Notizie2001

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

dio ha scelto ciò che nel mondo è stolto per confondere i sapienti ha scelto ciò che è debole per confondere i forti 1 cor 1,27 e allora lasciamoci confondere

[close]

p. 2

papà mamma quattro figli e due nonne raccontano È un bambino che ci aiuta a crescere e difficile riassumere in poche righe gli eventi che ci hanno portato all accoglienza di francesco i sentimenti le emozioni gli interrogativi le soddisfazioni la preoccupazioni che ci stanno accompagnando in questa esperienza riguardo agli eventi siamo comunque convinti che certe esperienze che abbiamo vissuto certi fatti che sono accaduti e che in un primo momento sembravano insignificanti 0 semplici coincidenze si sono poi rivelati come legati da un filo che sta accompagnando la nostra storia sicuramente all adozione di francesco hanno concorso due fattori importanti · il legame che dura ormai da qualche anno tra a nostra comunità parrocchiale e la tau di arcene legame fatto di ospitalità di vicinanza di amicizia di semplici gesti di condivisione · nella nostra famiglia il desiderio da parte di noi genitori di aprirci anche all esterno per poter condividere quanto avevamo ricevuto e mettere a disposizione di altri bambini senza alcuna presunzione la nostra esperienza di genitori desiderio che si è incontrato con la proposta dei nostri quattro figli soprattutto della maggiore di occuparci di un bambino della comunità tau così a metà luglio nella nostra famiglia è arrivato francesco un fagotti no di qualche mese e qualche chilo qualche cromosoma in più e qualche problemino al cuore francesco è un bimbo molto dolce affettuoso che si fa voler bene con due occhioni curiosi che seguono tutto e tutti è veramente buono dorme tutta la notte e gli piace molto essere coccolato per noi è già a tutti gli effetti un membro della famiglia anche per le nonne che stravedono per lui certo francesco ha portato qualche cambiamento nei nostri ritmi e abitudini quotidiani ci sono anche alcuni problemi peraltro normali quando si tratta di fare spazio e on solo fisico ad un nuovo arrivato qualche preoccupazione legata alla sua salute ma francesco ci sta largamente ricompensando con il suo affetto e ci sta aiutando un po tutti a crescere come singoli e come famiglia con i suoi bisogni ci aiuta ad avere un rapporto diverso col tempo ci aiuta a saperci fermare per cogliere ed apprezzare le cose essenziali della vita ci sta aiutando a fidarci di dio e delle persone che ci vivono accanto ad avere speranza nel futuro abituati ad avere la giornata già tutta programmata francesco ci sta insegnando a saper accettare anche gli imprevisti gli inconvenienti sta aiutando i nostri figli a responsabilizzarsi e a sentirsi sempre più partecipi e coinvolti nella vita familiare ognuno con le proprie possibilità e caratteristiche ci viene in mente ad e-sempio la più piccola che si mette a ballare i balli latino-americani vicino al lettino quando francesco deve svegliarsi per la pappa francesco è davvero un dono prezioso per la nostra famiglia e per la comunità in cui viviamo la famiglia di francesco

[close]

p. 3

diario gennaio 2001 ii 6 gennaio festa delta manifestazione di dio ci troviamo in oratorio per festeggiare i sei anni della tau e l occasione per ripercorrere la nostra storia con l aiuto dei racconti e delle diapositive una sorta di come eravamo salutiamo la manu che inizia i suoi tre mesi da eremita dopo sei anni ininterrotti in comunità e per noi è il momento delta prova responsabilità piena dei bambini e della casa autogestione equilibrismi per contenere le spese eccetera il 12 gennaio manuel compie sei anni il nostro ciccio è proprio grande e grosso e per lui è festa grande con canti regali torta e candeline ed è anche l occasione di accogliere valentina che dopo un periodo a casa ritorna definitivamente in comunità febbraio il carrello che abitualmente si usa per servire il caffé o le bibite a casa nostra è di proprietà di mattia che ne ha fatto un suo mezzo di trasporlo con il quale scorazza dal soggiorno alla cucina il 25 festeggiamo i suoi due anni e i tanti traguardi raggiunti questo bambino che nonostante la sordità totale e la quasi cecità stupisce ogni giorno per intelligenza spirito di iniziativa capacità di adattamento e di recupero marzo a fine mese torna la manu e trova una comunità che sta in piedi da sola e che riesce a fare a meno di lei nella gestione del quotidiano cosi avrà più tempo per occuparsi delle tante carte che l aspettano delle riunioni e dei contatti dell approfondimento delle teorie e delle tecniche che meglio rispondono ai bisogni dei bambini aprile maria letizia la piccolina di 18 mesi che ha sempre vissuto con noi è bella più che mai e avrebbe proprio bisogno di una famiglia ii tribunale è d accordo e cosi per noi inizia una scuola difficile dobbiamo imparare a lasciarla andare sappiamo che è per il suo bene e questo ci aiuta ad arginare il senso di perdita che viviamo per fortuna arriva francesco finalmente un francesco che ravviva i colori francescani della nostra casa È piccolo sveglio bellissimo mangia con il sondino ma nel giro di qualche settimana impara a succhiare il biberon dorme tutta la notte miracolo e fatichiamo a svegliar le vacanze a castone sono un lo per la poppata vero e proprio dono di dio aria maggio maria letizia tra le buona sole passeggiate messa braccia di una nuova mamma e su misura per noi nella chiesetdì un nuovo papà orgoglio dei ta di san lorenzo sopra ogna suoi quattro fratelli lasca la tau con don battista che ha sempre come una principessa una delle una parola giusta e accogliente nostre operatrici flora l accom c è posto anche per due bambini pagna per rendere più graduale del territorio che a causa della l inserimento della sua nuova loro gravità non potrebbero fare casa nella nuova famiglia inutile le vacanze altrove e restano con dire che la casa senza di lei noi a turno per una quindicina di senza i suoi continui richiami per giorni stare in braccio non è p iù l a anche manuel che non sta bene stessa imparare a lasciarla e che sempre ci ricorda la sua andare la scuola continua provvisorietà sembra essere manuel improvvisamente ha un contento delta scelta fatta contibrutto arresto cardio-respratorio nuare a vivere come sempre cerchiamo di rianimarlo in attesa facendo lo cose di tutti i giorni dell ambulanza e ci rendiamo con la serenità possibile a chi conto della gravità della crede che facciamo parte di un situazione in ospedale i medici ci disegno più grande di noi fanno capire che è un segnale importante per quanto manuel si settembre appena la calura sia ripreso a modo suo ci dice molla la presa lasciamo l alpegche ha compiuto la sua missione gio con un mega-trasloco per e che si avvia verso il paradiso fortuna sarà l ultimo le suore imparare a lasciarlo andare poverelle di bergamo ci hanno la scuola continua più dura che messo a disposizione la loro mai casa di castone a partire da giugno e la festa di angela fino anno e per tutto l anno che compie 9 anni la nostra cosi risolveremo il problema del fondatrice si concede una le vacanze e non solo di quelle vacanza all ospedale di trevigljo estive per una dozzina di giorni perché ottobre tutti insieme amici continua a dimagrire ed ha operatori volontari per fel aspetto molto sofferente trovasteggiare i cinque anni di vata la causa del suo malessere e lentina la nostra furbetta che è l opportuna terapia partiamo per felice di essere protagonista e al castione della presolana per le centro del attenzione vale ha vacanze imparato a sorridere di giorno ma luglio dopo tre mesi di non ha ancora imparato a non approcci superato l iter burocra piangere di notte i suoi orari tico anche francesco trova sono quelli di una discoteca e una famiglia e una famiglia di perciò noi balliamo amici che da tempo frequenta la nostra casa e che da sempre a novombre ultimissime ci prepiù riprese ha ipotizzato la pos pariamo ad accogliere un altro bambino sibilità ci accogliere uno dei nostri piccoli leggete qui accanto il loro racconto e cosi sono quattro i piccoli che hanno lasciato la comunità per una famiglia definitiva e un aspetto particolare della nostra missione costoso dal punto di vista affettivo ma profondamente fondato sulla convinzione voler bene ad un bambino significa volere il suo bene volere ciò che è meglio per lui e per il suo futuro.

[close]

p. 4

sara l ultima educatrice assunta in comunità tau lavorare alla tau per lavorare alla tau esiste un requisito fondamentale ti devono piacere i bambini non i bambini in generale ma angela manuel valentina mattia maria letizia e francesco tutto il resto viene di conseguenza tenere pulita e in ordine la casa perché vivano in un ambiente confortevole alimentare il fuoco del camino perché stiano al caldo ingegnarsi in cucina perché mangino pappe buone e diverse ogni giorno lavare stendere e stirare perché siano sempre ben vestiti trascorrere i pomeriggi con loro perché non si annoino lavorare alla tau vuol dire anche stare allerta risolvere gli imprevisti avere spirito di osservazione e di iniziativa lanciarsi nelle relazioni con i volontari sperimentare il lavoro di squadra con le altre ragazze per me che sono alla prima esperienza lavorativa penso che questo lavoro sarà una bella scuola per il futuro e mi aspetto nei prossimi mesi di imparare un sacco di cose sui bambini e sulla comunità sara gabbiadini il tempo e un grande maestro in un anno 14 872 ore di 6 868 ore di 1 344 ore di 1 578 ore di 547 ore in 462 ore in lavoro dipendente volontariato vacanze in montagna tirocinio universitario/professionale lavanderia ospedale e poche troppo poche ore di sonno l associazione tau è una onlus organizzazione non lucrativa di utilità sociale ogni donazione effettuata attraverso c/c postale o bonifico bancario è deducibile ai sensi dell art 13 del d.l 4/12/97 n° 460 c/c ostale n° 15750243 bonifico bancario banca di credito coop di treviglio c/c 200753 cin n abi 8899 cab 52540.

[close]

Comments

no comments yet