Nuovo Curricolo di Scuola dell'Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado - Istituto Omnicomprensivo di Alanno

 

Embed or link this publication

Description

Il Nuovo Curricolo è il risultato di un lavoro svolto nell'a.s. 2012-13 dai docenti dei tre ordini di scuola. Esso si configura come un adattamento delle Nuove Indicazioni Nazionali alle esigenze formative dell'Istituto Omnicomprensivo di Alanno.

Popular Pages


p. 1

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 istituto omnicomprensivo di alanno ministero dell istruzione dell università e della ricerca istituto omnicomprensivo di alanno pe 1 curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado giugno 2013

[close]

p. 2

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 istituto omnicomprensivo di alanno alla realizzazione del presente lavoro sul curricolo verticale dell istituto omnicomprensivo di alanno hanno contribuito i seguenti docenti coordinamento generale valentina d orazio funzione strumentale continuità e orientamento dipartimento di italiano storia e geografia scuola dell infanzia ­ maria luisa de luca vilma di berto marina guerra rosa maria grazia scurria scuola primaria nicoletta astrologo tiziana chiuli franca di domizio maria lucia di lullo valentina d orazio silvana ferrante anna mazzocca nicole antonietta palombo iolanda palumbo anna rita silvestri scuola secondaria di primo grado ­ adriano di profio giuseppa maniscalco maria teresa marsili eleonora mugoni irma tolli dipartimento di lingue straniere scuola dell infanzia ­ anna maria de dominicis alessandra pascetta scuola primaria ­ maria luisa barbone filomena di paola,morena barbone scuola secondaria di primo grado ­ carmelita patriarca sabatino quieti roberto paciocco dipartimento di matematica scienze e tecnologia scuola dell infanzia ­ rita di toro mammarella paola marcucci sandra rocchio scuola primaria ­ marisa cavallo silvana di domizio giuseppina di rosa miranda di serio maria teresa luciani scuola secondaria di primo grado ­ alessandra bottino antonietta canale adele di vincenzo massimiliano d aprile iole ponteggia dipartimento di arte musica e sport scuola dell infanzia ­ giuseppa crea tiziana fiorello marilù larini scuola primaria ­ loretta di liberato anna rita massimiano scuola secondaria di primo grado ­ giancarmine chiacchiaretta barbara nicolai amalia properzio dipartimento di relgione cattolica scuola dell infanzia ­ faieta nadia scuola primaria ­ narcisa di biase ivano giancristofaro scuola secondaria di primo grado ­ luciana saccomandi impaginazione e grafica sabatino quieti giugno 2013 2

[close]

p. 3

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 indice dalle indicazioni nazionali per il curricolo ­ cultura scuola persona ­ finalità generali profilo dello studente e competenze chiave al termine del primo ciclo d istruzione l organizzazione del curricolo il curricolo della scuola dell infanzia premessa il sé e l altro il corpo e il movimento immagini suoni colori i discorsi e le parole la conoscenza del mondo ­ oggetti fenomeni viventi numeri e spazio religione cattolica dalla scuola dell infanzia alla scuola primaria il curricolo della scuola del primo ciclo premessa italiano lingue comunitarie lingua inglese ­ lingua francese storia geografia cittadinanza e costituzione matematica scienze musica arte e immagine educazione fisica tecnologia religione istituto omnicomprensivo di alanno 4 6 8 10 11 13 15 17 19 21 23 25 26 27 28 42 52 58 64 65 73 80 83 87 90 96 3

[close]

p. 4

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 dalle indicazioni nazionali per il curricolo cultura scuola persona finalità generali istituto omnicomprensivo di alanno 4 il cuore didattico del piano dell offerta formativa è il curricolo predisposto dalla comunità professionale nel rispetto degli orientamenti e dei vincoli posti dalle indicazioni ministeriali la sua elaborazione è il terreno su cui si misura concretamente la capacità progettuale dei tre ordini di scuola nello specifico ogni singola istituzione scolastica è chiamata a prendere decisioni di tipo didattico ed organizzativo a elaborare specifiche scelte in relazione a contenuti metodi organizzazione e valutazione con particolare attenzione alla continuità del percorso educativo dai tre ai quattordici anni nell arco del quale si intrecciano e si fondono i processi cognitivi e quelli relazionali in tale scenario il curricolo è stato organizzato nel rispetto delle finalità qui di seguito riportate la scuola nel nuovo scenario promuovere la capacità degli studenti di dare senso alla varietà delle loro esperienze attraverso l apprendimento ed il saper stare al mondo promuovere l interazione tra famiglia e scuola tra scuola e territorio e tra culture diverse sviluppare negli studenti un identità consapevole ed aperta nel riconoscimento reciproco formare la persona sul piano cognitivo e culturale offrire occasioni di apprendimento dei saperi dei linguaggi culturali di base del linguaggio dei media e della ricerca multidimensionale favorire l acquisizione di strumenti di pensiero per apprendere a selezionare le informazioni promuovere l elaborazione di metodi e di categorie per intraprendere itinerari personali favorire l autonomia di pensiero centralita della persona promuovere un azione educativa incentrata sulla globalità della persona in tutti i suoi aspetti cognitivi affettivi relazionali corporei estetici etici spirituali religiosi costruire la scuola come luogo accogliente e formare la classe come gruppo in cui promuovere legami cooperativi che consentano di gestire i conflitti fornire gli strumenti per apprendere ad apprendere per costruire e trasformare le mappe dei saperi elaborare strumenti di conoscenza per comprendere i contesti naturali sociali culturali antropologici.

[close]

p. 5

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 istituto omnicomprensivo di alanno per una nuova cittadinanza insegnare le regole del vivere e del convivere proporre un educazione che spinga a compiere scelte autonome e feconde costruire un alleanza educativa con i genitori favorire una stretta connessione di relazioni con il territorio promuovere rapporti di collaborazione con le comunità di appartenenza locali e nazionali fornire gli strumenti per apprendere ad essere attraverso la valorizzazione dell unicità e la singolarità dell identità culturale di ciascuno sostenere attivamente l interazione e l integrazione di soggetti appartenenti a culture diverse in una dimensione sempre più interculturale formare cittadini in grado di partecipare consapevolmente alla costruzione di collettività ampie e composite nazionale europea mondiale educare alla convivenza attraverso la valorizzazione delle diverse identità e radici culturali di ciascuno educare ad una cittadinanza unitaria e plurale ad un tempo per formare cittadini italiani che siano nello stesso tempo cittadini dell europa e del mondo promuovere riflessioni e cogliere relazioni tre le molteplici esperienze culturali emerse nei diversi spazi e nei diversi tempi della storia europea e della storia dell umanità vivere il presente come intreccio tra passato e futuro tra memoria e progetto per un nuovo umanesimo soddisfare il bisogno di conoscenze degli studenti sia attraverso il pieno dominio dei singoli ambiti disciplinari che con l elaborazione di molteplici connessioni nella prospettiva di un nuovo umanesimo fondato sull alleanza tra scienza storia discipline umanistiche arte e tecnologia insegnare a ricomporre i grandi oggetti della conoscenza superando la frammentazione delle discipline e integrandole tra loro promuovere i saperi propri di un nuovo umanesimo cogliendo problemi implicazioni condizioni dell uomo della scienza e della tecnologia valutandone limiti e possibilità per vivere ed agire acquisire la consapevolezza che i grandi problemi dell attuale condizione umana possono essere affrontati e risolti attraverso la collaborazione tra nazioni ma anche tra discipline e culture elaborare saperi necessari per comprendere la condizione dell uomo planetario attraverso l esercizio consapevole di una cittadinanza nazionale europea e planetaria che permetta di interconnettere il microcosmo personale con il macrocosmo umano scuola costituzione europa promuovere lo sviluppo armonico ed integrale della persona e la crescita civile e sociale del paese all interno dei principi costituzionali e della tradizione culturale europea collaborare con le famiglie e con le altre formazioni sociali assumere come orizzonte di riferimento il quadro delle competenze chiave di cittadinanza per l apprendimento permanente lungo tutto l arco della vita 5

[close]

p. 6

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 istituto omnicomprensivo di alanno profilo dello studente e competenze chiave al termine del primo ciclo di istruzione valorizzare gli apprendimenti formali non formali ed informali per promuovere competenze funzionali all apprendimento permanente predisporre un insieme di esperienze attraverso cui ogni alunno/a possa effettuare percorsi formativi flessibili nel rispetto delle necessità e delle differenze individuali in ambienti di apprendimento attraenti ed aperti all innovazione possa essere aiutato a comprendere e valorizzare le peculiarità dei molteplici livelli della sua identità locale nazionale europea di cittadino del mondo possa costruire le fondamenta del suo apprendimento lungo tutto l arco della vita non scholae sed vitae discitur non si impara per la scuola ma per la vita ­ raffaele laporta comunicazione nella madrelingua attività quotidiane volte alla cura di espressione ed interpretazione di concetti pensieri sentimenti fatti opinioni in forma sia orale che scritta stimolo all interazione linguistica pertinente e creativa in diversi contesti culturali e sociali di istruzione e formazione di lavoro di vita domestica e tempo libero vir bonus dicendi peritus attività continue e costanti per l uso corretto delle regole ortografiche e morfosintattiche comunicazione nelle lingue straniere attività dialogiche e ludiche per esprimersi in una o più lingue straniere per gestire interazioni verbali attraverso l uso di un vocabolario adeguato e di una grammatica funzionale certificazione trinity gemellaggio elettronico etwinning progetto comenius ogni alunno/a europeo/a dovrà avere la possibilità di acquisire competenze di base comuni a livello europeo competenza matematica scientifica tecnologica attività mirate all acquisizione di una mentalità matematico-scientifico-tecnologica per verificare l esistente e cercare di risolvere problemi in situazioni quotidiane ponendo attenzione sui processi e sull attività di tipo laboratoriale al fine di attivare il pensiero l ipotesi risolutiva e non solo la mera conoscenza di formule applicative ogni alunno/a europeo/a dovrà avere la possibilità di acquisire competenze di base comuni a livello europeo 6 competenza digitale attività volte ad usare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie della società dell informazione tsi cercando di reperire selezionare valutare conservare informazioni e nel contempo produrne presentandole e scambiandole anche mediante comunicazione in rete collaborativa

[close]

p. 7

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 istituto omnicomprensivo di alanno potenziamento in classe dell uso delle lim partecipazione al progetto di gemellaggio elettronico etwinning scambi comunicativi con soggetti partecipanti al progetto comenius ogni alunno/a europeo/a dovrà avere la possibilità di acquisire competenze di base comuni a livello europeo imparare ad imparare attività stimolanti all uso di strategie molteplici in contesti diversi facendo e ponendosi domande affinché la conoscenza acquisita si metacognitivizzi attraverso la riflessione sui percorsi e sui processi divenga abilità e competenza per conoscenze nuove in un processo senza fine in cui la memoria diventi strumento e l emozione stimolo intellettuale capace di generare nuove intuizioni nuovi bisogni ed esigenze nuove domande 7 competenze sociali e civiche attività stimoli azioni che inducono a vivere la cittadinanza e la costituzione attraverso azioni quotidiane di pace all interno della scuola quale comunità educante autoeducante e coeducante ogni alunno/a europeo/a farà esperienza di pratica di cittadinanza attiva e di volontariato anche miranti a favorire uno sviluppo sostenibile spirito di iniziativa e di imprenditorialità attività pratiche e riflessioni che inducono a tradurre le idee in azione attraverso percorsi di creatività e innovazione traduzione di brani interpretazione di testi poetici ricerche storiche soluzioni a problemi ma anche semplicemente gestione serena della dimensione di vita di gruppo e di classe consapevolezza ed espressione culturale percorsi volti a conoscere noi e il mondo-cultura che ci circonda attraverso l avvicinamento alla letteratura alla pittura alla scultura all architettura al teatro al cinema alla musica alla danza anche per mezzo di interventi didattici ed occasioni fuori dall aula scolastica partecipazione a mostre spettacoli di diversa tipologia viaggi di integrazione culturale ecc ogni alunno/a europeo/a dovrà avere la possibilità di accedere e confrontarsi con una pluralità di mezzi espressivi e/o artistici a tutti i livelli scolastici.

[close]

p. 8

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 l organizzazione del curricolo istituto omnicomprensivo di alanno la costruzione del curricolo verticale di istituto e un processo articolato di ricerca ed innovazione educativa che pone particolare attenzione alla continuita e all unitarieta dello stesso percorso educativo che va dai 3 ai 14 anni il curricolo verticale si struttura nel rispetto di finalità traguardi per lo sviluppo delle competenze obiettivi di apprendimento valutazione certificazione delle competenze e si esplicita nel profilo dello studente al termine del primo ciclo di istruzione il curricolo favorisce pratiche inclusive e di integrazione promuove prevenzione e recupero della dispersione scolastica rende la scuola viva comunita educativa professionale di cittadinanza esso si realizza come processo dinamico ed aperto attraverso i campi di esperienza e le discipline 8 campi di esperienze introdurre ai sistemi simbolico-culturali attraverso i campi di esperienza luoghi del fare e dell agire del bambino per favorirne il percorso educativo ed orientarlo nella molteplicità e nella diversità degli stimoli e delle attività attraverso lo sviluppo dell identità dell autonomia della competenza e delle prime esperienze di cittadinanza discipline e possibili aree disciplinari organizzare gli apprendimenti orientandoli verso saperi di tipo disciplinare promuovere la ricerca di connessioni ed interconnessioni trasversali tra diversi saperi disciplinari per assicurare l unitarietà dell insegnamento far interagire e collaborare le discipline in modo da confrontarsi ed intrecciarsi tra loro evitando frammentazioni utilizzare strumenti e metodi molteplici che contribuiscono a rafforzare trasversalità ed interconnessioni traguardi per lo sviluppo delle competenze individuare percorsi piste culturali e didattiche che consentano di finalizzare l azione educativa allo sviluppo integrale dell alunnosaper saper fare saper vivere con gli altri obiettivi di apprendimento individuare campi del sapere conoscenze abilità organizzati in nuclei tematici e ritenuti strategici per raggiungere i traguardi per lo sviluppo delle competenze.

[close]

p. 9

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 istituto omnicomprensivo di alanno valutazione predisporre un sistema di valutazione con preminente funzione formativa che precede accompagna e segue i percorsi curricolari ed i processi di apprendimento e che sia di stimolo al miglioramento continuo attivare forme di autovalutazione che introducano modalità riflessive sull organizzazione dell offerta educativa e didattica della scuola certificazione delle competenze progettare percorsi per la promozione la rilevazione la valutazione e la certificazione delle competenze al termine della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado una scuola di tutti e di ciascuno sviluppare l azione educativa coerentemente con i principi di inclusione ed integrazione culturale attraverso strategie e percorsi personalizzati e prevenzione della dispersione scolastica comunita educativa comunita professionale cittadinanza valorizzare la libertà l iniziativa e la collaborazione di tutti operatori scolastici famiglie enti locali e territoriali 9

[close]

p. 10

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 istituto omnicomprensivo di alanno il curricolo della scuola dell infanzia secondo le indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo di istruzione ­ anno 2012 l educazione non è ciò che il maestro dà ma è un processo naturale che si svolge spontaneamente nell individuo umano essa non si acquisisce ascoltando delle parole ma per virtù di esperienze effettuate nell ambiente il compito del maestro non è quello di parlare ma di preparare e disporre una serie di motivi di attività culturali in un ambiente appositamente preparato m montessori 10

[close]

p. 11

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 premessa istituto omnicomprensivo di alanno la scuola dell infanzia alla luce di una nuova visione umanistica della società già fortemente connotata da principi di pluralismo culturale si rivolge a tutti i bambini e le bambine dai tre ai sei anni di età concorrendo alla formazione completa dell individuo con un azione educativa orientata ad accogliere la diversità e l unicità di ciascuno essa si pone la finalità di promuovere nei bambini lo sviluppo dell identità dell autonomia della competenza e li avvia alla cittadinanza 11 tali finalità convergono all interno dei cinque campi di esperienza che a loro volta si articolano in traguardi di sviluppo delle competenze suggerendo all insegnante orientamenti attenzioni e responsabilità nell organizzare piste di lavoro 1 2 3 4 5 il sé e l altro il corpo e il movimento immagini suoni colori i discorsi e le parole la conoscenza del mondo sistemi simbolici della nostra cultura attraverso i quali si predispone il curricolo esplicito della scuola dell infanzia volendo collocare i campi di esperienza all interno delle competenze chiave europee a cui più strettamente fanno riferimento potremmo stabilire una corrispondenza del tipo le competenze chiave europee 1 comunicazione nella madrelingua i campi d esperienza prevalenti e concorrenti i discorsi e le parole tutti 2 comunicazione nelle lingue straniere 3 competenze di base in matematica,scienze e tecnologia 4 competenze digitali 5 imparare a imparare 6 competenze sociali e civiche la conoscenza del mondo ­ oggetti fenomeni viventi numero e spazio immagini suoni colori tutti tutti il se e l altro tutti

[close]

p. 12

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 7 spirito di iniziativa e imprenditorialità 8 consapevolezza ed espressioneculturale tutti il corpo e il movimento immagini suoni colori istituto omnicomprensivo di alanno il curricolo della scuola dell infanzia non coincide con la sola organizzazione delle attività didattiche che si realizzano nella sezione e nelle intersezioni nei laboratori ma si esplica in un equilibrata integrazione di momenti di cura di relazione dove le stesse routine svolgono funzione regolatrice e offrono l input per nuove esperienze l organizzazione degli spazi e dei tempi diventa elemento di qualità pedagogica dell ambiente educativo e pertanto deve essere oggetto di esplicita progettazione e verifica curricolo implicito l elaborazione dell intreccio tra i suddetti curricoli si pone come compito imprescindibile per i docenti che prevedono come parte integrante della progettazione anche la pratica della documentazione e della valutazione rendendo così visibili i percorsi di crescita e i progressi dell apprendimento di tutti e di ciascuno 12

[close]

p. 13

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 il se e l altro istituto omnicomprensivo di alanno in questo campo di esperienza ci si pone come fine quello di creare una rappresentazione cognitiva dei vari valori e caratteristiche della propria cultura estrapolati dall insieme di quelli universalmente condivisi concependo la diversità come scambio e arricchimento reciproco a tal fine sarà compito educativo rafforzare l autonomia la stima di sé e la propria identità nonché rispettare e aiutare gli altri cercando di capire i loro pensieri le azioni e i sentimenti superando il proprio punto di vista e apprezzando il valore e la dignità della persona umana nel rispetto delle diversità 13 negli anni della scuola dell infanzia i bambini vivono un momento di grande curiosità osservano l ambiente che li circonda pongono domande su questioni concrete su eventi della vita quotidiana e anche domande di senso sul mondo sull esistenza umana sull esistenza di dio i perché dei bambini rappresentano la loro spinta a capire il significato della vita che li circonda e richiedono un atteggiamento di attenzione e di ascolto costruttivo da parte degli adulti il bambino cerca di dare un nome agli stati d animo sperimenta il piacere e le difficoltà della condivisione e i primi conflitti supera progressivamente l egocentrismo e può cogliere altri punti di vista la scuola si pone come spazio di incontro e di dialogo di approfondimento culturale e di reciproca formazione tra genitori e insegnanti per affrontare insieme questi temi e proporre ai bambini un modello di ascolto e di rispetto che li aiuti a trovare risposte alle grandi domande in coerenza con le scelte della propria famiglia nel comune intento di rafforzare i presupposti della convivenza democratica dalleindicazioni nazionali per il curricolo2012 traguardi per lo sviluppo della competenza obiettivi di apprendimento sviluppa il senso dell identità personale percepisce le proprie esigenze e i propri sentimenti sa esprimerli in modo sempre più adeguato sa di avere una storia personale e familiare conosce le tradizioni della famiglia della comunità e le mette a confronto con altre accettare regole e comportamenti nel gioco condividere l uso di giochi e materiali collaborare alla realizzazione di un progetto comune partecipare ad una discussione di gruppo avendo fiducia nelle proprie capacità spiegare e sostenere le scelte fatte in un gruppo allargato prendere coscienza della propria identità come consapevolezza del proprio corpo e della propria personalità percepire e descrivere adeguatamente i propri stati d animo esprimere le proprie esigenze e capire l importanza dei sentimenti che stanno alla base delle relazioni interpersonali ricostruire le fasi della propria storia personale valorizzare la ricchezza dei vissuti personali costruiti in famiglia sentirsi parte della comunità di appartenenza il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri sa argomentare sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini;

[close]

p. 14

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 istituto omnicomprensivo di alanno riflette si confronta discute con gli adulti e con gli altri bambini e comincia a riconoscere la reciprocità di attenzione tra chi parla e chi ascolta pone domande sui temi esistenziali e religiosi sulle diversità culturali su ciò che è bene o male sulla giustizia e ha raggiunto una prima consapevolezza dei propri diritti e dei doveri delle regole del vivere insieme si orienta nelle prime generalizzazioni di presente passato futuro e si muove con crescente sicurezza e autonomia negli spazi che gli sono familiari modulando progressivamente voce e movimento anche in rapporto con gli altri e con le regole condivise riconosce i più importanti segni della sua cultura e del territorio le istituzioni i servizi pubblici il funzionamento delle piccole comunità e della città conoscere e partecipare emotivamente alle tradizioni del proprio ambiente culturale condividere con i coetanei di altre culture i diversi modi di essere partecipare in gruppo ad attività comuni riflettere sulle esperienze fatte comunicare e confrontare le proprie idee con quelle degli altri cogliendo altri punti di vista ascoltare capire ed intervenire adeguatamente nei diversi contesti rispettare turni e ruoli in una discussione superare il proprio naturale egocentrismo per diventare capace di condividere e donare scoprire e riflettere sui valori della vita scoprire che nel mondo ci sono razze usi e costumi diversi e rispettarli riflettere sul senso del bene e del male associati a fatti ed episodi della quotidianità privilegiare il dialogo al conflitto cogliere la necessità di darsi delle regole per la convivenza democratica ricercarle condividerle e rispettarle accettare interiorizzare esprimere corretti comportamenti relativi alla vita sociale sviluppare il senso del cambiamento in rapporto al tempo percepire il tempo nel suo divenire nascere ­ evolversi ­ estinguersi conoscere tutti gli spazi della scuola orientarsi con padronanza in essi e operare scelte autonome coordinarsi con gli altri in giochi che richiedono il rispetto di regole riflettere sul senso e sulle conseguenze delle proprie azioni conoscere il proprio territorio attraverso l esperienza di alcune tradizioni e la conoscenza di alcuni beni culturali rispettare le norme per la sicurezza e la salute in diversi contesti in casa a scuola nell ambiente in strada 14

[close]

p. 15

curricolo di scuola dell infanzia primaria e secondaria di primo grado ­ 2013 il corpo e il movimento istituto omnicomprensivo di alanno il campo di esperienza della corporeità e della motricità contiene alfabeti indispensabili per l espressione soggettiva e la comunicazione interpersonale/interculturale le esperienze vissute attraverso il linguaggio del corpo contribuiscono alla crescita e alla maturazione complessiva del bambino che arriva gradatamente nell arco dei tre anni di scuola dell infanzia alla presa di coscienza del proprio corpo tale coscienza di se promuove la conoscenza del linguaggio corporeo e la consapevolezza del valore del proprio corpo inteso come una delle espressioni della personalità e come condizione funzionale relazionale cognitiva e comunicativa i traguardi di sviluppo da perseguire riguardano la padronanza del proprio agire nell interazione con gli altri le esperienze motorie e corporee correttamente vissute nella scuola permettono l acquisizione di conoscenze utili ad una corretta gestione del corpo e facilitano l adozione di sane abitudini alimentari e igienico-sanitarie infine il vissuto corporeo favorisce la costruzione dell immagine di se l elaborazione dello schema corporeo e la comprensione dei messaggi del corpo utili al rispetto dello stesso e alla comunicazione creativa 15 traguardi per lo sviluppo della competenza il bambino obiettivi di apprendimento vive pienamente la propria corporeità ne percepisce il potenziale riconoscere i ritmi della giornata scolastica e adattarsi ad essi comunicativo ed espressivo matura condotte che gli consentono una avere cura del proprio corpo buona autonomia nella gestione della giornata a scuola curare l igiene del proprio corpo conoscere le differenze sessuali di sviluppo riconosce i segnali e i ritmi del proprio corpo le differenze sessuali e di seguire corrette abitudini alimentari sviluppo e adotta pratiche corrette di cura di sé di igiene e di sana alimentazione prova piacere nel movimento e sperimenta schemi posturali e motori li applica nei giochi individuali e di gruppo anche con l uso di piccoli attrezzi ed è in grado di adattarli alle situazioni ambientali all interno della scuola e all aperto saper correre stare in equilibrio controllare i movimenti secondo regole e contesti giocare rispettando regole in giochi individuali e di gruppo adottare adeguate strategie motorie controlla l esecuzione del gesto valuta il rischio interagisce con gli altri superare la paura e prendere possesso dello spazio coordinarsi con i compagni nei giochi di movimento nella danza nella comunicazione espressiva incanalare la propria affettività e le proprie emozioni.

[close]

Comments

no comments yet