Notizie2010

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

c è la crisi vogliono toglierci anche il 5 per mille quello che ci bastava per una settimana oggi basta fino a giovedì da due anni un comune non ci paga le rette tante le richieste di nuovi inserimenti ma la solita risposta dei servizi non ci sono soldi e che fine fanno quei bambini le aziende che ci sostenevano combattono con la cassa integrazione tanti voltano la faccia questi bambini vite inutili ma non ci sentiamo in crisi c è chi tanti è ancora capace di lavorare gratis per i bambini c è sempre qualcuno che ha un coniglio o un pollo di troppo quelli di bondo petello ci portano la legna per il camino la `nonna del banco di solidarietà è `provvidenza mensile fatta persona dove ci si sta in 4 ci si sta anche in 5 cristhofer cristhofer c è qualcuno in arrivo

[close]

p. 2

umanita e professionalita il cielo insieme al fuoco alla tau-comunità dei bambini le situazioni sono sempre in movimento quest anno due bambini hanno cambiato casa e uno è arrivato ma chi ci conosce sa che tre bambini ci sono da tempo e sono loro i veri padroni di casa ci sono anche i grandi in questa comunità si occupano dei bambini e della gestione di questa casa particolare la vita è quella di tutti i giorni perché ciò che accade in questa casa è ciò che accade in tante famiglie con bambini sveglia colazione scuola pranzo compiti dvd musica favole cena coccole pannolini raffreddore febbre gite nanna cartoni animati lavatrice stiro lampadine legna nel camino e via dicendo una casa particolare però perché i suoi abitanti sono bambini con bisogni complessi gli adulti che condividono la loro quotidianità devono avere precisi atteggiamenti e devono sviluppare specifiche competenze i bambini della tau hanno dei bisogni in più rispetto agli altri e per soddisfarli non basta volergli bene ma bisogna volere il loro bene e farlo molto bene sempre e comunque anche al di là delle proprie idee e convinzioni un bene che a volte è diverso da quello che farebbe più comodo in quel momento faccio un esempio se passate fuori dalla tau all ora di pranzo a volte sentite uno dei piccoli che piange a squarciagola in cucina c è una persona che lo incoraggia e lo aiuta a mangiare tutta la pappa sentirlo piangere è una dura prova perché gli vogliamo bene e non vorremmo sentirlo piangere ma il bene di questo bambino è mangiare la pappa altrimenti poi non può prendere le medicine che gli fanno bene questo è fare il suo bene perché questo bambino mangi la pappa bisogna imboccarlo parlargli raccontargli una storia cantare una canzoncina coccolarlo consolarlo fermarsi per mezz ora riprendere ad imboccarlo accorgersi quando il pianto da lamento diventa rabbia o disperazione questo è dare da mangiare facendolo molto bene e a far bene si impara vorrei dar voce al pensiero delle educatrici e degli educatori della comunità o la voglia di cambiamento e il desiderio di ritrovare una parte di me che si era persa come un marinaio che cerca disperatamente di ritrovare la rotta perduta ii desiderio di fare un lavoro che per me avesse un senso al di là dello stipendio a fine mese un lavoro per il quale valesse la pena investire la maggior parte del mio tempo e delle mie energie la curiosità di conoscere bambini con gravi handicap ma felici e sorridenti ora giorno per giorno mi porta la consapevolezza di essere qualcuno per questi bambini e l umiltà di ammettere che ho ancora un sacco di cose da imparare da loro cercavo fortemente un lavoro nell ambito della disabilità infantile ed è arrivato come uno splendido regalo inaspettato la voglia di cambiare e di conoscere non so se vergognarmene o ritenermi fortunata non c è un motivo preciso forse anche un po delusa dall offerta universitaria cercavo qualcosa che mettesse alla prova il mio saper fare/essere nelle situazioni ooooo cosa hai trovato alla tau o ho trovato un po la sfida che cercavo se vivi la tau tutti i giorni sei messo alla prova tutti i giorni come educatore come infermiere come ballerina come domestica come cuoca ma prima ancora come essere umano la vera prova ogni giorno è la convivenza come in una famiglia un po numerosa ho trovato la possibilità di migliorarmi l affetto e la complicità un motivo in più per alzarmi al mattino la possibilità di crescita umana nuove esperienze e sfide mai vissute ho trovato mattia fatima valentina tommaso pietro andrea elena e cristhofer che mi insegnano ogni giorno cosa significa amare aver fiducia speranza volontà ad essere forte ho trovato colleghe e amiche con cui condividere il mio nuovo viaggio ho ritrovato quella parte di me che cercavo ho trovato condivisione attenzione occa-sione di crescita professionale ma soprattutto personale ho trovato relazioni di qualità ho trovato il grande privilegio di occuparmi giorno dopo giorno di bambini che hanno una grande capacità di dare la comunità è una grande famiglia o o o cosa ti ha portato alla tau o sul finire degli studi volevo iniziare a sporcarmi un po le mani a lavorare come educatore la voglia di lavorare con i bambini o o

[close]

p. 3

o o o strana buffa e complicata come ogni famiglia ho trovato un camino acceso splendidi bambini nuove amiche e tanta gioia nel rendere ogni giornata stupenda per i bambini ho trovato un ambiente tranquillo e colleghe con cui si può dialogare in modo sereno ci ho trovato tanti sorrisi e tanta fiducia ma anche un modo diverso di vedere la vita non come una cosa da possedere a tutti i costi ma come una cosa da vivere come un passaggio giorno per giorno alla tau sto trovando tante smentite non avendo mai lavorato con bambini disabili avevo riserve e paure nella quotidianità sto scoprendo che un passo alla volta lavorando con persone che prima di me sono passate per questa fase nulla è inarrivabile e quasi tutto è imparabile conoscendo anche le paure preconcette svaniscono cosa serve per portare avanti la tua esperienza o la voglia di mettermi sempre in gioco e di aiutare i bambini a vivere una vita il più normale possibile a livello professionale l approfondimento della mia conoscenza in alcuni campi tempo per apprendere e formarmi al meglio spero di trovare anche tanta pazienza da parte delle mie colleghe e dei bimbi perché imparare a prendermi cura di loro al meglio richiede molto tempo e sicuramente farò molti sbagli ho bisogno che la tau rimanga la casa dei bambini e di tutti i bambini che avremo la fortuna di incontrare intesa soprattutto come gruppo di persone che insieme fanno una famiglia ho bisogno di sentire che le persone con cui lavoro e per cui lavoro sentano la stessa esigenza e si comportino di conseguenza che affrontino il lavoro con l obiettivo di dare ai bambini il nostro meglio tranquillità pazienza condivisione e consapevolezza pazienza e forza per riuscire a fare bene le cose fra tante persone con caratteri opinioni e idee diverse bisogna essere attenti ai bambini a chi ti sta intorno a chi lavora con te e per te non è detto che ci si riesca sempre anzi bisogna a volte lasciare che altri ti indichino la rotta bisogna confrontarsi con i piccoli fallimenti quotidiani e saperli riconoscere e condividere accettare di non essere onnipotenti nelle grandi cose e nelle più oooo piccole condivisione incoraggiamento onestà e la possibilità di crescere professionalmente tempo perché è indispensabile sia sotto il profilo operativo sia perché buona parte dell esperienza richiede la costruzione e il mantenimento di relazioni attenzione perché l unico modo per imparare e progredire è la costante attenzione verso i bambini e verso i colleghi maestri sul campo o o o nelle risposte di chi lavora alla tau è presente il segno della loro umanità è l atteggiamento che solo nell autenticità delle intenzioni non retoriche permette di accogliere l altra persona sia esso bambino collega volontario o professionista nelle stesse risposte si legge la volontà di essere altamente professionali cioè competenti capaci ed efficaci nello svolgimento dei propri compiti siano educativi relazionali e sociali di carattere sanitario e promotori di salute sono valori i umanità e la professionalità che nascono e crescono solo nella compagnia fra le persone l umanità è come il cielo sotto il quale tutti siamo uguali la professionalità è come il fuoco composto da più fiamme l insieme di più saperi di più persone fanno la competenza professionale e la loro unione che caratterizza il modo più corretto per lavorare con i nostri bambini claudio roncoroni o

[close]

p. 4

diario il 2010 un anno pieno di novità e cambiamenti un anno di va e vieni tanti ci hanno chiesto di non far mancare questo `diario perché è un modo per condividere la vita della comunità e allora eccoci la casa di castione aveva bisogno di un po di `lifting detto fatto a pasqua sono arrivati una quarantina di scout armati di carta vetrata e pennelli in tre giorni tutte le porte e le imposte sono diventate nuove fiammanti fiammanti nel senso di `molto rosse anche gli scout erano molto rossi il giorno di pasqua e la casa sembrava avere il morbillo ma sotto l occhio vigile dei capi tutto è tornato quasi normale aprile gita di tutta la comunità all acquario di genova il pulmino che da mezzo di trasporto si trasforma in bagno attrezzato un lettino da spiaggia per cambiare i bambini pappe pronte e prenotazione al ristorante prenotazione del micro-onde per scaldarle batterie di riserva per il respiratore di fatima e macchina fotografica a portata di mano mattia si è innamorato dei pinguini pietro rideva davanti ai piraña andrea e valentina che sembravano voler solo dormire si incantano davanti alle meduse e c è chi pensa che con questi bambini si debba solo restare a casa noi ci prepariamo ad osare ancora di più maggio mattia va al mare con manu flora e i suoi bambini ha riconosciuto l albergo dello scorso anno e voleva assolutamente ritornare nella `sua camera giugno valentina 13 anni cambia casa non è stata una nostra scelta ma i genitori hanno preferito averla più vicina adesso è in periferia di milano in una grande struttura quando andiamo a trovarla la vediamo serena coccolona come sempre e sempre più donnina aveva qualche mese quando è arrivata alla tau le siamo grati per tutto quello che ci ha insegnato luglio a castione arriva cristhofer non è un errore l acca è prono lì tra la t e la o ognuno è libero di mettere le acca dove vuole ha 3 anni è un pacioccone che mangia e dorme ma è anche capace di farsi sentire urla come un tenore quando vede qualcuno con il cappello siete avvisati venite senza agosto andrea compie 4 anni e pietro si prepara a lasciare la comunità per tornare a casa con mamma e papà e il nuovo fratellino li festeggiamo con una mattinata memorabile al centro benessere dell hotel milano di castione vasche di acqua calda bolle d aria dentro l acqua grotta degli aromi cascate d acqua una pacchia e loro due bravissimi perfettamente a loro agio anche negli ambienti chic settembre quando torniamo ad arcene troviamo una sorpresa in nostra assenza una squadra di operai tuttofare ha messo l impianto di condizionamento fresco d estate caldo d inverno e stata un idea dì un associazione che si chiama il sorriso di monica che in ricordo di questa ragazza realizza progetti a favore dei bambini inauguriamo il `fresco invitandoli tutti a conoscere i bambini grazie di cuore inizia la scuola fatima 10 anni è in 5° mattia 11 anni va alla scuola potenziata andrea inizia piano piano a frequentare la scuola materna dopo una settimana decidiamo di festeggiare con una bella gita al parco delle cornelle uno zoo safari all aria aperta dove possiamo conoscere dal vivo tanti animali fatima era al settimo cielo davanti alle giraffe africa chiama africa poi tutti sul trenino con tutto il nostro armamentario respiratore aspiratore monitor ossigeno eccetera normale amministrazione ottobre la squadra degli operatori della tau ha un altro uomo paolo vista la predominanza di maschietti abbiamo pensato di assumere un educatore con il compito di autista addetto al pcaddetto alle forniture aiuto cuoco sostituto fisioterapista cambia lampadine insegnante di sostegno siamo a dicembre e non è ancora scappato oltre a manu e claudio c è tutta l altra metà del cielo diana silvia rosita alessandra maria chiara eleonora maria belen susy silvia 2 e cristina e flora è a casa in maternità aspetta il 4° figlio dicembre siamo in attesa di daniele una nuova sfida a tutti voi tanti auguri l associazione tau è una onlus organizzazione non lucrativa di utilità sociale ogni donazione effettuata attraverso c/c postale o bonifico bancario è deducibile ai sensi dell art 13 del d.l 4/12/97 n° 460 c/c postale n° 15750243 bonifico bancario banca di credito cooperativo di treviglio filiale di arcene cod iban it19k 08899 52540 000000200753

[close]

Comments

no comments yet