Spiagge d'Italia

 

Embed or link this publication

Description

Aprile/Giugno 2014

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2



[close]

p. 3



[close]

p. 4

NO LIMITS: nessun limite alle TUE esigenze!!! Si monta e si smonta in 4 ore. Chiosco Bar CHIOSCHI BAR ACQUA POINT CABINE SPIAGGIA TOILETTE Chiosco di Legno Chiosco Liberty Chiosco Gelati Punto Acqua Cabina Chiosco Bar Chiosco Escursioni Progettiamo e realizziamo CHIOSCHI su misura per la Tua attività VELOCI da montare, interamente PERSONALIZZABILI. Chiamaci e troverai le migliori soluzioni per il tuo business carpenteria fossano S.R.L. SISTEMA DI COSTRUZIONE BREVETTATO Via Cesare Cattaneo 22 - Loc. Vighizzolo 22063 Cantù (CO) Italy - Tel. +39 031 734049 - Fax +39 031 735747 - www.tecno-build.com - www.carpenteriafossano.it info@tecno-build.com - montorfano@tecno-build.com - carpenteriafossano@carpenteriafossano.it - Partita IVA IT 02187390139

[close]

p. 5

THE MINI SHOP: la grande novità della linea tecno-build 1455 2970 2050 955 120 Un prodotto innovativo, multifunzionale e brevettato, di esclusiva produzione della Carpenteria Fossano s.r.l.; una soluzione intelligente e versatile che lascia spazio alla fantasia. Hai poco spazio per la tua attività? “The mini shop” è una vetrina di soli mt 1,45 x 0,90 x H 2,00 che custodisce un vero negozio. Si apre in meno di un minuto mettendo a disposizione un banco lavoro di 3 mt in acciaio inox lasciando intatte le tue vetrine. Un ampio scomparto chiuso con 2 ante scorrevoli, ti permette di disporre di un piccolo magazzino lasciando libero il banco di lavoro. Pensa a qualsiasi attività e “The mini shop” ti aiuterà a realizzarla. “The mini shop” è la soluzione ideale anche per la somministrazione diretta di cibi e bevande sia per il materiale costruttivo igienico e lavabile, sia per la possibilità di personalizzarlo con accessori come fornelli, lavandini ecc. ad un prezzo alla portata di tutti. 1930

[close]

p. 6

PERIODICO PROFESSIONALE INDIPENDENTE PER GLI OPERATORI DEL TURISMO BALNEARE Direzione, Redazione, Pubblicità, Amministrazione: Via Emilia Ponente, 26 - 40133 Bologna Telefono: 051 385 700 - Telefax: 051 384 793 info@spiaggeditalia.net - http://www.spiaggeditalia.net Capri FORMULA - scivolo “Maxi” Direttore Responsabile Giovanna Glionna Condirettore Michele Glionna Direttore Editoriale Mario Addario Segreteria di Redazione Arianna Pelagalli Redazione Matteo Barboni, Lucia Casadei, Vincenzo Clemeno, Salvatore Ferraiuolo, Giovanni Fini, Laura Genovesi, Francesco Giovannini, Leonardo Glionna, Laura Guerra, Lidia Malacarne, Nicola Marra, Andrea Sganzerla Promozione e Sviluppo Giovanni De Risio, Luca Gallina, Paolo Maggiorelli, Ornella Pietropaolo Grafica Silvia Carbonaro Amministrazione Alba Cassanelli Ottimizzazione Servizi Beatrice Pecchioli Pubblicazione edita dalle Edizioni Miglio srl - Divisione Periodici. Registrazione Tribunale di Bologna nr. 7556 del 30/06/2005. Spedizione Posta Target Magazine Editori - Aut. NAZ/453/2008. Pubblicità inferiore al 45%. Proprietà e diritti riservati. Manoscritti, foto e disegni, anche se non pubblicati, non saranno restituiti. Delle opinioni manifestate negli scritti sono responsabili gli autori, dei quali la direzione intende rispettare la piena libertà di giudizio. Stampa: NanniStampa, Viserba di Rimini. Opera depositata a norma di legge presso l’ufficio proprietà Letteraria Artistica Scientifica Roma. Rivista a carattere culturale ed economico riconosciuta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, RNS n° 2003 del 23.10.1986 – ROC 6121. ABBONAMENTI: La spedizione di Spiagge d’Italia in Italia avviene in abbonamento postale, gratuito per gli operatori del settore (stabilimenti balneari, produttori, agenti). Per le altre categorie, è necessario sottoscrivere un abbonamento annuale versando euro 20,00 su c/c postale n. 22897409 intestato a Edizioni Miglio. È necessario inoltre inviare via fax copia del bollettino comprovante l’avvenuto pagamento, con i dati per il recapito della rivista. L’abbonamento decorrerà dal primo numero raggiungibile a far data dal ricevimento del fax. ARRETRATI: I numeri arretrati possono essere richiesti direttamente presso gli Uffici delle Edizioni Miglio, a Bologna, e vengono inviati in contrassegno al costo di euro 8,00. LEGGE 675/1996 SULLA PRIVACY. Le Edizioni Miglio garantiscono la riservatezza dei dati. L’invio dei dati alle Edizioni Miglio è indispensabile per quanto riguarda la gestione di abbonamenti gratuiti, la partecipazione a manifestazioni fieristiche o informazioni commerciali. Il mancato invio renderà impossibile lo svolgimento dei suddetti servizi. In base all’articolo 13 Legge n. 675/96, si potrà in qualsiasi momento esercitare i relativi diritti, tra cui consultare, integrare, correggere e cancellare i dati personali ed anche opporsi all’utilizzo per finalità di marketing diretto. Basterà scrivere a: Edizioni Miglio srl – Via Emilia Ponente, 26 – 40133 Bologna. 4 Capri SOLARIUM con tenda parasole Capri VISION con tenda parasole Paddle SURF S Paddle SURF D

[close]

p. 7

Prodotti perfetti per il tuo relax Capri FORMULA 3.3 Capri 4 - scivolo “Corner” Salvataggio “EXTRA” Capri FORMULA - scivolo “WAVE” C.N.A. CANTIERE NAUTICO srl Via Cagnona Nuova, 913 - 47030 S. Mauro Pascoli a Mare (FC) Tel. +39 0541 938040 - Fax +39 0541 938084 info@centronauticoadriatico.com - www.centronauticoadriatico.com C.N.A. CANTIERE NAUTICO srl

[close]

p. 8

som mario APRILE/GIUGNO 2014 Il tempo delle fiere. Balnearia 2014 28 È indubbio che le manifestazioni fieristiche, professionali o meno, generalmente non godano più dei favori di un tempo. Restano comunque un imprescindibile punto di riferimento per gli operatori a caccia di innovazione. E di business 6 10 Qualità visibile In un mercato in continuo movimento, occorre conquistare l’attenzione e la fedeltà del cliente attraverso l’innovazione costante, soprattutto in termini di servizio e di gestione. Ecco le storie di chi ha saputo valorizzare la propria attività adottando un marketing attivo 38 Lignano e il Welcome day Da Lignano arriva un’idea che punta a valorizzare il meglio della città, approfittando della bellezza del mese di maggio, alla vigilia dell’apertura della nuova stagione turistica. Un caso esemplare di promozione turistica concertata per ‘fare sistema Le rubriche 8 Obiettivamente Novità prodotto: scelte vincenti per l’estate 40

[close]

p. 9



[close]

p. 10

obiettivamente di Giovanna Glionna Guardare al futuro (con ottimismo) L’innovazione è un prezioso ausilio non solo per rendere attraente e competitiva l’offerta balneare italiana a livello internazionale ed affrontare al meglio la crisi, ma anche per riconoscerle l’identità e la dignità che le spettano Lo studio di nuove formule applicabili anche ai diversi ambiti balneari ha raggiunto ormai livelli altissimi e sono tante le soluzioni che si presentano oggi agli operatori. Dai sistemi di risparmio idrico ed energetico agli impianti a energia solare, dal lettino dalle molteplici posizioni all’ombrellone a comando a distanza, fino a gestionali per la sala, la cucina, la spiaggia, i riordini. Le possibilità che si offrono sono innumerevoli e adattabili a ogni tipo di situazione e di capacità di spesa, tutte finalizzate a un miglioramento dell’offerta e del lavoro degli addetti, con un significativo risparmio di tempo e di denaro, nonché un sensibile miglioramento del servizio. Sono in molti, di questi tempi, ad essersene accorti, ma ancora permane una certa fascia di operatori legati agli antichi metodi, sia che si tratti del tradizionale foglione per le sistemazioni di spiaggia, sia che si parli delle comande per la cucina, o di arredi che per quanto validi avrebbero la possibilità di essere sostituiti con altri sicuramente più performanti. Il pubblico ormai è informato e anche la circolazione in rete di esperienze, pareri e opinioni ha ormai uno sviluppo irreversibile tale per cui gli ospiti spesso si informano sugli stabilimenti virtuosi. Tra questi vengono inclusi quelli in cui non si è costretti a fare file prolungate per una bevanda al bar, o dove l’accesso ai servizi è agevolato, o dove la permanenza è resa più piacevole da un’offerta efficiente e capace di soddisfare quell’irrinunciabile pretesa di relax e benessere che ormai tutti chiedono. Le opportunità sono tante. Se si parla, ad esempio, di risorse, è ormai convinzione comune che l’ambiente debba essere rispettato e che anche un piccolo gesto possa contribuire, come una goccia nel mare, a fare la differenza. È evidente quindi che l’ospite attento non potrà che apprezzare dei sistemi di risparmio idrico, e noterà con piacere come la gestione sia attenta a questo aspetto che specie d’estate viene avvertito in maniera molto più forte. Un ritorno di immagine presso il pubblico, dunque, ma non solo. Regolare i flussi dell’acqua consente infatti di tenerne sotto controllo l’utilizzo, e quindi i costi. Analogamente, anche lo sviluppo dell’energia solare ha fatto passi da gigante e i grandi impianti hanno lasciato il posto a guaine ultra sottili che, stese sopra lo stabilimento e le cabine, permettono di produrre acqua calda con cui alimentare docce e servizi, fino alla produzione di energia elettrica da impiegare nelle attività dello stabilimento e, alla chiusura di questo, di essere rivenduta in rete grazie al noto conto energia. Un grande guadagno, anche in questo caso, sia in termini economici che di immagine, perché chiaramente il pubblico non può che apprezzare chi, sposando la causa ecofriendly, riesce a garantire servizi efficienti senza incidere sull’ambiente con impianti inquinanti. L’innovazione è ovunque. Ad esempio nella sicurezza, grazie a piccole casseforti da spiaggia in cui depositare gli oggetti di valore tra un bagno e un altro. Oppure ai braccialetti per registrare i pagamenti, o anche per rintracciare i bambini smarriti. L’informatizzazione è ormai parte integrante della vita di ciascun individuo ed è quindi normale che anche la clientela faccia fatica a comprendere perché, esistendo questa tecnologia avanzata, in alcuni luoghi si debbano ancora utilizzare formule obsolete e che certo non favoriscono il comfort e il rapido svolgimento di certe operazioni. Un fenomeno, quello dell’informatizzazione, talmente connaturato nel pubblico che sono sempre di più coloro che chiedono se vi è accesso alla rete dalla propria postazione di spiaggia. Non può dunque lasciare indifferenti constatare quanti operatori balneari abbiano un rifiuto sistematico verso i nuovi sistemi informatici, e vederli magari segnare ancora su un foglio o su una lavagna le assegnazioni della spiaggia. Non tenersi al passo con i tempi non solo comporta prestazioni insoddisfacenti nel servizio, ma lascia anche un’impressione negativa nei clienti. Verrebbe quasi da pensare che con una giusta spinta da parte delle associazioni si potrebbero addirittura istituire delle apposite certificazioni di qualità, riconosciute dalle istituzioni. In questo modo sarebbe possibile fornire una preziosa argomentazione promozionale agli stabilimenti che investono e magari offrire loro dei concreti riconoscimenti. Una certificazione di qualità dei servizi da promuovere come un vero e proprio marchio di riconoscimento non solo nazionale. Capace di restituire valore e credibilità ad un settore da sempre effettivamente sottovalutato. 8

[close]

p. 11

www.martininautica.com PRODOTTI 2014 AKITA velocità e stabilità senza precedenti. Produzione di qualità tutta italiana di: Natanti a pedali, Pattini a remi e Salvataggio omologati CE, Barche a remi. Canoe mare e Kajak, accessori, Relax spiaggia e piscina. AKITA DOUBLE divertimento a 2 posti. LIN E A C ANOE Una linea completa di canoe mare, lago, kajak, ideali per il noleggio, offerta villaggi turistici e il tempo libero, dal monoposto impilabile che stà dentro una stationwagon, al 3 posti “familiare” sicuro e stabile, al kajak sportivo e da escursione con spazio per bagaglio e tenda da campeggio. Con linea accessori per un canottaggio più confortevole e sicuro. SUNNY®H2O interamente in polietilene ha una resistenza eccezionale. Riciclabile al 100% L I N E A S U N N Y® La famosa linea professionale di natanti a pedali, corredata da tanti accessori studiati per il divertimento sull’acqua in tutta sicurezza. Ideali per il noleggio, tanti modelli con le più varie caratteristiche, tutti con grande qualità e affidabilità garantite con il miglior servizio di sempre. JOLIE 6 comodi posti di serie MARTINI Costruzioni Nautiche SCARICA DAL SITO o RICHIEDI IL CATALOGO 2014: GRETA EVOLUTION Il relax con style ancora più confortevole. 45° Tel.+39(0)547-325121 Fax.+39(0)547-325316 info@martininautica.com Via Tarcento, 130 - CAP 47522 S. GIORGIO di CESENA (FC ) ITALY

[close]

p. 12

dalla copertina QUALITà à IT QU L A UA Q Tà I L QUAL ITà Q U 10 À T I L A U Q E L I B I S I V Tà A QU AL QUALITà Q U ITà A L I In un mercato in continuo movimento, sempre più aggressivo e competitivo a livello internazionale, occorre conquistare l’attenzione e la fedeltà del cliente attraverso l’innovazione costante, soprattutto in termini di servizio e di gestione. Spiagge d’Italia racconta le storie esemplari di chi ha saputo valorizzare la propria attività adottando un marketing attivo. Modelli imprenditoriali di successo, format di gestione differenti ma con un comune denominatore: la qualità LITà QUA L I Tà

[close]

p. 13

iviamo, come noto, in un’epoca ad alto tasso tecnologico, in cui la comunicazione è alla base di qualsiasi attività commerciale. Un concetto solo apparentemente scontato, in un mercato come quello turistico-balneare. Le difficoltà economiche hanno portato molti a ridurre gli investimenti in ogni ambito, nessuno escluso. Eppure, quasi paradossalmente, proprio nei momenti di maggiore crisi si prospetta quanto mai preziosa la necessità di farsi conoscere a un pubblico nuovo, anche internazionale, abituato al confronto e sempre più autonomo nelle proprie scelte. In un’annata che ha sancito un aumento significativo del turismo estero, sono decisamente troppe le imprese balneari italiane rimaste con un’immagine datata, dunque poco predisposte a valorizzare la propria identità non solo per mantenere la fedeltà della clientela già acquisita, ma anche per attirare nuovi target. Un deficit che rischia di penalizzare dapprima le singole strutture ma a lungo andare il sistema turistico nel suo complesso. V C’è molto da fare, ma il primo passo, per quanto ovvio possa sembrare, è rappresentato proprio da una riflessione critica sull’attuale stato delle cose, imprescindibile per comprendere l’importanza della comunicazione e della promozione turistica balneare. Solo a questo punto ci si potrà focalizzare su ciò che si desidera far emergere e soprattutto a chi ci si vuole rivolgere. Non basta concentrarsi su mezzi e strumenti, ma bisogna focalizzarsi anche sul contenuto, vero protagonista della comunicazione. Il messaggio deve quindi essere chiaro, non banale, concretamente interessante. La storicità, i servizi, la praticità di accesso e di fruizione della struttura, le eventuali certificazioni conseguite, la sua organizzazione ed animazione sono tutti fattori di potenziale eccellenza che il moderno imprenditore balneare deve oggi essere capace non solo di offrire, ma anche di comunicare in maniera efficace e competitiva. Far comprendere quanto si offre è il miglior modo per dare valore alla propria attività, distinguendosi. A 11 Nelle foto: dall’alto: BauBeach, Fantini Club, Poseidonia Beach Club e Singita. La grande personalità di questi stabilimenti potrebbe diventare un format replicabile, sul modello del business del franchising.

[close]

p. 14

spiaggia formato export maggior ragione se consideriamo che nel turismo balneare, la stragrande maggioranza dell’offerta è a dir poco standardizzata su profili medio, mediobassi. Mentre di contro, chi ha saputo negli anni personalizzare la propria identità, anticipando nei casi più eclatanti le aspettative ancora latenti della clientela, ha guadagnato sul mercato delle posizioni fondamentali. Mostrarsi sotto il profilo migliore, facendo bella impressione è strumentale anche sotto il profilo strettamente economico, consentendo di difendersi da eventuali richieste di sconto o comunque da una competizione puramente basata sul fattore-prezzo. Marketing e comunicazione sono quindi preziosi alleati per favorire un processo di interessamento del pubblico. Ne è un esempio il crescente interesse, osservato negli ultimi anni, per quelle realtà che hanno adottato un comportamento rispondente ai valori dell’impresa socialmente responsabile, ovvero tale da considerare nella definizione della propria strategia, nei principi in cui crede e nella gestione quotidiana, gli interessi di tutte le parti interessate e gli impatti che il suo operato può avere sia a livello economico che sociale ed ambientale. Le case histories selezionate in questo servizio esclusivo raccontano bene questi aspetti, pur con le diverse peculiarità. La dimostrazione di un impegno concreto che può spaziare dal risparmio energetico all’installazione di pannelli solari, dallo smaltimento dei rifiuti alla riduzione di qualsiasi tipo di spreco, dalla creazione di nuovi posti di lavoro all’attenzione particolare posta nei confronti delle categorie più delicate, come i diversamente abili, fino al sostegno economico ad associazioni e iniziative territoriali, sono tutti elementi che valorizzano l’immagine dell’impresa e ne fanno crescere la reputazione presso enti, istituzioni, associazioni e, più in generale, verso tutti i portatori di interesse. Un elemento, questo, a cui si dimostrano particolarmente sensibili all’estero ma che sta prendendo piede anche presso il pubblico italiano. matteo.barboni@spiaggeditalia.net SPIAGGIA FORMATO EXPORT Alla ricerca di modelli di successo, per nuove opportunità di sviluppo. Parlare di franchising, nel mercato balneare, è forse un po’ estremo, ma rende plausibile l’ipotesi di un rilancio del settore attraverso identità più marcate ra corsi e ricorsi storici, indubbiamente quello attuale è forse il periodo più critico vissuto dal mercato balneare italiano, stretto tra le problematiche annose riguardanti le concessioni demaniali e una contingenza economica che mai come oggi mette in risalto tutte le criticità del sistema. E induce ad una riflessione quanto mai attenta. Nell’ordine di una società in costante evoluzione, il sistema turistico balneare italiano fatica a reggere il ritmo dei cambiamenti, col risultato di rischiare, fra pochissime stagioni, di ritrovarsi completamente disassato rispetto alle richieste reali del mercato. Se infatti l’offerta balneare ha rischiato di cristallizzarsi su modelli collaudati ma anche un po’ datati, a mutare è stato il cliente, in modo netto e lampante. Il beneficiario dei servizi balneari ha smesso di adeguarsi all’offerta, di accettare una proposta di vacanza preconfezionata, di seguire riti decennali in ossequio a una ‘tradizione familiare’. L’ospite ha iniziato a viaggiare, a confrontare le diverse proposte, a discutere con conoscenti vicini e lontani. Ha capito in fretta che poteva 12 T scegliere e che quella fidelizzazione tanto sacra da non poter spezzare l’annuale incontro con il proprio bagnino altro non era che una consuetudine a cui, volendo, poteva anche fare a meno. E così ha fatto. Ha appreso che, in quanto soggetto pagante, aveva diritto di chiedere e pretendere. Ha compreso il suo valore economico e sulla base di questa forza ha cominciato a pretendere di più. Guardandosi intorno. Dall’altra parte della barricata, gli operatori balneari più attenti si sono resi conto di come questa nuova situazione imponesse un cambiamento radicale delle decennali abitudini. Da veri imprenditori, hanno compreso come fosse necessario comunicare il valore della propria azienda e del proprio prodotto, sfruttando mezzi differenti e cercando di interagire sulla base degli atteggiamenti e delle motivazioni del pubblico. Alcuni, i più evoluti, hanno persino messo a fuoco che impostare un marketing balneare poteva addirittura condizionare le percezioni e le reazioni dei differenti target a cui si aveva intenzione di rivolgersi. Sono nate così le prime strategie di posizionamento dei marchi e

[close]

p. 15

delle insegne, l’individuazione di target mirati e talvolta alternativi, nonché l’ideazione di modelli e format di stabilimenti davvero innovativi e degni dell’attenzione nazionale. Attività che hanno fatto scuola al punto da rappresentare veri e propri modelli, da imitare. Per comprendere il mare del futuro, o almeno quello che potrebbe essere in base a certe esperienze, occorre però focalizzare l’attenzione su quella rivoluzione che, parzialmente o totalmente a seconda dei casi, ha comunque coinvolto il settore negli ultimi due decenni, con una decisa accelerazione nell’ultimo quinquennio. Un bagno è un’impresa, un brand, con tutto ciò che significa a livello di comunicazione e capacità di trasferire al pubblico un valore aggiunto rappresentato dalla capacità di ‘immaginazione’ che si riesce a destare. Del resto, uno stabilimento balneare è un vero e proprio contenitore di servizi e, come tale, è soggetto a tutte le regole di mercato, pur con le specifiche che il segmento impone. Il primo passo, ovviamente, è stato quello di imparare a comprendere il comportamento della clientela per riuscire a offrire i giusti prodotti e servizi, ad un prezzo adeguato alle aspettative, con una valida comunicazione di supporto, coordinata e costante nel tempo. Tutto apparentemente scontato, se non fosse per quella miriade di realtà che ancora oggi sono rimaste ancorate a modelli del passato, lavorando magari con un pubblico conquistato nel tempo, ma dove il ricambio generazionale rischia di non generare sufficiente innovazione. Determinante è quindi avere una visione delle esigenze e degli stili di vita della propria clientela o di quella che si vorrebbe avere, per soddisfare le richieste nella maniera più completa e pertanto soddisfacente. Non bisogna mai dimenticare come oggi il marketing non è più una semplice strategia per vendere prodotti, ma serve ad arrivare a soddisfare i clienti. Non semplici teorie, ma casi pratici e case history nati sulla base di queste considerazioni, assumendo un’identità precisa e riconoscibile, consentendo al cliente di identificare l’offerta e orientarlo nella scelta, innescando anche un processo di fidelizzazione che lo ha portato a vedere nella sua scelta una serie di valenze positive che lo hanno indotto a legarsi ad una particolare struttura e alle proposte da questa lanciate, nel corso di un processo non certo immediato, ma che ha permesso di capitalizzare gli sforzi sostenuti. Si spiega così perché certi bagni sono diventati di fatto un marchio. Il solo nominarli fa sì che le persone richiamino immediatamente alla mente specifici ambienti, luoghi e persone, servizi, al punto che questi stabilimenti hanno poi portato il proprio business al di fuori del mondo spiaggia, ad esempio con il merchandising che, oltre a generare ulteriori 13 La tecnologia e il flusso globale delle informazioni, uniti alla crisi economica, hanno portato il consumatore a non accontentarsi più. E soprattutto a pretendere sempre il meglio comparando le varie offerte presenti sul mercato

[close]

Comments

no comments yet