Quadri regolazione

 

Embed or link this publication

Description

Sistemi di regolazione della temperatura di una centrale termica

Popular Pages


p. 1

Quadri di Regolazione Tecnologie Elettroniche

[close]

p. 2

Garanzia 1. COSTER garantisce che i propri prodotti sono esenti da vizi e difetti. La garanzia è strettamente limitata alle apparecchiature di costruzione COSTER e non riguarda il funzionamento complessivo dell’impianto. 2. Salvo quanto previsto al successivo punto, la garanzia opera nel termine di 3 anni successivi all’anno di fabbricazione marchiato su ogni apparecchio. 3. Per le cassette di contabilizzazione/distribuzione, gli integratori di energia, i contatori volumetrici, il sistema “Termoautonomo Wireless” e per i sistemi di contabilizzazione in genere la garanzia è di anni 2 dalla messa in servizio. Detta garanzia opera solo se la messa in servizio è stata effettuata da personale COSTER o da un Centro Assistenza autorizzato. 4. Salvo quanto previsto al successivo punto, COSTER si obbliga a riparare e, ove ciò non sia possibile, a sostituire i prodotti in garanzia riconosciuti difettosi. In ogni caso la scelta tra la riparazione o la sostituzione dei prodotti è a discrezione di COSTER. 5. Per i contatori volumetrici e le sonde LGU in garanzia, COSTER si obbliga alla sola riparazione ed è esclusa la sostituzione. 6. Gli interventi in garanzia da eseguirsi presso i laboratori COSTER sono gratuiti. Rimangono a carico del Cliente tutte le spese di intervento di assistenza esterno. Le spese saranno addebitate nella misura e con le modalità stabilite dall’agente o dal centro assistenza di zona. 7. Salvo quanto previsto ai precedenti punti 2 e 3, la garanzia non opera: a) quando il pagamento delle fatture non è stato effettuato entro i termini convenuti; b) quando le apparecchiature sono state manomesse, senza autorizzazione; c) quando l’impiego delle apparecchiature non è conforme alle caratteristiche di prestazione indicate nelle Schede Tecniche; d) quando le targhette originali sono state comunque modificate, tolte o sostituite; e) quando, in caso di reclamo, il cliente non abbia sospeso la messa in opera del materiale contestato. e-mail: info@coster.eu Assistenza Tecnica. Attiva nei giorni di: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8,30 alle 12,30 e dalle ore 13,30 alle 17,00 e-mail Assistenza Tecnica: assistenza@coster.eu consultare il sito: www.coster.eu Riserviamo il diritto di modifiche senza preavviso

[close]

p. 3

Quadri di Regolazione regolazione TIPICO1: QEC 1 Sistema di regolazione della temperatura di una centrale termica. 4 5 6 7 8 9 10 11 TIPICO2: QEC 2 Sistema di regolazione della temperatura di una centrale termica. TIPICO3: QEC 3 Sistema di regolazione della temperatura di una centrale termica. TIPICO4: QEC 4 Sistema di regolazione della temperatura di una centrale termica. TIPICO5: QEC 5 Sistema di regolazione della temperatura di una centrale termica. TIPICO6: QEC 6 Sistema di regolazione della temperatura di una centrale termica. TIPICO7: QEC 7 Sistema di regolazione della temperatura di una centrale termica. Componenti. Riserviamoildirittodimodifichesenzapreavviso 3

[close]

p. 4

Quadri di Regolazione TIPICO1: QEC 001 Sistema di regolazione della temperatura di una centrale termica Il sistema è composto da: • 1 Caldaia con bruciatore modulante 0÷10 VDC; • 1 Impianto di riscaldamento con pompa gemellare; • 1 Accumulo di acqua calda sanitaria con pompa di carico; • 1 Misuratore di energia termica. Il regolatore digitale comanda l’impianto di riscaldamento e l’impianto di accumulo acqua calda con programmi orari giornalieri e settimanali separati. Regolazione della temperatura di mandata riscaldamento in funzione della temperatura esterna (climatica) e dello scostamento della temperatura ambiente reale dal set-point ambiente impostato (autorità ambiente) con comando 0÷10 VDC per la modulazione del bruciatore, che diminuisce al diminuire del fabbisogno di potenza dell’impianto di riscaldamento. Tutti i parametri di regolazione: tipo di corpi scaldanti, temperatura esterna di progetto, temperatura mandata di progetto, origine curva di riscaldamento, banda proporzionale, tempo integrale sono modificabili da display. Regolazione della temperatura di accumulo acqua calda sanitaria con comando On-Off della pompa di carico. Differenziale di temperatura modificabile da display. Possibilità di utilizzare la funzione antibatterica con impostazione da display dei parametri di funzionamento: giorni della settimana, orario, durata e temperatura. Possibilità di utilizzare la funzione di priorità acqua calda (riduzione della temperatura di mandata riscaldamento per diminuire il tempo di caricamento dell’accumulo). Il regolatore è in grado di segnalare (sul display e al sistema di telegestione): • guasti (interruzione o cortocircuito) delle sonde di temperatura; • scostamenti eccessivi e prolungati tra valori voluti e misurati (anomalie impianto); • blocco bruciatore. Il regolatore, per mezzo del collegamento C-Bus e dell’accessorio ACB 460 è collegato al sistema di telegestione. Tuttigliorganimeccanicidicampocome contatorivolumetricievalvolesonoda considerare e quotare a parte. Perapplicazioniparticolarierichiesteal difuoridellalistasopraindicatapotete scrivere a: preventivi@coster.eu Perdisponibilitàetempidiconsegna chiedere alla rete commerciale. 4 Riserviamo il diritto di modifiche senza preavviso

[close]

p. 5

Quadri di Regolazione TIPICO2: QEC 002 Sistema di regolazione della temperatura di una centrale termica Il sistema è composto da: • 1 Caldaia con bruciatore modulante 0÷10 Vdc; • 1 Impianto di riscaldamento con pompa gemellare; • 1 Accumulo di Acqua Calda Sanitaria con pompa di carico; • 1 Pannello solare per integrazione accumulo boiler; • 1 Misuratore di energia termica. Il regolatore digitale comanda l’impianto di riscaldamento e l’impianto di accumulo acqua calda con programmi orari giornalieri e settimanali separati. Regolazione della temperatura di mandata riscaldamento in funzione della temperatura esterna (climatica) e dello scostamento della temperatura ambiente reale dal Set-point ambiente impostato (autorità ambiente) con comando 0÷10 Vdc per la modulazione del bruciatore, che diminuisce al diminuire del fabbisogno di potenza dell’impianto di riscaldamento. Tutti i parametri di regolazione : tipo di corpi scaldanti, temperatura esterna di progetto, temperatura mandata di progetto, origine curva di riscaldamento, banda proporzionale, tempo integrale sono modificabili da display. Regolazione della temperatura di accumulo acqua calda sanitaria con comando On-Off della pompa di carico. Differenziale di temperatura modificabile da display. Possibilità di utilizzare la funzione antibatterica con impostazione da display dei parametri di funzionamento: giorni della settimana, orario, durata e temperatura. Possibilità di utilizzare la funzione di priorità acqua calda (riduzione della temperatura di mandata riscaldamento per diminuire il tempo di caricamento dell’accumulo). Gestione dello scambio termico tra pannelli solari ed accumuli (max 3) in funzione del differenziale di temperatura preimpostato e della temperatura di scambio voluta nell’accumulo principale con comando pompa circuito pannelli oppure scambio automatico fino ad un massimo di 3 accumuli. Tuttigliorganimeccanicidicampocome contatorivolumetricievalvolesonoda considerare e quotare a parte. Perapplicazioniparticolarierichiesteal difuoridellalistasopraindicatapotete scrivere a: preventivi@coster.eu Perdisponibilitàetempidiconsegna chiedere alla rete commerciale. Regolazione della temperatura circuito di integrazione con comando On-Off qualora il solare non bastasse a raggiungere la temperatura voluta. I regolatori sono in grado di segnalare (sul display e al sistema di telegestione): • guasti (interruzione o cortocircuito) delle sonde di temperatura; • scostamenti eccessivi e prolungati tra valori voluti e misurati (anomalie impianto); • blocco bruciatore. Il regolatore, per mezzo del collegamento C-Bus e dell’accessorio ACB 460 è collegato al sistema di telegestione. 5 Riserviamoildirittodimodifichesenzapreavviso

[close]

p. 6

Quadri di Regolazione TIPICO3: QEC 003 Sistema di regolazione della temperatura di una centrale termica Il sistema è composto da: • 2 Caldaie con bruciatore modulante 0÷10 V DC; • 2 Impianti di riscaldamento con valvola di miscelazione e pompe gemellari. Il regolatore digitale primario comanda l’impianto di riscaldamento con programmi orari giornalieri e settimanali. Il regolatore digitale utenze comanda gli impianti di riscaldamento con programmi orari giornalieri e settimanali separati. Regolazione della temperatura di mandata riscaldamento in funzione della temperatura esterna (climatica) e dello scostamento della temperatura ambiente reale dal Set-point ambiente impostato (autorità ambiente) con comando modulante a 3 punti della valvola miscelatrice e comando On-Off della pompa di circolazione di base. La pompa di riserva si attiva solo per una eventuale anomalia o per il raggiungimento del numero di giorni di funzionamento prefissati. Regolazione della temperatura di mandata collettore a punto fisso o in funzione della temperatura esterna (climatica) o delle richieste di altri regolatori (Coster) con: • Comando On-Off della pompa di collettore di base. La pompa di riserva si attiva solo per una eventuale anomalia o per il raggiungimento del numero di giorni di funzionamento prefissati; • Comando in sequenza delle caldaie; • Comando modulante a 3 punti dei bruciatori. Tutti i parametri di regolazione tipo di corpi scaldanti, temperatura esterna di progetto, temperatura mandata di progetto, origine curva di riscaldamento, banda proporzionale, tempo integrale sono modificabili da display. I regolatori sono in grado di segnalare (sul display e al sistema di Telegestione): • guasti (interruzione o cortocircuito) delle sonde di temperatura; • scostamenti eccessivi e prolungati tra valori voluti e misurati (anomalie impianto); • blocco bruciatore; • guasto dell’orologio del regolatore. I regolatori, per mezzo del collegamento C-Bus e degli accessori ACB 460 e ACB 400 sono collegati al sistema di Telegestione. Tuttigliorganimeccanicidicampocome contatorivolumetricievalvolesonoda considerare e quotare a parte. Perapplicazioniparticolarierichiesteal difuoridellalistasopraindicatapotete scrivere a: preventivi@coster.eu Perdisponibilitàetempidiconsegna chiedere alla rete commerciale. 6 Riserviamo il diritto di modifiche senza preavviso

[close]

p. 7

Quadri di Regolazione TIPICO4: QEC 004 Sistema di regolazione della temperatura di una centrale termica Il sistema è composto da: • 2 Caldaie con bruciatore modulante 0÷10 V DC; • 2 Impianti di riscaldamento con valvola di miscelazione e pompe gemellari. Il regolatore digitale primario comanda l’impianto di riscaldamento con programmi orari giornalieri e settimanali. Il regolatore digitale utenze comanda gli impianti di riscaldamento con programmi orari giornalieri e settimanali separati. Regolazione della temperatura di mandata riscaldamento in funzione della temperatura esterna (climatica) e dello scostamento della temperatura ambiente reale dal set-point ambiente impostato (autorità ambiente) con comando modulante a 3 punti della valvola miscelatrice e comando On-Off della pompa di circolazione di base. La pompa di riserva si attiva solo per una eventuale anomalia o per il raggiungimento del numero di giorni di funzionamento prefissati. Regolazione della temperatura di mandata collettore a punto fisso o in funzione della temperatura esterna (climatica) o delle richieste di altri regolatori (Coster) con: • Comando On-Off della pompa di collettore di base. La pompa di riserva si attiva solo per una eventuale anomalia o per il raggiungimento del numero di giorni di funzionamento prefissati; • Comando in sequenza delle caldaie. Tutti i parametri di regolazione tipo di corpi scaldanti, temperatura esterna di progetto, temperatura mandata di progetto, origine curva di riscaldamento, banda proporzionale, tempo integrale sono modificabili da display. I regolatori sono in grado di segnalare (sul display e al sistema di Telegestione): • guasti (interruzione o cortocircuito) delle sonde di temperatura; • scostamenti eccessivi e prolungati tra valori voluti e misurati (anomalie impianto). Tuttigliorganimeccanicidicampocome contatorivolumetricievalvolesonoda considerare e quotare a parte. Perapplicazioniparticolarierichiesteal difuoridellalistasopraindicatapotete scrivere a: preventivi@coster.eu Perdisponibilitàetempidiconsegna chiedere alla rete commerciale. Gestione dello scambio termico tra pannelli solari ed accumuli (max 3) in funzione del differenziale di temperatura preimpostato e della temperatura di scambio voluta nell’accumulo principale con comando pompa circuito pannelli oppure scambio automatico fino ad un massimo di 3 accumuli. Regolazione della temperatura circuito di integrazione con comando On-Off qualora il solare non bastasse a raggiungere la temperatura voluta. I regolatori, per mezzo del collegamento C-Bus e degli accessori ACB 460 e ACB 400 sono collegati al sistema di Telegestione. 7 Riserviamoildirittodimodifichesenzapreavviso

[close]

p. 8

Quadri di Regolazione TIPICO5: QEC 005 Sistema di regolazione della temperatura di una centrale termica Il sistema è composto da: • 4 Caldaia con bruciatore modulante 0÷10 V DC; • 1 Impianto di riscaldamento con pompa gemellare; • 1 Accumulo di acqua calda sanitaria con pompa di carico; • 1 Misuratore di energia termica. Il regolatore digitale comanda l’impianto di riscaldamento e l’impianto di accumulo acqua calda con programmi orari giornalieri e settimanali separati. Regolazione della temperatura di mandata riscaldamento in funzione della temperatura esterna (climatica) e dello scostamento della temperatura ambiente reale dal set-point ambiente impostato (autorità ambiente) con comando 0÷10 V DC per la modulazione dei bruciatori sulle caldaie in cascata, che diminuisce al diminuire del fabbisogno di potenza dell’impianto di riscaldamento. Tutti i parametri di regolazione: tipo di corpi scaldanti, temperatura esterna di progetto, temperatura mandata di progetto, origine curva di riscaldamento, banda proporzionale, tempo integrale sono modificabili da display. Regolazione della temperatura di accumulo acqua calda sanitaria con comando On-Off della pompa di carico. Differenziale di temperatura modificabile da display. Possibilità di utilizzare la funzione antibatterica con impostazione da display dei parametri di funzionamento: giorni della settimana, orario, durata e temperatura. Possibilità di utilizzare la funzione di priorità acqua calda (riduzione della temperatura di mandata riscaldamento per diminuire il tempo di caricamento dell’accumulo). Il regolatore è in grado di segnalare (sul display e al sistema di Telegestione): • guasti (interruzione o cortocircuito) delle sonde di temperatura; • scostamenti eccessivi e prolungati tra valori voluti e misurati (anomalie impianto); • blocco bruciatore. I regolatori, per mezzo del collegamento C-Bus e degli accessori ACB 460 e ACB 400 sono collegati al sistema di Telegestione. Tuttigliorganimeccanicidicampocome contatorivolumetricievalvolesonoda considerare e quotare a parte. Perapplicazioniparticolarierichiesteal difuoridellalistasopraindicatapotete scrivere a: preventivi@coster.eu Perdisponibilitàetempidiconsegna chiedere alla rete commerciale. 8 Riserviamo il diritto di modifiche senza preavviso

[close]

p. 9

Quadri di Regolazione TIPICO6: QEC 006 Sistema di regolazione della temperatura di una centrale termica Il sistema è composto da: • 4 Caldaia con bruciatore modulante 0÷10 V DC; • 1 Impianto di riscaldamento con pompa gemellare; • 1 Accumulo di acqua calda sanitaria con pompa di carico; • 1 Misuratore di energia termica. Il regolatore digitale comanda l’impianto di riscaldamento e l’impianto di accumulo acqua calda con programmi orari giornalieri e settimanali separati. Regolazione della temperatura di mandata riscaldamento in funzione della temperatura esterna (climatica) e dello scostamento della temperatura ambiente reale dal set-point ambiente impostato (autorità ambiente) con comando 0÷10 V DC per la modulazione dei bruciatori sulle caldaie in cascata, che diminuisce al diminuire del fabbisogno di potenza dell’impianto di riscaldamento. Tutti i parametri di regolazione: tipo di corpi scaldanti, temperatura esterna di progetto, temperatura mandata di progetto, origine curva di riscaldamento, banda proporzionale, tempo integrale sono modificabili da display. Regolazione della temperatura di accumulo acqua calda sanitaria con comando On-Off della pompa di carico. Possibilità di utilizzare la funzione antibatterica con impostazione da display dei parametri di funzionamento: giorni della settimana, orario, durata e temperatura. Possibilità di utilizzare la funzione di priorità acqua calda (riduzione della temperatura di mandata riscaldamento per diminuire il tempo di caricamento dell’accumulo). Gestione dello scambio termico tra pannelli solari ed accumuli (max 3) in funzione del differenziale di temperatura preimpostato e della temperatura di scambio voluta nell’accumulo principale con comando pompa circuito pannelli oppure scambio automatico fino ad un massimo di 3 accumuli. Regolazione della temperatura circuito di integrazione con comando On-Off qualora il solare non bastasse a raggiungere la temperatura voluta. Tuttigliorganimeccanicidicampocome contatorivolumetricievalvolesonoda considerare e quotare a parte. Perapplicazioniparticolarierichiesteal difuoridellalistasopraindicatapotete scrivere a: preventivi@coster.eu Perdisponibilitàetempidiconsegna chiedere alla rete commerciale. Il regolatore è in grado di segnalare (sul display e al sistema di Telegestione): • guasti (interruzione o cortocircuito) delle sonde di temperatura; • scostamenti eccessivi e prolungati tra valori voluti e misurati (anomalie impianto); • blocco bruciatore. I regolatori, per mezzo del collegamento C-Bus e degli accessori ACB 460 e ACB 400 sono collegati al sistema di Telegestione. Riserviamoildirittodimodifichesenzapreavviso 9

[close]

p. 10

Quadri di Regolazione TIPICO7: QEC 007 Sistema di regolazione della temperatura di una centrale termica Il sistema è composto da: • 2 Caldaie con bruciatore modulante 0÷10 V; • 2 Impianti di riscaldamento con valvola di miscelazione e pompe gemellari. Il regolatore digitale primario comanda l’impianto di riscaldamento con programmi orari giornalieri e settimanali. I regolatori digitali utenze comanda gli impianti di riscaldamento con programmi orari giornalieri e settimanali separati. Regolazione della temperatura di mandata riscaldamento e/o raffrescamento in funzione della temperatura esterna (climatica) e dello scostamento della temperatura ambiente reale dal Set-point ambiente impostato (autorità ambiente) con comando modulante a 3 punti della valvola miscelatrice e comando On-Off della pompa di circolazione di base. La pompa di riserva si attiva solo per una eventuale anomalia o per il raggiungimento del numero di giorni di funzionamento prefissati. Regolazione della temperatura di mandata collettore a punto fisso o in funzione della temperatura esterna (climatica) o delle richieste di altri regolatori (Coster) con: • Comando On-Off della pompa di collettore di base. La pompa di riserva si attiva solo per una eventuale anomalia o per il raggiungimento del numero di giorni di funzionamento prefissati; • Comando in sequenza delle caldaie; • Comando commutazione stagionale per circuito 2. Tutti i parametri di regolazione: tipo di corpi scaldanti/raffrescanti, temperatura esterna di progetto, temperatura mandata di progetto, origine curva di riscaldamento, banda proporzionale, tempo integrale sono modificabili da display. Tuttigliorganimeccanicidicampocome contatorivolumetricievalvolesonoda considerare e quotare a parte. Perapplicazioniparticolarierichiesteal difuoridellalistasopraindicatapotete scrivere a: preventivi@coster.eu Perdisponibilitàetempidiconsegna chiedere alla rete commerciale. I regolatori sono in grado di segnalare (sul display e al sistema di Telegestione): • guasti (interruzione o cortocircuito) delle sonde di temperatura; • scostamenti eccessivi e prolungati tra valori voluti e misurati (anomalie impianto); • blocco bruciatore; • guasto dell’orologio del regolatore. I regolatori, per mezzo del collegamento CBus e degli accessori ACB 460 e ACB 400 sono collegati al sistema di Telegestione. 10 Riserviamo il diritto di modifiche senza preavviso

[close]

p. 11

Quadri di Regolazione Componenti I componenti usati per la realizzazione dei quadri elettrici sono: • Armadio Gewiss con porta trasparente protezione IP65 per le apparecchiature tipico 1 e tipico 2 completo di pannello e relativi accessori; • Armadio ABB con struttura in metallo verniciato con porta trasparente protezione IP65 per le apparecchiature tipico 3, 4, 5, 6 ,7 e completo di pannello e relativi accessori; • Interruttore generale magnetico differenziale 2P 16A; • Interruttori circuiti ausiliari; • Presa 2P+T; • Morsetti e relativi accessori. Riserviamoildirittodimodifichesenzapreavviso 11

[close]

p. 12

12 Riserviamo il diritto di modifiche senza preavviso

[close]

p. 13

Riserviamoildirittodimodifichesenzapreavviso 13

[close]

p. 14

14 Riserviamo il diritto di modifiche senza preavviso

[close]

p. 15

Condizioni Generali di Vendita 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1Lecondizionigeneralidivenditasiapplicanoatuttiirapporti difornituradibenie/oservizitraCOSTERTecnologieElettronicheS.p.A.(diseguitoCOSTER)el’acquirente(diseguitoCliente) anchequaloral’ordinedelClienteriporticondizionioclausole diverse. 2. FORMAZIONE DEL CONTRATTO 2.1L’OffertadiCOSTER.èsemprecorredatadallepresentiCondizioniGenerali.2.2IlContrattoconilClientesiperfezionanel momentodell’accettazionedell’Offerta/OrdineedelleCondizioni Generali da parte del Cliente. 3. PREZZI 3.1 COSTER si riserva la facoltà di apportare, senza preavviso, qualsiasivariazionedicaratteristichetecnicheodiprezzisututti ipropriprodottioservizi.3.2Iprezziindicatineilistini/Catalogo esulsitointernetpossonoesseresuscettibilidimodifica,senza preavviso,inrelazioneavariazionedeglielementidicosto(es. materie prime). 4. CONSEGNE 4.1Senondiversamentestabilitotraleparti,laconsegnadella merceavvienefrancoCOSTERsedediEdolo.4.2Aisensidell’art. 1510c.cCOSTERsiliberadall’obbligodellaconsegnarimettendolamercealvettoree/ospedizioniere,oalClientechelaritira direttamentepressolostabilimentoCOSTERinEdolo;conseguentementedaquelmomentorestanoacaricodelClienteirischidi perimento,furto,smarrimentoe/odanneggiamentoecc.della merce ed il Cliente sarà in ogni caso tenuto al pagamento del corrispettivo.4.3QualorailClienteperqualsiasimotivodichiari dinonvolerriceverelamercee/olarifiuti,lamercesiintenderà comunqueconsegnataeresteràadisposizionedelClientepresso COSTER;intalcasotuttelespeseeicosti, ivicompresiicostidi depositopressoCOSTERopressoterzi,sonoacaricodelCliente everrannoaquestifatturatidaCOSTER.4.4Iterminidiconsegna indicatinell’Offerta/Confermad’ordineeinognicasoconcordati tralePartisonodaritenersimeramenteindicativienonvincolanti. Ilritardonellaconsegnadeiprodottirispettoaiterminiindicatinon conferiscealClienteildirittodirifiutarli,diannullareodirisolvereintuttooinparteilcontrattoodiagireperilrisarcimentodei danniderivantidaritardoomancataconsegna,totaleoparziale. 4.5COSTERT.E,nonsaràconsiderataresponsabiledeiritardio dellamancataconsegnadovutaacircostanzenonaseimputabili qualiatitolomeramenteesemplificativo:a-problemilegatialla produzioneopianificazionedegliordini;b-difficoltànell’ottenere irifornimentidellamateriaprima;scioperi,difficoltàneltrasporto, causaforzamaggiore,ritardidapartedellospedizioniere.IlverificarsidiunodeglieventidicuisopranonconferiscealClienteil dirittodirichiedereilrisarcimentodeidanni.4.6QualorailCliente rilevilapresenzadiammanchiodidanninegliimballideiprodotti consegnati,laaccettazionedellamercedovràavvenire“conriserva”medianteapposizioneditaledichiarazionesuldocumentodi , trasporto(DDToaltro).Laaccettazionesenzariservacomporta decadenzadapartedelClientedaldirittodicontestareammanchi odanneggiamentideiprodotticompravendutie,pertanto,decadenzadaognidirittod’azionepericonseguentieventualidanni. 4.7Nonsiaccettanoreclamidecorsi8(otto)giornidalricevimento dellamerce.4.8Gliordinipotrannoessereannullatisoloprevia espressa autorizzazione scritta da parte di COSTER. 5. IMBALLI 5.1COSTERprovvederàadeseguireopportuniimballiattiagarantirelaconservabilitàdellamercesecondoesperienzaeduso. 6. TRASPORTO 6.1LamerceviaggiasemprearischioepericolodelClienteanche qualorailtrasportosiaindicatofrancodestinazioneeanchesesia eseguito a cura e spese di COSTER. COSTERsiriservalasceltadeltipoditrasportopiùidoneoperla consegnadellamerce.6.2Salvopattocontrariolespeseditrasporto,assicurazione,tasseedaziespesedilicenzaesportazione/ importazionesonoacaricodelCliente.6.3Lespesetrasporto,per ordini superiori a € 1.550,00 netti sono a carico di COSTERT.E; perordiniinferioria€1.550,00nettisonoacaricodelClientee verrannoaddebitateinfatturaepagatecontestualmentealpagamentodellastessa.6.4IresidimercedapartedelClientedevono esserepreventivamenteaccettatiperiscrittodaCOSTER.Decorso unannodallaconsegnadellamerce,lastessanonpuò,inogni caso, essere resa. Le spese di trasporto per resi di merce e per eventuali sostituzioni sono sempre a carico del Cliente. 7. PAGAMENTI 7.1Ipagamentidevonoessereeffettuatisecondogliaccordied entrolescadenzepattuite.Suipagamentidecorrono,dallaloro scadenza,dipienodirittoesenzaalcunamessainmora,gliinteressimoratoriexD.lgs9ottobre2002n.231senzache,perquesto,ilClientepossaritenersiinfacoltàdidifferireilpagamento.7.2 EventualicontestazionisullafornituranonconferisconoalCliente alcundirittodiritardareosospendereilpagamento.7.3Nelcaso dipagamentirateizzati,ilmancatooritardatopagamentoanche diunasolarataautorizzeràCOSTERaritenereilClientedecaduto dalbeneficiodeltermine,exart.1186cod.civ.econseguentementearichiederglil’immediatopagamentodituttal’esposizione debitoria.7.4Qualsiasiritardooirregolaritànelpagamentodarà a COSTER il diritto di sospendere le consegne e gli ordini non ancoraeseguiti,anchesenonrelativiaipagamentiinquestione, dimodificarelecondizionidipagamentopretendendosedelcaso ilpagamentoanticipato/odirisolvereilcontratto,disospendere qualsiasiserviziononchédichiedereildirittoalrisarcimentodegli eventuali danni. 8. OBBLIGHI DEL CLIENTE 8.1IlClientesiobbligaa:-consentirel’accessoaCOSTER-ovveroapersonaledaquestaincaricato-,mettendocontestualmente adisposizionetutteleinformazionieleattrezzaturecherisultinoindispensabilialfinediconsentireilcorrettoadempimento delleprestazionicontrattuali;-seguireitecniciedilpersonale eventualmenterichiestodaitecniciCOSTER(elettricistiidraulici ecc.),durantelevisitedimanutenzionepreventivae/ocorrettiva mettendoalorodisposizioneglistrumentinecessarialcorretto svolgimentodeilavoriintotalesicurezza(p.e.scale,trabattelli, favoriregliaccessineilocalidovesonoinstallateleapparecchiatureecc.),anonintervenireomanomettere,direttamenteovvero medianteterzi,leapparecchiature,isoftware,leschedeSIMe piùingeneralequalsivogliaapparecchiaturafornitadaCOSTER T.Esenzapreventivaautorizzazionediquest’ultima;-agarantirea tuttigliadempimentidicuialD.lgs19settembre1994n.626con particolareriferimentoall’art.7inmateriadisicurezzaesalutedei lavoratori.8.2IlClienteperconsentireiserviziditelelettura,tele assistenza,telecontrollosiobbligaadinstallaresuindicazionedi COSTERunaconnessionetelefonica(fissa/GSM/TCP-IP)conapparatodicomunicazioneCOSTERdadedicarealservizio.Lalinea nondovràesserecondivisaconaltriapparatitelefonici.COSTER fornirà,senecessario,incomodatod’uso,unaSIMCOSTERdedicata, che verrà disattivata alla cessazione del servizio. 9. ESCLUSIONI 9.1Sonoesclusetutteleoperazioniedinterventinonspecificati nelleOfferte,atitoloesemplificativo,opereidrauliche,elettriche, murarie. 10. DIRITTI DI PROPRIETA’ INDUSTRIALE 10.1Tuttiidiritticheriguardanolaproprietàindustriale,isoftware, ilknowhowingenerale,relativamenteaiprodottiordinati,nonché allesoluzionitecnichee/oimpiantisticheadottate,inalcuncaso possonoritenersitrasferitialCliente,restandoCOSTERpienoed esclusivotitolaredeimedesimi.10.2IlClientesiimpegnaespressamenteanonfarusodeidisegni,delleinformazionitecniche ricevutedaCOSTERperscopidiversidaquellistrettamentenecessariall’esecuzionedellafornituraedaglieventualilavoriconseguenti,inclusalalororiproduzionesuqualsiasisupporto.10.3 NelcasoincuiilProdottovengavendutoconannessosoftware, precaricatoe/odacaricare,qualunquesiailrelativosupportodigitalee/oformato,l’utilizzodelsoftwaresaràregolatodallenormedi cuialcontrattodilicenzad’usooltrechedallepresenticondizioni generali di vendita in quanto applicabili. 11. SOLVE ET REPETE 11.1Aisensidell’art.1462c.c.ilClientenonpotràopporreeccezionialfinedievitaree/oritardarelaprestazionedovuta,conciò rinunciandoespressamenteadavvalersideldispostodicuiagli artt.1460 e 1461 c.c. 12. GARANZIA 12.1COSTERgarantiscecheipropriprodottisonoesentidavizie difetti.Lagaranziaéstrettamentelimitataalleapparecchiaturedi costruzioneCOSTERenonriguardailfunzionamentocomplessivo dell’impianto.12.2Salvoquantoprevistoalsuccessivopunto,la garanziaoperanelterminedi3annisuccessiviall’annodifabbricazionemarchiatosuogniapparecchio.12.3Perlecassettedi contabilizzazione/distribuzione,gliintegratoridienergia,icontatori volumetrici,ilsistema“TermoAutonomoWireless”eperisistemi dicontabilizzazioneingenerelagaranziaèdianni2dallamessa in servizio. Detta garanzia opera solo se la messa in servizio è stataeffettuatadapersonaleCOSTERodaunCentroAssistenza autorizzato.12.4Salvoquantoprevistoalsuccessivopunto,COSTERsiobbligaaripararee,oveciònonsiapossibile,asostituire iprodottiingaranziariconosciutidifettosi.Inognicasolasceltatra lariparazioneolasostituzionedeiprodottièadiscrezionediCOSTER.12.5PericontatorivolumetricielesondeLGUingaranzia, COSTERsiobbligaallasolariparazioneedèesclusalasostituzione.12.6Gliinterventiingaranziadaeseguirsipressoilaboratori COSTERsonogratuiti.RimangonoacaricodelClientetuttelespesediinterventodiassistenzaesterno.Lespesesarannoaddebitatenellamisuraeconlemodalitàstabilitedall’agenteodalcentro assistenza di zona. Salvo quanto previsto ai precedenti punti 12.2/12.3,lagaranzianonopera:(a)quandoilpagamentodelle fatturenonéstatoeffettuatoentroiterminiconvenuti;(b)quando leapparecchiaturesonostatemanomesse,senzaautorizzazione; (c)quandol’impiegodelleapparecchiaturenonéconformealle caratteristichediprestazioneindicatenelleSchedeTecniche;(d) quandoletarghetteoriginalisonostatecomunquemodificate,tolteosostituite;(e)quando,incasodireclamo,ilclientenonabbia sospeso la messa in opera del materiale contestato. 12.7COSTERnongarantiscel’idoneitàdeiprodottiadusiparticolarisenonnellamisuraincuitalicaratteristichesianostate espressamenteconvenuteperiscrittonelcontrattooindocumenti richiamatiatalfinedalcontratto.12.8IlCliente decade daldirittoallagaranziasenondenunciaivizi(viziocculti)aCOSTER, precisandonelanatura,medianteletteraraccomandata–telefax -emailviapostaelettronicacertificata(PEC),entroottogiornidalla scoperta.12.9Lagaranzianoncopreinterventiinlocodinessun generesuccessiviallaMessainServizio(MIS)senonregolamentati da un contratto di Manutenzione. 13. CODICE ETICO 13.1IlclienteprendeattocheCOSTERhaadottatoilmodellodi gestione,organizzazione,controlloexD.Lgs.231/2001echeil modellostessoèdisponibileeconsultabilesulsitointernetdella stessawww.COSTER.eu.Pertanto,dichiaradiavernepresovisioneediaderireaiprincipiiviespressiconriferimentoall’oggettodel contrattodifornitura,delsistematermoautonomowirlesseservizi associati,obbligandosi,ancheperipropriamministratore,sindaci, dipendentie/ocollaboratori,aisensieperglieffettidell’articolo 1381delCodicecivile(Promessadell’obbligazioneodelfattodel terzo“Coluichehapromessol’obbligazioneoilfattodiunterzoè tenutoadindennizzarel’altrocontraente,seilterzorifiutadiobbligarsiononcompieilfattopromesso”)arispettareeadattenersi a quanto ivi contenuto. 14. LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA’ 14.1 Fatta eccezione per i casi di dolo o colpa grave, in nessun casoCOSTERrispondeperdannidaperditadiprofittooaltridanni ancheindirettidiqualunquenatura,iviinclusituttiidannicausati daeventualifermidiproduzione,soffertidalClientee/odaterzi, ancheseCOSTERsiastatainformatadellapossibilitàdell’occorrenzaditalidanni.Inoltre,COSTERnonrispondeinalcunmodo deidanniderivantidaomissionie/oinadempimentidelClientenei confrontiditerzi,aqualunquetitolooccorsi.14.2Fattaeccezione pericasididoloocolpagraveCOSTERnonsaràresponsabiledi eventualidannidiqualsiasinaturaogenereperprodottivendutio consegnati,serviziprestatioritardatiomancateconsegne.14.3Il Clienteèesclusivamenteresponsabileperidannicausatiacose opersonedaipropriprodottiincorporantiiProdotti,quandotali danninonsianoesclusivamenteimputabiliaCOSTERe/oaiProdotti.Pertanto,ilClientesiobbligaamanlevareetenereCOSTER indennedaognirichiestadirisarcimentodidanniprovenientida terzirelativeaiprodottidelClientee/oaprodottiincorporantialoro voltaiprodottidelCliente.14.4IlCliente,rinunciaespressamente aldirittodiregressoneiconfrontidiCOSTERdicuiall’art.131Dlgs 6/9/05n.206.14.5Fermorestandoquantoprevistoaiprecedenti art.14.1e14.2laresponsabilitàdiCOSTERperdanniderivantida vizideiprodottinonpotràcomunqueeccedereunimportocomplessivoparialprezzodeisingoliprodottioggettidiviziodifetti. 14.6FattaeccezionepericasididoloocolpagraveCOSTERnon saràresponsabileversoilClientee/oterziperguasti,ritardi,cattivofunzionamentosospensionie/ointerruzioninell’erogazionedei servizipercausealeinonimputabili:energiaelettrica,assenzao riduzione di campo, caso fortuito o forza maggiore. 15. ASSISTENZA TECNICA 15.1Perqualsiasitipodiassistenzatecnicapreepostvenditasi osserva il tariffario COSTER. in vigore. 16. CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA 16.1Aisensieperglieffettidell’art.1456c.c.ilmancatooritardatopagamentoancheparzialedapartedelClientedicuialpunto7 el’inadempimentoagliobblighidicuialpunto8e10delleCondizioniGeneralicomporteràlarisoluzionedidirittodelcontratto,con diritto per COSTER di chiedere il risarcimento dei danni. 17. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI 17.1COSTERsiobbligaatrattareidatipersonaliacquisitioche verrannoacquisitinell’ambitodelpresentecontrattoestoricizzati neipropriarchivi(atitoloesemplificativo,anagrafici,fiscali,nominativi,contabili),nelpienorispettodelledisposizionidicuial codiceinmateriadiprotezionedeidatipersonali(D.lgs196/2003) esuccessivemodificazioniedintegrazioni,conmodalitàidoneea garantirne la sicurezza e la riservatezza. 18. CONDIZIONI VARIE - FORO COMPETENTE 18.1Qualsiasiaccordononconformeallecondizionigenerali soprariportateéimpegnativosoloseconvenutoanticipatamente periscrittoeseespressamenteaccettatoeconfermato.18.2Per quantononespressamenteprevisto,levenditeintercorsetrale Parti,cuisiapplicanolepresenticondizionigenerali,sarannoregolatedallaleggeitaliana.18.3Salvodiversamenteprevistodalla legge,incasodicontroversiarelativao,comunquecollegataai contratticuisiapplicanolepresenticondizionigeneraliécompetente in via esclusiva il Foro di Milano. Riserviamoildirittodimodifichesenzapreavviso

[close]

Comments

no comments yet