Notizie2011

 

Embed or link this publication

Description

notiziario 2011

Popular Pages


p. 1

l aver cura delle persone passa anche attraverso l aver cura degli spazi e tramite la cura rendere questi spazi abitabili ovvero accoglienti per chi ci abita e per chi anche solo ci passa educare è condividere un pezzo di cammino il focolare domestico è il luogo migliore per farlo è con le piccole azioni di ogni giorno che si possono trasmettere i principali valori educativi il buon esempio vale più di tante parole è accogliendo e vivendo insieme che ci si educa l un l altro abitare è avere dei valori dei progetti che se condivisi con gli altri aiutano a crescere è nella propria casa che ogni bambino si può e si deve sentire amato e protetto a tal punto da riuscire a compiere tutti quei piccoli e grandi passi che lo faranno diventare grande abitare è condividere e condividendo si cresce insieme in questo modo noi educhiamo loro e loro educano noi un abbraccio vale più di mille parole senza il tempo la pazienza e la dolcezza non abiti e non educhi nessuno ciò che è vitale non è soltanto apprendere ed educare ma riorganizzare il nostro sistema mentale a fare questo tutto ciò è possibile solamente se si vive e si abita in un luogo che lo permette è con i piccoli gesti quotidiani che si educa alla relazione noi abbiamo bisogno di amore per vivere una vita felice abitare in una casa significa rispettare gli altri aiutarsi a vicenda e rispettare le regole i 13 operatori della tau

[close]

p. 2

mattia ha 12 anni e frequenta la scuola potenziata alcune attività le svolge con i compagni della 4b che dicono di lui fatima ha 11 anni e frequenta la prima classe della scuola secondaria alcune ore al giorno i suoi compagni dicono di lei con fatima mi piace ballare cantare giocare in tau quando vado a trovarla poi cantiamo insieme le canzoni dello zecchino d oro leggiamo i libri e balliamo le canzoni del cre e la danza kuduro lei è molto simpatica e gentile sa sempre come tirare su il morale e non smette mai di sorridere ma è una zabetta in senso buono perché è una ragazza e quindi le piace chiacchierare a scuola parla quando il professore sta parlando e quando decidiamo i giochi vuole quasi sempre che facciamo quello che ha proposto lei insomma è testarda ma è divertente è unica e sa fare l amica mi piacerebbe andare a castione con lei dormire a casa sua e giocare a fare le dive e raccontarci tanti segreti con mattia mi piace dipingere e fareginnastica mattia è bravo a fare girare le cose che io non ci riesco come fa lui e simpatico intelligente e responsabile ma quando si arrabbia non riesce tanto a controllarsi e se ti prende il braccio lo stringe perché ha tanta forza secondo me non ha difetti perché tutto quello che fa è un pregio e fortunato perché fa tante cose con noi e proprio un bravo ragazzo vorrei chiedergli se vuole essere mio amico come un fratello,ma lui è sordo e chissà cosa farà da grande a lui piace fare il gioco del lupo perché deve rincorrere gli altri per prenderli e sa usare il computer e trascinare gli oggetti con il mouse e un grande andrea ha 5 anni e frequenta una scuola dell infanzia multietnica gli piace essere al centro dell attenzione dei suoi compagni ed è un rubacuori e poi ci siamo sposati cosa ti piace fare con andrea mi piace fargli le coccole e accarezzarlo mi piace fare con lui i giochi con i palloncini a me piace tanto accarezzarlo e mi è piaciuto fare la mamma di andrea e fargli le coccole con andrea mi piace spingerlo quando siamo in salone mi piace quando lo sogno mi è piaciuto fare il gioco del bosco quando andrea era seduto tra le foglie e noi gli buttavamo le foglie addosso e lui era felice e sorpreso si agitava e apriva tanto la bocca e gli occhi e sbatteva i piedini e poi arruffargli i capelli e farlo arrabbiare vedere la sua faccia divertita quando la maestra richiama i bambini fargli le pernacchie sulla pancia e sul collo fargli tanto solletico cosa ti piace di andrea li piace perché è sempre felice e poi è un cucciolone che mi fa felice quando sono triste mi piace perché ha gli occhi azzurri cosa gli vorresti dire che gli voglio bene che gli facciamo capire quanto gli vogliamo bene e lo aiutiamo facendogli le coccole quando ha bisogno quando mangia quando gli cade la testa quando scivola mentre è seduto sui cuscini lo ho sognato che la maestra accompagnava andrea in giardino con la sedia alumprowiso andrea è sceso dalla sua sedia e comincia a camminale poi io e andrea ci siamo sposati.

[close]

p. 3

cristhofer ha 4 anni ma è ancora piccolo per andare alla scuola dell infanzia non ha molte pretese purché abbia l attenzione di qualcuno uno dei giorni che preferisce è il venerdì quando cinzia viene in tau a fargli i massaggi posso farti le coccole quando ho deciso di condividere con mia figlia adolescente un esperienza di volontariato in tau mi ha fatto molto piacere che lei coltivasse in cuor suo lo stesso pensiero e bello parlare delle stesse persone condividere le stesse cose anche quando sembra che i figli si allontanino un pò sono infermiera professionale ed insegnante di massaggio infantile da diversi anni lavoro in servizi per la prima infanzia ma non mi sono mai occupata prima d ora di bambini con bisogni speciali in tau oltre a trovare un ambiente accogliente ho sentito di essere come in una famiglia nel mio lavoro di insegnante di massaggio insegno ai genitori le tecniche e sono loro a massaggiare il bambino in comunità il massaggio è una prassi già collaudata e sono gli educatori a praticarlo non penso di aver nulla da insegnare ma penso di aver molto imparato dagli educatori e soprattutto dai bambini che mi hanno permesso di entrare in relazione con loro una delle cose fondamentali del massaggio infantile è la richiesta del permesso cioè posso massaggiare il bambino solo se lui me lo permette non è stato facile restare costantemente in ascolto di cristhofer e dei suoi bisogni cercando di capire i suoi canali di comunicazione mi sono resa conto che ci voleva tempo sì è il tempo che in tutte le relazioni aiuta e rassicura il massaggio è un dare ma anche un ricevere ed ogni volta che esco da quella porta sento di avere molto ricevuto grazie cinzia momenti con linda `ricordo un sabato pomeriggio quando sono arrivata linda era lì nel girello ad aspettarmi insieme abbiamo giocato e letto una storia poi con l educatrice abbiamo notato che era un po stanca e l abbiamo messa nel lettino lei ha stretto il mio dito e si è addormentata in poco meno di dieci minuti in quel momento ho provato una bellissima emozione credo che vedere un bambino che ti guarda con due occhioni pieni e che cerca un tuo sguardo per regalarti un sorriso e che poi ti stringe il dito per addormentarsi sia la cosa più bella jessica momenti con daniele da quando daniele è con noi passo la maggior parte del mio tempo con lui e in questi undici mesi è nata una sorta di complicità maschile come scherzosa difesa da tutte le donne e donnine della comunità mi ricorda il classico cowboy da film western tipo clint eastwood tranquillo buono mite ma quando per qualche motivo si arrabbia come in ogni film western che si rispetti non esita a mostrare quest altra faccia della medaglia la più grande difficoltà che ho con lui è nell interpretare i suoi lunghi silenzi quando non ha voglia di comunicare diventa difficile relazionarsi per contro mi piace pensare che una delle sue grandi difficoltà sia quella di sopportare i miei lunghi sproloqui paolo

[close]

p. 4

diario gennaio anno nuovo aspirapolvere nuovo grazie all associazione pensionati di treviglio diamo il benvenuto a daniele un ragazzo di 14 anni che ha avuto un brutto incidente in bicicletta e che frequenterà la comunità in forma diurna la nostra curiosa fatima lo tempesta di domande ma lui è molto paziente e risponde sì e no con il battito delle palpebre febbraio magica antonietta con lei la scorta di pannolini è assicurata dato che fatima non sta molto bene sperimentiamo con la scuola primaria di arcene il collegamento con skype fatima da casa partecipa attivamente alle lezioni attraverso il computer per le verifiche e le ricerche invece un gruppetto di bambini con l insegnante di sostegno vengono in tau marzo in comunità si ricomincia a sentire odore di latte da neonato si vedono appesi sugli stendini tutine e body formato mignon è arrivata linda cinque mesi una pompa per l alimentazione una cannula per respirare ci mette a dura prova è un continuo va e vieni dall ospedale e infatti ritorna in terapia intensiva per un lungo e delicato intervento aprile fatima sta meglio e può continuare la sua esperienza di alunna a scuola in classe con tutti i suoi compagni lei è felicissima perché può fare l intervallo con loro e anche loro sono felici che lei sia tornata a regalare ogni giorni nuovi sorrisi giugno il caldo è ormai ar rivato ma abbiamo ia fortuna di un super impianto di condizionamento dono degli amici dell associazione il sorriso di monica oltretutto quest anno dobbiamo posticipare la partenza per castione e così it giardino diventa spiaggia con piscina per la gioia di mattia in primis e degli altri che riescono a pucciare almeno i piedi stando comodamente seduti sul passeggino e linda ritorna dall ospedale quasi in forma verso la fine del mese il comitato genitori di arcene arriva alla tau per tinteggiare il piano inferiore della casa quindi per una giornata ci trasferiamo tutti nei giardino degli amici con tutto ii necessario dalle pappe agli aspiratori dai pannolini ai giochi luglio all oratorio di arcene inizia il cre e daniele mattia e fatima non se lo lasciano scappare così ogni giorno da lunedì a venerdì escono di casa per partecipare ai giochi e ai balli con gli altri bambini e ragazzi del paese agosto finalmente castione passiamo un mese di vacanza respirando l aria fresca delle montagne bergamasche e il tempo vola tra giochi gite sul pratone passeggiate per le vie del paese e fuochi d artificio bancarelle processione banda e musica per la festa del paese un grazie speciale al nostro farmacista preferito che ha sempre tante attenzioni per noi settembre si ritorna a scuola mattia alla scuola potenziata come sempre andrea alla scuola dell infanzia è ormai nei mezzani e fatima è prontissima per iniziare una nuova avventura nella scuola secondaria dì arcene nuova scuola ma vecchi amici per fortuna e in comunità ritorna daniele sempre più grande e più bello ottobre il 21 ottobre c è il rinnovo del consiglio di amministrazione don adriano viene riconfermato presidente nuovi soci claudio e anna a tutti loro buon lavoro dopo anni di onorato servizio la verde la spaziosa citroen tira le cuoia ci macherà ai suo posto arriva un usatissima opel zafira nera che non possiamo chiamare ia nera perché c è già quella della manu così vista la grinta teutonica viene battezzata la merkel spezzoni di dialogo in tau vai in discarica con la merkel cristhofer ha vomitato sulla merkel atten zione piove la merkel slitta in curva novembre il nostro andrea è diventato un bravissimo alunno così d accordo con la sua scuola decidiamo di fargli fare un passo in più pranzare con i compagni ii pasto per lui non è mai stato un momento felice ma con l aiuto dei suoi amici si trasformerà sicuramente in un occasione di crescita e di condivisione in parrocchia è arrivato da poco luca un seminarista che si occuperà dell oratorio sembra molto entusiasta del suo incarico e vuole conoscerci tutti quindi un sabato pomeriggio passa a trovarci fatima non si lascia scappare l occasione e si prenota per il cre 2012 un grazie sincero a tutti e ad ognuno l associazione tau è una onlus organizzazione non lucrativa di utilità sociale ogni donazione effettuata attraverso c/c postale o bonifico bancario è deducibile ai sensi dell art 13 del d.l 4/12/97 n° 460 c/c postale n° 15750243 bonifico bancario banca di credito cooperativo di treviglio filiale di arcene cod iban it19k 08899 52540 000000200753

[close]

Comments

no comments yet