2014 Brochure Fondazione San Zeno

 

Embed or link this publication

Description

Brochure 2014 - www.fondazionesanzeno.org

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2



[close]

p. 3

FONDAZIONE SAN ZENO Sostenere lo sviluppo attraverso lo studio, la formazione, il lavoro Attiva dal 1999 e con sede a Verona, Fondazione San Zeno eroga contributi a enti e associazioni che intraprendono progetti di sviluppo mirati alla scolarizzazione, alla formazione professionale, alla nascita di iniziative ed attività economiche. Lavora in Europa, Asia, Africa e America del Sud, con l’obiettivo di offrire concrete possibilità di sviluppo, sostenendo le persone che si trovano a vivere situazioni di grave disagio e difficoltà, aiutandole a costruire una propria autonomia economica e di pensiero. In questo contesto è importante ascoltare le idee e le proposte di chi da tempo è presente sul territorio. L’esperienza delle associazioni, che da anni lavorano a contatto con le realtà in cui vengono realizzati i progetti, diventa infatti il motore principale del miglioramento. Conoscere l’ambiente in cui si interviene permette a chi realizza i progetti di agire sui problemi, portando un cambiamento e uno sviluppo concreti.

[close]

p. 4



[close]

p. 5

Decidere chi è uomo e chi non lo è «Come credo tutti noi, mi sono trovata tantissime volte in dubbio, soprattutto a causa della discrasia fra la realtà che avevo sotto gli occhi e quella di cui si parlava nei documenti. In parte è questo un limite naturale del mondo delle idee: la realtà cambia continuamente, è così disomogenea, così complessa che i concetti che tentano di imbrigliarla per capirla sono spesso inadeguati o arrivano in ritardo. Parliamo di aiuti di “emergenza” trentennali, di campi rifugiati che si sono ormai convertiti in centri abitati in piena regola, di piani di pace conclusi con guerre ancora in corso: cosa significa? L’inadeguatezza dei termini in sè non sarebbe un grande problema, se non celasse tutta una serie di ripercussioni estremamente pratiche e quotidiane nei luoghi in cui la cooperazione lavora. Nonostante questa limitazione intrinseca, bisogna essere chiari su un concetto: l’aiuto, nel caso della mia esperienza […] quello umanitario, può fare davvero la differenza nella vita della gente. Può incontrare bisogni primari, ma anche ridare ruolo e dignità a persone e comunità altrimenti dimenticate. Soprattutto se l’aiuto è pensato, pianificato, valutato, assieme, con e per le popolazioni cui si rivolge. Di questo sono assolutamente certa e direi, al pari di tanti altri cooperanti e volontari delle ong, testimone. Le contraddizioni e le ingiustizie diffuse, pur dipendendo da ragioni e quindi da soluzioni politiche, non devono mai smettere di essere viste quali sono: stridenti incoerenze oramai inaccettabili. Le incoerenze, ovunque esse siano, vanno corrette se possibile, o per lo meno vanno segnalate, denunciate. Credo fermamente che non ci si possa permettere di tradire questa semplice quanto difficile aspettativa: né per noi che viviamo adesso, né per le generazioni future, qui e ovunque. Rassegnarsi all’impotenza o voltarsi dall’altra parte, non solo è nocivo o poco costruttivo ma credo che non sia banalmente più possibile come soluzione. L’isolamento è un’illusione. Rinchiudersi dove? Evitare l’azione, a partire da quando? Ignorare chi? Dalla frontiera in poi? Dal mare in giù? Si tratterebbe di decidere chi è uomo e chi non lo è? Si tratta piuttosto di decidere se noi stessi siamo uomini o no, ne va dell’umanità nostra e di tutti. Credo che siamo arrivati ad un punto di non ritorno in cui bisogna davvero decidere quale mondo vogliamo, oltre il navigare a vista. La non scelta non è una decisione: è una delega a qualcun altro che deciderà al nostro posto». Rossella Urru, 1 Ottobre 2012, Intervento al Forum della Cooperazione Internazionale, Milano

[close]

p. 6



[close]

p. 7

STUDIO Tanzania Sole di speranza Il «Villaggio Sole di Speranza« è un centro che si trova nell’area di Usa River, nella periferia di Arusha in Tanzania. Ospita una casa famiglia che accoglie bambini orfani e abbandonati, che qui ricevono cure, attenzioni ed educazione. Con loro, tanti altri bambini della zona possono partecipare alle attività quotidiane di dopo scuola e formazione. Il centro è inoltre il punto di riferimento per tutta la comunità di Usa River, che qui trova la necessaria assistenza e consulenza. Sister Inviolata, responsabile del progetto, ci spiega il perché di questa scelta: «I bambini del mondo sono innocenti e vulnerabili. Il loro tempo dovrebbe essere pieno di gioia e di pace; essi devono giocare, imparare e crescere. La loro vita deve maturare con la possibilità di ampliare le prospettive future e le nuove esperienze. Crediamo in una società che si prenda cura dei suoi componenti più vulnerabili». Arusha progetto realizzato da Associazione Voci e Volti onlus Voci e Volti onlus è una realtà che dal 2002 opera in alcuni paesi dell’Africa a favore della cooperazione e dello sviluppo. Realizza progetti nel campo dell’istruzione e della formazione, della sanità, dell’assistenza e dell’accoglienza per bambini. www.vocievolti.it

[close]

p. 8

Nicaragua Casa del Sole Nel brulicare del Mercado Mayoreo di Managua si trova la «Casa del Sole», un centro ricreativo che accoglie i bambini che vivono e lavorano all’interno del mercato della capitale nicaraguense recuperando gli scarti di frutta e verdura per rivenderli agli acquirenti meno esigenti. La «Casa del Sole» è un luogo dove questi minori possono giocare e partecipare ad attività didattiche, ma soprattutto è una casa in cui dei «piccoli lavoratori» riscoprono la gioia di essere bambini. progetto realizzato da Terre des hommes Italia www.terredeshommes.it

[close]

p. 9

Tanzania Miglioramento dell’istruzione A Temeke, nei pressi di Dar es Salaam, le difficili condizioni di lavoro, la mancanza di strumenti didattici e di strutture adeguate spesso demotivano gli stessi insegnanti. In questo contesto, per garantire ai bambini il diritto fondamentale a un’educazione di qualità, è necessario migliorare le condizioni delle strutture scolastiche, fornendo ai maestri il materiale didattico e formandoli con corsi di aggiornamento sul corretto approccio pedagogico, sui diritti e sulla parità di genere. progetto realizzato da Intervita onlus www.intervita.it Tekele

[close]

p. 10

Sud Sudan Teachers Center La Repubblica del Sud Sudan è uno Stato giovane. Ha da poco festeggiato il secondo anno di indipendenza e la sua storia poggia su un passato di guerra civile troppo vicino per essere dimenticato. Anche qui, come in molti angoli del mondo, l’educazione dei «nuovi cittadini» è un problema scottante. Le ultime statistiche internazionali raccontano di uno Stato in cui solo il 3% degli insegnanti della scuola primaria ha conseguito un’abilitazione per l’insegnamento e dove gli insegnanti sono «solo una pagina avanti dei loro studenti». Il «Teachers Training Center» intende essere un luogo di studio e formazione per i futuri maestri del Sud Sudan. progetto realizzato da Associazione Cesar onlus Associazione Cesar, Coordinamento Enti Solidali A Rumbek, è una Onlus fondata nel 2000 e finalizzata al coordinamento degli enti impegnati a promuovere attività di cooperazione e di sensibilizzazione a favore delle popolazioni del Sud Sudan. In questi anni Cesar ha realizzato interventi in ambito educativo, sanitario, umanitario, di accesso all’acqua, a sostegno della promozione umana e dello sviluppo. www.cesarsudan.org Rumbek

[close]

p. 11



[close]

p. 12

Italia Sos Asili «Come mamma ho sempre creduto nel servizio dei nidi e delle scuole materne, che sebbene non siano considerati scuola dell’obbligo, nel tempo sono diventati un percorso formativo fondamentale per i nostri bambini», racconta Caterina. «All’asilo i bambini imparano a socializzare tra loro, prendono coscienza delle loro capacità, dei loro interessi e imparano a creare, ad esprimersi, ad entrare in relazione con un mondo fatto di regole. Queste scuole sono diventate anche un sistema di interazione culturale efficace, un servizio di assistenza educativa e pedagogica per i bambini, ma anche e soprattutto per noi genitori. Chi pensa che qui i bambini giochino e basta, non sa quanta ricchezza si celi e quanto lavoro svolgano le maestre per porre le basi del futuro dei nostri figli». Fondazione San Zeno sostiene, in collaborazione con Fism Verona, un progetto di sostegno economico a favore di circa 70 scuole dell’infanzia di Verona e provincia. progetto realizzato da Fism Verona La Federazione Italiana Scuole Materne è nata con la finalità di promuovere, tutelare ed assistere le scuole materne non statali. Procura agli enti federati assistenza giuridica, pedagogica, didattica e amministrativa e favorisce percorsi di qualificazione e formazione permanente per gli educatori. In Italia la Federazione raccoglie circa 8000 scuole dell’infanzia. www.fismverona.it Verona

[close]

p. 13



[close]

p. 14

FORMAZIONE Guinea Formazione contadini «Mi chiamo Malie Kaba, ho 42 anni e vivo a Diankana, un piccolo villaggio a 15 km da Kankan, capoluogo a nord est della Guinea. Se è vero che la condizione femminile in Guinea è molto difficile, io credo che le donne guineane, come tutte le donne, siano molto brave a trovare soluzioni diverse ai vari problemi quotidiani. Non sono mai andata molto a scuola, dovevo aiutare mia madre nei campi e quindi so leggere e scrivere molto poco, ma la possibilità di partecipare ai percorsi formativi mi ha permesso di vedere al di là del mio villaggio e di sapere che non sono da sola, ma che siamo in tante che lavoriamo in condizioni difficili e precarie e che se ci uniamo possiamo lavorare di più e meglio. In Guinea si dice che se c’è qualcuno che ti lava la schiena allora tu devi cominciare a lavarti la pancia! È esattamente quello che abbiamo fatto, creando l’«Associazione di donne trasformatrici di prodotti agricoli» a Diankana». progetto realizzato da CISV ong CISV, Comunità Impegno Servizio Volontariato, è un’associazione comunitaria, senza scopo di lucro, laica e indipendente, fondata nel 1961, impegnata nella lotta contro la povertà e per i diritti umani. Come organizzazione non governativa realizza progetti di cooperazione internazionale, con l’obiettivo di favorire l’autosviluppo delle comunità locali, in appoggio alle organizzazioni contadine e alla società civile. www.cisvto.org Kankan

[close]

p. 15



[close]

Comments

no comments yet