Notizie1998

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

caro gesù bambino per questo natale vicino non ti chiediamo le caramelle ma i caloriferi e le piastrelle non il trenino l orsetto o il piano ma gli accessori per il nostro bagno in casa nostra faremo le feste se troveremo porte e finestre e se proprio vuoi farci contenti ricordati anche dei pavimenti non è per lusso o per vanità ma è proprio una nostra necessità i bambini della tau

[close]

p. 2

gentili famiglie cari amici eccoci di nuovo qua a distanza di un anno a parlarvi della comunità tau scegliamo ormai da anni di entrare nelle vostre case durante il periodo natalizio giornate nelle quali la nostra sensibilità si fa più attenta desideriamo presentarci noi con queste righe affinché attraverso questa breve sintesi di un anno in comunità possiate soffermarvi su una realtà arcenese presente in mezzo a voi in maniera discreta quasi senza far rumore che è la nostra comunità dei bambini la comunità tau vive di gesti e di ascolto abbiamo ascoltato i bisogni di sabrina e samuele ascoltiamo le richieste di angela manuel e valentina e cerchiamo di tradurle in gesti a volte sono necessità spicciole quotidiane altre volte ci spingono ad elaborare progetti di più ampia portata molti di questi gesti sono stati compiuti da quando quattro anni orsono la comunità si stabilì nei locali dello stallo della madonnina su di un altro fronte siamo in dirittura d arrivo dopo aver acquistato la casa di via dante alighieri ed averla recuperata a sede dell associazione nonché della comunità stiamo proprio in questi mesi procedendo al suo ampliamento con la formazione di un piano rialzato questi lavori scaturiscono dalla necessità di reperire maggiori spazi per i bambini potremo accoglierne 5 e gli assistenti che se ne prendono cura ma nello stesso tempo ci consentiranno di possedere un edificio in regola con gli standard urbanistici fissati dalla legislazione vigente in materia sociosanitaria e evidente che i risultati sin qui raggiunti non sarebbero stati possibili senza opportune risorse i soli assegni di affido dei bambini che costituiscono per il momento l unica entrata certa per la comunità da soli non sarebbero bastati nemmeno a far fronte alle spese quotidiane la differenza l avete fatta voi con la vostra generosità fatta di tempo rubato ad altri impegni di professionalità di aiuto economico vero e proprio il numero di coloro a cui va la nostra gratitudine sta ormai crescendo considerevolmente tanto da faticare nel citarli senza correre il rischio di dimenticare qualcuno e gente comune arcenesi e non come pure persone responsabili di enti e istituzioni a tutti un grazie di cuore ed un sincero augurio di buon natale da parte di questa piccola famiglia formatasi attorno a questi bambini così fragili nel corpo ma così forti nel calamitare attorno a loro tante persone gigi rossoni presidente del cda si apre la porta e due amici con le loro quattro figlie invadono la nostra casa dopo un consiglio di famiglia hanno deciso di dare ad angela manuel samuele e valentina i loro risparmi di un anno.

[close]

p. 3

un seminarista tra pappe e pannolini giampaolo seminarista di mantova ci ha regalato un mese delle sue vacanze cari amici della tau ho trascorso quasi un mese con voi e penso sia giusto condividere quanto ho vissuto e imparato in quei giorni la vostra piccola comunità è veramente un grande banco di prova per ogni aspirante cristiano i vostri tempi e le vostre giornate così terribilmente uguali danno davvero la percezione della fatica quotidiana del vivere li ripetersi martellante delle medicine e del cambio dei pannolini non sono certamente tra le aspirazioni massime di un seminarista e per chi nella vita è abituato a consumare in fretta una giornata alla tau è veramente pesante inizialmente dopo i primi giorni avrei voluto tornare a casa mandare al diavolo la manu e le sue prediche salutare tutti e non farmi più rivedere ma il buon vecchio orgoglio ha prevalso suggerendo che non sarebbe stata cosa ammirevole il fuggire subito così sono iniziate a circolare nella mia mente quelle buone prediche che dicevano che nei piccoli c è gesù eccetera eccetera intanto manuel mi aiutava a volergli bene con la flora si cominciava a parlare e quel luca tanto disponibile mi stava diventando amico e stavo bene con lui e quanto alla manu che forse inconsapevolmente esercita ancora il mestiere della psicoterapeuta quando alla sera è sui divano che tenta di addormentare la angela o la vedo fare delle notti intere su tappeto con quello di turno che piange allora tante cose mi si fanno più chiare comincio a capire che dentro di voi c è qualcosa di estremamente bello vero e buono gradualmente ho cominciato a fidarmi dei bimbi e di voi ho iniziato a guardare negli occhi il piccolo manuel e tante volte ho visto sul suo volto una domanda che non sono ancora riuscito a decifrare una domanda che attende una risposta nel frattempo l ho letta come la domanda della pappa delle coccole del cambio del pannolino e della cacca forse quella domanda tanto grande quella classificata nelle griglie delle esistenziali si doveva tradurre in quelle piccole cose credo che la sfida della vostra comunità sia grande e nel contempo piccola alle grandi domande che ci sono nei nostri cuori voi rispondete chiedendoci di stare con questi piccoli che in modo sorprendente sono capaci di suscitare grandi interrogativi senza troppa filosofia ma con il loro esserci per noi la vostra comunità incontrata per caso mi ha regalato la voglia di mettermi in discussione di pormi ancora alla ricerca di un dio che rischiavo ormai di sentire come un dato certo di provare a guardare il mondo con gli occhi di chi è ultimo mi ha dato una strana voglia di essere padre questa è davvero nuova mi ha restituito un mondo di tenerezza e di femminile che avevo ormai perso sono davvero grato al signore per quel vostro modo di pregare per quella straordinaria fiducia in quel dio che da voi è davvero papà così riprendo un nuovo anno di seminario con qualche certezza in meno e un sacco di domande in più spero che quando sono riuscito a dirvi vi sproni a continuare lo sforzo dell accoglienza anche di seminaristi di giovani che stanno cercando qualcosa o qualcuno per cui spendere la propria vita ricordatevi di pregare anche per me ed io nel mio piccolo non mi dimenticherò certo di voi giampaolo si era rotto il frullatore e anche quello che costava meno per noi era troppo caro arriva una signora di pagazzano e ci lascia uno scatolone magari a voi può servire era un frullatore!

[close]

p. 4

diario il 19 dicembre 1997 abbiamo cambiato casa un trasloco in fretta e furia per lasciare lo stallo della madonnina e passare il natale nella nuova casa di via dante ad attenderci c era il caminetto acceso e l albero di natale con le lucine una grande cucina tutta gialla dono degli amici fadini di milano e finalmente un vero bagno con tanto di vasca e doccia samuele seduto davanti alla finestra saluta tutti quelli che passano ed esplode in gridolini di gioia quando vede le signore in bicicletta e i camion rossi dono e una riconferma che la provvidenza ci aiuta e ci aiuterà l elenco dei debiti il mutuo della casa le spese ordinarie i preventivi per la ristrutturazione a volte spaventa ma viviamo l umiltà di chi sa di aver bisogno dell aiuto di tutti e la fiducia che dio vede e provvede il 23 agosto è nata chiara la figlia di luca e flora due operatori della tau che sono con noi fin dalla nascita della comunità e una bella bambina che strilla notte e giorno per la gioia di mamma e papà 4 sabato 30 maggio vigilia di pentecoste angela 6 anni e valentina 18 mesi ricevono il battesimo nella chiesa di bondo petello e una tappa dei cammino iniziato con gli adolescenti di bondo che vogliono percorrere un pezzo di strada con noi alla scuola di angela manuel e valentina che ben insegnano il valore della diversità della povertà umana e della preghiera settembre come tutti i bambini di sei anni angela va a scuola certo non imparerà a leggere e a scrivere ma alla scuola potenziata di verdellino ha la possibilità di stare con gli altri bambini di entrare in relazione con le insegnanti e di seguire un programma studiato apposta per lei siamo fieri ed emozionati proprio come qualsiasi altro genitore ottobre arrivano i ponteggi e la gru è segno che iniziano i lavori di ristrutturazione e di ampliamento per evitare che i bambini siano disturbati dai rumori e dalla polvere abbiamo cercato una casa dove passare almeno la giornata e ci è venuto incontro un nostro amico alex milani che ci ha prestato l appartamento dei nonno per qualche mese grazie grande alex 8 gennaio 1998 la nostra comunità compie tre anni sono pochi eppure ne è stata fatta di strada ci incontriamo per celebrare questa festa per scambiarci i regali e per ripartire tutti insieme per un altro anno di vita comunitaria samuele improvvisamente si aggrava lo portiamo in ospedale a treviglio e subito scatta una meravigliosa collaborazione tra i medici e le infermiere della pediatria della patologia neonatale e della rianimazione viene intubato e perde conoscenza alle cinque di domenica mattina 11 gennaio tenuto stretto in un abbraccio di tenerezza e di disperazione alla vigilia dei suoi due anni torna in paradiso finalmente libero da ogni male lo abbiamo sepolto nel cimitero di arcene accompagnato a spalla dagli scout di cologno e da tutti noi che gli volevamo e gli vogliamo bene e la ricchezza grande della nostra comunità e anche la nostra quotidiana tragedia ci manca tanto il 28 giugno nella chiesa di arcene daniela recanati di treviglio riceve il mandato per l anno di volontariato alla tau don vittorio nozza direttore della caritas bergamasca e don giuseppe barzaghi parroco del conventino di treviglio celebrano l eucaristia durante la quale daniela sceglie di donare un anno della sua vita ai bambini della nostra comunità per noi tutti è festa grande la fondazione cariplo ci onora di un generoso contributo per provvedere alla ristrutturazione e all ampliamento della casa e un grande luglio e agosto scappiamo dal caldo di arcene grazie agli amici di bondo petello che ci ospitano nella scuola materna e stata una bella estate grazie anche all aiuto di giampaolo di rosangela di laura e stefano che sono venuti a darci una mano e di tutti i malvagi sono gli adolescenti di bondo così chiamati dal loro parroco perché sono famosi per la loro vivacità e i loro tiri mancini praticamente possiamo dire che tutto il paese ha imparato a gestire i nostri bambini chi veniva per la colazione chi per il bagnetto chi per il pranzo o la merenda e alla sera ci ritrovavamo nel prato per pregare tutti insieme e poi c era don adriano che si è occupato delle vacanze del nostro spirito a tutti grazie giulia ha dovuto essere operata e mamma papà e sorellina hanno rinunciato alle vacanze senza conoscerci personalmente ci mandano i soldi delle loro vacanze accompagnati da questo bigliettino per questi bambini che uniscono il nostro cuore in un vincolo che sorpassa la terra e ha riflessi dell eterno

[close]

Comments

no comments yet