Politicamente Inadeguato

 

Embed or link this publication

Description

Lo scenario politico, economico e sociale che sta vivendo il nostro Paese in questi ultimi anni è tale che non può lasciarmi indifferente. Osservo la politica e tutti i suoi attori con severa criticità pretendendo, da normale cittadino, un ritorno i

Popular Pages


p. 1

pompeo maritati 1

[close]

p. 2

dedicato a tutti coloro che ancora hanno fiducia nella politica che questa un giorno possa rappresentare il futuro 2

[close]

p. 3

introduzione lo scenario politico economico e sociale che sta vivendo il nostro paese in questi ultimi anni è tale che non può lasciarmi indifferente osservo la politica e tutti i suoi attori con severa criticità pretendendo da normale cittadino un ritorno in termini di qualità dei servizi pubblici adeguato alle attese che un popolo civile e democraticamente organizzato s aspetta dalla propria classe dirigente già dalle prime pagine dopo l incontro casuale con giove all ipercoop è evidente la delusione e soprattutto la rabbia nel constatare quanto questi personaggi della politica siano sempre più inadeguati a far fronte ad uno stato di crisi che ha devastato tutto e tutti dalla politica alla finanza dalla cultura che pare che con questa non si mangia al sociale un degrado che ha lentamente contaminato anche i comuni mortali che con apatica indifferenza e masochistica strafottenza poco si cura dei propri interessi delegando e disgraziatamente rinnovando questa delega anche in presenza di fatti che avrebbero consigliato se non una rivolta popolare quanto meno una più profonda presa di coscienza non se condividerete il mio pensiero soprattutto quando in qualche occasione mi arrabbierò non tanto con i politici quanto noi stessi incapaci di saper reagire e di saper fare buon uso dell unico strumento democratico che ci è rimasto che è il voto capisco che lo scenario elettorale non è stato dei migliori ma almeno indirizzarsi verso il meno peggio pertanto alla fine della giostra la conclusione non può che essere altro se non quella di avere una politica che ci meritiamo 3

[close]

p. 4

rappresentazione fotografica della politica 4

[close]

p. 5

ho incontrato giove all ipercoop intento nello sport preferito dagli uomini e dalle donne di questo secolo cioè nel trastullarsi allegramente dietro un carrello in un ipermercato mi sono imbattuto in un omaccione alto con la barba folta vestito in abito carnevalesco una tunica bianca a dire il vero molto bella e dalla fattura molto fine che mi ha subito fatto pensare a qualche trovata pubblicitaria strano non vi erano marchi di alcun prodotto né cartelli intorno a lui restai ancor più perplesso pensando che il carnevale era già passato da qualche settimana il suo incedere sicuro e maestoso proprio verso di me cominciò a intimorirmi poiché generalmente sono molto schivo verso tutti coloro che in tante circostanze si avvicinano per svariati motivi a volte ahimè solo per chiedere o proporre qualcosa in quei pochi secondi che ci dividevano fui assalito da tanti pensieri che pian piano lasciarono il posto a una specie di accondiscendente condivisione di tale incontro sarà stato il suo sguardo profondo il suo incedere sicuro i lineamenti distesi e gradevoli del viso che probabilmente ebbero la meglio su tutti gli altri pensieri poco lusinghieri sul suo conto in questo vera e propria fibrillazione di pensieri cominciava a prender corpo una sensazione di gradimento quasi fossi io a auspicarne l incontro cominciai così a osservare i particolari che caratterizzavano quest omaccione e quello che mi colpì il notare che sulla tunica all altezza della spalla destra più o meno aveva un distintivo della juventus pensai subito a una trovata goliardica o pubblicitaria del blasonato club calcistico ai piedi notai tra lo svolazzare della tunica che indossava delle scarpette sportive di una nota casa con dei calzettoni corti anch essi bianco neri strano quest abbinamento tra lo storico e lo sportivo la curiosità a questo punto cominciò a prevalere su tutto quando egli arrivò a meno di un metro di distanza da me mi congratulai per la trovata e gli chiesi per chi stesse lavorando e chi volesse rappresentare notai in lui un certo stupore come se avessi fatto una domanda inopportuno o peggio ancora inutile pensavo che mi avessi riconosciuto disse io lavoro per l olimpo in quegli attimi il mio sbandamento era totale non riuscivo a capire se 5

[close]

p. 6

ero diventato una cavia di qualche scherzo premeditato o stessi veramente rincretinendo probabilmente opterei più per la seconda tesi mi scusi risposi l olimpo cos è a cosa vorrebbe riferirsi non vorrei sembrarle scortese ma non riesco a comprendere questa messa in scena e proprio vero l avevamo correttamente ipotizzato che qui sulla terra avete perso la capacità di saper immaginare sognare e soprattutto saper idealizzare un mondo diverso dalla sponsorizzazione di un prodotto commerciale poi aggiunse con fierezza sono giove giove dio dell olimpo son ritornato qui in mezzo a voi in quanto più di qualcuno si era lamentato che in questi ultimi millenni nessuno di noi si era fatto più vedere nell ascoltare queste affermazioni non sapevo più cosa pensare cosa dire non riuscivo a credere e a capire se stessi veramente subendo una candid camera o qualcosa d altro al di fuori delle mie capacità neurali la vostra sopita capacità di saper sognare di saper guardare al di fuori di un grigio ipermercato non vi consente più di aspirare al dialogo con noi con coloro che nell eternità del tempo sovraintendono alle fasi della vita del mondo tu oggi hai avuto l opportunità l unica nella tua vita di incontrarmi e di poter interagire con me e non ne sei stato capace di gioirne grazie alla miopia dei tuoi pensieri banali e inutili non avrai più un altra occasione e di questo quando ne capirai l importanza che avrebbe potuto avere proprio per il tuo sviluppo mentale ne soffrirai e tanto pure fui subito sopraffatto da una forte sensazione d impotenza come colui che si rende conto di aver fatto una delle più brutte figure della sua vita quando ad un tratto da lontano sento la voce di mia moglie che dolcemente mi sussurra in un orecchio svegliati è ora di alzarsi è giorno e c è anche finalmente il sole 18 marzo 2012 6

[close]

p. 7

marxismo superato cercate nuove vie questa pastorale è in la del frase messico più di significativa benedetto xvi viaggio un affermazione di cui non riesco a capire la motivazione e soprattutto la necessità pastorale di proferirla il santo padre si è mai interessato al marxismo quello ideologico e non quello spacciato come tale a quale dei due si vuole riferire spero al secondo in quanto vituperando il primo penso che andrebbe incontro ad un peccato della mortale cioè offendendo il primo marxista socialista storia gesù avrei tanto desiderato poter chiedere a quest essere umano dotato dell infallibilità su quali basi si fonda la sua affermazione il marxismo nel mondo non è mai stato applicato ci si è serviti in modo scellerato applicando e travisando a proprio uso alcune regole non voglio ergermi quale difensore del marxismo non ne avrei le sufficienti capacità solo che per certi versi alcune affermazione peraltro proferite da autorevoli soggetti peraltro spiritualmente dotati dell infallibilità onestamente mi lasciano perplesso partendo sempre dal doveroso rispetto che è sempre dovuto alle altrui idee ciò non toglie che se queste non sono condivise vanno accettate o quanto meno evitare di lasciarle andare in circolazione a inquinare le 7

[close]

p. 8

opinioni dei più sprovveduti soprattutto quando a dire certe cose è proprio il vicario di cristo sulla terra in un momento così drammatico per il mondo intero in cui centinaia di milioni di persone vivono attanagliate dalla morsa della speculazione finanziaria dove le ingiustizie e disparità sociale sono diventate maledettamente acute questo signore alla folla di fedeli parla dell inutilità del marxismo scusatemi o sono io che devo farmi vedere da un ottimo neurologo o qualcosa non quadra in questo solito mondo in cui si è sempre più alla ricerca della frase a effetto indipendentemente da quanto poi si è convinti o peggio ancora consapevoli di quello che si sta dicendo avrei preferito sentire papa benedetto xvi invitare i padroni reali di questo pianeta ad avvicinarsi alla parola di cristo non solo ascoltandola bensì cercando di cominciare ad applicarla evitando il perseguimento di continui e spasmodici guadagni sulla pelle di milioni di persone inermi succubi di un sistema di vero nazismo finanziario che pare essersela presa proprio con le fasce più disagiate della popolazione gente che non essendo stata capace di emergere oggi è un peso sociale ed economico per un paese e che la sua eventuale eliminazione porterebbe maggiore ricchezza disponibile che altrimenti andrebbe spesa in assistenzialismo guarda caso proprio l assistenza sociale è quella più falcidiata dai vari governi in periodi di crisi come quella che stiamo vivendo proprio di questo avrei voluto sentire urlare da questo pastore cercando di dimostrare tutta la sua forza del suo credo della sua parola a difendere il suo gregge contro questa masnada di sciacalli speculatori della finanza spero e mi auguro che l infallibilità possa anche rappresentare la capacità di riflettere perché la chiesa di oggi ha proprio bisogno di questo tipo di pastori altrimenti a fallire non sarà il marxismo 25 marzo 2012 8

[close]

p. 9

l armonia delle idee oggi sono stato catturato con intensa partecipazione ad una discussione con un tema particolare l armonia delle idee più che un concetto al primo impatto mi è parso più uno slogan le solite frasi ad effetto di cui oggi la comunicazione pare sia la più grande fattrice non riuscivo e capire cosa si volesse intendere con armonia o meglio quale armonia ho faticato non poco per cercare di individuarne il significato che si voleva attribuire quando finalmente avevo capito che l armonia era riferibile al concetto di condivisione allora mi sono sorti dei dubbi l intento dei miei interlocutori era di ritenere l armonia quale possibilità che più idee diverse e anche contrapposte possano coesistere armoniosamente in un creato di positività scusate ma il concetto non era proprio così di facile intuizione ancora una volta sono stato portato a ipotizzare i soliti discorsi di lana caprina impostati solo per la masochistica piacevolezza di mettere in imbarazzo i partecipanti alla discussione la contrapposizione delle idee è un fatto più che logico e legittimo nonché il sale dello sviluppo mentale dell uomo ma che ci azzecca l armonia tutto il nostro mondo in un certo qual senso vive in armonia nonostante le contraddizioni e i numerosissimi aspetti negativi spero non si voglia definire armonia la coesistenza del bene e del male questa non dovrebbe essere armonia ma coesistenza che di armonico non ha proprio nulla in quanto proprio la negatività di una idea potrebbe proprio perché perseguita generare un disequilibrio di quella che potrebbe apparire apparente armonia si un concetto non proprio semplice 9

[close]

p. 10

da digerire in quanto sembrerebbe più un gioco di abilità nell uso delle parole che una concreta disputa ideologica in effetti la discussione si presta a uno scivolamento inesorabile verso l inutile retorica senza alcuna utilità o peggio ancora senza un vero senso di ciò che si sta dicendo e pensando le idee partono sempre e comunque dal nostro cervello cioè dalla nostra capacità quindi elemento positivo di saperle idealizzare il cervello idealizza quindi è un atto positivo positivo per il solo fatto che le idealizzi sappiamo però che le idee non sempre sono positive e orientate alla costruzione di quello che il genere umano intende il bene ve ne sono tantissime che operano in senso inverso idee che generano il male che producono negatività ovvero malessere o stato di disagio sia a chi le idealizza e soprattutto a chi queste idee sono destinate il fatto che questi due tipi d idee convivano in questo modo in quanto la capacità dell uomo è tale di produrle indistintamente e incondizionatamente non può farci supporre che comunque queste idee siano in armonia secondo il mio pensiero un idea positiva quale essa sia non potrà mai convivere in armonia con una negativa qualsiasi questa sia un idea negativa come già detto produce negatività materiale e spirituale da non confondere la negatività tra giorno e notte tra caldo e freddo tra polo positivo e negativo nell elettricità ecc poiché questi aspetti non sono negatività bensì complementarità di un idea che il più delle volte grazie proprio alla presenza della complementarità l idea è apprezzata quale positiva nel suo complesso pensate alla note buia che spesso viene additata come qualcosa di negativo invece no la notte grazie al giorno ci aiuta a comprenderne l utilità e il giorno ci fa apprezzare quanto sia bello assopirsi quando il sole oramai non c è più 26 marzo 2012 10

[close]

p. 11

com è difficile governare forse non è da tutti da ieri sulla stampa nazionale imperversa la fatidica affermazione di monti fatta a seul se il paese non è pronto il governo potrebbe anche lasciare una chicca come direbbe qualcuno che getta un po di scompiglio proprio nell area parlamentare che sino a oggi l ha sostenuto causa di questa turbolenza l art.18 ovvero la nuova riformulazione reperto archeologico forse appartenuto a qualche politico dei tempi antichi che dovrebbe consentire una più agile manovrabilità della forza lavoro in poche parole consentire licenziamenti indiscriminati si dica tutto quello che si vuole ma se non si accetta quanto meno l ipotesi che sia il magistrato a decidere se un licenziamento è giustamente attuato per crisi aziendale è voler solo consentire la libertà assoluta al datore di lavoro di porre in essere laddove lo voglia licenziamenti mascherati da eventuali crisi aziendali peraltro e questo onestamente non lo comprendo e lo trovo socialmente iniquo che questa nuova formulazione dell art diciotto non debba applicarsi anche ai pubblici dipendenti chi lavora nel privato si assume tutti i rischi dell andamento economico dei mercati chi opera in uffici elefantiaci inoperosi inutili al paese continuerà a conservare il proprio posto a vita anche in presenza di crisi drammatiche come quella che stiamo vivendo non parliamo poi dei fannulloni e dell alto indice di assenteismo non me ne vogliano i dipendenti pubblici ma poiché percepiscono stipendi oggi anche superiori a quello del settore privato penso sia ora che alzino il culo anche loro dalle loro sedie consumate e rispondano in termini di qualità produttività e quantità del loro lavoro altrimenti vadano fuori dalle balle giusto per usare un po di terminologia leghista che a quanto pare in certi settori è meglio compresa dell art.18 ne parleremo in altra sede rientriamo invece sull affermazione di monti 11

[close]

p. 12

premesso che a monti e alla sua squadra di tecnici arrivati a governare per manifesta incapacità della nostra classe politica l italia deve molto quanto meno in termini di riacquistata credibilità internazionale e senza adesso entrare nel merito delle cose fatte alcune sicuramente discutibili e non condivisibili ci ha meravigliati questa che altro non vuol essere che una presa di posizione che io ritengo fuori luogo prima di tutto carissimo professore quando è stato invitato a ricoprire il ruolo di primo ministro non sapeva che il suo paese cioè l italia soprattutto quella della politica non era pronta non sapeva non conosceva la becera litigiosità e la presa di posizione dei sindacati in materia di art.18 non posso pensare che lei abbia sottovalutato tutte le precedenti iniziative miseramente naufragate proprio sull art.18 alla luce di tutto ciò perché un affermazione che almeno per i più attenti risulta più un ricatto che una presa di posizione costruttiva e una specie di ricatto un affermazione uscita in un momento in cui il cervello non era correttamente sintonizzato con la lingua oppure sta iniziando a sentore il peso di quanto sia difficile governare questo paese sin ora ha dimostrato stile non si è mai inalberato non ha mai detto una frase fuori luogo non si è fatto mai trascinare dalla critica soprattutto quella politica anche quando non è stata molto elegante con lui e il suo freddo e calcolato comportamento dei mesi precedenti che oggi mi fa riflettere su questa sua esternazione lui non parla a sproposito e di questo le do ampio merito in quanto gli italiani erano veramente stanchi e nauseati delle favole che a loro erano raccontate allora ipotizzare stanchezza potrebbe non essere errato tanta gente l ha tacciata di favorire ahimè purtroppo non a torto i soliti noti evitando di scontentare le lobbies più fastidiose e ostiche da combattere ha trovato un paese che saputo accettare a malincuore ma l ha fatto prolungando la vita lavorativa di oltre sei anni ha aumentato l iva e le accise sui carburanti generando una perversa inflazione dovuta all inesorabile lievitazione dei prezzi ha optato per una patrimoniale applicata alla casa alla casa di chiunque e allo stesso modo mettendo sullo stesso piano il pensionato da 500 euro con quello che percepisce 30.000 euro al mese per non parlare poi dei grandi patrimoni e ora mi viene a dire che il paese non è pronto il paese le ha detto che è disposto ad accettare la modifica dell art.18 come peraltro in vigore anche in germania 12

[close]

p. 13

allora ci spieghi perché in italia no e perché tutto questo casino e veramente certo che i capitali stranieri verranno in italia perché si potrà licenziare più facilmente mi consenta come diceva il suo egregio predecessore di dissentire fortemente gli stranieri non verranno in italia sino a quando non verranno poste serie e credibili norme contro la corruzione oltre a una concreta lotta contro la criminalità che imperversa oramai in tutte le aree del paese condizionandone lo sviluppo capisco che è immeritato e soprattutto vigliacco rimproverare a lei e alla sua squadra tante di quelle cose che ancora non sono state fatte e il modo con cui invece altre sono state poste in essere perché la gente noi tutti non possiamo aver dimenticato che in parlamento siedono ancora gli stessi politici di ieri quelli che ci hanno portato al disastro quelli che non hanno saputo concludere nulla e ai quali questa democrazia malata consente a loro di decidere so che deve combattere proprio contro i continui veti e out out di ogni tipo però non venga dirci che il paese non è pronto gentile professore il nostro paese in tutta la sua storia non è mai stato pronto è sempre stato indietro rispetto agli altri la nostra bella e stupenda italia ha ancora da percorrere una lunga strada verso il recupero dell etica del rispetto delle regole lai sa bene gentile professore che se domani decidesse di lasciare l incarico di governare questa bella italia piomberemmo in una crisi profonda i cui scenari potrebbero essere alquanto nefasti soprattutto per quelle fasce di popolazione più disagiate non mi dica che questo lei non lo sa altrimenti dimostrerebbe ai suoi denigratori che a essere impreparato è proprio lei e non il paese io da queste pagine posso solo augurare che il tutto possa accomodarsi al più presto purtroppo conservo delle remore lei però queste remore non ce le rifaccia aumentare buon lavoro 13

[close]

p. 14

se la politica è fatta dai soliti politici che cosa può sperare il nostro paese siamo oramai in piena bagarre e partito il torneo nazionale degli insulti pare che in palio ci sia un grosso premio visto l impegno con cui alcuni nostri autorevoli politici ci stanno mettendo nel vivacizzare queste prime giornate di primavera dalla squallida affermazione che riconduce a paragoni cimiteriali si arriva a paragonare alcuni detestabili più degli altri si vede che la primavera oltre a far esplodere la natura in tutta la sua bellezza produce anche l esplosione di qualche vagabondo neurone che lasciato in libertà genera solo delle sciocchezze o peggio ancora una turbativa che mette tutti protagonisti di questo particolare periodo in grande difficoltà e irritazione onestamente mi ha particolarmente colpito l esternazione di vendola non tanto per le frasi proferite verso monti e fornero quanto per il fatto che questo soggetto politico penso sia uno che aldilà di parlare come un libro stampato penso sia uno che comunque ponderi e pesi i suoi discorsi non me ne voglia berlusconi se personalmente ritengo che il professor monti abbia saputo attirare maggiore credibilità e fiducia elementi essenziali per poter sedere in un contesto internazionale laddove ci piaccia o no viene deciso il futuro di milioni di persone lo stesso dicasi per la fornero e il buon sacconi che nell ambito del suo dicastero non pare abbia dimostrato le necessarie capacità che il difficile periodo richiedeva ovviamente trattasi di mie personali opinioni la politica certamente è una carogna soprattutto se i suoi servitori non seguono le reali esigenze del paese e pensare che con le battutine da quattro soldi peraltro irritanti e fuori luogo si possa riportare l italia a competere tra le maggiori nazioni del mondo allora penso che questi signori ancora oggi non abbiano capito nulla subdolamente è più importante qualche punto in percentuale in più di consensi elettorali che una seria e concreta ripresa economica del paese che consenta veramente maggiore possibilità d ingresso lavorativo ai giovani e minori sacrifici alla fasce più deboli della popolazione che quantunque si voglia dire sono sempre loro a pagare per tutti siamo in piena recessione grazie anche a una 14

[close]

p. 15

politica di bilancio che il governo dei tecnici ha posto in essere con regolare delibera parlamentare io non l ho condivisa ritenendo che l inasprimento delle tasse risponde solo ai vecchi sistemi di far cassa e subito tutelando come al solito i soliti poteri forti a danno della gente meno abbiente e stata la solita stessa politica di ieri che ha approvato queste norme hanno approvato l innalzamento dell età lavorativa necessaria per andare in pensione e tutta una serie di balzelli che ha portato il nostro paese peraltro ad avere il costo dei carburanti a livello di insostenibilità generando inflazione per una conseguente spaventosa lievitazione dei prezzi allora mi chiedo gentile vendola peraltro governatore della mia regione che lo scorso anno ha anche aspettato di chiudere le elezioni amministrative di milano per poi dopo due giorni deliberare l applicazione dell addizionale irpef non c era anche lei in parlamento se ritiene monti peggiore di berlusconi perché non si è fermamente opposto allora oggi ci si sta abbarbicando sulle prerogative dell art.18 la cui applicazione trova spazio solo in italia unitamente ai sindacati si sta portando avanti un braccio di ferro generando instabilità e spaccature nel paese di grosse proporzioni anche finanziarie per tutelare che cosa quanti saranno domani i datori di lavoro delinquenti che vorranno buttare fuori i validi i dipendenti che producono quante potrebbero essere le discriminazioni per motivi vari che potrebbero non essere tutelate comunque dalla legge io fossi in lei unitamente alla camusso mi preoccuperei dell imu che disoccupati cassaintegrati pensionati al minimo a giugno dovranno pagare oltre alla già avvenuta applicazione delle varie addizionali locali smettetela di litigare per questo non serve al paese e soprattutto non serve ai giovani mi dica lei che gliene frega a un giovane dell art 18 se a 40 anni ancora oggi vive di un precariato senza regole scellerato e socialmente iniquo dove in qualsiasi momento può essere buttato fuori questi sono i reali problemi del paese un paese che vuole applicare delle nuove regole con l unico difetto che in merito all art.18 non riesco a capire perché poi queste variazioni non debbano essere applicate anche ai dipendenti pubblici non sarebbe meglio se una volta per sempre vi deste tutti una regolata e ragionaste tutti insieme nell unica seria direzione che è quella dell interesse unico ed esclusivo del paese per favore dimostrate a questa nostra gente che a volte le favole possono avverarsi si perché oggi pensare che la politica di questo paese sia tale da risolvere i problemi contingenti è veramente una favola 15

[close]

Comments

no comments yet