I 16 impegni

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

16 impegni di buon governo per una soci eta responsabile e solidale www.popolariliberieforti.it

[close]

p. 2

· · popolari liberi eforti È tempo di veritÀ onestÀ e competenza per una profonda trasformazione morale e culturale degli italiani l 18 gennaio 1919 don luigi sturzo lanciò un appello a tutti gli uomini liberi e forti con l obiettivo di portare l italia sulla via della modernizzazione e dello sviluppo era sostenuto dal successo con cui amministrò per ben 15 anni come pro-sindaco la sua città natale caltagirone avendola ripulita dalle male bestie della corruzione dello sperpero del denaro pubblico e della pessima gestione dell economia fatta dai potenti di turno i fu un appello che ha tuttora una straordinaria validità perché basato su valori e principi di carattere naturale e universale che si possono riassumere nella seguente verità la ragione politica e la ragione economica hanno un loro fondamento di razionalità solo se guidate dalla ragione morale se invece questa viene calpestata politica ed economia sono entrambe prive di ragione e di razionalità come naturale conseguenza di tale violazione invano edificano i costruttori della politica e dell economia come la lunga storia dell umanità ci ha spesso evidenziato a dimostrazione del fascino che tuttora esercita il pensiero di luigi sturzo il 18 gennaio 2012 nel 93° anniversario dell appello un gruppo di persone non provenienti dal mondo della politica ha fondato popolari liberi e forti un partito aconfessionale di ispirazione cristiana e di scuola sturziana in gran parte sono persone che hanno contribuito allo sviluppo del centro internazionale studi luigi sturzo c.l.s.s una associazione culturale che da tempo promuove la conoscenza della dottrina sociale della chiesa e del popolarismo sturziano il nuovo partito si propone di fare politica in un modo del tutto diverso da quanto fatto in italia negli ultimi 50 anni i suoi fondatori sono consapevoli che chi ha partecipato alla distruzione della prima e della seconda repubblica non può fornire le soluzioni ai drammatici problemi del paese i vizi sono ormai strutturali e per sanarli è indispensabile che emerga una nuova generazione di politici e di amministratori locali onesti colti e competenti È tempo che l impegno culturale si trasformi in una battaglia civile per il risanamento del paese purtroppo negli ultimi decenni i po-

[close]

p. 3

popolari liberi eforti · · litici italiani hanno ignorato un profondo convincimento di quintino sella la grandezza e la prosperità di un paese sono una conseguenza diretta delle capacità intellettuali e morali della sua classe dirigente i fondatori di popolari liberi e forti hanno quindi deciso di reagire con grande determinazione per ricostruire in italia una civiltà dei valori e del rispetto delle buone regole ben consapevoli di essere sostenuti da un prezioso patrimonio culturale che il vecchio modo di fare politica ha colpevolmente abbandonato di qui anche alcune idee innovative nella struttura e nell organizzazione del partito per favorire l ingresso di un personale politico del tutto diverso da quello prevalente in un sistema partitocratico l originalità e la diversità di popolari liberi e forti rispetto agli altri partiti sono dimostrate dalle seguenti caratteristiche originali il partito · · · · · · pone al centro la persona e non una persona si è dotato di un innovativo statuto federale che offre grande autonomia e partecipazione democratica alla base degli iscritti per garantire la migliore selezione fra gli iscritti e i dirigenti si è dotato di un codice etico molto severo che nessun altro partito ha avuto il coraggio di darsi rifiuta soldi pubblici perché viene finanziato solo dai contributi dei soci ordinari dei soci sostenitori e dei simpatizzanti per evitare di essere condizionato dai poteri forti ha fissato un limite massimo di 10.000 euro per il contributo offerto da ciascun socio sostenitore o simpatizzante punta molto sulla formazione dei giovani e sulla loro responsabile partecipazione alle attività del partito i seguenti 16 impegni illustrati da 16 delle 68 copertine [pubblicate in 16 anni di rinascimento popolare l organo ufficiale del c.l.s.s rappresentano il filo conduttore di un programma di governo coerente con la cultura che popolari liberi e forti si propone di promuovere per creare in italia una società più responsabile e solidale.

[close]

p. 4

popolari liberi eforti 1 la persona a società è mezzo e non fine il fine è la persona vero centro della vita civile È una verità quasi sempre violata da coloro che si fanno chiamare benefattori l infatti nella lunga storia dell umanità il ristretto numero dei potenti ha spesso considerato l uomo come un oggetto da sfruttare piuttosto che come un soggetto da rispettare e valorizzare i benefattori si sono serviti del potere per fini personali anziché servire la società civile che pertanto di civile ha sempre avuto ben poco tra guerre continue e povertà diffusa noi ci impegniamo affinché la nostra attività politica sia sempre orientata al servizio disinteressato dei cittadini avendo come solido punto di riferimento i valori cristiani e liberali che difendono responsabilizzano e rafforzano la persona ponendola al centro della società noi abbiamo fiducia nelle capacità delle persone tramite la formazione e il merito vogliamo moltiplicare le competenze e investire fortemente nelle nuove generazioni i re delle nazioni le governano e coloro che hanno il potere su di esse si fanno chiamare benefattori per voi però non sia così ma chi è il più grande tra voi diventi come il più piccolo e chi governa come colui che serve luca 22 25-26

[close]

p. 5

popolari liberi eforti ·~si:· 2 la famiglia b isogna riconoscere che la situazione della famiglia in italia è oggi resa debole non solo dalla crisi economica ma anche da un attacco radicale e pseudo-culturale che ne mina le fondamenta È una sfida che bisogna affrontare con coraggio e unità di intenti nella piena convinzione che la famiglia rappresenta la risorsa più preziosa e più importante per qualsiasi paese essendo il nucleo fondamentale della società la famiglia deve essere sempre difesa e favorita nella sua integrità an che attraverso incentivi fiscali alle famiglie più deboli e attraverso una armonizzazione responsabile tra famiglia e lavoro in particolare per quanto riguarda il lavoro delle donne noi ci impegniamo nella nostra attività politica per la difesa del valore della famiglia unita escludendo l equiparazione della famiglia ad altre forme di convivenza che sviliscono il prezioso ruolo sociale del matrimonio e proteggendo la vita umana in qualsiasi momento essa si trovi dal concepito al non autosufficiente e al malato terminale l:avvenire dell umanità passa attraverso la famiglia È dunque indispensabile e urgente che ogni uomo di buona volontà si impegni a salvare e a promuovere i valori e le esigenze della famiglia giovanni paolo lii

[close]

p. 6

popolari liberi eforti 3 le autonomie locali li enti locali devono avere la loro naturale autonomia amministrativa e finanziaria nell ambito di una articolazione federale dello stato cui spettano soprattutto compiti di ordine pubblico e di difesa della comunità nazionale g non crediamo nei falsi profeti del pesante centralismo statale e regionale noi crediamo che l azione degli enti locali debba tendere alla promozione delle attività i m p re n dito ria li private che debba essere diminuito il numero dei consiglieri nelle assemblee che debba essere ridotto al minimo [e solo per i servizi essenziali la loro presenza in aziende miste e che sia preferita la nascita di liberi consorzi comunali su base volontaria abbandonando il superfluo ente provinciale noi ci impegniamo affinché la nostra attività politica rispetti sempre il principio di sussidiarietà che riconosce e rivaluta le funzioni proprie del comune e della regione per giungere a una più efficiente e sentita unità nazionale È tempo ormai di comprendere che gli enti locali non sono semplici uffici burocratici ma hanno e devono avere vita propria che sviluppino le iniziative popolari che diano un impulso alla produzione e al commercio locale luigi sturzo

[close]

p. 7

popolari liberi eforti 4 lo stato n on siamo contro lo stato ma contro lo statalismo la piovra che ha indebolito e corrotto il paese negli ultimi 50 anni imprese e strutture pubbliche e private hanno sfruttato e bucato lo stato come se fosse una organizzazione di loro proprietà anziché l organizzazione politica di tutti al servizio di tutti noi ci impegniamo affinché la nostra attività politica ponga fra le sue priorità una profonda ristrutturazione dello stato reso pesante costoso e inefficiente da una colpevole deformazione culturale della classe dirigente italiana dagli anni sessanta in poi noi ci batteremo affinché lo stato riduca i suoi costi correnti [a partire dal numero e dagli emolumenti dei parlamentari così da liberare risorse per lo sviluppo la formazione la difesa del territorio la lotta alla criminalità organizzata e la difesa delle fasce più deboli della popolazione tale politica deve essere eseguita tramite una convinta guerra allo sperpero del denaro pubblico alle clientele e all affarismo lobbistico e massonico statalismo e libertà sono in antitesi dove arriva lo statalismo cessa la libertà dove arriva la libertà cade lo statalismo luigi sturzo

[close]

p. 8

popolari liberi eforti 5 la scuola d all errata concezione dello stato tuttofare nasce il concetto dello stato unico educatore un governo sinceramente liberale deve abbattere questo monopolio dannoso per tutti anche per dare maggiore dignità e prestigio agli insegnanti la cui motivazione e preparazione sono indispensabili per il successo del loro lavoro scuola statale e scuola paritaria !che tuttavia non è dotata di mezzi pari non solo possono coesistere ma devono vivere in un clima di sana concorrenza per fornire il servizio mi gliore siamo a favore di un sensibile aumento dei finanziamenti per la ricerca scientifica e che tra l università e il mondo del lavoro vi sia un continuo scambio reciproco di conoscenze e più collaborazione così da permettere a entrambi di ricavare quel valore aggiunto che fa la differenza tra un paese arretrato e un paese moderno se il fisco adottasse il sistema americano per cui le donazioni alle scuole e agli istituti di beneficienza potessero essere detratte dal reddito imponibile l italia gareggerebbe con gli altri paesi civili e liberi nel rialzare il tono della scuola nello spirito della libertà luigi sturzo

[close]

p. 9

popolari liberi eforti 6 la giustizia l a lotta contro la crimi nalità e la corruzione non è solo un problema di giustizia È uno dei principali temi di politica economica ed esige una ribellione morale che coinvolga tutti con gli imprenditori in prima fila bisogna anche dare efficienza efficacia e tempi certi nel ripristino dei diritti violati delle persone inclusi quelli di cui è lo stato a non pagare i suoi debiti verso i cittadini e verso le imprese vogliamo una estensione delle competenze della corte di assise [dove c è la giuria popolare anche ai delitti più gravi contro la pubblica amministrazione e per tutti i reati associativi occore depenalizzare tutti i reati contravvenzionali e provvedere all utilizzo delle caserme dismesse per accogliere arrestati e detenuti a bassa pericolosità affidandone al volontariato civile i servizi diversi dalla sicurezza siamo favorevoli alla separazione delle carriere tra pm e giudici chiediamo una nuova autonomia e indipendenza dal governo per la corte dei conti per i tribunali amministrativi regionali e per il consiglio di stato volete aiutarci nella lotta contro la criminalità organizzata fate buona economia giovanni falcone

[close]

p. 10

· · popolari liberi eforti 7 l impresa e il lavoro impresa privata può essere considerata come la palestra di formazione della democrazia perché in essa si possono sviluppare alcuni valori che devono essere alla base del vivere civile lo spirito di iniziativa la cultura del rischio il senso di responsabilità il riconoscimento del merito nel momento in cui il mondo si sta aprendo a miliardi di nuovi consumatori l italia deve sfruttare la grande creatività e abilità dei suoi imprenditori e lavoratori specialmente nei promettenti settori del turismo dell alimentazione della meccanica di precisione e dell energia rinnovabile le centinaia di ambasciate e di consolati italiani all estero devono trasformarsi in efficienti promotori del made in ltaly noi ci impegniamo affinché la nostra attività politica contribuisca a creare una stretta alleanza tra capitale e lavoro a eliminare i tanti ostacoli burocratici che frenano l attività imprenditoriale privata e a eliminare i pesanti disincentivi fiscali e contributivi che da molti anni impediscono la crescita dell occupazione soprattutto giovanile l j non ci può essere creazione di valore economico in modo sostenibile senza la parallela creazione di valore umano e di progresso individuale i tempi sono maturi per il superamento del conflitto lavoro-capitale antoine riboud fondatore della danone

[close]

p. 11

popolari liberi eforti 8 la finanza esatto contrario del capitalismo democratico o partecipativo è il capitalismo stile las vegas che si è diffuso in italia e in altri paesi negli ultimi 15 anni l j un insano desiderio di innovazione continua nel settore dei servizi finanziari [insano perché finalizzato soprattutto all aumento dei ricavi specu lativi delle banche e alla promozione presso i risparmiatori del miraggio di plusvalenze di brevissimo termine ha portato alla diffusione di prodotti d investimento che non offrono alcun beneficio all economia reale e anzi la danneggiano in tal modo la banca finisce per non svolgere più il suo produttivo ruolo di ponte tra il risparmio delle famiglie e l investimento delle imprese ma finisce per svolgere il ruolo di costoso croupier noi ci impegniamo affinché la nostra attività politica possa favorire il ritorno del sistema bancario e finanziario al suo naturale ruolo produttivo di ponte facendo prevalere una cultura che non consideri il mercato dei capitali come un casinò ma come uno dei pilastri fondamentali dell economia sociale e solidale di mercato nella cui validità noi crediamo fortemente in italia si sa il costo del denaro è intollerabile abbiamo il primato mondiale del più alto costo non parlo dell usura privata esosa scandalosa tollerata parlo dell usura come chiamarla diversamente delle banche luigi sturzo

[close]

p. 12

popolari liberi eforti 9 il fisco efficienza e l equità di un sistema fiscale dipendo no innanzitutto dal modo in cui viene decisa e gestita la spesa pubblica È tramite il corretto controllo di questa spesa che si può rendere tollerabile [e quindi non oppressivo il sistema fiscale in tal modo si potranno anche ridurre quei fenomeni di opacità e di corruzione pubblica e privata che tanto hanno danneggiato il paese in mancanza di una classe dirigente onesta e competente noi ci impegniamo affinché la nostra attività politica porti a un piano pluriennale di graduale riduzione delle aliquote fiscali come fece il ministro delle finanze ezio vanoni negli anni cinquanta ridurre le aliquote in parallelo con una seria lotta all evasione fiscale e allo sperpero del denaro pubblico è anche la via maestra per stimolare l emersione dell economia sommersa passaggio chiave per l italia e soprattutto per lo sviluppo del sud l j il punto centrale della finanza statale non è quello di ottenere dal contribuente quanto più gettito è possibile perché lo stato moderno tende a divenire il moloch del mondo più ha e più spende più spende e più ha bisogno di avere aumentando ogni anno il debito pubblico luigi sturzo

[close]

p. 13

popolari liberi eforti 10 il sud a questione meridionale è sempre all ordine del giorno nonostante l impiego di enormi risorse finanziane per ridurre lo squilibrio economico-sociale tra il nord e il sud per trasformare e rendere dinamico il mezzogiorno si sarebbe dovuto passare da una politica centralista degli aiuti assistenziali a una politica che favorisse l autonomia legislativa amministrativa e finanziaria degli enti locali ma a condizione di rispettare un principio fondamentale che a livello regionale prevalessero la competenza l onestà e quindi la responsabilità di chi è delegato dai cittadini a servire il bene comune purtroppo ciò non è awenuto l noi ci impegniamo a porre il mezzogiorno nelle condizioni di diventare il grande protagonista di una politica mediterranea piattaforma logistica nell interscambio con africa medioriente e asia promotore dell incontro di culture e relazioni sociali tra i popoli del mediterraneo con la quale favorire u~o sviluppo economico-sociale equilibrato e sostenibile e compito della politica creare le condizioni per consentire nel pieno rispetto delle regole e della legali tà una solida crescita dell imprenditoria privata senza la quale è impossibile assicurare occupazione e benessere in un paese moderno la nostra parola è questa il mezzogiorno salvi il mezzogiorno così il resto d italia riconoscerà che il nostro è problema nazionale unitario basato nella chiara visione di una politica italiana mediterranea e di una valorizzazione delle nostre forze luigi sturzo

[close]

p. 14

popolari liberi eforti 11 le pensioni i l parlamento ha consegnato per decenni la gestione del sistema pensionistico ai sindacati tanto che sino al 1995 l lnps era presieduto a turno dai leader di cgil cisl e uil il risultato non poteva che essere quello che è sotto gli occhi di tutti una spesa previdenziale e assistenziale g igantesca ma iniqua perché si è finito per dare molto a pochi e poco a tanti circa il 50 del debito pubblico è stato causato dal disavanzo dello stato sociale che sarebbe più corretto chiamare disavanzo da imprevidenza politica e sindacale noi ci impegniamo affinché la nostra attività politica possa portare a una definitiva riforma della sicurezza sociale che è richiesta non solo per motivi economici ma anche per motivi etici il lavoratore va infatti educato a rafforzare il senso di responsabilità e di previdenza personale l assistenza per essere efficace e sostenibile finanziariamente deve essere rivolta soltanto a chi ha veramente bisogno della solidarietà sociale una società può essere tanto più solidale quanto più responsabilizza i cittadini anche alla previdenza personale lo stato sociale non deve soffocare gli incentivi le opportunità e il senso di responsabilità dei lavoratori ma piuttosto deve incoraggiare gli sforzi individuali per conseguire un livello di vita superiore ai livelli minimi garantiti dalla previdenza sociale dal rapporto beveridge del 1947

[close]

p. 15

popolari liberi eforti 12 la sanita a domanda di prestazioni sanitarie esploderà nei prossimi decenni entro il 2030 un terzo della popolazione italiana avrà più di 60 anni l già oggi la spesa per la salute è molto alta ma con un numero di anziani inferiore al 20 della popolazione la spesa è molto elevata soprattutto a causa della pessima gestione del settore che purtroppo è stato sino a oggi colonizzato dal mondo politico con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti noi ci impegniamo affinché la nostra attività politica possa contribuire a ridurre gli enormi sprechi e le inefficienze che da tempo caratterizzano il settore della sanità pubblica eliminando i gravissimi illeciti fatti a spese dei malati e dei contribuenti È soprattutto nell assicurare l efficienza del sistema sanitario che i cattolici in politica hanno il dovere di dimostrare coerenza tra fede e vita tra vangelo e cultura intere regioni come hanno dimostrato le inchieste del corriere della sera non sanno nemmeno quanto spendono per la sanità ferruccio de bortoli direttore responsabile del corriere della sera

[close]

Comments

no comments yet