n. 02 Giornalino Nostra Signora di Giampilieri - 21 Dicembre 2013

 

Embed or link this publication

Description

Giornale Cristiano Cattolico del Centro di Spiritualità L'Emanuele.

Popular Pages


p. 1

Nostra Signora Di Giampilieri 21 Dicembre 2013 Nr. 2 Tenete accesa la lampada dell ’amore per accogliere Gesù nel vostro cuore. 1989 - 2013 24 ANNI IN CAMMINO CON IL REDENTORE

[close]

p. 2

VOGLIO LA VOSTRA ANIMA, VOGLIO IL VOSTRO CUORE, VOGLIO IL VOSTRO AMORE, VOGLIO TUTTO DI VOI. Duemila anni fa, Gesù, scelse dodici Apostoli per la salvezza dell’umanità smarrita nel peccato. Quelli che aderirono a Lui, lasciarono la loro vita di sempre per seguirlo. Aveva bisogno dei discepoli per diffondere il suo Vangelo: “E ora andate!”. Ecco che gli apostoli si ritrovarono nel mondo ad annunciare il Regno di Dio. Da soli percorsero una strada tortuosa come messaggeri del Signore abbracciando la Croce e la stessa dottrina. Lungo le strade, furono essi a diffondere nei villaggi della Palestina il messaggio trasmesso loro dal Maestro. Non porteranno né oro né argento, né bisaccia né abito, ma ricchi solo dei doni che gli ha fatto Gesù: il potere di guarire gli infermi, di scacciare i demoni, di risuscitare i morti. Ma come reagì la gente a questo annuncio? Questa

[close]

p. 3

domanda è ancora valida per tutti, per i sacerdoti che annunciano la Parola e per i laici impegnati nella stessa missione. Oggi gli uomini hanno dimenticato tutto, la terra è diventata un deserto. Che se ne è fatto del suo insegnamento ? Certamente ci sarà tra gli ascoltatori, chi accoglierà il messaggio, chi invece sarà indifferente ad esso e naturalmente non mancherà il rifiuto e l’odio dei “disturbati”. Ancora oggi Gesù cerca nuovi apostoli per la salvezza del mondo! In questi ultimi decenni qui a Giampilieri Marina il Figlio di Dio ha posato la Sua mano, invitando tutti i Suoi figli ad essere come dei veri apostoli, pronti a testimoniare la vera fede con forza e coraggio. Oggi più che mai, l’umanità vive lontano dall’amore, vive lontano dalla legge di Dio, vive con la sola forza dell’orgoglio e dell’egoismo. Gesù vuole nuovi apostoli, veri testimoni di luce pronti ad offrire tutto al prossimo. Solo chi cerca la verità in Cristo potrà trovare nel proprio cuore l’amore Trinitario del Salvatore. Solo così lo Spirito Santo riuscirà a dimorare in ciascuno di noi. Riflettiamo su un piccolo stralcio di messaggio della Madonna del 02/07/2003 : “Riflettete, figli miei, a che cosa vi serviranno tutte le cose del mondo se perdete la vostra anima? Siate apostoli imitatori di Cristo. Coloro che dimenticano il mondo e le ricchezze che li circondano sono i veri imitatori di Cristo. Amate il vostro prossimo. Colui che non ama il suo prossimo non ama Dio”. Gaetano Licata.

[close]

p. 4

Figli miei, raccoglietevi con Me nel silenzio e nell’attesa. Dimenticate ogni altra preoccupazione ed entrate nella quiete della preghiera. Figli miei, vivete assieme a Me questi momenti preziosi che precedono la nascita del mio Divino Bambino. È la notte dell’amore e della luce. È la notte della riconciliazione e della pace. È la notte Santa. Partecipate alla gioia della vostra Mamma Celeste che sente ormai giunto il momento della sua verginale maternità. Figli miei, il mio Cuore Immacolato si apre per donare al mondo il Redentore e il Salvatore. Da quanti secoli questo evento era atteso! La promessa della sua venuta era scesa come fiaccola ad illuminare l’oscuro svolgersi del tempo e della storia. I Profeti avevano vaticinato questo momento; i giusti lo attendevano con fede; i poveri lo speravano con ardente attesa; lo Spirito preparava i cuori e le anime alla sua venuta. Nell’invocazione di questo ineffabile momento si sono addormentati tutti i Santi ed i giusti di Israele. In questa notte santa si conclude l’attesa dei secoli perché il verbo eterno del Padre, mentre il silenzio avvolge ogni cosa, nasce alla sua vita umana e diventa vostro fratello. Figli miei, vivete anche voi con Me il mistero gioioso di questo Natale. Figli miei, circondate la culla disadorna con il vostro amore; riparate al rifiuto di molti con la pienezza di santità e di testimonianza fedele; baciate con Me le sue tenere membra e ringraziamo insieme il Padre Celeste del suo Figlio Unigenito che oggi a tutti voi ci è donato e preparatevi tutti al suo secondo Natale. Ancora il gelo del peccato ricopre la vita degli uomini e dei popoli; la tenebra degli errori pervade tutto il mondo; il rifiuto di Dio e della sua legge d’amore viene eretto a norma del vivere umano. Si diffondono l’odio, l’impurità, l’egoismo, la divisione e la minaccia di una nuova e terribile guerra si fa proprio oggi più concreta e vicina. Figli miei, per questo in ogni parte del mondo mi sto formando la schiera dei piccoli, dei poveri, degli umili, dei puri di cuore per preparare così una culla preziosa a Gesù che torna a voi nella gloria. Ora vi benedico nel nome del Padre e del figlio e dello Spirito Santo. La Madonna

[close]

p. 5

IL FIGLIO DI DIO, RE DELL’UNIVERSO, SI E’ FATTO BAMBINO Natale, celebrazione che racchiude due importanti eventi, uno che ricorda la prima venuta del Signore, un altro che ci prepara alla sua seconda ed ultima venuta, alla fine dei tempi. Il figlio di Dio, l’atteso delle genti, preannunciato dai profeti, si fa carne, nasce. Il Divino diventa umano, l’umano viene elevato alla dignità divina. La “carnalità” di Dio riporta la creatura al suo antico splendore. All’uomo, creato ad immagine del suo Creatore, viene restituita grandezza e importanza. Betlemme richiama al nostro cuore l’amore, la tenerezza del Padre, che nel figlio rivela il suo desiderio di stringere e farsi stringere dall’intera umanità. Natale è anche attesa della venuta gloriosa del Signore, nel suo ultimo avvento, quando consegnerà ogni cosa al Padre. Giudice e Signore della storia, Gesù, la sua Madre Maria, tutti i santi ci guarderanno, ci ameranno sorridendo, per ammetterci per sempre a godere della Pasqua di Risurrezione. Tutto il mondo attende, come la donna nelle doglie del parto, la venuta gloriosa del Signore, che deve restituire creature e creato al datore di ogni bene. A Lui la gloria e la potenza nei secoli eterni. Tra questi due eventi si colloca la Chiesa, che possiede nel suo grembo il seme del Regno di Dio, che ora, ma non ancora nella sua pienezza, lentamente si realizza. Maranatha, vieni Signore Gesù! La terra in pianto geme: tu solo puoi donare l’amore. Amari et Amare amare ed essere amati Operosa e santa attesa del Signore dei tempi e dei tempi del Signore! Fra’ Luigi Rossi

[close]

p. 6

RECITATE LA MIA PREGHIERA DEL SANTO ROSARIO, DIFFONDETELA ED AVRETE SEMPRE IN MEZZO A VOI LA VOSTRA MAMMA CELESTE Il S. Rosario, preghiera prediletta della Mamma Celeste, raccomandata in tutte le sue apparizioni. Anche qui a Giampilieri la Madonna ci invita a recitarlo. E’ una preghiera che facciamo insieme a Lei, è una preghiera semplice, umile, così come Maria. Ha quasi mille anni di storia. Particolarmente legato alla vittoria delle armi cristiane su quelle Turche a Lepanto nel 1571. Il Papa Pio V nella bolla “Salvatoris Domini” scritta a pochi mesi dalla vittoria di Lepanto attribuì tale successo alla recita del S. Rosario, stabilì che venisse celebrata perpetua memoria il giorno 7 ottobre. Preghiera Cristologica, preghiera evangelica. Con la recita di tutti i venti misteri conosciamo la vita di Gesù. E’ una preghiera che facciamo insieme con Maria e la Mamma intercede per noi. Infatti Gesù non può mai dire di no, perché quando Maria domanda sempre ottiene. Il Rosario è la preghiera delle famiglie. Oggi i tempi sono difficili, sempre più anime si trovano ad affrontare serie difficoltà e grandi dolori. A causa di ciò tante si dividono, ma la famiglia che prega unita, resta unita. La parola Rosario significa “corona di rose”. Ogni volta che si dice una Ave Maria è come se si donasse a Lei una bella rosa e, con ogni Rosario completo (20 misteri), si dona una corona di rose. Il Rosario è arma potente contro il male, ci porta la pace, purifica le anime dalle colpe e le profuma di grazia. Il Rosario può sembrare una preghiera ripetitiva, ma invece è come due fidanzati che si dicono l’un l’altro tante volte “ti amo”. Dal messaggio della Madonna del 26/06/2007: “Figli Miei, pregate incessantemente, pregate con la corona dolce ed amorosa del S. Rosario, pregate per vivere in Gesù, pregate per incontrare Gesù, il vostro Salvatore. Figli miei il mistero racchiuso nella preghiera del S. Rosario è mistero di amore, è carità viva verso tutti i vostri fratelli. Giovanna Scutellà.

[close]

p. 7

CHE OGNI ANIMA SI DONI A ME E MI AMI IN SPIRITO E IN VERITÀ Non posso che dire grazie ! Grazie per la grande opportunità di salvezza che mi hai dato o mio Gesù! Ripensando a quel giorno non posso che pregare per coloro che ti stavano attorno ed erano ciechi, ciechi perché non vedevano la Tua Luce. Il mondo per loro continuava a girare nella più totale indifferenza. Non rendevano il giusto onore a Te che hai versato il Sangue fino all’ultima goccia, a Te infinitamente buono e degno di essere amato sopra ogni cosa, a Te valore infinito non per tutti comprensibile. Dobbiamo pregare, Pregare per coloro che sono convinti di essere nel giusto, per i giovani che si stanno perdendo, per le famiglie che si stanno sgretolando, per il mondo che va a rotoli. Grazie Gesù per essere nata e cresciuta cristiana, ma ancor di più aiutami a vivere come Tu desideri, pronta ad accettare e ad affrontare ogni cosa con serenità, forza e coraggio. Dammi Tu questa forza o mio Signore. Nel Tuo cuore getto i miei pensieri, le mie ansie, le mie gioie e le mie soddisfazioni. In questa ricorrenza a Te dedicata ti dico ancora grazie per tutto quello che mi doni ogni giorno, per tutto quello che mi hai donato nella mia vita e per ciò che mi donerai. Aiutami o mio Gesù a camminare nel sentiero da te già preparato, aiutami a pregare, aiutami a renderti grazie ogni giorno, aiutami a non offenderti. Aiutami a trasformare la mia vita e quella della mia famiglia, in una vita piena di opere buone. Margherita Bertuccelli

[close]

p. 8

ANCHE IN UN MONDO SCHIACCIATO DAL PECCATO, DOVETE MANTENERE E DIFFONDERE LA SPERANZA So bene che al momento sembra tutto difficile, complicato, spesse volte quasi impossibile. Ovunque si legge a caratteri cubitali che la crisi ha investito il paese, che il mondo va dove non dovrebbe, che il futuro sembra improvvisamente scomparso all'orizzonte. Sembra, ma non è così. Nel cuore e nell'anima di ogni essere umano c'è sempre la volontà di cambiare le cose e di guardare alla verità senza alcuna paura. La generazione che sta nascendo e quella che sta crescendo sono le uniche in grado di portare avanti lo scettro della verità e della pace. Dio ci ha creati dandoci l'opportunità di far diventare questa nostra breve vita sulla terra qualcosa di sensazionale, tutti noi possiamo rendere il mondo la culla d'oro della vita, non è difficile, basta poco, basta una semplice parola: Amore. Il Dio dal quale discendiamo in corpo e spirito è un Dio d'Amore, e la sua parola immortale è scritta in un libro che in realtà ne contiene un altro per le generazioni che ci sono e che verranno. Non abbiate paura di leggere e conoscere la verità della vita del mondo, è questa stessa conoscenza che vi renderà liberi in eterno, non abbiate timore nell'avvicinarvi alla preghiera, essa è stata concepita da Dio per poter parlare con Lui. Andate a braccia aperte verso la Mamma del cielo, Lei saprà indicarvi la strada. Care generazioni del futuro siate all'altezza della vostra vera natura e identità, non cercate altre strade perché non ce ne sono, non credete a chi vi dice che è facile, perché molte volte è proprio quando non lo è che Dio vi è accanto. Fabiana D'Urso

[close]

p. 9

UN ANNO A GIAMPILIERI SIETE ONORATI DAL PADRE PER LA VOSTRA FEDE Giampilieri, un angolo di paradiso: chi in questo luogo apre la porta del cuore a Dio, avverte una pace profonda, gioiosa, serena. La presenza della Vergine Santissima e del suo Divin figlio si percepisce con forza. Il loro calore, la loro dolcezza avvolge tutti i cuori e li rende puri. Nessuno si può separare dal loro amore ! Da molti anni è meta di tantissimi pellegrini provenienti da ogni parte d’Italia: Sicilia, Calabria, Campania, Puglia ecc e quest’anno abbiamo avuto la gioia di avere tra noi persone giunte dalla lontana America. Un altro anno è trascorso insieme a Gesù e Maria. Un anno sicuramente ricco di gioia ma anche di dolore. I tempi sono bui, gli avvenimenti che viviamo sono molto gravi, incalzano sempre di più. La Madonna chiede la preghiera, la penitenza, l’umiltà e il cambiamento dei cuori, ci chiede di camminare in un’unica strada: quella che porta a Dio. In questo luogo ricco di preghiera, ricco anche di avvenimenti importanti e significativi, ricordati con intenso calore da numerosi fedeli, citiamo il 21 Ottobre, ricorrenza della prima lacrimazione di Gesù ed il 16 Dicembre della Madonna. Il primo sabato di ogni mese, anche per quest’anno, come voluto dalla Vergine Santa, ci si è raccolti, tutti in veglia di preghiera per la conversione dei peccatori mentre il martedì ed il venerdì, come di consueto, la Madre di Dio ha donato a Pina il Suo messaggio per tutta l’umanità. Le pagine a seguire, attraverso le foto, vogliono essere un omaggio a tutti quei pellegrini che in questo anno appena trascorso, sono passati a Giampilieri ad onorare la Madonna. Sara Cassano

[close]

p. 10

U N A N N O A G I A M P I L I E R I

[close]

p. 11

U N A N N O A G I A M P I L I E R I

[close]

p. 12

U N A N N O A G I A M P I L I E R I

[close]

p. 13

U N A N N O A G I A M P I L I E R I

[close]

p. 14

U N A N N O A G I A M P I L I E R I

[close]

p. 15

U N A N N O A G I A M P I L I E R I

[close]

Comments

no comments yet