Newsletter Siciliacque 3° quadrimestre 2012

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

numero 3 3 ° quadrimestre 2 0 1 2 ritorno al futuro forse non tutti sanno che l impianto di potabilizzazione del fanaco è entrato in funzione nel luglio del 1975 per dissetare gli abitanti di numerosi comuni delle province di agrigento caltanissetta e palermo per mezzo degli acquedotti fanaco madonie ovest/montescuro est e san giovanni gemini l impianto tratta quasi esclusivamente acque grezze prelevate dalla diga omonima e dal lago leone l acqua potabilizzata viene poi miscelata con circa 100 litri al secondo di acqua delle vicine sorgenti liste dal punto di vista operativo tutte le apparecchiature dell impianto erano comandate da una sala di controllo attraverso due plance di manovra a leggìo con i rispettivi pannelli sinottici che permettevano di individuare lo stato istantaneo delle utenze elettriche a guardarli oggi ci viene in mente l astronave enterprise atterrata sul piano amata per fare scorta di buona acqua questi leggii coi loro pannelli sono ancora lì a fare bella mostra di sé uno dei due sarà presto sacrificato in nome dell innovazione mentre il restante rimarrà come testimonianza della tecnologia degli anni settanta con gli anni però nell intento di migliorarne il funzionamento quasi tutti i teleruttori delle macchine vennero trasferiti in campo cioè nei pressi dei macchinari da controllare tuttavia tali modifiche hanno fatto arretrare tecnologicamente la gestione dell impianto da una gestione condotta nel 1975 dalla cabina di comando ad una gestione che costringeva i conduttori a spostarsi in giro per l impianto in prossimità delle apparecchiature da controllare per effettuare le attività necessarie ed oggi l intento di oggi è quello di fare un salto in linea con i tempi tornando a gestire l impianto da remoto dalla sala di controllo insomma come era stato ideato in origine ma utilizzando le più avanzate tecnologie attualmente disponibili con la loro affidabilità semplicità ed economicità siciliacque ha dunque messo in campo tutte le sue professionalità redigendo in house un progetto definitivo per l automazione ed il telecontrollo puntando molto sugli aspetti innovativi delle migliori tecnologie così si è scelto di fare ricorso a tecnologie come il bus di campo la fibra ottica gli analizzatori online di manganese gli analizzatori della concentrazione del fango nei sedimentatori eccetera queste modifiche rappresentano una sfida ulteriore per siciliacque da affrontare con la massima cautela visto che condizione assolutamente imprescindibile è quella di effettuare gli interventi sen il potabilizzatore fanaco za fermare la produzione di un bene primario come l acqua potabile vediamo un po più nel dettaglio le innovazioni bus di campo nonostante il nome non si tratta di un mezzo di trasporto campestre bensì di una semplice quanto efficace tecnologia di trasmissione di dati essa è l uovo di colombo per ridurre al minimo l enorme quantità di cavi una volta necessari per trasmettere una infinità di segnali provenienti da strumenti diversi e destinati ad indirizzi ancor più numerosi fibra ottica il ricorso alla fibra ottica è un po come il passaggio dalla linea ferroviaria tradizionale a quella ad alta velocità come dire il tav della telecomunicazione i cavi a fibra ottica sono immuni ai disturbi elettrici ed alle condizioni atmosferiche più estreme e poco sensibili a variazioni di temperatura hanno diametri molto ridotti sono leggerissimi e rispetto al tradizionale cavo di rame hanno perdite estremamente limitate grazie a queste caratteristiche questi cavi vengono comunemente impiegati nelle telecomunicazioni su grandi distanze continua 1

[close]

p. 2

ritorno al futuro il potabilizzatore fanaco segue analizzatori online di manganese il manganese è uno dei nemici da tenere a bada nella potabilizzazione delle acque in natura il manganese si trova in tantissime forme a seconda che sia da solo o che sia ossidato pur essendo un importante nutriente per il nostro corpo è un minerale subdolo infatti mentre quando è da solo esattamente nella forma in cui perviene disciolto nell acqua grezza proveniente dall invaso fanaco è praticamente invisibile e trasparente non appena esso viene ossidato manifesta la sua presenza in acqua con una colorazione che varia dal nerastro al rosso porpora eppure la sua completa ossidazione è indispensabile per poterlo rimuovere considerato che non è bello aprire il rubinetto e vedere sgorgare acqua variamente colorata e quindi fondamentale disporre in impianto di strumenti che permettano di avere costantemente sotto controllo la situazione e di dosare con la massima precisione un efficacissimo reagente per l ossidazione del manganese il permanganato di potassio analizzatori della concentrazione del fango nei sedimentatori un elemento di scarto come il fango può essere così importante da richiedere l installazione di strumenti dedicati per chi non lo sapesse il fango depositato all interno dei chiarificatori svolge un ruolo fondamentale nella chiarificazione dell acqua nella fase che precede la filtrazione e che prevede lo sgrossamento dell acqua da tutti i materiali che ne conferiscono la torbidità questi materiali vengono catturati grazie all effetto di un reagente il flocculante che li attrae generando dei fiocchi di fango che appesantito precipita sul fondo di grandi vasche circolari ma la condizione necessaria perché il fango si generi e precipiti chiarificando l acqua è proprio la presenza del fango precedentemente generato e che funge da volano per la continuità di questo processo questo fango man mano aumenta di livello e periodicamente occorre scaricarlo gli analizzatori della concentrazione del fango appunto consentono di attivare lo scarico automatico e controllato dei fanghi evitandone l eccessivo aumento col rischio che trabocchino sporcando i filtri e scaricandoli in modo controllato per mantenere quella funzione di volano necessaria alla continuità del processo di chiarificazione dell acqua ripristino del funzionamento dei sifoni un dispositivo nato con l impianto è il sistema di controllo dei lavaggi dei filtri a sabbia affidati ad un semplice ma geniale sifone man mano che il filtro si intasa il livello dell acqua al suo interno aumenta e fa sollevare un galleggiante che va ostruendo un orifizio di passaggio d aria all interno del sifone stesso più si intasa il filtro e maggiore sarà la depressione vuoto all interno del sifone il grado di vuoto veniva misurato da uno strumento il vacuometro una volta raggiunto un certo valore limite di depressione il sistema lanciava automaticamente il lavaggio del filtro questo sistema di grande efficacia disattivato nel tempo dall eas verrà ora reintrodotto con dei nuovi vacuometri elettronici posti sul sifone stesso per la serie quando le idee sono valide non passano mai di moda basta solo evolverle attualmente i lavori fervono alacremente certi che una volta completati siciliacque avrà fatto un altro passo in avanti nel miglioramento della conduzione degli impianti ma occhio a non confondere il permanganato di potassio con del buon nero d avola 2

[close]

p. 3

dall implementazione del sistema di gestione delle presenze alla sua evoluzione le presenze niente di inquietante o paranormale ognuno di noi prima di iniziare la giornata lavorativa certifica la propria partecipazione fisica al lavoro attraverso o la badgiatura o apponendo la firma sul foglio presenze perché è importante fare ciò semplicemente perché la somma delle presenze di ogni singolo mese genera la busta paga e l accredito dello stipendio che ognuno di noi percepisce il 27 di ogni mese detto così fila tutto liscio come l olio chi si occupa che questo considerevole flusso d informazioni arrivi nei tempi stabiliti al consulente del lavoro controllato e validato e si trasformi nelle buste paga del mese è l area delle risorse umane sono lontani i tempi in cui la raccolta delle presenze si materializzava in una serie di fogli volanti che passati al consulente dovevano dallo stesso essere caricati manualmente nel sistema informativo in uso per l elaborazione delle busta paga oggi grazie all utilizzo dei software della solari di udine le presenze di ogni lavoratore hanno un formato elettronico che ci permette di trasmettere le informazioni per le paghe con il semplice trasferimento di un file inoltre attraverso la piattaforma intranet di time web ogni dipendente gestisce il proprio cartellino caricando preventivamente i giustificativi da il percorso continua proporre alla validazione del responsabile d area ma come operano ogni mese all area risorse umane e cosa hanno in mente per migliorare il servizio per garantire il rispetto della norma vigente e per assicurare la puntuale erogazione dello stipendio abbiamo l obbligo di trasferire al consulente del lavoro entro il 13 di ogni mese i dati relativi alle presenze per quel che riguarda la sede di palermo le presenze transitano integralmente attraverso il lettore badge e i giustificativi caricati da time web dopo essere stati validati sono importati su time work successivamente all elaborazione del periodo vengono pubblicati gli straordinari e chiesta la loro validazione ai responsabili d area il nodo cruciale è quello del controllo di ogni singolo giorno per ogni singolo dipendente in modo da avere la certezza che tutte le giornate o parte di esse siamo correttamente elaborate e non sussistano delle anomalie che se non sanate creino addebiti in busta paga per i reparti e gli impianti molto spesso principalmente per quei lavoratori così detti itineranti ovvero che svolgono la loro attività fuori dalla sede di appartenenza e che quindi sono impossibilitati a badgiare è l addetto amministrativo a caricare le presenze ed i giustificativi su time web time work inoltre gli addetti amministrativi nei primi giorni del mese si preoccupano di consegnare presso la sede di palermo tutti i documenti che hanno permesso loro il caricamento degli orari di lavoro e dei relativi giustificativi quindi gli addetti dell area risorse umane effettuano i controlli tra quanto esposto dai documenti cartacei e quanto caricato a sistema finiti i controlli si provvede all elaborazione del periodo invitando i responsabili d area a collegarsi a time web e procedere alla validazione dei giustificativi e degli straordinari oggi vorremmo continuare a migliorare il servizio e infatti in questi giorni stiamo testando delle implementazioni che a breve entreranno a regime di che si tratta entro la fine dell anno per facilitare il compito del dipendente nel controllo del foglio presenze elettronico si è pensato di programmare la gestione dei giustificativi permettendo il collegamento alla piattaforma intranet di time web da una qualsiasi postazione con accesso ad internet quindi non solo dal computer dell ufficio ma anche da quello di casa o da qualsivoglia postazione inoltre al termine dell elaborazione di ogni giornata ogni dipendente riceverà al proprio indirizzo aziendale di posta elettronica la segnalazione di eventuali anomalie rispetto all orario di lavoro con l invito a sanare le stesse inserendo un idoneo giustificativo che una volta caricato genererà una mail verso l indirizzo del responsabile d area con lo scopo d informarlo dell esistenza di giustificativi da validare per i colleghi dei reparti impianti sprovvisti di mail aziendale fungerà da play maker l addetto amministrativo 3

[close]

p. 4

ua l alcq arole lep ne da oe cqua hiacci sce l a stagno g astra iaggia ra na lla ter are è lago salata salm u cui ci si v da es e è m è dolce amica ferma È fium i ci si nemica ed cu ura to blio presso uogo iacere e pa ne ed infini icordo ed o èl èp è confi utabilità r qua e imm sull ac o nto biame ensier è cam e un p er clito a era to d nima mmen sce l a altro fra ua na quant ll acq anche prova riv tu a sc un bambino può insegnare sempre tre cose ad un adulto a essere contento senza motivo a essere sempre occupato con qualche cosa e a pretendere con ogni sua forza quello che desidera paulo coelho monte cinque 1996 diamo il benvenuto a sara tripi michela garofalo disegno di matteo vasapollo 4

[close]

p. 5

il visibile dopo già alcuni anni di esistenza di siciliacque tutti sappiamo che cosa facciamo ma come lo facciamo forse non è chiaro a tutti come si muove la nostra azienda e cos è che fondamentalmente ci permette di fornire il servizio che offriamo non parlo ovviamente degli uomini quelli li conosciamo siamo tutti noi e certamente nulla può prescindere dal nostro lavoro la nostra è manifestamente una azienda che fin dal nome si basa e vive sui fondamenti dell idraulica il pensiero potrebbe portare prevalentemente all equazione di bernoulli1 ma tutto ciò che ci consente di esistere ed arrivare a risultati concreti e tangibili è qualcosa di invisibile come girano i motori che servono le pompe di ogni taglia e tipologia che muovono gli attuatori delle valvole eccetera eccetera eccetera sarei tentato di entrare nella fisica dell argomento in modo spinto e puntuale ma la sede purtroppo non me lo consente e poi rischierei di farvi scappare tutti dalla lettura di questa mia piccola riflessione di fatto dobbiamo ringraziare in ultima analisi e senza voler snobbare i vari maxwell gauss ecc tre signori l inglese michael faraday il tedesco franz ernst neumann ed il dall invisibile russo heinrich friedrich emil lenz che qualche secolo fa siamo nella prima metà del 1800 ed in modo indipendente diedero alla luce termine che mi pare molto appropriato l espressione matematica dei fenomeni di induzione elettromagnetica in sostanza i tre scienziati studiarono lo stesso fenomeno arrivando a risultati che messi insieme spiegavano matematicamente con completezza il fenomeno fisico delle forze elettromotrici indotte mi sarà concessa a questo punto una punta di patriottismo per entrare nel merito di quello che muove la nostra siciliacque e che qui vorrei cercare di evidenziare infatti il personaggio che cito per ultimo ma di maggiore importanza è l italiano galileo ferraris galileo ferraris ingegnere a 22 anni fu colui che scoprì il campo magnetico rotante credetemi sulla parola ma la fisica del campo magnetico rotante è una delle cose più affascinanti dell elettrotecnica e dell elettromagnetismo basti pensare per un momento alla forza con la quale è possibile far ruotare una macchina operatrice fondamentalmente le pompe per il nostro ambito lavorativo ma le altre applicazioni sono più che innumerevoli con la sola alimentazione elettrica del motore alternata nella fattispecie che per il momento considereremo di valore efficace e frequenza costanti ma potrebbe non essere sempre così e magari ve lo racconterò un altra volta il segreto sta nel fatto che un campo elettromagnetico variabile generato da un alimentazione elettrica alternata e quindi altrettanto variabile senza voler disturbare tutte le grandezze vettoriali che iniziano ad interagire col fenomeno genera una forza sul circuito che investe e se questo è in qualche modo mobile parte rotante dei motori genererà in una qualche maniera un movimento nei motori elettrici per completezza va detto che il brevetto fu di nikola tesla altro genio di cui però non parleremo questa volta abbiamo la combinazione di diversi campi elettromagnetici dati sia dall alimentazione che imprimiamo noi che dai fenomeni di induzione succitati all inizio opportunamente disposti sfasati nello spazio e variabili nel tempo abbiamo a che fare con i fasori che in parole povere sono vettori rotanti nel piano di gauss analiticamente rappresentati da numeri complessi ma questa è un altra storia continua 5

[close]

p. 6

il visibile dall invisibile segue la risultante di questi campi elettromagnetici è il campo magnetico rotante che per varie ragioni che qui ometteremo di spiegare si trova sia sulla parte fissa statore che sulla parte mobile rotore di un motore elettrico c è tra i due circuiti una mutua influenza sia di tipo elettromagnetico che di tipo elettrodinamico dobbiamo immaginare che è come se i due campi si agganciassero inseguendosi e ruotassero ad una velocità dettata dalle caratteristiche dell alimentazione e della costruzione della macchina stessa con la conseguenza che ciò che non si può muovere rimane fermo e ciò che è mobile si muove e nel nostro caso ruota abbiamo omesso moltissimi dettagli che spiegano la fisica del fenomeno è vero e vogliate perdonarmi la leggerezza con la quale ho esposto questo pensiero ma di fatto ho solo voluto sottolineare come in ogni momento della vita della nostra siciliacque venga tradotto un risultato campistico2 e quindi invisibile in un movimento con coppia e velocità elevate più che tangibile e molto visibile e come note 1 bernoulli scienziato svizzero del `700 autore dell equazione di bernoulli che regola il moto dei fluidi 2 campistico fenomeno legato ad un campo elettrico magnetico o elettromeccanico 6

[close]

p. 7

castronovo di sicilia imboccata la ss 121 a villabate proseguendo sulla ss 189 svoltiamo sulla provinciale che ci porta all impianto di potabilizzazione del fanaco il vecchio ponticello a schiena d asino è ancora al suo posto per fortuna e una giornata calda di settembre con un cielo incredibilmente terso il piazzale dell impianto rende ancora più insopportabile la temperatura come sempre l accoglienza dei nostri è calorosa in alto incombe una mezza corona di boschi verdeggianti e più su immaginiamo il lago castronovo e ancora oltre il monte carcaci la cui riserva è tra le più interessanti della regione circa 1.500 ettari la maggior parte dei quali in territorio di castronovo di sicilia bisognerebbe visitarla la riserva così bisognerebbe scoprire le altre riserve e aree protette di sicilia a proposito ricordo che nel nostro bilancio di sostenibilità segnaliamo e affidiamo alla nostra cura e attenzione la tutela della biodiversità di tutte le riserve e aree protette dove sono presenti pozzi sorgenti e impianti da noi gestiti e che alimentano la nostra rete l acqua delle vasche dell impianto rimanda bagliori sotto la luce del sole mentre anche chi vede l impianto per la prima volta ne può apprezzare le eccellenti condizioni di mantenimento con i nostri che mostrano soddisfazione consapevoli che il cambiamento rispetto a prima c è e si vede le superfici metalliche riverniciate a dovere gli edifici rimessi a nuovo i piazzali ripuliti entriamo nel nuovo laboratorio perfettamente funzionante obbiettivo del bilancio di sostenibilità 2010 centrato con i nostri tecnici che fasciati in candidi grembiuli si destreggiano con professionalità tra le attrezzature del laboratorio sotto l occhio attento della loro responsabile insomma la visita è stata più che positiva ma siamo sotto castronovo di sicilia e dunque ci vengono alla mente le poche cose che sappiamo di questo paese la cui storia come quella di tanti paesi e città di sicilia le città del mondo di vittorini ricordate ha conosciuto splendori e sofferenze splendori antichi che ci tramandano le cronache e sofferenze degli anni del secolo scorso con le migrazioni verso terre lontane alla ricerca di un benessere desiderato castronovo di sicilia città nata come antica fortificazione di crastus con acque e pascoli abbondanti crastus che fu distrutta dai romani per punirla sembra del suo sostegno alle rivolte degli schiavi che volevano riscattarsi spartacus incombe nella storia e dopo la distruzione la dispersione degli abitanti sul territorio e la costituzione di insediamenti sparsi e per molti secoli avvolti nelle nebbie della leggenda che fa coincidere crastus con la mitica città di petra importante nodo dell itinerario che in età romana congiungeva palermo con agrigento la distruzione porta dunque la popolazione a sistemarsi in zone strategicamente sicure e inespugnabili la rocca di kassar dove rimane per secoli dominata dai bizantini dagli arabi e poi dai normanni piccole storie gli arabi dopo la loro conquista dei monti sicani dall 840 al 940 riconosciuti maestri nell arte dell uso delle acque ne bonificarono il territorio e avviarono l uso ottimale si direbbe oggi delle acque con pratiche irrigue finalizzate allo sviluppo delle colture crastus diventò dapprima castrus e successivamente kars-nubu che fa riferimento alla bellezza dei luoghi alla fertilità dei terreni e alla presenza di piccoli torrenti come sempre accade alle umane cose tutto ha un inizio e tutto ha una fine la città fu conquistata dai normanni e da allora comincia un lungo periodo in cui pur tra la costruzione di importanti monumenti che ancora oggi si possono ammirare prevale l arte della guerra delle conquiste e dell esercizio del potere della nascente aristocrazia i luoghi conquistati furono fortificati da ruggero con la costruzione di una fortezza che dominava la città castronovo fu anche al centro di avvenimenti importanti della storia siciliana del 1300 dalla rivolta dei baroni alle guerre tra aragonesi e angioini da quartier generale di federico ii d aragona alla pace di caltabellotta che concluse la guerra del vespro iniziata a palermo nel 1282 alla riunione del parlamento del regno il 10 luglio 1391 per il resto consiglio a me stesso di visitare castronovo di sicilia per ammirare le tre pregevoli fontane in pietra locale la fonte regio la fonte rabato e la fonte kassar 7

[close]

p. 8

redazione dario cera franco boccadutri cristina monastero hanno collaborato giuseppe cordaro antonio storniolo giusto garofalo aldo la monica e il piccolo matteo vasapollo data pubblicazione 1 ottobre 2012 progetto grafico aldo la monica stampa tipografia pecoraro palermo stampato su carta ecologica fedrigoni certificata fsc mixed sources coc-000010 via gioacchino di marzo 35 90144 palermo tel 091 280801 8 siciliacque www.siciliacquespa.it

[close]

Comments

no comments yet