N. 78 - Anno 2013

 

Embed or link this publication

Description

Giornale Italiano de España

Popular Pages


p. 1

PREMIO TIEPOLO 2013 PIETRO SALINI Gruppo Salini impreGilo Amministratore delegato JUAN MIGUEL VILLAR MIR Grupo oHl Presidente 18 o Premio Tiepolo organizzato dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna e dalla Camara de Comercio e Industria de Madrid 78/2013 | GIORNALE ITALIANO DE ESPAÑA - GRATUITO | WWW.ILGIORNALEITALIANO.NET | D.L.: MA-884-2008

[close]

p. 2

PIETRO SALINI: PRESIDENTE SALINI IMPREGILO “Quello che vedrà la luce il 1 gennaio 2014 è un Gruppo industriale con una connotazione globale, quotato in Borsa...” Intervista di Paola Pacifici Signor Amministratore Delegato, che cosa significa per Lei e per la sua azienda questo riconoscimento? Prima di tutto è un riconoscimento internazionale che premia un percorso iniziato nel 1936 con mio nonno. Quello che vedrà la luce il 1 gennaio 2014 è un Gruppo industriale con una connotazione globale, quotato in Borsa e con manager di grande esperienza nei ruoli chiave: gli obiettivi sono importantissimi, ma è rilevante anche il bagaglio di conoscenze e di esperienza realizzativa, unico sicuramente in Italia ma anche in molti Paesi al mondo: 230 dighe ed impianti idroelettrici; 1.250 km di opere in sotterraneo; 6.700 km di ferrovie; 340 km di linee metropolitane; 36.000 km di strade e autostrade; 320 km di ponti e viadotti. Parliamo della Salini Impregilo Group? Il Gruppo che nascerà ufficialmente con la firma dell’atto di fusione tra Salini e Impregilo, dopo aver ottenuto l’ok dell’assemblea dei soci, ambisce a diventare leader mondiale nelle infrastrutture complesse. In particolare ci stiamo focalizzando sui lavori di importo superiore ad 1 mld/$ con l’obiettivo di superare € 7 mld di giro d’affari entro il 2016 (la combined entity Salini Impregilo ha un giro d’affari di oltre 4 miliardi al 31 dicembre 2012) e raggiungere una redditiPag. 2 vità Ebitda di € 1 mld per anno. Quali sono i vostri migliori mercati e in che settori? La domanda di infrastrutture è un traino dell’economia mondiale, rappresentando un mercato potenziale di oltre € 1.000 miliardi di lavori da qui al 2017. Siamo ovviamente focalizzati su mercati e sui comparti del settore costruzioni ad alto potenziale e/o che ci permettono di realizzare importanti economie di scopo rispetto alla nostra presenza (Salini Impregilo ha oltre 70 società controllate e partecipate oltre a propri cantieri in 5 continenti): sottolineo che America Latina, Usa e Africa rappresentano già i 2/3 del nostro mercato potenziale per Salini Impregilo. A questa informazione aggiungerei i Paesi nei quali abbiamo acquisito lavori nel 2013, a dimostrazione della nostra impronta davvero globale: Arabia Saudita, Argentina, Brasile, Bulgaria, Cile, Georgia, Kazakistan, Italia, Libia, Nami- Cerimonia in Quirinale: Pietro Salini Cavaliere del Lavoro 78/2013

[close]

p. 3

riosità di imparare come ad esempio ha fatto la mia azienda nella fase in cui ha approfondito la conoscenza del sistema finanziario per realizzare una operazione di mercato. Oggi possiamo dire che in due anni di lavoro abbiamo costruito valore per €1,4 miliardi nei confronti degli azionisti di Impregilo, sotto forma di rivalutazione del titolo azionario e di dividendi distribuiti. Abbiamo portato a termine un’offerta pubblica di acquisto da oltre € 1 mld, senza per questo essere distratti nelle nostre attività di cantiere nè nell’acquisizione di nuovi lavori. Si dice che dopo le grandi crisi si riorganizzano i mercati , le finanze e si torna ad una situazione economica ottimale. Lei è d’accordo? Le imprese che hanno amministrato saggiamente le proprie risorse, che non si sono accontentate di lavorare all’interno dei confini nazionali o di limitarsi ad alcune “roccaforti” ben conosciute, hanno pagato il prezzo della crisi economica e finanziaria. Al contrario la forte internazionalizzazione è stata premiante, e come dimostra la nostra vicenda di successo la crisi ha aperto delle opportunità importanti alle imprese che hanno deciso di crescere per linee esterne, stante la sottovalutazione dei mercati finanziari e le difficoltà specifiche di aziende non gestite in ottica di creazione di valore. Udienza con il Santo Padre, XXVII edizione incontro internazionale per la pace bia, Polonia, Qatar, Romania, Sierra Leone, Turchia, Ucraina e Usa. Il suo Gruppo è leader mondiale per le infrastrutture nel segmento- acqua. Cosa serve oggi? Lavorando a stretto contatto con popolazioni e territori in via di sviluppo siamo consapevoli di quanto le opere che realizziamo siano in grado di accelerare il ritmo di crescita dell’economia locale e insieme consentire un reale progresso della popolazione. Un caso esplicativo sono le dighe per la produzione di energia attraverso centrali idroelettriche, che rappresentano una delle nostre specializzazioni (Salini Impregilo è il leader mondiale nelle infrastrutture per il segmento “acqua”). Si tratta di soluzioni di energia rinnovabile che hanno la proprietà di rendere un Paese energeticamente autonomo e addirittura di diventare fornitore di energia elettrica, conservando gran parte della ricchezza nazionale all’interno dei propri confini. Quale e come sono diverse oggi le richieste del mercato? Al fine di rendere attrattive alcune aree geografiche climaticamente “critiche”, è molto importante realizzare una adeguata rete di trasporti (strade, ferrovie) che annulli il gap rispetto alle metropoli ad es. nel continente europeo o americano. Noi siamo leader nella realizzazione di metropolitane sia in aree cd. difficili (abbiamo recentemente vinto la gara per le metro di Ryadh e di Doha) sia in aree “mature” (Danimarca). Queste infrastrutture sono importanti per rendere appetibili le nuove aree metropolitane che stanno sorgendo in alcune parti del mondo. I vostri settori che vengono più colpiti dalla crisi in Italia e anche in Spagna? Se è così. Le infrastrutture sono un settore globale, il cui andamento è anticiclico rispetto alla crisi economica e finanziaria,. Abbiamo calcolato per Salini Impregilo un mercato potenziale, sotto forma di domanda di infrastrutture, pari ad almeno 1.000 miliardi di dollari da qui al 2017. E’ 78/2013 un bacino enorme all’interno del quale noi dobbiamo cogliere le migliori opportunità, anche in ottica di diversificazione e di risk management. Cosa fa un “imprenditore di successo”? Sicuramente la determinazione nel proprio business è importante, ma aggiungo anche la cu- Grecia, metropolitana Salonicco Colombia, autostrada Ruta del Sol, terzo lotto Pag. 3

[close]

p. 4

JUAN-MIGUEL VILLAR MIR: PRESIDENTE GRUPO OHL “La internacionalización, la innovación y las seguridad financiera, prioritarias para la empresa” intervista di Paola Pacifici Presidente, il Premio Tiepolo, cosa rappresenta per Lei e per il Grupo OHL? Una grande soddisfazione e un grande onore, sia per il prestigio per le istituzioni che lo conferiscono e del premio in se stesso sia per il riconoscimento dato alla “estrategia empresarial” della OHL negli ultimi dieci anni, che ha spinto il successo nei mercati finanziari. Inoltre, personalmente, mi permette, assieme al mio collega Pietro Salini, di unirmi all’importante elenco di imprenditori e personalità spagnole e italiane che hanno ricevuto questo premio dalla sua creazione e che fanno parte, per propri meriti, della storia economica e imprenditoriale spagnola e italiana contemporanea. Parliamo di OHL? OHL è un’azienda centenaria che ha le sue radici nell’azienda edile Obrascón, creata nel 1911 e che acquisii nel 1987 quando era sul punto di scomparire. La sua struttura attuale risale al 1999, frutto di una serie di operazioni corporative nella seconda metà degli anni novanta. Dopo l’acquisizione di Huarte nel 1998, questo processo terminò con la fusione per assorbimento di Lain nel 1999, facendo nascere così il Grupo OHL. Da allora, il profilo di OHL è cambiato sostanzialmente, grazie alla strategia di internazionalizzazione adottata nel 2002 che, assieme a “la apuesta por la I+D+i”, è stata e sarà la base della nostra crescita. Dopo il 2008 abbiamo più vendite fuori che dentro la Spagna e, oggi, il Grupo OHL è presente in 29 Paesi dei 5 continenti. I nostri ultimi dati, del primo semestre del 2013, indicano che gli affari internazionali hanno apportato il 74% delle vendite del Gruppo e l’82% del EBITDA. Nell’ambito internazionale, nel 2012 siamo il decimo maggior concessionario del mon- do, secondo il ranking di Public Works Financing (PWF), e il 23esimo maggior contrattista internazionale, secondo il ranking 2013 di Engineering NewsRecord (ENR), e leaders in costruzioni di ferrovie e ospedali. È un gruppo molto conosciuto a livello nazionale e internazionale, quali sono i suoi principali mercati secondo i distinti settori? Dal punto di vista della nostra politica imprenditoriale, Messico, Spagna, Perú e Cile sono i nostri paesi strategici nel settore delle concessioni di infrastrutture. Altri mercati nei quali stiamo facendo sforzi molto importanti per guadagnare progetti sono Stati Uniti, Canada e Colombia, oltre ad altri Paesi. Inoltre, OHL Concesiones, con un 18,9%, è azionista di riferimento della Aber- tis. Nell’attività delle costruzioni, gli Stati Uniti, il Canada, la Spagna, l’Europa Centrale e dell’Est sono i mercati dove siamo costantemente presenti, che si complementano con le grandi opere che stiamo eseguendo in altri paesi, come Arabia Saudita, Turchia, Kuwait e Catar. Se ci atteniamo alla parte geografica delle nostre vendite, possiamo classificarle nel primo semestre del 2013 così: America Centrale e del Sud, 26,6%; Spagna, 25,8%; Stati uniti e Canada, 18,7%; Medio Oriente e Nord Africa, 16,3%; Europa Centrale e dell’Est, 10,4%; altri il 2,2%. . Quanto sta colpendo la crisi nelle imprese del Gruppo? In che settori? L’impatto più significativo si è avuto nella nostra attività della costruzione delle opere civili in Spagna, danneggiata dalla ridu- Juan-Miguel Villar Mir consegna a Don Juan Carlos il libro De Obrascón a OHL. Crónica de un centenario: 1911-2011, quando fu ricevuto da Su Majestad el Rey il Consejo de Administración de OHL con motivo della ricorrenza del centenario dell’azienda. Pag. 4 78/2013

[close]

p. 5

zione di preventivi dei distinti governi locali per controllare e ridurre il deficit pubblico debordato nei primi anni della crisi. A differenza di altre imprese del settore, non abbiamo avuto nessun problema nel mercato immobiliare, perché si decise di abbandonare la costruzione degli appartamenti nel 2002. Che importanza ha la ricerca nelle sue imprese? Fin dall’inizio come imprenditore, ho fatto dell’internazionalizzazione e della “I+D+i” i due punti fondamentali della mia strategia imprenditoriale, cercando un modello produttivo che passa inesorabilmente per la creazione di valori a partire dalla conoscenza, cioè applicando la tecnologia, attraverso l’innovazione, la produzione di nuovi e competitivi prodotti e servizi di maggior valore aggiunto. Che cosa chiede oggi il mercato? Quello che sempre ha chiesto: una buona gestione imprenditoriale. Dico sempre che non ci sono settori buoni o cattivi, ma imprese “bien o mal gestionadas”, e una buona gestione esige e comincia nel definire obiettivi chiari, fra i quali, in questi momenti, insisto, “la internacionalización, la innovación y la seguridad financiera son los prioritarios para cualquier empresa que quiera crecer y asegurarse un futuro en el mercado”. Quale è il segreto per costruire un’azienda di successo? Definire obiettivi chiari sin dal primo momento, dobbiamo sapere quello che vogliamo fare. Senza obiettivi non c’è futuro. Un’azienda si può costruire da zero senza soldi, perché tanto i soldi come i professionisti sono disponibili e si possono prendere dal mercato, però mai senza obiettivi. “Sin objetivos no hay empresa”. Mi piacerebbe che Lei che ha ricevuto un premio italiano desse un consiglio su come affrontare la crisi ed un incoraggiamento agli italiani che lavorano e vivono in Spagna in questi momenti di difficoltà. Credo che l’impegno personale e collettivo è quello di dare il meglio di noi nel nostro lavoro, è l’unico cammino che si può prendere per arrivare a superare la crisi e le difficoltà attuali. Inoltre, assieme a questo sforzo quotidiano, mi piacerebbe sottolineare, pensando ai giovani, un settore molto colpito dalla crisi, che l’educazione è l’arma più poderosa per costruire un futuro migliore e che, per questo, assieme alle opportunità professionali sono per i giovani due fondamentali principi. Il Ministerio de Fomento ha insignito a Juan-Miguel Villar Mir il Premio Nacional de Ingeniería Civil 2012. Durante la consegna assieme alla Ministra de Fomento, Ana Pastor. OHL patrocina i Premios Internacionales de Periodismo Rey Juan Carlos, che ogni anno vengono indetti dalla agencia Efe e dalla Secretaría de Estado de Cooperación Internacional del Ministerio de Asuntos Exteriores. Juan-Miguel Villar Mir durante la firma del contratto della linea dell’alta velocità ferroviaria La Meca-Medina, a Riad il14 gennaio 2012 (primo a destra) Juan-Miguel Villar Mir ha ricevuto il 18 gennaio 2013 la Gran Cruz de la Orden de Isabel la Católica, consegnata dal Ministro de Asuntos Exteriores y de Cooperación del Gobierno español, José Manuel García-Margallo (di spalle) Juan-Miguel Villar Mir durante l’inaugurazione il 20 marzo 2012 della Escuela de Construcción OHL nella Universidad Internacional de La Florida. Juan-Miguel Villar Mir, durante la collocazione della prima pietra del Centro Botín, progettato dall’architetto italiano Renzo Piano. Assieme al presidente del Banco Santander, Emilio Botín (nella foto) 78/2013 Pag. 5

[close]

p. 6

PIETRO SALINI E IL GRUPPO SALINI-IMPREGILO JUAN MIGUEL VILLAR MIR Nato a Roma nel 1958, è stato nominato Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano lo scorso 31 maggio 2013. Si laurea in Economia e Commercio presso l’Università degli Studi La Sapienza di Roma. Tra il 1987 e il 1994 è Direttore Generale Estero della Salini Costruttori SpA fino a diventarne nel 1994 Amministratore Delegato, incarico che ricopre tuttora. Dal 2010 è CEO della Todini SpA e dal 2011 è CEO della Salini SpA. Da luglio 2012 è CEO di Impregilo SpA. Oggi, Pietro Salini è il CEO del Gruppo Salini Impregilo. È membro del Consiglio Direttivo dell’AGI -Associazione Imprese Generali e Rappresentante Generale di Giunta di UNI - Unindustria. Argentina, Brasile, Bulgaria, Cile, Georgia, Italia, Kazakistan, Libia, Namibia, Polonia, Qatar, Romania, Sierra Leone, Turchia, Ucraina e Usa. Il percorso che ha portato alla creazione del nuovo Gruppo costituisce una case study in ambito accademico, avendo visto la partecipazione attiva dei piccoli e medi azionisti attraverso gli strumenti previsti dalla normativa finanziaria a tutela della minoranze. La crescita per linee esterne di Salini Costruttori ha portato infatti, dopo l’acquisizione della Todini Costruzioni Generali, a conquistare il controllo del capitale azionario della quotata Impregilo. L’attuale sistema di governo di Impregilo SpA, società quotata presso la Borsa di Milano che dal 1 gennaio 2014 incorporerà Salini SpA, è ispirato alla best practice internazionale, grazie anche alla presenza di un Corporate Governance Advisory Board che coadiuva il Consiglio di Amministrazione in tema di governo societario. Il CdA di Impregilo è composto da 15 membri: ai sensi del T.U. sulla Finanza e con riferimento a quanto contenuto nel Codice di Autodisciplina delle società quotate, 11 consiglieri su 15 sono in possesso dei requisiti di indipendenza, pari al 73,3% dei membri. Quattro consiglieri sono donne, pari al 26,7% del totale. Nei prossimi anni il Gruppo sarà impegnato a realizzare opere che ne rafforzeranno ulteriormente la reputazione internazionale. Il mercato potenziale di Salini Impregilo (strade & autostrade; ferrovie & metropolitane; dighe, impianti idroelettrici e opere idrauliche) vale oltre € 1.000 miliardi, in base ad una stima al 2017, rappresentato dalla domanda mondiale di infrastrutture che si prevede si svilupperà nei prossimi anni in America Latina, Africa, Medio Oriente, Stati Uniti, Europa, Asia centrale e Australia. Gli obiettivi che accompagnano la nascita del nuovo Gruppo (superare €1 miliardo di margine EBITDA al 2016) sono addirittura conservativi: il portafoglio lavori a fine 2012 infatti “copre” il 60% dei ricavi attesi al 2016, producendo ricavi anche nei successivi esercizi per € 5,6 miliardi. Salini Impregilo è operativa in America, Africa, Asia, Australia ed Europa con proprie strutture e cantieri, “mettendo in campo” la propria capacità realizzativa nelle infrastrutture complesse. Con oltre 70 imprese controllate nei settori chiave per il core business e partecipazioni strategiche in Italia e all’estero, il Gruppo può candidarsi alle maggiori commesse nel settore globale delle infrastrutture. Nacido en Madrid. Casado y padre de 3 hijos. Formación académica. Matrícula de Honor en todos los cursos de Bachillerato y Premio Extraordinario en el Examen de Estado. Ingeniero de Caminos, Canales y Puertos (número uno de su promoción) y Doctor Ingeniero. Licenciado en Derecho por la Universidad Complutense de Madrid. Diplomado en Organización Industrial (Curso Superior de Administración de la Empresa de la E.O.I.). Diplomado del Economic Development Institute (World Bank. Washington D.C.). Ejercicio de Cátedra. En 1.980 ganó, con 48 años, en turno de oposición libre y entre 11 aspirantes, la Cátedra de Organización de Empresas de la Escuela Técnica Superior de Ingenieros de Caminos, Canales y Puertos, de la Universidad Politécnica de Madrid, cuyo anterior titular había sido Don José María Aguirre Gonzalo. Y en 1.968, con 36 años, ya había ganado, también en turno de oposición libre, y entre 8 aspirantes, la Cátedra de Contabilidad y Legislación, de la Escuela Universitaria de Ingeniería Técnica de Obras Públicas. Dirección de Empresas. Ha dedicado su actividad principalmente al mundo empresarial, desempeñando el cargo de Presidente del Consejo de Administración y Primer Ejecutivo en empresas de gran importancia y dimensión a nivel español, en muy diversos sectores. Así, ha sido Presidente del Consejo y Primer Ejecutivo de: Electra de Viesgo (producción y distribución de energía eléctrica); Altos Hornos de Vizcaya (siderurgia, minería, química); Hidro-Nitro Española (hidroeléctrica, electroquímica, ferroaleaciones); Empresa Nacional de Celulosas (madera, celulosa y papel); Empresa Nacional Carbonífera del Sur (minería); Cementos del Cinca y Cementos Portland Aragón (cementos); Puerto Sotogrande (turístico-inmobiliaria). En la actualidad en el Grupo Villar Mir es: Presidente del GRUPO VILLAR MIR, Presidente de OBRASCON HUARTE LAIN, S.A. (OHL), Presidente de VILLAR MIR ENERGÍA, Vicepresidente segundo del Consejo y miembro de la Comisión Ejecutiva de ABERTIS (infraestructuras del transporte). Y en otras actividades de primer nivel, es: Presidente de COTEC, Fundación Española para el Desarrollo Tecnológico y la Innovación; Consejero del Banco Santander (independiente). Textos y Conferencias. Autor de textos docentes de Dirección y Organización de Empresas y de estudios e investigaciones sobre Dirección de Empresas, Finanzas, Coordinación de transportes y Rentabilidad de inversiones en transportes. Ha pronunciado más de cien conferencias, incluyendo su actuación como ponente español en un Congreso Mundial de la Cámara de Comercio Internacional y como Presidente y Ponente General en Congresos Nacionales celebrados por los Ingenieros de Caminos, Canales y Puertos. Conferenciante en actos académicos destacados del I.E.S.E., C.E.U., ESADE y otras instituciones. EL GruPO VILLar MIr Actividades. En 1.987 abordó la fundación y desarrollo de un nuevo grupo empresarial, el Grupo Villar Mir. El Grupo Villar Mir ha destacado por su capacidad de salvar empresas en dificultades de PROFILO SALINI IMPREGILO Il Gruppo Salini Impregilo è un global player nel settore delle costruzioni con circa 34.000 addetti (dati combined al 30/6/2013) in 5 continenti e un fatturato di oltre € 4 miliardi (dati combined al 31/12/2012). Salini Impregilo è il costruttore leader mondiale per il segmento “acqua” (dighe, impianti idroelettrici e opere idrauliche), con una organizzazione strutturata e, grazie alla integrazione delle strutture industriali di Salini e Impregilo, una presenza globale attraverso società controllate e propri cantieri dislocati in oltre 50 Paesi. Al primo posto tra i costruttori italiani, ha una consolidata vocazione internazionale, come dimostra oltre l’80% del fatturato realizzato all’estero (dati di bilancio 2012 combined Salini/ Impregilo). Il Gruppo integra due realtà di consolidata esperienza - Salini e Impregilo - entrambe con una lunga tradizione, ed è operativo a livello globale nella realizzazione di grandi opere, come dimostra il lungo elenco di lavori presenti nel track-record: 230 dighe ed impianti idroelettrici; 1.250 km di opere in sotterraneo; 6.700 km di ferrovie; 340 km di linee metropolitane rapporto tra EBIT e Capitale Impiegato; 36.000 km di strade e autostrade; 320 km di ponti e viadotti. Il Gruppo ha in corso lavori in 5 continenti, e fonda la propria attività su una passione per il costruire consolidatasi attraverso le innumerevoli realizzazioni a livello internazionale. Il portafoglio commesse attuale del Gruppo include lavori per circa €31 miliardi, di cui il 70% nel settore delle costruzioni, ben diversificato per settore e per area geografica. Nel corso del 2013 Salini Impregilo ha acquisito lavori in Arabia Saudita, Pag. 6 78/2013

[close]

p. 7

R Y EL GRUPO VILLAR MIR muy distintos sectores. Así, ha reflotado y consolidado empresas partiendo de situaciones de insolvencia, como Obrascón, Huarte o Fyesa; y ha situado en rentabilidad actividades históricamente deficitarias como las de Ferroatlántica y Fertiberia. En Mayo de 2.005 adquirió, para evitar su cierre, el 100% del gran Grupo francés Pechiney Eléctrométallurgie. Y en agosto de 2.005 tomó el control (66%) de toda la industria argelina de amoníaco y fertilizantes. Desde el año 2.011 el Grupo Villar Mir ha llevado su presencia industrial también a China, con dos proyectos de fabricación de Metal Silicio en las Provincias de Yunan (con la adquisición y salvamento de una empresa en suspensión de pagos) y de Sichuan (con el lanzamiento de la mayor fábrica del mundo de ese metal). Partiendo de un patrimonio inicial nulo (fondos propios cero), tras sólo 25 años de actuación, el Grupo incluye: el primer grupo mundial en fabricación y en tecnología del metal silicio y de ferroaleaciones, Grupo Ferroatlántica (que incluye Ferroatlántica, Hidro-Nitro, Fyesa, Pechiney Eléctrométallurgie, Silicon Sud Africa, Ferroatlántica Venezuela y Mangshi Silicon China); el primer grupo de amoníaco y fertilizantes, de la Unión Europea y de toda la cuenca mediterránea, Grupo Fertiberia (que incluye Fertiberia, el control (66%) de la industria argelina y el grupo ADUBOS de Portugal); el primer productor español independiente de energía hidroeléctrica; el Grupo Obrascón Huarte Lain (OHL) del que el Grupo Villar Mir es accionista mayoritario, referente internacional en construcción de hospitales y ferrocarriles y socio de referencia de Abertis, líder mundial en concesiones de infraestructuras del transporte; el Grupo Inmobiliaria Espacio, con desarrollos inmobiliarios en España y Texas, USA, y también propietario de Torre Espacio (Pº Castellana - Madrid). El Grupo Villar Mir.- Su internacionalización. En diciembre de 2.012, el Grupo cuenta con más de 26.000 empleos permanentes, de los que el 63% se localizan fuera de España, con establecimientos permanentes en 35 países de los cinco continentes. Premiada una de sus empresas como la empresa más internacional de todos los sectores de España (OHL, que en 2012 ha generado fuera de España el 82% de su EBITDA total) El Grupo Villar Mir.- Sus realizaciones de I+D+I. El Grupo destaca en las actividades de I+D+I y es vendedor habitual y nunca comprador de tecnología. Obtiene en 1.993 un avance tecnológico mundial, con la utilización de electrodos libres de acero en la fabricación del Silicio Metal, tecnología patentada en todos los países avanzados y transferida a las primeras empresas de Europa y Norteamérica. Premio Academiae Dilecta, otorgado por la Real Academia de Ingeniería. Primera Medalla de Honor al Fomento de la Invención, concedida a Ferroatlántica, por la Fundación García-Cabrerizo. Impulsor, como único productor en España, del consumo de Microsílice para Hormigones de Altas Prestaciones. Sus últimos avances tecnológicos incluyen dos procesos, que son novedad mundial, para la producción de: nitrato de estroncio para pantallas planas de plasma, LCD; silicio solar para paneles fotovoltaicos por procedimiento electrometalúrgico (con costes 50% inferiores a los del método químico de Siemens). Entre los avances tecnológicos del Grupo también destaca el diseño del elemento de escollera artificial Cubípodo, para la construcción del manto principal de diques de abrigo portuarios en talud. Con patente internacional presenta mejores prestaciones que el bloque tradicional y que otros elementos desarrollados en las últimas décadas, como el tetrápodo o el acrópodo, y con importantes ahorros de materiales y costos. El Cubípodo y la pinza SATO Grab, innovaciones tecnológicas de OHL, han obtenido en la 39ª edición del Salón Internacional de Invenciones de Ginebra, salón considerado el más grande del mundo en su género, tres grandes reconocimientos a nivel internacional: Medalla de oro con mención de honor al Cubípodo; Medalla de plata a la pinza SATOGrab; Premio al mejor invento español al Cubípodo. Y la Autoridad Portuaria de Málaga donde se ha llevado a cabo la primera aplicación real del Cubípodo, ha recibido por ello el Premio Nacional de Innovación del Ministerio de Ciencia e Innovación del Gobierno de España, en su modalidad de Compra Pública Innovadora. actividades y Distinciones académicas y Culturales: Académico de número de la Real Academia de Ciencias Morales y Políticas; Académico de número de la Real Academia de Ingeniería; Académico de Honor de la Real Academia de Doctores de España; Académico correspondiente para Madrid de la Real Academia de Ciencias Económicas y Financieras de Barcelona; Catedrático de Organización de Empresas de la Universidad Politécnica de Madrid (1.980-2.001); Presidente del Colegio Nacional de Ingenieros de Caminos, Canales y Puertos (2.0002.004); Presidente de la Fundación Agustín de Betancourt, dedicada a la investigación en la Ingeniería de Caminos, Canales y Puertos (1.996-2.000); Presidente a nivel mundial del Comité de Agricultura de la International Fertilizer Association (1.9962.000); Fundador y Presidente del Master de Dirección de Empresas Constructoras; Fundador y Presidente del Master de Gestión de Infraestructuras y Servicios Públicos; Director de Cursos de Doctorado y de Postgrado; Miembro de Honor (la más alta distinción) del Instituto de la Ingeniería de España; Colegiado de Honor (la más alta distinción) del Colegio de Ingenieros de Caminos, Canales y Puertos; Master Honoris Causa del Institute for Executive Development; Insignia de Honor de la Asociación de Antiguos Alumnos del Colegio del Pilar; Miembro de Honor de la Asociación Nacional de Diplomados en Organización Industria y Administración de Empresas; Mercurio de Oro Internacional Ad Personam; Titular del Aula Juan-Miguel Villar Mir, dedicada a su persona por el Instituto de Estudios Superiores de la Empresa I.E.S.E., en su Centro de Madrid; Titular del Salón Villar Mir, dedicado a su persona por la Real Academia de Ingeniería; Fundador e impulsor de la Cátedra Villar Mir, para la excelencia en Organización de Empresas, en la U.P.M. Mecenazgos y patrocinios: Patrono de la Fundación Pro Real Academia Española; Patrono de la Real Academia de la Historia; Fundador y Patrono de la Fundación Pro Rebus Academiae, de la Real Academia de Ingeniería; Socio Protector y Vicepresidente de la Fundación de la Zarzuela Española; Patrono Socio Protector de la Fundación Teatro Lírico (Teatro Real); Patrono de la Fundación Cruz Roja; Patrono de la Fundación Integra; Socio Protector de la Fundación Isaac Albéniz; Fundador de Honor de la Fundación Amigos del Museo del Prado. Patrocinador, a través de Fertiberia: de la Vuelta Ciclista a España; de Certámenes de Pintura Rural Infantil; de Premios a las mejores Tesis Doctorales en temas Agrícolas. Responsabilidades políticas. En una etapa de su vida aceptó abandonar todas sus responsabilidades privadas para asumir responsabilidades políticas. Así, sin pertenecer a ningún partido político, ha sido Vicepresidente del Gobierno para Asuntos Económicos y Ministro de Hacienda en la transición política española, en el Primer Gobierno de la Monarquía. Títulos, Premios empresariales y Condecoraciones. Está en posesión de numerosos reconocimientos como el “Premio Nacional de Ingeniería Civil 2012” otorgado por el Ministerio de Fomento, “Hombre de Empresa”, “Hombre de Márketing”, “Premio Nacional de Comunicación”, “Best of European Business” y “Empresario Español Universalmente destacado”. Ha sido distinguido, entre otros, con el “Premio a la Excelencia de la Ingeniería Civil” por el Consejo Mundial de Ingenieros Civiles, “Premio MDI al Mejor Empresario de la Construcción”, “Premio CECOMA a la labor empresarial”, “Premio al Empresario del Año” por el Club Financiero Génova y Premio al Mejor Gestor Ibérico. En Septiembre de 2.010 recibió las insignias de Caballero de la Legión de Honor, la condecoración de mayor rango que se concede en Francia, por su destacada labor para fortalecer los vínculos y las relaciones comerciales entre Francia y España, al evitar el cierre del emblemático Grupo francés Pechiney. Está en posesión de numerosas condecoraciones, incluyendo las Grandes Cruces del Mérito Civil, del Mérito Militar y de la Real y Muy Distinguida Orden de Carlos III, la Gran Cruz de la Orden del Dos de Mayo y la Gran Cruz de la Orden de Isabel la Católica. Su Majestad el Rey Don Juan Carlos ha otorgado a Don Juan-Miguel Villar Mir el título de Marqués de Villar Mir “por su destacada y dilatada trayectoria al servicio de España y de la Corona”, por Real Decreto de 4 de febrero de 2011. CV E PROFILI AZIENDALI SONO STATI INVIATI DAI GRUPPI 78/2013 Pag. 7

[close]

p. 8

NELLE MIGLIORI GIOIELLERIE AL “EL CORTE INGLES” DI PUERTO BANUS ASSIEME ALLE È PRESENTE MIGLIORI MARCHE MONDIALI DI GIOIELLERIA, DIREZIONE VENDITA IN SPAGNA - CARMINA COSTA TEL.629820595

[close]

p. 9

PIETRO SALINI E JUAN-MIGUEL VILLAR MIR, PREMIO TIEPOLO 2013 La giuria, composta da giornalisti dei principali mezzi di comunicazione spagnoli ed italiani con presenza in Spagna, ha voluto riconoscere la traiettoria e la perseveranza delle due compagnie operanti in un settore industriale particolarmente colpito dall’attuale crisi economica come quello delle costruzioni Il presidente del principale gruppo italiano nel settore delle costruzioni Salini Impregilo, Pietro Salini, e il presidente del gruppo internazionale Villar Mir, Juan-Miguel Villar Mir, operante nello stesso settore, sono stati insigniti del Premio Tiepolo 2013, conferito dalla Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna - CCIS - e dalla Camera di Commercio di Madrid, che verrà consegnato nella sede dell’Ambasciata Italiana a Madrid in una cerimonia che si terrà entro fine anno. La giuria, composta da giornalisti dei principali mezzi di comunicazione spagnoli ed italiani con presenza in Spagna, ha voluto riconoscere la traiettoria e la perseveranza delle due compagnie, operanti in un settore industriale particolarmente colpito dall’attuale crisi economica come quello delle costruzioni. Entrambe costituiscono un esempio di successo imprenditoriale e contribuiscono in maniera determinante a diffondere l’immagine dell’Italia e della Spagna nel mondo. che è quotata all’indice FTSE MIB della Borsa di Milano. Sempre quest’anno, Pietro Salini è stato nominato “Cavaliere del Lavoro”, riconoscimento con il quale il Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, ha voluto sottolineare il suo importante contributo al servizio dell’industria. È anche membro del consiglio direttivo dell’AGI (Associazione Imprese Generali), rappresentante generale di giunta di UNI-Unindustria e membro della giunta di Confindustria. imprenditore, ha creato il gruppo Villar Mir, uno dei principali gruppi industriali spagnoli, le cui vendite hanno raggiunto nel 2012 la cifra di 6.800 milioni di euro, il 61% delle quali all’estero. Oltre a OHL, fanno parte del gruppo Villar Mir imprese come Fertiberia, leader nella produzione di fertilizzanti e ammoniaca nell’area del mediterraneo e nell’Unione Europea; Ferroatlántica, dedicata alla produzione del silicio metallico e di leghe ferrose, leader mondiale del settore con 15 fabbriche in 5 paesi; Villar Mir Energía e Inmobiliaria Espacio, tra le altre. Tra le principali opere realizzate da OHL a Madrid si possono menzionare la propria sede sociale, Torre Espacio, l’ospedale Rey Juan Carlos di Móstoles, l’ospedale di Arganda e l’ospedale di Collado Villalba, il terminal satellite del T4 dell’aeroporto di Barajas, l’anello distributore delle Quattro Torri Business Area, la ristrutturazione della M-30 (primo anello di circonvallazione della capitale spagnola), la costruzione della metro di superficie per il collegamento dei principali comuni dell’area ovest di Madrid, così come l’infrastruttura del Metronord e il prolungamento della linea 2 della Metropolitana urbana, o il progetto Canalejas, per rivitalizzare la zona più emblematica del centro della città, ristrutturando le vecchie sedi di Banesto e del Banco Hispano Americano nella plaza de Canalejas, attigua alla famosa Plaza de Sol. Relativamente all’Italia, il gruppo OHL, attraverso la divisione OHL Industrial, ha progettato e realizzato nel giugno del 2011 l’impianto fotovoltaico di Mezzanotte, in Puglia, con una capacità di produzione energetica annuale di 7.287,98 MWh e un risparmio in termini di emissioni pari a 26,400 t di CO2. Il progetto è stato realizzato utilizzando un totale di 17.640 moduli policristallini, montati su un sistema di inseguimento solare a un asse e con una potenza massima totale di 3.969 kWp. internAzionALizzAzione e rSi, i piLAStri deLLA creScitA deL gruppo AmericA LAtinA, un mercAto fondAmentALe per SALini impregiLo La giuria di questa diciottesima edizione del Premio Tiepolo ha voluto riconoscere l’importante lavoro svolto dal gruppo italiano Salini Impregilo, e da Pietro Salini (Roma, 1958), alla sua guida in qualità di amministratore delegato. Con circa 34.000 dipendenti in più di 50 paesi, Salini Impregilo è un global player nel settore delle costruzioni e leader mondiale per le infrastrutture nel segmento acqua. È il primo gruppo italiano del settore ed è caratterizzato da una forte vocazione internazionale, con più dell’80% del suo fatturato realizzato all’estero. Ha una presenza consolidata in America Latina e principalmente in Cile, Argentina, Perù, Colombia, Panama, Venezuela e Brasile. Questa regione rappresenta quasi il 20% del suo portafoglio commesse. Tra i progetti più importanti del gruppo, si segnalano le opere di ampliamento del canale di Panama (in collaborazione con Sacyr Vallehermoso, Jan de Nul e Constructora Urbana); la Diga Tocoma in Venezuela, per la realizzazione di un impianto idroelettrico nel fiume Caroní (in joint venture con Odebrecht e Vinccler); tre progetti ferroviari in Venezuela (in collaborazione con Ghella e Astaldi), che prevedono la costruzione di tre linee per una estensione totale di più di 580 km; due progetti idroelettrici in Colombia (in collaborazione con OHL), o l’ampliamento a quattro corsie dell’autostrada Ruta del Sol, sempre in Colombia. Pietro Salini vanta una lunga traiettoria professionale nel gruppo italiano. Nel 1994 è stato nominato amministratore delegato della società Salini Costruttori e dal 2011 è a capo della Salini S.p.A. È anche amministratore delegato di Todini, società che forma parte del gruppo Salini dal 2009. Nel giugno del 2012 è stato nominato amministratore delegato di Impregilo, società che il gruppo Salini ha acquisito quest’anno e 78/2013 Juan-Miguel Villar Mir (Madrid, 1931) fondò OHL nel 1999, in seguito ad un processo di acquisizione di importanti imprese, tra cui Obrascón (1987), Quarte (1998) e Laín (1999). Sotto la sua presidenza, il gruppo ha saputo fare dell’internazionalizzazione e la RSI (Ricerca, Sviluppo, Innovazione) i suoi due principali pilastri di crescita e motori della propria produttività. In questo modo, il gruppo è oggi presente in Spagna ed in altri 27 paesi nel mondo. Con un Ebitda di 1.053 milioni di euro su un volume d’affari di 4.030 milioni di euro nel 2012, la leadership di OHL nel settore delle costruzioni di strutture ospedaliere e infrastrutture ferroviarie è indiscutibile. Nei progetti di infrastrutture di trasporto in generale, il gruppo è socio di riferimento di Abertis. Il gruppo si situa tra le principali compagnie operanti nel settore delle costruzioni e, secondo l’ultima classifica della ENR, occupa la 10ª posizione nel settore delle infrastrutture e la 23ª come contractor internazionale. Durante la sua lunga traiettoria professionale, Villar Mir è stato anche Ministro delle Finanze e Vicepresidente del Governo per gli Affari Economici del primo Governo di Juan Carlos I, durante la presidenza di Carlos Arias Navarro. Nel 2011, il Re gli ha concesso il titolo di marchese di Villar Mir. Inoltre, come oHL Il Premio Tiepolo è concesso da una giuria esperta composta da giornalisti molto rilevanti di entrambi i paesi. Il nome dell’importante riconoscimento viene dal famoso pittore italiano che passò buona parte della sua vita a Madrid, dove realizzò vari affreschi per il Palazzo Reale e dove morì nel 1770. Il suo percorso lo rende un naturale precursore delle eccellenti relazioni fra Italia e Spagna. La prima edizione ebbe luogo nel 1996. Tradizionalmente, i premiati sono una personalità italiana e una spagnola di fama internazionale che si sono particolarmente distinti per i loro sforzi di integrazione e sviluppo delle relazioni economico-commerciali fra Italia e Spagna. La cerimonia di premiazione si celebra ogni anno in autunno nelle eleganti sale dell’Ambasciata d’Italia, una cornice di grande prestigio e distinzione, con la presenza notevole di numerosi ospiti rilevanti del mondo delle imprese, della finanza, della politica, della società e della cultura di Italia e Spagna. La presenza di personalità eminente come il sindaco di Madrid, i presidenti della Camera di Commercio di Madrid e della Camera di Commercio e Industria per la Spagna, e dell’Ambasciatore d’Italia in Spagna è una delle ragioni principali del successo di questo evento, che, anno dopo anno, si è conquistato una posizione di rilievo nel panorama dei riconoscimenti internazionali. La consegna del Premio Tiepolo è infatti diventata l’avvenimento simbolico più importante dell’anno per la celebrazione delle eccellenti relazioni economiche, politiche, sociali e culturali esistenti fra Spagna e Italia. Pag. 9

[close]

p. 10

NOTIZIE MADRID di Paola Lungarini DA L L’ A M BA S C I ATA I TA L I A NA È PARTITA LA CONSULTAZIONE PUBBLICA SU DESTINAZIONE ITALIA. IL PIANO È STATO PrESENTaTO DaL CONSIGLIErE aLESSaNDrO FuSaCCHIa aNCHE a MaDrID PrESSO L’aMBaSCIaTa D’ITaLIa L’Ambasciatore Pietro Sebastiani durante la presentazione di Destinazione Italia da parte del Consigliere del Ministro degli Affari Esteri per le Tematiche relative alla diplomazia economica e all’Internazionalizzazione Alessandro Fusacchia LA VILLA DEI PAPIRI È partita mercoledì 9 ottobre su internet la consultazione pubblica su Destinazione Italia, il programma in 50 misure del Governo per attrarre investimenti esteri. Ad annunciarlo, tramite il suo account twitter, il Ministro degli Affari Esteri Emma Bonino. Il Governo aveva adottato il piano Destinazione Italia lo scorso 19 settembre, su proposta del Presidente del Consiglio Letta e dei Ministri Emma Bonino e Flavio Zanonato. Il documento, redatto in due mesi da una task force interministeriale, contiene una strategia complessiva fatta di 50 misure, volte a dare certezze agli investitori nel campo del fisco, della giustizia e dei tempi delle autorizzazioni, a valorizzare gli asset tipici del made in Italy per renderli più attrattivi, a promuovere il Paese all’estero. Si tratta ora di rendere operative le misure in esso contenute. “Sulle misure di Destinazione Italia abbiamo lanciato oggi una consultazione pubblica” - afferma la Ministro Bonino – “perché vogliamo chiedere a investitori, imprese, sindacati, associazioni e cittadini di partecipare, aiutandoci ad individuare dove occorre agire prioritariamente. La qualità delle norme ne uscirà inevitabilmente migliorata, e animeremo un dibattito in Italia sull’importanza degli investimenti esteri. Le norme e i decreti arriveranno nelle prossime settimane: alcune già con la legge di stabilità, altre con un provvedimento Destinazione Italia ad hoc. Il nostro lavoro, però, non sarà finito quando avremo approvato le norme, ma soltanto quando gli investimenti cominceranno ad arrivare più numerosi.” Il sito dove partecipare alla consultazione è: www.destinazioneitalia.gov.it La PrESENTaZIONE aLL’aMBaSCIaTa Il Dottor Alessandro Fusacchia, Consigliere del Ministro degli Affari Esteri per le Tematiche relative alla diplomazia economica e all’Internazionalizzazione, ha condotto nel giardino d’inverno dell’Ambasciata, la conversazione Da “Restart, Italia!” a “Destinazione Italia”: perché e come dobbiamo puntare su innovazione, imprenditorialità e investimenti. All’incontro hanno preso parte rappresentanti del mondo imprenditoriale italiano in Spagna, i soci della BAA Madrid, che riunisce gli ex studenti dell’Università Bocconi di Milano, nonché numerosi giovani italiani “global” a Madrid (ricercatori, professionisti, studenti). In un clima informale, schietto e vivace si è discusso con grande interesse e passione del futuro del Sistema economico italiano dal punto di vista dell’imprenditorialità giovanile. Fusacchia ha presentato l’iniziativa partita il 9 ottobre su internet in relazione al piano “Destinazione Italia”, il programma in 50 misure del Governo per attrarre investimenti esteri e promuovere la competitività del Paese, che punta anche alla valorizzazione delle Start-up dei giovani italiani nel mondo, quale risorsa per il Sistema Italia. Per un mese è possibile infatti partecipare alla consultazione sul sito www.destinazioneitalia.gov.it. L’iniziativa vuole coinvolgere attivamente la cittadinanza che potrà inviare opinioni, idee e suggerimenti per contribuire ad individuare dove agire prioritariamente. L’ottica è quella di promuovere un reale incontro tra offerta di stimoli all’iniziativa economica da parte delle istituzioni e la domanda di cittadini e imprenditori. Questo progetto, che utilizza modalità nuove di dialogo tra istituzioni e cittadini, fa parte di una più ampia politica di rilancio del Paese che intende anche promuovere all’estero la cultura, i luoghi italiani e dare slancio alle opportunità di investimento. Presentata l’esposizione “La Villa dei Papiri”, una straordinaria mostra, dal 18 ttobre al 23 aprile 2014 presso La Casa del Lector di Madrid, sulla Villa Dei Papiri di Ercolano e la sua Biblioteca, l’unica dell’Antichità classica che sia giunta ai nostri giorni. Alla mostra, organizzata dalla Casa del Lector e dal Museo Archeologico Virtuale di Ercolano, hanno collaborato l’Ambasciata d’Italia, l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, la Biblioteca Nazionale di Napoli e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Con la partecipazione della Real Academia de Bellas Artes de San Fernando, il Museo Archeologico Nazionale di Madrid, Patrimonio Nazionale (Spagna) e il Museo delle Scienze Naturali - CSIC.Y, con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura della Regione Campania. Si tratta di un percorso virtuale dedicato alla città di Ercolano e alla Villa dei Papiri, alle statue, alle pergamente e ai reperti che vi furono trovati in seguito agli scavi archeologici del XVIII secolo. Villa dei Papiri è un tesoro unico al mondo, custodito nelle viscere di Ercolano. “È un’impresa che è stata possibile raggiungere grazie al lavoro di questi anni e allo sviluppo di sempre più intense relazioni con altri importanti istituzioni culturali - ha dichiarato Nino Daniele Presidente Fondazione Cives - il MAV, insieme ad altre, rappresenta un’eccellenza della Campania, un esempio ancora insuperato di narrazione innovativa e moderna dell’archeologia attraverso il digitale e la tecnologia. È un patrimonio di esperienze, di conoscenze e tecnica al servizio del sistema culturale della Regione. La mostra su Villa dei Papiri è anche il risultato straordinario delle competenze e delle intelligenze che abbiamo e dei nostri giovani collaboratori.” Pag. 10 78/2013

[close]

p. 11

Premio ciudadania SCUOLA STATALE ITALIANA DI MADRID MADRID di Paola Lungarini Quattro nuovi itinerari per scoprire un’Italia autentica. La Camera di Commercio e Industria Italiana per la Spagna (CCIS) ha recentemente inserito nella pagina web www.italiaonlive.com 4 nuovi pacchetti turistici con l’obbiettivo di promuovere percorsi alternativi per scoprire le bellezze artistiche e culturali di alcuni territori e località del Belpaese. I pacchetti, direttamente gestiti dal tour operator Proyecto Europa, sono stati definiti seguendo 4 tematiche principali: Sicilia de cine, Cerdeña al completo, Italia secreta y la ruta franciscana. una piattaforma per “acquisti in comune” nell’ambito delle attività agricole. ASAJA (Asociación Agraria Jóvenes Agricultores) – la più importante associazione dei giovani agricoltori spagnoli – ha recentemente presentato una nuova piattaforma per “acquisti in comune” a beneficio dei propri associati e accessibile attraverso il sito www.asaja. com. Questa piattaforma riunisce le diverse imprese che hanno siglato accordi con ASAJA che permettono ai più di 200.000 associati in tutta Spagna di usufruire di offerte esclusive per l’acquisto di beni e servizi per l’agricoltura. Cliccando sul settore e sull’impresa corrispondente si possono pertanto visualizzare i termini degli accordi e le offerte che ciascun fornitore mette a disposizione dei soci di ASAJA. Sempre attraverso questa piattaforma, è possibile conoscere i progetti e le attività sviluppate da ciascuna delle imprese partner a livello di ricerca e sviluppo, politiche medioambientali e sviluppo sostenibile. Al momento, due grandi imprese con matrice italiana rientrano tra i partner di ASAJA: si tratta di NEW HOLLAND AGRICULTURE ed ENDESA (controllata da ENEL). L’istituto ha celebrato la XI edizione della consegna de “Premios a los Ciudadanos”, nella quale sono stati premiati tutti i progetti, le iniziative e le finalità dei singoli e delle associazioni impegnate socialmente nel migliorare la qualità di vita delle persone a rischio di emarginazione sociale, in alcuni casi, o di salvare o migliorare la vita di persone mutilate dalla guerra, in altri. Per questo lo sforzo delle ONLUS si adopera sia a carattere nazionale che internazionale. I ragazzi della Scuola Italiana di Madrid partecipano da anni al progetto “Foro Europeo de Debate entre Jóvenes” in cui intervengono diverse scuole a carattere nazionale ed internazionale.Tale progetto – promosso dalla Prof.ssa Maria Teresa Fernández Gallego in collaborazione con la Prof.ssa Clara Miki Kondo – apre la porta ai diversi dibattiti europei fra giovani studenti, promuove e sensibilizza i ragazzi nella lotta contro il “maltratto” in cui collaborano con la Fondazione ANAR. L’impegno della Scuola Italiana di Madrid è quello di dare l’opportunità agli alunni di potersi confrontare con realtà oltre confine. Il Premio è stato ricevuto dai ragazzi della Scuola Italiana di Madrid, Santiago Poveda, Izaskun Pecora, Cayetana Blanco e Raúl Canosa. Quest’ultimo ha preso la parola: senza un copione in mano, ma solo spinto dall’entusiasmo spontaneamente sorprendente in un ragazzo della sua età, Raúl ha ringraziato i presenti per il premio ricevuto, ricordando i suoi compagni, e concludendo il suo discorso sull’Europa ed il futuro incerto di questi giovani ragazzi, con queste parole – cito: “Io non ho bisogno di essere ottimista. Io sono ottimista”. Questi semplici parole sono arrivate dritte ed hanno toccato la fibra di tutti i presenti all’atto, soprattutto in questo momento storico-economico così peculiare. Parole poi ricordate, sottolineate ed usate dagli altri premiati negli interventi successivi. Raúl ha bussato con educazione alla porta della speranza, mostrando a tutti che se anche loro hanno sentito quel rumore, vuol dire che esiste quella porta dalla quale i giovani d’oggi entrano. È da apprezzare questa voce dei giovani che si alza contro il pessimismo delle coscienze impaurite degli adulti. Raúl e tutti i suoi compagni rappresentano lo sforzo che ogni anno i docenti della Scuola Italiana di Madrid, insieme al direttore Prof. Cosimo Guarino, compiono per promuovere gli studenti. Nella Scuola Italiana non si istruiscono soltanto persone, si formano menti. L’aSSOCIaZIONE CIrCOLO SarDO ICHNuSa, ha organizzato il concerto del gruppo “rojas ruias quarteto de jazz”, con l’artista sardo il pianista Matteo Carrus. Quattro grandi artisti si sono esibiti come l’argentino Marcelo de Ralta “saxo”, lo spagnolo Pedro Navarro “batteria”, e Hector Oliveira degli Stati Uniti “contrabbasso”. L’artista Matteo Carrus prima dell’esibizione ha voluto far conoscere attraverso i vari chioschi i prodotti italiani. La sua passione racconta Matteo nasce grazie all’amore che il genitore aveva per il jazz, infatti suonava l’organo Hammond nei primi gruppi rock sardi. Si definisce un autodidatta, e la passione per questo genere è dovuta anche all’amicizia con un musicista francese. Tanti seminari e concerti e una borsa di studio lo portano in giro per il mondo, e poi si trasferisce ad Amsterdam, luogo di arricchimento personale di grande livello fino a quando raggiunge la Spagna. Il concerto di Madrid non poteva che ssere un grande successo. L’a S S OC I a ZI ON E PuGLIESI IN SPaGNa organizza il secondo concorso di fotografia “Immagini della Puglia 2013” aperto ai soci e simpatizzanti dell’Associazione Pugliesi in Spagna nonché a tutti gli amanti della nostra regione che la hanno visitata quest’anno. Mandate le vostre foto realizzate nel 2013 in Puglia, indicando il vostro nome e cognome, luogo e data in cui è stata scattata la foto. Le foto più belle saranno pubblicate sul sito www.pugliesiinspagna.com. La più bella sarà premiata con una cena per due persone presso il ristorante “I due Amici” mentre la seconda e la terza con un libro sulla Puglia offerto dalla Regione Puglia. Per poter partecipare, mandate le vostre foto entro il 7 novembre all’indirizzo e-mail concorsofotopuglia@gmail.com, autorizzando la pubblicazione sulla pagina web. La premiazione avverrà durante il prossimo evento dell’Associazione Pugliesi in Spagna “San Martino Film Castagne e Vino” la seconda settimana di novembre. La asociación Española de abogados urbanistas in collaborazione con el Grupo de abogados Jòvenes del Ilustre Colegio de Abogados de Madrid organizzano il “XI curso de aproximaciòn al derecho urbanistico”. Gli alunni conosceranno i vari processi di gestione di urbanistica di qualsiasi impresa e anche di poter esercitare l’attività per conto proprio, assistendo i clienti e tutti quei settori vincolati all’urbanistica, all’immobiliare e alla costruzione. arT 2014, l’artigianato protagonista a Firenze. La Camera di Commercio Italiana per la Spagna (CCIS), dopo il successo delle scorse edizioni, si occuperà anche quest’anno di organizzare la partecipazione di imprese spagnole dei settori dell’artigianato e dell’enogastronomia, che esporranno all’interno della fiera le eccellenze della produzione iberica in due settori chiave dell’economia spagnola, con il duplice obiettivo di valutare possibili rapporti commerciali con altri operatori del settore e testare i propri prodotti nel mercato italiano. 78/2013 Pag. 11

[close]

p. 12



[close]

p. 13

La direzione ed il comitato d’impresa della IVECO Espana di Valladolid ha firmato un nuovo accordo per misure di flessibilità oltre che importanti benefici sociali come l’aumento del salario intorno al 5% durante 4 anni e con salari variabili secondo l’incremento della produzione. Fra le misure innovatrici c’è anche quella che per la prima volta si da un aiuto per la “guarderia” per quei lavoratori che hanno figli piccoli, per un importo di 350,00 euro all’anno per bambino. MADRID di Paola Lungarini ISTITUTO ITALIANO CULTURA Il Presidente della IVECO bus, Lorenzo Sistino (nella foto), ha presentato a “busworld kortrijk 2013” la nuova gamma euro 6. Ne consegue un risparmio del combustibile fra il 5 e il 10%. Urban Way è il nuovo autobus urbano disponibile con il motore Tector 7 con un 10% in più degli spazi per i passeggeri. Cross Way è l’unico interurbano di 13 metri con 63 posti. Magelys un disegno unico e ha un elevato confort e prestazioni di alto livello. martedì 8 ottobre 2013 mercoledì 18 dicembre 2013 Organizzato da: Ambasciata d’Italia a Madrid e Istituto Italiano di Cultura In collaborazione con: Ministerio de la PresidenciaCentro de Estudios Políticos y Constitucionales, Gobierno de España-Ministerio de Educación, Cultura y Deporte, Universidad de Salamanca, Universidad Complutense de Madrid e Universidad Autónoma de Madrid CELEBraZIONI PEr I 500 aNNI DE “IL PrINCIPE” DI NICCOLò MaCHIaVELLI - Nel 2013 si celebrano i cinquecento anni dalla originaria stesura del Il Principe: mezzo millennio nel corso del quale il capolavoro machiavelliano è stato oggetto di interpretazioni discordanti, di censure e di apologie e confutazioni, di critiche e commenti d’ogni natura, di un gran numero di edizioni, versioni apocrife e traduzioni in tutte le principali lingue, che hanno finito per rendere il nome di Machiavelli e del suo “opuscolo” il testo della letteratura italiana più tradotto e conosciuto al mondo. Per celebrare quest’anniversario, l’Ambasciata d’Italia a Madrid e l’Istituto Italiano di Cultura, in collaborazione con numerose e prestigiose istituzioni spagnole, promuove e coordina una serie di iniziative che attraverso linguaggi diversi (dalla conferenza accademica, dall’interpretazione filologica a quella politico-filosofica fino all’allestimento teatrale e la rappresentazione cinematografica), vogliono dare la più completa rappresentazione possibile della figura di Machiavelli, esaltando il valore de Il Principe quale documento sempre aperto, attuale e capace di esercitare una profonda influenza, non solo nel campo della riflessione politica, ma anche nella storia della cultura internazionale e delle relazioni tra gli uomini. giovedì 10 ottobre 2013 Organizzato da: Istituto Italiano di Cultura Il segreto di Vivaldi. Un percorso sulla vita del compositore, che unisce dati storici ad una parte immaginata e creativa, basata sull’ossessione del musicista per raggiungere l’anima dell’armonia. Per questo il Prete Rosso costruirà un’invenzione segreta, sconosciuta, che lo aiuterà nel compito di carpire l’essenza più intima delle stagioni. Un segreto con il quale potrà proclamarsi il più grande dei geni o che potrà condurlo al fallimento attraverso il quale apprenderà il vero senso dell’armonia. Cristina Menéndez Maldonado, insistente collezionista di parole, mescola finzione e realtà e ci fa scoprire in questo racconto, con un’intrecciata storia veneziana, il segreto di Vivaldi. lunedì 14 ottobre 2013 venerdì 18 ottobre 2013 Organizzato da: Ambasciata d’Italia a Madrid e IIC Madrid In collaborazione con: Libreria La Central e Comune di Mantova Omaggio a Giuseppe Verdi in occasione della XIII Settimana della lingua italiana a Madrid. Il tema della manifestazione, “Le parole di Verdi”, è stato scelto da un lato per dare rilevanza al bicentenario della nascita del compositore italiano, dall’altro per sottolineare la presentazione del libro “Verdi de puno y letras”, la prima traduzione al castigliano di una selezione di sue lettere. Tra gli eventi che sono tenuti presso la capitale spagnola, da segnalare il concerto del Plural Ensemble - che ha eseguito il poco conosciuto Quartetto in mi minore - e la proiezione di “Rigoletto a Mantova” di Marco Bellocchio, trasposizione filmica dell’omonima opera di Verdi girata nei luoghi e nelle ore previste dal libretto. La XIII Settimana della lingua italiana è stata interamente organizzata dal nostro Istituto di cultura. 12 OTTOBRE “DIA DE LA HISPANIDAD” È la Fiesta Nacional e vuole ricordare solennemente i momenti della storia collettiva che fanno parte del patrimonio storico, culturale e sociale di tutti i cittadini spagnoli. La data del 12 ottobre simboleggia le effemeridi della storia nella quale la Spagna aveva concluso un processo di costruzione dello stato partendo dalla pluralità culturale e politica e l’integrazione “de los Reinos de España” in un’unica monarchia. Comincia un periodo di proiezione linguistica e culturale che va oltre i confini europei. Per la prima volta il Re non era presente per motivi di salute e quindi ha visto il Principe Felipe come protagonista della giornata. La Endesa e la fundaciòn realmadrid hanno celebrato per il 4° anno il torneo per l’integrazione con un incontro di football triangolare fra bambini tra i 12 e i 13 anni provenienti dal Cile e dal Peru’ e con la squadra del “Cantera” del Realmadrid. Fa parte dell’accordo di collaborazione tra l’Endesa e la fundacion Realmadrid che dal 2010 permette di realizzare i sogni di questi bambini che procedono da zone represse del Cile e del Perù. 78/2013 Pag. 13

[close]

p. 14

BARCELLONA di Maria Santini S E T T I M A N A G r A N D E D E L L A G A S T r O N O M I A I TA L I A N A CINEMa E GaSTrONOMIa Primo evento della Settimana è stata la rassegna “Cinema e Gastronomia”. Filo conduttore della rassegna, come spiega bene il suo nome, il legame tra la settima arte e la gastronomia nelle sue molteplici sfaccettature. Alessandro Castro e Fabio Tropea, docente presso la Uab di Barcelona Secondo le note di scena a cura della stessa compagnia “Il caffè della Casa offerto dal Teatro Stabile di Barcellona si prende come aperitivo, giusto prima di cena, a stuzzicare l’appetito con le sue sottili note fruttate e l’intensa tostatura al gusto di cacao. Si centellina come un Valdobbiadene, alla ricerca dei suoi vitigni: un Goldoni di base, qualche tocco di Totò, un innesto di Parini e Redi, ed altri ancora. Si assapora come un crostino, un’olivella, un salatino, un’acciughetta. Un aperitivo leggero, inconfondibilmente italico: fresco e sano, pungente e saporito. Incontro e nozze di dolce ed amarognolo, di piccante e di acidulo, equilibrati tra loro per accarezzare il palato. Undici personaggi si incontrano, più o meno casualmente, in una “bottega del caffè” d’una città italiana. Vengono da epoche e mondi diversi, ciascuno col suo carico di vissuto e di aspettative: ma tutti condizionati dalla necessità condivisa da ogni essere umano, essenziale per la sopravvivenza di ognuno. Quale sia, è facile intuire, e non la dichiariamo: alla scena il compito di mostrarla in molte delle sue sfaccettature.” PErFOrMaNCE DEL TEaTrO STaBILE DI BarCELLONa, “IL CaFFÈ DELLa CaSa” PICCOLI PaSTICCErI La Casa degli Italiani insieme all’Accademia Italiana Gastronomia Storica ha riservato ai loro piccoli ospiti una divertente, genuina, e giocosa avventura: “Genitori e figli insieme in Cucina”. Nella Tavernetta della Casa, una volta armati di grembiuli di tutte le forme, colori e misure, e con la ricetta alla mano, i bimbi portano i grandi a fare la spesa: l’iniziativa voleva dare la possibilità ai piccoli di essere loro i protagonisti della Cucina, e con l’aiuto e la guida dei genitori, sfornare il loro dolce preferito. A BARCELLONA LA GASTRONOMIA ITALIANA La terza edizione della Settimana della Gastronomia Italiana a Barcellona ha visto la luce il 14 Ottobre 2013: la Casa degli Italiani di Barcellona con l’Accademia Italiana di Gastronomia Storica hanno provveduto ad organizzare eventi che si sono svolti per tutta la città fino al 27 Ottobre scorso. La “Settimana Grande della Gastronomia Italiana”, ha avuto come filo conduttore le eccellenze del cibo del nostro Paese declinate sotto molteplici forme e collaborazioni varie, sia culturali che logistiche. Si è iniziato dal 14 al 17 Ottobre con “Cinema e Gastronomia”, una rassegna di film a tema. Quattro proiezioni (“La cuoca del presidente”, “Il profumo del mosto selvatico”, “Sapori e dissapori”, “Solo postres”) introdotte e commentate da Alessandro Castro che ha tenuto anche una conferenza dal titolo “L’importanza del cinema nella gastronomia”. Nel corso della rassegna è intervenuto anche Fabio Tropea, docente presso l’Università Pompeu Fabra. La Settimana Grande è poi continuata il 20 Ottobre con “Piccolo pasticcere – Genitori e figli insieme in cucina”. L’idea era quella di regalare una domenica in compagnia a genitori e figli, che spesso non riescono a passare del tempo di qualità insieme per via della frenetica vita di tutti i giorni. Lo svolgimento della giornata, era molto semplice: bimbi e bimbe avevano a disposizione gli ingredienti delle ricette che i genitori avevano scelto per loro qualche giorno prima. Grazie alla collaborazione dei genitori, i nostri attori si sono trasformati in piccoli pasticcere, con dolci che hanno deliziato il palato dei presenti. Al termine della mattinata, inoltre, tutti vincitori: tutti hanno infatti ricevuto l’attestato di partecipazione, ricordo di una bellissima giornata trascorsa insieme. Il 22 Ottobre è stata invece la volta dell’inaugurazione di “Vetrine”, un’esposizione di foto che raffiguravano i diversi modi di esporre i cibi nel mondo. Il giorno dopo, il 23 Ottobre ha invece aperto i battenti il “Mercatino di Beneficenza”, al quale hanno collaborato Delicandi, Cbg, Assaggi, Modena Estense, Levoni, Mercato de la Boquería. Grazie al mercatino, che vendeva prodotti gastronomici di altissima eccellenza italiana, si sono potuti raccogliere fondi per le azioni benefiche della Casa degli Italiani di Barcellona. Ma le attività non si sono svolte solo all’interno della Casa degli Italiani: mercoledì 23 Ottobre Alessandro Castro ha infatti accompagnato una serie di fortunati “In giro per il mercato” della Boquería. I partecipanti hanno gustato con gli occhi (e non solo) le straordinarie specialità di questo importantissimo mercato, uno dei più famosi in Europa per dimensione e varietà del cibo in vendita. “Prevenzione e Alimentazione” è stato il titolo della conferenza, tenuta dallo stesso Castro, con successiva dimostrazione e assaggio, con lo scopo di spiegare i fondamenti non solo di un´alimentazione preventiva, ma anche di una cucina sana: enunciate le regole basilari, ha provveduto a spiegare approfonditamente le motivazioni che stanno dietro a ciò, e che molti di noi avevano sempre dato per scontato. Il Gran Finale di questa saporita, inebriante, stuzzichevole Settimana si conclude nella serata di Venerdí, celebrando quest’ Arte straordinaria che unisce inestricabilmente cultura e cibo: il Teatro Stabile di Barcellona ci regala una divertentissima commedia, portandoci indietro nel tempo, e a spasso nello spazio. A seguire, la speciale cena all’ insegna delle tradizioni Italiane, frutto della collaborazione tra la Casa degli Italiani e il Ristorante Antiche Sapori – Fratelli de Angelis: Sfilano, una dopo l’ altra, sei portate dal gusto tradizionale e svariati dolci, accompagnati dalla musica di Vini e Spumanti. Alessandro Castro Pag. 14 78/2013

[close]

p. 15

BARCELLONA di Maria Santini MaSTErCLaSS PrEVENZIONE E aLIMENTaZIONE Siamo ciò che mangiamo. E siamo sempre più coscienti che uno stile di vita sano, e un’alimentazione ricca di prodotti freschi, variati e soprattutto associati nel giusto modo possono aiutare a prevenire e curare malattie, oltre che ovviamente far risplendere il tempio che è il nostro corpo. L’esperto storico dell’enogastronomia Alessandro Castro, questa sera ha introdotto e riproposto agli ospiti della Casa degli Italiani l’internazionalmente riconosciuto Amazon Medical Project, diffusosi in Europa con il nome Progetto Diana. Promosso dal Dr. Berrini con la collaborazione dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e dall’Istituto Europeo di Oncologia, lo scopo che si prefiggeva era la prevenzione alimentare del carcinoma mammario. Immaginando il nostro corpo come un terreno, iniziarono considerando gli alimenti di cui ci nutriamo come le sostanze che lo renderanno debole o forte, fertile o sterile alla nascita di cellule tumorali. In apertura della masterclass gastronomica, Castro ha illustrato i principi base della cucina sana, iniziando dalla chimica degli elementi, passando alla qualità delle materie prime, per arrivare ai vari metodi di associazione e cottura degli alimenti. L’azienda Ius Familia, divisione di Bufete Conesa Asociados, in collaborazione con la Camera diu Commercio Italiana, ha tenuto un seminario sul “plan de parentalidad”, la tutela condivisa e la tutela dei minori nei processi familiari. L’incontro è stato tenuto dall’avvocata María Serra Muñoz. Esposizione “Homenaje a antoni Clavé en su Centenario, obra gráfica de los años 60” dal 24 ottobre al 13 novembre NOTIZIE: IN GIrO PEr IL MErCaT DE La BOQuErÍa “In giro per il mercato” è stato un evento mobile sviluppato sotto la guida di Alessandro Castro, con l’intento di scoprire le radici della gastronomia attraverso una degustazione, anche visiva e tattile, dei prodotti del Mercat della Boquería di Barcellona. L’ambiente suggestivo e corale e le grida provenienti dai banchi colmi di prodotti multicolori hanno accompagnato gli avventori della Casa nel loro percorso al Mercato: tra un bicchiere di Cava e una tapa, il viaggio si è trasformato nella scoperta di un paradiso nel centro della città. ISTITUTO ITALIANO CULTURA 18 ottobre - 10 novembre 2013 “Inferno. La storia tragicomica di Tristano Martinelli, Arlecchino.” Commedia dell’Arte Scritto ed interpretato da Felipe Cabezas – Regia: Berty Tovías Basato sul libro di Siro Ferrone, “Arlecchino”. La compagnia La Ira Teatro presenta lo spettacolo. CENa SPECIaLE “L’ITaLIa DELLE TraDIZIONI” Una cena mensile decisamente speciale quella che si è svolta alla Casa degli Italiani, organizzata in collaborazione con l’Accademia Italiana Gastronomia Storica ed il Ristorante “Antichi Sapori” dei Fratelli De Angelis. Una serata conviviale dal titolo “l’Italia delle tradizioni”. I Saluti e i ringraziamenti da parte del Presidente Giuseppe Meli ed il discorso di benvenuto di Alessandro Castro, organizzatore di questa cena speciale, hanno preceduto il ricchissimo e gustoso menù, servito impeccabilmente ai tavoli, e deliziando i commensali con contrasti di sapori propri della tradizione italiana. Cultura, sapori e tanta allegria: è questo il mix vincente della Casa degli Italiani, che ancora una volta è riuscita a distinguersi per una serata all’insegna del “Gusto” in tutti i suoi aspetti. Il MErCaTINO DI BENEFICENZa Ha visto la vendita di eccellenti prodotti della gastronomia italiana. Il ricavato è andato per sostenere le numerose azioni benefiche della Casa degli Italiani, organizzato assieme all’Accademia Italiana di Gastronomia Storica, con la collaborazione di: Mercat de la Boquería, Delicandi, Comercial Tilmad, Levoni, Moda Estense, CBG, Assaggi. 23 ottobre - 14 dicembre 2013 Las Fortificaciones de los hermanos Antonelli en Cuba. SIGLOS XVI-XVII Un’esposizione sulle importanti opere militari costruite a Cuba dai famosi architetti italiani Antonelli tra il XVI e XVII secolo per conto della Corona spagnola, durante il regno di Filippo II, Filippo III, Filippo IV e Carlo III. dal 2 al 24 novembre 2013 YO Y GIaNCarLO EN La BaSura Interpretato da Pasquale Marino Regia: Miner Montell Hagmann. Compagnia Bergamotto & Co. È la storia di un uomo che vive completamente circondato da immondizia, un vagabondo pagliaccio che ha come unico vero amico il pesce Giancarlo e come unico obiettivo trovare modi creativi per riutilizzare gli oggetti trovati tra i rifiuti. 78/2013 Pag. 15

[close]

Comments

no comments yet