Comunicando press

 

Embed or link this publication

Description

Mensile di Cultura, Economia, Politica, Informazione, Tempo libero e Costume

Popular Pages


p. 1

mensile di cultura economia politica informazione tempo libero e costume numero 3 2010 anci giovane insieme per rilanciare lo sviluppo di terra di lavoro

[close]

p. 2



[close]

p. 3

il tour operator esclusivo per destinazioni esclusive il lusso in tunisia golf thalasso spa giordania siria itinerari spettacolari scandinavia le capitali romantiche copenhagen oslo stoccolma fiordi norvegesi una delle meraviglie del mondo speciale viaggi di nozze i dolci viaggi corso trieste 100 81100 caserta tel 0823 323954 preventivi@idolciviaggi.it

[close]

p. 4



[close]

p. 5

seguici on line su www.comunicandopress.it 3 6 7 8 9 10 16 18 educare il punto beni confiscati provincia in prima linea comuni@ndo 21 23 24 25 il calendario dell arma racconta le sue gesta differenziata e riciclo patto tra conai e provincia i sintomi del primo bacio galà dei 18enni un successo coppa campania vince curti storia e arte caserta nelle iscrizioni del `500 la sintesi di zeno musica attività culturali le eccellenze casertane primo piano cancelleria self service un idea casertana passaggio di consegne alla garibaldi anci giovane il summit primarie pd vince carlo marino via vico caserta riprende vita 28 30 26 andrea martusciello e veronica biondo 16 10 mucky fingers nel segno degli oasis carlo marino e enzo amendola 18 5 i lavori di via vico a caserta

[close]

p. 6

il punto riutilizzo di beni confiscati provincia in prima linea caserta combattere la criminalità organizzata attraverso strategie incentrate sul riutilizzo sociale ed istituzionale dei beni confiscati questo è l obiettivo principale del progetto sapucca che vede la provincia di caserta come ente promotore e che è stato presentato nei giorni scorsi ufficialmente con una conferenza stampa a roma presso la sala stampa della camera dei deputati il riutilizzo dei beni confiscati alle mafie che vengono restituiti alle comunità in cui essi sono allocati avviene attraverso il coinvolgimento di tutte le componenti sociali enti associazioni recependo le loro diverse proposte la metodologia applicata è quindi quella del modello ricercaazione che prevede proprio una forte condivisione con i rappresentanti delle comunità in merito alla destinazione sociale dei beni confiscati un metodo questo già sperimentato in provincia di caserta con l osservatorio provinciale sui beni confiscati la provincia di caserta è l ente promotore di questo progetto e suoi partner sono la provincia di catania la provincia di pistoia l agenzia nazionale per l amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata flare ovvero il coordinamento europeo delle associazioni libera tecla lo sportello dell upi unione province italiane che si occupa dei progetti comunitari ci sono anche due partner transnazionali che sono cepaca bulgaria e csd bulgaria l obiettivo dell ente promotore del progetto la provincia di caserta è quello di esportare il modello ricerca-azione per il riutilizzo dei beni confi a cura della redazione scati anche nelle province di catania e pistoia mentre la bulgaria ha interesse ad apprendere tali buone pratiche per poterle poi applicare realizzando un processo di rinnovamento nel campo della legislazione in materia di procedure di confisca e riutilizzo dei beni frutto di attività criminali la provincia di caserta realizza il progetto sapucca con il sostegno finanziario della commissione europea che ha valutato la proposta e l ha giudicata ammissibile il progetto sapucca ­ ha spiegato il presidente della provincia domenico zinzi ­ assume un significato speciale e si inserisce in un percorso di lotta serrata alla criminalità organizzata che vede impegnata la provincia di caserta al fianco di magistratura forze dell ordine e associazioni sono molto orgoglioso ­ ha aggiunto il presidente ­ che la provincia di caserta possa estendere le buone pratiche in materia di riutilizzo dei beni confiscati alle mafie ad altre realtà italiane ed estere con il progetto sapucca ha aggiunto l assessore provinciale ai rapporti con l ue marco cerreto si vuole estrinsecare la volontà da parte del nostro assessorato di poter contribuire ad una offensiva di carattere culturale e sociale nei confronti della criminalità organizzata che vede le istituzioni impegnate come mai prima d ora proprio sul nostro territorio con il conseguimento di successi senza precedenti in quest ottica per quanto di competenza anche la provincia si pone come attore di un progetto unico a livello europeo 6

[close]

p. 7

il punto salone delle attività culturali in mostra le eccellenze casertane la provincia di caserta era presente al xiv salone dei beni e delle attività culturali in programma a venezia all inizio di questo mese l ente di corso trieste rappresentato nell occasione dall assessore alle attività produttive e al turismo carlo puoti e dal dirigente del settore agricoltura ciro costagliola ha mostrato le più note località della provincia sotto il profilo artistico storico e culturale fra queste caserta e la reggia l anfiteatro di santa maria capua vetere l acquedotto carolino con la riproduzione dell itinerario della regina viarum ­ via appia e la presentazione del museo campano un patrimonio culturale di livello mondiale l appuntamento di venezia è stata anche l occasione per esibire altre eccellenze del territorio quali le sete di san leucio e i prodotti enogastronomici tipici come la mozzarella di bufala l olio la carne di bufalo la mela annurca il maialino nero casertano il pecorino del matese e i vini casavecchia e pallagrello il salone dei beni e delle attività culturali è una vetrina ideale e prestigiosa per presentare e valorizzare le eccellenze del grande patrimonio italiano alla manifestazione è affidato altresì il compito di approfondire il legame tra comparto turistico e patrimonio ambientale storico artistico religioso e delle tradizioni popolari al fine di promuovere il territorio con sempre nuovi itinerari il presidente della provincia di caserta domenico zinzi insieme agli assessori al turismo e alle attività produttive carlo puoti e all agricoltura ettore corvino ha posto come obiettivo dello stand provinciale la valorizzazione del territorio attraverso la cultura delle eccellenze anche di quelle enogastronomiche presso il salone di venezia è stata rappresentata la volontà della provincia di caserta di attuare successi via francesco cilea 9 81055 s maria c.v tel 0823.811703 cell 338.6348951 pizzonia alizieri aurilio studio tecnico associato ve iniziative di promozione del territorio e dei prodotti locali c è l intenzione infatti di promuovere una campagna di informazione e successivamente un convegno nel quale verranno analizzati i benefici sia economici che per la salute legati all utilizzo di prodotti tipici con particolare riferimento a quelli che compongono la dieta mediterranea e importante che la provincia di caserta ­ ha spiegato il presidente domenico zinzi ­ sia presente a questi appuntamenti così prestigiosi per presentare le sue eccellenze artistiche paesaggistiche museali ed enogastronomiche il nostro territorio è dotato di un patrimonio immenso ed è un preciso dovere valorizzarlo nel migliore dei modi al fine di favorire un reale processo di sviluppo servizi tecnici consulenze edilizie pratiche catastali rilievi topografici calcoli cemento armato sicurezza sul lavoro contabilità certificazione acustica certificazione energetica

[close]

p. 8

l idea cancelleria self service made in caserta casagiove ­ un idea innovativa partorita quattro anni fa dalla mente dell imprenditore pasquale casillo di casagiove è diventata realtà si tratta del progetto `amico sempre fornito unico ed originale nel suo genere per la prima volta in italia un invenzione brevettata dalla società `amico srl nella quale oltre a casillo c è anche un altro socio pasquale migliaccio imprenditore anche lui di casagiove il quale ha creduto e condiviso il progetto e un distributore automatico di prodotti di cancelleria il primo di una lunga serie di macchinari che saranno diffusi a breve in maniera capillare in tante altre scuole della nostra provincia e d italia come pure nelle facoltà casertane e della nostra penisola si trova da pochissimi giorni nell androne della scuola media giovanni pascoli in via venezia a casagiove non solo penne e matite ma anche quaderni colori compassi calcolatrici pen drive insomma tutto ciò che serve all attività didattica degli studenti che per necessità possono rifornirsi anche nel bel mezzo di una lezione il progetto si caratterizza non solo per la disponibilità costante dei prodotti e quindi praticità in favore dello studente che non avrà più la necessità di recarsi in cartoleria per rifornirsi degli strumenti utili per la sua attività scolastica ma anche per la economicità infatti i prezzi risultano essere più convenienti un risparmio notevole di tempo e denaro soprattutto da parte dei genitori degli alunni per lo start up del progetto non a caso è stata scelta la scuola media pascoli della città dei due imprenditori il progetto in precedenza era stato vagliato dal consiglio d istituto e dopo il parere favorevole la preside rosa maria clemente ha dato l autorizzazione la scuola riceverà anche un bonus annuo per il fitto di suolo pubblico soldi che potrebbero essere investiti in attività didattiche per i ragazzi i distributori di prodotti di cancelleria venduti a prezzi convenienti sono ultramoderni e contengono prodotti di marche leader del loro settore infatti la bic la casa della mitica penna è partner ufficiale del progetto `amico sempre fornito tra non molto la `amico srl installerà un altro distributore presso la seconda università di studi di caserta e lo stesso accadrà per i plessi superiori i cui prodotti di cancelleria contenuti nei distributori variano a seconda dell indirizzo scolastico la società `amico srl ha anche un sito internet dove si possono attingere le più svariate informazioni www.amicosemprefornito.it un progetto davvero innovativo su cui casillo ha creduto fortemente sin dall inizio destinato ora ad espandersi a largo raggio in tutta italia e che va incontro alle esigenze degli studenti di ogni ordine e grado che necessitano di tutti quegli strumenti di lavoro utili per la loro attività nel corso delle lezioni tutti gli studenti saranno sempre operativi in qualunque momento della giornata scolastica un invenzione veramente magnifica 8

[close]

p. 9

passaggio di consegne della garibaldi presso la base matteo vanzan di mara kah nel sud del libano ha avuto luogo la cerimonia di passaggio di consegne tra il l 8° reggimento bersaglieri di caserta ed il reggimento lancieri di novara 5° di codroipo ud nella responsabilità di italbatt 1 l unità di manovra italiana del settore ovest di unifil su base brigata bersaglieri garibaldi con il passaggio della bandiera dell onu dalle mani del colonnello claudio minghetti cedente a quelle del colonnello marcello nardelli subentrante entrambi nella foto si è sancito il trasferimento di autorità alla cerimonia erano presenti il comandante del contingente nazionale e del settore ovest di unifil generale di brigata giuseppenicola tota il vice comandante della 5 brigata libanese ed i sindaci delle municipalità dell area di responsabilità di italbatt 1 il colonnello minghetti nel suo discorso di commiato ha sottolineato la gratitudine alle autorità ed alla gente del luogo per la collaborazione prestata durante i sei mesi di responsabilità che accomunata ad una grande amicizia ci ha fatto raggiungere gli obiettivi comuni prefissati comincia una nuova esperienza al di fuori dei confini in libano nazionali per i lancieri di novara che ritornano in libano per la terza volta all 8° bersaglieri va il merito di aver condotto per sei mesi le attività operative e di cooperazione civile-militare nel pieno rispetto della risoluzione 1701 delle nazioni unite consolidando l immagine e il prestigio dei peacekeepers italiani.

[close]

p. 10

per gli amministratori un futuro migliore è possibile di marco malaspina anci giovane 10

[close]

p. 11

caserta ­ incidere in maniera significativa sul territorio scavalcando le barriere politiche di rispettiva appartenenza e creare le condizioni per una maggiore vivibilità di terra di lavoro rilanciandola soprattutto sul piano delle politiche giovanili nel panorama locale nazionale e internazionale questa la mission possible lo scopo possibile in cui credono fortemente i giovani amministratori coesi sotto l unico vessillo dell anci associazione nazionale comuni d italia giovane di caserta e provincia che si sono riuniti lo scorso 26 novembre per la loro prima assemblea nell aula consiliare del comune capoluogo nel corso di questa riunione è stata ufficializzata la nomina di raffaele cangiano trent anni assessore alla contabilità e sviluppo del comune di casapesenna e commissario locale dell udc nonché componente della consulta nazionale anci giovane quale coordinatore anci giovane di caserta e provincia e alla fine del dibattito è stata formalizzata l elezione dei componenti del primo direttivo anci giovane caserta che affiancherà il coordinatore cangiano nella programmazione delle iniziative già in cantiere in questo direttivo provinciale ci sono ben due sindaci quello di grazzanise e di raviscanina rispettivamente il ventiseienne pietro parente ed ermanno masiello trentacinque anni e consiglieri quali il ventinovenne luigi menditto che è in assise ad aversa in quota udc consigliere provinciale e altresì già vice coordinatore regionale dell anci giovane dario mattucci trentaquattro anni di santa maria capua vetere nicla virgilio 34 anni di aversa luigi bove ventisettenne di maddaloni andrea martusciello 31 anni di casapulla e veronica biondo ventiduenne di santa maria a vico alla quale è 11

[close]

p. 12

primo piano nella pagina precedente un momento del summit qui sopra il neo presidente raffaele cangiano stata già conferita al termine del summit di fine novembre la delega alla trasparenza e alla legalità ognuno di noi delegato anci sa di avere una responsabilità enorme è il simbolo di un impegno e del cambiamento possibile e questo abbiamo voluto ribadire sono convinto che su ogni argomento discusso presto tutti potranno verificare la forza e le capacità dei giovani casertani dell anci di volere e sapere cambiare questa nostra amata terra io ci credo così il neo coordinatore provinciale cangiano che ha rimarcato siamo di fronte ad una crisi economica spaventosa ma l impegno nostro sarà quello di proporre iniziative in merito alle necessità il nostro intento sarà quello della valorizzazione dei giovani nella realtà politica locale per lo sviluppo del territorio in cui proporre nuove idee o idee da riformularsi magari in maniera diversa più giovane più dinamica proporremo a breve due delibere di consiglio la prima riguarda la costituzione di parte civile dei comuni nei processi di camorra e la seconda l a cosiddetta anagrafe pubblica degli eletti in un ottica che vede nella trasparenza delle amministrazioni il principio basilare da cui partire per una politica migliore due delibere già recepite dall anci giovane a livello regionale la politica deve essere vista dalle nuove generazioni ogni amministratore si occuperà di alcune tematiche e l anci provinciale è il luogo dove ogni amministratore smette di vestire i propri panni politici di diverso colore per operare per il bene dei comuni e dei giovani che ne fanno parte senza perdere di vista i valori morali anci giovane è quindi un importante vetrina per gli scambi tra amministratori giovani indipendentemente dal colore politico dall appartenenza di partito per fare cose buone siamo orgogliosi di prestare il nostro servizio nonostante la giovane età siamo la classe dirigente dal piccolo comune alle grandi città per risolvere i problemi in campania dove c è un giovane amministratore e c è un problema lo si risolve ancora oggi sono pochi gli amministratori comunali giovani rispetto alle reali esigenze del territorio e tanto difficile fare un sistema di formazione dei giovani idoneo alla promozione turistica nella provincia che ha il secondo museo al mondo per numero di visitatori quale la reggia di caserta e da vero e proprio assessore alla contabilità quale è al municipio di casapesenna cangiano ha aggiunto il patto di stabilità è una gabbia che blocca gli interventi dei comuni il sessanta per cento degli investimenti dei comuni è vincolato da norme assurde che li limitano il coordinatore regionale di anci giovani luigi famiglietti 35 anni sindaco di frigento in provincia di avellino ha detto che l anci provinciale è il luogo dove ogni amministratore smette di vestire i propri panni politici di diverso colore per operare per il bene dei comuni e dei giovani che ne fanno parte senza perdere di vista i valori morali matteo palmisani assessore alle politiche giovanili della giunta di caserta ha espresso massima disponibilità per queste iniziative mentre gaetano riccardelli del forum dei giovani di caserta ha evidenziato che sia anci giovane che il forum devono essere giovani non solo anagraficamente ma soprattutto per la freschezza delle idee e per la qualità morale del nostro operato il sindaco di grazzanise parente invece ha sostenuto che i giovani amministratori devono andare oltre i loro confini lo spazio ce lo dobbiamo prendere noi occorre interloquire con forum dei comuni più piccoli che hanno gli stessi problemi se non di più come la disoccupazione e i rifiuti e da sindaco di grazzanise per quel che concerne la questione sollevata dall allarme sulla ipotizzata presenza di diossina nella mozzarella di bufala ha rimarcato il fatto che non c è nessun problema ma da questo falso problema gli allevatori bufalini hanno subìto perdite in 12

[close]

p. 13

qui sopra da sinistra cuscunà e zinzi dario mattucci dezio ferraro gaetano riccardelli

[close]

p. 14

primo piano qui sopra pietro parente veronica biondo a lato luigi menditto e nicla virgilio 14 termini anche di prodotto esportato all estero il vice coordinatore regionale menditto si è soffermato sul peso specifico dell anci giovane affermando che noi siamo la faccia pulita delle istituzioni il nostro candidarsi significa portare una quantità di lealtà e di responsabilità che le amministrazioni hanno perso e sottolineando altresì in maniera energica che costituirsi parte civile nei processi di mafia significa che le istituzioni sono una cosa e le attività delinquenziali tutt altro insomma consigli puliti che non condividono attività delinquenziali e che nulla hanno a che vedere con la delinquenza ci vuole trasparenza il popolo non sa dell attività istituzionale dei gettoni di presenza e delle indennità la politica non è un affare è invece per chi si vuole impegnare dezio ferraro coordinatore provinciale liberal nel suo intervento ha rivolto un augurio ai giovani politici di un lavoro proficuo a tutti i livelli il posto ce lo stiamo prendendo abbiamo contenuti che sappiamo esporre e renderli pubblici anci giovane è una palestra per una politica più di contenuti che di facciata ad avanzare una proposta di monitoraggio di tutti i comuni di caserta che non hanno ritenuto opportuno approvare le due proposte di delibera dell anagrafe pubblica degli eletti e della costituzione di parte civile nei processi di camorra è invece dario mattucci mentre luigi bove ha sostenuto che dobbiamo essere considerati non perché siamo giovani ma perché dobbiamo dimostrare di essere bravi diffidiamo di tutti coloro che ci dicono che il futuro è dei giovani perché quando ciò viene dichiarato vuol dire che non intendono rendere protagonisti i giovani noi dobbiamo prenderci con merito e impegno il presente uniamo le nostre risorse per il bene dei nostri territori nicla virgilio ha ricordato come è importante fare bene in politica come la comunicazione con i giovani che sono lontani dalla politica il nostro compito è quello di dialogare con loro che hanno bisogno di un input il senso della collettività è fondamentale mentre gianluca casillo 35 anni consigliere comunale di casagiove e assessore nell unione dei comuni appia ha sottolineato che è iniziativa lodevole l anagrafe pubblica degli eletti per ridurre il gap tra amministratori e amministrati e che la costituzione di parte civile è più che mai attuale nel momento in cui il nostro territorio è percepito come di camorra da parte delle altre province e regioni e unanime deve essere in generale il disprezzo verso il fenomeno criminale in provincia di caserta ci sono amministrazioni virtuose che vanno mantenute martusciello ha sottolineato l importanza di organizzare corsi di formazione politica mentre vincenzo cerreto di maddaloni ha ribadito il concetto che la politica è impegno passione e saper dare risposte quotidiane alle città del sud e veronica biondo ha ricordato che a santa maria a vico è stata respinta l anagrafe pubblica degli eletti gianpiero zinzi commissario regionale dell udc campana già coordinatore

[close]

p. 15

primo piano nazionale dei giovani udc nel suo intervento di saluto ha incentrato il suo discorso in particolare sulla stazione unica appaltante dicendo tutti i comuni dovrebbero aderirvi e una battaglia per la legalità che non deve passare inosservata bisogna essere trasparenti anche per quel che riguarda l anagrafe pubblica degli eletti tutti devono prendersi le proprie responsabilità e i partiti devono starvi accanto il presidente di anci campania ed ex sindaco di ercolano nino daniele ha parlato di dare fiducia ai giovani amministratori della campania e del mezzogiorno che devono avere la responsabilità di cambiare le cose noi non siamo di nessuna parte vogliamo solo esercitare attività politica con impegno amministrativo e disinteresse personale il numero uno di anci campania ha concluso il suo discorso esaltando il ruolo dell anci nella missione mai doma di dimostrare un italia unita all opposto di quanti teorizzano erroneamente un paese diviso e da dividere all incontro ha partecipato tra gli altri anche giuseppe antonio cuscunà prossimo appuntamento dell anci giovane è il 16 dicembre 2010 a viterbo per il seminario su tematiche europee mentre altri seminari di formazione per amministratori si sono già tenuti a milano reggio calabria e messina e da bruxelles è inoltre già partita agli inizi di questo mese la proposta per la creazione di anci giovane europa un associazione di giovani amministratori per fare squadra e realizzare una rete di collaborazioni tra gli under 35 impegnati attivamente nei comuni di tutta europa non soltanto una visita alle istituzioni europee e di incontro con rappresentanti parlamentari e funzionari comunitari ma un primo passo nella concretizzazione dell espressione pensare globale agire locale secondo quanto commentato da giacomo d arrigo coordinatore nazionale anci giovane e componente dell ufficio di presidenza dell associazione a conclusione della due giorni in programma il primo e il 2 dicembre scorso che ha permesso ad una delegazione della consulta di avviare un percorso di attività sulla dimensione istituzionale di livello europeo.

[close]

Comments

no comments yet