Notizie2002

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

il nostro gesù bambino è color cioccolata un grave trauma alla nascita l osso del collo che si rompe un corpicino totalmente paralizzato ma un volto vivo color cioccolata occhi che parlano intelligenza integra mesi e mesi in ospedale credendo che il mondo fosse solo quello della sua stanza in rianimazione e un destino legato alle macchine quella per respirare quella per mangiare quella che dice quanto ossigeno c è nel sangue quella che aspira le secrezioni questa è la realtà di aicha una piccolina di 18 mesi originaria della costa d avorio ma nata qui in provincia di bergamo scegliere di accogliere aicha non è stato facile per mesi abbiamo frequentato la rianimazione pediatrica di bergamo per imparare a gestire tutte le sue macchine per imparare a conoscerla e a riconoscere i suoi bisogni e dentro avevamo sempre quella domanda saremo capaci poi la bambina è stata trasferita all ospedale di treviglio in quella che consideriamo la `stanza della tau perché è stata di sabrina e di samuele nel reparto di patologia neonatale medici e infermiere ci hanno preparate e ogni giorno ci occupavamo di lei e così dopo aver attrezzato la casa di tutto ciò che aicha aveva bisogno un ambulanza ce l ha portata a casa i primi giorni di quest anno e stata un avventura a distanza di quasi un anno non ci sembra vero di essere riuscite a sopravvivere agli allarmi che suonavano giorno e notte alle urgenze agli spaventi quando andava in arresto cardiorespiratorio ai tanti viaggi in ambulanza temendo il peggio oggi siamo tutti più sicuri e più sereni aicha per prima perché ha scoperto cosa significa avere una casa avere delle relazioni stabili avere dei compagni di avventura e una mamma un papà e i fratellini che vengono a trovarla puntualmente ogni settimana e a noi sembra tutto più facile quasi ovvio perché riusciamo a vedere la bambina che c è ai di là del suo handicap dei suoi limiti e delle sue tante macchine prepararci a vivere il natale con un gesù bambino color cioccolata ci apre alle dimensioni del mondo ci invita a guardare oltre i muri della nostra casa per scoprire che là dove viene accolto un piccolo e un povero è sempre natale

[close]

p. 2

sabato 19 ottobre ci è venuto a trovare il vescovo di bergamo così racconta questa visita la giornalista de la nostra domenica il vescovo tra noi nella «stanza dei giochi» della tau è un pomeriggio d attesa appesi alle pareti ci sono ancora i palloncini colorati dell ultima festa di compleanno quella di valentina aicha fatima distesa nel suo lettino sorride gorgheggia chiede attenzione alternando piccoli baci e qualche lamento fa i capricci perché vorrebbe vedere i cartoni animati e forse perché sente nell aria un po d emozione aicha piccolo leoncino d africa ha due anni e a causa di un trauma subito alla nascita è paralizzata dal collo in giù accanto a lei il respiratore e gli altri complicati marchingegni che accompagnano le sue giornate alternano un sereno ronzio a qualche allarmato bip bip di routine la manu l ha detto a tutti bimbi e volontari la comunità oggi aspetta la visita del vescovo roberto in cucina ci sono i pasticcini e un regalo speciale le chiavi della tau di ottimo cioccolato un segno dolce d affetto e d accoglienza manuel valentina e angela distesi sulle loro sedie a rotelle vestiti e pettinati a festa hanno un po sonno ma sono anche curiosi di sapere che cosa succede perciò tengono un occhio chiuso e uno no il loro silenzio è popolato di sguardi interrogativi ascoltano le chiacchiere delle persone che si sono riunite nella loro casa volontari educatori amici e don gianpaolo il prete della comunità che non si perde nessun momento importante mattia-bin laden che negli ultimi mesi ha fatto un piccolo miracolo ha imparato a camminare da solo nonostante non ci veda e non senta quasi nulla e non possa far conto sugli organi che governano l equilibrio ha deciso che bisogna approfittare della situazione e chiede attenzione salta in braccio al don gli mostra i suoi giocattoli il tempo passa e finalmente eccolo il vescovo entra a passi lenti accompagnato dal parroco si guarda intorno con un sorriso gentile ha per ognuno una parola e una stretta di mano si avvicina con rispetto al piccolo mistero di ognuno dei bimbi si siede e ascolta pronto a fare spazio nel suo cuore respira i sorrisi e gli sguardi delle giovani volontarie e delle ragazze che giorno e notte fanno da mamme a questa famiglia molto speciale ascolta le spiegazioni della manu e di gigi il presidente dell associazione tau i racconti di don gianpaolo cerca di entrare con qualche domanda nella vita quotidiana della tau così intensa e particolare così spiazzante per chi è abituato ai ritmi veloci del mondo osserva ognuno dei bimbi e ognuno resta impresso nella sua memoria e nelle sue preghiere arriva presto il momento di rimettersi in cammino troppo presto il vescovo si alza va ad accarezzare fatima si accosta ad angela e manuel che nel frattempo si sono addormentati se ne va per continuare la sua visita pastorale in altre case del vicariato di spirano verdello ma il suo passaggio ha gettato un seme ha aperto la porta a un amicizia ha acceso una piccola fiamma nel cuore di tutti sabrina penterian

[close]

p. 3

ciao don virgilio don virgilio e samuele sono insieme in paradiso la morte non è assolutamente nulla sono solo scivolato via nella stanza accanto io sono io e tu sei tu qualunque fosse il nostro rapporto esso è ancora intatto continua a chiamarmi con il mio nomignolo parlami nello stesso modo in cui mi parlavi prima usa lo stesso tono non aggiungere alcuna solennità o dolore ridiamo come abbiamo sempre fatto agli scherzi che ci facevamo prega sorridi pensami prega per me lascia che il mio nome sia familiare come sempre lascia che venga pronunciato tranquillamente senza che in questo ci sia alcuna ombre di dolore il significato della vita è rimasto invariato e tutto ciò che è sempre stato non esiste soluzione di tranquillità perché dovrei essere lontano dal cuore solo perché sono lontano dagli occhi ti sto aspettando per un breve periodo da qualche parte molto vicino appena girato l angolo va tutto bene henry scott holland canonico della saint-paul s catedral 1847 1918 se n è andato per sempre la sera del 19 gennaio un sabato dopo compieta della sua morte ne aveva parlato tanto ci aveva preparati giorno dopo giorno con realismo e con umorismo com era nel suo carattere gli dicevamo non è ancora ora e lui di rincalzo siete grandi ormai state in piedi da soli era un uomo importante sempre al servizio del papa come sacerdote e come giornalista monsignore canonico del pantheon di roma per noi era sempre e soltanto il don ha creduto nella tau fin dal suo nascere l ha voluta l ha sostenuta nei momenti difficili l ha accompagnata per mano passo dopo passo l ha fatta conoscere ai suoi amici e appena poteva veniva da noi qui ad arcene o in vacanza a gualdera e a castione e ci sembra che sia ancora e sempre così lui seduto sul divano con la berretta di lana in testa perché aveva sempre freddo con le scatolette delle medicine accanto con il pacchetto di sigarette sempre a portata di mano con il breviario dalle pagine consunte i pranzi e le cene con lui erano sempre una festa perché raccontava istruiva spiegava svelava perché tutto finiva con uno scoppio di risate perché faceva festa perfino alla minestrina per lui era sempre tutto buono troppo buono ci manca e nello stesso tempo sentiamo che è qui con noi ci manca eppure siamo ricchi di tutti gli amici che ci ha fatto conoscere ci manca ma lo ritroviamo ogni volta che leggiamo questa poesia che ci ha lasciato ciao don virgilio

[close]

p. 4

diario gennaio2002 l anno nuovo inizia al suono degli allarmi del respiratore di aicha non è proprio musica ma un invito a correre perché significa che qualcosa impedisce all aria di entrare bene nei polmoni questa piccolina di 18 mesi che abbiamo accolto ci mette alia prova le notti sono uguali ai giorni la paura di non essere all altezza è tanta ma viviamo alla scuola di quei genitori che hanno imparato a gestire il loro bambino a casa e che ci consolano dicendo i primi tempi sono sempre così poi ci si abitua speriamo presi da questa piccolina non riusciamo a festeggiare con tutti gli amici e i volontari il 6 gennaio festa della tau 7° anno di vita di questa comunità ma anche se non c è la festa vera e propria ognuno ringrazia in cuor suo per questi sette anni di avventura anche manuel detto ciccio compie 7 anni il 12 gennaio nonostante la sua salute sempre molto precaria il ciccio arriva al traguardo distribuendo grandi sorrisi a tutti quanti la sera del 19 gennaio a roma improvvisamente muore don virgilio un grande amico della tau il 23 gigi manu pietro ed emanuela sono a chiavenna per dare l ultimo saluto al don che riposa nell alzaia dei sacerdoti all ombra delle sue montagne febbraio le suore poverelle ci hanno dato in affitto la loro casa di castione e iniziamo ad arredarla per accogliere i bambini mattia più comunemente chiamato bin laden perché è il terrore della casa è il primo a godersi la casa di castione proprio in occasione del suo 3° compleanno il 25 febbraio gattona nel prato scappa su per le scale si nasconde sotto la panca del soggiorno e noi siamo contenti di vederlo crescere in auto nomia intelligenza e capacità di entrare in relazione marzo manuel si aggrava e passa una quindicina di giorni in coma a casa con l ossigeno e il sondino per l alimentazione sembra non reagire a nessuno stimolo questo bambino ci insegna giorno dopo giorno che non basta dare dignità alla vita ma occorre saper dare dignità anche alla morte ci insegna a non farne un tabù a non fame oggetto di morbosità ma a vivere questo evento come parte indissociabile della vita stessa non è una scuola facile ma manuel da vero francescano ci insegna ad essere sereni aprile ci chiediamo cosa possiamo fare per aiutare manuel visto che i medici non hanno soluzioni con don giampaolo decidiamo di prepararlo e prepararci per la prima comunione e così il 7 aprile nella chiesa di pognano manuel riceve gesù e gesù riceve manuel inaspettatamente il ciccio comincia a stare meglio apre gli occhi sorride e seppur faticosa-mente continua a vivere sorpresa il rotary di treviglio ci regala un auto bellissima spaziosa su misura per sei bambini un autista carrozzine e passeggini borsoni vari e quant altro ancora così riusciamo a spostarci comodamente tutti insieme grazie il 15 aprile grande festa in comunità per il matrimonio di daniela e massimiliano dani lavora con noi e max è un nostro amico si sono conosciuti alla tau e dalla tau è partito il corteo nuziale auguri a questi ragazzi che si scelgono l un l altro per la vita giugno angela compie 10 anni e cresciuta tanto in lunghezza ma il peso è sempre scarso e proprio una donnina ii caldo arriva violento ed improvviso e così scappiamo a castione i bambini con l auto nuova aicha con l ambulanza le scorte di pannolini e di omogeneizzati con il vecchio pulmino in montagna si sta bene la casa è grande e bella ed essendo in centro al paese ci permette di farci nuovi amici così iniziamo ad aprire le porte per la preghierina della sera alla quale partecipano tante persone che vogliono conoscere i bambini e la comunità luglio c è un emergenza per una piccolina di due mesi e così accogliamo aurora che dall ospedale arriva direttamente a castione e un batuffolo rosa mangia e dorme non ci si accorge nemmeno di averla con lei riappare la carrozzina i biberon i pannolini piccoli e lo schema per le poppate settembre si toma a casa purtroppo ma ci aspetta un autunno pieno di novità innanzitutto aumenta il personale arrivano maria muriel alessandra ed elena ad affiancare flora daniela haiascia manuela diana susanna contando anche le due manu manu tau quella storica e manu fiori infermiera chiamata fiori per via dei fiori di bach sono dodici le persone che si occupano dei bambini e della comunità così gigi il presidente ha un bel da fare con i contratti e le buste paga ottobre aicha compie due anni ma è la sua prima vera festa di compleanno con tanti regali la torta e le candeline valentina compie sei anni mattia si prepara ad andare alla scuola materna con tanto di grembiule e zainetto e per l occasione si decide a camminare da solo il 19 ottobre viene a trovarci il vescovo di bergamo e stato bello stare tutti insieme attorno a questo pastore e ci è servito sentirci dire continuate andate avanti e bello quello che fate grazie a tutti gli amici che vogliono il bene dei bambini l associazione tau è una onlus organizzazione non lucrativa di utilità sociale ogni donazione effettuata attraverso c/c postale o bonifico bancario é deducibile ai sensi dell art 13 del d.l 4/12/97 n°46q c/c postale n° 15750243 bonifico bancario banca di credito coop ditrevigtio c/c200753 cin n abi 8899 cab 52540.

[close]

Comments

no comments yet