Ottobre/Novembre 3013 sepciale matricole

 

Embed or link this publication

Description

Bollettino di informazione universitaria. Giurisprudenza-Federico II Napoli

Popular Pages


p. 1

Speciale Matricole www.studentigiurisprudenza.it Ottobre/Novembre 2013 LA FACOLTA’ IN PILLOLE Dipartimento, Seminari: che confusione! Ma soprattutto: conviene seguire i corsi? E le dispense cosa sono? Quando comunicheranno le date d’esame? Ed i libretti? Quando li consegneranno? I primi mesi in facoltà sono spesso un alternarsi di dubbi e novità, fra esami, lezioni, informazioni difficili da reperire, voci di corridoio e leggende universitarie. Abbiamo raccolto per voi le domande più frequenti di tutti gli studenti che per la prima volta entrano nella facoltà di Giurisprudenza. SEGUE A PAG. 14 Centro Linguistico di Ateneo? COS’E’ IL SEGUE A PAG. 8 BENVENUTI IN FACOLTA’ Benvenuti nuovi colleghi giuristi! Avete lasciato il mondo del liceo, molto più restrittivo rispetto a quello che state per abbracciare: l’università regala tantissima libertà, ma questa è un’arma a doppio taglio e dovrete imparare a gestirvi con responsabilità. Sono una studentessa del terzo anno e finora me la sono cavata bene, raccogliendo consigli da amici che studiano e da altri che ormai si sono laureati. SEGUE A PAG.2 INTERNET: QUANTO È IMPORTANTE! SEGUE A PAG. 6

[close]

p. 2

Ottobre/Novembre 2013 BENVENUTI IN FACOLTA’ (SEGUE DALLA PRIMA PAGINA) Come ben sapete non è obbligatorio frequentare le lezioni, ma è bene conoscere i propri professori: alcuni preferiscono che voi frequentiate i loro corsi e vi ripagano con preappelli ed un ottimo trattamento da corsisti! Noterete che, per frequentare le lezioni, nei i primi tempi le aule saranno molto affollate e vi troverete davanti ad una doppia scelta: o alzarvi all’alba e correre a prendere il vostro posto oppure arrivare al normale orario d’ingresso e sedervi cuore a cuore con il freddo pavimento. Non temete: già al secondo semestre i posti, specialmente nelle prime file, vi verranno calorosamente regalati! I professori, inoltre, non sempre permettono di interrompere la lezione facendo domande, qualora ne aveste bisogno Scoprirete che molti avranno voglia di raccontarvi le storie più terribili sui vostri professori, degne del migliore film horror: non lasciatevi scoraggiare, esistono sicuramente professori più severi degli altri ma quando si studia, si studia! Non dimenticate che studiare in compagnia permette ai più svogliati di voi di non distrarsi continuamente nello studio a casa e di fare un ottimo lavoro! Fate infine particolare attenzione a quelli che io amo chiamare “gufi dell’esame”: studenti che, durante la vostra seduta d’esame, vorranno tirar fuori parti del programma che solo loro conoscono e che probabilmente gli sono state consigliate dal professore stesso… non lasciatevi ingannare, amano vedere il terrore nei vostri occhi e sentirsi i più bravi! Sarete sempre agitati, inutile nasconderlo, ma cercate di affrontare l’esame con serenità, d’altronde non state lottando per la sopravvivenza della vostra famiglia, è un colloquio per vuole testare la vostra preparazione! Vi auguro un bellissimo primo anno e mettetecela tutta, ci vediamo alla potrete chiedere il loro orario di rice- vostra laurea! vimento e chiarire tutti i vostri dubbi. FABRIZIA INFUSINO 2

[close]

p. 3

...SEGUICI... ANSIA DA ESAME: COME SCONFIGGERLA? Cari futuri giuristi, sono lieta di darvi il benvenuto affrontando con voi uno dei temi più ricorrenti in ambito universitario : il tema ansia. Come ben sappiamo, l’ansia è un fattore mentale che influisce sullo stato d’animo personale, disturbando la nostra tranquillità giornaliera. Non è infatti facile vivere con spensieratezza nuove realtà come l’università, che per i neodiplomati si traduce in un grande sfida da affrontare, per la prima volta senza una guida che dica cosa fare o come affrontare determinati problemi. Si tratta di un lungo percorso che ci porterà per svariati fattori a cadere molte volte, spesso proprio perché è la stessa nostra paura a danneggiare le nostre prestazioni. Diventare un avvocato, un magistrato o un notaio non è facile perché la via dei concorsi pubblici è ricca di imprevisti, la stessa laurea sarà solo una fine che si tradurrà nell’inizio di nuovi studi e il sentimento d’ansia sarà un fedele compagno fino alla fine dei nostri esami. Ci sarà quindi un rimedio? Forse l’unico è trovare il modo di scaricarla, di distrarsi ed imparare a non vederla come una nemica, ma come un peso che scompare con una bella corsa o un po’ di palestra: è la ricetta più efficace per spezzare i pensieri negativi. Infine, per non essere contagiati dal terrore, non bisogna mai dare ascolto ai tanti “gufi” (citati nell’articolo precedente), che compariranno numerosi prima di ogni esame. Stento a credere che saremo sempre in ansia, sono convinta che, dopo le tante esperienze vissute in questa facoltà, avremo una preparazione tale da affrontare il mondo con un’ottica diversa, senza paura. Vi auguro un futuro all’insegna di un grande successo. Buon anno universitario! StudentiGiurisprudenza.it 3

[close]

p. 4

Ottobre/Novembre 2013 GUIDA DI SOPRAVVIVENZA AL PRIMO ANNO DI CORSI O ttobre e’, per migliaia di matricole della nostra Facoltà, il mese più inteso e carico di aspettative che accompagnano il passaggio dalla vita liceale a quella accademica. Il bagaglio di emozioni che colora la Maturità, pone fine all’adolescenza di ogni studente: il primo amore; la spensieratezza; le giornate trascorse fra i banchi di scuola, diventano, d’un tratto, oggetti preziosi da custodire nel cuore. Ora, pero’, con in tasca il Diploma da esibire come proprio “ bottino di guerra”, ecco che gli studenti tornano nuovamente in pista. La gioia, la tensione, ma anche un velo di timore per questo nuovo percorso, dipingono, in queste ore, le giornate dei neo iscritti. Nelle aule; nei corridoi della Facoltà o semplicemente sui gruppi di Facebook delle associazioni universitarie, le domande più frequenti sono: ” Il professore e’ così terribile come dicono?” ; ” Quali testi bisogna acquistare?” ; “Il professore boccia a camicia?”. La comunità studentesca e’una sorta di famiglia allargata, dove ognuno può contare sul sostegno dell’altro. Preziose, infatti, sono la solidarietà, le rassicurazioni e le così dette “dritte” degli studenti “veterani”, capaci di far si che l’ università non sia per le matricole il luogo del “Perdete ogni speranza o voi che entrate”. Nel cercare di aiutare e orientare i colleghi più giovani a muoversi nel mondo giuridico, gli studenti ” senior” colgono l’occasione per volare con la mente indietro nel tempo: il ricordo del primo anno di Università e del primo esame restano, per una pluralità di vicende, indimenticabile in tutti gli aspetti, come quello che per molti è stato il ” primo amore” della propria vita. Da qui, è possibile tracciare una lista di consigli e raccomandazioni: 1)Vivere l’università seguendo i corsi e cercando di approfondire la materia studiata, avvalendosi delle funzioni dipartimentali. 4

[close]

p. 5

le rappresentanze studentesche sono quella parte della facoltà che difendono i tuoi diritti, che promuovono e portano avanti le tue battaglie. presentati alle elezioni! mandaci un messaggio sul nostro contatto fb (studentigiurisprudenza.it) e sapremo darti utili informazioni in merito a breve ci saranno le elezioni: te la senti di diventare un rappresentante? 2) Mai farsi prendere dall’ansia, rendendo il ”niente panico” il proprio precetto da seguire il giorno d’esame. 3) Studiare diligentemente la materia prescelta nelle settimane che precedono l’appello, cercando di far in modo che il pomeriggio anteriore al fatidico giorno, possa essere dedicato al proprio svago. 4) Ricordarsi sempre che è un esame. Solo un semplice esame che, sebbene debba essere affrontato seriamente, non deve mai diventare una ragione di vita. 5) Avere consapevolezza che l’esaminatore è un essere umano e, in quanto tale, può compiere anch’egli qualche errore. Gli anni universitari, per quanto se ne possa dire, rappresentano un modo come l’altro per crescere, fronteggiare e misurarsi con le proprie paure, cercando di essere più stabili dinanzi alle scosse che la vita, con i suoi continui ostacoli, presenta. Solo la volontà, la testardaggine e la passione saranno in grado di spingere lo studente a rialzarsi dalle difficoltà e a raggiungere l’agognato ed ambito traguardo : la laurea. ANTONIA CONTE StudentiGiurisprudenza.it 5

[close]

p. 6

Ottobre/Novembre 2013 A INTERNET: QUANTO È IMPORTANTE! Il suo utilizzo è estremamente intuitivo, infatti basta inserire il nome del professore per veder apparire tutte le informazioni relative a quel docente. Sussiste tuttavia un inconveniente infatti alcuni professori, non pubblicando tutte le informazioni loro riguardanti, fanno risultare lo stesso incompleto ad esempio potrebbe mancare l’ orario di ricevimento o i testi consigliati. E qui di nuovo si può notare l’importanza dei gruppi di facebook creati ad hoc per gli studenti! Ultima, ma non di importanza, forse la fonte di informazione per gli studenti più conosciuta ma meno utilizzata, è la guida degli studenti. E’ una guida omnicomprensiva contenente ogni genere di informazione circa ateneo, facoltà,docenti,regolamenti, discipline. Sul sito www. studentigiurisprudenza.it forniremo sempre le notizie più recenti sull’università. Su Facebook il nostro gruppo, l giorno d’oggi non possiamo non dare rilevanza ad Internet, uno degli strumenti informatici più utilizzati dai giovani: non c’è cosa che sul web non si possa trovare. Date queste premesse, uno studente universitario può trarre enormi vantaggi dal punto di vista didattico ed informativo, semplicemente aprendo una pagina Facebook. Con un semplice click è possibile trovare facilmente una moltitudine di informazioni che altrimenti sarebbero di difficile reperimento ed è bene riferirsi sempre ai gruppi universitari, organizzati spesso in relazione a specifici esami e docenti! Perchè questi gruppi sono cosi importanti? Perchè è possibile trovare ogni genere di informazioni relativa agli esami come, ad esempio, domande frequenti, maggiori difficoltà nella preparazione dell’ esame, tempo necessario per lo studio dello stesso, divisioni in matricole e molto altro ancora. Se le informazioni contenute su Facebook dovessero farvi sospettare sull’attendibilità delle stesse, esiste un sito favoloso per noi studenti universitari, Web Docenti! Una volta appreso il semplice funzionamento di questo utile strumento non avrete più bisogno di nessuno per reperire le vostre informazioni le quali sono veramente attendibili. 6 Studentigiurisprudenza.it, è sempre aggiornato con divisioni in matricole

[close]

p. 7

e con tutti i consigli su come superare al meglio i vostri esami.Potrete così evitare lunghi e stancanti spostamenti per arrivare in facoltà, risparmiando tempo ed energie! FRANZ MARINO IL PRIMO ED UNICO GIORNALE DI GIURISPRUDENZA: IL GIORNALE DEGLI STUDENTI L’associazione Studentigiurisprudenza.it è stata fondata nel 2006 da Luigi Di Maio, oggi diventato vicepresidente della Camera. L’obiettivo fu uno e chiaro: “condivisione della vita universitaria”. Il giornale è stato la naturale conseguenza di questa premessa: ogni studente è mosso dal desiderio di condividere informazioni, raccontare la vita universitaria da parte di una associazione che non si presenta come “compitificio” o “mano della politica nell’università”, ma come momento di aggregazione fra ragazzi che affrontano la stessa avventura fra paure, esami, gioie, disavventure e… articoli! Pubblicheremo le nostre notizie sul sito www.studentigiurisprudenza.it il lunedì ed il venerdì, garantendo sempre le informazioni più importanti, le curiosità più interessanti e raccontando le storie della nostra facoltà. Dopo un periodo di confusione a causa dei tanti tagli universitari, a Marzo 2013 il giornale è stato rifondato e ne ho assunto la guida. Con orgoglio mio e di tutti i ragazzi che collaborano, abbiamo prodotto tanti articoli di qualità, raccontando disagi, riportando lo scandalo dei pasti “scontati” inesistenti dei locali convenzionati con l’università, spiegando come affrontare gli esami e dando consigli sui luoghi e i modi migliori per studiare. Abbiamo iniziato scrivendo articoli che ottenevano 10 visitatori al giorno, oggi siamo arrivati a 2000 visitatori quotidiani. Il nostro sito, contando anche le statistiche prima del rinnovo, conta ben DUE MILIONI di visite, rendendoci per fatti e non per chiacchiere il vero magazine della Facoltà di Giurisprudenza. Il tutto grazie al grande lavoro dei nostri redattori ed alle numerose contribuzioni che riceviamo dai nostri lettori. Aspettiamo da voi ogni racconto, denuncia, storia o discussione che vorrete proporci: il nostro giornale è il giornale che racconta le vostre storie. Scriveteci su Facebook sul gruppo “Studentigiurisprudenza.it” o aggiungete il contatto “Studenti Giurisprudenza”. FEDERICO QUAGLIUOLO StudentiGiurisprudenza.it 7

[close]

p. 8

Ottobre/Novembre 2013 CENTRO LINGUISTICO CLA DI ATENEO DI NAPOLI Finite le scuole superiori e, iscritti all’ università, desiderate non perdere l’allenamento della lingua studiata? Desiderate imparare nuove lingue? Il Centro Linguistico di Ateneo è ciò che fa per voi. Il Centro Linguistico di Ateneo offre i suoi servizi a tutti gli studenti della facoltà. Il CLA svolge attività di supporto per il riconoscimento dei crediti formativi e per il conseguimento delle certificazioni riconosciute a livello internazionale per il catalano, il francese, l’inglese, l’italiano L2, lo spagnolo e il tedesco. In armonia con quelli che sono i suoi fini istituzionali, organizza molteplici attività volte a promuovere l’apprendimento, la pratica e lo studio delle lingue straniere e dell’Italiano L/2 (come lingua straniera) per gli studenti ERASMUS. Tali attività consistono nell’organizzazione di corsi frontali, esercitazioni linguistiche, gruppi di conversazione in lingua straniera, mini-corsi mirati, corsi intensivi per studenti ERASMUS. Tra le attività più interessanti ricordiamo il TANDEM, uno scambio linguistico tra due studenti madrelingua che permette, attraverso un’esercitazione in coppia, di imparare, ripassare e perfezionare le proprie competenze linguistiche, il tutto in totale autonomia essendo messi in contatto dal CLA tramite posta elettronica, e ancora cineforum con proiezione di film in lingua originale. Le sedi sono in -Via Mezzocannone 16 - 2° piano - 80134 - Napoli: Segreteria e punto di 8

[close]

p. 9

incontro per gli studenti, -Via Partenope 36 - 3° piano 80121 - Napoli: Punto accoglienza studenti Erasmus FIORELLA MOSCA “SI CHIAMA ERASMUS... ...ED È UN CASINO INFERNALE ” Celeberrima la frase del Film “L’apprtamento Spagnolo” che da sola racchiude molteplici verità. Erasmus è possibilità di studiare per alcuni mesi in una Università Europea. Erasmus è vivere in un paese diverso, seguire lezioni e sostenere esami in una lingua che non è la tua. Erasmus è condividere le tue esperienze, il tuo vissuto con ragazzi proveniente da tutta Europa. Importanti studiosi ne hanno addirittura proposto l’OBBLIGATORIETA’. L’unica certezza di chi vi scrive è che un’esperienza così forte non può mancare nel bagaglio culturale di uno studente europeo. Oggi con voi voglio sfatere alcuni miti relativi al progetto di mobilità più chiacchierato di tutti...SEGUE SU WWW.STUDENTIGIURISPRUDENZA.IT RAIMONDO IUSTO StudentiGiurisprudenza.it 9

[close]

p. 10

Ottobre/Novembre 2013 L DOVE STUDIARE? ’anno accademico è cominciato, riprendono i ritmi universitari e le giornate infinite passate in facoltà. Gli studenti dividono il loro tempo e le loro energie per cercare di incastrare al meglio corsi, dipartimenti, seminari, sperando di riuscire a seguire tutto. Tra una lezione e l’altra spesso non passa molto tempo, così molti ne approfittano per rilassarsi davanti ad un caffè preso insieme a qualche collega o per fare public-relations (molti in realtà vanno all’università solo per questo). Quando però lo spacco dura di più, nasce l’esigenza di sfruttare quelle ore per studiare, specialmente se si deve sostenere qualche preappello e i tempi per prepararsi sono abbastanza stretti. Tornare a casa e studiare, dopo una giornata passata come una pallina del flipper tra un’aula e l’altra, è un po’ come cercare di studiare la mattina presto dopo una serata in discoteca: pressoché inutile e sicuramente infruttuoso. In più si aggiunge che non tutti hanno la fortuna di abitare in zone vicine alla facoltà e in questi casi studiare a casa durante i corsi diventa davvero un’avventura. Si potrebbe obiettare che gli studenti hanno a disposizione le aule- studio a Porta di Massa o la più tranquilla biblioteca centrale. Queste sale sono però quasi sempre affollatissime, trovare un posto diventa spesso un’impresa, specialmente in questo periodo: bisogna cercare un posto molto presto la mattina o sperare in un colpo di fortuna. C’è però una grande novità: dopo la chiusura e lo smantellamento del bar al primo piano situato nell’edificio di Porta di Massa, sarà creata una nuova aula-studio polifunzionale accessibile a tutti gli studenti. L’aula è molto ampia e luminosa, potrà accogliere molti studenti e darà la possibilità di studiare, si spera, in pace. Lo storico punto di ritrovo ha lasciato così spazio ad una nuova utilissima sala di cui la facoltà sicuramente necessitava, con buona pace di tutti quelli che speravano ancora di riuscire a mangiare l’ultimo cornetto in quel bar o bere un altro caffè senza neppure uscire dall’edificio. PAOLA MEOLA 10

[close]

p. 11

BORSE DI STUDIO Sarebbe opportuno informarsi sin dal primo anno di università sulle borse di studio messe a disposizione.Per avere informazioni riguardo il bando di concorso,consultare il sito dell’Adisu www.adisufederico2.it e accedere all’Area Servizi.Per consultare il modulo-domanda online è necessario autenticarsi attraverso le procedure di “Accreditamento”per il rilascio delle credenziali d’accesso ed effettuare il login.Per eventuali richieste d’assistenza utilizzare l’apposito servizio “Adisu risponde”. Possono partecipare al concorso tutti gli studenti dell’Università Federico II di Napoli,iscritti o che intendono iscriversi ai corsi di laurea.La partecipazione è consentita solo via web. Ai fini dell’ammissibilità al corso si terrà conto dei redditi.Il requisito del reddito deve essere documentato attraverso l’attestazione ISEE,rilasciata a seguito della compilazione DSU(Dichiarazione Soatitutiva Unitaria) riferita alle “Prestazioni del diritto allo studio universitario”. Gli studenti non dovranno presentare alcuna documentazione,salvo le eccezioni presenti nel bando.Tuttavia si ricorda che il bando di Concorso Borse di Studio a.a 2013/2014 è scaduto il 30/09/2013. Per avere maggiori informazioni,si consiglia di consultare il sito o rivolgersi ai Front Office presso via Mezzocannone 14. FEDERICA GRANATA Entra a far parte di StudentiGiurisprudneza.it CONTATTACI a info@studentigiurisprudenza.it StudentiGiurisprudenza.it 11

[close]

p. 12

Ottobre/Novembre 2013 L o sapevi che il fondatore della nostra associazione -anno 2006- è l’on. Luigi di Maio (27 anni) attuale vicepresidente della camera dei deputati? Scopri la nostra storia nel corso degli anni nell’ apposita sezione del sito. N A CHI SI TROVA QUI PER CASO l’uomo comune guarda con ostilità la legge, la vede solo come un potere che gli viene imposto, un comando autoritario, ma il comando è tale solo se vi è qualcuno ad obbedirgli. Il diritto non ha motivo d’essere senza l’uomo, nasce con esso e per esso. In molti casi il neoiscritto in giurisprudenza si trova in questa facoltà più per caso che per reale intenzione; c’è chi non è riuscito a superare un test d’ingresso, chi il test d’ingresso non è riuscito a farlo e chi ha semplicemente seguito le voci di corridoio sul come una laurea in legge “apra tante porte”. In questi casi l’innamoramento – perché è sempre di sentimenti che si parla – può avvenire strada facendo. Questa è una materia, nonostante quel che si dica, ricca di passione che ha la capacità di far nascere in chi la studia grandi aspirazioni. GHEULA BARRICELLI oi studenti di giurisprudenza siamo spesso oggetto di un pregiudizio comune: quello di aver scelto una materia arida, tutta mnemonica, fatta di libroni i cui contenuti non sono mai troppo diversi tra loro. Come può una materia come il diritto, che parla di uguaglianza, regolarità ed uniformità, che non tollera l’imprevedibile, il volubile e la sorpresa, ricondursi all’uomo e alla sua vita? Questo è il conflitto tra i sentimenti e le regole, tra le leggi e le passioni ed è proprio qua il punto da cui partire: quando il diritto si lega alla vicenda di un singolo uomo, ebbene, in quel momento, si radica con esso, si astrae insieme a lui dalla fredda norma generale e ne segue come un’ombra la sua particolarità. Il diritto è per l’uomo. Uno dei primi argomenti studiati, per l’esame di filosofia del diritto, è proprio quello dell’umanità del diritto: 12

[close]

p. 13

APPROCCIO AL DIRITTO COSTITUZIONALE Fra gli esami più impegnativi che le matricole si trovano ad affrontare al primo semestre annoveriamo sicuramente l’esame di diritto costituzionale, materia tanto complessa quanto affascinante e fondamentale per l’intero percorso di studi. Il superamento dell’esame, infatti, è condizione essenziale per lo svolgimento di materie come diritto pubblico comparato, diritto del lavoro, diritto penale, e via discorrendo: insomma, un vero e proprio “pilastro” della formazione accademica di un buon giurista. Chi scrive ha sostenuto costituzionale come secondo esame della propria carriera ed il consiglio che sento di dover dare a chi si avvicina per la prima volta ai temi di questa materia, è quello di iniziare la preparazione durante i corsi e non aspettare che si avvicini troppo la fatidica data della sessione d’esami prescelta: il rischio, infatti, è quello di una memorizzazione frettolosa e superficiale, con l’unico risultato di trovarsi impreparati dinanzi ad una domanda della commissione che presuppone un ragionamento. Inoltre, l’esame di diritto costituzionale risulterà molto semplice per chi ha la sana abitudine di guardare criticamente il mondo che ci circonda e di essere bene attento a tutte le vicende che la cronaca politica e la giudiziaria propongono quotidianamente. Sfatiamo uno stereotipo: la nostra Facoltà o “Dipartimento”, come si dice dopo la recente riforma, non prevede uno studio mnemonico ma uno studio che sia ben ragionato e ponderato, onde evitare sforzi laboriosi e per di più inutili, come quelli di chi impara “rigo per rigo”. PIERLUIGI MONTELLA StudentiGiurisprudenza.it 13

[close]

p. 14

Ottobre/Novembre 2013 LA FACOLTA’ IN PILLOLE Dipartimento, Seminari: che confusione! Come i corsi, niente è obbligatorio da frequentare, ma questo non dev’essere una giustificazione: i seminari sono degli incontri simili a dei corsi “aggiuntivi” organizzati dal professore e spesso gestiti da suoi assistenti: servono come approfondimento per diversi argomenti trattati nelle lezioni. Il dipartimento, invece, si svolge in un’aula in cui il professore e gli assistenti ricevono gli alunni per chiarire e spiegare in via privata ogni argomento che risulta difficile da capire o imparare: frequentare spesso il dipartimento è la chiave per vincere i dubbi durante i corsi e prima dell’esame! Sul nostro gruppo, Studentigiurisprudenza.it, sono indicati tutti gli orari dei dipartimenti ed i luoghi in cui sono svolti. Aule: dove si trovano? Corso Umberto: Aula 2, 6,11, Arcoleo,Fadda,Pessina,Cicala,Guarino,Ottagono Via Marina: Aula A1,A2,A4,A5. Via Porta di Massa: Aula 27,28,32,33,35,36,Coviello. Dove ritiro il libretto universitario? Il libretto è ormai un cimelio che custodiscono gli studenti degli anni passati: dopo una lunga battaglia della nostra associazione, finalmente è diventato online. Agli esami si può portare la carta di identità, il foglio di prenotazione e la propria matricola: il voto verrà poi registrato online dai professori, spesso anche con settimane di ritardo dalla data d’appello. Conviene studiare da dispense e riassunti? I riassunti sono spesso raccolte di appunti di ex-studenti corsisti, vendute in copisterie. Le dispense, invece, sono relative ai libri e non riguardano necessariamente il singolo professore. Alcuni sono molto curati, altri invece sono semplici copia-incolla da internet e non è facile verificarne la qualità. Sono un ottimo metodo per ripetere la materia prima dell’esame, ma non possono quasi mai sostituire il libro: “contrattare” con il programma per studiare a memoria il minimo indispensabile non è una tecnica vincente, soprattutto in materie che richiedono una conoscenza approfondita come Costituzionale e Privato. Dove si trovano gli avvisi d’esame? Come si sostengono? Nel nostro gruppo su facebook c’è sempre un bellissimo spirito di collaborazione, perché siamo compagni d’avventura, ancor prima che studenti: le 14

[close]

p. 15

sessioni d’esame vanno da Gennaio a Marzo e da Maggio a Novembre\Dicembre (saltando Agosto). Si prenota l’esame online, tramite Segrepass, ed è importante stampare la ricevuta. La prenotazione è disponibile circa due settimane prima della data d’appello ed è possibile prenotarsi fino alla data indicata sul sito. Meglio non ridursi all’ultimo minuto per prenotare l’esame, dato che Segrepass spesso ha problemi tecnici che impediscono la connessione al sito per ore! FEDERICO QUAGLIUOLO ARCHIVIO STORICO uno dei temi che più ci sta a cuore è la lotta alle criminalità organizzate. controlla sul sito le attività che studentigiurisprudenza.it ha organizzato in proposito StudentiGiurisprudenza.it 15

[close]

Comments

no comments yet