Via Crucis chiesa S.Gregorio Castionetto di Chiuro

 

Embed or link this publication

Description

opera realizata dall'AVI di Chiuro

Popular Pages


p. 1

a ssociazione v altellina i ntagliatori e intarsiatori patrocinata dal comune di chiuro via crucis chiesa di san gregorio sec xv xvi in castionetto di chiuro so realizzatori dell opera bettini rosangela colombera luigi de buglio primo facetti bruno flammia saverio folini renato fortini dario galli giovanni mascarini diego meazza gabriele pellegrini giovanni pusterla corrado scamozzi carla scarafoni renato taloni martino maestro collaboratore fanchi andrea

[close]

p. 2

benedizione via crucis chiesa di san gregorio parrocchia di san bartolomeo ­ castionetto di chiuro venerdì 22 marzo 2013 ore 20.30 inizio celebrazione canto iniziale padre perdona tradizione popolare rit signore ascolta padre perdona fa che vediamo il tuo amore a te guardiamo redentore nostro da te speriamo giorni di salvezza fa che troviamo grazia di perdono rit ti confessiamo ogni nostra colpa riconosciamo ogni nostro errore e ti preghiamo dona il tuo perdono rit o buon pastore tu che dai la vita parola certa roccia che non muta perdona ancora con pietà infinita rit breve saluto del celebrante preghiera di colletta

[close]

p. 3

canto al vangelo miserere antonio lotti 1666-1740 miserere mei deus secundum magnam misericordiam tuam et secundum multitudinem miserationum tuarum dele iniquitatem meam pietà di me o dio secondo la tua grande misericordia e secondo l abbondanza della tua compassione cancella la mia colpa omelia rito di benedizione ­ canto vexilla regis giulio bas 1874-1929 vexilla regis prodeunt fulget crucis mysterium quo carne carnis conditor suspensus est patibulo amen i vessilli del re avanzano mentre risplende il mistero della croce mentre la carne che è stata annunziata è sospesa sul patibolo amen benedizione della via crucis preghiera del celebrante benedizione conclusiva ­ canto finale adoramus te christe giovanni battista martini 1706-1784 adoramus te christe et benedicimus tibi quia per sanctam crucem tuam redemisti mundum ti adoriamo o cristo e ti benediciamo perché con la tua santa croce hai redento il mondo breve commento tecnico a cura di giorgio baruta

[close]

p. 4

la condanna gesu e flagellato e condannato a morte la croce gesu e caricato della croce gesu cade per la prima v0lta prima caduta la madre gesu incontra sua madre

[close]

p. 5

il cireneo gesu e aiutato a portare la croce da simone di cirene la veronica santa veronica asciuga il volto di gesu seconda caduta gesu cade per la seconda volta gesu ammonisce le donne di gerusalemme le donne

[close]

p. 6

terza caduta gesu cade per la terza volta spogliato gesu e spogliato delle vesti la crocefissione gesu e inchiodato alla croce gesu muore in croce in croce

[close]

p. 7

xiii la deposizione il corpo di gesu e deposto nel sepolcro xiv nel sepolcro gesu e deposto dalla croce i quattordici bassorilievi intagliati su legno di noce sono stati benedetti da don attilio bianchi parroco della chiesa di san bartolomeo in chiuro l opera è stata commissionata all avi alla fine dell anno 2011 dal compianto parroco don giuseppe pozzi e dal fabbriciere valerio della valle giorgio baruta ha svolto il commento tecnico delle icone il sindaco tiziano maffezzini ha trasmesso agli artisti il ringraziamento dei cittadini di chiuro.

[close]

p. 8

chiesa di s gregorio via crucis opera dell associazione valtellina intagliatori la chiesa di s gregorio di antica origine fu edificata ad oriente della contrada granda del paese di castiglione di sopra oggi castionetto sul campanile vi era una campana fusa nel 1510 in baviera che è ora su quello della chiesa di s.gaetano in dalico un altro fatto che esprime il significato di luogo di culto e collettivo per la comunità fu la votazione avvenuta sul sagrato della chiesa per l elezione del rettore e cappellano della chiesa di s.bartolomeo il 28 agosto 1530 fu eletto il sacerdote simone moreschino di chiuro dopo l erezione della parrocchia di s bartolomeo avvenuta nel 1629 la chiesa di s gregorio verrà utilizzata saltuariamente fu ampliata negli anni sessanta del secolo scorso le opere di restauro effettuate nel 2011 sollecitate dal compianto parroco don giuseppe pozzi stimolarono il desiderio di arricchire la chiesa di una via crucis da collocare sulle pareti dell aula fu rivolto l invito all associazione valtellina intagliatori di chiuro il riscontro fu unanime e gli abili intagliatori diedero vita ad uno studio iconografico alla valutazione dell essenza lignea idonea e di seguito si istituì il gruppo di lavoro esemplare è il risultato l opera fedele al realismo figurativo emana una vivida forza nel segno la materia scavata conserva morbidezza e rende facilmente percepibile il testo sacro dalla metà del xv secolo si guardò con attenzione al dramma della passione di cristo con intenti didattico-educativi nell ultimo decennio del xv secolo l ordine monastico francescano degli osservanti vantava apprezzati predicatori che raggiunsero anche le nostre comunità il beato comasco michele da carcano così si esprimeva sermones quadragesimales fratis michael de mediolano de decem praeceptis venezia 1492 bisogna sapere che le immagini furono introdotte nell uso come stimolo di una durezza che riguarda anche la vita affettiva gli uomini che non vengono spinti alla devozione dai semplici discorsi circa le realtà sante possono essere toccati nel cuore quando vedono quelle stesse realtà rendersi quasi presenti mediante le raffigurazioni per attivare il nostro affetto devoto non c è possibilità più grande ciò che si vede vale assai più di quanto si ascolta le espressioni artistiche disseminate sul territorio di valtellina e valchiavenna si rivelano mediante l iconografia e la devozione nella scultura lignea e raggiungono l apice nell epoca rinascimentale con la produzione delle grandi macchine d altare ove i soggetti rappresentati sono quelli relativi all umanità di cristo e il mistero della passione e morte straffi sono da ricordare i compianti di caspano e bormio le immago pietatis e i crocifissi con la controriforma si tenterà di mettere un freno al dilagare del protestantesimo d oltralpe le alpi divennero un baluardo geografico emblematico per la costruzione di santuari mariani le prealpi per i sacri monti nei secoli successivi la via crucis si diffonde lungo tracciati espressi nella costruzione di cappelle entro le quali vengono dipinte le stazioni ricordiamo quella di dubino nella chiesa della madonna della cintura quella di roncaglia di civo nella chiesa di san giacomo e quella di traona lungo la strada che portava alla chiesa conventuale francescana all interno delle chiese la via crucis trova posto lungo le pareti dell aula la materia espressiva è la pittura ad olio su tela le incisioni e successivamente le stampe policrome apprezzata è la via crucis commissionata a pietro ligari nel 1751 per la chiesa dei santi giacomo e filippo di chiesa in valmalenco il ligari ne dipinse solo due prima di morire l incarico fu poi portato a termine dal figlio cesare in collaborazione con la sorella vittoria giorgio baruta

[close]

Comments

no comments yet