00 orto

 

Embed or link this publication

Description

Mangio locale e penso universale

Popular Pages


p. 1

schede didattiche per gli alunni assessorato all’istruzione, PolitiChe giovanili, sPort e temPo libero Comune di bergamo Mangio locale e penso universale impariamo a conoscere i prodotti a “chilometro zero” del nostro territorio La scuola bergamasca si prepara all’Expo 2015 “Nutrire il Pianeta: Energia per la vita” 0 . Facciamo l’orto

[close]

p. 2



[close]

p. 3

1 GLI ORTAGGI ORTAGGI SOTTO TERRA RAPANELLO CAROTA CIPOLLA AGLIO BIANCO PATATA ORTAGGI GIGANTI MAIS GIRASOLE ORTAGGI CHE STRISCIANO ZUCCHINO ZUCCA ORTAGGI RAmpICANTI FAGIOLO FAGIOLINO CETRIOLO ORTAGGI A FOGLIA SPINACIO PREZZEMOLO LATTUGA VALERIANA CAVOLO CAPPUCCIO ORTAGGI A FuSTO POMODORO MELANZANE PEPERONE AROmI DA ANNuSARE CAMOMILLA ANETO ERBA CIPOLLINA BASILICO MENTA SALVIA TIMO ROSMARINO Mangio locale e penso universale Facciamo l’orto

[close]

p. 4

2 pER INIZIARE PRINCIPI FONDAMENTALI PER COLTIVARE L’ORTO  Avere a disposizione una fonte di acqua da distribuire con una canna per l’irrigazione o un innaffiatoio: gli ortaggi hanno bisogno di irrigazioni frequenti.  Essere esposto alla luce del sole per tutta la durata del giorno  Essere pianeggiante o con una lieve pendenza  Essere distante da alberi DIMENSIONI DELL’ORTO La grandezza di un orto deve essere proporzionata al numero di persone che lo coltivano. È bene che una scuola inizi a coltivare orti di piccole dimensioni. Mangio locale e penso universale Facciamo l’orto

[close]

p. 5

pER INIZIARE 3 DISPOSIZIONE DELLE COLTURE Gli ortaggi non devono essere coltivati in prossimità di alberi o cespugli o siepi che consumano gran parte del nutrimento presente nel terreno. L’orto deve essere coltivato in un terreno scelto solo per questo scopo. Le file degli ortaggi devono essere disposte in direzione NORD-SUD. In questo modo tutte le piante ricevono una stessa quantità di luce durante la giornata. Mangio locale e penso universale Facciamo l’orto

[close]

p. 6

LETAmAZIONE 4 La letamazione serve per aggiungere letame bovino (o compost) al terreno. Con questo lavoro si arricchisce il terreno di cibo per gli ortaggi. Il letame e il compost hanno inoltre il pregio di rendere più soffice il terreno facilitando la crescita rigogliosa delle radici. (Una pianta con radici forti sarà più produttiva). Quando si fa? Si esegue in inverno Attrezzi occorrenti: forca Mangio locale e penso universale Facciamo l’orto

[close]

p. 7

VANGATuRA 5 La vangatura serve per interrare il letame e per iniziare a rompere la crosta superficiale del terreno che si è formata nel precedente anno di coltivazione e si esegue in inverno quando il terreno non è asciutto ne fradicio. Come si fa? Si rivoltano le zolle di terreno metodicamente Quando si fa? Si esegue in inverno o fine inverno Attrezzi occorrenti: vanga CALCITAZIONE È la distribuzione sul terreno di calce agricola o carbonato di calcio e serve per correggere l’acidità dei terreni da adibire ad orto. L’apporto di calcio innalza il Ph portando vicino a valori neutri favorevoli alla crescita degli ortaggi. Mangio locale e penso universale Facciamo l’orto

[close]

p. 8

RASTRELLATuRA 6 Perché si fa? La rastrellatura serve per sminuzzare le zolle grosse che sono rimaste dopo la vangatura. Serve per sminuzzare le zolle, affinare e spianare la superficie del terreno da coltivare. Come si fa? Usando un rastrello con denti in ferro si rompono le zolle e si spiana Quando si fa? Da fine inverno alla primavera inoltrata Attrezzi occorrenti: rastrello con denti in ferro Mangio locale e penso universale Facciamo l’orto

[close]

p. 9

pREpARAZIONE DELLE pRODE Che cosa è la proda? Come si preparano le prode? 7 La proda è la superficie di terreno dove sono coltivati gli ortaggi ed è leggermente rialzata rispetto ai passaggi che la affiancano. Con picchetti e corde si delimitano le prode e i passaggi. La proda è sempre larga 100 cm e i passaggi possono essere larghi da 50 cm a 70 cm a seconda delle proprie esigenze. Con un badile si toglie un piccolo strato di terra dal passaggio e lo si aggiunge alle prode vicine. In questo modo i passaggi si abbassano e le prode si rialzano leggermente. Perché si preparano le prode? La proda rialzata permette di coltivare gli ortaggi senza che si verifichino nel terreno ristagni d’acqua (pericolosi per le radici e la pianta).I passaggi più bassi servono infatti da scolo per l’acqua in eccesso. Attrezzi occorrenti Picchetti, corda, bindella per le misurazioni, badile. Con un badile si toglie un piccolo strato di terra dal passaggio e lo si aggiunge alle prode vicine. In questo modo i passaggi si abbassano e le prode si rialzano leggermente. Mangio locale e penso universale Facciamo l’orto

[close]

p. 10

pACCIAmATuRA 8 Cosa significa la parola pacciamatura? Con questo termine si indica qualsiasi materiale venga usato per ricoprire le prode evitando la crescita delle erbacce vicino alle piante coltivate dall’uomo. I materiali usati come pacciamatura sono tanti: paglia, erba, corteccia sminuzzata. Nell’orto la pacciamatura più usata è di materiale plastico e di colore nero. Viene utilizzata anche una plastica nera ricavata dalla pianta del mais. La pacciamatura si stende sulla proda, viene poi interrata lateralmente, all’inizio e alla fine della proda. Per trapiantare gli ortaggi vengono praticati dei fori, alla distanza richiesta. Mangio locale e penso universale Facciamo l’orto

[close]

p. 11

SEmINA A DImORA Il seme viene seminato direttamente nel terreno, cioè nella sua dimora definitiva 9 Come si può seminare? SEmINA A SpAGLIO - Il seme viene sparpagliato a caso sulla proda. È una semina svantaggiosa. È difficile distribuire i semi in modo uniforme, tra gli ortaggi crescono le erbacce difficili da togliere. SEmINA A RIGHE - Il seme è seminato in piccoli solchi distanti tra loro 15 cm e poi leggermente ricoperto. È una semina vantaggiosa. Ogni ortaggio ha intorno a sé lo spazio per crescere. Può essere eseguita su proda senza pacciamatura o con pacciamatura. SEmINA A pOSTARELLE - I semi sono seminati a piccoli gruppi in posti distanziati tra loro da 30 a 50 cm. Ogni posto prende il nome di postarella. È una semina usata soprattutto per fagioli e fagiolini. Si può eseguire su proda con o senza pacciamatura. Mangio locale e penso universale Facciamo l’orto

[close]

p. 12

La semina a dimora è usata per gli 10 ORTAGGI mICROTERmI Sono ortaggi che nascono e crescono già a temperature basse. I ravanelli ad esempio iniziano a nascere già alla temperatura di 5 gradi e crescono molto velocemente con temperature comprese tra 15 e 20.Tutti questi ortaggi si possono seminare in pieno campo già all’inizio del mese di Aprile. Sono piante che raggiungono dimensioni limitate e possono quindi crescere molto vicine. Sono ortaggi microtermi: il ravanello, il lattughino, la rucola, lo spinacio, la valeriana, la carota. Mangio locale e penso universale Facciamo l’orto

[close]

p. 13

11 ORTAGGI mACROTERmI Gli ortaggi macrotermi hanno bisogno di temperature elevate per nascere e crescere. Sono ortaggi che non sono seminati a dimora. Nascono e crescono durante le prime fasi della loro vita, in serre opportunatamente riscaldate. Quando queste piantine di ortaggi, coltivate in contenitori o piccoli vasetti hanno raggiunto l’altezza di circa 20 cm e all’esterno la temperatura è adatta alla loro crescita vengono trapiantate nell’orto. Sono ortaggi macrotermi: il pomodoro, la melanzana, il peperone, il basilico, l’anguria, il melone. Mangio locale e penso universale Facciamo l’orto

[close]

p. 14

12 CALENDARIO SEmINE GENNAIO Aglio bianco Fave Piselli MARZO FEBBRAIO Spinaci Rucola Piselli Fave Lattughe Cicorie da taglio Carote Biete Barbabietole Prezzemolo Cipolle bianche Cipolle rosse Aglio rosso Scalogno Zampe di asparago Barbabietole da orto Biete Carote Cicorie da taglio Cipolle Lattughe Piselli Prezzemolo Rape Ravanelli Rucola Spinaci Zucchini APRILE Angurie Asparagi Basilico Bietole da foglie Carciofi Cardi Carote Cavoli Cicorie verdi Ceci Cipolle Indivie Scarole Fagioli Fagiolini Finocchi Insalatina Lattughe Meloni Melanzane Patata Peperoni Piselli Prezzemolo Ravanelli Rucola Sedani Spinaci Valeriana Zucche Zucchini Mangio locale e penso universale Facciamo l’orto

[close]

p. 15

13 CALENDARIO SEmINE MAGGIO Angurie Meloni Barbabietole Basilico Cetrioli Cicorie verdi Fagioli Fagiolini Lattughe Meloni Piantine di: - pomodori - prezzemolo - piselli - rape - rucola - ravanelli - valeriana - zucche - zucchine GIUGNO Barbabietole Basilico Bieta a costa Bieta a foglia Carota Cavoli Cicorie Fagioli Lattughe Porri Prezzemolo Ravanelli Rucola Sedano Zucchini LUGLIO Basilico Bieta a costa Bieta a foglia Carota Cavolfiori Cicorie verdi Cicorie rosse Cipolla Indivia Finocchi Fagioli Fagiolini Lattughe Prezzemolo Ravanello Rapa Rucola Valeriana Zucchini AGOSTO Barbabietola Bieta a costa Bieta a foglia Carota Cavolfiori Cime di rapa Cicorie rosse Cicorie verdi Cipolla Indivia Finocchi Lattughe Prezzemolo Rucola Spinaci Valeriana Zucchini Mangio locale e penso universale Facciamo l’orto

[close]

Comments

no comments yet