Analisi Incidentalità Provinciale - Anno 2012

 

Embed or link this publication

Description

Analisi degli incidenti stradali avvenuti su tutto il territorio della Provincia di Crotone nell'anno 2011 sulla base dati Istat, raccolti ed elaborati dal Centro di Monitoraggio Provinciale della Sicurezza Stradale di Crotone

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2

Un particolare ringraziamento va alle Forze dell'Ordine - Polizia Stradale, Carabinieri e Polizie Municipali - che fornendoci mensilmente i dati sugli incidenti stradali avvenuti nella provincia di Crotone, contribuiscono al fondamentale processo di conoscenza del fenomeno dell'incidentalità stradale nel nostro territorio. Realizzato da: Dott. Fabio Bruno PISCIUNERI per il controllo dei dati, in collaborazione con: Ing. Luciano SERRAVALLE Francesco VIRARDI Centro di Monitoraggio Provinciale per la Sicurezza Stradale Provincia di Crotone http://sicurezzastradale.provincia.crotone.it sicurezzastradale@provincia.crotone.it Il pdf della presente pubblicazione può essere scaricata da http://sicurezzastradale.provincia.crotone.it/ nella sezione del "Centro di Monitoraggio" dedicato alle "Statistiche" Pubblicazione: Crotone, 29 Giugno 2012

[close]

p. 3



[close]

p. 4

Fin dalla sua istituzione il Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale (CdM) – con estrema coerenza alle direttive impartire dal “ Piano Nazionale della Sicurezza Stradale ” - ha posto al centro della propria attenzione ed attività quotidiana la riduzione della incidentalità nel proprio territorio, ivi compresi i tragici effetti ad essa collegati. L’individuazione delle criticità esistenti, nel sistema viario provinciale, hanno permesso di ottenere – attraverso i correttivi messi in opera - una flessione della incidentalità. Ma questo, da solo, non è stato e non è sufficiente a ridurre drasticamente il drammatico fenomeno che è da addebitare, altresì, all’uomo (eccesso di velocità, guida distratta e pericolosa, mancato rispetto della precedenza, della distanza di sicurezza, assunzione di alcool e sostanze stupefacenti). E’ stato necessario intervenire – con la consapevolezza che bisogna continuare sulla strada tracciata – proponendo una serie di attività finalizzate all’educazione dell’utenza stradale. Anche in questo campo il CdM si è determinato organizzando tutta una serie di eventi – con la collaborazione delle istituzioni che hanno competenza sulla sicurezza stradale, ivi comprese quelle scolastiche – finalizzati ad educare alla sicurezza, fin dalla più giovane età, portando all’attenzione della futura utenza - nonché a quella già interessata direttamente al problema - la conoscenza delle buone pratiche utili ad esercitare una guida corretta e sicura. I dati inseriti nella presente analisi vi mostreranno i risultati ottenuti nel periodo preso a riferimento. Sicuramente, qualora vengano rimosse tutte le criticità riscontrate, nel sistema viario, e con la messa in campo delle attività di educazione stradale, si potrà prevedere una sensibile ed ulteriore diminuzione degli incidenti e dei drammatici effetti ad essi collegati. Il Dirigente Ing. Alfredo VOCE Istituito l'01.02.2007, il Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale (CdM) è un organo conoscitivo, deputato allo sviluppo di analisi e valutazione, supporto all’azione di governo della sicurezza stradale. Il CdM di Crotone dall’1 Giugno del 2007 ha attivato la convenzione con l’ISTAT per la realizzazione di un flusso informativo integrato relativo alla rilevazione delle statistiche degli incidenti stradali. In seguito il CDM ha realizzato, in ambiente web, un progetto che consente l’inserimento degli incidenti geo riferiti direttamente dalle forze dell’ordine che li rilevano sulle strade e il successivo controllo e analisi. In particolare, il Centro di Monitoraggio Provinciale per la Sicurezza Stradale, è finalizzato a svolgere una funzione di raccordo, coordinamento, promozione, supporto tecnico, diffusione delle migliori pratiche e formazione dei tecnici che operano nel settore della sicurezza stradale, al fine di assicurare standard qualitativi e procedure operative comuni per il governo della sicurezza stradale, realizza l'elaborazione sullo stato dell’incidentalità, individua le situazioni di massimo rischio e dei relativi fattori che li determinano, analizza le misure di sicurezza stradale poste in essere e dei risultati conseguiti, verifica l’efficacia delle misure adottate. Siamo fermamenti convinti che solo attraverso il coinvolgimento di tutte le forze e degli attori che concorrono alla sicurezza stradale si possa ottenere una seria riduzione degli incidenti stradali così come abbiamo intitolato il primo progetto che è stato vinto nel lontano 2003 "La sicurezza stradale nella provincia di Crotone: una responsabilità condivisa". Il Responsabile del CdM Dott. Fabio Bruno PISCIUNERI

[close]

p. 5

INDICE • • • • • • • • • • • • • • • • • • • Serie storica Parco Veicolare Dati anno Forze dell'Ordine Mesi Giornaliera Distribuzione oraria Distribuzione oraria e settimanale Distribuzione nei weekend Tipo di strada Comuni Tipologia d'intersezione Natura dell'incidentalità Veicoli coinvolti Meteo e condizioni delle strade Età e Sesso Feriti per età e tipo veicolo Morti per età e tipo veicolo Analisi pedoni

[close]

p. 6

DEFINIZIONI INCIDENTI STRADALI Gli incidenti che si verificano in una strada aperta alla circolazione pubblica, in seguito ai quali una o più persone sono rimaste ferite o uccise e nei quali almeno un veicolo è rimasto implicato. Tale definizione risulta in accordo con quella utilizzata dalle norme internazionali (Unione Europea, Eurostat, Ocse, Onu…). MORTI Persone decedute sul colpo (entro le 24 ore) o quelle decedute dal 2° al 30° giorno, a partire da quello dell'incidente compreso. Pertanto, i decessi avvenuti oltre il 30° giorno vanno considerati nella condizione preesistente al decesso, cioè quella di ferito. FERITI Persone che hanno subito lesioni al proprio corpo a seguito dell'incidente. Data la difficoltà di definire criteri obiettivi sul livello di gravità delle lesioni subite, non si distingue tra feriti gravi o leggeri. COSTO SOCIALE La valutazione sia del danno subito dal singolo cittadino che quello subito dalla collettività a causa di un sinistro, comprendendo: i danni alle persone, ai veicoli ed all'ambiente. I parametri fissati dal P.N.S.S. sono: - € 1.394.434 ogni persona deceduta - € 73.631 ogni persona ferita INDICE DI MORTALITA' Numero di morti ogni 100 incidenti. INDICE DI GRAVITA' Numero di morti ogni 100 infortunati (morti e feriti). INDICE DI LESIVITA' Numero di feriti ogni 100 incidenti. UTENTE DEBOLE Pedoni, ciclisti e i conducenti e i passeggeri di ciclomotori e motoveicoli. http://sit.provincia.crotone.it/geokr/

[close]

p. 7

DATI 1999 - 2012 Feriti 539 476 488 481 671 555 557 470 463 413 371 396 Incidenti 524 480 314 411 280 251 295 268 221 270 232 279 299 261 244 245 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 Costo Sociale * € 66 € 65 € 57 € 55 € 43 € 53 € 54 € 69 € 69 € 69 € 60 € 56 Morti 19 15 € 35 19 22 20 20 18 16 14 11 13 11 € 46 6 4 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 * milioni di euro SICUREZZA STRADALE NELLA PROVINCIA DI CROTONE: UNA RESPONSABILITA’ CONDIVISA - 7

[close]

p. 8

DATI 1999 - 2012 388,5 Tasso Ferimento 311,5 272,6 280,9 277,8 277,2 239,9 214,5 321,1 321,3 304,0 270,4 265,2 230,7 Tasso Mortalità 12,8 11,6 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 11,5 10,4 9,2 11,0 11,0 8,6 8,1 7,5 6,4 6,4 3,4 2,3 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 8 - PROVINCIA DI CROTONE – CENTRO DI MONITORAGGIO PER LA SICUREZZA STRADALE

[close]

p. 9

PARCO VEICOLARE DELLA PROVINCIA DI CROTONE. ANNI 2004 - 2012* 130.000 125.903 127.131 127.131 125.000 120.000 115.000 110.000 105.000 100.000 95.000 2004 2005 2006 2007 112.949 108.471 118.674 116.798 123.411 121.471 2008 2009 2010 2011 2012 96.121 Consistenza del Parco Veicolare - ANNO 2012* 9.601 343 239 1.325 829 14.128 0 437 1.511 2.597 ALTRI VEICOLI AUTOBUS AUTOCARRI TRASPORTO MERCI MOTOCARRI E QUADRICICLI TRASPORTO MERCI RIMORCHI E SEMIRIMORCHI SPECIALI / SPECIFICI MOTOVEICOLI E QUADRICICLI SPECIALI / SPECIFICI RIMORCHI E SEMIRIMORCHI TRASPORTO MERCI AUTOVEICOLI SPECIALI / SPECIFICI TRATTORI STRADALI O MOTRICI * Fonte ACI in n. unità AUTOVETTURE SICUREZZA STRADALE NELLA PROVINCIA DI CROTONE: UNA RESPONSABILITA’ CONDIVISA - 9 MOTOCICLI

[close]

p. 10

DATI 2012 Analisi Incidentalità Provinciale - N. Incidenti, Tot Feriti e Tot Morti per Anno Incidenti 279 299 261 244 245 Feriti 555 557 470 463 396 Morti Costo Sociale (ML) 20 € 68,75 20 € 68,90 18 € 59,71 16 € 56,40 4 € 34,74 463 2008 2009 2010 2011 2012 396 244 245 16 4 Incidenti Feriti Morti Dal 01 giugno del 2007 il Centro di Monitoraggio Provinciale della Sicurezza Stradale della Provincia di Crotone è in convenzione con ISTAT per il rilievo degli incidenti stradali rilevati dalle Forze dell'Ordine che devono essere obbligatoriamente trasmessi per far parte della base dati ufficiale italiana. Nel 2012, la Provincia di Crotone ha registrato 245 incidenti stradali con vittime. Tali incidenti hanno provocato la morte di 4 persone ed il ferimento di 396 utenti della strada di cui 25 pedoni feriti e un pedone morto, con tassi rispettivamente di 2,3 morti e 230,7 feriti ogni 100 mila abitanti. I dati confermano la contrazione dell’ incidentalità che ha caratterizzato l’anno precedente, infatti l’evoluzione dell’ultimo quinquennio (anni 2008/2012) e’ rappresentata da dinamiche in diminuzione. Nell’anno 2012 si evidenzia un decremento sostanziale rispetto alla media del periodo 2008-2012 in riferimento sia ai tassi di mortalità (2,3 contro una media di 8,99 per ogni 100 mila abitanti), che ai tassi di ferimento (230,7 contro una media di 281,73 per ogni 100 mila abitanti). Rispetto all'anno precedente pur verificandosi un leggero aumento del numero dei sinistri (+0,4%) si è riscontrata una diminuzione del 14,5% dei feriti e del 75% dei morti e complessivamente una diminuzione del 21,67% del costo sociale. L'indice di mortalità risulta pari a 1,63, quello di lesività è di 161,63 e quello di gravità di 1,00. Il costo sociale associato al fenomeno dell'incidentalità stradale, per l'anno 2012, è pari a 34.735.612 milioni di euro corrispondente ad un costo pro-capite di circa 202 euro.La media degli incidenti che si sono verificati negli ultimi cinque anni è pari a 265 incidenti/anno che hanno sviluppato una media di 488 feriti/anno e 16 morti/anno. L'anno 2012, rispetto alla media dei dati del quinquennio precedente, mostra una variazione in diminuzione del 7,76% degli incidenti, del 18,89% dei feriti, una netta diminuzione del 74,36% dei morti e complessivamente una diminuzione del 39,88% del costo sociale. 10 - PROVINCIA DI CROTONE – CENTRO DI MONITORAGGIO PER LA SICUREZZA STRADALE

[close]

p. 11

Analisi 2012 - N. Incidenti, Tot Feriti e Tot Morti per Organo Rilevazione Organo Rilevazione Agente di Polizia Municipale Agente di Polizia Stradale Carabiniere Totale N. Incidenti 76 73 96 245 Feriti 118 129 149 396 Morti 1 3 0 4 39% 31% 30% Dai modelli Istat CTT/inc fornitici dalle Forze dell'Ordine, operanti nella provincia di Crotone, sono noti gli incidenti stradali avvenuti nell'anno 2012. Dai dati rilevati si evince che tra le Polizie Municipali solo quella di Crotone è intervenuta nel rilievo di incidenti con morti e feriti. La sezione di Polizia Stradale di Crotone e i 21 comandi dell'Arma dei Carabinieri presenti su tutto il territorio provinciale provvedono a rilevare il resto degli incidenti stradali che avvengono nella provincia di Crotone. Nello specifico il 39% degli incidenti è stato rilevato dai Carabinieri, il 30% dalla Polizia Stradale mentre il restante 31% dalla Polizia Municipale. SICUREZZA STRADALE NELLA PROVINCIA DI CROTONE: UNA RESPONSABILITA’ CONDIVISA - 11

[close]

p. 12

Analisi 2012 - N. Incidenti, Tot. Feriti e Tot. Morti per Mesi Indici Lesività 150 129 183 125 172 168 186 155 136 153 144 200 162 Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Totale Incidenti 20 14 23 16 25 31 22 29 14 15 16 20 245 Feriti 30 18 42 20 43 52 41 45 19 23 23 40 396 Morti 0 1 0 1 0 0 1 0 0 0 0 1 4 Mortalità 7,14 6,25 4,55 5,00 1,63 Gravità 5,26 4,76 2,38 2,44 1,00 Nel corso dell’anno 2012 il mese che registra il maggior numero d'incidenti è giugno con 31 sinistri. Sempre giugno è il mese in cui si registra il numero più alto di feriti con 52 lesi. Mentre i mesi con il più alto numero di decessi causati da incidenti stradali sono febbraio, aprile, luglio e dicembre (1). L'indicatore di mortalità più elevato si registra nel mese di Febbraio (7,14) mentre l'indicatore di lesività più alto viene riportato nel mese di Dicembre(200). L'indice di gravità più alto è stato registrato nel mese di Febbraio(5,26). Incidenti Morti Incidenti Feriti 35 1 30 25 20 1 1 1 1 1 1 1 35 30 25 20 15 30 18 20 23 19 23 42 43 52 45 41 60 50 40 40 30 20 10 0 15 10 5 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 10 5 0 12 - PROVINCIA DI CROTONE – CENTRO DI MONITORAGGIO PER LA SICUREZZA STRADALE

[close]

p. 13

Analisi 2012 - N. Incidenti, Tot. Feriti e Tot. Morti per Giorno_Settimana Indici Lesività 150 161 161 155 170 172 161 Giorno Settimana Incidenti Lunedì 40 Martedì 28 Mercoledì 31 Giovedì 31 Venerdì 57 Sabato 25 Domenica 33 Totali 245 60 50 40 30 20 10 0 Lunedì 60 50 40 30 Martedì Feriti 60 45 50 48 97 43 53 Morti 0 0 1 0 1 0 2 Mortalità 0,00 0,00 3,23 0,00 1,75 0,00 6,06 Gravità Analizzando i dati del 2012 il giorno della settimana in cui 0,00 0,00 1,96 0,00 1,02 0,00 3,64 si registra il più alto numero di incidenti è il venerdì con 57 sinistri. La Domenica è stato il giorno con l'indice di mortalità più elevato (6,06), il Sabato con l'indice di lesività più elevato (172) e complessivamente la Domenica per l'indice di gravità più elevato (3,64). 396 4 incidenti 1,63 162 1,00 Morti 3 2 2 1 2 1 1 1 0 0 Mercoledì incidenti 0 Giovedì Venerdì Feriti 0 0 Sabato Domenica 120 100 97 80 60 60 20 10 0 Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica 45 50 48 53 43 40 20 0 SICUREZZA STRADALE NELLA PROVINCIA DI CROTONE: UNA RESPONSABILITA’ CONDIVISA - 13

[close]

p. 14

Analisi 2012- N. Incidenti, Tot. Feriti e Tot. Morti per Ora N. Incidenti Tot Morti 0 01 0 02 0 03 0 04 0 05 1 06 0 07 1 0 08 09 0 10 0 11 0 12 0 13 0 14 0 15 1 16 0 17 0 18 0 19 0 20 0 21 0 22 1 23 0 24 Nel 2012 l'orario che concentra il maggior numero di incidenti sono le 12 con 25 incidenti. Il grafico sottostante dimostra come ci siano dei picchi di incidentàlità e di ferimento nelle ore di prima mattinata, di mezzogiorno e di prima serata dovuti agli spostamenti casa-lavoro, casa- scuola o viceversa. N. Incidenti 40 Tot Feriti 37 28 24 22 18 15 8 6 2 0 01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 20 22 19 14 23 20 18 18 14 7 8 4 9 14 - PROVINCIA DI CROTONE – CENTRO DI MONITORAGGIO PER LA SICUREZZA STRADALE

[close]

p. 15

Analisi 2012 - N. Incidenti per Ora e Giorno_Settimana Ora 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 Lunedì 2 0 0 0 0 1 2 1 3 3 3 6 2 3 1 2 1 4 0 2 1 0 1 2 40 Martedì 1 0 0 0 0 0 2 4 3 2 0 3 1 0 1 1 2 3 2 3 0 0 0 0 28 Mercoledì 0 0 0 0 0 2 1 2 1 1 4 2 0 2 5 3 3 2 2 1 0 0 0 0 31 Giovedì 0 0 1 0 0 1 0 2 2 2 1 5 2 3 1 1 0 3 3 2 1 0 0 1 31 Venerdì 2 2 0 0 0 1 0 2 5 6 3 3 4 2 7 1 1 5 4 2 1 1 2 3 57 Sabato 1 0 0 0 0 1 1 2 0 0 1 2 2 1 3 0 0 3 1 2 0 0 2 3 25 Domenica 2 1 2 0 2 0 0 1 2 3 0 4 0 2 2 1 4 3 0 1 0 1 0 2 33 Totale 8 3 3 0 2 6 6 14 16 17 12 25 11 13 20 9 11 23 12 13 3 2 5 11 245 Nel 2012 le prime due fasce orarie della giornata feriale concentrano il maggior numero di incidenti, con 81 incidenti quella mattutina (8-13) e 83 incidenti quella pomeridiana (1421)per un totale del 87,70% del totale degli incidenti avvenuti in giorni feriali (tot. 187). Gli incidenti che avvengono nelle ore notturne dei giorni feriali sono 21 pari al 12,30% . Nei giorni non lavorativi(sabato e domenica) la fascia oraria che concentra più incidenti è quella pomeridiana con 23 incidenti mentre c’è da registrare un sostanziale equilibrio tra la fascia mattutina, con 18 incidenti e quella notturna con 17 incidenti. 25 20 15 10 5 0 Totale fascia oraria 07-13 fascia oraria 14-21 fascia oraria 22-06 Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica SICUREZZA STRADALE NELLA PROVINCIA DI CROTONE: UNA RESPONSABILITA’ CONDIVISA - 15

[close]

Comments

no comments yet