mondorealenumero72

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero72

Popular Pages


p. 1

anno iii numero 31 12 novembre 2010 n.72 latina de marchis rilancia sulla tia il dissesto si può evitare con controlli e meno sprechi la polverini commissaria la asl senza nominare un commissario la provincia riparte dal turismo sezze inizia il tour nelle scuole del consigliere reginaldi madonna dell appoggio serve un recupero urgente ex campo di aviazione al via le procedure per l acquisto editoriale di simone di giulio quando qualcuno lascia un progetto c è sempre un velo di tristezza quando poi a lasciare è un professionista come alessandro mattei la cosa diventa anche peggiore perché oltre ad essere un amico fidato e un collega come non se ne trovano facilmente mattei ha contribuito e non poco alla crescita di questo prodotto e allo sviluppo della onirika edizioni con un impegno costante e con un continuo moto propositivo dentro e fuori dal giornale dentro e fuori dall associazione proprio per la sua indiscutibile onestà intellettuale è arrivata la dolorosa scelta di uscire dalle attività dell associazione e di mondore@le una perdita enorme che cercheremo con i nostri sforzi di non far pesare sugli equilibri del giornale a sollevarci è la possibilità che presto o tardi potrebbe tornare magari più carico e motivato di prima la porta per uno dei tre fondatori di onirika e mondore@le resta ovviamente spalancata contestualmente all arrivederci di alessandro mattei dalle attività dell associazione e del giornale mi piace sottolineare il nuovo spirito che aleggia intorno ai nostri progetti che stanno cominciando a venire a galla permettendoci di raccogliere quanto finora seminato in questi tre anni ci sono stati nuovi arrivi nuove importanti firme all interno di mondore@le mario giorgi e sabrina de filippis si stanno realizzando nuove forme di collaborazione e credo che la strada che l associazione sta seguendo sia quella giusta nel ringraziare chi ha deciso di mettersi continuamente in discussione faccio i miei migliori auguri alla nuova caporedattrice paola bernasconi che saprà mettere in pratica questi tre anni di esperienza raccolti nel nostro giornale attualitÀ maenza albergo diffuso altra iniziativa per il turismo che lascia perplessi priverno nasce la svolta nuova idea nel panorama politico lepino attualitÀ sermoneta caccia aperta agli evasori fiscali buone notizie per 9 della son norma arrivano i varchi elettronici per l accesso al centro storico caos pdl cultura il popolo della libertÀ va in crisi dagli scandali nazionali alle varie frizioni interne in ambito regionale provinciale e locale nascono nuove correnti oltre a fli e giÀ la fine del progetto del cavaliere si apre la nuova stagione teatrale del d annunzio intervista a clemente pernarella a sezze weekend con fotografia teatro e rassegne letterarie

[close]

p. 2

latina di sabrina de filippis mondore@le numero 72 12 novembre 2010 pdl nuovi addii ae diverse posizioni mochi lascia il partito l esperienza livello locale e nazionale è fallimentare mochi non crede più nel progetto politico portato avanti dal popolo della libertà non riscontrando più i principi sui quali si fondava il suo partito il dirigente ha deciso di dare le sue dimissioni attraverso una lettera indirizzata al coordinatore provinciale del partito claudio fazzone firmata anche dall assessore del comune di terracina francesco zicchieri giuseppe mochi lascia il suo posto queste alcune delle loro parole l esperienza del pdl a livello locale e nazionale è fallimentare e sotto gli occhi di tutti si deve prendere atto che è fallito quel progetto politico che forse troppo in fretta è stato realizzato dai vertici nazionali del partito per tale motivo i sottoscritti danno le dimissioni dal partito non più in sintonia con quelli che erano i presupposti fondativi e la missione politica che si era dato al momento della sua nascita ennesima scossa per il mondo politico pontino e il malcontento non sembra finire qui il consigliere regionale e presidente della commissione mobilità giovanni di giorgi si inserisce nell animato dibattito politico che scompiglia il pdl nel confronto sull evoluzione del quadro politico nel centrodestra rilevo un approccio sbagliato da parte di tanti esponenti locali occorre lavorare alla crescita del partito e dei suoi valori uscendo da equivoci e da steccati che creano soltanto scontri e divisioni continuare a ragionare parlando con le categorie degli ex an da una parte e forza italia dall altra o altre correnti e divisioni interne è un limite penalizzante per il partito e rap presenta una contraddizione rispetto allo spirito e ai valori fondanti del pdl in questo contesto anche fabio bianchi vice coordinatore provinciale fa il suo intervento la nascita di futuro e libertà che ha raccolto pochi nostalgici di non si sa che cosa è divenuta un occasione per definire la necessità di addentrarsi nella costruzione del pdl portando al suo interno le grandi esperienze e i percorsi politici e culturali di ognuno ma spogliandosi delle vecchie consunte casacche di ex intanto l assessore provinciale enrico tiero e l ex consigliere comunale ivano di matteo hanno allestito dei gazebo presso i quali raccogliere le firme per sostenere il comitato per le primarie il senatore claudio fazzone ha condiviso l iniziativa ma vuole verificarne la fattibilità immediata nel capoluogo e anche questa mossa è accompagnata da molte polemiche c è chi entra chi esce e chi vuole primeggiare nasce prima latina vicina a zaccheo la nuova lista civica si è costituita ufficialmente lo scorso 6 novembre all hotel europa di sabrina de filippis la nuova lista civica prima latina si è costituita ufficialmente lo scorso sabato 6 novembre presso l hotel europa di latina ai partecipanti sono stati presentati i principi fondanti del progetto tra i promotori gli avvocati paolo censi e leone zeppieri che hanno creato un movimento di opinione per tutti coloro che nutrono per latina un amore a prima vista non siamo prodotto né burattini di nessuno ha sostenuto con fermezza zeppieri ma un movimento libero e indipendente a disposizione dei cittadini e della nostra città per superare l impasse amministrativa e rilanciare latina verso un nuovo corso da quanto si è evinto è una lista civica che non ha necessariamente l obiettivo di trasformarsi in una lista elettorale intendiamo aggregare professionisti associazioni di settore e liberi cittadini che vogliano riappropriarsi del diritto-dovere di partecipazione alla gestione della cosa pubblica ha dichiarato censi ed elaborare insieme un programma per il buon governo della città e una volta messo a punto un programma eventualmente scegliere un candidato sindaco che abbia a cuore latina riecheggiano parole come latina e cuore che ricordano gli anni di latina nel cuore un ricordo o un ritorno che aleggerà nell aria nelle prossime elezioni amministrative in 2 merito alla situazione attuale zeppieri ha le idee chiare credo che nel momento in cui si decide sia pure in un momento politico particolare di far mancare la propria fiducia ad un progetto politico premiato dai cittadini prima ancora che da un sindaco si sceglie consapevolmente di consegnare il paese ad una paralisi praticamente certa

[close]

p. 3

latina di sabrina de filippis mondore@le numero 72 12 novembre 2010 de marchis occorre programmare un attenta politica delle entrate e ridurre gli sprechi la scorsa settimana i tecnici comunali e i funzionari della corte dei conti sono stati a roma per la convocazione dell organo con funzioni giurisdizionali e amministrative di controllo in materia di entrate e spese pubbliche a seguito di questo incontro è stata riconosciuta la correttezza dell impostazione portata avanti in questi mesi da parte del pd e del comitato no tia per chiedere l applicazione della tarsu al posto della tia illegittima e la conseguente restituzione delle somme introitate il comune di latina e la latina ambiente rischiano di dover restituire ai cittadini le somme incassate attraverso il pagamento delle fatture tia il 35 del costo della tariffa relativa agli anni dal 2006 al 2009 i circa 20 milioni di euro che il comune di latina deve agli utenti potrebbero portarlo al dissesto finanziario con il conseguente taglio dei servizi pubblici il riconoscimento della nostra impostazione afferma il candidato alle primarie del pd giorgio de marchis è la conseguenza del grande lavoro che stiamo portando avanti dal 2006 prima contro le tariffe sbagliate poi contro l illegittimità della tia un lavoro di sostegno ai cittadini per tutelare i loro diritti in primo luogo quello di pagare le imposte in modo corretto ed equo secondo de marchis non c è nessun pericolo reale che il comune finisca in dissesto finanziario non vorrei che questa voce fosse alimentata strumentalmente per evitare di pagare i rimborsi per reperire le risorse necessarie alla copertura dei costi dei rimborsi è sufficiente programmare un attenta politica delle entrate e ridurre gli sprechi in questo modo tutti i servizi erogati come asili nido e mense potranno essere salvaguardati gli tia comune a rischio dissesto uffici del comune sono già al lavoro per cercare di individuare le possibili soluzioni per evitare l eventuale dissesto proprio per questo pochi giorni fa si è tenuta una apposita riunione in comune oltre al commissario straordinario guido nardone ha partecipato l amministratore delegato di latina ambiente valerio bertuccelli latina ambiente e comune hanno concordato che presto arriveranno le bollette senza iva e non più fatture come è avvenuto finora si vedrà asl commissariata senza commissario abbiamo commissariato la asl roma-a quella di latina i nomi dei commissari ancora non ci sono ha affermato il presidente della regione renata polverini al termine della giunta senza però spiegare le motivazioni la giunta regionale del lazio ha approvato una delibera con la quale si dispone il commissariamento di due asl roma a e latina immediate sono arrivate le reazioni politiche sulla questione È singolare che si sia proceduto al commissariamento della asl roma a e della asl di latina senza però nominare alcun commissario sarei curioso di conoscere le motivazioni che hanno portato a questa scelta considerato che nelle altre asl ed aziende ospedaliere del lazio i nuovi manager sono già stati tutti pressoché individuati questo è quanto ha dichiarato il consigliere della regione lazio ed esponente di futuro e libertà fabio desideri ci si domanda se la scelta di nominare un commissario invece di proseguire verso l investitura a direttore generale della asl di latina del biologo filo-pdl alberto spanò cela una crisi economica o è un effetto collaterale di lotte interne al centrodestra s.d.f la provincia riparte dal comparto turistico la commissione sviluppo economico ricerca innovazione e sviluppo presieduta da giancarlo miele ha approvato all unanimità il piano turistico triennale della regione lazio 2011-2013 proposto dall assessore al turismo e marketing e made in lazio stefano zappalà il risultato di questo lavoro sostiene l assessore è il voto favorevole che ha visto insieme maggioranza ed opposizione il turismo è la più grande industria del lazio in termini di fatturato e di occupazione è anche l attività economica con più prospettive di crescita e parliamo di crescita qualitativa della regione che ora ha un riferimento certo e strategico per il suo sviluppo secondo il presidente della commissione giancarlo miele sarà un importante strumento di lavoro per gli operatori del settore e per le amministrazioni locali e permetterà di valorizzare tutte le potenzialità presenti sul territorio regionale grazie ad un incisiva opera di sostegno e accompagnamento di tante iniziative spontanee pronte per compiere un ulteriore salto di qualità s.d.f 3

[close]

p. 4

sezze di simone di giulio mondore@le numero 72 12 novembre 2010 campoli-polverini finalmente si è tenuto lunedì 8 novembre il tanto atteso incontro tra il primo cittadino e la governatrice si è finalmente tenuto il tanto atteso incontro sulla questione del riordino sanitario del lazio tra il sindaco di sezze andrea campoli e la governatrice renata polverini più volte rimandato causa impegni del numero uno della pisana l incontro si è svolto in due giorni distinti il 4 novembre in seno alla commissione sanità alla presenza dei sindaci direttamente coinvolti nel riordino stabilito dalla polverini campoli e raimondi a rappresentare sezze e gaeta le due realtà maggiormente colpite dai tagli l 8 novembre invece il sindaco è stato ascoltato dalla governatrice del lazio a riferirlo durante l ultimo question time è stato il primo cittadino che ha rassicurato circa le intenzioni della polverini ho chiesto ed ottenuto di parlare direttamente con lei per tutelare il nostro nosocomio perché strategico da parte della polverini ho registrato una volontà di discutere del piano sanitario ed eventualmente di modificare qualche passaggio resto fiducioso per il percorso da lei indicato che si avvierà al momento della nomina di direttore generale della nostra asl intanto nei prossimi giorni funzionari dell assessorato regionale alla sanità faranno visita al san carlo per valutarne le potenzialità ex campo di aviazione la svolta cardarello conferma l interessamento dell amministrazione di pastina tutelare gli agricoltori di simone di giulio il comune di sezze è veramente intenzionato ad acquisire l area denominata ex campo di aviazione sita in zona sezze scalo a ribadirlo è stato l assessore al patrimonio bruno cardarello al termine di un vertice tenutosi nei giorni scorsi alla presenza dei rappresentanti della società patrimonio dello stato spa oltre al sindaco campoli al vertice hanno partecipato il vice sindaco umberto marchionne l assessore cardarello l assessore ai lavori pubblici pietro bernabei il presidente della commissione programmazione e gestione delle risorse ernesto di pastina il dirigente del settore affari generali francesco petrianni il dirigente dei servizi tecnici mauro vona gli avvocati dominedò ruffino ed il dottor toma in rappresentanza della società patrimonio dello stato la proprietà è costituita da un lotto di terreno di oltre 43 ettari di superficie a ridosso della sr 156 dei monti lepini area oggi interamente destinata alla coltivazione agricola di tipo intensivo l amministrazione vuole acquisire l area al fine di gettare nuove basi di sviluppo socio-economico per la zona di sezze scalo in virtù della posizione e dell entità della stessa l attività propedeutica all acquisizione dell area ha spiegato cardarello sarà svolta nel più breve tempo possibile 4 l amministrazione comunale attraverso i propri legali provvederà alla verifica degli atti e dei fascicoli relativi al bene che la società patrimonio dello stato metterà a disposizione del comune al fine di valutare la fattibilità dell opera il consigliere comunale di pastina invece ha sottolineato anche l aspetto sociale del problema e ha chiesto che vengano tutelati tutti gli agricoltori che da anni lavorano quei terreni e che venga garantito loro un futuro lavorativo mediante una formula che dovrà essere trovata di comune accordo.

[close]

p. 5

sezze di simone di giulio mondore@le numero 72 12 novembre 2010 scuola valerio flacco allo sbando sono iniziati i sopralluoghi del consigliere reginaldi nei plessi scolastici del territorio setino e iniziata nei giorni scorsi la serie di sopralluoghi del consigliere comunale roberto reginaldi all interno dei plessi scolastici del territorio di sezze per il suo primo viaggio all interno di locali spesso in condizioni fatiscenti il consigliere di nuova area ha scelto il plesso valerio flacco di via bari a sezze scalo le foto narrano di una serie di problemi gravi come spiegato dallo stesso reginaldi nella relazione redatta dopo il sopralluogo possiamo osservare come siano fatiscenti gli intonaci la scarsa manutenzione delle facciate ha permesso alle intemperie di rovinare l intonaco a calce posto a protezione della struttura in cemento armato a causa proprio di questa incuria molte parti della struttura sono prive di intonaco che scollatesi sono rovinate in terra con rischio di colpire quanti vi passano va anche considerato il grave danno che si sta formando sulla parte in cemento armato della struttura tutta non essendo più protetto dall intonaco a calce anch esso è sottoposto alle intemperie il ferro che si trova all interno del cemento soprattutto alle estremità si sta arrugginendo e quindi provoca lo scollamento dalla parte cementizia con gravi conseguenze della struttura si consiglia immediato intervento sulle parti in cemento armato rimaste troppo a lungo esposte alle intemperie con il trattamento diretto sulle parti in ferro venuti alla luce proprio grazie allo scollamento di esso dal cemento con convertitore di ruggine trattamento con intonaco fibro-rinforzato per ricompattare vecchio intonaco e struttura in cemento armato il ripristino e ripresa delle parti mancante di intonaco a calce ma che ancora non hanno danneggiato la struttura in cemento armato infine tinteggiatura con pittura al quarzo per pareti esterni ovviamente da ripetere ogni cinque anni al massimo discorso ancora peggiore per la palestra dell istituto la palestra sta subendo maggiormente il danno le infiltrazioni d acqua dopo aver pesantemente danneggiato la parte esterna ora aggrediscono la parte interna con scollamento dell intonaco e distacco del ferro inoltre l infiltrazione ha già rovinato gran parte del pavimento in parquet che urge anch esso di immediato intervento di recupero cercando di salvare il salvabile la parte retrostante esterna alla palestra si è trasformata in un vero e proprio laghetto con danni ben visibili l acqua ristagnate aggredisce pesantemente le pareti esterne della struttura la scala di emergenza esterna è pesantemente compromessa si notano buchi creati dalla ruggine recuperabili con stucco metallico le porte interne del plesso scolastico sono irrimediabilmente danneggiate stessa cosa dicasi dei banchi e delle sedie vecchie di oltre vent anni privi di sottobanco e rovinati in più parti i servizi igienici non rispettano le norme più elementari alcuni servizi sono privi di porta dove invece vi sono sono danneggiate e prive di maniglie non ci sono bagni per disabili a norma di legge i gradini delle scale interne sono privi di strisce antiscivolo gli ascensori che non hanno mai funzionato sono tutt oggi in disuso e vengono usati come ripostigli gli esterni della scuola sono accettabili ad esclusione dell entrata dove si presentano voragini la quantità degli estintori è fatiscente alcuni idranti sono sprovvisti della manichetta l impianto elettrico mostra molte lacune alcune pericolose per l incolumità dello studente seguiranno relazioni del sopralluogo del plesso scolastico aldo bottoni di ceriara e materne di via bari 5

[close]

p. 6

sezze onirika edizioni presenta mondore@le numero 72 12 novembre 2010 madonna dell appoggio dimenticata l accusa di antonella bruschi presidente del centro studi san carlo direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori domiziana tosatti luisa belardinelli sabrina de filippis marco fanella roberto tartaglia mario giorgi responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 quel che resta della chiesa della madonna dell appoggio sono solo macerie nel corso dei secoli il luogo di preghiera non ha resistito alle intemperie e ai continui danni strutturali provocati dalla vicina cava di calcare oggi in disuso l incuria e l abbandono hanno fatto il resto distrutti gli affreschi presenti all interno in particolare uno raffigurante la vergine con il bambino di cui oggi rimangono sbiadite tracce una proposta finalizzata a preservare almeno la memoria del luogo è arrivata dal presidente del centro studi san carlo da sezze antonella bruschi lo scorso 29 ottobre in occasione dell inaugurazione della mostra fotografica san carlo e il suo paese sezze il presidente ha illustrato e consegnato al sindaco campoli una richiesta di intervento su quanto rimane della chiesa della madonna dell appoggio tanto cara proprio al santo ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita chiuso in redazione il 10 novembre 2010 pubblicità primo piano setino la chiesa della madonna dell appoggio risalente al xv secolo ha affermato antonella bruschi era particolarmente cara per diversi motivi a san carlo il santo ricorse tra l altro all intercessione della vergine dell appoggio in un particolare frangente della sua vita terrena la grazia al fratello giovanni gravemente ammalato come ricorda uno scritto di massimiliano di pastina purtroppo la chiesa non ha resistito all incuria ed all abbandono aggravati dalle detonazioni cui per decenni è stata sottoposta dalla sottostante cava ed è ad oggi praticamente distrutta se un restauro appare allo stato attuale quasi impossibile sembra opportuno tentare di preservarne la memoria almeno con un intervento di messa in sicurezza e di pulizia di tutta l area circostante evidenziando i pochi resti della muratura dell edificio sacro anche con l apposizione di una targa o iscrizione che ricordi il legame tra san carlo e quel luogo il presidente del centro studi chiede una particolare sensibilità nei confronti di un luogo importante per la comunità e per la tradizione popolare dello stesso avviso il presidente di setina civitas ignazio romano che spiega condivido pienamente la proposta e mi auguro che un qualche intervento venga realizzato per salvare quel che resta di quelle antiche testimonianze ma voglio ricordare a tutti che negli ultimi sei anni sulla madonna dell appoggio e sull antico tracciato romano su cui è posto il rudere c è stato un totale disinteresse da parte degli amministratori che pure hanno ricevuto dalle associazioni di volontariato tutto il materiale necessario per un tempestivo intervento di conservazione ed oggi appare evidente che è stato uno sforzo inutile sezze sta perdendo la sua memoria storica e presto molte testimonianze non saranno più visibili questa è la triste realtà 6 6

[close]

p. 7



[close]

p. 8

sermoneta di domiziana tosatti mondore@le numero 72 12 novembre 2010 accertamenti fiscali per recuperare fondi il delegato di lenola non è una semplice caccia agli evasori ma un recupero somme mai incassate circa 200mila euro accertati e già incassati nel corso del 2009 tali sono le risorse destinate a crescere in maniera sensibile che l amministrazione comunale di sermoneta grazie ad una politica perseguita dal delegato alle finanze antonio di lenola finalizzata al recupero delle tasse inevase ha visto entrare nelle proprie casse grazie agli accertamenti condotti nello scorso anno per l aliquota ici all imposta sulla casa saranno affiancate ora le verifiche su tarsu e canone di pubblicità gli accertamenti avvengono attraverso il controllo incrociato dei dati in possesso del comune non si tratta ha spiegato il delegato di lenola di una semplice caccia agli evasori ma di un grande lavoro di recupero delle somme mai incassate da questo ente e perché no di rispetto nei confronti di chi ha sempre pagato i tributi comunali un risultato di rilievo conseguito attraverso i minuziosi controlli degli uffici comunali competenti capaci di effettuare accertamenti e recuperare decine di migliaia di euro dall ici a carico di proprietari di abitazioni aree fabbricabili attività produttive e terreni agricoli che negli anni scorsi hanno evaso interamente l imposta comunale sugli immobili o che pur avendola pagata l hanno fatto in netto ritardo sui tempi stabiliti oppure hanno versato al comune un importo errato inferiore a quello effettivamente dovuto proseguiremo con gli accertamenti ici ed avvieremo anche quelli su tarsu e canone sulla pubblicità ha detto ancora attraverso un lavoro fatto in maniera responsabile e ponderato che nella nostra azione non vi sia alcun intento vessatorio lo dimostra il basso numero di ricorsi presentati dai cittadini e soprattutto la quasi totale assenza di code presso gli uffici comunali per contestare le cartelle ricevute semplicemente riteniamo doveroso per un principio di equità fiscale che chi ha determinati obblighi li rispetti l evasione recuperata ha concluso di lenola inserisce sermoneta in un meccanismo virtuoso volto a compensare i sempre minori trasferimenti statali fondazione caetani a convegno sulle biodiversitÀ di domiziana tosatti al centro del convegno organizzato dalla fondazione roffredo caetani sono state poste le problematiche relative alla biodiversità in provincia di latina luogo dell incontro pantanello di ninfa sui bordi della strada ninfina nell area rinaturalizzata dalla fondazione si tratta di ben 100 ettari di terreno nel quale sono stati creati sei stagni alimentati dal fiume ninfa ed in cui si sta reinsediando una fauna autoctona e si sono orientati nuovi flussi di uccelli migratori in un ambiente vegetazionale spontaneo tipico della pianura pontina prima della bonifica delle paludi gli sforzi che la nostra fondazione ha compiuto mettendo a disposizione una vasta tenuta allo scopo di ricreare una biodiversità autoctona ha detto gabriele panizzi presidente della fondazione tendono anche a creare una nuova risorsa per il turismo e per l economia della nostra area pantanello infatti potrà essere visitato soprattutto dalle scuole per tutto il periodo che va da fine ottobre al successivo mese di marzo mentre lo storico giardino di ninfa aprirà da aprile fino a ottobre garantiremo così una continuità di gestione che farà di quest area un oasi culturale e naturalistica tra le più suggestive d italia gli oltre 50 mila visitatori di ninfa potranno nel tempo raddoppiarsi con la grande appendice di pantanello ed offrire anche alla società locale nuovi apporti di economia insieme al mantenimento di un area tipica che è parte della nostra cultura antropologica e naturalistica al convegno hanno preso parte il direttore scientifico del wwf gianfranco bologna fulco pratesi presidente onorario dello stesso wwf autore di un libro dedicato alla storia della natura in italia l assessore regionale all ambiente del lazio marco mattei il professor francesco petretti dell università di camerino il professor paolo bono della sapienza di roma gaetano benedetto presidente del parco del circeo la dirigente del provveditorato agli studi maria rita calvosa buone nuove per i 9 dipendenti della son finalmente una buona notizia per i nove dipendenti della son di sermoneta il giudice che sta seguendo la vicenda della società ossigeno napoli posta in chiusura dalla proprietà ha affidato per i prossimi dodici la gestione del sito di monticchio alla sermo operation di antonio aprile entro il tempo di gestione si giungerà ad un concordato sul prezzo di vendita in questo periodo si cercherà di capire in che modo organizzare il lavoro dell azienda con l obiettivo non solo di salvare la produzione ma anche e soprattutto i posti di lavoro finalmente una notizia positiva in una realtà industriale provinciale sempre più vessata e di cui sta facendo le spese anche i tessuto locale caratterizzato negli ultimi mesi dalla vendita del sito bristol e dalla vertenza corden pharma che ha 8 annunciato nei giorni scorsi la messa in mobilità di 267 dipendenti l interesse di antonio aprile imprenditore e attualmente presidente della co ser imp il consorzio che riunisce le imprese dell area artigianale di sermoneta all acquisto della son al rilancio del sito industriale e al mantenimento dei livelli occupazionali era stato già espresso un anno e mezzo fa al momento dell ufficializzazione della grave crisi dell azienda e riconfermato di recente la proposta per il rilancio produttivo della son va verso la sospensione di produzione di acetilene passando invece per una riconversione nell attività di collaudo e smaltimento di bombole di acetilene affiancando a tale attività la realizzazione di un impianto per la zincatura d.t

[close]

p. 9

norma di domiziana tosatti mondore@le numero 72 12 novembre 2010 arrivano i varchi elettronici per i veicoli segnaleranno il divieto agli automobilisti in corrispondenza dei quattro accessi all isola pedonale quattro sono i punti di accesso al paese in cui fino ad oggi da anni venivano apposti i segnali di isola pedonale a segnalare il divieto di transito per i veicoli in determinati periodi dell anno o in alcune giornate segnali metallici che sono sempre stati apposti manualmente dai vigili urbani quattro non di più e soprattutto per un giorno a settimana durante l inverno cui si aggiunge qualche giornata di festa e due mesi estivi null altro l amministrazione comunale ha invece deciso che nelle casse dell ente ci sono risorse a sufficienza per potersi permettere l acquisto di quattro varchi elettronici che sostituiranno i cartelli manuali nell indicazione dell isola pedonale saranno programmabili a distanza con un solo sms e comunicheranno senza incertezze orari di accesso e divieto ben venga la tecnologia avanzata laddove consente di facilitare il lavoro manuale di chi come i vigili urbani in questo caso prestano la propria opera con devozione garantendo sempre la massima efficienza tuttavia ci si domanda se davvero quattro varchi elettronici fossero necessari soprattutto se per acquistarli servono 25mila euro ai quali si aggiungono mille euro più iva per una relazione tecnica sulle modalità di posa in opera i lavori per l istallazione la corrente per l alimentazione norma non è roma ed ha dimensioni abbastanza ristrette per poter credere senza rischiare di cadere facilmente in errore che i vigili urbani o chi per essi magari perché no a questo punto un addetto pagato apposta per tale compito avrebbero potuto continuare ad apporre i segnali di isola pedonale manualmente consentendo all amministrazione di perseguire una politica di gestione delle risorse forse più costruttiva d.t sermoneta tra due mesi meno incentivi sulle energie alternative scarsella dal 2011 arrivano le riduzioni e chi non sarà pronto avrà perso un opportunità saranno ridotti dal 2011 quindi tra meno di due mesi gli incentivi per la produzione di energia da fonti alternative chi non avrà promosso soprattutto tra pubbliche amministrazioni iniziative concrete e fattibili avrà perso una grande occasione e il caso secondo antonio scarsella capogruppo del gruppo misto del comune di sermoneta a parte l adozione di un regolamento comunale per l istallazione di impianti in aree agricole che alla luce della normativa vigente per la quale comunque decidono provincia e regione ha oggettivamente poca efficacia la maggioranza al governo non ha fatto altro da oltre un anno ha ricordato il consigliere rendendomi portavoce dell opinione di singole persone associazioni e gruppi politici ho avuto modo di proporre al consiglio comunale diverse e concrete iniziative nel settore delle energie alternative del fotovoltaico ma nessuna è stata accolta né sostituita da iniziative intraprese dalla maggioranza tra le proposte di scarsella c era un nuovo regolamento comunale che facilitasse sia ai cittadini che alle ditte operanti nel settore l istallazione di nuovi impianti l adeguamento degli edifici il risparmio energetico e la produzione di energia da piccoli impianti domestici ma anche la realizzazione su un terreno di proprietà di un campo fotovoltaico comunale di almeno 5 ettari in questo modo con il comune che si rende imprenditore ha spiegato scarsella l ente potrebbe produrre energia realizzare un risparmio energetico visto che la bolletta del comune è di circa 300mila euro ogni anno e trovare nuove risorse finanziarie da utilizzare per lo sviluppo ed i servizi tra le iniziative proposte c era anche un progetto di produzione energetica che garantisse un collegamento diretto con le aree industriali e che rappresenti dunque un incentivo ed una facilitazione per l economia locale in crisi tutte iniziative alle quali è stato detto no secondo un atteggiamento da parte della maggioranza che non porta da nessuna parte se non rincorrere i problemi senza saper programmare un futuro diverso e possibile io e tanti altri ha osservato scarsella pur stando all opposizione facciamo il nostro dovere proponendo soluzioni ed interventi fattibili concreti e costruttivi adesso è ora che la maggioranza faccia la sua parte d.t roccagorga bonanni si ritira dalla corsa a segretario del pd c è un concorrente in meno per la carica di segretario del pd di roccagorga a farsi indietro è nazzareno bonanni che spiega la scelta in una breve nota il mio tentativo di candidarmi alla segreteria del pd rocchigiano finisce qui finisce poiché è risultato vano il tentativo di ricercare un dialogo fra le parti finisce qui poiché la proposta di una mia candidatura è nata per favorire un percorso di coesione dentro il partito e per tentare di venir fuori dallo stallo in cui il pd di roccagorga è precipitato dopo mesi di conflitti personali purtroppo non c è l ho fatta queste intenzioni sono rimaste solo auspici che non hanno avuto nessun riscontro nella realtà annuncio questa rinuncia con rammarico ma consapevole di averci realmente provato ho cercato insieme ad altri una lettura politica dei motivi del contendere ed è con questa analisi che è nata la mia proposta a segretario una proposta motivata da un sentimento politico in cui si cercava di tessere la trama dell equilibrio in cui nessuno prevaleva in cui ognuno rinunciava a qualcosa per il bene di tutti e soprattutto del partito ma appena ho ufficializzato la mia candidatura c è stato un forte irrigidimento tra le parti e ho capito una cosa non c era alcuna possibilità di ricomposizione con me candidato lascio sperando che altri siano in grado meglio di me di svolgere questo delicato quanto urgente compito di ricomposizione purtroppo pur non volendo sono diventato immediatamente un segretario schierato nel conflitto e proprio per questo lascio ritengo che per riportare il pd di roccagorga sulla strada della politica urge un segretario che non sia schierato e a costui darò tutto il mio appoggio 9

[close]

p. 10

priverno di mario giorgi mondore@le numero 72 12 novembre 2010 ecologia e lavoro di ramazza sel torna in campo per pulire la città una decina di iscritti bonificano una parte del terminal sarà stato pure per un convincimento ecologico presente già nel nome del partito quello di sinistra ecologia e libertà ma indubbiamente ha voluto essere anche una provocazione per l amministrazione comunale di priverno domenica 7 novembre una decina di militanti del circolo sel del centro collinare lepino sono scesi in campo per un opera di bonifica della parte del terminal degli autobus che da porta romana scende giù verso il piazzale un luogo centralissimo ma fortemente degradato lercia la scalinata sicuramente anche per responsabilità di comportamenti a dir poco incivili di alcuni frequentatori del luogo erbacce ovunque nel terreno sottostante a coprire decine e decine di bottiglie e ogni altro genere di rifiuti purtroppo nel corso degli anni non c è mai stato nessun intervento del comune per tentare di rendere meno impattante l enorme colata di cemento che caratterizza l intera struttura e per questo che accanto al lavoro di pulizia e al taglio dell erba i rappresentanti del circolo sel privernate guidati dal decano del partito il consigliere comunale di opposizio ne federico d arcangeli hanno provveduto a mettere a dimora numerose piante di edera che nel giro di qualche anno ma quanto tempo si è perso finora per incuria e insensibilità dovrebbero riuscire almeno in parte ad alleggerire l impatto visivo di quella brutta opera ora sottolinea d arcangeli la palla passa agli amministratori comunali di priverno nei mesi scorsi fecero un gran parlare di videosorvegliana e sicurezza nel classico stile di chi punta solo a sfruttare i timori e le ansie dei cittadini non pretendendo cose probabilmente troppo impegnative per il comune auspica il consigliere comunale sel ci accontenteremmo se il sindaco umberto macci e i suoi collaboratori riuscissero almeno a garantire un pò di decoro nei posti più frequentati di priverno che non va dimenticato si fregia del titolo di città d arte infine l immancabile stoccata polemica magari se necessario prendendo loro in mano ramazze e rastrelli e provare a rendersi utili alla città arriva la svolta nuovo movimento sulla scena politica lepina di mario giorgi il frantumato firmamento politico privernate si arricchisce di un nuovo movimento in verità non si sa bene ancora da chi sia costituito e dove voglia arrivare ma di certo c è che ormai pare stia per uscire allo scoperto da alcuni giorni infatti nella città di priverno nei punti adibiti all affissione sono apparsi diversi manifesti con lo stemma di un movimento che si definisce di libere opinioni e si chiama la svolta di priverno accattivante nel formato nei caratteri e nei colori con il tricolore italico a spiccare in alto a sinistra il manifesto si rivolge ad un generico tu intendendo probabilmente con il pronome personale di seconda persona singolare tutti gli abitanti di quella che fu la città di metabo e camilla di virgiliana memoria e giù un decalogo di suggerimenti ed inviti ai cittadini a gestire come protagonista la città e i suoi problemi non manca ovviamente uno specifico preciso riferimento alla classe politica locale soprattutto a quelle persone che negli hanno gestito la cosa pubblica incarnando figure professionali ben definite si legge chiaramente l invito a scegliere diversamente per il futuro mai più avvocati mai più architetti mai più ragionieri mai più commercialisti alla guida del paese non viene però specificato a quale categoria professionale debbano appartenere i futuri per il movimento auspicabili amministratori staremo a vedere gli sviluppi della situazione una sola annotazione a margine solo per cronaca ovviamente dal 1994 al 2003 sindaco di priverno è stato un architetto e dal 2003 ad oggi un avvocato 10

[close]

p. 11

maenza un convegno per l albergo diffuso può rappresentare una soluzione per il turismo asfittico e le istituzioni che cosa fanno di luca morazzano mondore@le numero 72 12 novembre 2010 si è parlato di turimo e di albergo diffuso nel convegno tenuto lo scorso venerdì èpresso l ostello san tommaso d aquino di maenza presenti il coordinatore della xiii comunità montana carlo bonanni il coordinatore dell associazione albergo diffuso mirko vani l assessore comunale giuseppe olivieri e il consigliere comunale norberto fanella,delegato appunto alla comunità montana oltre che alcuni gestori di strutture ricettive maentine si è parlato di una proposta l ennesima pensata per rivitalizzare un settore il turismo da anni potenziale dei monti lepini ma che da altrettanti anni che resta inespresso a spiegare i principi che muovono l iniziativa albergo diffuso è stato proprio carlo bonanni quello dell albergo diffuso è un progetto avanzato dalla xiii comunità montana alla regione lazio e interessa i comuni di bassiano norma prossedi e appunto maenza e basato sull ottimizzazione delle strutture già presenti e dallo studio delle attività commerciali e prevede la promozione e valorizzazione dei luoghi della storia della tradizione e dei prodotti tipici di ogni paese coinvolto di comune accordo con la camera di commercio di latina è stato condotto uno studio per analizzare in ogni paese che tipo di attività commerciali ci sono cosa si pro duce cosa si vende e chi sono gli operatori di settore l analisi delle prospettive delineate da bonanni ha riguardato anche le prospettive possibili in un simile contesto a livello legislativo l albergo diffuso costituisce una novità con tanti margini di intervento in altre regioni dell italia sta riscuotendo molto successo portando a risultati notevoli per le parti coinvolte da la possibilità ad operatori di turismo già presenti di mettere in sinergia le proprie forze e avere un riscontro di marketing e di immagine altrimenti impossibile allo stesso temo da possibilità di creare unità allocative anche dove non ci sono in ogni casa una famiglia può mettere a disposizione una stanza garantendo un posto letto e un ricettività composta di vitto e alloggio su uno standard comune il tutto è coordinato da un punto centrale di reception maenza è già dotata di una capacità ricettiva di 116 unità ma non per questo l albergo diffuso diventa meno efficace ed anzi costituisce un opportunità nuova per i gestori poi c è il vantaggio di un canale diretto con la regione l assessore regionale al turismo stefano zappalà prenderà in esame i progetti avanzati ma già da ora nel suo programma triennale c è un capitolo specifico dedicato alla realizzazione degli alberghi diffusi a prossedi c È giÀ freddi gli operatori mirko vani è il coordinatore dell associazione lunghezza d onda molto affine quella sostenuta da mirko vani coordinatore dell associazione albergo diffuso come avviene nel caso di maenza sui lepini c è offerta turistica potenzialità di ricezione ma mancano le presenze dei turisti il problema non è il patrimonio dei lepini che hanno molto da offrire ma portare su di essi l attenzione dei turisti promuovere l albergo diffuso vuol dire promuovere il marchio dei lepini attraverso fiere workshop e quanto altro in italia e all estero per far conoscere i nostri luoghi al di fuori dei confini territoriali per un singolo gestore un ragionamento tale comporterebbe un impegno ed una spesa forse fuori portata ma attraverso una sinergia delle forze ed economica sarebbe possibile raggiungere un target altrimenti proibito dal punto di vista logistico diventa fondamentale l organizzazione dal punto centrale della reception alle singole unità allocative i servizi offerti devono essere omogenei e spaziare dall accoglienza al servizio ristoro agli orari passando anche per i particolari cambi di lenzuola pulizie fino ad arrivare ai prezzi altamente competitivi per funzionare al meglio nel caso di appartamenti messi a disposizione devono essere tra i 5 e i 7 per offrire una capacità di 15/20 posti letto a prossedi il progetto è già in fase di realizzazione essendo stati reperiti gli appartamenti necessari e si è passati già alla fase di organizzazione vera e propria l.m resta ancora qualche dubbio sulla gestione ma non son state solo rose e fiori in quanto i gestori di turismo presenti già scottati dall esperienza hanno mosso alcune obiezioni il problema resta quello di portare gente maenza nello specifico da tempo è dotata di una vastissima capacità ricettiva quello che manca però è la capacità attrattiva verso un turismo stanziale se ci sono eventi a dire la verità pochini si esauriscono tutti nell arco di una mezza giornata e quindi non spingono le persone a restare e a dormire non c è una grande comunicazione all esterno retaggio anche di una programmazione che lascia a desiderare da parte dell amministrazione e questo senza dubbio danneggia lo spirito d impresa di tanti e difficile pensare che un marchio quello dell albergo diffuso possa bastare a rompere questa sorta di empasse e quindi è difficile fidarsi di una simile iniziativa insomma c è ancora tanto da lavorare prima per rendere concreta l ida e poi per farla funzionare l.m 11

[close]

p. 12

pontinia di roberto tartaglia mondore@le numero 72 12 novembre 2010 novelli lascia la politica mochi il partito le scissioni nel popolo della libertà potrebbero cambiare gli scenari per le prossime elezioni la spaccatura in atto nel centro-destra che sta animando polemiche a livello nazionale sembra avere importanti ripercussioni anche nella politica locale specie se iniziative in tal senso vengono prese da nomi storici della politica comunale e se queste vanno ad impattare sul futuro di un amministrazione come quella di pontinia protagonista tra pochi mesi delle elezioni comunali i nomi che hanno fatto risuonare nel comune pontino l eco della spaccatura sono quelli di sandro novelli e giuseppe mochi sandro novelli come per ogni campagna preelettorale anche per questa ha annunciato pubblicamente che dal prossimo anno non sarà più tra i protagonisti della politica pontina e lo ha fatto nel suo stile provocatorio lanciando un invito al sindaco tombolillo l invito per ora non accolto dal sindaco verte su un incontro pubblico con la cittadinanza che riproponga un sommario di tutte le questioni più importanti che sono state sul tavolo politico in questi ultimi 10 anni novelli è stato sicuramente uno dei protagonisti principali della scena politica pontiniana personalmente non sono stato quasi mai d accordo con lui il suo operato ad ogni modo è stato rappresentativo del centrodestra e lui ha svolto a mio parere un ottimo lavoro di riorganizzazione del settore urbanistica il perché tombolillo abbia glissato sull incontro però risiede nel fatto che a suo dire novelli ha intenzione di portare in pubblico questioni ancora aperte ancora al vaglio degli inquirenti credo che sia più opportuno aspettare che finiscano i processi a quel punto allora sarà possibile tirare le somme un incontro vorrebbe dire ritrovarci a fornire per l ennesima volta solo ed esclusivamente la nostra versione dei fatti creando ancora più confusione nei cittadini così conclude il sindaco rimandando tutto alle numerose ed inevitabili discussioni che animeranno la prossima campagna elettorale a far sentire la sua voce con una nota diretta al coordinatore provinciale del partito è anche giuseppe mochi i toni in questo caso sono duri amareggiati e rivolti alle delusioni avute dall operato del partito che definisce fallimentare sia a livello locale che nazionale l abbandono dello storico esponente di centrodestra nonché sindaco ed artefice della questione dissesto rivelatasi dapprima il più grande scandalo che abbia mai colpito la politica a pontinia e poi nient altro che un grande bluff finalizzato all abbattimento degli avversari politici spacca la cittadinanza in due da un alto c è chi vede in questa scissione un possibile ritorno in prima linea di mochi con i nuovi colori agguerrito contro i suoi ex compagni di partito dall altro chi pensa che questo scossone sia un ulteriore scusa per attendere il termine dell ultima legislatura tombolilliana per poi tornare alla ribalta ed affrontare avversari più a misura e chi giova di più di questo addio sono proprio ex mochiani come torelli marson ed i giovani rappresentanti di orme pontine a conferma di questa presa di distanze il punto focale del loro programma basato sul rilancio dell occupazione a partire da un provvedimento nato nelle file del centrosinistra e già votato favorevolmente anche da paolo torelli il megastore di mesa le dichiarazioni del direttivo prlano chiaro il rudere dell ex mira lanza scomparirà e l intera area sarà riqualificata grazie alla costruzione del centro commerciale realizzato rispettando i canoni architettonici dell arte razionalista tipica della fondazione di pontinia e la riqualificazione del verde con la piantumazione di molti nuovi alberi che siano questi giovani la vera sorpresa di queste prossime elezioni che siano loro gli unici in grado di proporre un alternativa alla consolidata figura di eligio tombolillo libralato di nuovo all attacco delle centrali nucleari di roberto tartaglia libralato torna nuovamente all attacco delle centrali nucleari e stavolta lo fa con i verdi alle ore 18 di domenica prossima 14 novembre sede dell incontro sarà il centralissimo teatro fellini dopo il successo non solo mediatico ottenuto con il convegno tenuto dal professor bandazhevsky insieme a sua moglie galina e a massimo bonfanti presidente di mondo in cammino mic 12 l associazione nata nel 2005 che si occupa di nucleare seguendo le popolazioni colpite dal disastro di chernobyl libralato intende ripetere il colpaccio una lotta serrata a favore dell ambiente grazie alla quale tra nucleare turbogas biomasse e discariche abusive non manca occasione di riproporre sempre con grande risalto temi di rilevanza collettiva troppo spesso trascurati.

[close]

p. 13

cultura di paola bernasconi mondore@le numero 72 12 novembre 2010 a sezze un altro venerdÌ letterario in mattinata baby killer al pacifici e de magistris e nel pomeriggio si torna al museo archeologico venerdì 12 novembre a sezze è di scena il libro si parte la mattina alle ore 10,30 presso l aula magna dell i.s.i.s.s pacifici e de magistris in via dei cappuccini con la presentazione di baby killer i ragazzi d onore a gela di giuseppe ardìca organizzato dall associazione no-profit araba fenice l incontro sarà moderato dal dott gian carlo mancini presidente dell associazione interverranno il dirigente scolastico anna giorgi l autore e l attrice lucia viglianti che leggerà alcuni brani dell opera la presentazione verrà replicata alle ore 17,00 per la cittadinanza ad ingresso gratuito presso la sala peppino impastato nella biblioteca comunale di sezze centro per maggiori informazioni potete telefonare al numero 0773887415 isiss pacifici e de magistris oppure contattare l associazione al numero 329003558 o visitando il sito www.arabafenicesezze.org presso il museo archeologico in largo bruno buozzi proseguirà invece la rassegna i venerdì letterari al museo archeologico promossa dall assessorato alla cultura del comune di sezze una manifestazione che ha riscosso successo nella prima giornata dedicata a il mito di seth di orazio mercuri così l assessore alla culura del comune di sezze remo grenga promotore dell iniziativa una sala dell ercole gremita di persone a dimostrazione del forte fermento culturale che caratterizza il nostro territorio credo che ciò rappresenti la risposta a quegli scetticismi pseudoculturali che spesso costituiscono solo un limite per il paese piuttosto che un offerta in più sezze a mio avviso ha bisogno di cultura e non di critiche fine a se stesse la politica adottata da questa amministrazione nell ambito della promozione culturale del territorio ci ha consentito di raggiungere eccellenti traguardi tanto da poter garantire un offerta pari a quella delle grandi città siamo riusciti ad ottenere risultati che a roma per citare un esempio si possono raggiungere solo attraverso una campagna di promozione mediatica notevole stavolta toccherà a sezzeide del prof luigi zaccheo una riproposizione in ordine cronologico degli articoli più rilevanti sulle iniziative che negli ultimi quarant anni hanno caratterizzato e trasformato il paese gli amministratori comunali la classe politica e quella dirigente le associazioni culturali i giovani così sottolinea l autore dovrebbero prendere conoscenza di quanta strada è stata percorsa e continuare essi a ben operare per lo sviluppo economico sociale e soprattutto culturale di sezze alla presentazione parteciperanno piero formicuccia francesco petrianni e fausto orsini mentre verranno letti brani tratti da sezzeide a cura di alessandro grossi e arianna bernasconi dell associazione il grillo fotografia in mostra quarto appuntamento tra sezze e pontinia con il teatro di paola bernasconi di paola bernasconi pittura e foto in mostra queste giornate autunnali sono perfette per trascorrere un po di tempo passeggiando e mangiando con gli occhi un po di cultura a sezze è stata inaugurata venerdì 29 ottobre la mostra fotografia san carlo e il suo paese sezze aperta fino a domenica 14 novembre presso la casa natale del santo in piazza san lorenzo la manifestazione è merito del centro studi san carlo da sezze ad ingresso gratuito la mostra è stata patrocinata dall assessorato alle politiche culturali del comune di sezze che ha anche contribuito dal punto di vista finanziario e si inserisce nel progetto san carlo da sezze tra misticismo e storia un allestimento che permette di ripercorrere in ordine cronologico il cammino di fede di san carlo attraverso i luoghi che fecero parte della sua vita dalla casa natale nel centro storico setino fino alla cattedrale di santa maria passando per il collegio della compagnia di gesù a san pietro o il monastero delle clarisse una mostra incentrata sul santo che visivamente permette al visitatore di riconoscere luoghi della memoria storica setina dalla fotografia alla pittura cambiando la location presso il teatro fellini di pontinia è infatti in corso la mostra di pittura dell artista setino silvio frainettidal titolo nudi inaugurata il 23 ottobre proseguirà per un mese esatto fino al 23 novembre musicista cantante e pittore frainetti ha esposto i suoi dipinti anche presso le scuderie estensi di tivoli riscuotendo molto successo di pubblico e critica a caratterizzare i suoi lavori segni forti e passionali con il carboncino sfumato per ulteriori informazioni su silvio frainetti potete consultare il suo myspace all indirizzo www.myspace.com/silviofrainetti oppure visitare la sua pagina youtube www.youtube.com/silviofrainettitv quarto appuntamento per la rassegna sezze incontra il teatro organizzata dal comune di sezze che si terrà domenica 14 novembre presso l auditorium mario costa alle ore 18,00 l appuntamento precedente ha visto protagonista la festa in famiglia dell associazione culturale orsa minore di firenze commedia sui difficili rapporti famigliari che possono sfociare in pseudotentativi omicidi stavolta va invece in scena un classico quale è filomena marturano per la regia di roberto noce sul palco l associazione teatrale luna nuova di latina commedia teatrale in tre atti di edoardo de filippo è una delle sue opere tra le più rappresentate e tradotte che esprime al meglio tutto il sarcasmo e l amara ironia tipicamente partenopea questa la trama filomena è una ex prostituta mantenuta da domenico soriano alias don mimì da oltre trent anni in cambio lei gli fa da angelo del focolare curandone la casa e i beni di famiglia dedito ad una vita dissoluta filomena cerca di riportarlo alla retta via fingendosi in punto di morte con la complicità di un medico e di un prete obiettivo sposare il ricco pasticcere scoperto l inganno don mimì minaccia di uccidere la donna la trama si complica con la comparsa di tre figli che filomena ha cresciuto a spese di domenico allo scuro del fatto che la donna fosse la loro vera madre non sanno neanche che uno di loro è figlio anche di don mimì per questo filomena non vuole confessare all uomo di quale dei tre si tratta per evitare diseguaglianze di trattamento 13

[close]

p. 14

cultura di luisa belardinelli mondore@le numero 72 12 novembre 2010 teatro d annunzio parte la nuova stagione presentato in conferenza il cartellone degli eventi 2010/2011 che prende il via il 9 dicembre presentate finalmente nei giorni scorsi nella sala conferenze palazzo della cultura di latina la stagione di prosa e la stagione di danza abbinata alle rassegne di arte contemporanea ideata dall associazione mad e allestite nella pinacoteca del teatro presenti alla conferenza stampa il commissario prefettizio guido nardone alessandro berdini presidente atcl lazio e l assessore regionale alla cultura arte e sport fabiana santini la presentazione di una stagione teatrale rappresenta sempre un momento particolarmente importante ed atteso in una comunità sensibile ed attenta come è quella pontina sottolinea il commissario nardone il cartellone allestito dall amministrazione comunale e dall atcl presenta un ricco programma in grado di soddisfare diverse esigenze nardone elogia così la nuova stagione teatrale con quella diplomazia e delicatezza che lo contraddistingue eppure di cose da dire ce ne sarebbero tante ad esempio in merito al caso dello scandalo per lo scioglimento della fondazione teatro e riguardo ai debiti accumulati nel settore cultura per non parlare poi del caso costanzo e della chiamata in exstremis dell atcl associazione teatrale fra i comuni del lazio incaricata di distribuire spettacoli teatrali in tutto il lazio la quale con la sua programmazione valida e competitiva ma forse già vista ha salvato la dignità del teatro d annunzio di latina ma veniamo alla nuova stagione di prosa come anticipato pocanzi intensa ed impegnata la programmazione prenderà il via giovedì 9 dicembre alle ore 21 con replica il venerdì 10 sempre alle ore 21 con shylock il mercante di venezia in prova con moni ovadia e shel shapiro il programma 2010-2011 sabato 5 marzo ore 21.00 il giorno della civetta di leonardo sciascia con sebastiano domenica 19 dicembre ore 17,30 e ore 21.00 le bugie con le gambe lunghe di eduardo de filippo inter somma e con la partecipazione di orso maria guerrini regia di fabrizio catalano pretato e prodotto da luca de filippo sabato 19 marzo ore 21.00 e domenica 20 ore 17,30 sabato 15 gennaio ore 21.00 l avaro di molière interpretato e diretto da luigi de filippo la musica dei ciechi di raffaele viviani con peppe barra patrizio trampetti regia di claudio di palma domenica 3 aprile ore 17,30 processo a gesù di diego fabbri con massimo foschi angiola baggi renato campese roberto ciufoli crescenza sabato 22 gennaio ore 21.00 niente progetti per il futuro scritto e diretto da francesco guarnirei massimiliano franciosa regia di maurizio panici brandi con giobbe covatta enzo iacchetti venerdì 4 e sabato 5 febbraio ore 21 la tempesta di william shakespeare con umberto orsini e flavio bonacci regia andrea de rosa domenica 13 febbraio ore 17,30 non si sa come di luigi pirandello con sebastiano lo monaco regia alessio pizzech per informazioni anche relativamente alla stagione di danza che prenderà il via domenica 21 novembre alle 17:30 con non solo bolero compagnia mvula sungani ci si può rivolgere al botteghino del teatro comunale d annunzio dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 tel 0773/652642 giovedì 9 dicembre e venerdì 10 ore 21 shylock il mercante di venezia in prova con moni ovadia e shel shapiro sabato 26 febbraio ore 21.00 la macchina del capo di e con marco paolini mondore@le lo trovi online sul sito www.onirikaedizioni.it 14

[close]

p. 15

cultura di luisa belardinelli mondore@le numero 72 12 novembre 2010 a tu per tu con clemente pernarella il famoso attore italiano che collabora con il teatro di latina si rivela in un intervista esclusiva classe 1971 nato a latina e un attore italiano nel 1993 si trasferisce a roma e si diploma all accademia nazionale d arte drammatica silvio d amico È conosciuto ai più per avere interpretato dal 2001 al 2006 il personaggio di paolo monti nella soap opera di canale 5 centovetrine ha partecipato inoltre al reality show di canale 5 la fattoria ha partecipato ai film l ultimo innocente 1992 regia di pietro nardi e il dolce rumore della vita 1999 regia di giuseppe bertolucci in televisione ha fatto anche parte del cast de i ragazzi del muretto e di un posto al sole nel 2007 partecipa alla miniserie tv caccia segreta regia di massimo spano nel 2008 recita nelle serie tv crimini bianchi regia di alberto ferrari e distretto di polizia 8 regia di alessandro capone e la prima volta in vita mia che alle 17:00 del pomeriggio vedo le porte del d annunzio aperte mi devo preoccupare clemente forse sarà entrato qualche ladro scherzo il d annunzio vuole tornare ad essere il teatro della gente ed inserirsi nuovamente nella società riacquisendo quella credibilità che negli anni passati aveva perso porte aperte allora quale contributo darai alla nuova stagione teatrale supporterò le idee e i progetti l esperienza maturata nella direzione artistica e nel teatro stesso come attore e regista penso possa aiutare nella progettazione e produzione i validi operatori del settore e le istituzioni stesse durante la stagione sono previsti eventi collaterali alla stagione e laboratori teatrali cosa un organizzazione culturale in questo caso il teatro d annunzio deve possedere per raggiungere il successo eh oltre alla passione di coloro che vi lavorano al suo interno tanta progettualità non smetterò mai di dirlo senza un progetto completo non si ottiene futuro all interno di una struttura così difficile come quella del d annunzio un teatro clemente che ha rischiato di non aprire il sipario quest anno se la sono vista brutta ma alla fine è andato tutto bene condivido la scelta dell amministrazione comunale di affidarsi alla consolidata esperienza dell atcl sei quindi pienamente soddisfatto della programmazione teatrale abbastanza intendiamoci mi aspetto come tutti un nuovo direttore artistico in grado di portare a latina quella ventata di novità e di qualità l atcl c è riuscita magistralmente in così poco tempo ma la sua natura come afferma anche il suo presidente alessandro berdini è nomade ossia in continuo movimento sul territorio il nuovo direttore potresti essere tu e chi lo sa mi piacerebbe molto intanto oggi sono qui che affronto questa nuova ed appassionante sfida domani chissà 15

[close]

Comments

no comments yet