Le Escursioni

 

Embed or link this publication

Description

Cosa vedere, cosa fare e dove andare a curiosare nelle vicinanze dell'Agriturismo I Girasoli

Popular Pages


p. 1

capalbio capalbio è un antico borgo circondato dalla campagna maremmana all interno delle sue mura si respira l atmosfera dei secoli passati percorrendo i vicoli le piazzette e gli antichi camminamenti si ha l impressione di tornare indietro nel tempo oggi capalbio è meta di un turismo esigente e frequentata da numerosi personaggi dello spettacolo che possono apprezzarne l arte la natura i sapori di un luogo estremamente protetto e salvaguardato nel borgo di capalbio sulla torre merlata del castello aldobrandesco che ancora conserva il pianoforte suonato da puccini e dalle sue mura si ammira un panorama di straordinaria bellezza ricordiamo la chiesetta del `400 di san nicola e l oratorio della provvidenza con affresco attribuito al pinturicchio pitigliano e sovana anche l origine di pitigliano risente di questa magia e si perde nella notte dei tempi.la leggenda vuole che fu fondata da due giovani petilio e celiano petilio era della gens petilia una importante famiglia etrusco romana mentre celiano appartiena alla famiglia etrusca dei celes vibenna petilio e celiano non trovarono nulla di meglio che rubare la corona d oro dal tempio di giove stator a roma e portarla fin sulla rupe di pitigliano dove ammaliati dalla bellezza del posto vi rimasero e fondarono la città.noi non crediamo molto in questa leggenda etrusco romana solo perchè l origine di pitigliano è certamente più antica e forse antecedente alla civiltà etrusca stessa oggi a pitigliano si viene per passeggiare per i vicoli con le tante piccole botteghe artigiane immersi nei colori del tufo e nell odore dei camini a legna e vi assicuriamo che è un piacere senza fine e se confinato al centro storico quello sopra la rupe di tufo sovana è un piccolo borgo della maremma situato su uno sperone tufaceo che mantiene tutt oggi l aspetto di un classico borgo medievale le origini di sovana sono antichissime con pregevoli monumenti testimoni del potere e della ricchezza degli etruschi della chiesa e degli aldobrandeschi nell attuale nucleo abitato prevalgono le testimonianze medievali il duomo conferisce a tutta l area un atmosfera affascinante arricchita dal contrasto di colore tra i mattoni di tufo ed il verde che avvolge le colline circostanti antichi borghi

[close]

p. 2

parco archeologico di vulci vulci è un antica città etrusca che si trova nel territorio dell odierna montalto di castro nella maremma laziale si trova su di una piattaforma calcarea lungo la riva destra del fiora e fu una delle più grandi città-stato dell etruria con un forte sviluppo marinaro e commerciale con grecia e oriente come testimoniano i sontuosi corredi funebri ritrovati nelle necropoli adiacenti ed oggi sparsi nei musei di tutto il mondo nelle necropoli che circondano la città situate nei territori di montalto di castro e canino nelle località di cavalupo ponte rotto polledrara osteria campo di maggio e camposcala si trovano migliaia di tombe dalle forme e tipologia diverse fosse tumuli tombe a cassone tombe a camera e tombe a corridoio tra le più note il grandioso tumulo della cuccumella alto 18 metri e con 75 metri di diametro la cuccumelletta e la rotonda la tomba françois quelle dei tori delle iscrizioni e dei due ingressi all osteria sono presenti diverse tombe a camera caratterizzate dal soffitto scolpito come nell abitazioni necropoli etrusca di tarquinia la collina dei monterozzi lunga circa 6 km e sede della principale necropoli cittadina si estende parallela alla costa tirrenica tra questa e l altura della civita dove sorgeva la città etrusca le tombe coprono praticamente tutto il colle se ne conoscono più di seimila per la maggior parte camere scavate nella roccia e sormontate da tumuli sono proprio questi ultimi oggi ormai appena visibili sul terreno perché spianati dai lavori agricoli ma solo un secolo fa se ne contavano piu di 600 che hanno dato al colle il nome popolare ed espressivo la serie straordinaria di tombe dipinte -ne conosciamo circa 200 rappresenta il nucleo più prestigioso della necropoli che resta per questo aspetto la più importante del mediterraneo l uso di decorare con pitture i sepolcri delle famiglie aristocratiche é documentato anche in altri centri dell etruria ma solo a tarquinia il fenomeno assume dimensioni così ampie e continuate nel tempo esso é infatti attestato dal vii al ii sec a.c cioé per quasi tutta la durata della vita della città nel settore di necropoli attualmente aperto al pubblico é possibile ammirare alcuni degli ipogei dipinti più celebri come le tombe delle leonesse dei leopardi della caccia e pesca etc la visita della cosiddetta necropoli scataglini consente inoltre al visitatore di capire come dovesse in origine presentarsi la città archeologia

[close]

p. 3

civita di bagnoregio la cittadella di civita di bagnoregio è situata sulla vetta di un notevole colle e offre di sé uno spettacolo incomparabile a chi la osserva dai punti panoramici di bagnoregio civita di bagnoregio sorge infatti su un terreno molto precario situata su una platea tufacea rischia il crollo perché i vasti banchi d argilla che la sorreggono sono soggetti a continua erosione ne sono testimonianza i maestosi calanchi in parte ricoperti da una povera vegetazione che si estendono per chilometri e che al tramonto danno all intero paesaggio un aspetto lunare il meraviglioso borgo di civita di bagnoregio la cosidetta civita che muore è un piccolissimo centro dove il tempo sembra essersi fermato e dove si può giungere soltanto a piedi percorrendo un ponte in cemento armato realizzato a vantaggio dei pochi cittadini rimasti e dei turisti che la visitano da tutto il mondo il suggestivo borgo medievale noto in tutto il mondo come la città che muore per il progressivo crollo delle pareti perimetrali ed il conseguente abbandono da parte della popolazione nel corso degli ultimi secoli regala un atmosfera surreale ed indimenticabile orvieto le origini di orvieto risalgono alla civiltà etrusca i primi insediamenti sono del ix° secolo a.c e si localizzarono all interno delle grotte tufacee ricavate nel massiccio su cui sorge attualmente la città dopo essere stata annessa nel iii° secolo a.c ai territori di roma orvieto rimane sotto la sua dominazione fino al declino dell impero romano d occidente diviene poi libero comune e durante le lotte tra guelfi e ghibellini è strenua oppositrice del barbarossa rimanendo fedele al papa forte della considerazione dello stato pontificio orvieto può così prosperare per tutto il medioevo raggiungendo l apice dello sviluppo nel xiii° secolo con la costituzione del consiglio generale dei 400 e l elezione del capitano del popolo e durante questo periodo che si ebbe un fervido lavoro di costruzione di palazzi ed edifici sacri tra cui spicca il celeberrimo duomo risalente al 1263 la testimonianza architettonica più importante della città con la sua splendida facciata gotica e con la ricchezza delle decorazioni e delle cappelle interne da vedere

[close]

p. 4

passeggiate a cavallo le passeggiate a cavallo nel cuore della maremma sono un esperienza indimenticabile vi porteremo a visitare boschi campagne e spiagge tra le più belle della toscana in compagnina del vostro cavallo tutti i tipi di escursioni sono accompagnate da due guide 1 ora una escursione che viene effettuata nella pineta del tombolo e spiaggia.e adatta a tutti coloro che vogliono concedersi un po di relax e soffermarsi a godere del piacevole contatto con la natura e con questo stupendo animale che è il cavallo.adatto a piccoli cavalieri ed adulti livello principianti ed esperti 3 ore si snoda all interno della campagna maremmana dove è possibile ammirare vacche maremmane cavalli bradi e innumerevoli uccelli di padule sia stanziali che migratori oltre ad una rigogliosa e assolutamente naturale vegetazione caratteristica delle zone marittime dunali e retrodunali possibilità di arrivare fino al parco archeologico di vulci adatto a cavalieri esperti discese del fiora in kayak È difficile raccontare ciò che può offrire una discesa in kayak lungo le rive del fiume fiora possiamo solo dirvi che vi è un mondo affascinante da scoprire discendendo un fiume un mondo fatto di paesaggi incantevoli di testimonianze archeologiche e di emozioni uniche nel fiume fiora l acqua scorrendo verso valle disegna un percorso che si snoda tra rapide e zone di acqua più tranquilla decidendo in tal modo il ritmo della discesa a noi con i nostri kayaks non resta che imparare ad entrare in piena sintonia con questo mondo escursioni

[close]

p. 5

un mare di maremma la meravigliosa area costiera della provincia di viterbo va da tarquinia lido zona delle saline,molto bella ancora oggi e visitabile fino alle magnifiche spiagge di pescia romana i centri attrezzati e di maggior turismo di questo litorale lungo circa 30 km sono tarquinia lido e montalto di castro marina ognuno di questi due centri sono estensione territoriale e amministrativa dei due paesi di tarquinia e montalto di castro attivi e abitati tutto il corso dell anno nella zona di pescia romana il mare e la spiaggia sono ancora più belli e selvaggi vale comunque la pena di visitare questa zona che per gli amanti del mare e della spiaggia può essere davvero una scoperta molto positiva potendo contare su un ambiente quasi incontaminato e su spazi immensi,visto che le spiagge sono lunghe alcuni chillometri insomma la nostra costa è davvero meravigliosa e vale senz altro una visita per programmare una bella vacanza o un weekend speciale,anche fuori stagione,magari per fare una bella mangiata di pesce freschissimo del nostro mare monte argentario per apprezzare al meglio il mare e le spiagge dell argentario vi consigliamo di noleggiare una piccola barca o un gommone a porto santo stefano o a porto ercole potrete così costeggiare il promontorio ed ammirare la calette più nascoste le grotte gli isolotti o le spiagge accessibili solo dal mare e quindi mai eccessivamente affollate tuttavia per coloro che non hanno intenzione di imbarcarsi indichiamo di seguito alcune calette e spiagge dell argentario raggiungibili anche via terra un grande vantaggio dell argentario è quello di offrire baie riparate dai venti in qualsiasi condizione meteo quindi per prima cosa è consigliabile osservare da che parte tira il vento e poi optare per la costa sud nel caso di venti battenti da nord o la costa nord nel caso di venti battenti da sud se vi intendete poco di venti chiedete consiglio ai vecchi lupi di mare che sicuramente incontrerete nei pressi del porto non mancheranno di darvi un buon suggerimento se cercate le spiagge di sabbia con fondali che declinano dolcemente la scelta dovrà cadere sulla giannella o sulla feniglia il mare

[close]

p. 6

aquafelix il parco acquatico aquafelix è stato inaugurato nel 1995 a civitavecchia offre numerose attrazioni acquatiche per tutti i gusti oltre 4.000 mq di piscine e 2 km di scivoli da ricordare onda imperiale la grande piscina a onde contornata da sabbia e ombrelloni flentum un lungo percorso rilassante a bordo di una ciambella mozza fiatum lo scivolo per i più temerari multi splash lo scivolo a corsie per ingaggiare divertenti sfide con gli amici vortex doppio percorso con molte curve per scivolare alla velocità dell acqua fino allo splash finale in piscina katacumba nuovo scivolo con spruzzi d acqua suoni ed effetti luminosi da percorrere a bordo di speciali gommoni a due posti per la gioia e il divertimento dei più piccoli c à bahia felix un area con mini-scivoli morbidi giochi d acqua e piscine a bassa profondità indiana park adrenalina pura e tanto divertimento a strettissimo contatto con la natura l originale idea è del camping village riva dei tarquini che all interno della pineta adiacente la struttura ricettiva ha creato una serie di percorsi distinti per grado di difficoltà crescenti dove tutti possono cimentarsi in arrampicate sugli alberi passare in quota da un fusto all altro attraversare passerelle su tronchi o lasciarsi trasportare da teleferiche il tutto nella massima sicurezza l attrezzatura necessaria imbragatura casco e guanti è fornita dall organizzazione il giardino dei tarocchi il giardino dei tarocchi è un parco artistico composto da ciclopiche sculture alte dai 12 ai 15 metri raffiguranti i 22 arcani maggiori dei tarocchi che niki de saint phalle ha creato sulla collina garavicchio nel comune di capalbio niki de saint phalle ha lavorato alla realizzazione del giardino dal 1980 al 1996 mentre l apertura al pubblico è avvenuta nel 1997 per il suo particolare aspetto la sua delicatezza e con lo scopo di preservare l atmosfera magica che si respira nel giardino le visite sono possibili solo in alcuni periodi dell anno di solito da aprile ad ottobre limitate in fasce orarie predeterminate per un numero ristretto di visitatori per desiderio dell artista inoltre al fine di salvaguardare la libertà di movimento e l autonomia dei visitatori non sono previste ne visite guidate ne un itinerario precostituito parchi gioco

[close]

p. 7

terme di saturnia le terme di saturnia sono oggi un centro termale incantevole situato ai piedi del borgo medievale di saturnia e circondato da un parco secolare tipico della terra maremmana il terme di saturnia spa golf resort è una struttura di altissimo livello sapientemente organizzata in grado di soddisfare una clientela molto esigente immersi nelle quattro piscine termali da cui si alza un vapore suggestivo e rilassante potrete godere del panorama circostante sulla natura maremmana l offerta è completata dal centro benessere ed un campo da golf 18 buche par 72 l alternativa al centro termale sono le cascate del gorello o del mulino di libero accesso si trovano in aperta campagna ma sono facili da individuare sul lato sinistro della strada si apre un panorama che vi consente già in lontananza di ammirare le cascate di saturnia in tutta la loro bellezza terme dei papi la città di viterbo ospita le celebri terme dei papi splendido complesso termale nel quale avere la possibilità di trascorrere momenti di relax benessere e tranquillità immersi in un atmosfera di infinita magia e straordinario incanto le acque che giungono alle terme dei papi di viterbo sgorgano spontaneamente da una frattura di 12km,le acque vengono spinte fuori dal terreno grazie alla forza dei gas solfurei e carbonici si tratta di acque ipertermali che fuoeriescono dalla sorgente ad una temperatura che oscilla fra i 40 ed i 58°c si tratta di acque ricche di bicarbonato di calcio magnesio e sali di zolfo la più importante sorgente è quella del bullicame dalla quale fuoriescono acque solfureo-solfato-alcalino-ferrose fluorate ad una temperatura di circa 58°c queste acque come tutte le acque termali hanno importanti proprietà benefiche e curative in particolar modo legate a patologie osteoarticolari e respiratorie presso le terme dei papi sarà possibile richiedere trattamenti per la cura di patologie e malattie che possono colpire i più disparati apparati la spa propone massaggi e trattamenti di bellezza e relax il complesso dispone inoltre di una piscina monumentale di circa 2000mq alla quale giunge acqua dalla sorgente del bullicame le terme

[close]

Comments

no comments yet