Boves e Società N.4

 

Embed or link this publication

Description

Periodico informativo dell'amministrazione comunale

Popular Pages


p. 1

boves società b&s b&s periodico informativo a cura dell amministrazione comunale -

[close]

p. 2

b&s b&s

[close]

p. 3

b&s b&s 3 auguri personalmente sto uscendo da una fase che mi ha molto amareggiato e che comunque lascerà un segno e sto riacquistando un po di serenità spero che anche per cittadini che hanno seguito le varie vicende degli ultimi mesi le reazioni si siano un po stemperate e l aria sia più respirabile ciò che è avvenuto ha avuto le sue motivazioni da una parte e dall altra e siamo ora in una nuova fase che credo sarà positiva per la città pur nelle serie difficoltà in cui si dibattono oggi gli enti locali sono questi i momenti in cui tutti noi ci dedichiamo ai regali e agli auguri sia gli uni che gli altri talvolta fatti con il cuore con affetto con simpatia o semplicemente con cordialità altre volte per consuetudine per obbligo di rapporto o di convenienza non è nella mia natura comportarmi come previsto nella seconda ipotesi e quindi con lo spirito della prima che mi rivolgo a tutti i cittadini sia ai molti che mi hanno sostenuto,come a chi è stato contro di me per esprimere al di là di ogni diverso modo di pensare sinceri auguri di buon natale e buon anno rinnovando l impegno personale e dell amministrazione per il miglior futuro della nostra città cordiali saluti mario giuliano boves società periodico informativo dell amministrazione comunale coordinamento editoriale aldo baudino michele baudino adriano toselli fotografie gian cerato foto bruno adriano toselli redazione e-mail info@mariatv.it concessionaria pubblicitaria maria tv sas corso langhe 47 alba direttore di produzione wilma franchino 3477632020 impaginazione gianluca vada 3358282054 per si viaggiare sas beinette e-mail gianluca.vada@libero.it stampa tipolitoeuropa via degli artigiani 17 cuneo

[close]

p. 4

4 b&s b&s il comune non ha entrate specifiche da destinare alle spese del servizio di pulizia delle strade e delle piazze connesso alle precipitazioni nevose conseguentemente deve utilizzare i proventi derivanti dalle entrate proprie per rendere transitabili le vie di cui fruisce tutta la collettività bovesana durante il periodo invernale l andamento altalenante del costo del servizio di sgombero neve è legato alla numerosità delle precipitazioni invernali alle quantità delle precipitazioni medesime nonchè agli aumenti dei costi complessivi connessi agli incrementi generali del costo della vita nel grafico sotto i costi sostenuti per negli ultimi cinque anni neve quanto ci costi!

[close]

p. 5

polizia municipale b&s b&s 5 l obbligo dei cittadini con l approssimarsi della stagione invernale il sindaco ha emanato un ordinanza ad integrazione del dispositivo dell art 56 del regolamento di polizia urbana al fine di tutelare l incolumità pubblica e la sicurezza urbana l ordinanza vieta e impone alcuni comportamenti ed in particolare stabilisce che e vietato spargere accumulare o depositare la neve rimossa dai cortili o da altri luoghi privati sul suolo pubblico i proprietari gli amministratori o i conduttori di stabili devono provvedere a che siano tempestivamente rimossi i ghiaccioli formatisi sulle grondaie balconi nonché tutti i blocchi di neve o di ghiaccio che si sporgono per scivolamento oltre il filo delle gronde balconi sulle strade pubbliche e cortili privati le operazioni di rimozione dei ghiaccioli o dei blocchi di neve dai posti suddetti ed in genere dai luoghi elevati non devono interessare il suolo pubblico qualora ciò non sia obiettivamente possibile le operazioni di sgombero devono essere eseguite delimitando in modo efficace l area interessata e salvo i casi di assoluta urgenza previa comunicazione al comando di polizia municipale in ogni caso la delimitazione dell area interessata dalla possibile caduta di neve e ghiaccio per non essere considerata occupazione abusiva di suolo pubblico deve riguardare il tempo strettamente necessario per la rimozione del pericolo le violazioni alle suddette disposizioni comportano l applicazione della sanzione da 25 a 300 euro qualora i proprietari amministratori o conduttori di stabili non provvedano a rimuovere le situazioni di pericolo determinate dalla presenza di ghiaccioli o blocchi di neve come sopra descritto il sindaco si riserva di adottare provvedimenti contingibili ed urgenti per l eliminazione dei pericoli provvedendo alla rimozione in via sostitutiva e ponendo le spese a carico degli inadempienti rimozione neve rifugio ceresole con il ricordo della stagione estiva ormai trascorsa riteniamo opportuno dare alcune notizie sull affluenza del rifugio ceresole dal mese di giugno esattamente dal 29 al 25 di settembre il rifugio è stato utilizzato da 25 utenti che a gruppi di 2 a 8 persone sono saliti al rifugio i commenti dei fruitori sono stati tutti positivi questo è quanto ci ha riferito la famiglia giuliano titolare del negozio di castellar la quale si occupa delle prenotazioni e consegna le chiavi per la prossima stagione estiva sono previsti alcuni lavori tra cui la costruzione della legnaia e la sistemazione del camino invitiamo tutti coloro che amano la montagna ad un maggior utilizzo di questa splendida struttura cogliamo l occasione per ringraziare la famiglia giuliano per la sua disponibilità e gentilezza e i volontari che stanno aiutando nel trasporto dei pali per la costruzione della legnaia ornella vola consigliere comunale

[close]

p. 6

6 b&s b&s trasporti scolastici negli anni 2005-2010 il rapporto di copertura del servizio trasporti scolastici scuolabus ha raggiunto al massimo quota 57,01 anno 2006 nell anno 2009 a causa di un trasferimento di competenze dalla regione piemonte alla provincia di cuneo e la conseguente assenza di contribuzione è stato raggiunto il minimo 33,46 i proventi delle rette dei trasporti apporto delle famiglie coprono i costi del servizio in misura pari al 32-35 da tutto ciò consegue che le risorse che il comune deve aggiungere per far fronte a questo servizio sono considerevoli e rappresentano la quota maggiore 177.368,70 83.465,43

[close]

p. 7

rifiuti 44 ma non basta dopo un primo slancio da aprile fino ad agosto ultimo mese di cui disponiamo dei dati provvisori la progressione di aumento del rifiuto riciclato si è arrestata tra il 40 e il 44 livello troppo basso per rispettare la legge che richiedeva nel 2010 una percentuale del 60 fatto che potrebbe procurare al comune una sanzione la quantità di rifiuto prodotto è sensibilmente diminuita nei primi mesi di quest anno per poi risalire quasi a livello 2009 fino ad agosto non ci siamo ancora se vogliamo vedere riduzioni apprezzabili dei costi di raccolta e smaltimento dei rifiuti dobbiamo ridurne la produzione il più possibile e riciclarne un quantitativo superiore e dobbiamo riciclare meglio non mescolando prodotti non compatibili con quelli correttamente riciclabili ad esempio con la carta non si debbono mettere i sacchi vuoti del cemento e la carta plastificata es copertine di riviste e il polistirolo da edilizia al momento è ammesso il polistirolo da imballo con la plastica non si devono mettere giocattoli elettrodomestici da conferire all area ecologica a fontanelle scarpe sedie e tavolini teli agricoli questi ultimi che vanno smaltiti presso ditte specializzate reti arancioni di protezione dei cantieri piatti posate e bicchieri solitamente usati per comodità deve essere conferita la plastica che riveste il ruolo di contenitore o imballo e quella che riporta nel triangolino con tre freccette il numero da 1 a 5 i rifiuti ingombranti materassi sedie stufe cassette di plastica tavoli giocattoli fusti sono ritirati gratuitamente a casa su appuntamento telefonando al n° verde 800654300 o devono essere conferiti all area ecologica le scatole di cartone devono essere smontate e piegate prima di essere messe nei cassonetti per quantitativi significativi di cartoni è previsto il ritiro a domicilio su richiesta il mercoledì o devono essere conferiti all area ecologica ricordiamoci che il cartone e l alluminio sono i rifiuti di maggior valore ricordiamoci che il malcing non produce rifiuto da erba tosata con il semplice utilizzo della lama apposita sulla maggior parte dei modelli di tosaerba che si può risparmiare il 10 della tariffa utilizzando il composter per l umido che sono in vendita pannolini lavabili che sulla vita del bambino che li utilizza permettono anche un forte risparmio il consorzio di raccolta dei rifiuti sta studiando una penale per il riciclo non corretto impariamo quindi da subito tutti a riciclare bene b&s b&s 7 distribuzione sacchetti raccolta umido si avvisano i cittadini che il comune di boves provvede alla distribuzione gratuita dei sacchetti per la raccolta differenziata dell umido chiunque interessato può provvedere direttamente al ritiro dei sacchetti presso l ufficio agricoltura/ecologia/ll.pp del comune di boves tel 0171/391814 durante il seguente orario di apertura al pubblico · lunedì e venerdì dalle ore 10,00 alle ore 13,30 · mercoledì dalle ore 8,30 alle ore 13,30 · martedì e giovedì dalle ore 8,30 alle ore 12 e dalle ore 14,00 alle ore 16,00

[close]

p. 8

8 b&s b&s io vado a scuola a piedi o in bici da settembre è partita una nuova iniziativa dell amministrazione comunale volta ad incentivare i nostri ragazzi a raggiungere la scuola a piedi È stato possibile realizzare questo progetto grazie soprattutto alla disponibilità e collaborazione del corpo locale dei nonni vigile dai questionari effettuati in tutte le scuole di ogni ordine e grado della nostra città sono emersi elementi significativi ma soprattutto utili per l amministrazione per capire i prossimi interventi da programmare mi ha fatto sorridere quanto emerso circa il plesso di rivoira molti genitori hanno dichiarato che accompagnano i bambini a scuola in auto per proteggerli dai pericoli e dal traffico fa sorridere ciò perché si pensa a rivoira come ad una frazione tranquilla ed invece non pare essere così sicura per i bambini che vogliono andare a scuola a piedi sarà cura dell amministrazione verificare la sicurezza dei percorsi e l intensità del traffico all ingresso e all uscita della scuola perché è anche un nostro preciso impegno quello di creare un ambiente in cui anche il bambino di prima elementare possa muoversi liberamente almeno nei pressi della scuola da lodare è sicuramente la frazione fontanelle dove la maggior parte ha dichiarato di mandare i bambini a piedi o in bici magari anche accompagnati da adulti o da altri coetanei non che il capoluogo sia da meno ma dato l ampio bacino di utenza e a volte anche l eccessiva distanza dell abitazione dalla scuola non è pensabile che tutti riescano a raggiungere la scuola senza l ausilio dell auto tuttavia è comunque lodevole l impegno di bambini e genitori infatti una buona percentuale di bambini residenti fuori dal concentrico usufruisce del servizio scuolabus inoltre dall inizio del progetto ad oggi ho visto diminuire notevolmente il numero di bambini scaricati sulla porta della scuola per questo ringrazio i tanti genitori che spesso su specifica richiesta dei figli permettono ai bambini di raggiungere la scuola a piedi magari spendendo anche qualche minuto del loro prezioso tempo l impegno di tutti permette anche di ridurre il traffico nelle vie ove si accede alle scuole e ciò comporta meno inquinamento e più sicurezza per quanti raggiungono la scuola a piedi o in bici davvero tanti sono poi i bambini che raggiungono la scuola cavalcando la loro bicicletta tempo permettendo ma la più originale che ho notato è sicuramente una bambina che quotidianamente raggiunge la scuola elementare di via alba a bordo dei suoi roller-blade cari genitori questa vuole essere per voi un occasione per educare i vostri figli facendo loro riscoprire piaceri ormai riposti nel dimenticatoio per via di quest era della comodità bisogna far riscoprire quanto è bello fare due passi all aria aperta cari ragazzi innanzitutto grazie per l entusiasmo con cui avete accolto e aderito a questo simpatico progetto capisco che le quattro biciclette messe in palio facciano gola a tutti ma vi invito a capire il significato più profondo di questa iniziativa e vi invito anche ad insegnare come già qualcuno sta facendo ai vostri genitori ad andare a piedi o in bici perché fa bene ed è bellissimo ricordo a tutti che oltre alle bici ci saranno anche altri premi mp3 colori penne sveglie le schede dovranno essere riconsegnate il 3 giugno alla scuola lricordo che concorre per la bici solo chi raccoglie 100 bollini e completa la tessera i bollini saranno distribuiti dai nonni vigile fino al 1 giugno in giorni scelti a campione e a sorpresa all ingresso o all uscita da scuola in caso di parità verrà effettuato un sorteggio ci tengo a precisare che questa iniziativa non vuole assolutamente penalizzare quanti raggiungono per necessità la scuola con il servizio di trasporto scolastico o quanti per motivi di inabilità fisica non possono fare a meno dell auto per cui sarà riconosciuta anche a questa persone la parte di contributo dato dai questionari è anche emerso che molti genitori accompagnano i figli a scuola per via dell eccessivo peso dello zaino sarà mia cura farlo presente agli insegnanti per il momento invito tutti a fare un piccolo sforzo a fare una piccola modifica alla quotidianità a cominciare a mettere nel dimenticatoio la brutta abitudine di voler sempre raggiungere la scuola il catechismo l oratorio la palestra o i negozi solo con l auto in collaborazione con la consigliera vola ornella sta anche cercando di organizzare il pedibus per cui colgo l occasione per invitare quanti vogliano rendersi disponibili a contattarci tempestivamente ringrazio davvero tutti per la collaborazione e vi auguro buon natale e felice anno nuovo hei ragazzi approfittate delle vacanze natalizie per riposarvi perché dopo arrivano i mesi in cui davvero si vedrà chi ha effettivamente abbandonato la brutta abitudine assessore di ielsi enrica marianna

[close]

p. 9

b&s b&s 9 lavori pubblici determina n 213 dell 01.09.2010 ripristino strada comunale via buscaje ­ eventi alluvionali 29-30 maggio 2008 ­ affidamento lavori ditta pautassi claudio di borgo s dalmazzo 15.693,82 determina n 218 del 16.09.2010 studio di fattibilità su centralina idroelettrica comunale studio di ingegneria dott ing s ferrari e ing f giraudo di cuneo 2.925,60 determina n 220 del 16.09.2010 lavori di sistemazione sponda destra torrente gesso nel comune di boves determina a contrattare per affidamento incarico di progettazione esterna ­ impegno di spesa e affidamento prestazione ­ studio di ingegneria dott ing s ferrari e ing f giraudo di cuneo 14.600,00 determina 223 del 20.09.2010 bitumatura tratto di strada delle ripe ­ impegno di spesa e affidamento prestazione ­ ditta edil scavi di dutto alberto c s.n.c di cuneo 4.027,94 determina 231 del 29.09.2010 acquisto sale per servizio sgombero neve ­ consorzio agrario delle provincie del nord-ovest di cuneo 10.458,00 determina 244 del 12.10.2010 approvazione lista di carico canali irrigui 2010 ­ accertamento risorsa 80.572,26 determina 250 del 20.10.2010 bitumatura tratto di via san mauro ­ affidamento lavori ditta edil scavi di dutto alberto c snc 21.342,86 determina 252 del 26.10.2010 bitumatura tratti stradali vari ­ anno 2010 ­ affidamento lavori nordica strade snc di demonte 140.104,16 con la collaborazione del corpo della squadra forestale regionale di cuneo si è provveduto alla pulizia dei valloni di seguito indicati vallone rebut vallone baudine e vallone perocca inoltre un gruppo di volontari della protezione civile nelle giornate del 13 e 14 novembre u.s ha provveduto alla pulizia dell alveo del torrente colla nel tratto compreso tra il ponte della s.s boves-peveragno e il ponte della s.s boves-s giacomo per quanto riguarda la risoluzione dei problemi della torbidità dell acqua potabile della frazione cerati l ufficio progetti dell azienda cuneese dell acqua di cuneo a.c.d.a ha predisposto il progetto preliminare ad oggetto lavori di sistemazione acquedotto a servizio della frazione cerati per un importo complessivo di 270.000,00 approvato dal consiglio di amministrazione dell acda con verbale n 80 del 09.08.2010.

[close]

p. 10

10 b&s b&s a piccoli passi tra le varie iniziative proposte dalla scuola di pace trovano priorità gli interventi presso le scuole bovesane sia nella primaria che nelle medie come l organizzazione della giornata della memoria impegno storico che ogni anno si svolge a fine gennaio l apertura e l attaccamento al nostro territorio ci ha portati a dedicare sempre più tempo all avvicinamento dei ragazzi delle scuole l adesione al `comitato italiano per il decennio per una cultura di pace e non violenza per i bambini e i ragazzi del mondo ha fatto da stimolo alla nascita del progetto denominato `piccoli passi insieme all associazione sentieri di pace di rosbella con il prezioso e fondamentale contributo di alcuni educatori professionali da quattro anni si è iniziato un percorso di riflessione con una quindicina di classi la convinzione che ci ha sostenuto è che l educazione alla pace e alla nonviolenza devono essere aspetti centrali del percorso educativo e di socializzazione di ogni persona solo in questo modo si può auspicare che i cittadini di domani possiedano senso civico e competenze per affrontare sfide e conflitti sempre più complessi senza ricorrere a dimensioni riduttive delle relazioni interpersonali quali la violenza e la sopraffazione oggi è cambiata la funzione comunitaria e generazionale dell educazione vi è stato uno spostamento della centralità dell educazione sul bambino ciò ha originato una deriva verso una visione personalistica ovvero valida solo per un determinato adulto e per un determinato bambino in questo senso la comunità sembra svincolata dalla responsabilità di tramandare e integrare le pratiche educative delegando a genitori insegnanti ed esperti psicologi e pedagogisti il compito di valutare e orientare l agire educativo pertanto l educare si gioca sempre più in un presente singolare autoreferenziale ciò che mi va bene è anche giusto e soprattutto semplificato in altri termini si tende a negare la complessità della relazione educativa attraverso la riduzione a problema o comportamento problematico e alla conseguente ricerca del responsabile a cui attribuire la colpa circa la causa del problema inoltre una certa paura e incertezza nell uso del potere educativo adulto ha generato una deriva rinunciataria una educazione liquida senza ancoraggi per adulti e bambini il fraintendimento tra potere e dominio tra conflitto e violenza tra limite e danno rischia di produrre una generazione di adulti senza progetto che non vuole correre pericoli che teme oltremodo le reazioni di figli e alunni in questo senso educare oggi rappresenta una sfida non semplice da cogliere tanto più se si tratta di educare alla pace a partire dalle relazioni interpersonali in termini operativi pertanto significa assumere il conflitto come elemento ineludibile della vita sociale e al tempo stesso rifiutare incondizionatamente la violenza alla luce di quanto accennato riteniamo che la scuola sia impegnata a svolgere un lavoro educativo di rilievo ma non si può pensare possa sopperirvi per intero in questo senso consideriamo importanti i contributi anche se minimi che la comunità locale nelle sue diverse espressioni riesce a offrire auspicando un ritorno nell esercizio di funzioni educative dei soggetti collettivi in coerenza con la filosofia dei piccoli passi abbiamo pensato a un avvicinamento graduale a un percorso propedeutico che deve necessariamente confrontarsi e crescere accostato ai bisogni espressi dagli insegnanti gli argomenti proposti e trattati nelle scuole sono · il riconoscimento e la gestione delle proprie emozioni in prima e seconda elementare · l incontro con l altro nella complessità delle sue implicazioni il mio compagno di scuola l adulto lo straniero il diversamente abile nelle scuole medie inferiori sappiamo che le tematiche sono molto delicate ma la convinzione che un mondo più sereno e in pace dove i nostri figli possano vivere felici e contenti proprio come nelle migliori fiabe si possa costruire ci spinge un piccolo passo dopo l altro a insistere su questo sentiero questo cammino si basa anche sulla certezza che possa essere sostenuto e condiviso da tutta la comunità bovesana in quanto realtà sociale e soprattutto educativa la scuola di pace nelle scuole bovesane consulta giovani rinnovata l 8 ottobre 2010 la consulta giovani ha rinnovato il direttivo e ha eletto presidente fabio dutto coadiuvato da mattia pellegrino come vicepresidente e federica giuliano come segretario le elezioni anticipate del direttivo sono state votate dalla maggioranza dei ragazzi della consulta in vista di un rinnovo dello statuto della stessa siamo stati chiamati a sostituire gabriele giordano e il direttivo uscente che in questi anni ha fatto un ottimo lavoro fra le prime iniziative abbiamo proposto il progetto futuro durante la serata del 22 ottobre dove abbiamo presentato le nostre proposte per il 20102011 le consuete attività della consulta come il torneo di beach volley a fontanelle a luglio 2011 o l hakuna matata cup in collaborazione con la parrocchia verranno riproposte consci del successo che hanno sempre avuto presto verranno ufficializzate le date per i pullman della neve a prezzi giovani per le note località sciistiche a breve la collaborazione con libera porterà i suoi frutti e per luglio 2011 un progetto ambizioso ci stiamo impegnando a incontrare il più possibile i giovani di boves con incontri mirati per poter capire cosa si sa della consulta e come viene recepita dagli altri il lavoro da fare è ancora molto ma siamo qua impegnati per farlo con tutta la passione che da sempre ci contraddistingue ricordiamo che noi ci ritroviamo una volta ogni quindici giorn controllate la nostra pagina facebook o il blog per la data precisa vi aspettiamo!

[close]

p. 11

b&s b&s 11 consulta comunale delle famiglie che cos è la consulta delle famiglie comunale che è già stata citata più volte sui giornali locali È un organo consultivo dell amministrazione comunale alla quale presenta proposte su iniziative ed argomenti inerenti le tematiche della famiglia ed esprime parere non vincolante su tutti gli argomenti affrontati dall amministrazione stessa che riguardano i problemi della famiglia di qualunque ceto sociale o nazionalità e confessione la consulta della famiglia ha piena autonomia per la regolamentazione del proprio funzionamento e per le azioni che intende porre in essere la consulta rappresenta i bisogni della famiglia avanzando proposte ed elaborando progetti e programmi da sottoporre al vaglio dell amministrazione comunale contribuendo all elaborazione delle politiche che interessano direttamente la famiglia in particolare a è strumento di conoscenza delle realtà e problematiche familiari b promuove progetti ed iniziative inerenti la famiglia c promuove dibattiti ricerche ed incontri d promuove la nascita di associazioni che operano nell ambito della famiglia e promuove rapporti permanenti con gli organismi istituzionali e con le associazioni operanti nell ambito sociale f raccoglie informazioni nel settore d interesse della famiglia g può esprimere parere in merito a progetti per le famiglie predisposti dall amministrazione comunale h può collaborare con i servizi del comune di boves e con altri enti presenti sul territorio dello stesso nella realizzazione di particolari obiettivi di interesse comune i promuove le politiche familiari fanno parte della consulta persone rappresentanti delle famiglie del territorio bovesano costituiscono la consulta delle famiglie l assemblea il presidente ed il vicepresidente il consiglio direttivo e i gruppi di lavoro ecco perché avere una consulta a boves come in ogni comune d italia può essere una risorsa una ricchezza un opportunità per questo molte famiglie in questi mesi si sono mosse partecipando a incontri propedeutici alla nascita della consulta accogliendo l invito dell assessore con delega alla famiglia ci siamo trovati per molte sere cercando di informarci e formarci su come fare anche qui a boves una consulta delle famiglie adesso siamo quasi pronti stiamo finendo di preparare lo statuto che istituisce la struttura della consulta che sarà poi presentato all amministrazione comunale per l approvazione È tempo in cui la famiglia creda in se stessa e diventi in qualche modo interlocutrice di una società e ogni singola persona recuperi il senso della cittadinanza a questo proposito siete tutti invitati a partecipare alla prima assemblea pubblica di presentazione e di votazione del consiglio direttivo che si convocherà nei primi mesi dell anno 2011 nella nostra società la famiglia ha avuto un ruolo fondamentale per la crescita lo sviluppo e il benessere della persona riconosciamolo insieme e valorizziamolo la consulta nascerà anche con la tua partecipazione ti aspettiamo alessandro pellegrino a nome del gruppo di lavoro creazione consulta

[close]

p. 12

12 b&s b&s orariufficicomunali soprannomi bovesani collabora anche tu e in corso una ricerca sui soprannomi in bovesano stranom di boves a cura di un gruppo di amici che intendono riscoprire quello il patrimonio della nostra comunità si tratta di una occasione per tirare fuori dall anonimato una pagina di storia bovesana sottolineando il carattere unitivo e non punitivo di un nomignolo la gente si riconosceva attraverso il soprannome e si orientava tra quei cognomi così diffusi esempio pellegrino baudino dutto cavallo cavallera giordano tanto da diventare di difficile riconoscimento il gruppo di ricercatori si rivolge pertanto a tutte le persone interessate a collaborare sia per scoprire nuovi soprannomi sono già oltre quattrocentocinquanta sia soprattutto per dare un significato agli stessi è questa la parte più impegnativa chiediamo anche a tutti i bovesani di autorizzarci a dare pubblicità alla ricerca che in seguito intendiamo pubblicare il silenzio è da noi considerato assenso alla pubblicazione stessa grazie chi intende collaborare può rivolgersi a piera e giorgio cavallera corso bisalta 197 tel 0171 388001 grazia e marino dalmasso via castellar 128 0171.388100 piera e matteo giubergia corso trieste 74 340.2902628 carla e luigi pellegrino via barale 9 0171.380644 e laura e enzo tomatis via don gnocchi borgo san dalmazzo 0171.269665 grazie ancora.

[close]

p. 13

b&s b&s 13 dall associazione auser un aiuto agli anziani l auser è una associazione di volontariato senza scopo di utile onlus che opera a favore degli anziani contro la loro solitudine e per la solidarietà nei loro riguardi cerca di farli sentire non un peso ma protagonisti della società con la loro esperienza preziosa È costituita a livello nazionale regionale e provinciale con ramificazioni nei centri principali iscritta all albo del volontariato provinciale e al registro del centro servizi lavora e collabora con provincia comuni consorzi socioassistenziali comunità montane asl ospedali partecipa a bandi di fondazioni bancarie può essere uno dei soggetti cui destinare il 5 per mille della dichiarazione fiscale la sua attività principale si basa su numeri telefonici verdi a cuneo 800995988 e fissi a cui si possono chiamare i volontari per far loro compiere servizi sul territorio quello bovesano incluso si richiedono ventiquattro-quarantotto ore di tempo per organizzare l intervento e si specifica che non si tratta di pronto intervento che manca l autorizzazione e l attrezzatura per il trasporto di non autosufficienti sono operazioni condotte del tutto gratuitamente sia su auto dell associazione che dei volontari gli anziani vengono accompagnati dal medico all asl in ambulatori in farmacia a far la spesa che può essere portata anche a domicilio agli uffici pubblici in banca e posta non si escludono passeggiate o compagnia in casa col progetto pony della solidarietà che dura dal 2006 finanziato dalla fondazione compagnia san paolo di torino è in atto una collaborazione con le scuole superiori cuneesi centocinquanta studenti che espletano funzione di volontari per alcune ore settimanali con il centro servizi società solidale di cuneo è realizzato il progetto anziani insieme rivolto agli anziani che vivono soli cercando di surrogare un ruolo tradizionalmente svolto dalle famiglie la sede provinciale cuneese è nel capoluogo in via negrelli 7/b risponde al numero telefonico 0171.601092 al fax 0171.606190 alla e-mail auserprov.cuneo@yahoo.it aperta dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18 tutti gli anziani possono usufruire dei servisi dell auser che cerca sempre volontari un impegno di due o tre ore alla settimana socialmente molto utile si avvisano gli utenti dei canali irrigui che le volture verranno effettuate solamente nel giorno di giovedì dalle ore 14 alle 16 per il periodo dal 01/12/2010 a 30/03/2011 avviso volture canali irrigui

[close]

p. 14

14 b&s b&s scuola materna monsignor calandri partita la corsa per la nuova sezione primavera l associazione scuola materna mons calandri di boves negli ultimi anni ha visto crescere il numero di bambini che frequentano il baby parking l isola che non c era le crescenti richieste delle famiglie hanno convinto il consiglio di amministrazione a pensare di ampliare l offerta didattica per questo sarà istituita la nuova sezione primavera destinata a venti bambini di età compresa fra i due ed i tre anni consentirà di alleggerire il baby parking e contemporaneamente ridurre il carico di spesa delle famiglie infatti grazie ad uno specifico finanziamento regionale per queste sezioni le rette saranno inferiori a quanto è dovuto per il baby parking la nuova sezione verrà collocata in locali che saranno ricostruiti nell ex porticato adiacente la scuola materna il progetto presentato l estate scorsa durante la serata di gala che si è tenuta nel giardino della scuola bovesana è in via di definizione e nel corso del 2011 dopo il normale iter burocratico avranno inizio ai lavori si tratta di una costruzione di 180 metri quadrati dei quali 120 al piano terra riservati alle attività della sezione e 60 metri al primo piano per attività complementari della scuola materna il costo dell opera si aggira sui 350 mila euro più di quanto preventivato inizialmente poiché l ampliamento comprende anche la parte bassa del porticato in un primo tempo non contemplata una scelta volta a consentire una totale fruibilità degli spazi al piano terreno e favorire l accesso all area esterna per una ottimizzazione degli spazi anche in ottica di utilizzi diversi in futuro tipo baby parking si tratta di una somma ragguardevole per la scuola bovesana che dovrà essere reperita attraverso la ricerca di finanziamenti da parte di enti bancari e fondazioni oltre naturalmente contando sulla sensibilità dei bovesani a questo proposito sono già state attivate alcune iniziative come la cena del galà di primavera un torneo di pallavolo ed il concerto di musica sacra di qualche giorno fa a chiesa vecchia iniziative che intendono sensibilizzare la popolazione e contestualmente rac nel disegno in sezione la freccia indica la parte di fabbricato evidenziata dal colore dove verrà costruita la nuova sezione primavera cogliere fondi alle quali ne seguiranno altre durante il prossimo anno grazie ad associazioni e gruppi che si sono proposti di contribuire con spettacoli e momenti aggregativi per raggiungere questo obiettivo è fondamentale il coinvolgimento di cittadini e associazioni ­ ci ha detto il presidente claudio cavallo sono due le finalità che ci prefiggiamo la prima è quella di aumentare il numero di soci per sostenere attraverso idee e partecipazione la vita della scuola la seconda ovviamente è per contribuire al raggiungimento del budget sufficiente alla realizzazione dell immobile ambizioni legittime per una finalità nobile vorrei ringraziare ­ dice ancora cavallo ­ tutte le persone che hanno aderito alle nostre iniziative diventando soci i partecipanti il galà di primavera n.d.r oltre a quanti hanno contribuito con offerte di gruppo o singole anche in occasioni di ricorrenze famigliari e che sino ad oggi ci hanno consentito di raccogliere oltre 10.000 euro segnali incoraggianti che ci fanno ben sperare speranze che contano sulla sensibilità delle persone che potrebbero concretizzarsi anche attraverso piccoli sforzi basti pensare che sarebbero sufficienti poco meno di 90 euro a famiglia le famiglie bovesane sono oltre 4000 per costruire l intero edificio per comprendere che anche le piccole goccie possono diventare un mare per le vostre offerte per la sezione primavera scuola materna monsignor calandri direttamente alla segreteria in via mons calandri n 16 oppure effettuando un bonifico con la causale liberalita per la sezione primavera iban it 40 y 08397 46030 000010112293

[close]

p. 15

b&s b&s 15 il valore del dono l anci l associazione nazionale comuni d italia ha chiesto a tutti i sindaci di sensibilizzare i cittadini alla donazione di tessuti e organi facendo riferimento all aned associazione nazionale emodializzati ci è giunta lettera che pubblichiamo volentieri invitando i cittadini a prenderne visione mario giuliano sindaco gentile concittadina/o su proposta delle associazioni del settore desideriamo richiamare la sua attenzione su un problema di grande rilevanza sociale la donazione di tessuti e organi a scopo di trapianto terapeutico grazie al progresso scientifico la donazione e il trapianto rappresentano una concreta speranza di vita per molte persone gravemente malate destinate a una morte prematura in italia e in particolare in piemonte disponiamo di centri di trapianto di eccellenza che assicurano risultati qualitativi ottimi ma non riusciamo a soddisfare il fabbisogno soprattutto per la carenza di tessuti e organi da trapiantare negli ultimi anni abbiamo registrato un progressivo aumento delle donazioni ma disinformazione pregiudizi dubbi timori individualismi non consentono ancora oggi di colmare il divario fra fabbisogno di trapianti e interventi realizzati con la conseguenza della perdita di molte vite che potrebbero essere salvate dai dati pubblicati dal centro nazionale trapianti del ministero della salute risulta che in italia al 30.06.2010 erano purtroppo in lista di attesa per un trapianto di organi o di tessuti circa 10.000 pazienti come è possibile migliorare la situazione impegnandoci tutti per promuovere sia l ulteriore svilup po di una cultura di solidarietà e attenzione alle persone malate sia la consapevolezza dell importanza dell aiuto reciproco per la crescita armonica di una società civile considerato che per ciascuno di noi le probabilità di avere bisogno di un trapianto sono circa quattro volte maggiori di quelle di diventare potenziale donatore le chiediamo quindi di voler valutare l opportunità di rivolgersi al centro trasfusionale più vicino per verificare la sua idoneità a donare il sangue e il midollo osseo cellule staminali in vita;¸ tenere tra i suoi documenti personali una dichiarazione autografa con il consenso al prelievo di organi e tessuti dopo la morte oppure l apposita tessera del ministero della salute o delle associazioni del settore debitamente compilata legge 91/1999 d.m 8.4.2000 ricordiamo che le cellule del sangue e del midollo osseo si riproducono e la loro donazione in vita non comporta una perdita irreversibile mentre l accertamento e la certificazione di morte prima del prelievo di organi e tessuti avvengono secondo procedure rigorose sancite da una legislazione garantista legge 578/1993 d.m 582/1994 d.m.11.04.2008 che assicura la massima tutela di donatore e ricevente soltanto un informazione corretta può consentire una scelta consapevole in caso di dubbi o timori la invitiamo a rivolgersi con fiducia al suo medico di famiglia o alle associazioni di seguito elencate · aned associazione nazionale emodializzati ­ dialisi e trapianto onlus piemonte ­ via pacinotti n 29 torino ­ tel/fax 011.4374298 · admo associazione donatori midollo osseo piemonte ­ via cavour n 4 villar perosa ­ tel/fax 0121.315666 · aido associazione italiana per la donazione di organi e tessuti provinciale ­ via baiardi n 5 torino ­ tel 011.6961695 fax 011.674627 · acti associazione cardiotrapiantati italiani torino ­ ospedale molinette corso bramante n 88 torino ­ tel fax 011.6335072 · aitf associazione italiana trapiantati di fegato ­ ospedale molinette corso bramante n.88 torino ­ tel 011.6336374 fax 011.6634213 · gau gruppo assistenza ustionati piemonte ­ c.t.o via zuretti n.29 torino ­ tel.­ 011.2425984 · tpa associazione trapiantati polmone+amici piemonte ­ ospedale molinette corso bramante n 88 torino ­ cell 340.5915055

[close]

Comments

no comments yet