MAGNIFICAT n°04

 

Embed or link this publication

Description

Parrocchia Cuore Immacolato di Maria - Cerretti

Popular Pages


p. 1

n° 04 del 19 maggio 2013 Notiziario della Parrocchia CUORE IMMACOLATO di MARIA - Loc. Cerretti di S. Maria a Monte (PI) - 0587.473021 - 333.1926936 - www.parrocchiacerretti.com www.parrocchiacerretti.com Mese Mariano Piccoli “grandi modelli” di preghiera Quando consideriamo le parole e le richieste che la Madonna a Fatima rivolse ai piccoli veggenti, come pure in altre apparizioni precedenti nel mondo, constatiamo che esse riguardano sempre la preghiera. La Madonna ripete le parole del suo Divin Figlio: “Occorre pregare sempre”. E’ dunque per una buona ragione che la Madonna domanda la preghiera. Ma che cosa vuol dire pregare? Pregare è parlare con Dio. Quando noi parliamo con qualcuno, noi siamo a contatto con lui. Quindi più noi preghiamo ed entriamo in contatto con Lui, e più Egli entra nella nostra vita. Per questo, anche, la preghiera è la migliore preparazione per ricevere l’Eucaristia. Il fatto che molte persone ricevono l’Eucaristia ma non godono i frutti spirituali di questo Sacramento dimostra che manca una buona preparazione: manca la preghiera. Ciò che la Madonna dice ai fanciulli di Fatima sulla preghiera. L’Angelo, nella prima apparizione, dice a loro: “pregate con me”. Nella seconda: “pregate!, pregate molto! Offrite preghiera continua”, e insegna loro a pregare. In ogni apparizione la Madonna chiede di pregare il Rosario e si presenta come “Madonna del Rosario”. La grandiosa apparizione del 13 ottobre 1917, mostra Fatima come un inno di preghiera. La preghiera che l’Angelo insegnò ai fanciulli mentre li invitava a piegare il capo profondamente fino a terra, creò in loro un tale entusiasmo per la preghiera che nessun ostacolo, nemmeno la morte, poteva loro impedire di pregare. “Da allora - disse Lucia - noi passavamo ore intere a ripetere con il capo curvo fino a terra, la preghiera che l’Angelo ci aveva insegnato”. I tre fanciulli pregavano sempre... Un giorno Lucia disse a Giacinta: “Questa notte mi sono alzata tre volte per recitare la preghiera dell’Angelo”. Giacinta, già molto ammalata allora, faceva lo stesso finchè potè. Francesco appena prima di morire, incapace oramai di pregare, chiese a coloro che gli stavano attorno, di pregare per lui. Giacinta e Francesco, andando a scuola, avevano l’abitudine di fermarsi in chiesa a pregare. Francesco quando gli era possibile, si isolava per essere solo, come un eremita, per pregare senza essere disturbato. La preghiera preferita Per i tre piccoli veggenti di Fatima la preghiera preferita era naturalmente il Rosario. Il 13 maggio 1917 la Madonna disse a Francesco che sarebbe andato in paradiso, ma doveva dire molti Rosari. Egli rispose che ne avrebbe detti quanti Ella voleva. E di fatto giunse a dirne parecchie al giorno. In prigione, il 13 agosto, i tre fanciulli ebbero il coraggio di pregare davanti ai carcerati. Anch’essi si unirono a loro nel recitare il Rosario. Anche le famiglie dei tre fanciulli cominciarono a pregare il Rosario e sovente lo pregavano assieme ai pellegrini. Tutte queste preghiere portarono frutto: conversioni, guarigioni, favori spirituali e fisici. Non si saprà mai quanto i cristiani, la Chiesa e il mondo hanno beneficiato della preghiera dei tre fanciulli. La loro preghiera e la loro vita sono un eccellente modello per tutti i cristiani. (Giuliano Kozinovitch) In questo mese di maggio cerchiamo di essere presenti sabato 18 alle ore 21:15 presso la Marginetta di via Cerretti. ”Questo è il mio testamento e la mia eredità: andate e fate amare la Madonna, recitate e fate recitare il S. Rosario” (PADRE PIO) Comunicazioni e Avvisi 03 e 04 settembre 2013 Rivolgersi in ufficio parrocchiale dal 19 maggio al 26 maggio APERTE LE ISCRIZIONI Mercoledì 22 maggio - S. Rita da Cascia PER IL PELLEGRINAGGIO DIOCESANO A ROMA NEL ore 18:30: S. Messa e benedizione delle rose. Ritiro Spirituale per i bambini che si preparanno a ricevere la “L’ANNO DELLA FEDE” Prima Comunione. Giovedì 23 e Venerdì 24 maggio ore 21:15: Incontro di riflessione sulla “Professione di Fede”. Sabato 25 maggio ore 10:00: S. Messa di Prima Comunione. ore 21:30: S. Rosario in via Mariani n° 58 presso la famiglia Raffa. DOMENICA 26 maggio - Solennita della SS. Trinità S. Messa delle ore 11:00: Solenne professione di fede. ore 21:30: Ritiro Spirituale della Famiglia del Cuore Immacolato di Maria.

[close]

p. 2

Parrocchia “Cuore Immacolato di Maria” Chiesa di Santa Cristina a “Le Pianore” Editoriale 22 Maggio: Festa di Santa Rita da Cascia Nacque da Antonio Lotti ed Amata Ferri, due “pacieri di Cristo” (antenati dei moderni “mediatori civili”) impegnati con le lotte tra guelfi e ghibellini, nel 1381 a Roccaporena, frazione di Cascia (PG). Margherita ma tutti la chiamarono Rita. Il primo miracolo le viene attribuito a soli 5 giorni dalla sua nascita, il miracolo delle Api Bianche: i genitori, impegnati nella mietitura, lasciarono Rita in una culla sotto ad un albero. Le si avvicinano 5 api bianche, che cominciano ad entrare e ad uscire dalla sua bocca ma senza pungerla, anzi, depositandole in bocca del miele. Un contadino, in un campo adiacente, si taglia profondamente una mano con la sua falce. Preso dal panico, lasciò il posto di lavoro in cerca di cure. Passando davanti alla culla, e vedendo le api sopra a Rita, cercò di scacciarle con l'arto ferito, che incredibilmente guarì. Ragazza mite, umile e ben educata fin da giovanissima si appassionò alla famiglia Agostiniana, San Giovanni, Sant’Agostino e San Nicola da Tolentino, tanto da voler prendere i voti e da voler frequentare assiduamente il monastero Santa Maria Maddalena di Cascia e la chiesa di San Giovanni Battista. Ma i genitori a 13 anni la promisero sposa a Paolo di Ferdinando Mancini, uomo violento, e dopo 3 anni convolò a nozze. Dal matrimonio nacquero 2 bambini, forse gemelli: Giangiacomo Antonio e Paolo Maria. Paolo si era convertito grazie a Rita, ma la loro unione venne interrotta dopo 18 anni quando venne assassinato dai suoi ex compagni. La famiglia Mancini voleva vendetta, ma Rita no e non rivelò i nomi degli assassini, invocando il perdono. Quando vide che i suoi 2 figli non volevano darle retta, chiese a Dio di vederli morire piuttosto che perseguire i loro scopi sanguinari. Da lì a poco i due fratelli si ammalarono e morirono. Rimasta sola, a 36 anni provò ad entrare al Monastero Agostiniano Santa Maria Maddalena, a Cascia. Ma venne rifiutata 3 volte, per la sua condizione vedovile e perchè nel monastero c'era una suora imparentata con la famiglia di Paolo, offesa per la reticenza della Santa. Solo dopo aver pacificato le due famiglie duellanti Rita ottiene di entrare nel Monastero, nel 1407: secondo la leggenda, furono i 3 santi protettori Sant’Agostino, San Giovanni Battista e San Nicola da Tolentino a portarla, dallo scoglio di Roccaporena dove Rita si recava per pregare, direttamente dentro al Coro. Nel Monastero rimase fino alla sua morte, sopraggiunta il 22 Maggio del 1457 a 76 anni. E si dice che abbia compiuto almeno altri 5 prodigi prima di morire: quello della vite, ancora oggi presente all'interno del luogo di culto; quello della spina (stigmate) della corona di Cristo sulla fronte; poco prima di morire chiese ad una sua cugina di portarle una rosa e due fichi dalla casa paterna. Era inverno, ma i frutti c'erano e la cugina glie li portò. E la rosa divenne il simbolo ritiano per eccellenza, un'esile ed umile donna riuscita a fiorire nonostante le spine che la vita le aveva riservato, donando il buon profumo di Cristo e sciogliendo il gelido inverno di tanti cuori; il giorno della morte venne avvistato uno sciame di api nere (dette murarie) nel convento, ed ancora oggi hanno dei nidi vicino all'abero di vite; le campane suonarono da sole. Il primo miracolo da defunta avvenne al momento di celebrare le sue esequie. Un falegname, Cicco Barbari, era da poco diventato invalido alle mani, non potendo più lavorare. Vedendo la salma di Rita, disse: “Oh, se non fossi 'struppiato' la farei io questa cassa!”. Il falegname guarì immediatamente e costruì la “cassa umile”. Ancora oggi si dice che ogni qualvolta Rita interceda per un miracolo il suo corpo, conservato all'interno della Basilica di Santa Rita da Cascia, emani profumo di rosa. È chiamata anche, oltre “Santa della Rosa” e “Santa della Spina”, dal popolo “Santa degli Impossibili” vista la quantità di miracoli attribuitole. Fu beata, 180 anni dopo la sua morte, nel 1627 sotto il pontificato di Urbano VII. Fu canonizzata durante il Giubileo del 1900 da Leone XI. Un’iniziativa per “l’Anno della Fede” 26 Maggio - Solennità della SS.ma Trinità Il prossimo 26 Maggio i membri del Movimento “Famiglia del Cuore Immacolato di Maria” vivranno la loro "Pubblica Professione del Credo" (in accordo a quanto disposto da Benedetto XVI nel Motu proprio - Porta Fidei, n. 8) durante la Santa Messa delle ore 11:00. Invito tutti i parrocchiani ad unirsi a questa iniziativa. Oltre ai consacrati, membri della FCIM, sono invitati a partecipare anche sostenitori, simpatizzanti, parenti e conoscenti. I consacrati parteciperanno alla professione pubblica indossando la Medaglia del Movimento FCIM; mentre tutti gli altri, se vorranno, potranno indossare i fazzoletti della FCIM. A seguire è previsto il pranzo condiviso nell'oratorio parrocchiale, con un momento di festa e fraternità fra tutti. Alle ore 15:00 ci ritroveremo in Chiesa per il Ritiro Spirituale Mensile, anche questo aperto a tutti, con l'Adorazione Eucaristica e la catechesi di padre Alberto Rocca ICMS. Saranno con noi anche le Suore, che staranno con noi sia per l'animazione delle celebrazioni, che per fare delle attività con i bambini al pomeriggio quando i genitori saranno al ritiro spirituale. Per preparaci adeguatamente all’ATTO PUBBLICO di PROFESSIONE DELLA FEDE, verranno riservate due serate di riflessione, GIOVEDÌ 23 e VENERDÌ 24 alle ore 21:15 Verranno proposti dei video sui “Testimoni della Fede” e a seguire una riflessione...

[close]

p. 3

Parrocchia “Cuore Immacolato di Maria” Chiesa di Santa Cristina a “Le Pianore” 22 maggio: Ritiro Spirituale per i bambini di Prima Comunione PROGRAMMA   Intenzioni S. Messe ore 9:45 - Arrivo ore 10:00 - Preghiera insieme (in chiesa) e lettura del Vangelo di Emmaus Lavoro riflessivo ore 11:45 - Sacramento della Riconciliazione ore 13:00 - Pranzo al sacco ore 14:00 - Filmato Prova della cerimonia, distribuzione delle preghiere dei fedeli, richieste di perdono, etc. ore 18:00 - S. Rosario ore 18:30 - Santa Messa (memoria di S. Rita da Cascia con benedizione ore 19:30 - Mostra delle “opere” dei bambini e PIZZA per tutti (il      Domenica 19 Maggio 7:30 + GIOLLI Gino, Bruna e Dino 9:30 (le Pianore) + CEI Virgilio, Marina. BACHINI Valentino, Venturina e Sirio 11:00 - Pro-popolo   delle rose)  ricavato della “mostra” servirà a finanziare la spesa per le pizze ...grazie!) Lunedì 20 Maggio 21:30 + Def. NOVELLI Romeo e Secondo Iniziative di Preghiera PREGHIERA PER LA FAMIGLIA: durante le domeniche del mese di maggio si pregherà per un gruppo diverso di famiglie: Martedì 21 Maggio 18:30 + Silvia e Giotto Mercoledì 22 Maggio 18:30 + CAROTI Bruno 19 Maggio - Per i nostri figli:  affinché restino uniti alle loro famiglie e fedeli a Nostro Signore;  affinché siano protetti da ogni male e realizzino la vocazione della loro vita;  per i figli nel dolore per la separazione dei loro genitori, affinché Dio li sostenga e li aiuti ad affrontare questi momenti difficili. Giovedì 23 Maggio 18:30 + BINDONI Renato Venerdì 24 Maggio 18:30 + CATASTINI Dorino 26 Maggio - Perchè tutti i giovani con la vocazione al matrimonio trovino il giusto compagno/a, vivano con serietà il fidanzamento e formino una santa famiglia benedetta dal Sacramento del Matrimonio. Sabato 25 Maggio 18:30 + LAPI Francesco, Rosina, Lucia ed Emilio PREGHIERA IN FAMIGLIA: Preghiera da farsi insieme prima dei pasti; S. Rosario; Preghiera del “Regina Coeli” al mattino, a mezzogiorno e alle sera. Domenica 19 Maggio 7:30 + Def. Fam. MASSETANI Nando 9:30 (le Pianore) + TOTI Erina 11:00 - Pro-popolo PREGHIERA PER LE MAMME: Nel mese di maggio avremo un’attenzione particolare alla figura della mamma (il 12 maggio, festa della mamma, alle ore 11.00 saranno benedette tutte le mamme). SANTO ROSARIO presso le “Marginette” della Parrocchia: Quest’anno pregheremo il Santo Rosario presso le “Marginette”. È bello che, tutti insieme, le famiglie al completo partecipino a questo momento:  Sabato 25 maggio ore 21.15: presso Famiglia Raffa, via Mariani n° 58 scelta è tra l’amore di sè fino alla dimenticanza di Dio, o l’amore di Dio fino alla dimenticanza di sè” “La (S. Agostino)

[close]

p. 4

Parrocchia “Cuore Immacolato di Maria” Chiesa di Santa Cristina a “Le Pianore” Anniversari e Ricorrenze Siccome ha fatto finta di dimenticare, ci sembra proprio il caso di RICORDARE i 35 anni appena compiuti il 10 maggio tra una schitarrata e l’altra, vero SERENA? Tanti auguri, un pò in ritardo... Tanti Auguri anche a Tavolaia, dove ANTONIO “GIUSEPPE” DICHIERA il 19 maggio festeggia una cifra tonda tonda... 60 anni!!! Auguri dalla famiglia e da tutti noi... E sempre a Tavolaia e sempre il 19 maggio è anche il compleanno di CATERINA FONTANA e perciò anche a lei vanno gli auguri di Padre Ennio e di tutta la comunità parrocchiale... Vi ricordiamo che questo spazio è a disposizione di tutti i parrocchiani che nelle prossime settimane vorranno far gli auguri a parenti e amici per compleanni, anniversari, etc. oppure ricordare qualche ricorrenza particolare. CONTATTATE PADRE ENNIO E SEGNALATE L’EVENTO DA RICORDARE Sostenitori un grazie speciale a... Via p.le Francesca sud, 112 d/e - Castelfranco di Sotto (PI) tel. 0571.489522 - idroduesse@alice.it FUSARO ANDREA ALIMENTARI Via Cerretti, 37/39 tel. 0587.473015 Sport e Tempo Libero Martedì 07 Maggio 17:00 - 18:30 Oratorio aperto (Tornei per ragazzi) Venerdì 10 Maggio 17:00 - 18:30 Oratorio aperto (Tornei per ragazzi) Sabato 11 Maggio 16:30 - 17:30 Prove del coro dei ragazzi 17:30 - 18:30 Lezione di musica e chitarra IL TUO LOGO IL TUO NOME LA TUA ATTIVITÀ Fatti vedere e fatti trovare sul nostro giornalino parrocchiale!!! Vuoi far del bene alla tua Parrocchia ed hai un’attività commerciale? Mettiamo a disposizione questo spazio (anche in differenti forme e misure) per la pubblicità della tua ditta o impresa, così grazie alla tua gentile offerta possiamo aiutare la Parrocchia a sostenere le spese necessarie e tu potrai far conoscere il tuo lavoro da tutti coloro che leggono il nostro giornalino... Un’ottima opportunità per sviluppare nuovi clienti e fidelizzare quelli attuali! Pensiero particolare... AIUTARE... TI AIUTA! Si ringrazia per la collaborazione gratuita nell’attività di progettazione, realizzazione grafica ed impaginazione: Santa Maria a Monte - www.visividea.it - 0587.365190 Periodico a diffusione interna - Composizione e stampa in proprio Attività editoriale a carattere non commerciale ai sensi previsti dall’art. 4 DPR 16/10/1972 n. 633 e successive modifiche e-mail: parrocchiacerretti@gmail.com Redazione: Frazione Cerretti 46 - 56020 S. Maria a Monte (PI) - 0587.473021 visividea

[close]

Comments

no comments yet