Cronaca di Rieti

 

Embed or link this publication

Description

uscita 11 febbraio

Popular Pages


p. 1

PUBBLICITÀ Martedi 11 febbraio 2014 www.cronacadirieti.it Anno I - Numero 33 - 0,50 euro L’ASSESSORE REGIONALE REFRIGERI TRADISCE LA SABINA ACQUA REATINA: ADDIO SOLDI DA ROMA di ANTONIO BONCOMPAGNI Doloroso ma vero. Grazie alla delibera della giunta regionale scritta dall’Assessore Fabio Refrigeri tramonta definitivamente la “speranza” che il territorio reatino incassi il ristoro economico da Acea Ato 2 Spa, cosi come stabilito dall’accordo del 2006 e quantificato dalla Guardia di Finanza a dicembre 2011 in 73 milioni di euro per il pregresso e 8 milioni per ogni anno fino al 2036. Addio all’indennizzo per lo sfruttamento delle nostre sorgenti. Infatti la Delibera n° 40 del 28 gennaio 2014 prevede a chiare note che si intende procedere all’azzeramento degli Ato provinciali e “all’individuazione di un ambito regionale unico”. Tradotto, Ato 3 – Rieti sta per essere definitivamente soppresso. E il pregresso? Tutto il centro-sinistra tace. Per la Provincia di Rieti (quel che resta della Provincia) è un’autentica “pugnalata alle spalle”. E l’antica promessa di Melilli? (segue a pag.2) LA PIAZZA E' UN "TERMOMETRO" SOCIALE SALVIAMO RIETI DAL DECLINO di ELISEO MAGGI (commissario ATER Rieti) Nel corso del 2013 l’Ater della Provincia di Rieti ha eseguito cinque sfratti e non quindici come recentemente dichiarato da Cittadinanzattiva. Di questi: tre sono stati eseguiti nei confronti di abusivi che non avevano titolo ad usufruire delle abitazioni, uno nei confronti di un inquilino dichiarato decaduto poiché in possesso di altre proprietà e l’ultimo per morosità nei confronti di un inquilino in possesso di un reddito appropriato al pagamento dell’affitto. Si sottolinea inoltre che da gennaio 2013 sono stati avviati 255 procedimenti amministrativi atti al recupero delle morosità. In relazione poi alla necessità di sinergie tra gli enti, Ater Rieti non ha certo bisogno di sollecitazioni in tal senso, avendo già da tempo instaurato questo tipo di relazioni finalizzate alla promozione, all’elaborazione e alla gestione di progetti per il controllo anagrafico e la verifica della legittimità degli alloggi, come il protocollo di intesa denominato “Aiutaci ad abitare” sottoscritto con il Comune di Rieti ed in vigore ormai dal 2007. E’ bene ricordare inoltre che, anche grazie alle sollecitazioni di Ater Rieti, la giunta Regionale del Lazio ha approvato la proposta di delibera “Piano straordinario per emergenza abitativa nel Lazio. Ribadisco, tuttavia, che i principi alla base del nuovo corso di Ater Rieti sono da rintracciare nella disponibilità ma anche nel rigore, sottolineando che la recente attivazione dello sportello per il microcredito in collaborazione tra la nostra Azienda e l’associazione Claai è proprio un segnale che abbiamo voluto lanciare anche verso quelle famiglie che scontano gli effetti della crisi economica e sociale in atto. Svizzera ha fatto un referendum per reintrodurre i tetti massimi di lavoratoristranieri presenti sul suo territorio, la Bosnia è in fiamme per i licenziamenti di massa nelle aziende pubbliche. Quindi fare analisi parziali e miopi sarebbe ingiusto, visto lo scenario globale. Alcuni punti, però, sono incontrovertibili. Se l'Italia è in crisi, c'è comunque un'Italia che lo è ancora di più. Nella seconda fascia c'è Rieti, con le sue chiusure, con le vendette molto provinciali, con una classe politica inadeguata che non è in grado di reagire dinanzi ad una di ELISA MASOTTI recessione epocale, con il clientelismo degli Le due foto che abbiamo deciso di pubblicare amici e dei compari che è duro a morire. Cosa si nella prima pagina di oggi dimostrano come può fare? Innanzitutto congelare l'attuale Ztl negli ultimi due anni Rieti sia entrata in un tun- per un anno e limitarla solo al sabato e alla donel controverso di declino inesorabile. La pri- menica e poi formare nuovi imprenditori, nuovi ma foto è stata scattata venerdì 21 gennaio commercianti, nuova classe dirigente. 2012 e presenta una piazza decisamente popolata, la seconda, invece, è dello scorso venerdì 7 febbraio 2014. Noi non ci prestiamo al gioco politico di parte che recita " la Giunta di cencon tro-destra le cose andavano meglio, con l'avvento della Giunta Petrangeli le cose vanno peggio"perchè sarebbe un ragionamento fin troppo superficiale. Tuttavia, queste foto alcune riflessioni ce le fanno fare. La crisi economica nazionale ha caratteri addirittura mondiali. Il Belgio in difficoltà espelle gli stranieri che hanno perso il lavoro per non farli gravare sul "welfare,"la OCCASIONE- Centro Città Elegante appartamento esclusivo, mq 85, doppi servizi e terrazzo con vista. Accollo mutuo. 02100 Rieti (RI) Via Sanizi 25, 0746.271100 - 0746.253294 Cell. 346.5039559

[close]

p. 2

COMUNE DI RIETI diretta, si annulla l’accordo del lontano 2006 che prevedeva un ristoro economico, dovuto dall’Ato 2 – Roma, per la nostra provincia finalizzato alla tutela e alla salvaguardia del bacino idropotabile. Una delibera che , guarda caso, penalizza il nostro territorio e che centralizza tutto a Roma; una delibera, va detto, che contraddice la precedente e analoga deliberazione n° 626 del 2012 che tutelava le realtà provinciali. Che desolazione! Era il 17 aprile 2012 quando l’allora Presidente della Provincia Melilli dichiarava “Per Rieti è una bella giornata … dopo anni di attesa e incertezza in materia, i diritti per l’indennizzo derivati dalla servitù per le sorgenti Peschiera e Le Capore della provincia di Rieti sono stati finalmente riconosciuti …”. Che dirà l’On. Melilli, probabile segretario Pd della Regione Lazio, al “suo” Ass. Refrigeri e al “suo” Presidente Zingaretti”? On. Melilli anche oggi è una giornata storica per Rieti? Quanto sono diversi i destini dei territori e delle persone che li rappresentano. Da cittadino e come pag. 2 Associazione speriamo di essere smentiti non dal chiacchiericcio ma dai “bonifici bancari” elargiti a favore della Provincia di Rieti così come annunciato trionfalmente il lontano 17 aprile 2012. Codici terrà una Conferenza Stampa sull’argomento “Le nostre Sorgenti” per il prossimo 21 febbraio 2014. (SEGUE DALLA PRIMA) Alla Regione Lazio stanno combinando un papocchio. Le sorgenti Peschiera-Le Capore dissetano milioni di romani ma il famoso indennizzo milionario per i territori reatini non si vede. Una delibera regionale cancella anche gli ATO e così si cancellano anche le tracce di lavori e protocolli passati. Conseguenza COTRAL: TRA DISSERVIZI E PROMESSE NON MANTENUTE di LILLI PAPA Il Cotral Rieti-Roma è per i pendolari un autentico calvario. Corse che saltano, autobus che si rompono, scioperi, traffico, mezzi sovraffollati. Può continuare così? La Regione di Zingaretti non sta mantenendo le promesse. E’ tutto peggio di prima. Il sindacato Sul, in riferimento alle dichiarazioni dell’Amministratore delegato di Cotral Vincenzo Surace , interviene su gestione del deposito e dipendenti. “Nel nostro compartimento provinciale lavorano tante persone – dice il sindacalista del sul di Rieti Danilo Santarelli – sono addetti nei vari settori (movimento,officine,verifiche,impiegati) che giornalmente, nonostante molteplici difficoltà, svolgono il proprio dovere nel rispetto dell’azienda e dell’utenza . Se esistono delle mele marce che provocano danni ingenti che si ripercuotono negativamente sulla regolarità del servizio,è giusto che vadano perseguite e punite,ma non si può generalizzare come ha fatto l’alto esponente della società Cotral. Il mio sindacato non difenderà mai chi in maniera del tutto impropria provoca danni all’azienda ai lavoratori e ai passeggeri, ma allo stesso modo con tutte le nostre forze staremo dalla parte e tuteleremo sempre chi da anni lavora onestamente con grande spirito di sacrificio e abnegazione”. Via Fundania --Via Mercatanti --Loc. Giardino --Rieti Via Fundania Via Mercatanti Loc. Giardino Rieti

[close]

p. 3

LA DELIBERA E' STATA "SBIANCHETTATA"? LA PRIMA RIUNIONE DELLA COMMISSIONE DI CONTROLLO DEL COMUNE FINISCE IN PROCURA La situazione in merito ai contratti dei dirigenti a tempo determinato del Comune di Rieti, emersa nel corso dell’ultima commissione Controllo e Garanzia, è a dir poco preoccupante per i profili di illegittimità manifesta che si sono evidenziati, nonché per l’imbarazzante rappresentazione che l’assessore al personale Paolo Bigliocchi ha dato del suo mandato di governo. Come si può non condannare un membro della giunta che arriva in commissione e giustifica la sua totale insapienza dei fatti e delle procedure in essere in ragione di provvedimenti emanati, a suo dire, in totale autonomia dal sindaco. Non sapremmo immaginare quale delle due ipotesi sia la peggiore: che il peso politico dell’assessore al ramo sia pari a zero o che lo stesso mente sapendo di mentire. E questo per citare solo alcuni degli aspetti che sono emersi nel corso dell’incontro e che nel loro complesso testimoniano un’azione di governo priva di qualsiasi logica di programmazione. Entrando nello specifico, abbiamo dovuto amaramente constatare che presso la segreteria generale qualcuno ha avuto addirittura l’ardire di modificare il provvedimento inerente all’assunzione a tempo determinato del dott. Dionisi guarda caso nella parte in cui, al numero 2) è stata fatta sparire la previsione che l’incarico sarebbe durato sino al rientro in servizio del dott. Preite. La gravità di questa alterazione documentale, anche se tempestivamente ripristinata all’albo pretorio on line subito dopo la commissione, ha evidentemente risvolti di rilevanza penale per i quali nei prossimi giorni si produrrà idonea comunicazione all’autorità giudiziaria. E fermo restando questo gravissimo falso materiale in atti, rileva ulteriormente la permanenza di un dirigente in carico al Comune allorquando lo stesso avrebbe dovuto, come chiaramente previsto nel provvedimento di nomina, lasciare l’incarico già da diversi mesi. Chi pagherà i danni cagionati da una\ politica che si accompagna a braccetto con una gestione arrogante e sprezzante delle regole che disciplinano la corretta vita amministrativa di un ente? Ed ancora, non siamo riusciti ad avere risposta rispetto alla richiesta di conoscere il parere della Commissione centrale per la finanza locale del Ministero dell’Interno rispetto alla proroga dei contratti dei dirigenti a tempo determinato. Quanto tempo ancora questa giunta, evidentemente non assistita nelle forme dovute dalla struttura di supporto della segreteria generale, potrà immaginare di nascondersi dietro responsabilità che giorno dopo giorno diventano pesanti macigni? ANDREA SEBASTIANI e SONIA CASCIOLI PRIMA VERSIONE SECONDA VERSIONE articoli «s bianchett ati» Direttore Responsabile Elisa Masotti Realizzazione grafica e Stampa Safaro Rieti Editore INFOPROMOTECNO Srl Agenzia Pubblicitaria Rieti - 0746.495238 articoli «s bianchett ati» Reg. Tribunale di Rieti n°3/2013 foto: Foto Flash - Massimo Renzi Foto Antiche - Luigi Bernardinetti 800 090 191 pag.3

[close]

p. 4

pag.4 pag.5 PRESENTATI I 13 CLUB “FORZA SILVIO!” FOCUS «IL CITTADINO MEDIO PAGA IL CONTO PER LE BANCHE» li “di ieri” che quelli “di oggi”) hanno affollato la sala del Comune dimostrando così che, ove FI abbia perso l’aura del “fatto nuovo” in base a cui vinse nel ’94, non ha certamente perso la volontà di “riesserci”. Se i club “Forza Silvio!” sono 13 (e ben spalmati socialmente nel territorio del Reatino, soprattutto nella Bassa Sabina tiberina) e ciò che viene definito “Esercito di Silvio” conta già oltre un centinaio di militanti, non per ciò Lidia Nobili (presenti il senatore Francesco Giro, il responsabile laziale dell”Esercito di Silvio”, Giovanni Iacoi, il responsabile nazionale dei Club, Marcello Fiori il quale trae le conclusioni) premettendo come “il più non sia fatto ma si debba costruire”, richiama la “filosofia” dei club i cui “presidenti o sono sindaci o vice o consiglieri eletti, avendo perciò due volte il territorio umano nel sangue” e quindi richiamando i vari Club “al dovere dell’appartenenza”. Dagli incitamenti della Nobili (si candida al coordinamento provinciale dei Club) si desume come la principale funzione dei Club sia quella di “andare oltre” la persona di Berlusconi. NUVOLAROSSA UN MASSACRO DI ITALIANI “LA SINISTRA REATINA CERCA DI CAMBIARE LA STORIA” di CHICCO COSTINI LE FOIBE Fa male all’animo leggere il comunicato stampa del sindaco di Rieti nel ricordare la Giornata del Martirio delle Foibe. Petrangeli oltre a non prevedere, come la legge gli imporrebbe, alcuna manifestazione per commemorare le vittime, rilascia una nota ridicola nelle argomentazioni storiche e vergognosa nei confronti di quanti, innocenti, hanno dovuto subire le sevizie dei suoi progenitori comunisti. Dopo 60 anni i comunisti continuano a massacrare quelle povere vittime di un odio etnico, della ferocia inumana di chi ha voluto distruggere anche il ricordo delle radici di una Terra. Ma purtroppo per loro, in Istria e Dalmazia, “anche le pietre parlano italiano”. Il 30 marzo 2004 con la legge n. 92 , il Presidente della Repubblica istituisce “la giornata del ricordo, al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale“. Dopo quasi 60 anni l'Italia rendeva onore alle migliaia di nostri connazionali massacrati dalla furia partigiana dei comunisti titini ed italiani, che, a guerra finita, decisero di cancellare in modo definitivo la presenza della secolare cultura italiana da libero comune di Fiume, l'Istria e la Dalmazia. Un vero e proprio Olocausto, che si diramò in pochi anni con metodi scientifici di annientamento che videro donne, uomini, anziani e bambini rastrellati nelle loro case, e gettati in quelle fosse carsiche chiamate appunto foibe, ancora vivi, legati tra loro con il filo spinato, in modo che la morte NON SOLO BERLUSCONI Vino nuovo in botte vecchia o vino vecchio in botte nuova? Il dilemma politico lo risolve Antonio Milardi, uno dei produttori, nel ’94, della vittoria di FI: “C’è una generazione che sta crescendo e che possiede una idea molto realistica delle cose ma che non ha risposte alle sue insistenti domande. Noi siamo quelli di ieri e pensiamo come tali risposte, ancorché fastidiose, si debbano dare”. Milardi è stato sindaco di un importante Comune, Contigliano, che ha generato due importanti protagonisti della vita politica generale e della Dc in particolare: Luigi Cipriani, già presidente della Regione; Manlio Ianni, senatore e presidente della commissione senatoriale della Difesa. Quindi l’iniziativa assunta -organizzativamente e come immagine, dalla polifacente Lidia Nobili, già vicepresidente regionale della commissione Sanità e richiamo fisso di FI del Reatino, attualmente preside del liceo classico- di presentare i 13 club di “Forza Silvio!” (dei 13, 4 sono in formazione) sta nascendo sotto buoni auspici perché oltre 200 persone (sia quel- CRITICHE AL PARTITO DEMOCRATICO PROVINCIALE LA SINISTRA PD BOCCIA MELILLI stegno, come area, ad alcuna candidatura in campo. Nel corso della riunione è emersa una critica alla conduzione del partito provinciale per la costituzione di una segreteria pletorica nella sua composizione e per la scarsissima presenza di donne; inoltre la stessa si configura come una sorta di ufficio politico visto che si è scelto di non attribuire incarichi di lavoro, svuotando di fatto il ruolo e la funzione della Direzione provinciale. Si esprime infine grande preoccupazione per la situazione politica che si è andata determinando all'interno dell'Amministrazione comunale di Rieti negli ultimi giorni: avvertiamo il rischio che il Partito Democratico non riesca ad essere la forza propulsiva e di equilibrio di DOMENICO SCACCHI Si è riunita venerdì 7 febbraio l'area poli- dell'azione riformatrice della compagine tica che ha sostenuto la mia candidatura a amministrativa. Per questo motivo da setsegretario provinciale per esaminare la si- timane abbiamo chiesto al Segretario provinciale, e ne ribadiamo l'esigenza pubblituazione politica, con particolare rifericamente, la convocazione di una apposita mento alle imminenti primarie per la elezione del Segretario regionale del Lazio e riunione della Direzione provinciale, preoccupati per le continue fibrillazioni per una riflessione sulla preoccupante sidell'Amministrazione che non consentono tuazione dell'Amministrazione Comunail necessario slancio nell'azione amminile di Rieti. In merito alle elezioni del Sestrativa della città capoluogo dopo 20 anni Luigi Bernardinetti gretario regionale abbiamo valutato che non ci sono le condizioni per un nostro so- di malgoverno del centrodestra. avvenisse nel modo più atroce possibile, e nessuno potesse ritrovare i cadaveri di questi martiri. Al di là del tentativo postumo, sotto certi versi ancora più miserabile dell'atto in sè, di cancellare la memoria di queste vittime, i comunisti italiani, costretti dagli esuli sopravvissuti ad ammettere l'eccidio, lo hanno sempre giustificato come atto di rappresaglia efferata contro la violenza fascista nel periodo bellico. Tesi smentita dalle prove storiche e documentali, che dimostrarono come l'unica matrice che mosse gli slavi, coadiuvati dai partigiani comunisti della brigata Garibaldi, fu puramente etnica, con la finalità di cancellare da quelle regioni, da sempre italiane, qualsiasi traccia delle radici e della presenza autoctona, in modo da poterla sostituire con popolazione slava, trasferita dalle regioni vicine. Ma gli istriano dalmati non dovettero subire solo persecuzioni e lutti, perpetrati dalla bestialità dei “cani” di Tito, ma anche l'atteggiamento ignominioso dei comunisti nostrani, complici al di la' dell'adriatico dei rastrellamenti, che sbeffeggiarono ed insultarono gli esuli di ritorno in Patria, privati dei loro beni, affranti dalla strage che avevano dovuto subire, costretti ad abbandonare la propria casa ed i propri beni, che giunti in Italia trovarono l'ostilità faziosa del P.C.I. E delle sue organizzazioni, prima tra tutti la CGIL, che a Bologna impedì finanche al treno pieno di esuli di fermarsi per potersi rifocillare. Ci sono voluti quasi 60 anni perché l'Italia riconoscesse anche solo l'esistenza di questo Olocausto, poiché la cultura di sinistra aveva sempre osteggiato qualsiasi accenno a quanto avvenuto tra il 1946 ed il 1950; ancora oggi alcuni libri di storia in uso nelle scuole, non affrontano neanche l'argomento, ed alcuni vocabolari alla voce “foibe” riportano semplicemente la definizione geologica. EDICOLA ANTRODOCO punto vendita via salaria per l' aquila nei pressi di villa reatina FOIBE: LA STORIA SECONDO PETRANGELI di SIMONE PETRANGELI “Il crollo dell'Italia fascista nel settembre del ‘43 e quello del Terzo Reich nel maggio del ‘45 ebbero nella Venezia Giulia contraccolpi ben diversi dal resto del Paese. In questa regione mistilingue, oggetto di contesa dal 1848 da parte delle etnie conviventi, si verificò un drammatico capovolgimento dei ruoli: i padroni di lingua italiana, che dopo l'8 settembre avevano collaborato con i tedeschi, si trovarono fra i vinti. Gli S'ciavi, come erano detti con spregio gli sloveni e i croati, erano i vincitori. In questa situazione, colma di tensioni etniche, sociali e ideologiche, si scatenò una violenta resa dei conti con deportazioni ed esecuzioni sommarie di nemici, veri o presunti, molto sbrigativamente sepolti nelle voragini carsiche dette Foibe. Una vicenda scabrosa, legata a un fatto storico a lungo strumentalizzato dalla politica, sia di destra sia di sinistra, che è bene non dimenticare per comprendere a fondo a quali conseguenze drammatiche può portare il nazionalismo. In un'epoca nella quale è necessario coltivare, soprattutto tra le giovani generazioni, lo spirito europeo bisogna trarre insegnamento dalla storia per contrastare ogni forma di nazionalismo e revanscismo”.

[close]

p. 5

sport ALLIEVI REGIONALI RIETI CALCIO LA VETTA E’ SEMPRE PIU’ VICINA pag. 6 di MICHELA MORELLI Dopo aver vinto il derby contro lo Sporting Rieti, continua la corsa degli allievi Regionali del Rieti Calcio verso la vetta della classifica di campionato. Sette punti li separano dal Villanova, capolista. “Per la società – riferisce il responsabile giovanile Simone Onesti – questo è un gruppo importante. Attualmente secondo in classifica, hanno buonissime possibilità di vincere il campionato e in questo caso passare di categoria e salire in Elité. Tra l’altro, la società non ha mai avuto la categoria Elité. Alcuni di questi ragazzi hanno già fatto apparizioni nella Juniores, e cosa molto im- portante nell’ottica futura della squadra maggiore”. Insomma, tutto fa pensare ad un anno felice per i ragazzi del tecnico Daniele D’angeli. Conosciamoli uno ad uno: Leonardo Alfonsi, Gianmarco Annibaldi, Jacopo Biondini, Emanuele Buccioli, Marco Chiavolini, Matteo Colantoni, Alessandro Di Perna, Michael Fabiani, Marco Gregori, David Laurenti, Marco Massimi, Virgilio Pandolfi,Gianmarco Petrivelli, Flavio Rodolfi, Cristiano Santoprete, Mattia Tolomei, Matteo Zepponi, Christian, Alessandro Crescenzi, Giuseppe Blasetti, Stefano Bastioni, Mirko Luciani. PRESENTAZIONE DEL TIMEBIKE Agenzia Pubblcitaria raglia e dalla presidente Stefania Manfredini. Una squadra giovane composta da nove under 23 e da un solo elite: Emanuele Capati, l'atleta più esperto e più maturo del gruppo che in questa stagione ha ottenuto un podio importante nel Trofeo Hobby Bike al velodromo Fassa Bortolo di Montichiari. Emanuele è il punto di riferimento per i propri compagni di squadra ed al tempo stesso il capitano del TimeBike - Centro Italia. Il Team Manager Davide Santarelli: "Forse bisogna essere dei pazzi, in un momento così difficile, investire nel ciclismo e in una squadra elite under 23. Solo la grande passione della società ha permesso che tutto ciò si realizzasse, un grande ringraziamento va a Giuseppe Caprio che anche in questa avventura non ha fatto mancare il suo supporto fornendo bici e materiali di altissimo livello. Posso garantire il mio impegno e quello dei ragazzi per una stagione davvero intensa. Chiediamo di affrontare questa stagione con il sostegno di tutti - e senza particolari pressioni con la consapevolezza che si tratta di un progetto che guarda con serietà al futuro". Organico 2014 Maurizio Camerini, Emanuele Capati, Michael Capati, Daniele Di Giuli, Marco Frezza, Valentin Ifrim, Mirko Necci, Emanuele Pizzo, Luca Quattrini, Renato Terminillo. Campagne Pubblicitarie Campagne Promozionali Stampa digitale Stampa Grande Formato Cartellonistica Nel pomeriggio di sabato 8 febbraio presso la sala consiliare del Palazzo Municipale di Vitorchiano si è tenuta la presentazione del TimeBike - Centro Italia, unica squadra elite/under 23 della regione Lazio. Molto apprezzata la presenza di Stefano Colagè, ex professionista di Canino che in carriera ha conquistato 33 vittorie nella massima categoria che ha portato la sua testimonianza ed il suo personale “in bocca al lupo” . TimeBike - Centro Italia una società che affronta per la prima volta la categoria elite/under 23, ma può contare su una struttura collaudata, generata dall'esperienza maturata nelle stagioni precedenti quando si chiamava TimeBike - Alto Lazio, nel 2010 e 2011 nella categoria allievi e nel 2012 e 2013 nella categoria internazionale juniores. La competenza e l'esperienza di Davide Santarelli team manager e primo direttore sportivo saranno affiancate da Moreno Gentili in ammi- Luminarie Noleggio Stand Orqanizzazione Spettacoli La Safaro Pubblicità ricerca personale per la vendita di spazi pubblicitari tel. 0746.495238 info@safaro.it RIETI - VIA DELLE MIMOSE,4

[close]

p. 6

sport BASKET A CITTADUCALE CRESCE IL GRUPPO DELLA «SMALL» pag.7 30 di MICHELA MORELLI La Small Basket Cittaducale è sempre in attività. Oltre alla prima squadra, che tanto bene sta facendo ed agli altri gruppi giovanili, quest'anno hanno costituito, un progetto Scuola, presso le Scuole Elementari e Medie di Cittaducale e Santa Rufina, nonché la Scuola di Grotti. Un progetto messo in piedi anche grazie alla collaborazione del Comune di Cittaducale, nella persona dell'Assessore allo Sport, Pietro Santarelli. La mission del progetto è quella di creare un gruppo di giovanissimi atleti che abbiano passione e voglia di giocare a pallacanestro. “Nostro obiettivo è la crescita di questi giovani sia a livello cestistico che a li- vello umano. Cerchiamo di creare un’alternativa valida e seria alla nuda realtà della strada” ha confidati il presidente della Small, Alfonso Scocozza. Responsabile tecnico del progetto è un giovane istruttore (anche giocatore, attualmente milita in Serie D con la prima squadra della Small), Stefano Martellucci, laureato Isef. Sua qualità è quella di sapersi confrontare con i ragazzi di tutte le età. L’attività del progetto, ad oggi, viene svolta maggiormente nella Scuola Elementare di Cittaducale, con bambini con bambini che rientrano nella fascia di età 2005-2008. Martellucci attualmente sta lavorando con circa una quindicina di potenziali futuri atleti. % UN TALENTO MUSICALE COME LEI NON POTEVA NON APPRODARE A Carla Paradiso, undici anni,frequenta la prima media e vive a Cantalice. Una passione importante, la sua. Studia Canto e Pianoforte da circa tre anni alla scuola "La Musica" Secondo Cecilia. Il suo genere é soul,voce nera,potente ed esprime la sua vocalità riproponendo, tra i tanti brani, quelli di Christina Aguilera e Eta James. E' un contralto puro e adora comunicare con la voce.Ha partecipato al Festival di Saint Vincent del quale é stata finalista e al Tour Music Fest prendendo parte all'Accademia di Canto del C.E.T. di Mogol. Ma non finisce qui. La piccola Carla é stata finalista all'Italian Talent Lab Italia ed oramai è parte del Cast. Ora nel suo curriculum si è aggiunta la voce “Ti lascio una canzone” con la partecipazione alla puntata dell’8 febbraio dedicata al festival di Sanremo. COMPLIMENTI CARLA! 329.4956879

[close]

p. 7

LA POSTA DI PAOLO L'URBANISTICA A CAMPOLONIANO Caro Paolo, non sappiamo se frequenti o conosci bene la situazione urbanistica di piazza Bettino Craxi e le strade limitrofe. Qui viviamo da dieci anni in un perenne cantiere. Dinanzi alle felici intuizioni dell'allora sindaco Antonio Cicchetti, che comunque ha lavorato bene, abbiamo poi dovuto fare i conti con le inadempienze della Giunta Emili, sorda ed arrogante, soprattutto con l'assessore Fabbro prima e Costini poi che qui ha lasciato solo incompiute e promesse non mantenute. Strade non finite, giardini incompleti, illuminazione non sempre definitiva, allagamenti vari. Forse non pubblicherai questa lettera perchè riguarda una parte politica a te più vicina ma, se ti può far piacere, l'attuale Giunta Petrangeli sta facendo anche peggio. Tra Mezzetti e Cecilia fanno a gara a chi è più assente da queste parti. LETTERA FIRMATA Caro amico, come vedi la lettera è stata pubblicata. A Cronaca di Rieti non facciamo sconti a nessuno. Noi siamo dalla parte dei cittadini onesti e troppo spesso inascoltati. paolodilorenzo1966@libero.it sab CANALE 71 TG E RASSEGNA STAMPA ore14.30 - ore19.30 ore 20,30 - ore 24,00 e ancora... TERRE DELLA SABINA STORIE DI PIAZZA RIETI CHIAMA ROMA SEGNALI DI FUMO IO BALLO CON TE SABINIA LO S PORT tel.329.4956879 NUMERI UTILI FARMACIE DI TURNO 11 Martedi SALARIA 12 Mercoledi PETRINI 13 Giovedi RUGGIERI 14 Venerdi A.S.M.1

[close]

Comments

no comments yet