Dronero Attiva

 

Embed or link this publication

Description

Periodico Informativo dell'Amministrazione Comunale

Popular Pages


p. 1

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 1 dronero attiva -periodico informativo autofinanziato-

[close]

p. 2

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 2 qr-code con il tuo telefonino puoi andare direttamente sul sito del comune dronero attiva foto di copertina a cura foto vineis dronero redazione e-mail info@mariatv.it concessionaria pubblicitaria maria tv sas v c forlenza 7 beinette direttore di produzione wilma franchino 347-7632020 impaginazione gianluca vada 335 8181054 per si viaggiare sas beinette e-mail gianluca.vada@libero.it stampa tipolitoeuropa via degli artigiani 17 cuneo via cuneo 20 dronero tel 0171 918213 www.sild.it mail sildsrl@sild.it 1960 2010 pavimenti in legno per interno ed esterno porte elementi in legno per il fai da te tutto made in dronero prossima apertura punto vendita al minuto presso la sede

[close]

p. 3

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 3 cari concittadini droneresi vi raggiungiamo con questo foglio all indomani purtroppo delle dimissioni da sindaco di pier giuseppe reineri una scelta la sua difficile per me da condividere per il tempo trascorso insieme le occasioni di incontro le discussioni le decisioni assunte per amministrare questa nostra dronero scelta che pero amichevolmente rispetto:c è in lui quella saggezza dell età che regola la vita delle persone che forse ancora mi sfugge e c è da parte mia e di noi che gli siamo stati a fianco grande e sincera considerazione per la passione ed onestà da lui profuse in questi 17 mesi gli auguriamo tutti un felice trascorrere di anni in famiglia circondato da amicizia e da soddisfazione negli impegni che per l altrui bene ancora vorrà assumere lo ringraziamo di cuore per quanto è riuscito a portare avanti in questi mesi le righe di questo giornale volute da alcuni di noi non hanno intento di propaganda politica né tantomeno di assunzione in proprio di meriti su quel che è stato realizzato in questo breve periodo di legislatura su questo ognuno con obbiettività e serenità giudicherà in base ai propri intendimenti aspettative ed impegni questo giornale che è totalmente a nostro carico ha come obiettivo principale quello di far conoscere la reale situazione del nostro paese in termini di gestione del bene comune di debiti come ad esempio la situazione del recupero del teatro civico che tanto fatica ad essere aperto al pubblico come già detto in questi mesi la situazione finanziaria del comune è tutt altro che bella anzi a dirvi la verità personalmente sono dispiaciuto pensando che dopo l ultima ricontrattazione dei mutui del comune avvenuta nel mese di novembre 2010 ben 46 mutui attualmente contratti mio figlio che oggi ha 3 anni solo all età di 32 anni vedrà estinti alcuni debiti contratti dalle ultime quattro amministrazioni passate vi chiederete come sia possibile io stesso ho avuto difficoltà a capirlo e ad accettarlo ma per fare fronte ai tagli della finanziaria e non penalizzare il comune con i paletti imposti dal patto di stabilità questa è stata una delle poche strade che i comuni hanno dovuto percorrere per recuperare parte delle disponibilità finanziarie che consentisse loro una qualche possibilità d azione tale operazione permette al nostro comune di recuperare tra i 60 e 80 mila euro che avremmo dovuto pagare per interessi e restituzione dei mutui tanti comuni hanno fatto uso di questo strumento che permette sì nel breve periodo di avere disponibilità finanziaria ma nel lungo periodo va a gravare sui i nostri figli e notizia di questi giorni che la regione ha posto in discussione la possibilità di farsi carico parzialmente dello sforamento dei patti di stabilità per quei comuni che sono maggiormente penalizzati con conseguente riduzione dei tagli dronero nei prossimi anni avrà bisogno di una giunta comunale seria ed audace il sindaco dovrà essere una persona che più che cercar consenso voglia il bene della città,curi il suo armonico sviluppo nelle dotazioni strutturali dalle più complesse alle più semplici nelle articolazioni sociali in una dronero che con rapidità ha completamente cambiato la sua composizione umana si dovrà pretendere un rispetto ambientale che porti a far sì ad esempio che i nuovi edifici che si costruiscono siano con isolamento di classe superiore ovvero classe a o addirittura casaclima che con poche centinaia di euro al mese si possono riscaldare e ormai inconcepibile una scuola come quella di piazza marconi che costa al comune mediamente 10.000 euro al mese di riscaldamento dovremo puntare ad interagire con i comuni vicini per la gestione dei servizi con l obbiettivo di ridurne le alte spese di funzionamento mi riferisco in particolar modo all asilo nido dronero è uno dei pochi comuni oltre i grandi centri ad offrire questo servizio ben funzionante e concreto contributo per l occupazione,con molti bambini che arrivano dai paesi vicini ma con dei costi di gestione da parte del comune che le rette pagate dai genitori non bastano a coprire nelle prossime pagine troverete cose semplici ma utili per comprendere qualcosa in più del nostro comune che ricordo a me stesso ed a tutti è di tutti auspico che la gara per volerlo amministrare bene coinvolga nel più profondo ognuno di noi concludo augurando a tutti,alle famiglie droneresi a chi è nella sofferenza o nella solitudine un buon natale e un felice anno nuovo vi ringrazio ancora per la fiducia che ci avete accordato ringrazio tutto il personale del comune per la collaborazione e la competenza dimostrata nella gestione amministrativa nella certezza che per il tempo a venire non verrà meno bianco alberto dronero attiva 3

[close]

p. 4

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 4 3 1 0 0 4 0 1 0 2 1 5 0 9 1 678 0 dronero attiva 4 stampato su carta ecologica

[close]

p. 5

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 5 quanto costa scaldare i nostri edifici abbiamo ritenuto giusto informare i droneresi su quali sono le spese che si devono affrontare per il riscaldamento dei nostri edifici le cifre sono altissime e credo questa tabella ci aiuti a capire perché dobbiamo intervenire sul miglioramento dell isolamento degli edifici pretendendo che siano in classe di isolamento alta e soprattutto che si debba migliorare la gestione stampato su carta ecologica p g dronero attiva 5

[close]

p. 6

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 6 1 1 3 0 3 0 0 3 0 1 02$12 0 /0 2 4 1 1 3 0$001 2 .02 3 3 23 1 4 1 1 3 4 0 333 0 0 2 01 33 0 2 12 /3$202 4 1 1 3 0 1 2$1 03 3 2 3 0 1 stampato su carta ecologica 1 1 3 4 0 0 0 01 03 01 13 0 3 1 .2 0 4 1 1 3 2 2 2 032 2 02 3 23 1 1 3 20 2 03 0 3,2 2 1 02 1 4 1 1 3 2 01 2$103 3 2$2 2 0 1 1 4 in totale per tutti i nostri edifici il comune cioè tutti noi con le nostre tasse abbiamo dovuto esborsare per il solo riscaldamento nelle tre annate distinte stagione 2006/2007 stagione 2007/2008 stagione 2008/2009 122.906,72 133.721,36 187.809,91 la situazione è ancora peggiore sul lato energia elettrica che seppure possiamo usufruire gratuitamente di un determinato numero di kw/h anno per aver venduto all enel la nostra municipalizzata oggi dobbiamo comunque anticipare i pagamenti che poi dopo un buon periodo di tempo ci vengono restituiti al comune di dronero sono intestati ben 102 contatori enel con grande difficoltà di gestione e pur vero che ci vengono rimborsati parecchi soldi ma pensate che dispendio di lavoro comporta la gestione di tutti gli impianti e denunce obbligatorie degli impianti di terra sicuramente negli anni a venire dovrà essere fatto molto ordine cercando l accorpamento di impianti e contatori che a volte sono veramente inutili dronero attiva 6

[close]

p. 7

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 7 la rinegoziazione di mutui durante il consiglio comunale del 15 novembre è stata approvato il punto all ordine del giorno inerente la rinegoziazione dei mutui deliberato dieci giorni prima dalla giunta atto che è stato deliberato da molti altri comuni della provincia la rinegoziazione è uno strumento offerto a partire dal 21 settembre fino al 19 novembre di quest anno dalla cassa depositi e prestiti società a controllo statale che si occupa di finanziare gli investimenti degli enti territoriali attraverso l erogazione di mutui considerata la pesantissima situazione finanziaria del nostro comune si legge nella delibera di giunta caratterizzata tra le altre criticità da una persistente carenza di liquidità che costringe l ente a ritardare i tempi di pagamento dei fornitori nonché a ricorrere costantemente ad anticipazioni di cassa di tesoreria con aggravio di spese per interessi passivi è stato ritenuta praticabile tale rinegoziazione che consente al comune di ammortizzare in un tempo in un tempo più lungo la restituzione totale o parziale dei prestiti a suo tempo contratti e quindi una conseguente diminuzione delle rate annuali da restituire e una disponibilità tale di somme a bilancio da poter utilizzare a far fronte ad altre più impellenti necessità ed ottenere effetti positivi già nell esercizio finanziario 2011 in sostanza si è allungato la durata residua del prestito di 13 mutui permettendo così al comune di pagare rate semestrali più basse personalmente credo che non si possa non pensare a questa operazione che come ad un intervento che porta benefici nell immediato ma che di converso dilunga nel tempo il debito a scapito delle generazioni future la soluzione consisterebbe sempre a mio modestissimo avviso a ricorrere con estrema oculatezza e parsimonia allo strumento del mutuo per finanziare gli investimenti privilegiando altre forme di finanziamento meno onerose per le finanze ed i cittadini dott alessandro arlotto elenco dei mutui attualmente in carico al comune di dronero stampato su carta ecologica 0 0 0 0 $0 0 ,0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 2 0 2 0 !3 6 7 5 3 4 3 0 0 0 0 $0 0 dronero attiva 7

[close]

p. 8

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 8 $0 7 7 ,0 2 ,7 0 0 7 0 0 00 0 7 2 7 9 2 7 8 2 2 0 $0 0 00 0 0 0 0 0 0 0 0 0 00 0 0 0 00 0 0 0 stampato su carta ecologica 0 ,0 0 0 0 0 0 00 0 0 0 0 0 0 0 2 0 2 2 dronero attiva 8

[close]

p. 9

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 9 cinema di dronero perché ancora chiuso i lavori del cinema teatro iris di dronero sono iniziati nel settembre 2005 e avrebbero dovuto durare 2 anni la ristrutturazione dell iris fa parte di un intervento complessivo che ha interessato l intero palazzo del teatro per una spesa complessiva di 3.500.000 euro di cui 1.984.000 euro di fondi europei 600.000 messi a disposizione della fondazione crc 500.000 dalla compagnia di san paolo e il rimanente dal comune il palazzo ha tre piani sotto il livello stradale uno verrà destinato già a partire dalle prossime settimane alle associazioni di volontariato il secondo piano sarà da destinarsi alla biblioteca civica mentre il terzo piano inferiore che deve essere ancora adattato non è ancora stato deciso l utilizzo per l allestimento della biblioteca servono però altri 450.000 euro per l adeguamento dell impianto elettrico di illuminazione i mobili per lo stoccaggio dei libri e sala lettura e il trasloco la giunta uscente ha fatto predisporre dall architetto mellano di dronero un piano di intervento con richiesta di finanziamento sia alla regione che alle fondazioni bancarie a livello stradale si trovano i locali del caffè teatro e della rivendita di giornali salendo c è l ammezzato composto da un alloggio e il primo piano occupato dalla sala cinematografica con la galleria posta al piano secondo il primo ritardo nell apertura del cinema è stato dovuto alla mancanza di fondi che causa migliorie interne ha visto un ulteriore impegno di 150.000 euro che erano stati precedentemente accantonati per la nuova bocciofila non sono mancati problemi tecnici come l infiltrazione d acqua piovana attraverso i giunti di dilatazione della terrazza a sbalzo sul torrente maira e modifiche nella progettazione quando ormai tutto sembrava pronto per l apertura abbiamo chiesto il sopralluogo della commissione provinciale di vigilanza al fine del rilascio dell agibilità all uso del cinema ­ teatro purtroppo al loro sopralluogo è risultato che i professionisti incaricati all inizio del lavoro non avevano richiesto l esame progetto dei vigili del fuoco richiesta obbligatoria motivo per cui a fronte della mancanza della loro autorizzazione preventiva non è stato possibile rilasciare il certificato di prevenzione incendi i professionisti dal canto loro si difendono dicendo che siccome il progetto iniziale non prevedeva nessun lavoro di restauro del cinema stesso ma solo degli altri locali della struttura l esame progetto preventivo da parte dei vigili del fuoco non era necessario solo in un secondo tempo si è reso necessario intervenire sul tetto del cinema e quindi cambiare internamente la controsoffittatura facendo così ricadere i locali citati nelle prescrizioni delle norme di prevenzione incendi con necessità di istruire le pratiche a quel punto nessuno ci ha pensato o non lo ha reso necessario e quindi oggi ci si trova in un pantano abbastanza complicato la complicazione deriva dal fatto che se non si fosse fatto alcun intervento sul cinema tutto andava bene così mentre oggi presentare la richiesta di parere preventivo significa adeguare tutto il cinema alle attuali norme di prevenzione incendi con la necessità di una spesa ulteriore di circa 200.000 euro oggi ad esempio è richiesta la scala di accesso al palco l impianto di rilevazione incendio negli spogliatoi adeguamenti dei pavimenti e molto probabilmente una vasca di pompaggio per la rete idranti perché l acquedotto di dronero non ha sufficiente pressione siamo in attesa dei dettagli giacché il comune ha dato incarico ad alcuni nuovi professionisti esperti di locali di pubblico spettacolo affinché espletassero le pratiche insomma la storia sembra non avere fine però una cosa è certa abbiamo incaricato e pagato fior di soldi dei professionisti che avrebbero dovuto essere un po più accorti e per una volta tanto possiamo dire che i nostri politici non hanno tutte le colpe che si vuol fare credere stampato su carta ecologica consegne anche a domicilio az.ag.ilgermoglio@gmail.com dronero attiva 9

[close]

p. 10

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 10 il costo dei rifiuti dopo la chiusura della discarica di san nicolao la bolletta rifiuti per l anno 2010 è aumentata del 27 in queste settimane sono arrivate nelle case dei droneresi le bollette per il pagamento annuale della tariffa di igiene ambientale ossia per la riscossione del costo dello smaltimento dei rifiuti mediamente ogni famiglia deve far fronte ad un aumento rispetto al 2009 pari a circa il 27 per cento e pare che il prossimo anno vi sia un ulteriore aumento di almeno un 6 il cec consorzio ecologico cuneese cui aderiscono insieme con dronero altri 54 comuni del cuneese 161 mila abitanti ha deciso di ricorrere al rincaro per far fronte all aumento delle spese di interraggio dei rifiuti non differenziati poiché questi non possono più essere conferiti alla discarica esausta dallo scorso gennaio di san nicolao a borgo san dalmazzo ma devono essere trasportati in altri luoghi con costi decisamente superiori i rifiuti prodotti a dronero per esempio sono trasportati nell impianto privato di villafalletto con un esborso pari a 138 euro alla tonnellata rispetto ai precedenti 112 euro per tonnellata del costo nella discarica in proprio gestita dall acsr che rimane in funzione soltanto come centro di lavorazione altro motivo che concorre per il cec ad un forte aumento di spesa totale per il 2010 è il risarcimento che il consorzio stesso deve pagare all ex ditta affidataria del servizio di raccolta ­ la docks lanterna di genova a causa di un contenzioso ad esso intentato il cui lodo giudiziario non è stato accolto il famoso lodo arbitrale che costa alle nostre tasche circa 180.000 euro in più oltre al costo per lo smaltimento dei rifiuti buona parte dei sindaci aderenti al consorzio hanno protestato di fronte a questi forti aumenti chiedendo una gestione più lungimirante dell intero ciclo di raccolta e smaltimento rifiuti da due anni si chiede infatti una riorganizzazione delle società conivolte cec acsr ideagranda in modo da avere un unico interlocutore e ridurre costi gestionali ed amministrativi nell assemblea dei sindaci all inizio di quest anno quando siamo stati chiamati ad approvare il bilancio tutti hanno dato un consenso favorevole tranno i sindaci di dronero acceglio e macra proprio per protestare contro questi aumenti insensati del costo del servizio il sindaco di busca ha giustamente osservato che siamo l unico bacino sui quattro della provincia senza una discarica in proprio fino all anno scorso avevamo la tariffa più bassa della granda ma ora vediamo di non mettere a rischio anche gli investimenti fatti per ideagranda l ente pubblico-privato costituito fra la provincia di cuneo l acsr il gruppo buzzi unicem e pirelli ambiente ndr adesso occorre lasciare da parte polemiche e lamentele e pensare finalmente con lungimiranza all intero ciclo di smaltimento se non vogliamo fare la fine di napoli e naturalmente importante cercare di produrre sempre meno immondizia e differenziarla ma non bisogna dimenticare che anche differenziare costa occorre pur dire anche che i servizi hanno un prezzo da pagare e questo i cittadini consapevoli lo accettano di buon grado se vedono i loro contributi gestiti con criterio si dovrà lavorare molto in questo senso la tutela dell ambiente ci obbliga a comportamenti più adeguati solo così potremo assolvere all obbligo morale di lasciare alle generazioni future un mondo sostenibile stampato su carta ecologica orario isola ecologica dronero località ricogno zona industriale mercoledì e sabato dalle 9.00 alle 12.00 dal lunedì al venerdì dalle 14.00 alle 17.00 i materiali conferibili sono carta cartone vetro imballaggi in plastica verde sfalci di potature materiali ferrosi legno frigoriferi batterie d auto tv p.c e materiale elettronico vario toner cartucce ecc ingombranti oli esausti vegetali e minerali dronero attiva 10 stampato su carta ecologica

[close]

p. 11

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 11 ferrovia busca-dronero verso la rinascita come tutti sappiamo è presente da anni sul territorio di dronero l associazione amici della ferrovia busca ­ dronero i cui volontari si spendono giorno dopo giorno in funzione di una rinascita della linea ferroviaria che giace ormai abbandonata da diversi anni oltre ad organizzare la manutenzione e la pulizia dello stabile e dei binari oltre ai numerosi eventi di promozione turistica come in occasione della giornata delle ferrovie dimenticate o durante i festeggiamenti patronali di madonna di ripoli in cui sono state fatte correre lungo i binari ferroviari delle biciclette appositamente realizzate si sono svolti incontri a carattere istituzionale per dar nuova vita a questo piccolo patrimonio fino ad oggi inutilizzato a seguito di un colloquio tenutosi in alba con l assessore regionale all istruzione sport turismo e opere post-olimpiche alberto cirio al quale hanno partecipato oltre al sottoscritto il presidente dell associazione gian piero fissore e il consigliere comunale del comune di busca gian franco ferrero emerse la possibilità di un ulteriore contro con gli uffici della regione piemonte al fine di valutare l eventuale acquisto da parte della stessa regione della linea ferroviaria dismessa busca dronero ed una sua conseguente dazione in comodato d uso ai comuni di busca e di dronero come stabilito dalle recenti normative regionali in materia nell ultimo incontro che si è svolto nella mattinata del 22 novembre 2010 presso l assessorato ai trasporti della regione piemonte dove erano presenti oltre al sig fissore il sig ferrero e il sottoscritto anche del presidente della comunità montana valli grana e maira roberto colombero è emersa la volontà da parte dell assessorato regionale ad analizzare la richiesta di acquisizione avanzata dal comune di dronero stampato su carta ecologica impegnandosi a fissare al più presto un incontro tra la regione e l attuale proprietaria della rete ferroviaria dismessa la r.f.i s.p.a i dirigenti dell assessorato hanno poi auspicato l adozione di un documento condiviso e sottoscritto dagli enti locali interessati all acquisizione indicante i possibili utilizzi futuri della linea al fine di evitare la perenzione ­ cioè la perdita del finanziamento del fondo in dotazione all acquisto occorre a mio parere considerare le enormi potenzialità non solo turistiche della stessa attraverso una seria opera di analisi dei suoi possibili e mol teplici utilizzi nonché di valorizzazione storica ed architettonica dei suoi fabbricati continuando l impegno in vista di un suo utilizzo a vantaggio della collettività e dell interesse comune vorrei infine dare atto dell enorme impegno profuso dal presidente dell associazione gian piero fissore dal direttivo e tutti gli iscritti al quale va oltre al ringraziamento mio personale e dell amministrazione anche di tutti i cittadini che un giorno così mi auguro vedranno rinascere questa opera anche essa simbolo di dronero dott alessandro arlotto stampato su carta ecologica attivita di partecipazione ad incontri diversi nel corso di questo breve e intenso mandato ho avuto l occasione in qualità di consigliere con incarico bilancio tributi finanze e società partecipate dal comune di ricevere numerose deleghe per la partecipazione a varie occasioni di incontri istituzionali si segnalano le più importanti ed in specifico bilancio finanze e tributi collaborazione assidua e costante con l allora assessore al bilancio tributi finanze e società partecipate reineri franco per lo svolgimento e realizzazione dei compiti affidatimi scavi demolizioni sgombero neve alex rovera cell 345 9304220 rovera telesat soluzioni internet installazione antenne televisive cell 335 8142282 e-mail roverarsat@libero.it roccabruna dronero attiva 11

[close]

p. 12

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 12 cultura e manifestazioni rappresentanza del comune nelle celebrazioni del 18 e 20 settembre 2009 in memoria di ignazio vian nel 60 di fondazione dell associazione partigiana ignazio vian in boves intervento in rappresentanza del sindaco all incontro sul tema giolitti inedito conclusosi con l inaugurazione della mostra giovanni giolitti nella satira politica la nascita dell italia odierna promosso dal centro europeo giovanni giolitti di dronero presso il circolo ufficiali dell esercito italiano in torino in data 18 maggio 2010 numerose altre partecipazioni ad incontri promossi sempre dal centro europeo giovanni giolitti sia in dronero sia in cavour per la giornata di apertura della 12 scuola di alta formazione in cavour e conseguente inaugurazione della sede distaccata del centro giolitti il giorno 27 settembre 2010 partecipazioni a diverse riunioni dell istituto della resistenza di cuneo per l approvazione tra l altro dei bilanci d esercizio e di atti ad essi connessi partecipazione su delega del sindaco in seno al consiglio degli enti territoriali aderenti alla fondazione artea in data 9/9/2010 13/10/2010 e 17/11/2010 per la nomina dei componenti del consiglio di amministrazione della stessa presenza istituzionale in rappresentanza del comune in occasione di numerose feste patronali religiose e civili e convegni promossi dalla società civile aiuto nell organizzazione del torneo di calcetto in occasione dei festeggiamenti di madonna di ripoli nel 2009 rapporti con società partecipate enti pubblici ed incontri istituzionali partecipazione alla riunione indetta presso il comune di cuneo in data 13/11/2009 vertente in particolare sulla problematica della chiusura dell impianto di smaltimento rifiuti di borgo s dalmazzo intervento alla conferenza acqua bene pubblico in data 20.11.2009 presso il comune di cuneo partecipazione all assemblea dei sindaci convocati dall anci piemonte in torino il 22 novembre 2009 per una presa di posizione ai fini di rendere sostenibile per il comparto enti locali la manovra finanziaria 2010-2012 partecipazione con il movimento dei sindaci a padova in data 2/12/2009 per sostenere la proposta di far trattenere il 20 del gettito irpef direttamente ai comuni partecipazione su delega del sindaco all intercomitato dei sindaci dei distretti sanitari di cuneo borgo s dalmazzo e dronero svoltosi il 5/11/2010 presso il comune di cuneo in cui è stata manifestata la volontà di mantenere e potenziare il distretto sanitario di dronero partecipazione all incontro della società di gestione rifiuti c.e.c con l amministrazione comunale di dronero in data 25/11/2009 partecipazione all assemblea dei soci dell acda per l approvazione del bilancio d esercizio 2009 e piano delle opere 2010 intervento presso il tribunale di cuneo in data 29 aprile 2010 per l approvazione dei rendiconti delle spese per gli uffici giudiziari siti nei diversi comuni di cuneo borgo s dalmazzo dronero e fossano consigli e commissioni comunali partecipazione a tutti i consigli comunali senza riportare alcuna assenza partecipazione alla commissione dei giudici popolari segnalazioni per interventi di manutenzione o vigilanza agli uffici tecnico e di polizia municipale su richieste ed indicazioni esplicite dell elettorato ho pensato di portare a conoscenza dell elettorato queste attività che ho potuto svolgete in questo breve lasso di tempo confidando che esse siano state utili al comune di dronero e ai suoi cittadini dott alessandro arlotto due parole sui bilanci di dronero il patto di stabilità e crescita per gli enti locali è stato introdotto a partire dall anno 1999 ed è riproposto per i successivi dalle leggi finanziarie annuali lo si può definire come un insieme di disposizioni che impongono contenimenti delle spese ai fini del rispetto del patto di stabilità e crescita previsto dagli accordi comunitari e specificamente nel trattato di maastricht indebitamento netto della pubblica amministrazione/p.i.l inferiore al 3 e rapporto debito pubblico delle aa.pp p.i.l convergente verso il 60 le finalità di tale patto sono duplici ridurre il disavanzo finanziario e concorrere alla riduzione del debito pubblico al fine di adempiere alle disposizioni del patto le provincie e i comuni sopra i 5000 abitanti ­ tra i quali il nostro comune ­ devono conseguire un saldo finanziario esso è definito dalla differenza tra entrate finali primi quattro titoli di bilancio dell entrata e spese finali primi due titoli di bilancio della spesa ed è espresso in termini di competenza mista ossia pari alla somma algebrica degli importi risultanti dalla differenza tra accertamenti ed impegni per la parte corrente e dalla differenza fra riscossioni e pagamenti in conto competenza ed in conto residui per la parte in conto capitale al netto delle entrate derivanti da riscossioni di crediti e delle spese derivanti da concessioni di crediti qualora l ente non riuscisse a conseguire gli obiettivi fissati dal saldo incorre in determinate sanzioni tra le quali limiti agli impegni di spesa divieto di assunzioni e blocco del ricorso all indebitamento derivante da mutui per gli investimenti fin qui le definizioni obbligatorie a mio avviso per affrontare seriamente la questione detto in soldoni il patto di stabilità mira a disincentivare del tutto il ricorso alla contrazione di mutui da parte dei comuni infatti più mutui si stipulano più il saldo peggiora e di conseguenza l ente risulterà inadempiente andando incontro alle derivanti sanzioni quando si è insediata stampato su carta ecologica il patto di stabilità stampato su carta ecologica dronero attiva 12

[close]

p. 13

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 13 l amministrazione guidata dal dott pier giuseppe reineri il comune di dronero sotto l amministrazione capitanata dal dott giovanni biglione non aveva rispettato il patto di stabilità per tre anni consecutivi nel 2006 2007 e 2008 grazie all opera di rigore che è stata impostata dall ex assessore franco reineri durante l esercizio finanziario 2009 l obiettivo di rispetto del patto è stato pienamente conseguito risultando per tale esercizio nel novero dei comuni virtuosi merita a mio modestissimo avviso un discorso a parte l esercizio che sta per concludersi quello del 2010 dopo aver impostato il bilancio di previsione la normativa inerente il rispetto del patto di stabilità è stata ulteriormente aggravata dal d.l 78/2010 la c.d legge tremonti senza che fosse possibile prevedere norme così gravose le disposizioni del decreto hanno in sostanza previsto tagli ai trasferimenti dello stato verso gli enti locali tra cui il nostro comune e un rafforzamento delle sanzioni per il mancato rispetto del patto la norma che prevedeva il recupero dello sforamento con una riduzione dei trasferimenti ordinari in misura non superiore al 5 dello stesso è stata abrogata e sostituita con la disposizione che prevede una riduzione nell esercizio successivo del contributo ordinario dello stato in misura eguale allo sforamento del patto detto in parole semplici se un comune sfora il patto per una determinata somma nell anno seguente il contributo sarà tagliato per lo stesso importo siccome il comune di dronero si è trovato nel 2010 a dover far fronte ad una serie ingentissima di debiti pregressi ­ al 30/6/2010 ammontavano ad oltre 490.000 euro e assolutamente non procrastinabili in esercizi futuri pur compiendo sforzi senza precedenti nel senso di una precisa razionalizzazione delle spese e capitalizzazione dei beni a sua disposizione la nostra città si troverà presumibilmente nelle condizioni di non poter rispettare il patto per questo esercizio di bilancio per concludere vorrei aggiungere una considerazione personale una politica di bilancio che possa affrontare le problematiche connesse al patto di stabilità deve considerare anzitutto che fare ricorso all indebitamento da mutuo non rappresenta di certo una buona soluzione anzi ci si dovrà concentrare necessariamente su una politica di rigore finanziario senza ovviamente diminuire i servizi in qualità e quantità in modo da recuperare la distanza che ci separa da alcuni comuni a noi vicini i quali da molto tempo hanno intrapreso simili politiche con risultati eccellenti dott alessandro arlotto i bilanci dell amministrazione d ott r eineri il bilancio degli enti locali è il documento contabile con il quale attraverso l indicazione delle entrate e delle uscite dell amministrazione locale si dimostrano i risultati previsti o conseguiti della gestione relativi ad un determinato periodo di tempo in esso si esprimono le scelte di politica pubblica indicanti gli obiettivi da perseguire le politiche fiscali le modalità di finanziamento l allocazione delle risorse e la dinamica della spesa il bilancio assolve a numerose funzioni contabile di garanzia politica giuridica ed economica È deliberato dalla giunta e approvato dal consiglio comunale l approvazione del bilancio diventa un atto giuridico di autorizzazione senza o contro il quale gli organi dell ente locale non possono gestire la spesa pubblica né riscuotere le entrate gli stanziamenti del bilancio segnano giuridicamente il limite entro cui deve svolgersi la gestione amministrativa il bilancio vincola giuridicamente alla sua osservanza l attività della pubblica amministrazione si distingue in bilancio di previsione e rendiconto il bilancio di previsione strumento di programmazione che rappresenta i fatti amministrativi e di gestione che si presumono verificarsi in un determinato periodo è redatto in termini di competenza e segue alcuni principi tra cui quello del pareggio finanziario in poche parole si inseriscono le entrate e le uscite che si prevedono nell esercizio successivo le quali debbono essere in pareggio ovvero si spende tanto quanto entra il bilancio di previsione 2010 del nostro comune pareggia a circa 14.700.000 euro le voci più cospicue delle entrate sono inerenti le entrate tributarie ­ circa 2.000.000 di euro e quelle derivanti dall accensione di prestiti ­ circa 6.900.000 euro mentre sul fronte delle uscite fanno la parte del leone le spese correnti ­ circa 4.900.000 euro ­ e le spese per il rimborso dei prestiti ­ circa 5.275.000 euro nella relazione al bilancio di previsione 2010 si può leggere come le difficoltà con cui gli amministratori comunali si trovano ad operare non si sono ancora attenuate [rispetto alla problematica del patto di stabilità ndr lo scenario in cui prendere decisioni circa la spesa d investimento sono quelle di una totale incompatibilità con il rispetto delle regole in questione in special modo se si ricorre ad un nuovo indebitamento tra le altre problematiche risulta chiaro che le spese correnti sono aumentate specialmente a causa dell aumento della spesa della raccolta rifiuti dovuta alla chiusura del sito di stampato su carta ecologica stampato su carta ecologica complesso residenziale i prati roccabruna affiliato studio dronero s.a.s iscrizione ruolo società cciaa cn 1164 piazza martiri della libertà 32 dronero tel e fax 0171 1871014 w w w tecnocasa i t ogni agenzia ha un proprio titolare ed e autonoma ville singole ed appartamenti in quadrifamigliare strutture antisismiche alto risparmio energetico finiture di pregio dronero attiva 13

[close]

p. 14

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 14 discarica di borgo s dalmazzo ci si sta adoperando per contenere la spesa ­ si legge sempre nella relazione ­ con sforzi che riguardano anche il settore energetico facendo un analisi approfondita dai costi e razionalizzandone la gestione il conto consuntivo invece è il documento che dimostra i risultati della gestione consta di conto del bilancio conto economico e conto del patrimonio il conto del bilancio concerne la gestione finanziaria e ne confronta i dati finali con quelli previsionali mentre il conto economico evidenzia i componenti positivi e negativi dell attività dell ente secondo criteri di competenza economica e il conto del patrimonio riassume la consistenza del patrimonio al termine dell esercizio in sostanza questi documenti mettono in evidenza quanto è sano l ente si può leggere nella relazione allegata la conto consuntivo il 2009 è stato l anno delle elezioni amministrative l esercizio finanziario è stato quindi programmato dall amministrazione precedente e gestito solo in parte da questa amministrazione lo sforzo maggiore si è concentrato sul rigore della spesa per riuscire finalmente a centrare gli obiettivi del patto di stabilità dopo i 3 anni di sforamento unico comune in piemonte ad averlo sforato per tre esercizi consecutivi ciò che si è fatto è quindi un completamento dei lavori incominciati dalla passata amministrazione ma anche una attenta disamina delle problematiche lasciateci in eredità come ad esempio la realizzazione della cittadella delle bocce e della scuola materna di oltremaira l analisi della situazione economica non è ancora positiva si evidenzia infatti un risultato della gestione operativa pari euro 38.000,00 ma rettificata dalla gestione finanziaria e straordinaria risulta negativa e pari a circa 300.000,00 euro sarà quindi importante nei prossimi anni lavorare su questi dati cercando di migliorare ancora la gestione operativa e stata poi fatta un attenta analisi dei parametri di efficienza dei servizi a domanda individuale e data l aumento considerevole di alcuni costi non si è potuto non ricorrere all aumento di alcune tariffe a mio modesto e personale parere la futura amministrazione dovrà portare avanti una politica seria e rigorosa di risanamento dei bilanci condizione imprescindibile per spalmare i benefici di una gestione efficace ed efficiente a vantaggio di tutti i cittadini droneresi e assicurare agli stessi una maggior qualità dei servizi pubblici dott alessandro arlotto il distretto sanitario di dronero ho avuto occasione di partecipare come delegato del sindaco all intercomitato dei sindaci dei distretti sanitari di borgo s dalmazzo ­ dronero e cuneo svoltosi a cuneo il 5/11/2010 il tema ad oggetto era la ridefinizione degli ambiti territoriali di tali distretti il distretto sanitario di borgo s dalmazzo dronero con sede in via pasubio rappresenta come ogni distretto un articolazione dell azienda sanitaria locale per il cittadino è il centro di riferimento per l accesso a tutti i servizi sanitari e socioassistenziali dell azienda nonché il luogo di integrazione di tutti i servizi territoriali il distretto assicura i servizi di assistenza primaria relativi alle attività sanitarie e sociosanitarie nonché il coordinamento delle proprie attività con quelle dei dipartimenti e dei servizi aziendali inclusi i presidi ospedalieri attualmente esistono in provincia di cuneo ben 6 distretti tra i quali il nostro che si estende sull area a nord ovest del territorio dell a.s.l cn1 e comprende le valli maira grana gesso stura vermenagna e pesio la cui popolazione complessiva residente è di circa 85.000 abitanti la problematica era dare una nuova definizione degli ambiti territoriali dei distretti nascente dal fatto che una parte del nostro distretto facente capo al territorio di borgo s dalmazzo ed alcuni comuni contigui intendesse unirsi al distretto sanitario di cuneo le ipotesi viste le contrarietà manifestata a questa intenzione da parte della comunità montana delle alpi del mare ­ ex valle vermenagna e pesio erano dunque due o creare un unico grande distretto sanitario con sede a cuneo oppure mantenere il distretto di dronero e quello di cuneo nel cui ultimo sarebbe poi confluito il territorio di borgo s dalmazzo grazie alla tenacia con cui i comuni della comunità montana valli grana e maira ­ grazie al sindaco di caraglio giorgio lerda il presidente della comunità montana roberto colombero e il comune di dronero hanno portato avanti la tesi che un distretto sanitario con sede a dronero fosse imprescindibile si è giunti ad un documento finale contenente chiare indicazioni sul mantenimento sia del distretto di dronero sia del distretto più grande di cuneo da sottoporre alla dirigenza dell a.s.l che formalizzerà la questione tenendo conto della volontà emersa in tale seduta sembra dunque che il distretto sanitario di dronero non rischi più l estinzione anzi dovrebbe essere obiettivo della futura amministrazione pensare ad un suo potenziamento in virtù della qualità dei servizi erogati al cittadino dal nostro distretto dott alessandro arlotto stampato su carta ecologica ringraziamenti il 23 novembre 2010 per le motivazioni a tutti note si è concluso il mio mandato da consigliere comunale è grazie a chi mi ha accordato la sua fiducia nelle elezioni del 6 e 7 giugno 2009 se ho potuto adoperarmi per questa meravigliosa città e a loro innanzitutto vanno i miei più sinceri ringraziamenti e tutta la mia riconoscenza in questo breve tempo ho avuto modo di conoscere persone eccezionali che si sono dedicate costantemente per la collettività dronerese vorrei pertanto ringraziare franco reineri con il quale ho collaborato per la disponibilità la competenza la pazienza e la professionalità con cui mi ha istruito consigliato e supportato tutti i componenti della giunta comunale e della maggioranza in seno al consiglio comunale per la serietà e la dedizione con cui hanno lavorato tutti i dipendenti comunali che con disponibilità e competenza hanno fatto si che potessi portare avanti gli incarichi affidatimi l ing alberto bianco per la disponibilità e la dedizione offerta alla città nonché per avermi concesso questo spazio ringrazio poi i rappresentanti delle associazioni di dronero in particolar modo la dirigenza del centro europeo per lo studio dello stato g giolitti e i componenti dell associazione amici della ferrovia busca dronero infine intendo ringraziare tutti quanti gli amici i giovani sostenitori e i collaboratori che ho dimenticato di citare in queste poche righe i quali hanno fatto si che potessi svolgere al meglio l incarico che mi era stato affidato da ultimo resto a disposizione di tutti per eventuali chiarimenti o delucidazioni in merito alle righe poc anzi scritte saluto tutti cordialmente e auguro buon lavoro alla futura amministrazione sempre e soprattutto nell interesse del comune e dei cittadini di dronero dott alessandro arlotto dronero attiva 14 stampato su carta ecologica

[close]

p. 15

dronero_bozza_18.10.2010:beinette.qxd 06/12/2010 10.09 pagina 15 ai miei concittadini mi sembra giusto e doveroso nei confronti dei droneresi fare un riassunto inerente la mia delega come consigliere comunale in questi 18 mesi di mandato amministrativo giugno 2009 ­ novembre 2010 per quanto mi riguarda in veste di assessore alla cultura del comune di dronero presento il quadro riassuntivo riguardante il mio assessorato niente di particolare sono una persona semplice non un politico di professione come ogni arte anche la politica ha i suoi grandi artefici ed i suoi artigiani personalmente mi ritengo un artigiano della politica un dronerese come tanti ho solamente cercato nel mio piccolo di fare qualcosa per la mia bella ed importante cittadina dronero colgo l occasione per augurare a voi tutti un felice natale ed un prospero 2011 sergio declementi stampato su carta ecologica biblioteca comunale la nostra biblioteca civica cuore pulsante e punto di riferimento della cultura una grandissima banca dati ove è conservata la memoria cartacea storica e contemporanea sono ben 21.400 i volumi racchiusi nella nostra biblioteca a disposizione degli utenti le frequenze per i prestiti di libri per l anno 2009 sono stati ben 9.812 per 6.489 lettori mentre per l anno in corso 2010 sino a metà novembre i prestiti ammontano a 9.046 libri ma non solo la nostra biblioteca civica si presta ad attività didattiche ed a corsi per esempio l università della terza età riporto un breve riassunto sempre inerente ai miei 18 mesi di mandato amministrativo settembre 2009 presentazione del libro e come diceva sempre mia nonna un libro semplice scritto da una persona semplice senza troppe pretese ma una idea precisa lasciare un bellissimo ricordo dedicato alla nonna l autrice monica pasero su di un solaio polveroso rispunta un vecchio baule abiti libri scolastici e giocattoli e il vecchio caro diario rileggendolo riaffiorano in una giovane donna i ricordi dell infanzia la scuola le prime cotte le inseparabili amichette la figura predominante e fondamentale è l anziana nonna la sua saggezza suo affetto e nonostante la differenza d età la sua inesauribile capacità di comprensione stampato su carta ecologica legnami per l edilizia via cuneo 35 dronero tel 0171.918009 fax 0171.909896 betramolegnami@alice.it travature per tetti in massello e lamellare rivestimenti e arredo per giardini dronero attiva 15

[close]

Comments

no comments yet