Confcommercio informa marzo 2013

 

Embed or link this publication

Description

CONFCOMMERCIO NAPOLI - Io chiudo: Chiude la mia isola

Popular Pages


p. 1

provincia di napoli marzo 2013 mensile della confcommercio napoli distribuzione gratuita provincia di napoli io chiudo chiude la mia isola fisco burocrazia credito

[close]

p. 2

tesseramento 2013 provincia di napoli un nuovo anno insieme per la difesa e lo sviluppo delle imprese italiane nel 2013 lavoreremo ancora di più per aumentare la fiducia nelle nostre imprese litalia che non si ferma si muove con noi 4 norme più flessibili nella riforma del lavoro 4 4 4 4 più cultura della legalità e della sicurezza contro abusivismo e contraffazione meno burocrazia e costi dello stato maggiore assistenza delle banche a fianco delle imprese valorizzazione delleconomia dei servizi e del terziario rinnova subito la tua adesione e ritira la tessera confcommercio 2013 potrai in tal modo usufruire di tutte le convenzioni ed i servizi riservati agli associati direttore editoriale pietro russo direttore responsabile giovanni lucianelli provincia di napoli marzo 2012 iscr al reg stampa del tribunale di napoli n 70 del 22/11/2012 comitato di direzione vincenzo mosella coordinamento gaetano coppola massimo petrone vincenzo addati roberto de laurentiis mariolina formisano hanno collaborato vincenzo cascella tiberio sauro eugenio michelino leonardo ventura mauro pantano ulderico carraturo costanzo iaccarino giuseppe porcelli ciro russo vincenzo cozzolino angelo rossi monica vitale ufficio studi gennaro di palma guido borriello claudio burani marco cantarella vincenzo cordaro luigi di raffaele service editoriale progetto e stampa aleliographic art director clemente falanga realizzazione basilio puoti società editrice c.a.t napoli partenope s.c a r.l piazza s dacquisto n 32 80134 napoli

[close]

p. 3

editoriale del presidente provincia di napoli p.zza carità 32 napoli lunedì giovedì dalle 9.00 13,30 e 14,00 17,30 venerdì 9.00 13,30 tel 081.79 79 111 fax 081.5515019 email napoli@confcommercio.it www.confcommercioinforma.it uffici confcommercio di napoli n esame del territorio di napoli e della sua provincia offre un quadro doloroso se non addirittura sconfortante in questa area più che in altre realtà per i problemi atavici irrisolti si sono sentiti gli effetti della crisi economica e di sistema che hanno interessato l italia l unica vera realtà produttiva dell intera area metropo litana e provinciale ovvero il terziario composto da tantissime piccole e medie imprese spesso a carattere familiare è ridotta allo stremo colpita dalla contrazione dei consumi dall elevata pressione fiscale dalle difficoltà nell accesso al credito e da costi insostenibili di gestione tra cui il caro fitti napoli e la sua provincia sono una bomba sociale che può scoppiare da un momento all altro È indispensabile che la questione diventi un punto fermo dell agenda di governo ma l ingorgo che si è venuto a creare con il concomitante rinnovo dei principali organi costitu zionali e la scarsa fiducia nell attuale classe politica italiana fanno temere una nuova fase di ingovernabilità del paese in questo contesto si avverte ancora di più l esigenza di un punto di riferimento certo sul piano istituzionale il presidente della repubblica giorgio napolitano rappresenta l unica personalità dotata di serietà espe rienza lungimiranza e profondo senso dello stato in grado di salvaguardare il sistema paese e realtà in difficoltà come quella napoletana solo dal quirinale può arrivare il giusto segnale che dia il via ad una politica nazionale e regionale che guardi con maggiore attenzione al territorio della provincia napoletana un ruolo che sono sicuro il presidente napolitano potrà ricoprire grazie alla sua autorevolezza anche alla scadenza del mandato u soltanto dal quirinale può arrivare il giusto segnale sommario marzo 2013 6 7 8 9 10 12 13 14 15 16 la ztl è dannosa per leconomia di napoli 4 napoli con la ztl si muore rivenditori rinnovato laccordo con la siae confcommercio in campo con i cofidi per sostenere le pmi valorevero un bollino di qualità cortesia e legalità una piattaforma web per commercianti e imprenditori la cura per la crisi il comune unico pasqua a forio d ischia tra sacro e profano il ticket-bus affossa l economia tra obblighi e sanzioni quale futuro per la libera professione tra contraddizioni e inefficienze del comune più contrattazione collettiva e minor pressione fiscale ritroviamo lunità a difesa del lavoro troppe regole per il pagamento dei costi di trasporto 50&più al servizio degli over formare gli esperti la missione dellebtc 17 18 19 20 22 presidente confcommercio imprese per litalia della provincia di napoli foto di copertina g.giorgio confcommercioinforma napoli 3

[close]

p. 4

attualitÀ commercio la ztl è dannosa per leconomia di napoli di davide mattei il vicepresidente vicario petrone punta il dito contro i provvedimenti del comune e chiede una mobilità alternativa l massimo petrone vicepresidente vicario di confcommercio imprese per l italia della provincia di napoli i l problema mobilità si riflette in maniera drammatica sulleco nomia di napoli nelle aree in teressate dai provvedimenti dellamministrazione comunale a partire dalle zone a traffico limitato infatti si è assistito in questi mesi ad evidenti cali del fatturato degli eser centi nel luglio scorso abbiamo avuto un incontro con lassessore alla mobilità del comune di napoli anna donati spiega massimo petrone vicepresidente vicario di confcom mercio della provincia di napoli im prese per litalia alla quale abbiamo spiegato che le chiusure al traffico sono dannose in mancanza di una politica in grado di offrire una mobilità alternativa ai cittadini non siamo stati ascoltati e i risultati sono sotto gli occhi di tutti a cominciare dal lungomare il bloc co del traffico sottolinea petrone ha senso solamente da piazza vittoria allhotel excelsior il resto del confcommercioinforma napoli lungomare più che liberato è dispe rato ed è diventato il luogo dove ad essere valorizzata non è la bellezza di napoli ma labusivismo e la con traffazione dallartigianato cingalese o somalo alla vendita di calzini o foulards falsificati a pochi metri di distanza sulla riviera di chiaia il traffico è congestionato in poche parole questi provvedimenti stanno distruggendo il commercio autorizzato e premiando labusivismo e non mi riferisco solamente alle ban carelle basti vedere quanti parcheg giatori abusivi esercitano illegalmente nelle strade adiacenti alle ztl dal lun gomare al centro storico il caso della ztl di via epomeo è eloquente secon do il vicepresidente vicario di con fcommercio il provvedimento ha pre so il via il 19 novembre scorso poco più di un mese prima di natale il calo degli incassi è stato vertiginoso in un momento dellanno fondamen tale per leconomia aggiunge pe trone e ha toccato anche il -70 mettendo in ginocchio unimportante arteria commerciale la città si può paragonare alla circo lazione cardiaca se vai a chiudere delle coronarie rischi linfarto e infatti i cittadini preferiscono spendere al trove nei grandi centri commerciali nella provincia di napoli e di caserta possono arrivarci tranquillamente in auto e il parcheggio è gratis inutile dire che tutto ciò genera effetti disa strosi sui negozi di quartiere e di conseguenza sulleconomia della città chi deve venire a napoli è spa ventato perché vede una città chiu sa credo sia stato lanciato un mes saggio sbagliato non a caso confcommercio ha deciso di chiede re alla regione campania di antici pare linizio dei saldi se non è que sto un segnale di crisi non vedo cosa possa esserlo spiega ancora pe trone la verità è che lamministrazione comunale pensa solamente a fare proclami piuttosto che proposte concrete e invece di sostenere lo sviluppo si è fatto in modo di affos sarlo definitivamente più volte ab biamo evidenziato la necessità di una maggiore concertazione con le associazioni di categoria che hanno il polso della situazione ascoltare il territorio dovrebbe essere la prima cosa da fare quando si pensa a prov vedimenti che incidono così tanto marzo 2013 4

[close]

p. 5

attualitÀ tutti contro le ztl i commercianti sono pronti allagitazione sulla cittadinanza purtroppo alcune promesse fatte non sono poi state mantenute un esempio lampante si è avuto a natale il comune ci ha prima chie sto quali strade in quanto vie dello shopping andassero abbellite con le luminarie natalizie e poi ha stra volto lelenco modificando in ma niera unilaterale la collocazione delle stesse tagliando fuori intere zone della città che sono rimaste al buio e generando una ulteriore depres sione commerciale la situazione con il passare dei giorni si fa sempre più drammatica a gennaio sono addirittura rimasti fermi gli autobus per mancanza di carburante credo che in nessuna città del mondo si sia mai verificata un qualcosa del genere conclude il vicepresidente vicario di confcommercio napoli non solo ma a questo dobbiamo aggiungere la mancanza di manu tenzione dei mezzi un organico utilizzato solo in parte il mancato pagamento delle assicurazioni e altro ancora certo la situazione economica è difficile ma non sono state adottate delle misure incisive per fronteggiare la crisi a crisi morde sempre di più e i provvedimenti dellamministrazione comunale di napoli in materia di viabilità hanno suscitato le proteste dei commercianti delle zone interes sate sul banco degli imputati sono finite le zone a traffico limitato che secondo gli esercenti hanno avuto un impatto disastroso sull economia del territorio e latteggiamento poco aperto al dialogo mostrato dal comune e cè chi come rosario ferrara presidente del centro commercia le toledo spirito santo si dice pronto a proclamare lo stato di agitazione le imprese e le bot teghe del centro stanno soffrendo la crisi ma anche la mancanza di clientela e in particolar modo di quella proveniente dalla provincia dice ferrara abbiamo chiesto invano al comune l apertura par ziale della corsia preferenziale di piazza dante una modifica che coinvolgerebbe solo cento metri di strada ma che consentirebbe lo snellimento del traffico nelle vie limitrofe e una maggiore possibilità di accesso nella city intanto lo l scorso 19 febbraio è scaduto il provvedimento di sperimentazione della ztl di via epomeo dove sono presenti 700 aziende con circa 2.000 addetti una sperimenta zione che il presidente confcom mercio della provincia di napoli pietro russo non esita a definire estremamente negativa e contro producente sia sul piano della viabilità che su quello del fatturato degli esercizi commerciali ubicati nellarea che ha gettato nel caos lintera area ciò dimostra come i provvedimenti improvvisi e privi di propedeutici interventi strutturali ed organizzativi non producano effetti benefici aggiunge chie diamo allamministrazione di abo lire la ztl di soccavo e siamo di sponibili a pianificare un efficace piano di interventi sulla questione interviene giovan ni adelfi presidente del centro commerciale epomeo che parla del progetto di riqualificazione urbana promosso insieme ad alcuni qualificati studi di progetta zione e volto alla realizzazione di un vero hub commerciale che diverrà il motore propulsivo del lintera municipalità confcommercioinforma napoli 5

[close]

p. 6

attualitÀ ambiente napoli con la ztl si muore uella che potrebbe sembrare una provo cazione è purtroppo linspiegabile condizione che vive una moltitudine di operatori economici impegnati nelle aree interessate dai provvedi menti di limitazione al traffico pro mossi a napoli ladozione dello strumento della ztl è stata una delle principali azioni dellamministrazio ne de magistris che allindomani del suo insediamento ha immediata mente avviato una convinta capillare ossessiva e a tratti sorprendente attività mirata allimpedimento della libera circolazione della mobilità pri vata sul territorio cittadino unazione che si è prima concretizzata con lattivazione della ztl del centro antico unarea di una vastità tale da essere definita come la più grande deuropa per poi sublimarsi nella realizzazione della ztl del mare un provvedimento nato come straordi nario sullemergenza dettata dalle vento mediatico/sportivo ma che finisce con lessere caparbiamente stabilizzato la ztl è un moderno strumento urbanistico previsto dal codice della strada con lo scopo di proteggere e valorizzare le aree di particolare inte resse dei centri urbani aree coinci denti generalmente con il centro sto rico dove luoghi di turismo centri commerciali naturali di forte appeal o aree amministrative e direzionali creano potenti flussi attrattivi come scelta urbanistica è una soluzione che consente di esaltare la fruizione dellofferta contenuta nellarea indivi duata ma affinché ciò avvenga è opportuno che siano rispettate alcu ne indispensabili regole di equilibrio e di misura nelluso degli ingredienti fondamentali che sono un efficiente trasporto pubblico una potenzialità q attrattiva omogenea dellarea ed una utilizzabile offerta di sosta per la mobilità privata È evidente che se lazione dellam ministrazione de magistris ha puntato fin da subito tutto sul capitolo viabilità e sulluso massiccio dello strumento della ztl mancando i risultati sperati vorrà dire che si sono verificati dei problemi nellapplicazione di questi provvedimenti e che è ormai eviden te la necessità di modularne le carat teristiche probabilmente ha talvolta prevalso la volontà di fare qualcosa piuttosto che quella di fare la cosa migliore cè la sensazione che sia nel caso della ztl del centro storico che in quello della ztl del mare si sia proceduto anteponendo agli equi libri economici e di vivibilità della città forzature ideologiche esigenze di visibilità mediatica e suggestioni spregiudicate condite con un nostal gico piglio sessantottino quello della ztl del centro antico è un progetto già conosciuto in passato timida mente proposto che sonnecchiava in un cassetto di non ricordo più quanti assessori fa ormai inadeguato per le trasformazioni sociali ed eco nomiche subite dalla città ma tirato fuori e concretizzato con fare dirigista e lassoluta convinzione che la città doveva adeguarsi al progetto e non viceversa e cioè che è il progetto a dover essere adeguato alla città singolare dinamica è stata vissuta anche con la ztl del mare dovè stata effettuata una scelta improvvi sata di alto valore simbolico talvolta con grande imbarazzo per gli stessi tecnici anche in questo caso la città ha dovuto subire improbabili soluzioni di viabilità prive di qualsiasi progettualità e di attente simulazioni ed è stata costretta ad ingoiare len nesima emergenza per assecondare un capriccio del sindaco confuso di vincenzo cascella presidente associazione autorimesse e autoriparatori della provincia di napoli come una folgorante intuizione urba nistica la mia posizione sindacale è parti colarmente sensibile allargomento il sindacato rappresentato opera ven dendo servizi alla mobilità privata dinanzi ad unamministrazione che adotta dei provvedimenti volti a limi tare la mobilità privata ci verrebbe da dire che essa stia lavorando con tro di noi ovviamente questo non corrisponde alla realtà anche se può sembrarlo o peggio rischia di diventarlo il lavoro che come sindacato stiamo facen do da mesi con numerose riunioni tecniche e la paziente mediazione degli uffici dellassessorato è appun to finalizzato a scongiurare questo rischio attraverso una serena ma serrata opera di confronto collabora tivo che è nostra intenzione portare avanti al di là delle critiche mosse sulla dimensione della ztl del centro storico o sullimprovvisazione messa in campo rispetto alla ztl del mare stiamo lavorando per tentare di lima re una parte di quelle criticità prodotti da provvedimenti del genere che mentre in altre città producono ric chezza applicati a napoli rischiano di generare solo desertificazione e sofferenze economiche marzo 2013 6 confcommercioinforma napoli

[close]

p. 7

naldi rieletto presidente salvatore naldi è stato con fermato per il secondo man dato consecutivo alla guida di federalberghi napoli la ca tegoria ha così dato un segnale di coesione e continuità per il rilancio del settore solo utilizzando le grandi potenzialità che la città offre potremo finalmente riportare a napoli il grande turismo ancra confcommercio rivenditori rinnovato laccordo con la siae rinnovato laccordo con la siae per il pagamento dei diritti dautore per lutilizzo del repertorio musicale nei negozi lo comunica lancra confcommercio lassociazione dei rivenditori di radio tv elettrodomestici dischi e affini nelloccasione si è provveduto alladeguamento dei compensi in base alle variazioni dellindice istat del costo della vita tuttavia sebbene laumento fosse del 3,1 a cui andava aggiunto il residuo degli anni precedenti 1,4 per un totale di 4,5 punti percentuali tenuto conto del perdurare della grave crisi economica si è deciso di limitare laumento dei compensi al solo 1,5 accantonando la differenza di 3 punti percentuali per le prossime revisioni annuali nel nuovo accordo è stata mantenuta esclusiva mente per gli associati ancra confcommercio la clausola che prevede per le brevi utilizzazioni occasionali degli apparecchi al solo scopo di dare dimostrazione di funzionalità degli stessi al cliente nonché per laccensione degli apparecchi televisivi anche se continuativa in caso di riproduzione delle sole immagini video non viene eccezionalmente richiesto il pagamento del diritto dautore inoltre al fine di usufruire per lanno in corso delle condizioni previste dallaccordo siae-ancra le imprese dovranno esibire alle filiali della siae una dichiarazione rilasciata dalla sede provinciale della confcommercio da cui risulti che lazienda è regolarmente associata.

[close]

p. 8

attualitÀ credito confcommercio in campo con i cofidi per sostenere le pmi onfcommercio ha pro mosso una giornata di mobilitazione centrando tra i temi principali lac cesso al credito per le piccole e medie imprese È noto ed evidente che sullargomento in tanti hanno strombazzato di tutto e di più il governo nazionale richiamando le banche le banche invocando la bce che elargendo nuvole di miliardi alla fine della fiera salvavano forse ban che e governi in nome del rigore e della stabilità le pmi italiane ancora una volta sono state chiamate a cavarsela da sole magari accollan dosi anche un centinaio di miliardi di euro di mancato pagamento dalla pubblica amministrazione oggi sem pre più imprese falliscono sempre più imprenditori si suicidano oppure finiscono nelle fauci degli usurai ciononostante non ci arrendiamo allidea di chi continua ad affermare che la via della ripresa debba passare necessariamente per questa vergo gna la situazione esige serie ed immediate riflessioni la politica creditizia regionale per sostenere le imprese nellaccesso al credito si è limitata sostanzialmente al progetto jeremie e cioè a fondi bei e della regione campania affi dati attraverso una gara ad unicredit nonostante limpegno di una grande banca il progetto non ha prodotto i risultati sperati impastoiato con i suoi 135 milioni di euro in imbuti burocratici e procedurali cè da chiedersi non era più sem plice affidare queste risorse ai cofidi che grazie al coefficiente moltiplica tore mediamente pari a 20 avreb c componente consiglio direttivo confcommercio imprese per litalia della provincia di napoli bero ordinariamente e da subito ga rantito alle imprese finanziamenti per circa 3 miliardi di euro tutte le organizzazioni sindacali de vono incalzare e tener vivo linteresse sullargomento è qui che si misura il vero grado di sensibilità e di rappresentatività confcommercio imprese per litalia della provincia di napoli ha in questi anni sostenuto e incoraggiato varie iniziative concrete con co.na.ga cooperativa di garanzia dei crediti a commercianti ed operatori turistici e ga.fi sud garanzia fidi in coga ranzia e banca popolare di ancona in due abbiamo anni realizzato il progetto campania 1 e il progetto campania 2 che dal 2010 al 2012 hanno immesso sul territorio 50 50 milioni di euro per un totale di 100 milioni di euro a condizioni interessanti assumendo rischi che per noi i cofidi sono mission mentre per le banche sono solo tabù con fcommercio e la camera di commer cio di napoli che è la sola erogatrice di fondi ai cofidi di napoli e provincia insieme con co.na.ga stanno discu tendo sulla creazione di un progetto di rete da realizzarsi tra i cofidi in modo da organizzare e operare strut turalmente e capillarmente sui territori di riferimento sullargomento è in programma un convegno che si svolgerà presso la camera di com mercio di napoli di tiberio sauro lettera al direttore divieto d accesso al credito per le pmi da parte delle banche caro direttore laccesso al credito in italia sta ormai di ventando il problema principale per le pic cole e medie imprese i costi da pagare alle banche per ogni minimo servizio sono infatti diventati eccessivi con il vecchio sistema dellaffidamento lazienda pagava linteresse sullutilizzo e le commissioni di massimo scoperto che andavano ad inci dere sulla massima esposizione trimestrale con il decreto legge 223/06 lo stato ha dichiarato illegali tali commissioni gli istituti bancari e la loro organizzazione di rappresen tanza si attivarono subito introducendo una commissione di disponibilità che il cliente paga in relazione allaffidamento concesso sempre in base alle garanzie offerte dal cliente e solo perché la banca concede tale opportunità e una commissione relativa allistruttoria veloce che con cadenza gior naliera si paga oltre la disponibilità del fido concesso oppure sui conti che risultano essere scoperti per valuta il decreto legge 223/06 è stato quindi aggirato e sostanzialmente non applicato tale prassi impoverisce sempre più centi naia di migliaia di aziende mentre è fonte di arricchimento per gli istituti di credito a questo occorre aggiungere lassenza delle istituzioni che non danno più vita a provvedimenti in grado di prevenire il rischio usura sono convinto che è necessario incrementare i fondi a favore dei consorzi per la garanzia dei fidi riservati alle pmi angelo rossi napoli 8 confcommercioinforma napoli marzo 2013

[close]

p. 9

attualitÀ borgo orefici valorevero un bollino di qualità cortesia e legalità accordo tra il consorzio napoletano e federconsumatori a garanzia dei clienti alorevero il gioiello ga rantito il consorzio borgo orefici e federconsumatori campania siglano un protocollo dintesa a tutela dei consumatori ed a garanzia dei prodotti venduti ventiquattro le aziende aderenti al progetto il primo del genere in italia che si tradurrà in un controllo capillare dellintera filiera produttiva del prezioso dalla realiz zazione alla vendita fino alla garanzia per il consumatore a firmare il patto alla presenza del presidente nazionale di federconsu matori rosario trefiletti sono stati il presidente di federconsumatori campania rosario stornaiuolo e il presidente del consorzio borgo orefici roberto de laurentiis membro del collegio dei probiviri di federpreziosi confcommercio il progetto valorevero afferma stor naiuolo è anche un modo per con trastare la criminalità organizzata spesso infatti chi produce prodotti falsi è legato a doppio filo alla criminalità all incontro ha partecipato anche il capitano dei carabinieri stefano tosi in rappresentanza del comandante provinciale di napoli dell arma col marco menicucci federconsumatori si è impegnata nella formazione della carta dei ser vizi un documento in cui sono de scritti finalità modi criteri e strutture attraverso cui i servizi vengono attuati nonché diritti e doveri modalità e tempi di partecipazione procedure di controllo che lutente ha a sua disposizione la carta è lo strumento fondamentale con cui attuare il prin v di monica vitale da sinistra roberto de laurentiis rosario trefiletti rosario stornaiulo e il capitano dei carabinieri stefano tosi cipio di trasparenza il protocollo offre loccasione ai soggetti impegnati in azioni socialmente responsabili di far conoscere e valorizzare le proprie iniziative spiega il presidente de laurentiis gli esempi concreti di comportamenti virtuosi possono diventare fonte di apprendimento ed emulazione per altri imprenditori puntiamo poi a garantire la chiarezza e la correttezza degli strumenti contrattuali utilizzati nei rapporti con i consumatori non ché la qualità del servizio prestato la carta impegna le imprese a sor vegliare il mercato affinché vengano commercializzati solo prodotti sicuri prevenire la contraffazione accogliere i clienti con cortesia e professionalità controllare la filiera commerciale tutelare i diritti dei lavoratori e lam biente promuovere campagne anti racket operare nel rispetto della quie te del decoro e delligiene urbana si tratta di obiettivi ambiziosi che potranno essere raggiunti solo con un lavoro di squadra con limpegno cioè di tutti gli operatori secondo la logica che ha portato alla nascita e allaffermazione del consorzio antico borgo orefici aggiunge il presidente dal canto suo federconsumatori stimolerà lavvicinamento allarte orafa dei giovani che potranno formarsi presso la scuola del consorzio nel palazzo la bulla puntando alla valorizzazione del borgo orefici che potrà diventare uno dei maggiori attrattori turistici di napoli laccordo ha già dato i primi frutti sono arrivati riscontri positivi da parte dei clienti che assicura de laurentiis hanno espresso grande apprezzamento per un progetto che garantisce ogni prodotto uscito dal negozio un progetto che in futuro potrà essere esteso a tutto il territorio italiano confcommercioinforma napoli 9

[close]

p. 10

attualitÀ procida una piattaforma web per commercianti e imprenditori sullisola è nato il movimento spontaneo di aziende rete imprese per procida il presidente michelino abbiamo deciso di attivare una piattaforma aperta ad imprenditori e negozianti di qualsiasi sigla sindacale affinché possano portare sul tavolo della politica delle proposte concrete e operative di davide mattei na piattaforma sul web per dare la possibilità a commercianti e im prenditori di confrontarsi e lanciare proposte online È lidea di ascom procida guidata dal presidente eugenio mi chelino a causa delle liberalizza zioni spiega michelino gli eser centi sono praticamente costretti a rimanere aperti dalle 8 alle 20 sette giorni su sette per cui hanno difficoltà a partecipare alle riunioni da qui lidea di incontrarsi sul web sullisola è nato così un movimento spontaneo di imprese denominato rete imprese per procida abbia mo seguito lesempio della con fcommercio nazionale aggiunge il presidente la nostra intenzione è quella di mettere in moto come amo ripetere i cervelli degli imprenditori e di una politica che si dimostra cieca che non ci ascolta e non af fronta le difficoltà delle imprese ab biamo per questo deciso di attivare una piattaforma aperta ad imprendi tori e negozianti di qualsiasi sigla sindacale affinché possano portare sul tavolo della politica delle proposte concrete e operative lobiettivo è rilanciare leconomia dellisola e più in generale quella della campania u procida prosegue michelino è in gran parte rappresentata da im prese legate al mare che sono an cora oggi troppo poco considerate cè poi il problema dei trasporti ma rittimi laumento dei costi è un vero dramma già sette anni fa ipotizzammo una situazione critica ad una singola famiglia infatti servono più di 100 euro per raggiungere lisola la soluzione è una sola quella di unirsi collaborare e tirare fuori un eugenio michelino presidente ascom procida documento congiunto di strategie per ripristinare una certa qualità di vita servono secondo il presidente michelino nuovi modelli per superare la crisi stiamo battendo tante stra de diverse sostiene il presidente 10 confcommercioinforma napoli marzo 2013

[close]

p. 11

at tualit À cè unintensa collaborazione con le banche oggi le difficoltà sono tre mende sempre più aziende sono in una situazione di default e non hanno più ossigeno per questo stiamo cercando nuove sinergie anche con i cofidi di recente nel corso di una riunione svoltasi presso il ristorante mimante alla presenza di numerosi imprendi tori cè stata la consegna simbolica delle chiavi delle attività commerciali al comune rete imprese per pro cida ha poi selezionato un ristretto gruppo di lavoro per iniziare ad af frontare alcune delle questioni emerse nel corso degli incontri si procederà con lanalisi di alcune tariffe ed impo ste locali per cercare di giungere ad una serie di proposte ed iniziative che abbiano lobiettivo di proporre ridu zioni risparmi di spesa collaborazioni nel segno dellefficienza trasparenza ed economicità della gestione delle utenze dei servizi alle imprese spiega ancora michelino che pensa alla programmazione di attività collettive e che possano dare slancio ad un insieme di occasioni turistiche per lisola di procida tanto nellimmediato quanto a lungo termine infine siamo convinti che qualunque ipotesi di rilancio e di sviluppo debba essere programmata per tempo lap prossimazione e la mancanza di pro grammazione non solo non procura no occasioni di lavoro ma finiscono con il diventare un elemento negativo dispersivo e demotivante presidente pietro russo vice presidente vicario massimo petrone vice presidente ammin gaetano coppola giunta vincenzo addati roberto de laurentiis mariolina formisano pasquale gentile vincenzo mosella francesco parisi aniello reccia andrea ruggiero pasquale russo direttivo giovanni allinoro marco bottiglieri arianna cavallo vincenzo cozzolino maurizio crispino pasquale cutolo carmine dalessandro luigi de luca giulio esposito mario esposito giuseppe giancristofaro antonino iaccarino michele landolfo giovan giuseppe lanfreschi filomena martino giuseppe massa domenico migliaccio francesco minopoli giovanni nocerino giovanni perrella tiberio sauro antonella suarez salvatore trinchillo pasquale ugliano collegio dei revisori dei conti marilena nasti presidente vincenzo orefice gaetano piscuoglio gennaro duraccio supplente carmine ferrara supplente collegio dei probiviri massimiliano setaro presidente mario avino egidio paolucci manuela galietti supplente giovanna incarnato supplente confcommercioinforma napoli 11

[close]

p. 12

turismo isola d ischia la cura per la crisi il comune unico confcommercio in prima linea per un cambiamento epocale schia è pronta per la rinascita il cambiamento epocale passa necessariamente per il rilancio del settore com merciale-ricettivo ne sono convinti i rappresentanti delle ascom ischitane e di federalberghi che intendono farsi promotori di alcune iniziative volte ad assicurare allisola verde la vetrina internazionale che merita per tradizione storia e cultura si parte con un progetto di promo zione e valorizzazione delle eccel i di leonardo ventura dellisola per programmare una serie di strategie e di interventi volti ad affrontare le difficoltà che attanaglia no i commercianti per uscire defini tivamente dallattuale crisi economi ca parola dordine sinergia oltre alleducational tour con i gior nalisti russi i rappresentanti delle ascom di ischia hanno in cantiere unaltra iniziativa quella che punta a dividere lisola in mappe dello shopping quello di qualità per in tenderci che sul nostro territorio è ancora presente ed è allavan guardia affer mano in coro i commercianti unidea piena mente condivisa da tutti i colleghi dei sei comuni dellisola e che potrebbe mo stra re lisola verde sotto una veste scono sciuta ai più tutto questo in attesa del co mune unico che per i rappresen tanti dei commercianti è lunica soluzione o almeno unottima me dicina per stimolare la ripresa eco nomica dellisola una politica sle gata divisa che vede sei amministrazioni comunali su un territorio di appena 46,3 kmq è per le ascom isolane anacronistica e dannosa per il territorio il tema è tornato dattualità dopo il sì del consiglio provinciale che allunanimità si è espresso a favore della proposta di legge regionale di istituzione del comune unico dellisola dischia al posto dei sei attuali forio barano lacco ameno casamicciola serrara fon tana ed ischia il parere era stato chiesto dal presi dente della prima commissione per manente affari istituzionali del con siglio regionale della campania in base a quanto previsto dallart 8 della legge regionale 29 ottobre 1974 n 54 anche questa volta ci sarà il coinvolgimento delle popola zioni interessate attraverso un refe rendum per la cui validità non è previsto alcun quorum a differenza di quanto avvenne a giugno del 2001 quando non fu raggiunto il quorum necessario 50 1 ovvero la maggioranza assoluta degli elet tori avendo votato solo il 24,48 dei votanti per i presidenti delle ascom i van taggi del comune unico sarebbero innegabili dal maggiore peso della classe politica locale che rappre senterebbe oltre 62 mila abitanti nei confronti delle istituzioni della terraferma alla riduzione consistente dei costi della politica le priorità per le ascom sono la sanità il traffico i trasporti terrestri e marittimi la depurazione delle acque nonché una politica di incen tivi per le imprese al fine di favorire nuove assunzioni e porre un freno al crescente fenomeno dellemigra zione dallisola marzo 2013 lenze isolane che si svilupperà attra verso un educational tour rivolto ai rappresentanti della stampa russa tra gli ideatori dellidea ci sono i presidenti delle locali ascom pietro russo forio marco bottiglieri ischia lucio dorta casamiccio la vincenzo morgera lacco ameno e ermando mennella fe deralberghi ischia obiettivo met tere in campo tutte le forze sane 12 confcommercioinforma napoli

[close]

p. 13

turismo tradizione e cultura pasqua a forio d ischia tra sacro e profano di basilio puoti a marzo il 29 actus tragicus il 30 musica ed enogastronomia il 31 corsa dell angelo lisola riscoperta da allora ne è pas sata di acqua sotto i ponti ma ischia con le sue bellezze naturalistiche è ancora là quasi immutabile nel tempo unisola tutta da vivere negli ultimi anni cè stata una importante opera di rivaluta zione del patrimonio storico ed agricolo grazie alliniziativa di singoli imprenditori commercianti as sociazioni fioccano le iniziative so ciali e culturali volte a promuovere l identità isolana e a migliorarne l attrattiva turistica uno degli eventi più suggestivi e tradizionali è la corsa dellangelo che si svolge a pasqua a forio fin dal lontano 1618 ad organizzare questa speciale processione in pro gramma il 31 marzo dalle 9,00 è larciconfraternita di sana maria visitapoveri È una sacra rappre sentazione che riproduce il momen to dellincontro della madonna con il figlio risorto spiegano gli organiz zatori durante la manifestazione quattro statue quelle della madon na del cristo risorto di s giovanni apostolo e dellangelo vengono portate a spalla in processione per tradizione sempre dalle stesse fa miglie per un diritto non scritto che si tramanda da padre in figlio forio ono commosso dalla partenopea intrisa di luce il mio grazie è per te ischia cui un buon vento mha portato a goderti con dei cari amici da sporche città produttive come bene correggi i nostri occhi feriti come dolcemente ci insegni a vedere uomini e cose in prospettiva sotto la tua luce uniforme sono alcuni versi della poesia ischia che il poeta inglese wystan hugh auden scrisse nel 1948 dedicandola allamico poeta brian howard lisola trovata auden dimorò a forio per circa dieci anni e creò presso il bar internazio nale di maria senese un cenacolo di artisti scrittori e personaggi italiani e stranieri tra cui alberto moravia elsa morante pier paolo pasolini renato guttuso maria callas eu genio montale eduard bargheer chester kallmann truman capote tennessee williams una schiera di intellettuali che in cerca di quiete ed ispirazione trovarono nellisola verde il loro angolo di paradiso e se ne innamorarono un fascino che aveva già stregato artisti e poeti del grand tour setteottocentesco dopo la scoperta risalente al xvi secolo delle acque minerali e curative diffuse su tutta l isola da parte del medico giulio jasolino ischia venne eletta a giar dino di delizie spirituali e corporali lisola desiderata e trovata s dischia secondo comune dellisola verde conserva quindi la sua natu rale vocazione di centro culturale dal 1982 infatti durante il periodo pasquale va in scena uno spettacolo itinerante molto suggestivo dedicato alla passione e morte di gesù È lactus tragicus via crucis in co stumi depoca evento in program ma il 29 marzo venerdì santo alle 19,30 l actus tragicus si concluderà con la crocifissione di gesù e dei ladroni nel piazzale della chiesa del soccorso i figuranti che indossano i costumi disegnati e realizzati da un noto artigiano foria no attraversano in processione le strade del paese partendo dalla contrada di monterone e raggiun gendo piazza colombo dove ha inizio la rappresentazione che fu realizzata per la prima volta da s francesco d assisi nel 1111 confcommercioinforma napoli 13

[close]

p. 14

commercio pompei il ticket-bus affossa l economia p i commercianti consegnano al sindaco le chiavi dei negozi ompei muore in un assor dante silenzio È questo il grido dallarme di commer cianti e cittadini che nei giorni scorsi sono scesi in piazza per protestare contro alcuni provvedimenti dellamministrazione comunale diretta dal sindaco claudio dalessio sul banco degli imputati sono finiti il ticket bus la zona ztl la distruzione della fonte salutare e di piazza schettini leliminazio ne dei parcheggi dal centro la futura mega area di sosta al piop peto il centro commerciale la cartiera dichiarata abusiva dal consiglio di stato il corteo ha visto la partecipazione di numerose associazioni di categoria e organizza zioni sindacali ascom pompei confcommercio confesercenti cidec fiavet adap cgil cisl uil federagit federnoleggio fede ralberghi pompei è in emergenza democratica e la legalità è calpestata spiegano i manifestanti non pos siamo assistere indifferenti alla soffe renza della nostra città per favorire gli affari di pochi speculatori scendiamo in piazza per il futuro della nostra pompei e dei nostri figli se si spegne il commercio tutta la città muore siamo uniti nellinseguire un sogno collettivo chiamato riscatto alla testa del corteo uno striscione recitava i commercianti pompeiani uniti per il loro futuro ora basta un altro inneggiava alla legalità facendo riferi mento ai giudici falcone e borselli no con lo slogan le vostre idee sulle nostre gambe per porre lac confcommercioinforma napoli foto luigi donnarumma la manifestazione dei commercianti a pompei cento su possibili forme di specula zione che potrebbero nascondersi dietro la delibera comunale che ha introdotto la tassa sui bus turistici e che entrerà in vigore dal mese di giugno si tratta di 80 euro per ogni pullman turistico che circola nel territorio di pompei una tassa che per i com mercianti si distribuisce con una me dia di circa 4 euro su ogni turista scoraggiando le visite alla città ma riana assicurano i manifestanti che sono stati accolti nellaula consiliare dal vicesindaco claudio alfano per un momento di confronto a cui ha partecipato il dirigente di ascom pompei vincenzo pellì sulla que stione del ticket-bus pellì ha chiesto che venga introdotto solo dopo una rivisitazione della ztl cittadina alla presenza di commercianti associa zioni di categoria e sindacati tra le richieste avanzate dallascom pompei cè lintroduzione di alcune condizioni già applicate nel comune di scafati ovvero la gratuità della sosta per lintera giornata della do menica la frazione dora il ticket obbligatorio fino alle ore 20:00 i commercianti hanno poi chiesto maggiore chiarezza sulla questione del pioppeto e sul caso la cartiera e maggiore cura del verde pubblico e delle strade cittadine nelle scorse settimane i commercian ti in segno di protesta avevano consegnato al sindaco le chiavi dei loro negozi a voler simboleggiare la sofferenza economica che sta viven do la città e protestare contro l amministrazione colpevole a loro dire di aver assunto provvedimenti a danno delle residue forze produttive locali pompei che ogni anno acco glie circa un milione di turisti tra gli scavi e la basilica della madonna del rosario con soli 26mila abitanti non solo non riesce ad incrementare il pil cittadino concludono i com mercianti e si sta assistendo al declino del commercio al crollo della nostra economia ogni giorno chiude un attività commerciale eloquente la citazione con cui si chiudeva il manifesto dei commercianti il be nessere e la felicità non possono essere appannaggio di pochi barack obama presidente degli stati uniti damerica b.p marzo 2013 14

[close]

p. 15

commercio professionisti tra obblighi e sanzioni quale futuro per la libera professione presidente confcommercio libere professioni di mauro pantano l termine di un lungo processo di riforma delle professioni regolamentate iniziato con il d.l 138/2011 e successivamente integrato dal d.l 1/2012 con il dpr 137 del 7 agosto 2012 il legislatore è intervenuto per designare un quadro di riferimento teso a chiarire tra laltro tutte quelle condotte del professionista che se accertate potrebbero generare illecito disciplinare e comportare lapplicazione di sanzioni amministrative nello specifico lart 4 del dpr 137/2012 in attuazione di quanto disposto dallart 3 c 5 lett g del d.l n 138/2011 consente al singolo professionista ovvero allassociazione professionale o alla società tra professionisti di promuovere lattività professionale esercitata con ogni mezzo radio televisore internet volantini purché lattività promozionale in parola risulti funzionale all oggetto veritiera e corretta non violi l obbligo del segreto professionale ovvero non risulti essere equivoca ingannevole o denigratoria il professionista potrà reclamizzare oltre all attività professionale esercitata anche le proprie specializzazioni i titoli posseduti attinenti alla professione la struttura dello studio professionale e i compensi richiesti per le prestazioni in nessun caso quindi il professionista potrà utilizzare il veicolo pubblicitario per effettuare raffronti tra i compensi praticati e quelli applicati da altri studi o professionisti il mancato rispetto della disposizione in esame oltre ad integrare una violazione delle disposizioni del codice del consumo costituisce illecito disciplinare ancora tra gli altri obblighi a carico del professionista art 3 c 5 lett e del dl 138/2011 vi è quello di dotarsi di apposita polizza assicurativa anche per il tramite di convenzioni collettive negoziate dai consigli nazionali e dagli enti previdenziali dei professionisti a copertura dei danni derivanti al cliente dall esercizio dell attività professionale ivi incluse le attività di custodia di documenti e valori ricevuti dal cliente stesso infatti per permettere ai consigli nazionali e agli enti previdenziali dei professionisti di negoziare condizioni assicurative privilegiate a favore dei propri iscritti il legislatore concede a questultimi a tempo fino al 15.08.2013 per adempiere a tale p re visione a decorrere da tale data quindi la stipulazione della polizza diverrà un obbligo giuridico e la sua violazione costituirà illecito disciplinare e non più solamente deontologico da ultimo ma non meno importante il d.p.r 137/2012 precisa che la formazione continua del singolo professionista diverrà un obbligo imprescindibile la cui violazione costituirà un illecito disciplinare il professionista che non maturerà i crediti annuali previsti dagli ordini o dai collegi nazionali e approvati dal ministero di riferimento sarà soggetto pertanto ad una sanzione disciplinare certa sino ad oggi infatti le sanzioni inflitte sono consistite prevalentemente in lettere di richiamo l tares prima rata a luglio a prima rata del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi tares va pagata a luglio in sede di conversione del decreto legge 1/2013 in materia di gestione rifiuti ed inquinamento ambientale è stato inserito lart.1-bis che posticipa per il solo anno 2013 al mese di luglio il termine per il versamento della prima rata del nuovo tributo inizialmente previsto per il mese di aprile confcommercioinforma napoli 15

[close]

Comments

no comments yet