Il Picchio di Torresina - mese di Giugno 2013

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

distribuzione gratuita giornale di quartiere anno 6 numero 62­ giugno 2013 di casalotti libera funivia gondolina un sogno o un opportunità uando si parla di funivia si pensa ad ambienti montani e a vacanze invernali invece la funivia urbana è un mezzo di trasporto veloce economico ecosostenibile e sicuro che può divenire la chiave di volta per il miglioramento del sistema di trasporto pubblico nelle grandi città sono ormai numerosi i paesi in europa in sud america ed in altre zone del mondo che hanno scelto questa soluzione per integrare il sistema dei trasporti pubblici locali in questo particolare momento storico caratterizzato da una drammatica riduzione delle risorse ed in una città come roma cresciuta in maniera disordinata e senza un preciso disegno di sviluppo urbano questo tipo di impianto potrebbe facilmente e a costi ridotti integrare la rete di trasporto pubblico già esistente per la zona nord ovest in particolare si potrebbero ipotizzare tratte utili a collegare i nuovi quartieri sorti negli ultimi anni con il capolinea della linea a della metropolitana con la linea fr3 o anche con luoghi di spiccato interesse sociale come l ospedale s filippo neri quali sono le caratteristiche della funivia e flessibile si adatta con facilità al territorio si integra con gli altri mezzi pubblici è veloce circa 22 km/ora ma in una situazione di totale assenza di traffico e/o di altri ostacoli ha tempi di realizzazione molto brevi è possibile costruirne un tratto di 3-4 chilometri in un anno circa riesce a trasportare continua a pag.8 q pubblicità del progetto a casalotti ricostruzione in videografica del passggio delle cabine sul tratto del g.r.a.

[close]

p. 2

misura del dolore l angolo della poesia n on c è congegno che può misurare quanto dolore deve sopportare la mamma d un figliolo giovinetto se per capriccio oppur per delusione ascolta quel malefico richiamo che sempre lui castiga l innocenza con la lusinga che pur l artificio migliorerà le doti del pensiero e dire che l amore quello vero è stato sentenziato dalla storia se ricercato li nella famiglia regala grandi gioie senza trucchi e dura sempre quanto l infinito lo specchio quann ero regazzino me ricordo guardannome a lo specchio ce vedevo un ragazzetto bello e ce credevo m ero convinto proprio nun lo scordo mo si vedo `no specchio porca zozza me pare de vedecce n avversario le rughe `n faccia sembro un centenaro vedo `na testa bianca vado in puzza la rabbia che me viè ner riguardallo lo spaccherebbe tutto cor martello ignazio scafidi ottavio di stefano gabbia di liberta voglio un corpo senza pretese non una gabbia di libertà fasulle d inattese speranza d orripilanti bellezze agnese un ricordo di 22 maggio 2013 siamo piÙ poveri un uomo È morto un prete È morto un prete scomodo che seguiva l insegnamento ama il prossimo tuo qualunque fosse il suo prossimo amava e difendeva gli ultimi e gli invisibili e gli dava voce non discriminava né per ceto né per religione né per colore né per abitudini sessuali era vicino ai carcerati e professava la legalità era un rivoluzionario che predicava la pace e l uguaglianza per tutti un uomo che vedeva nell altro l immagine del creatore un prete di strada un uomo onesto una persona che non dimenticheremo facilmente don andrea gallo la redazione anniversario tiberio il 26-06-1991 sei volato in cielo dove ti attendeva il signore per darti un posto speciale ti ricordano mamma papà paolo e diego con infinita tristezza 2

[close]

p. 3

sommario funivia gondolina chi versa l acconto imu 2013 giugno 2013 1 4 5 6 7 l angolo della poesia un ricordo di cucinati per voi le dediche dei nostri lettori rubriche 2 2 8 8 10 10 11 12 14 15 ma cos e questa crisi derivati sÌ,no,boh la storia senza fine del parco urbano lineare azzardo di stato il ragnetto ricaricabile 9 12 spoleto una vera sorpresa storie dall abruzzo 13 il tormentato marciapiede di via pietro gasparri 15 un opera d arte con un biglietto atac letti per voi la parola fine letti per voi il punitore news dal comitato di quartiere torresina le chicche del picchio le segnalazioni dei nostri lettori dopo la lettura il picchio ti invita a gettare il giornale negli appositi cassonetti per la carta perché il picchio è a favo re dell a rac colta differenziata diventa anche tu amico del picchio di torresina su facebook anno 6 numero 62 giugno 2013 reg tribunale di roma n 559 del 17 dicembre 2007 sede viale indro montanelli 20 00168 roma editore associazione o.n.l.u.s noi di torresina viale indro montanelli 20 00168 roma cellulari 3338029862 3396531743 e-mail ilpicchioditorresina@yahoo.it direttore responsabile jean-luc giorda capo redattore stefania giannetto in redazione marcella speranza daniela moretti aurelia colarossi cinzia pezzola antonio picciau antonella salerno pierfederico poli antonio di siero luigi spagnoletti antonella longobardi sonia luche impaginazione progetto grafico-editoriale pubblicitario gestione internet roberto delle case hanno collaborato a questo numero antonella longobardi agnese garufi fattino tedeschi enza p mallecrara ignazio scafidi ottavio di stefano giul io m osc at ell i ma ri o c ela ni robert o gi or da no stampato presso tipografia river press group s.r.l via menalca 30 tel fax 062294420 062295925 e-mail rpg@mclink.it dove posso trovare ogni mese la mia copia de ll picchio di torresina tuttiine go zieglistudi biblioteca casa del parco professionali di torresina di via della pineta sacchetti 78 tutti gli inserzionisti esterni centro anziani torrevecchia le edicole via torrevecchia monte mario primavalle 87-239-342 ama di torrevecchia alcuni negozi di via pietro maffi santa maria della pietà alcuni negozi di via torrevecchia ·uffici municipali pad 29-30-31 e largo arturo donaggio ·padiglioni 13 26 e 32 le edicole di via pietro maffi ·centro antea atletica monte mario alcuni negozi di via andersen scuola di via andersen municipio 19° di via mattia battistini bar di via vittorio montiglio 21 xix gruppo vvuu via f borromeo bar di largo millesimo la biblioteca basaglia mercato rionale di via pasquale ii° via federico borromeo 67 questo numero è stato chiuso in redazione il 31/05/2013 l associazione noi di torresina ringrazia tutti coloro che con le loro donazioni ci permettono di pubblicare il picchio invitiamo tutti i lettori che vogliono scrivere articoli poesie dediche o che vogliono raccontare momenti di vita lagnandosi o ringraziando ad inviarci i loro elaborati presso ilpicchioditorresina@yahoo.it oppure lasciando i loro scritti dal giocattolaio nuvoloni via pietro maffi 28/32 da roberto il tabaccaio di viale i montanelli o all edicola vidi di viale montanelli gli scritti dovranno essere accompagnati dalla firma dell autore che potrà scegliere di non essere citato sul giornale ma apparire solo con le iniziali o un nomignolo e un recapito telefonico 3

[close]

p. 4

esercizio convenzionato con il c di q torresina di antonella longobardi cdl il prossimo 17 giugno 2013 non verseranno l acconto nonostante il lungo imu i contribuenti possessori di dibattito delle forze immobili adibiti ad abitazione principale e relative politiche anche i beni strumentali pertinenze box e cantina imprese gli alloggi popolari ovvero quelli appartenenti alle delle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione ovvero i negozi le principale e relative pertinenze dei soci assegnatari botteghe i magazzini e nonché gli alloggi assegnati dagli istituti autonomi per le locali deposito nonché i laboratori per arti e mestieri e gli case popolari iacp i terreni agricoli così classificati se destinati all esercizio opifici non sfuggono dal versamento di giugno con delle attività agricole di cui all articolo 2135 del codice un doppio aggravio dell aumento del moltiplicatore civile anche se non coltivati inoltre rientrano in questa imu per la determinazione della base imponibile categoria anche i terreni posseduti e condotti da un che passa da 60 a 65 ed un potenziale incremento soggetto iap imprenditore agricolo professionale o di 0,3 punti da parte dei comuni dell aliquota base dello coltivatore diretto iscritto nella previdenza agricola anche 0,76 per cento che rimane quest ultima un gettito riservato se classificati come terreni edificabili nel piano regolatore allo stato e su cui i comuni non hanno alcun potere del comune lo ha stabilito la circolare ministeriale quindi per evitare sensibili perdite di gettito nei comuni n.3/df/2012 sono in ogni caso esenti i terreni agricoli ad elevata intensità industriale o turistica si è disposto ancorché incolti ricadenti in aree montane o di collina di che questi ultimi possano elevare sino all 1,06 l aliquota imu al fine di acquisire per intero l extra gettito rispetto cui alla circolare n.9 del 14 giugno 1993 i fabbricati rurali così come definiti dall art.9 del d.l alla quota statale 557/93 ovvero quei fabbricati utilizzati come abitazione dall attuazione della riforma della imposizione fiscale sul dal conduttore del terreno a cui l immobile è asservito patrimonio immobiliare da realizzare entro il prossimo nonché i fabbricati strumentali rurali cioè quelli necessari allo 31 agosto potrebbe emergere una nota positiva per le svolgimento dell attività agricola di cui all art.2135 del c.c imprese ovvero la possibilità per quest ultime di dedurre ai la ruralità negli atti catastali è riconosciuta mediante una fini della determinazione del reddito di impresa soggetto specifica annotazione r ad irpef o ires l imposta imu pagata sugli immobili sono in ogni caso esenti dall imu i fabbricati rurali strumentali utilizzati per l attività produttiva strumentali ubicati in comuni classificati montani indicati la riforma vedrà probabilmente l introduzione della nell elenco dei comuni italiani predisposto dall istat famigerata service tax con un prelievo unico che lo ha stabilito il decreto legge approvato in data inclusa anche la tares 17/05/2013 con cui il governo letta si è anche impegnato a la service tax sarebbe una tassa legata alla copertura definire una complessiva riforma delle regole dell imposizione di determinati servizi coerenti comunque con il domicilio fiscale sul patrimonio immobiliare che riguardi anche la di un determinato comune e quindi una tassa che tares da attuarsi entro il prossimo 31 agosto altrimenti potrebbe includere contemporaneamente l imposta anche per i suddetti immobili la prima rata imu dovrà sulla casa quella sui rifiuti e gli oneri dei servizi e ssere co mun que ver sata indivisibili quali l illuminazione il 16 settembre 2013 nulla è cambiato invece per strade ecc tra gli aspetti negativi di coloro che possiedono abitazioni signorili ville castelli e immobili quanto appena detto spicca di pregio ovvero quelli classificati soprattutto il fatto che a/8 abitazioni in ville a/9 sar eb be ro ch iamati a partecipare non solo i castelli palazzi di eminenti pregi artistici o storici e proprietari di immobili ma anche gli inquilini a/1 abitazioni di tipo signorile chi versa l acconto imu 2013 4

[close]

p. 5

ma cos e questa crisi pa.ra.pa.ra.pa.ra.parapà di giulio moscatelli se d eri vati sÌ n o boh iv puntata ne è parlato tanto come i maggiori responsabili dei disastri della finanza internazionale ma cosa sono precisamente dunque pensate di puntare la vostra fiche su qualunque cosa roba finanziaria titoli di stato azion i ecc mer ci petrolio oro ecc ma anche prodotti che non c entrano niente con la finanza ad es quanta pioggia cadrà quest anno bene questo si chiama il sottostante poi metteteci sopra un effetto leva tipo 1 a 10 tanto per fare un esempio significa che con una fiche del valore di 1 posso movimentare roba traducibile in capitali dieci volte maggiori ora appena il sottostante varia un po d i consistenza per rimanere con l e se mpio di pr ima mettiamo che piova più del previsto anche la vostra fiche subirà variazioni provocando profitti o perdite ora dove sta il punto critico sta nel fatto che per smuovere roba gigantesca la speculazione dovrebbe avere immensi capitali a disposizione mentre con l effetto leva anche piccoli risparmiatori possono concorrere tutti insieme a smuovere le montagne figuriamoci le mani forti intendiamo i grossi capitalisti se nel frullatore ci mettete i titoli di stato a garanzia del bilancio di una nazione il gioco si fa duro solo per gioco ci siamo capiti si può mettere in crisi una nazione la sua moneta nel 93 soros il capitalista americano da solo fece crollare la lira e sembra che si divertì molto facile capire le obiezioni abolire l effetto leva solo che bisogna sapere che questo meccanismo nacque nell 800 con i futures che avevano una finalità benemerita servivano a proteggere da rischi vari guerre cattivi raccolti naufragi di navi i produttori di beni che ancorando in anticipo un contratto dietro una caparra il premio si coprivano assicurandosi per esempio di vendere tutto un raccolto molto tempo prima del raccolto ad un prezzo conveniente si dirà ma allora mettiamo sul mercato solo roba buona ecco qui molto si potrebbe fare innanzitutto perché i mercati dove si posso scambiare le cose più tossiche non sono mercati regolamentari e regolamentati in modo trasparente e allora la risposta è una sola avidità se uno staterello debole e povero è indebitato per cifre folli ma promette di pagare interessi altissimi e magari per la prima rata lo fa veramente voi capite che qualcuno che lo mette in giro si trova si dirà ma è robaccia certo è come se un pensionato al minimo promettesse di restituire un miliardo di euro in poco tempo ci credereste voi ecco stendiamo un velo pietoso su chi in casi simili a questo esempio ha fatto finta di crederci 5

[close]

p. 6

la storia senza fine del parco urbano lineare el 1950 mia nonna sperava di vivere finché i passaggi a livello su via torrevecchia e via dell acquedotto paolo fossero stati eliminati già allora se ne parlava ma non venne esaudita quando cinquant anni dopo agli albori del 2000 la linea ferroviaria venne fatta passare in galleria si parlò di un parco lineare urbano che sarebbe sorto là dove correvano i binari sono passati tredici anni ma ancora nessuno ha potuto vedere quel parco dopo una lunga progettazione nel 2006 sono iniziati i lavori grandi movimenti di terra ruspe camion sembrava che quest opera si portasse a compimento in poco tempo però i tempi dei lavori pubblici a roma sono tempi biblici dovremo aspettare altri cinquant anni il parco urbano lineare la pista ciclabile gli spazi ludici il verde attrezzato sono ancora solo belle parole dopo un avvio che lasciava ben sperare tutto si è ammosciato uno o due operai su tutta l opera soste prolungate abbandoni insomma ancora lavori in corso oltretutto esiste anche un problema di sicurezza nonostante la zona interessata dai lavori sia transennata ­ dice julian gareth colabello presidente dell associazione h2 non è difficile accedervi molti abitanti del quartiere ci portano a spasso i cani il tutto è lasciato nell incuria più totale tra cavi e immondizia la sera continua a non esserci illuminazione e nei tratti in cui la pista passa a pochi metri da case e palazzi le recinzioni sono rese inutili dal terrapieno alto un metro e mezzo che le rende facilmente scavalcabili i residenti delle zone interessate denunciano un vertiginoso aumento dei furti nelle loro case a ciò dobbiamo aggiungere il fatto che vi siano numerosi utensili abbandonati pale e picconi lasciati incustoditi alla mercé di eventuali malintenzionati n di marcella speranza siamo insomma in piena emergenza sicurezza e un vero peccato che un opera salvifica come la pista ciclabile di roma nord diventi per incuria un luogo pericoloso e un teatro di furti ed altre possibili attività criminali libero.it il verde attrezzato le zone di sosta e soprattutto la pista ciclabile tra valle aurelia e monte mario risolverebbe molti problemi di vivibilità in una zona dove la cultura del cemento l ha fatta da padrona sarebbe bellissimo raggiungere balduina da torrevecchia facendo una passeggiata di un quarto d ora o raggiungere il policlinico gemelli in meno di dieci minuti lasciando a casa l auto dalle foto che ci ha concesso julian colabello si nota lo stato dei lavori ancora in gravissimo ritardo anche se la loro fine sia stata annunciata ben due anni fa ed ora in campagna elettorale si annunci per la metà di luglio i cittadini si aspettano solo che le opere vengano iniziate e te r min ate nei tempi previsti chi non rispetta i tempi deve pagare le penali il parco lineare nelle foto di julian colabello 6

[close]

p. 7

di daniela moretti azzardo di stato mobilitate le diocesi i parroci le organizzazioni no profit ed addirittura i sindaci che hanno sottoscritto il manifesto dei sindaci per la legalità contro il gioco d azzardo promosso da terre di mezzo e legautonomie e presentato il 14 gennaio 2013 a milano i sindaci di alcune delle città più devastate dal fenomeno chiedono di essere messi in condizione di agire per contrastare il fenomeno e limitare le conseguenze negative sulle comunità locali che amministrano attraverso una nuova legge nazionale e leggi regionali specifiche per la riduzione dell offerta e il contenimento dell accesso attraverso informazione prevenzione e cura e roma capitale e il nostro municipio viviamo circondati da sale gioco e slot machines presenti anche nel più piccolo bar questi e i compro oro anziché librerie parchi campi sportivi cinema teatri stanno diventando per i nostri figli il naturale sfondo al loro quotidiano vagare per la città forse potremmo chiedere al futuro sindaco di roma capitale e al futuro presidente del m u n icipio ro ma xiv di sottoscrivere il manifesto dei sindaci e di impegnarsi seriamente a trasformare le tante sale giochi in librerie cinema teatri luoghi di aggregazione che ne dite di raccogliere delle firme sono ormai dimostrati i legami tra gioco d azzardo la criminalità organizzata e ilegami tra il gioco e la microcriminalità scippi furti prestiti a usura minacce il degrado di alcuni quartieri cominciano a diventare evidenti le devastazioni che il gioco d azzardo e la dipendenza che troppo frequentemente comporta producono nelle persone nelle famiglie e nelle comunità dal manifesto dei sindaci sapevate che il gioco d azzardo è vietato dal codice penale ma la progressiva legislazione in deroga da metà degli anni 90 ad oggi ha portato a una situazione paradossale viene punita una scommessa tra amici mentre risultano legali gli oltre 79 miliardi di fatturato ricavati da lotterie slot machines poker scommesse e giochi d azzardo di natura sempre più varia che in questi ultimi anni a ritmi sempre più frenetici sono stati immessi sul mercato manifesto campagna mettiamoci in gioco associazione libera questi inumeri ch e definiscono l emergenza circa 80 miliardi di fatturato 4 del pil nazionale la 3° industria italiana 8 miliardi di tasse 120.000 addetti 5000 aziende 400mila slot-machines presenti in italia una ogni 150 abitanti 12 della spesa delle famiglie italiane 15 del mercato europeo del gioco d azzardo 4,4 del mercato mondiale 400.000 slot-machines 6.181 locali e agenzie autorizzate 15 milioni di giocatori abituali 2 milioni a rischio patologico circa 800.000 i giocatori già patologici 5-6 miliardi l anno necessari per curare i dipendenti dal gioco patologico primo posto in europa e terzo posto a livello mondiale della classifica del gioco d azzardo mondiale per quest emergenza si sono lo 7

[close]

p. 8

continua da pag 1 ­ funivia gondolina migliaia di persone ogni ora circa 3/4000 è sicura e accessibile ai disabili è economica e costa 1/10 rispetto ad una metropolitana per ogni chilometro è ecosostenibile in termini di consumo energetico è attraente ed il suo impatto ambientale è di gran lunga inferiore a qualsiasi altro manufatto di norma presente nelle nostre periferie non divide la città mantenendo possibile l attraversamento anche con altri mezzi senza dover ricorrere ad impianti semaforici o attraversamenti dedicati inoltre come già avvenuto in quelle città che hanno scelto questo mezzo di trasporto le stazioni possono divenire centri di aggregazione economico sociale culturale potendo ospitare non solo negozi ma anche biblioteche centri culturali e di servizi alla persona poliambulatori ecc ciò che accomuna le periferie della nostra città dove vive la grande maggioranza delle persone visti i prezzi proibitivi delle abitazioni nella città consolidata è la morsa del traffico una condizione ormai costante che determina stress spreco di tempo e impossibilità di vivere pienamente tutte le opportunità offerte da una città come roma una moderna metropoli deve offrire ai suoi abitanti modalità di spostamento economiche ed efficaci basate sul trasporto pubblico ogni progettualità che metta al centro della mobilità l utilizzo del mezzo privato è anacronistica e fallimentare per tutti questi motivi riteniamo che la funivia urbana sia il mezzo più idoneo per ricucire le periferie al centro cittadino con un sicuro e significativo miglioramento della qualità della vita delle persone siamo consapevoli che pensare a questo mezzo di trasporto necessita di un cambiamento culturale nella visione che tutti abbiamo della mobilità urbana ma siamo convinti che questo particolare mezzo può essere utile a risolvere i nodi della mobilità di molti quartieri rendendo concretamente fruibile il diritto alla mobilità sostenibile per questo vi invitiamo a visitare il sito www.casalottilibera.it dove troverete i video sul convegno svoltosi l 11 maggio scorso su questo particolare mezzo di trasporto informazioni notizie e un e-depliant con molti link per avere un idea completa sull argomento il nostro sogno è uscire di casa in bicicletta volare per un breve tratto fare qualche fermata di metro per poi pedalare per i vicoli e le bellezze di roma co n g on do lin a il n o me ch e abb iamo sce lto pe r la fun ivia ur b an a qu e sto so gn o po tr eb be divenire realtà la redazione del giornale per fornire sulla materia maggiori informazioni ai nostri lettori integra l articolo con le esperienze internazionali in materia di funivie urbane già esistenti e funzionanti in altri paesi del mondo funivia sul tamigi londra u.k rio de janeiro brasile medellin colombia villanova de gaia ­ portogallo caracas venezuela new york roosvelt island u.s.a singapore repubblica di singapore constanina turchia saragozza spagna 8

[close]

p. 9

di marcella speranza il ragnetto ricaricabile i trombidi usano l energia solare arà successo anche a voi stando in terrazza sco pr ire il mar mo de l parapetto o le mattonelle del pavimento invase da una infinita quantità di minuscoli ragni che scorrazzano sono migliaia piccoli e rossi e sciamano ovunque sono i cosiddetti `ragnetti r o ssi il loro no me scie n tifico è tr omb idiu m holosericeum dalle dimensioni di un millimetro o poco più appaiono come dal nulla solitamente da maggio a giugno e occupano le superfici riscaldate dal sole sono intelligentissimi perché sfruttano questi periodi miti la temperatura deve essere intorno ai 20° per raggiungere i valori funzionali alle proprie attività in pratica sono ragnetti ricaricabili che durante l inverno si nascondono tra le piante sotto le cortecce degli alberi negli anfratti dei muri usando l energia accumulata con il sole in primavera per questo li troviamo numerosi sulle pareti e sulle ringhiere dove il sole batte e la temperatura è piuttosto alta in estate si nascondono perché il troppo caldo potrebbe ucciderli dopo aver trascorso quasi un intero anno nascoste sono le femmine di marcella speranza s ad uscire per prime al sole per ricaricarsi e deporre le uova nei muri o sui tetti questi acaridi sono assolutamente innocui per gli uomini gli animali e le piante da non confondere con il tetranychus urticae un ragnetto rosso quasi invisibile ad occhio nudo che si annida sotto le foglie ed è pericoloso per le piante l unico problema che i nostri trombidi possono dare è la loro pigmentazione il loro colore rosso aranciato è quasi indelebile se vengono schiacciati infatti lasciano la loro colorazione sulla pelle o sui tessuti che ne vengono a contatto i trombidi si nutrono di escrementi di volatili e sono una presenza abbastanza abituale fra maggio e giugno poi come sono apparsi scompaiono.bisogna solo avere un po di pazienza l invasione durerà qualche giorno se invadono i nostri pavimenti basterà gettare acqua fredda per allontanarli è inutile cercare altri mezzi perliber ar sene iveleni insetticidi che disperdiamo nell ambiente per debellarli so no mo lto più danno si de i ragnetti rossi se proprio necessario si consiglia di utilizzare prodotti naturali intervenendo sempre in modo circoscritto e razionale dobbiamo solo attendere la fine di questa pacifica invasione e allora sarà estate coppette di pompelmo rosa ingredienti per 4 persone 2 pompelmi rosa 4 fette di ananas al naturale ­ 2 pesche 1 cestino di lamponi o di fragoline di bosco ­ 2 cucchiai di zucchero di canna alcuni acini di uva bianca e nera ­ succo di limone ­ qualche fogliolina di menta fresca ­ sciroppo colorato preparazione lava asciuga e taglia a metà nel senso della larghezza i pompelmi stacca la polpa lasciando intatta la scorza che metterai in frigo pela al vivo la polpa dei pompelmi togli i semi tagliala a dadini e mettila in una ciotola capiente taglia l ananas a cubetti togli la pelle alle pesche e tagliale a dadini tuffa gli acini di uva in acqua bollente spellali e tagliali a metà aggiungi tutta la frutta nella ciotola spolverizza con lo zucchero irrora con succo di limone mescola copri con pellicola trasparente e metti a riposare in frigo per tre ore prima di servire unisci i lamponi o le fragole ben lavate e asciugate in 4 coppette da macedonia metti del ghiaccio tritato coloralo con qualche goccia di sciroppo di menta o di amarena riempi le scorze dei pompelmi con la frutta adagiale sul ghiaccio guarnisci con alcune foglie di menta e porta in tavola successo assicurato buon appetito le dediche dei nostri lettori 20 giugno 2013 auguri a lorenzo e vai sono 44 che pazienza dobbiamo avere per sono già passati sette anni da quando ti abbiamo visto per la prima volta eri un esserino piccolo con gli occhi spalancati sopportarci a vicenda da così tanti anni un po di chili in più qualche anno in più qualche bellissimi ormai sei un ometto hai sette anni i tuoi occhi acciacco in più pochi per fortuna ma la voglia di grandi e bellissimi sempre spalancati per scoprire il mondo per noi sei un piccolo tenero curiosone che fa fare di stare assieme di esserci una per l altro è mille domande e che non finisce mai di parlare quella di sempre un dolce nipotino ti vogliamo tanto bene e ti auguriamo mi auguro e ti auguro tantissimi altri nonno e nonna traguardi 50 60 70 marcella buon compleanno 29 giugno 2013 auguri a te che sei stata la mia persona speciale la mia essenza il mio passato non aver mai timore di essere te stessa e affronta con il coraggio che da sempre hai tutte le tue scelte anche se io non farò più parte di queste 4 giugno 9

[close]

p. 10

di giulio moscatelli ma chi è charlton eston chi guardi oggi la statua non può non riceverne una sensazione di titanica potenza uno sguardo lampeggiante quasi minaccioso lungimirante provate a guardare la statua da lontano e insieme una forza anzitutto fisica prima che spirituale guardate quelle braccia quei bicipiti da pugile quelle spalle da culturista gli storici dell arte hanno evidenziato gli schemi della figura gamba destra avanzata e braccio sinistro in avanti al contrario incrociati gamba sinistra arretrata e braccio destro arretrato insieme c è la torsione verso sinistra del busto e insieme della testa e dello sguardo obliquo ma deciso drammatico come le inquadrature diagonali dei maestri del cinema ne emerge un gigante un simbolo di guida superiore e destinale la maestria dell arte di michelangelo la si può godere intensamente concentrandosi su quella barba a cascata quei bioccoli di lana sofficemente intricati tra le dita di una mano rilassata e quasi riflesso di un atteggiamento pensoso il panneggio quasi bagnato del manto appoggiato sulla coscia anche lui ci fa dimenticare la vera materia dell opera durissimo marmo di carrara che solo l illusione dell arte può far sembrare morbido il consiglio sentitissimo è di avvicinarsi a tu per tu con quest opera eccezionale e di avvertirne tutte le vibrazioni che possa comunicarci in fondo costa solo un biglietto d autobus c hi ricorda il colossal i dieci comandamenti l interprete di mosè proprio charlton eston venne truccato per somigliare in tutto e per tutto alla statua di michelangelo che oggi esaminiamo la figura è al centro di un complesso a facciata con altre statue si tratta della tomba di giulio ii o almeno quello che michelangelo credeva diventasse perché invece papa giulio lì dentro non ci andò da morto trovò sepoltura nella basilica vaticana l autore aveva in mente un monumento molto più grandioso e infatti la statua del mosè risulta molto più ambiziosa e dimensionata rispetto alle altre e in proporzione al complesso intero e sì che michelangelo ci teneva a questo lavoro lui che si definiva uno scultore il pittore lo faceva solo su ricatto infatti aveva accettato di affrescare la cappella sistina solo perché il papa gli aveva promesso in premio la commessa di quel complesso scultoreo niente meno che la tomba pontificia va ricordato che l opera ebbe come assiduo ammiratore in molteplici visite il no to padr e de lla psico analisi sigmund freud che scrisse anche un apprezzato saggio critico a riguardo freud venne quasi ossessionato dalle associazioni che scaturivano dall opera michelangiolesca con la figura paterna per antonomasia un padre severo pieno di autorità quasi padre-padrone mosè michelangelo1516 chiesa di s pietro in vincoli tra colosseo e via cavour di fattino tedeschi ella composizione polifonica del libro l autore alessandro annulli rivisita luoghi comuni periferie e luoghi metropolitani la storia forte racconta sentimenti critici ma comunque civili e democratici raccoglie personaggi luoghi e voci che ne fanno un mosaico ricco di emozioni e di osservazioni che espone nelle pagine del libro con una stilistica elegante e tecnica allo stesso tempo rendendosi interprete di scenari sconosciuti e di grande valore umano l autore racconta con disinvoltura le esperienze vissute in un escursus capace di farci conoscere scenari poco noti ai più passeggiata inedita in una roma città dai due volti che nasconde tra le sue vecchie strade storie di dolore e d amore n piazza mattei via dei falegnami vecchie case ripidi scalini cortili silenziosi dove spesso gorgheggia una fontana un groviglio di storie da conoscere l autore rende umani i rapporti chiusi tra quei muri antichi e li fa diventare protagonisti delle pagine del suo libro un romanzo quello di alessandro annulli che per molti versi mi ricorda francis scott fitzgerald novecentista che ha scritto più di 180 novelle nell arco della sua carriera e che con la sua bravura descrittiva da un anima ai luoghi e alle cose di alessandro possiamo dire che ha tr o vato unan ar r azion e capace di interessare il lettore fino alla riflessione più pura quindi fuori da quella narrativa consumistica che piace agli editori solo per fare cassetta con alessandro si apre un nuovo orizzonte letterario con la sua immaginazione ci riscatta da una realtà cruda e ci porta in un sogno la parola fine autore alessandro annulli editore albatros 10

[close]

p. 11

di antonio di siero il punitore ­ esplode la furia del giustiziere marvel questa non è vendetta e punizione rima di parlare di frak castle war journal detto il punitore è necessario neanche l intervento di joe quesada storico direttore della casa editrice che aveva salvato le testate più a riparlare dello sciacallo lo sciacallo è in realtà miles warren schio riuscì a restituire fama al personaggio il riscatto arridocente di biologia presso l università vò ai primi del duemila grazie a gart ennis il creatore in cui peter uomo ragno parker della serie the preacher studiava negli anni 70 c è da dire che la prima appari noto per l odio viscerale verso i supereroi classici ennis rimuove la storica spalla del punitore un tale chiamato zione di warren risale al 65 lo sciacallo è famoso per aver clonato l uomo ragno microchip e comincia una miniserie imbottita di sangue dando vita quello spirito inquieto che a tratti continua a violenza e un ironia gelida e disturbante un mendicante tornare ancora oggi e che è noto come saga del clone all angolo della strada mostra un cartello mi sono beccato l aids con una trasfusione aiutatemi che negli anni 80 portò la marvel vicina al fallimento tra un clone e l altro warren ebbe la bella idea siamo nella girandola vengono inseriti quasi a forza l uomo ragno nel 1974 di manipolare un reduce della allora recente e wolverine ma solo per fare figure veramente indegne dei personaggi guerra in vietnam per cui la guerra successivamente la marvel sdogana non era mai finita complice una lo stile macabro di ennis con il ciclo tragedia che si sarebbe svelata solo in principio sotto la copertura di in un momento successivo un bollino che vieta il fumetto ai miil nome del reduce era frank castle nori di vent anni ennis è quindi lie si faceva chiamare il punitore bero di scatenarsi con sangue vio il vendicatore in alcune traduzioni lenza e turpiloquio il look è piuttosto eloquente tuta nera il successo è immediato e finalmente con teschio bianco e una sporta di il punitore riguadagna la popolarità pistole mitra e una rabbia devastante che aveva perduto complice anche uno in corpo dei primi film basati sui personaggi il punitore è un eroe particolare che marvel dell ultimo periodo in molti modi anticipa i super the punisher di jonathan hensleigh antieroi e gli anti-supereroi che sacon thomas jane nel ruolo di frank e rebbero sorti negli anni 80 e 90 un gasatissimo john travolta in quelspawn di todd mc farlane per i lo del crudele mafioso howard primi e i watchmen di alan moore e saint dave gibbons per i secondi i cicli di ennis sono però una sorta di caratteristica peculiare del personaggio microcosmo a sé in cui l autore si è l incapacità di riconoscere non sfoga con le sue tematiche preferite so lo le giu stificazioni qu ali i lasciando fuori il resto del marvel trascorsi degli incriminati e le universe possibilità di redenzione ma anche nell universo regolare frank castle il diritto di vivere di coloro che non personaggio creato da continua ad combattere i supercriminali rientrano nei suoi standard gerry conway e john romita sr a fianco dei vendicatori e decome detto ci volle un po per dare gli x-men anche se continua ad forma alle ragioni di questa follia essere un reietto per ogni formaziodi ritorno dal vietnam l ex ufficiale ne dei marines frank castle trascorreva del rimane però viva la lezione di entempo con la famiglia a central nis come dimostra il recente spepark ciale franken-castle in cui proprio quel giorno a quell ora frank dopo essere stato fatto a pezzi delle famiglie di mafiosi italiani da daken il figlio malvagio di wolverivennero a regolare i conti stringenne si risveglia nell isola dei modo nel fuoco incrociato la moglie e stri ridotto ad un orrenda creatula figlia di castle che giurò venra biomeccanica detta contro ogni criminale sulla facp un ishe r go de ino ltre di un a cia della terra controparte nello scomparso 2099 castle fu in seguito parte di molte universe l universo che la marvel storie dell arrampicamuri e dopo il creò per adattarsi alla corrente marea successo del ciclo blood circle cyberpunk che imperversava in si conquistò una serie regolare quel periodo e un altro corrinonostante il potenziale pulp del spettivo nell ultimate universe in personaggio la marvel non osò cui diventa un poliziotto incorruttimai metterlo in situazioni che lo bile accusato ingiustamente dello rendessero inadatto a un pubblico sterminio della famiglia dai colleghi ado lescen ziale e questa fu la corrotti condanna della testata punisher p 11

[close]

p. 12

news dal comitato di quartiere torresina festa d inizio estate siamo merciale durante l orario di apertura del comitato lieti d invitarvi alla festa d inizio area verde via andrea barbato mentre scriviamo si è estate che si terrà nel parco e nella aperto un cantiere nell area verde abbandonata tra via piazza di torresina sabato 15 andrea barbato tratto di strada chiusa al traffico ed il e domenica 16 giugno 2013 mostra mercato degli parcheggio dietro al centro commerciale torresina artigiani sport e giochi per bambini musica e cosa sarà e in arrivo un area cani dopoilgrandesuccessodisettembre donazione sangue sabato 15 giugno avrà luogo la prima la seconda sagra del rigatone all amatriciana donazione di sangue presso il daily training sporting sabato e domenica dopo le 18,30 club la raccolta sarà curata dall avis comunale di roma e lezioni c onsiglio d irettivo comitato di quar con la quale il centro sportivo ha stipulato una convenzione tiere torresina domenica 19 maggio si sono svolte le a beneficio dei donatori tesserati appuntamento dalle elezioni per il rinnovo delle cariche del consiglio direttivo ore 7.30 alle 11.30 presso il parcheggio del centro sportivo del comitato di quartiere carica triennale di via alberto manzi 47 s invitano tutte le persone che ringraziamo i soci per la grande affluenza di votanti godono di buona salute e non hanno potuto donare ad risultano eletti i seguenti consiglieri antonio picciau aprile a partecipare antonio giustiniani rosaria della torre armando iezzi il tuo quartiere non È una discarica domenica 16 massimo paolini sergio coresi francesca cappetta giugno terzo appuntamento del 2013 con l iniziativa maria teresa borzi maria claudia dongu primo dei il tuo quartiere non è una discarica la raccolta non eletti alessandro amadei seguono roberto altieri straordinaria gratuita dei rifiuti ingombranti e particolari alessandra taborra fabrizio ragucci avrà luogo dalle ore 8.00 alle ore 12.30 nel parcheggio di i consiglieri eletti si riuniranno per la costituzione del via andrea barbato sul lato opposto al capolinea del 46 consiglio direttivo e per eleggere il presidente del comitato torresina ufficio e aperto dal lunedì al sabato il box torresina nel cuore il progetto torresina nel cuore informativo al piano interrato del centro commerciale che ha come obiettivo la realizzazione del 1° quartiere in esso sono disponibili gratuitamente in giorni ed orari cardio protetto a roma avrà come sponsor ufficiale la prestabiliti consulenze legali condominiali fiscali banca di credito cooperativo partner del progetto patronali e sul lavoro oltre che una vetrina per le associazioni l avis comunale di roma e il patrocinio del munici oltre che consultabile in loco il calendario aggiornato di ed orari è disponibile sul blog pio di roma monte mario il municipio ha donato attività due defibrillatori altri fondi arriveranno dalle donazioni www.torresina.net dei condomini del quartiere e da alcune attività commer l ibera l ibri È ar riva ta a t o rresina a cu ra ciali e professionali che sponsorizzeranno la realizzazione dell associazione h2 in collaborazione con il comitato della brochure informativa sabato 18 maggio si sono di quartiere e l associazione scaffali scambieremo conclusi i primi corsi di blsd per la formazione dei vo liberamente libri ogni martedì e giovedì dalle ore 10 lontari del progetto i corsi che si sono svolti presso alle 12 e dalle 16 alle 18 presso il box al piano interrato del il centro daily traning hanno riscosso enorme inte centro commerciale torresina come sempre chi vuole resse da parte dei volontari che ne escono rafforzati porta chi vuole prende ma si può anche solo prendere o portare tutto completamente gratuito vi aspettiamo rispetto alla loro scelta civica e solidaristica fondamentale il ruolo del dott stefano gambioli istruttore info potete contattarci attraverso l indirizzo mail internazionale heart saver american heart association comitatotorresina@gmail.com oppure inviare sms al che è riuscito a trasmettere conoscenza tecnica e passione nuovo numero 392.1239179 lo ringraziamo a nome di tutti il numero telefonico del comitato viene utilizzato in preparazione dei nuovi corsi che saranno realizzati in prevalentemente per invio di sms o info sul progetto base alla disponibilità di tempo del dott gambioli è di torresina nel cuore sconsigliamo quindi di utilizzarlo per nuovo disponibile il modulo per la registrazione onli altri motivi per segnalazioni urgenti chiamare direttamente ne su torresina.net il modulo di carta è reperibile i consiglieri i cui numeri sono reperibili sulla pagina web presso il box uffici al piano interrato del centro com www.torresina.net/comitatotorresina grazie il dott stefano gambiolia sinistra segue la formazione dei volontari del corso bdls 12

[close]

p. 13

di stefania giannetto meta a volte oscurata dalle altre perle urbane umbre spoleto si presta benissimo per costi e per storia ad essere la destinazione ideale per fare una bella sorpresa alla vostra metà o per una romantica gita con l amante spoleto una vera sorpresa on poco meno di 40,00 euro e un tragitto in treno di appena un ora e mezza è possibile raggiungere una vera e propria chicca storica che trova addirittura le sue origini in età preistorica spoleto ben si presta in questo mese di giugno per una gita di un solo giorno anche se le cose da vedere sono tante e le guide mostrano tanti itinerari possibili spingendo il turista per caso fino alle città limitrofe per una permanenza di più giorni testimonianza della sicura presenza romana è data dal teatro romano presso il convento di sant agata un tempo monastero benedettino ma che oggi ospita il museo archeologico statale il museo raccoglie materiali di varie epoche tra cui spiccano le tavole della lex spoletina una legge promulgata nel iii sec a.c a protezione del bosco sacro una delle più antiche norme di tutela ambientale spostandoci per la città se incontriamo una pregevole fontana cinquecentesca e alcuni reperti di epoca romana ci troviamo dinanzi a palazzo mauri dimora gentilizia del xvii sec già sede della prestigiosa accademia spoletina ed ora biblioteca comunale g carducci ricca di libri antichi acquisiti a seguito della soppressione delle congregazioni religiose nel cortile interno del palazzo troveremo il caffè letterario piacevole punto di ritrovo utilizzato anche per concerti incontri e letture tuttavia quello che più colpisce del caffè è sicuramente l interessante mosaico del vi secolo emerso dopo i lavori di ristrutturazione nei pressi di piazza campiello si può visitare con ingresso libero la rocca albornoziana e il ponte delle torri la rocca sulla sommità del colle sant elia fu edificata dal cardinale egidio albornoz da qui il nome il monumento è un complesso fortificato dall allungata forma rettangolare concepito per svolgere funzione di rappresentanza e residenziale per i rettori del ducato i governatori della città e i legati pontifici purtroppo gli ambienti interni della fortezza sono visitabili solo a pagamento ma se nella vostra vita avete già visto una fortezza non ve ne servono altre intorno alla fortezza c è il cosiddetto giro della rocca un anello di un chilometro che rappresenta una delle più belle e frequentate passeggiate della città da dove è possibile ammirare una sintesi dei suoi monumenti principali lungo via saffi si apre la superba vista della cattedrale la scenografica scalinata di via dell arringo introduce alla piazza del duomo creata con un terrazzamento ai piedi del colle sant elia ed ampliata nel xii sec per creare c una quinta scenica di sicuro effetto sul lato sinistro della piazza si affacciano il teatro caio melisso il più antico teatro della città sorto nel xvii sec e la chiesa di s maria della manna d oro eretta in segno di ringraziamento alla vergine che protesse la città nel corso degli avvenimenti del 1527 culminati con il sacco di roma su piazza collicola si erge l omonimo palazzo costruito tra il 1717 e il 1730 su progetto dell architetto romano sebastiano cipriani per volontà del cardinale francesco collicola in un momento di particolare fortuna economica e sociale della famiglia oggi il palazzo ospita non solo il museo carandente collezione d arte contemporanea di proprietà comunale ma anche la ricostruzione di una abitazione gentilizia settecentesca e la biblioteca giovanni carandente con oltre trentamila volumi schedati e consultabili nell animata piazza garibaldi sul lato opposto al monumento dedicato all eroe dei due mondi si trova la chiesa di s gregorio maggiore l edificio fu eretto tra la fine dell xi e il xii sec sul luogo di una primitiva chiesa con annessa area cimiteriale la tradizione vuole che la chiesa originaria sia stata costruita in onore dell omonimo martire spoletino ad opera della pia vedova abbondanza che ne avrebbe raccolto il corpo nel lato sinistro del portico si apre la cappella degli innocenti decorata con scene che ne ricordano la storia di rilievo è il chiostro cinquecentesco a due ordini di arcate percorrendo viale trento e trieste che conduce alla stazione ferroviaria la visuale è dominata dal teodelapio di alexander calder la più imponente delle sculture rimaste in città dopo la mostra sculture nella città nell ambito del quinto festival dei due mondi del 1962 edizione considerata ancora oggi tra le più importanti manifestazioni di scultura internazionale del secolo scorso al di là della statale n 3 flaminia in corrispondenza dell ingresso sud di spoleto una scenografica scalinata conduce a s pietro una delle più importanti chiese dell umbria e uno dei maggiori esempi del romanico in italia in quest area si estendeva una vasta necropoli arcaica e fonti storiche attestano che qui venne eretto un tempio dedicato a pietro nei primi anni del v secolo in occasione del trasporto a spoleto di reliquie delle catene del santo ma spoleto non è solo cultura è anche tanta buona cucina che affonda le sue origini in antiche tradizioni offrendo piatti semplici e gustosi creati dai prodotti della terra spoletina e che potrete scoprire e apprezzare quindi dopo una bella camminata in giro della città gnam gnam si mangia 13

[close]

p. 14

di mario celani storie dall abruzzo cocullo 1° maggio festa di san domenico dei serpari e una festa pagana che si perde nella notte dei tempi e che poi il cristianesimo ha fagocitato in pratica era la festa della primavera che le genti primitive accomunavano con è stata sorpresa diverse volte ad aprire i contenitori dei rifiuti e a scolarsi le boccette dello yoga cocullo da cui il nome e stata quindi sedata e portata in elicottero nella zona della maiella ma dopo pochi giorni era di nuovo alla camosciara ed è stata di nuovo sorpresa a rovistare nei secchioni nell androne del casone antonucci questa volta è stata portata nel molise ma anche questa volta è tornata a casa allora si è deciso di portarla a villavallelonga e stata messa insieme a sandrino nella segreta speranza di un loro matrimonio ma lei non ha voluto saperne così vivono da separati in casa ognuno nello spazio che si è scelto nel recinto accanto vive orazio un cervo con il figlio molto confidente che ti viene a bramire vicino alla recinzione non ho ben capito se per le carezze o per qualche carota quasi a sfiorarla s domenico dei serpari il risveglio dei serpenti oggi i serpari catturano le serpi in pratica cervoni biacchi e colubri di esculapio e li mettono sulla statua del santo durante la processione oggi le serpi sono dotate di microchip perché vengono seguite e studiate dall università la sapienza a villavallelonga c è un recinto di acclimatazione dove in due zone separate vivono orsi e cervi nella zona degli orsi vivono sandrino e yoga ognuno dei due ha una storia sandrino da piccolo è stato abbandonato dalla madre ed è stato allevato dalle guardie del parco in pratica è vissuto sempre in recinti confinato nei vari paesi del parco che lo hanno avuto ospite oggi è vecchio e si concede poco alla visione yoga invece è un orsa birbona che è finita qui per la sua curiosità ed ingordigia e nata libera nella zona della camosciara ma villavallelonga dopo tante cose importanti veniamo ai piccoli problemi di tutti i giorni quante volte quando comprate una pianta questa ha foglie lucide tanto da sembrare finte e dopo un mese di amorevoli cure sembrano invecchiate di 10 anni cospargere le foglie di maionese con un tovagliolino di carta e vedrete che risultato la nostra pelle è secca ma le creme che ci consigliano hanno prezzi proibitivi la risposta giusta è sempre maionese idrata e ingrassa la cute come un vero prodotto di beauty per lo stesso principio in caso di scottature superficiali potremo procurarci un po di sollievo applicando uno strato di maionese sull area interessata con la bella stagione non è raro essere punti da insetti cosa fare se un ape o una vespa ci hanno punto dovremo togliere l eventuale pungiglione con una pinzetta facendo attenzione a non spezzarlo quindi disinfettare la puntura e applicare del ghiaccio e dell ammoniaca in farmacia ci sono pomate apposite tuttavia se il dolore e il gonfiore perdurano è consigliabile consultare un medico se una zanzara ha pranzato sulla nostra pelle come alleviare il fastidio delle punture ecco un elenco di rimedi fai da te trovati in rete provare non costa nulla strofinare sulla puntura la parte interna di una buccia di banana applicare aloe vera per le sue proprietà lenitive applicare del dentifricio alla menta rinfrescherà dando sollievo applicare una fettina di limone acquistare appositi antistaminici o creme in farmacia buon giugno a tutti di enza p mallecrara giugno il mese del sole è il primo mese dell estate dedicato alla dea giunone moglie di giove la denominazione mese del sole deriva dal fatto che nel 21º giorno del mese cade il solstizio d estate cioè l asse terrestre è inclinata in modo da garantire la massima durata di luce nell arco della giornata al contrario col solstizio d inverno che cade il 22 dicembre si ha il giorno più corto sono tanti gli eventi e le ricorrenze nel mese di giugno la festa della repubblica italiana si celebra il 2 giugno a ricordo della sua nascita infatti il 2 e 3 giugno 1946 gli italiani vennero chiamati alle urne per esprimere quale forma di governo monarchia o repubblica dare al paese in seguito alla caduta del fascismo gli italiani scelsero la repubblica l onu ha stabilito che dal 1973 il 5 giugno sia riconosciuta come la giornata mondiale dell ambiente e dal 2001 il 20 giugno sia la giornata mondiale dei profughi sono anche da ricordare il 23 giornata nazionale contro la pedofilia e il 28 gay pride o giornata mondiale dell orgoglio lgbt il 15 giugno 1864 venne fondata a milano la croce rossa italiana per il soccorso ai feriti e ai malati in guerra il 16 giugno 2002 papa giovanni paolo ii ha proclamato san to pa dr e pi o da pi et r al ci na il 29 giugno si festeggiano s pietro e paolo patroni della città di roma 14

[close]

p. 15

di roberto giordano il tormentato marciapiede di via pietro gasparri t ramite lo spazio offerto da questo mensile vorrei portare il mio modesto contributo per evidenziare un piccolo grande problema che potrebbe essere risolto con un minimo di buon senso mi auguro che questa testimonianza possa arrivare ai nostri amministratori in modo da sensibilizzarli affinché si attivino per migliorare la qualità della vita dei loro concittadini considerando che presumibilmente anch essi e le loro famiglie risiedono in questo territorio e potranno così fruire di eventuali miglioramenti apportati il problema che desidero evidenziare si trascina da anni e nasce dalle numerose consultazioni politiche che interessano il nostro bel paese e dalle attività collaterali che da queste scaturiscono non ultima quella di manifesti elettorali il tratto iniziale di via pietro gasparri in prossimità del parco anna bracci è una strada molto trafficata da auto e pedoni ma nonostante ciò diverso tempo fa si decise che il bel mezzo del marciapiede fosse il posto migliore per installare dei cartelloni elettorali e da quando questa decisione fu adottata a ogni tornata elettorale questo sfortunato marciapiede è massacrato da numerosi buchi nei quali sono piazzati i cartelloni il fatto increscioso è che queste plance metalliche occupano il marciapiede per settimane e per una lunghezza di decine di metri anche di più nel caso di elezioni politiche questa assurda e restrittiva collocazione soprattutto oggi che questo tipo di pubblicità è ormai fuori tempo potrebbe essere facilmente evitata addossando i cartelloni al muro di cinta esistente e scongiurare così i numerosi problemi che da essa derivano e cioè creare un corridoio buio e pericoloso per il transito pedonale fornire l occasione ai graffitari per deturpare con gli spray il muro consentire il deposito d immondizia varia restringere ottusamente il normale passaggio per le persone spesso con carrozzine o simili lasciare il marciapiede a elezioni concluse in condizioni pietose a una mia specifica richiesta sui motivi di tale capziosa posizione mi fu risposto da una persona che coordinava questi lavori che i cartelloni erano installati in mezzo al marciapiede perché così i manifesti elettorali potevano essere fissati da ambo i lati della superficie metallica ma in tutti questi anni non è mai successa una cosa del genere i manifesti sono attaccati solo dal lato stradale ovviamente per essere visti da un maggior numero di persone e non all interno dove nessuno sognerebbe mai di fermarsi per leggere le promesse elettorali di un candidato sottolineo che la visibilità di un manifesto elettorale relativo a un candidato dura lo spazio di poche ore in quanto ad esso ne viene sovrapposto un altro subito dopo un altro ancora e così via fino a che non si crea un malloppo di carta che alla prima pioggia viene giù a ostacolare il già difficoltoso transito e ad ostruire le fogne mi auguro che nelle prossime elezioni di qualsiasi natura esse siano questo scempio sia evitato sia per consentire un risparmio di soldi e di carta che per evitare di distruggere ulteriormente un marciapiede molto frequentato nel quale non mancano anziani e mamme con carrozzine le segnalazioni dei lettori orrei segnalare che piazza pallotta una piazza in via di realizzazione da almeno 8 anni che è già costata oltre 500.000 euro ai cittadini ancora non ha l illuminazione per questa città ridotta in uno stato pietoso può sembrare normale ma a piazza pallotta c è un asilo nido ci passa il 46 sta alla fine di una strada e tutt intorno il nulla v la segnaletica stradale si sta scolorendo i marciapiedi sono stati realizzati con betonelle rosse ebbene proprio alcune di quelle betonelle sono state in parte divelte ed asportate alcuni mascalzoni stanno deteriorando i marciapiedi favoriti dal buio e dalla foresta che è cresciuta nelle aiuole concorso di colpa n.b la seconda foto è l aiuola della piazza non è stata presa dalla campagna paolo r ono cinque anni che noi proprietari di cani chiediamo un bau-parck abbiamo concordato un progetto condiviso per questo prevedendone la realizzazione in uno spazio del piano di zona abbandonato al degrado finalmente il 21 maggio una ditta ha recintato lo spazio previsto all uopo ha attaccato i cartelli per l inizio dei lavori siccome a pensar male si fa peccato io ho pensato a male ed ho cominciato a dubitare per il fatto che mancavano solo cinque giorni alle elezioni amministrative mi sembrava uno spot elettorale nel pomeriggio non essendoci più gli operai mi sono avvicinata per leggere il cartello volevo sapere che cosa si sarebbe fatto e chi era il committente forse me lo aspettavo ma non mi sono affatto meravigliata nel constatare che il cartello era assolutamente in bianco no comment chi vivrà vedrà laura l s 15

[close]

Comments

no comments yet