’ di 12,90 €uro mentre per i non Soci è di 24,90 €uro. I prezzi comprendono anche le spese di spedizione. Puoi pagare c om odam ente dal s ito www.air-radio.it c l i c c a n d o s u Acquista Adesso tramite il circuito PayPal Pagamenti Sicuri, oppure tramite: Conto Corrente Postale: 000022620108 intestato a:ASSOCIAZIONE ITALIANA RADIO ASCOLT O, Casella Postale 1338 - 10100 Torino AD - con causale Chiavetta USB RADIORAMA Facebook – AIR Il gruppo “AIR RADIOASCOLTO” è nato su Facebook il 15 aprile 2009, con lo scopo di diffondere il radioascolto , riunisce tutti gli appassionati di radio; sia radioamatori, CB, BCL, SWL, utility, senza nessuna distinzione. Gli iscritti sono liberi di inserire notizie, link, fotografie, video, messaggi, esiste anche una chat. Per entrare bisogna richiedere l’iscrizione, uno degli amministratori vi inserirà. http://www.facebook.com/group.php?gid=65662656698 Mailing List radiorama Come avrete letto dall’ Editoriale del Presidente a pagina 3 & 4 di radiorama Dicembre 2011, disponibile per il download al link : http://air-radiorama.blogspot.com/2011/12/radiorama-da-5-2011-122011.html La ML radiorama su Yahoo è stata disattivata alla mezzanotte del 31 dicembre 2011. La ML ufficiale dal 1 gennaio 2012 e’ diventata AIR-Radiorama su Yahoo, a cui possono accedere i Soci in regola con la quota 2014 di 8,90 €uro. (In regola si intende con importo accreditato sul Conto Corrente AIR). L'operazione di "trasloco" (dopo oltre 10 anni di attività) è stata decisa per aggiornare i dati degli iscritti e ripulire l'archivio: una sorta di reset necessario. Si suggerisce di impiegare le modalità di pagamento via Web (PAYPAL) che garantiscono la massima velocità di gestione permettendo quindi un veloce passaggio alla nuova ML. Il tutto premendo il pulsante “ISCRIVITI” verso il fondo della prima pagina di www.air-radio.it Dopo la verifica dell’ accredito sul c/c AIR , se avete indicato la Vs. email, Vi verrà inviato alla stessa in automatico un invito. Se non avete comunicato la Vs. e-mail mandate i dati all’indirizzo Air-Radiorama-owner@yahoogroups.com indicando : E-MAIL, NOME, COGNOME ED ESTREMI DEL PAGAMENTO DELLA QUOTA 2014 Regolamento ML alla pagina: http://www.air-radio.it/mailinglist.html Regolamento generale dei servizi Yahoo : http://info.yahoo.com/legal/it/yahoo/tos.html vantaggi dei Soci AIR A) potete scrivere sul BLOG AIRRADIORAMA distribuito via web a tutto il mondo B) potete pubblicare i vostri articoli ed ascolti sulla rivista radiorama, ora distribuita via web a tutto il mondo C) potete usufruire degli sconti con le ditte convenzionate e sulle annate precedenti di radiorama

[close]

p. 5

Premio “Primo Boselli 2014” ASSOCIAZIONE ITALIANA RADIOASCOLTO il vincitore ……………. Renato Romero E’ nato nel 1965. Radioamatore con il nominativo IK1QFK è appassionato di VLF da sempre: è l’autore del sito www.vlf.it , del libro Radio Natura e di varie pubblicazioni sull’argomento. Per lavoro si occupa di strumenti di misura per grandezze elettriche, radiofrequenza e compatibilità elettromagnetica. Alla fine degli anni ‘70, il passatempo di metà degli adolescenti era smontare e rimontare il motorino. L’altra metà, a cui dava fastidio avere mani unte e unghie annerite dal grasso, giocava con lo stereo o con le radio. La carriera di questi ultimi, i “radiofili”, aveva delle tappe ben definite e condivise dai più: si partiva in genere dal radioascolto, poi si iniziava a trasmettere con il CB, ci si impratichiva con il DX da pirata come “Radioamatori della 27”, praticato con apparati assurdi al limite del codice penale; poi spinti dai sensi di colpa e dalla paura dell’Escopost ci si iscriveva alla più vicina sezione ARI, si prendeva la patente speciale. Se si era impavidi si tentava anche l’esame di telegrafia e se l’esito era positivo ci si poteva fregiare della definizione di “Radioamatori con l’ordinaria”, un titolo che nell’ambiente intimoriva solo a sentirlo pronunciare. Oggi questa carica ha perso molto del suo carisma, ma allora, quando il massimo della tecnologia per la gente comune era avere l’antenna per la TV Svizzera, i radioamatori erano una categoria rispettata e circondata da un alone di fascino e quasi di mistero: “chissà che cosa prende quello lì con quelle antenne!!!”. L’idea di rete e di home computer come li conosciamo oggi era lontana a venire ed i social network non esistevano ancora. In mancanza dei blog e di Facebook ci si conosceva alle cene sociali: ad ogni “grado di consapevolezza” superiore conquistato (da SWL a CB a CB DXer…) si spettegolava su quello precedente, in cui si era operato fino al giorno prima: ognuno aveva la sua posizione, di cui ovviamente andava fiero. Renato non sfugge a questo percorso e consegue 25enne nel 1990 la patente di Radioamatore con il nominativo IK1QFK, ma una volta arrivato al traguardo finale qualcosa non funziona e finisce ben presto fuori strada ad occuparsi di altro. Tramite gli articoli di un certo Flavio Gori dalle pagine di una rivista quasi sconosciuta ai radioamatori (Radiorama) viene infatti a conoscenza delle attività di ricerca della NASA sulle VLF con un progetto educational denominato INSPIRE. L’idea di usare la radio per ricevere segnali di origine naturale o trasmissioni sperimentali anziché la voce di altri operatori lo affascina fin da subito: il microfono finisce presto appeso al chiodo, la licenza chiusa in una busta, ed il ricevitore INSPIRE RS-4 per le VLF prende il posto dello YAESU FT-757 acquistato poco prima per fare attività sulle onde corte.

[close]

p. 6

Il certificato di iscrizione all’AIR, ancora firmato dall’allora Presidente Alberto Gandolfo Il decennio che segue ne vede la partecipazione attiva a tutte le campagne di ricezione INSPIRE, sia quelle relative agli ascolti congiunti di Radio natura, sia per le sessioni di ricezione dei segnali trasmessi dalla stazione Russa MIR e dalle varie missioni Shuttle. Avvia anche il primo progetto di monitoraggio continuo delle VLF, denominato OPERA, eseguito con una stazione automatizzata artigianale con tanto di “piastra a cassette” sottratta all’impianto stereo di casa e timer da caldaia. Lo studio, poi pubblicato anche sull’Inspire Journal, dura un anno: comprende oltre 700 sessioni di ascolto, una ogni 12 ore, e una montagna di cassette C60 sbobinate individualmente. Ogni sessione veniva riversata e poi analizzata con un PC Apple Macintosh: l’unica macchina che in quel periodo fosse in grado di ottenere spettrogrammi, con il software SoundEdit. Il tutto doveva però avvenire a tranches di 10 minuti per volta, visto che l’HD del calcolatore era di soli 80 MB e si riempiva subito! E’ una esperienza che vista oggi, nell’era dell’informatica, fa sorridere; ma i risultati allora ottenuti sulla distribuzione statistica dei segnali radio di origine naturale come i whistler sono sorprendentemente sovrapponibili a quelli attuali, ottenuti con le stazioni automatizzate: i mezzi erano poveri ma la strada era quella giusta. Lo stesso periodo lo vede attivo con la pubblicazione di vari articoli divulgativi sulle VLF, su Radio Natura e le onde lunghe. In tutto una trentina di pubblicazioni su varie riviste e bollettini: INSPIRE Journal, RADIORIVISTA, Radioonde, RadioKitElettronica. Inizia anche una intensa collaborazione con il Prof. Mognaschi, dell’Università di Pavia, con il quale vengono condivise amicizia, esperienze e progetti. Sono gli anni in cui le voci relative ai precursori radio sismici si moltiplicano incontrollate ed una banda poco conosciuta come le VLF diventa il candidato ideale per speculazioni, poiché ogni affermazione su questo tipo di segnale è difficile da verificare: non esistono infatti in commercio ricevitori per questa banda e i pochi che vi operano lo fanno con apparecchiature autocostruite. E proprio a questo proposito, oltre alle nozioni teoriche e pratiche, Mognaschi lascia una esempio di stile, insegnando da una parte il dovere di condividere con generosità quelle che sono le proprie esperienze ma dall’altra la necessità di rigore ed onestà intellettuale, con il rifiuto di far quadrare a mano i conti, aimé, Italico vizio. Metodo scientifico, alla ricerca ed in difesa della verità anche se questa non rende popolari: saranno queste le basi morali di “OpenLab” che andrà a nascere di lì a poco. Ed è di quegli anni anche l’adesione al CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze) ed al LWCA (Long Wave Club of America). Il ritorno di tutti quegli scritti non tarda a farsi sentire: alla fine degli anni ’90 sono oramai molti quelli che cercano di prendere contatto con l’autore, diventato suo malgrado un riferimento sull’argomento. I più per chiedere informazioni su come ricevere le VLF: le domande alla fine sono poi sempre le stesse, che cosa si riceve a frequenze così basse, che ricevitori usare… Diviene sempre più evidente la necessità di un’area di raccolta delle informazioni sull’argomento, che sia però sempre disponibile, e non a scadenza come una rivista. Internet entra oramai in molte case e la decisione cade sull’apertura di un portale web: nasce nel 1999 “Radio Waves Below 22 kHz” ovvero www.vlf.it . L’idea alla base di tutto si chiama “OpenLab”, ovvero un’area di condivisione di

[close]

p. 7

esperienze e tecniche di ricezione in banda VLF. Il sito, in lingua inglese, accetta lavori biografici sull’argomento, a condizione che siano ben documentati e riproducibili, e conformi alle leggi della fisica conosciute. Per questa ultima condizione diversi lavori vengono rifiutati e qualcuno si arrabbia anche. L’originalità dell’idea risiede anche nel fatto che il sito non acquisisce i diritti di autore sui lavori pubblicati, come succede ad esempio con una rivista, ma questi rimangono di proprietà dell’autore che è quindi libero di usarli anche in altre forme. Il ritorno in termini di adesioni sorprende l’autore stesso: nel giro di pochi anni www.vlf.it diventa uno dei portali più conosciuti sull’argomento ed ospita tra i suoi collaboratori molti ricercatori professionisti. La filosofia OpenLab funziona, ed il sito oltre a diventare una specie di biblioteca comunitaria sull’argomento, serve anche a mettere in collegamento tra loro gli appassionati di onde lunghe. Parte in quel periodo anche il monitoraggio continuo delle emissioni radio di origine naturale: dalla sua abitazione di Cumiana (TO) un ricevitore di campo elettrico ed uno di campo magnetico posizionati in aperta campagna, iniziano a fornire i loro dati, questa volta ad un PC che ne registra gli spettrogrammi, 24 ore su 24. Da allora, siamo nel 2000, l’acquisizione non è più stata interrotta. La prima postazione si serviva di diversi software: uno per filtrare i segnali, un per fare gli spettrogrammi ed uno per salvarli. Ma poi arriva un radioamatore tedesco, Wolfgang Buscher che aderisce ad Openlab: Wolf ha creato da poco un software che integra tutte le funzioni, creando degli archivi indicizzati, sia degli spettrogrammi che dei file wave sorgenti: SpectrumLab. E’ il software ideale: nasce una intensa collaborazione e Renato diventa uno dei debugger di questo programma. E fin da subito i dati che escono da questi monitoraggi sono imbarazzanti, soprattutto in proposito dei presunti precursori radio sismici che vari radioamatori dichiarano di ricevere un po’ ovunque: a parte le trasmissioni dirette ai sommergibili ed alle risonanze di schumann regolarmente ricevute il monitoraggio sistematico di queste frequenze sembra smentire gli ascolti sporadici che indicano presenze di fortissimi segnali in occasione di terremoti. Nel 2005, a sei anni dalla sua apertura, il sito contiene una miniera di informazioni, provenienti da autori dei cinque continenti: una raccolta unica nel suo genere, visitata ogni giorno da centinaia di appassionati di tutto il mondo. Nonostante questo sono però in molti coloro che continuano a rivolgersi all’autore chiedendo come iniziare, ed hanno ragione: OpenLab contiene moltissimi dati ma sono collaborazioni individuali, ognuna su un argomento a sé. La struttura è cioè quella che i programmatori informatici definiscono “spaghetti like”, ricca ma disarticolata: manca un progetto organico. L’autore decide allora di dedicarsi ad una delle fatiche più grandi da lui affrontate fino ad allora: scrivere un libro. Un’opera che però che non sia una raccolta degli articoli del sito, ma un lavoro a sé, e così avviene: l’autore immagina di avere di fronte a sé una persona che non sa nulla di VLF e di spiegargli tutto, partendo dalle basi. E nel 2006, edito da SANDIT esce RADIO NATURA, una guida alla ricezione ed allo studio dei segnali radio di origine naturale. La revisione viene curata da Jader Monari, ora direttore dell’Osservatorio Radioastronomico di Medicina, e da Ezio Mognaschi in quella che purtroppo sarà una delle sue ultime fatiche, prima di lasciarci. Il libro, unico nel suo genere, riceve molti apprezzamenti e due anni dopo, l’RSGB (l’ARI Inglese) ne acquisisce i diritti per l’estero: esce nel 2008 la versione inglese. La copertina dell’edizione italiana di Radio Natura (Ed. Sandit 2006)

[close]

p. 8

L’ADSL si diffonde intanto in modo capillare anche nel nostro paese, e l’opportunità viene subito raccolta dall’osservatorio di Cumiana che mette i suoi dati on line in tempo reale, assieme allo stream audio dei segnali ricevuti in diretta dalla postazione. Renato decide che l’opportunità va adeguatamente sfruttata: è ora di iniziare a monitorare sistematicamente la banda con una rete di osservatori, collegati tra loro. In poco tempo viene stabilito un protocollo per quella che di lì a poco diventa la rete “VLF OPENLAB OBSERVATORIES”. Il CSP (centro di ricerca che fa capo alla Regione Piemonte) è il primo ad aderire al progetto con un osservatorio situato nel parco del Gran Paradiso a 2300 metri di quota che vede la sua attivazione nel 2007, anch’esso con spettrogrammi e stream audio in diretta. Negli anni a seguire andranno ad aggiungersi altre postazioni: due in Romagna, esercite da Federico Scremin, uno dei collaboratori più attivi, una presso l’istituto di Radioastronomia di Medicina di Bologna, ed una sulle pendici del vulcano ETNA presso l’ENTE parco. Nel 2012 avviene un altro salto tecnologico, quasi invisibile ma importantissimo: Wolfgan Buscher e Paul Nicholson implementano su SpectrumLab la possibilità di “marcare” i segnali registrati con un segnale GPS. Questo consente, usando lo stesso principio del GPS che abbiamo sull’automobile, di localizzare l’esatto punto di origine di un segnale, a patto che sia ricevuto da almeno tre postazioni, e Cumiana è una delle prime postazioni ad attivare la funzione. Il sistema, oltre a localizzare il punto di origine di un segnale, smaschera in breve alcune emissioni RTTY in VLF che risultano così provenire non da un punto fisso: il raccordo dei punti di trasmissione descrive infatti un cerchio di centinaia di km. Si tratta del progetto TACAMO, documentato su Wikipedia e di cui si è detto di tutto, anche che non fosse mai esistito. Ma non è tutto: avere stazioni di ricezioni sincronizzate consente anche di avviare alcune ricerche sulla possibile emissione in banda VLF di segnali in concomitanza di eventi meteorici, di eventi ionosferici come gli Sprite e di eventi geologici come i terremoti. Se qualcuno credeva che l’avventure fosse finita si deve ricredere: è appena cominciata. Una delle antenne utilizzate per la ricezione delle emissioni dirette ai sottomarini, delle risonanze di Schumann e nello studio dei precursori radio sismici: una Marconiana alta 11 metri e lunga 45.. Ad oggi OpenLab ha collaborazioni/contatti diretti con: l’Istituto di Radioastronomia di Bologna per quanto riguarda i monitoraggi a bassissima frequenza, le Università di Cagliari e Genova per quanto riguarda un progetto sull’analisi convolutiva dei segnali raccolti dalle postazioni in occasione di sismi,

[close]

p. 9

l’INRIM Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica per quanto riguarda l’attivazione di una prossima postazione all’interno dell’istituto, il CIPH Comitato per il progetto Hessdalen per l’attivazione di una postazione ad Hessdalen in Norvegia per lo studio delle emissioni VLF dei fulmini globulari L’università di Buenos Aires per la realizzazione di una postazione di monitoraggio e per lo studio della propagazione dei segnali nel sottosuolo Il LIGO per lo scambio di dati della rete di osservatori in occasione di presunti rilevamenti di onde gravitazionali Il CNRF per lo studio di un ricevitore da posizionare a bordo di una sonda in una futura missione spaziale I progetti futuri di OpenLab in prima battuta sono rivolti all’espansione della rete di monitoraggio, ma senza trascurare la pubblicazioni di altri articoli: la tecnologia offerta dagli Smarthphone offre ad esempio la disponibilità di supporti tecnici una volta degni di un film di fantascienza, e qualche collaboratore si è già messo in moto per creare delle APP per radio natura. Ma questo, ci sottolinea l’autore, con i dovuti tempi: quando si può, nel tempo libero, perché in fondo… si tratta solo dell’hobby di un Radioamatore finito fuori strada! Vi ricordiamo che le passate edizioni del Premio BOSELLI sono state assegnate ai seguenti amici: edizione 2001, Prof. Saverio De Cian-Italia edizione 2002, Sig. Rinaldo Briatta-Italia edizione 2003, Sig. Pedro Sedano-Spagna edizione 2004, Sig. Carlo Sobrito-Italia edizione 2005, Sig. Luca Ravazzi-Italia edizione 2006, Ditta ELAD srl-Italia edizione 2007, Rapporto Radio-Italia edizione 2008, Claudio Re e Oscar Steila-Italia edizione 2009, Ing. Nico Palermo-Italia edizione 2010, A.R.I.S.S.-Amateur Radio on the International Space Station edizione 2011, Flavio Gori-Italia edizione 2012, Roberto Borri I1YRB-Italia edizione 2013, Martin Pernter IW3AUT-Italia edizione 2014, Renato Romero IK1QFK -Italia La Segreteria A.I.R. ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::: La consegna del Premio Boselli 2013 a Martin Pernter IW3AUT

[close]

p. 10

TARGA “Filippo Baragona 201 2014 4” Per la migliore autocostruzione dedicata al radioascolto Per ricordare il Socio Filippo Baragona, l’A.I.R. indice la “Targa Filippo Baragona per l’autocostruzione” che verrà consegnata al partecipante per la migliore costruzione pubblicata sulla nostra rivista “radiorama” oppure sul nostro blog “AIR RADIORAMA” http://airradiorama.blogspot.it/ Il premio avrà cadenza annuale. Regolamento Sono ammessi a partecipare tutti gli appassionati di autocostruzione, anche non soci A.I.R. Realizzazioni ammesse · realizzazione di un progetto esclusivamente dedicato al radioascolto sia hardware che software. · ricevitori – antenne - accessori vari (non sono ammessi montaggi di kit di apparati commerciali). Giuria giudicante La Giuria sarà composta dai componenti del CD. Il giudizio della Giuria è insindacabile e inappellabile. Premiazione I premi verranno consegnati ai primi tre vincitori durante l’annuale incontro associativo. NB. I premi verranno assegnati solo se i vincitori saranno presenti. Le autocostruzioni saranno funzionamento. Elenco dei premi : 1° premio: targa e certificato di partecipazione 2° premio: targa e certificato di partecipazione 3° premio: targa e certificato di partecipazione esposte durante il meeting, gli autori illustreranno il loro A.I.R. - Associazione Italiana Radioascolto Casella Postale 1338 10100 Torino A.D. Indirizzo e-mail: info@air-radio.it

[close]

p. 11

AGEVOLAZIONI PER I SOCI Per i Soci che indichino il numero di tessera e la scadenza dell'iscrizione in corso, l'AIR ha sottoscritto alcune convenzioni. La ditta SISTEL dell'Ing. Claudio Re offre ai soci A.I.R. uno sconto del 10% sui prodotti Ciao Radio, a tutto il 2014. Ricevitore Ciao Radio H101 da 0,1-30MHz, antenna Loop L101 da 0,1-30MHz. www.comsistel.com/ Telefono: +39-011-8996406 - Fax: +39-011-8981171 Indirizzo: Strada Valpiana, 8 - 10132 Torino - Italia Sales: mirtha@alma.it Info tech: reclaudio@alma.it COLOR GRAPHIC CENTER garantisce ai Soci AIR uno sconto del 20% sui materiali e attrezzature da disegno: compassi,righe squadre compassi ecc., ed uno sconto generale del 10% su tutto il resto del materiale in vendita, ad esclusione logicamente delle offerte promo; è possibile anche acquistare on line sul sito: www.colorgraphic.it. Offerta valida fino a marzo 2014 COLOR GRAPHIC CENTER VIA SAN BERNARDINO, 6 24122 BERGAMO FAX 035215933

[close]

p. 12

XXXII° Meeting A.I.R. EXPO AIR 2014 a cura della Segreteria AIR Il XXXII° Meeting dell'A.I.R. avrà luogo nei giorni 10 - 11 Maggio 2014 presso Hotel Parco Sassi -Torino, che si è impegnato a riservarci fino al 2 Maggio dieci camere a tariffe convenzionate da richiedere secondo la “convenzione “MEETING AIR 9-10 MAGGIO 2014” (dopo tale data sarà possibile prenotare solo a prezzi non convenzionati e secondo disponibilità ). In un ristorante nei pressi dell’hotel si svolgerà l'immancabile cena sociale. Programma provvisorio del Meeting : - Sabato 10 Maggio dalle 09:30 EXPO AIR 2014 – Presenti almeno cinque tavoli di esposizione dove appassionati del settore faranno provare praticamente esperienze e tecniche varie di radioascolto . - Sabato 10 maggio alle 15:00 Baragona 2014 inizio conferenze e consegna Premio Boselli 2014 e Targa - Sabato 10 Maggio ore 20:00 cena sociale - Domenica 11 Maggio ore 09:00 assemblea Soci AIR nella sala conferenze Nelle prossime settimane verrà pubblicato il programma completo del meeting oppure seguiteci sul sito www.air-radio.it

[close]

p. 13

Per prenotarsi alla cena sociale occorre scrivere a " info@air-radio.it "; indicare il riferimento "MEETING AIR 9-10 MAGGIO 2014" I prezzi sono i seguenti: - le camere al costo di 85,00 euro ( IVA INCLUSA 10 % ) per persona in camera doppia uso singolo con colazione inclusa più 2,30 euro la tassa di soggiorno per persona per notte; - oppure 115,00 euro ( IVA INCLUSA 10 % ) per la camera doppia con la colazione sempre inclusa più 2,30 euro la tassa di soggiorno per persona per notte Cena sociale: la cena sociale si svolgerà presso un ristorante situato nelle vicinanze dell’hotel. Seguiranno maggiori dettagli! Per il pernottamento occorre rivolgersi direttamente al Parco Sassi Hotel; nella prenotazione ricordarsi di indicare il riferimento "MEETING AIR 9-10 MAGGIO 2014" Parco Sassi Hotel - via Tommaso Agudio 31 - 10132 Torino Tel: +39 011 8995117 - Tel: +39 011 8903675 - Fax: +39 011 8903609 e-mail: info@parcosassihotel.com http://www.parcosassihotel.com Informazioni hotel : Immerso nel verde del Parco Naturale del Po, a 4 km dal centro di Torino, il Parco Hotel Sassi offre camere spaziose dotate di connessione Wi-Fi gratuita e vista sul giardino. Decorate in stile classico, le sistemazioni presentano pavimenti in parquet, TV con canali satellitari e bagno privato completo di asciugacapelli e articoli da toeletta. Potrete usufruire della palestra dell'hotel, prendere in prestito una bicicletta per esplorare il parco oppure rilassarvi sorseggiando un drink al bar o nel giardino attrezzato. L'Hotel Parco Sassi offre sale riunioni complete di tutti i comfort moderni, tra cui connessione WiFi, sound system, lavagne retroilluminate e schermi per proiettori. Dotato di un parcheggio gratuito, l'hotel dista 10 minuti d'auto dal Museo Egizio, 7 km dalla Basilica di Superga e a 10 km dall'autostrada A5. Come raggiungerci : Chi arriva all'aeroporto di Caselle (TO) http://www.aeroportoditorino.it può raggiungere Torino sia per mezzo della linea ferroviaria DoraFly del Gruppo Torinese Trasporti (GTT), sia per mezzo dei bus della SADEM. Autostrade : • A4: Torino-Milano-Trieste

[close]

p. 14

• • • • A5: Torino-Aosta-Courmayeur-traforo del Monte Bianco A6: Torino-Savona A21: Torino-Piacenza-Brescia A32: Torino-Bardonecchia-traforo del Frejus Per l’utilizzo dei mezzi pubblici potete consultare il sito http://www.gtt.to.it del Gruppo Torinese Trasporti. Per ogni ulteriore informazione su come raggiungere Torino dalle principali città italiane potete consultare il sito http://www.comune.torino.it/canaleturismo/it/arrivare.htm oppure ancora sul sito http://www.turismotorino.org/testi/IT/A133/come_arrivare https://www.google.it/maps/place/Parco+Sassi+Hotel/@45.078816,7.728503,17z/data=!4 m2!3m1!1s0x0:0x28162aee3a068d59 http://www.parcosassihotel.com

[close]

p. 15

radiorama Organo ufficiale dell’Associazione Italiana Radioascolto Convocazione Assemblea Ordinaria dei Soci A.I.R.-Associazione Italiana Radioascolto XXXII Meeting 10 - 11 maggio 2014 Torino Ai sensi dell’art. 14 dello Statuto, in occasione del XXXII Meeting A.I.R., convoco l’Assemblea Ordinaria annuale dei Soci A.I.R.-Associazione Italiana Radioascolto, in Torino presso la sala convegni dell’ Hotel Parco Sassi Hotel - via Tommaso Agudio 31 - 10132 Torino Tel: +39 011 8995117 - Tel: +39 011 8903675 - Fax: +39 011 8903609 E-mail: info@parcosassihotel.com http://www.parcosassihotel.com La prima convocazione è fissata per le ore 07.00 del giorno 10 maggio 2014; la seconda convocazione per le ore 09.00 del 11 maggio 2014 per discutere e deliberare sul seguente Ordine del giorno 1) discussione e votazione della relazione annuale del Presidente al 31.12.2013; 2) discussione e votazione della relazione annuale del Tesoriere e del rendiconto al 31.12.2013; 3) ratifica quota sociale anno 2014 (€ 8,90); 4) elezione dei membri del Consiglio Direttivo; 5) discussione e approvazione di proposte varie ed eventuali. Come da Statuto, al quale faccio richiamo, è ammesso il voto postale tramite scheda pubblicata su radiorama web e quello per delega. Possono partecipare e votare solo i Soci in regola con il pagamento della quota sociale per l’anno in corso. Si prevede che l’Assemblea si sciolga intorno alle ore 13.00. Roma / Torino, 15 marzo 2014 Il Presidente Avv. Giancarlo Venturi – IZ0ROW

[close]

Comments

no comments yet