mondoreale65

 

Embed or link this publication

Description

mondoreale6524settembre2010

Popular Pages


p. 1

anno iii numero 24 24 settembre 2010 n.65 politica sezze guerra aperta tra campoli e zeppieri battaglia sull ospedale san carlo tra cantiere delle idee e partito democratico attualitÀ latina lo strano caso della metro leggera lepini la regione taglia i fondi per i gac editoriale di simone di giulio l estate che se ne sta andando ci lascerà alcun ricordi di diversa natura se da una parte è aumentato esponenzialmente il problema sicurezza con alcune zone colpite in maniera scientifica da furti sezze soprattutto paga a carissimo prezzo la cronica assenza di personale tra le forze dell ordine dall altra anche il settore aziendale trova muri difficili da superare la crisi ci sta portando verso l inevitabile e la classe politica sta oggettivamente facendo poco per evitare il collasso nell editoriale con il quale avevamo salutato i nostri lettori e ci eravamo presi una legittima pausa di lavoro ci eravamo augurati di tornare a scrivere di questi territori in maniera differente trovando una situazione migliore e soluzioni ad alcuni annosi problemi invece ci sbagliavamo con nostro rammarico visto che la sanità continua ad andare a rotoli la prevenzione non ha aiutato a prevenire gli incendi che hanno tartassato la nostra provincia in lungo e in largo e altre emergenze sono venute alla luce negli ultimi mesi questa zona continua a pagare un prezzo altissimo in termini di investimenti futuri i giovani non trovano alcun sbocco e la situazione con le finanziarie che tagliano fino all osso sembra non poter durare ancora a lungo quindi torniamo a chiedere a chi di dovere qualche azione concreta non le solite chiacchiere che un po cominciano a stancare appuntamenti elettorali a breve termine non sono previsti ad eccezione di latina pontinia e norma quindi tutto quello che verrà fatto sarà in nome della collettività e non alla ricerca di poltrone al sole ma va fatto adesso attualitÀ priverno ancora peripezie per l ospedale regina elena maenza turismo un nodo ancora tutto da sciogliere cultura cantagirando 2010 il bis di noemi lombardi norma musica festival bilancio positivo per la manifestazione latina si tinge di giallolatino al via la tradizionale fiera di s.michele a sermoneta far west furti prostituzione incendi e randagismo l estate bollente nel territorio setino

[close]

p. 2

sezze estate bollente la cronaca mondore@le numero 65 24 settembre 2010 furti a raffica ordinanza del sindaco contro il fenomeno della prostituzione incendi sui monti e troppi cani senza padrone nuovo allarme sicurezza di alessandro mattei furti un onda inarrestabile di criminalità ha caratterizzato la fine dell estate setina diverse località in primis crocemoschitto suso e sezze scalo hanno dovuto fare i conti con una banda di malviventi che ha letteralmente seminato panico e odio nelle zone periferiche della città l escalation di furti avvenuta negli appartamenti non si è fermata neanche dinanzi alle ronde notturne organizzate dai residenti nel corso di una quindicina di giorni al centralino dei carabinieri sono piovute decine e decine di segnalazioni e molte denunce verso ignoti molte famiglie in preda ad una vera e propria psicosi hanno denunciato pubblicamente anche la difficoltà dei carabinieri a far fronte al fenomeno dei furti per una reale carenza di organico e per i numerosi interventi notturni organizzati su tutto il territorio provinciale le zone più colpite oltre al centro abitato di crocemoschitto sono state quelle decentrate località il ferraccio via cerreta via fontana del sordo tutta via bassiano colli di suso e molte zone di pianura e proprio qui il noto bar della stazione è stato più volte ripulito stessa sorte toccata al discount eurospin alta la tensione insomma e in diversi casi non si è esitato a sparare colpi di fucile per intimidire i ladri prostituzione la ripresa dei lavori in comune è coincisa con una ordinanza sindacale esemplare stop alla prostituzione in territorio comunale il primo cittadino andrea campoli ha emesso il provvedimento per diverse ragioni di carattere pubblico in territorio comunale ad esempio è stata registrata una significativa tendenza all aumento di pericolosità viaria soprattutto in orario notturno nelle zone in cui viene esercitata la prostituzione non meno importante il problema dell igiene pubblico in numerose zone di sezze salo sulla vecchia sr 156 dei monti lepini e sulle migliara soprattutto nei pressi di ponte ferraioli nonché in aree private a causa dell esercizio della prostituzione infatti vengono quotidianamente rinvenuti numerosi preservativi usati che possono causare pericolo all igiene pubblica in tutto il territorio del comune di sezze leggiamo nell ordinanza si ordina il divieto a chiunque di esercitare la domanda di prestazioni sessuali a pagamento condotta anche a bordo di veicoli in circolazione sulla pubblica strada e in tutte le sue adiacenze che siano soggette a pubblico passaggio e che siano facilmente accessibili dalla pubblica via multe da 25,00 a 500,00 euro randagismo nuovo allarme randagismo a sezze in località foresta lo lancia il presidente dell associazione crescere insieme sezze foresta il sodalizio ha inviato una missiva indirizzata al primo cittadino andrea campoli e al comandante della polizia locale lidano caldarozzi nella lettera viene denunciato il fenomeno nel noto quartiere dove i randagi a detta del sodalizio avrebbero aggredito i residenti della zona vogliamo denunciare la forte presenza di cani randagi sul territorio setino località foresta e chiediamo l intervento dell organo preposto a risolvere il problema che ci affligge da parecchio tempo ogni volta che aumenta il numero dei randagi si legge nella lettera aumenta il rischio del formarsi di veri e propri branchi di randagi che io stesso ho visto attaccare un ragazzo mentre faceva una passeggiata a cavallo su un prato di zona nella lettera si chiede un tempestivo intervento volto ad evitare rischi per la pubblica incolumità sulle cose serie come sulla salute così nella lettera non bisogna tergiversare ma agire subito a sezze comunque un lavoro lodevole sul randagismo viene svolto dall associazione amici di lupo onlus che da diversi anni opera sul territorio grazie a diversi volontari incendi il mese di settembre è stato caratterizzato anche da diversi incendi di carattere doloso che hanno distrutto molti ettari di macchia mediterranea i monti in fumo sono stati quelli dell antignana zona casali e monte trevi di tutt altra natura invece l incendio di vaste dimensioni divampato all interno della proprietà della nota azienda agricola agroama di sezze scalo per cause ancora da accertare in fumo sono andate intere cataste di cassette di plastica e contenitori di grandi dimensioni distrutti anche diversi rimorchi per il trasporto della merce e una cisterna di carburante che ha provocato una piccola esplosione i titolari della ditta hanno escluso categoricamente che l incendio sia di carattere doloso si pensa ad un autocombustione alimentata dal forte vento della giornata di ieri anche se non sono stati ancora quantificati l incendio ha comunque provocato danni ingenti per decine di migliaia di euro tutti gli operai della ditta per fortuna sono usciti indenni dal grande incendio per loro e per i titolari solo tanta paura per il pericolo scampato 2

[close]

p. 3

sezze zeppieri-campoli e guerra mondore@le numero 65 24 settembre 2010 prosegue la battaglia tra il primo cittadino e il presidente del consiglio comunale di alessandro mattei le due più alte cariche istituzionali della città sono ai ferri corti ad oggi la frattura tra il sindaco andrea campoli e il presidente del consiglio comunale giovanni zeppieri appare insanabile i due sembrano avere imboccato due strade diverse anche il modo di agire è differente il primo più incline a mantenere gli equilibri politici a costo di soprassedere e attendere gli sviluppo delle vicende politico-amministrative il secondo più diretto impulsivo che registra i malumori dei cittadini e cerca di interpretarli irrompendo nella quiete e nel clima di perenne bonaccia della maggioranza consigliare il primo vero strappo tra campoli e zeppieri è avvento con la lettera aperta di quest ultimo dopo una estate fatta di emergenze sottovalutate mi sento parte della maggioranza così zeppieri ma quotidianamente sento un malcontento diffuso che proviene dalla nostra comunità per annose vicende non ancora risolte gli elettori ci hanno dato fiducia e si aspettano risultati concreti e non chiacchiere ad oggi però registro con delusione l assenza programmatica di quel progetto l inesistenza di una linea comune e la mancanza di una classe politica guidata da quei partiti della coalizione la stessa maggioranza consigliare non si riunisce da troppo tempo io ed altri consiglieri comunali veniamo a conoscenza delle decisioni prese dalla giunta comunale o dai giornali o dalla gente al presidente del consiglio non piacciono i silenzi su alcune vicende quei silenzi che gli appaiono strategie politiche poco trasparenti sulla vicenda autovelox ad esempio zeppieri dice avrei agito diversamente portando la problematica in conferenza dei capigruppo coinvolgendo i cittadini con dei manifesti ed altro ancora non convince nemmeno la gestione della spl e il ruolo di alcuni dirigenti comunali pur apprezzando lo sforzo del presidente vincenzo rosella da mesi ho chiesto un piano industriale senza alcuna risposta e chiaro sostiene zeppieri che anche in questo caso il cda della spl spesso si sostituisce alla politica facendo scelte che non sono state né affrontate né discusse dalla maggioranza e quello che purtroppo accade anche con alcuni dirigenti comunali per via delle loro continue e ripetute ingerenze nelle decisioni della politica e quest ultima che deve dare gli indirizzi e non viceversa e se qualche dirigente vuole fare politica si canditi direttamente zeppieri ha proposto al sindaco campoli l adozione di 4 o 5 punti programmatici di fine legislatura che non hanno avuto un seguito a dimostrazione che i rapporti tra i due siano a dir poco freddi nell ultimo consiglio il presidente ha preso la parola invitando il sindaco a rispondere seduta stante ad alcune problematiche tra le quali la sicurezza la questione del concorso per il corpo di polizia locale e l ospedale sul punto di chiudere colto di sorpresa campoli ha abbozzato un paio di risposte che non hanno convinto zeppieri il quale ha addirittura abbandonato l aula consiliare alla ripresa dei lavori non votando con la maggioranza la triste scomparsa di lino de angelis apre le porte del consiglio a paolo casadei che in questi tre anni ha pesantemente attaccato il governo della città la tragica scomparsa di lino de angelis consigliere de l italia di mezzo deceduto dopo una lunga ed estenuante malattia lo scorso 16 settembre apre un ulteriore falla all interno della maggioranza guidata da andrea campoli già alle prese con problemi interni che ne stanno minando la stabilità al posto dello sfortunato consigliere comunale di cui si ricordano pochissime presenze nella pubblica assise proprio a causa della gravità delle condizioni fisiche entrerà in consiglio paolo casadei primo dei non eletti della lista l italia di mezzo ma in questi 3 anni di amministrazione casadei ha più volte criticato le scelte e gli indirizzi dell amministrazione campoli non nascondendo la sua vicinanza politica al nuovo polo casadei entrerà in consiglio il prossimo 28 settembre e si dichiarerà indipendente mettendo un altro importante tassello sulla crisi del centrosinistra setino lontano parente della maga-coalizione che consegnò la vittoria al primo turno a campoli nel maggio 2007 sdg 3 altra grana per la maggioranza

[close]

p. 4

sezze pd-cantiere delle idee battaglia sulla sanitÀ di simone di giulio mondore@le numero 65 24 settembre 2010 botta e risposta tra la nuova coalizione e la segreteria del partito di maggioranza agire in sinergia con gli altri livelli istituzionali si era registrata un inversione di tendenza per quel che riguarda l attività del nosocomio l analisi del pd conclude con un suggerimento al centrodestra setino quella per l ospedale non è una battaglia di una parte politica ma è una battaglia di tutta la comunità anziché distribuire sondaggi il centrodestra dovrebbe invece sollecitare i proprio rappresentanti in regione affinché si arrivi ad una revisione dei decreti polverini avendo come unico obiettivo la salvaguardia del diritto alla salute una strenua difesa dell operato della maggioranza consiliare setina che evidentemente non è andato giù ai rappresentanti di cantiere delle idee che in una nota ha replicato così al documento del pd in primo luogo nessuno si può dichiarare verginella illibata visto che fino a pochissimi mesi fa era marrazzo a tenere le fila della regione inoltre noi stiamo lavorando alla proposta e non alla protesta troppo facile additare le responsabilità troppo facile dire è colpa degli altri e scontro aperto tra cantiere delle idee gruppo che comprende esponenti di pdl udeur e psi e la segreteria del partito democratico sul tema della sanità setina dopo l attacco del gruppo di centrodestra è arrivata la reazione del pd setino che in una nota ha affermato durante la campagna elettorale per le regionali la polverini promise che non solo avrebbe fatto del tutto per far riaprire gli ospedali chiusi ma che mai avrebbe acconsentito alla chiusura di altri nosocomi del nostro territorio il primo atto concreto con cui la presidente si è presentata ai cittadini nella sua veste di commissario per la sanità è stata la chiusura degli ospedali di sezze e gaeta accompagnata da una drastica riduzione del numero dei posti letto in tutta la nostra provincia la segreteria del pd setino ricorda anche della mobilitazione contro la chiusura dell ospedale e del consiglio straordinario per l emergenza sanità attaccando cantiere delle idee e difendendo campoli negli ultimi tre anni con al governo della regione il centrosinistra grazie all operato del sindaco e alla capacità di tutta l amministrazione di il sondaggio che cantiere delle idee sta sottoponendo ai cittadini 1 quali sono i servizi che ritieni indispensabili per l ospedale 2 quali tra i servizi già esistenti vorresti veder migliorati 3 quale alternative preferiresti per la sanità setina 4 le varie amministrazioni comunali hanno saputo difendere l ospedale 5 che giudizio dai sull ospedale di sezze 4

[close]

p. 5

nucleare tra memoria e futuro un convegno con i maggiori esperti ricordando chernobyl guardando ad oggi di roberto tartaglia pontinia mondore@le numero 65 24 settembre 2010 lo scorso 11 settembre nel piazzale davanti al comune di pontinia ha avuto luogo un interessante dibattito sul tema del nucleare punta di diamante di questo incontro organizzato dall attivissimo giorgio libralato e dai ragazzi del cantiere creativo al cospetto delle istituzioni locali è stata la presenza di massimo bonfatti presidente di mondo in cammino ma soprattutto del professor yuri bandazhevsky e di sua moglie galina le testimonianze dei tre relatori e le loro conoscenze scientifiche in merito hanno chiarito oltre ogni dubito lecito il danno che un possibile ritorno al nucleare in italia potrebbe comportare specie nelle nostre zone che vivono di agricoltura e sono costantemente minacciate dalla presenza dell impianto di borgo sabotino e di quello del garigliano per capire bene il fenomeno del nucleare ha aperto il dibattito bonfatti è importante guardare ad esso con gli occhi del cittadino attraverso testimonianze dirette le istituzioni internazionali invece non fanno altro che precludere ogni tipo di informazione reale gravi colpe le ha fra tutti l oms che a differenza di quanto dovrebbe fare ed a seguito dell accordo stipulato con l aiea si è impegnata in una campagna di censura su ogni dato reale riguardante gli incidenti nucleari nel mondo la conferma a tali accuse arriva anche dallo stesso bandazhevsky non appena presa parola negli anni 60 e 70 dichiara il professore gli esperimenti nucleari a scopo militare di usa e urss hanno contaminato intere zone ma il rapporto del ministero della salute in cui si dichiarava la verità scomparve quasi immediatamente dalla circolazione problemi cardiovascolari e tumori sono le cause più diffuse di mortalità dovute alla presenza nell aria e nei cibi di cesio 137 bario ed altre sostanze radioattive sono 240mila i bambini bielorussi morti per problemi cardiovascolari e tumori alla tiroide specifica galina pediatra e cardiologa il ministero della salute si interessa del caso ed elargisce sovvenzioni alle famiglie per permettere ai bambini di espatriare per periodi di cura ma nulla può contro gli interessi economici che vi sono dietro a minsk questi problemi sono aumentati vertiginosamente negli ultimi 5 anni eppure nessuno riconosce i problemi come causa diretta del disastro di chernobyl in chiusura di dibattito alla domanda cosa spinge ad un ritorno al nucleare in tutta europa soprattutto a fronte dell assenza di un piano sicuro di stoccaggio delle scorie le risposte dei tre relatori sono state secche e precise l umanità è soggetta agli interessi monetari soprattutto in ambito militare tutte le centrali del mondo sono collegate a scopi militari in russia sono tutte connesse alla produzione di plutonio per le bombe ecco la vera motivazione il sindaco tombolillo a nome di tutti gli amministratori cittadini ha ribadito di essere contrario al nucleare ed essere a favore invece del solare che oltretutto sarebbe anche un ottimo spunto per rilanciare le piccole imprese locali yuri bandazhevsky una vita di ricerche a seguito del disastro di chernobyl del 26 aprile 1986 bandazhevsky portò avanti ricerche sui veri danni della sciagura e sullo spreco degli oltre 10 miliardi di rubli inizialmente stanziati per la liquidazione delle conseguenze dell incidente nucleare gli esiti di queste azioni furono che il 18 giugno 2001 venne condannato da un tribunale militare ad 8 anni di lavori forzati con la possibilità di vedere una volta ogni tre mesi la moglie galina l accusa mossa fu una millantata richiesta di denaro da parte del professore per l ammissione di uno studente all università dove lui insegnava nessun testimone e nessuna prova di tutto ciò ovviamente grazie alla mobilitazione internazione e ad amnesty international che ne riconobbe lo status di prigioniero di coscienza nel 2001 ottenne il passaporto di libertà dalla comunità europea nonostante tutto ciò tuttavia oggi vive in ucraina nel suo paese vicino alla sua gente che ha bisogno di aiuto con tutti i rischi che ciò comporta r.t 5

[close]

p. 6

latina lo strano caso della metro leggera mondore@le numero 65 24 settembre 2010 l opposizione del partito democratico dov è la convenienza per la città di luisa belardinelli tutte le strade portano a roma ma non è chiaro però quale mezzo sia il migliore la famosa metro tramvia continua a far discutere stando alle analisi degli esponenti del partito democratico l opera non avrebbe carattere strategico obiettivo iniziale era quello di favorire i pendolari nel tragitto da latina verso la stazione distante una quindicina di chilometri dal centro e diminuire così il traffico e il problema parcheggi tutto perfetto sembrerebbe una domanda però nasce spontanea impiegare 30 minuti è questo il tempo stimato per fare un tragitto di poco più di 10 chilometri è conveniente questo è quello che si domandano e non solo loro gli esponenti del partito democratico di latina per la mole di finanziamenti pubblici impegnati per un valore di ben oltre 80 milioni di euro sarebbe stato meglio realizzare l autostrada mare monti strada a quattro corsie finanziata dalla regione con soli 10 milioni di spiegano dal pd e continuano strategico e rivoluzionario sarebbe prevedere oltre alla strada mare monti un corridoio su ferro per salire sul treno al centro di latina per esempio sempre zona autolinee nuove e scendere a roma termini il tutto in 35 minuti quest opera ossia pochi km di ferrovia per immettersi sulla linea attuale roma formia decongestionerebbe la pontina rivoluzionando veramente la mobilità la sostenibilità economica della metro leggera al di là dell efficacia dell opera è basata sull intervento regionale la regione però non ha nessun obbligo sottoscritto a versare tutto o parte del contributo richiesto inoltre per i prossimi anni visto il taglio fatto dal governo per miliardi di euro alle regioni compreso il lazio che ha in più il debito sanitario rispetto alle altre regioni lo scenario non sembra dei più rosei ma cosa accade se non arriva il contributo regionale semplice grazie all incoscienza della precedente amministrazione il bilancio del comune di latina sarà vincolato al finanziamento economico della metro leggera cosa fare secondo gli esponenti del partito democratico di latina è necessario bloccare l iter procedurale istituire una commissione di esperti che supporti l apertura del contenzioso con la società agendo in via di autotutela con la revoca di ogni atto inerente la procedura che ha condotto all approvazione del progetto la risposta dell ex sindaco zaccheo il primo cittadino uscente critiche assurde il progetto è già finanziato di luisa belardinelli a quanto pare la propaganda elettorale è già iniziata esordisce così l ex sindaco di latina vincenzo zaccheo alle accuse mosse dal partito democratico di latina sulla questione metro leggera nessuna quota del costo di costruzione sarà a carico del comune di latina resto convinto sostiene zaccheo della valenza strategica dell opera totalmente finanziata per 140 milioni di euro che darà lavoro alle imprese locali per 32 anni tempo di attuazione costruzione e gestione del progetto di finanza con notevole impulso all occupazione con assunzioni di centinaia di persone in città e significative ricadute sull indotto in merito ai costi zaccheo non esita nella risposta e afferma che a differenza delle concessioni per la metro leggera già approvate a padova venezia messina cagliari sassari per le quali si sono dovute mettere in bilancio poste economiche per decine di milioni di euro a latina si realizzerà il progetto in project financing con la copertura del costo totale di costruzione della infrastruttura a carico del contributo statale per il 60 sessanta per cento e con la residua quota del 40 quaranta per cento a carico del concessionario metrolatina s.p.a viene così confermato afferma l ex sindaco di latina che l opera è strategica per la città proprio per sanare fratture urbanistiche latina scalocentro urbano nuova latina centro urbano geografiche e sociali e assume grande rilevanza nel processo di integrazione della comunità e prosegue le cosiddette criticità dell atto di affidamento in concessione dell opera riguarderebbero l indeterminazione del volume di traffico e del contributo regionale per il trasporto pubblico locale fattori che potrebbero richiedere un intervento annuale finanziario pubblico il volume di traffico previsto nella concessione è stato determinato sulla base di uno studio trasportistico realizzato secondo i criteri della tecnica e della economia del trasporto pubblico locale che nessuno consiglio comunale ha contestato e che è parte integrante del progetto in conclusione il contributo regionale annuale per unità di traffico vetture x km dipende dalle disponibilità annuali dello stato per il trasporto pubblico locale e quindi della regione lazio tra almeno due anni e nell arco dei successivi trenta inoltre il ministero delle infrastrutture direzione generale per il trasporto pubblico locale t.p.l sta emanando i prescritti decreti legislativi al fine di garantire un livello adeguato del servizio su tutto il territorio nazionale nonchè dei costi standard staremo a vedere esprimo tutta la mia solidarietà alla giornalista di latina oggi maria sole galeazzi minacciata di morte a seguito delle inchieste scritte sugli intrecci tra criminalità e politica grazie per la tua ferma e decisa onestà intellettuale lb 6

[close]

p. 7

latina chiude pure la mercedes il 5 ottobre serrande abbassate nella sede pontina di luisa belardinelli mondore@le numero 65 24 settembre 2010 onirika edizioni presenta ormai non ci sono più dubbi lo stabilimento di via pontina il prossimo 5 ottobre chiuderà questo è quanto confermato dalla mercedes benz di roma il caso scoppiato una settimana fa immediatamente è emersa la comunicazione del trasferimento dei 24 dipendenti nelle sedi romane criticità un gran numero dei dipendenti vivono nel sud pontino la maggior parte di loro si troverebbe ad uscire di casa alle 5 del mattino per fare ritorno alle 20 da non considerare poi l eventuale trasferimento nella capitale troppo oneroso a seguito della critica situazione i sindacati fiom cgil e uil si sono mobilitati sia in termini economici che di qualità della vita chiedendo l apertura delle procedure di mobilità una soluzione fanno sapere dai vertici che l azienda accoglierebbe solo a certe condizioni la mercedes sottolinea che non sono ipotizzabili le condizioni di mobilità offerte nel 2009 quando si era in fase di ristrutturazione e ai dipendenti furono offerte 24 mensilità di incentivo e un esodo di 4mila euro circa l azienda è in fase di rilancio e non intende aprire procedure di mobilità se a essere interessate non saranno almeno 20 unità lavorative in concreto solo con una riduzione importante di personale si potranno avviare le procedure siamo ottimisti nella misura giusta -dichiara tiziano maronna segretario generale della fiom cgil non riteniamo che ci sia una chiusura totale da parte dell azienda ma i margini di trattativa sono ridotti al minimo ovvio che più si abbassa l incentivo all esodo più si allontana la possibilità che i lavoratori aderiscano alla mobilità ci siamo presi una pausa per discutere con i lavoratori la via di uscita sarebbe quella di arrivare a un totale di 20 mobilità interessando anche le sedi di roma e su questo la mercedes sarebbe d accordo rimane aperta la questione di chi decidendo per il trasferimento dovrà affrontare un viaggio lungo e costoso ogni giorno senza alcun rimborso da parte dell azienda direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattore alessandro mattei redattori domiziana tosatti luisa belardinelli paola bernasconi marco fanella roberto tartaglia responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso arti graficheciverchia via del pantanaccio latina contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 usura scatta l allarme triste posizionamento nella black list delle città a rischio pescara messina siracusa catanzaro taranto vibo valentia e latina non è un itinerario turistico enogastronomico del tour operator di turno bensì è un pericoloso viaggio alla scoperta dell usura in italia una graduatoria nazionale delle città in cui i commercianti sono esposti maggiormente al rischio usura il sesto posto è assegnato a latina già nota purtroppo ai centri di ricerca anche come città con il maggior numero di assegni protestati o cambiali non onorate la debolezza dell economia del nostro territorio è data dall usura che non smetterò mai di ripeterlo è solo un macrocosmo all interno del quale vivono altre forme di criminalità legate alla malavita organizzata e un dato di fatto che almeno in un caso su tre l usuraio è anche un mafioso nella nostra penisola in base ai dati sos-impresa confesercenti sono 600 mila le vittime dell usura tra i quali 200 mila commercianti un giro d affari da 20 miliardi di euro l anno 50 imprese al giorno che cessano l attività l.b ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita chiuso in redazione il 22 settembre 2010 pubblicità primo piano 7 6 7

[close]

p. 8

sermoneta di domiziana tosatti mondore@le numero 65 24 settembre 2010 la regione taglia i fondi ai gac dopo l annuncio di franco solli sindaco e assessore chiedono spiegazioni e aspra polemica sul tagli dei finanziamenti dei gac annunciato qualche settimana fa dal presidente della xiii comunità montana franco solli che ha spiegato la decisione dell assessorato alla cultura della regione lazio di sospendere i fondi destinati ai grandi attrattori culturali la scelta della regione con cui addirittura si annullano finanziamenti già deliberati incide pesantemente su vari progetti del territorio lepino e pontino nel caso specifico di sermoneta il mancato finanziamento rende impossibile la realizzazione del terzo stralcio di restauro della cinta muraria rinascimentale iniziato 13 anni fa a chiedere spiegazioni all assessore alla cultura fabiana santini e alla dirigente dell area valorizzazione territorio sono il sindaco della città dei caetani giuseppina giovannoli e l assessore comunale ai lavori pubblici gilberto montechiarello un recupero quello della cinta muraria che in assenza delle risorse in precedenza stanziate diverrebbe monco venendo a mancare la parte finale del restauro a ridosso del castello e creando hanno osservato il primo cittadino e l assessore un danno architettonico di immagine economico e turistico per il nostro territorio tutto questo hanno proseguito in una nota giuseppina giovannoli e gilberto montechiarello avverrebbe dopo la decisione da parte della regione lazio di procedere in accordo con i soggetti promotori all avvio della progettazione esecutiva cantierabile per la realizzazione delle opere chiediamo un chiarimento in merito alla situazione descritta dal presidente solli il comune di sermoneta bandiera arancione per il turismo e destinazione europea d eccellenza premio conferito a luglio 2010 dal ministro michela brambilla si è finora distinto per la capacità di progettazione di interventi tesi a tutelare l immenso patrimonio storico architettonico e culturale ed ha bisogno del sostegno della regione lazio per preservare questo patrimonio a monticchio c È lo sportello rosa un servizio a disposizione delle famiglie che trovano in esso un punto di assistenza sicuro informazione ascolto accoglienza orientamento accompagnamento consulenza legale fiscale e psicologica nell ambito di famiglia scuola lavoro salute cultura tempo libero e socializzazione tutto questo è il progetto dello sportello rosa che è stato inaugurato sabato 18 settembre alle 11 presso il centro civico di monticchio si tratta di servizi che verranno svolti gratuitamente dalle donne professioniste di sermoneta e da operatori qualificati delle associazioni aderenti al progetto È il primo sportello rosa che nasce in provincia di latina ed è stato fortemente voluto dall amministrazione con in testa il sindaco giuseppina giovannoli 8 e la delegata alle pari opportunità ornella negri a gestire lo sportello che sarà aperto tre volte la settimana sarà l associazione donna oltre che si avvarrà della consulenza delle donne professioniste residenti ed operanti sul territorio comunale lo sportello hanno spiegato il sindaco giovannoli e la delegata negri è rivolto alle donne che affrontano piccoli e grandi problemi nell organizzazione della vita personale familiare lavorativa e relazionale che vogliono utilizzare i servizi e le risorse del territorio senza perdersi che vivono situazioni di disagio personale o familiare d.t

[close]

p. 9

presso il centro civico di monticchio uno sportello di assistenza per i portatori di handicap di domiziana tosatti inaugurata la casa di iside sermoneta mondore@le numero 65 24 settembre 2010 e stato inaugurato nei giorni scorsi lo sportello di informazione sull handicap la casa di iside ospitato presso i locali del centro civico di monticchio in via dei tigli a promuovere l iniziativa destinata a fornire informazioni ai cittadini su interventi di previdenza assistenza condizioni normative ed agevolazioni fiscali a favore delle persone disabili è stata l associazione anglat in sinergia con l amministrazione comunale il progetto è rivolto alle persone disabili alle loro famiglie e a tutti coloro che per motivi di studio ricerca o altro interesse intenderanno orientarsi all approfondimento delle tematiche legate alla disabilità alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato il sindaco giovannoli gli assessori mauro battisti mafalda cantarelli e claudio damiano ed i rappresentanti anglat col loro delegato provinciale amedeo cacciotti che ha auspicato collaborazione con il comune perché sermoneta sia accessibile sotto ogni aspetto le iniziative ha proseguito andranno intraprese non per i disabili ma con i disabili l amministrazione comunale ha dato piena disponibilità alla colla borazione sono convinta ha detto il sindaco che con la collaborazione ed il confronto saremo in grado di dare risposte alle persone con handicap e l anglat dovrà essere il faro di questa amministrazione l attività di erogazione del servizio si indirizzerà verso la raccolta l elaborazione e la diffusione delle informazioni inerenti che riguardano gli interventi socio-assistenziali attivati dai servizi sociali a livello territoriale la normativa e gli interventi relativi all abbattimento delle barriere architettoniche sia negli edifici privati che pubblici il sistema di mobilità e dei trasporti nel rispetto della persona disabile le norme relative alle agevolazioni fiscali l assistenza fiscale e previdenziale verso la persona disabile avvalendosi anche dei servizi del patronato convenzionato con l associazione anglat i processi di integrazione scolastica l integrazione della persona disabile nel mondo del lavoro la fruibilità del turismo dello sport e del tempo libero da parte della persona disabile lo sportello resterà aperto ogni giovedì dalle ore 17 alle ore 19.30 per informazioni è possibile contattare il 330635534 norma differenziata difficile da digerire di domiziana tosatti ogni angolo ogni scorcio ogni strada è buona per lasciare un sacchetto della spazzatura senza aver la minima cura del bene comune cittadini che non hanno rispetto del proprio paese dei propri concittadini e neanche di se stessi a fine luglio è iniziata la raccolta differenziata affidata dal comune alla società servizi industriali per 200mila euro ogni anno da quel momento il borgo lepino nonostante l estate nonostante i turisti nonostante gli sforzi soprattutto da parte di commercianti ed associazioni di promuovere il turismo si è trasformato ovunque in una discarica a cielo aperto impossibile fare una passeggiata sulla norma-cori la panoramica spesso meta di chi vuole fare footing ma anche residenza di non pochi cittadini sacchetti abbandonati ovunque in enorme quantità situazione che non cambia nelle zone meno periferiche le strade dl paese sono invase da spazzatura ogni angolo è una discarica sacchi vetri cartoni bottiglie rifiuti depositati e dimenticati costringono i residenti a vivere nella sporcizia e a provare per chi è dotato di buon senso forse anche della vergogna per un paese che così sporco non è mai stato passi una campagna d informazione tutt altro che approfondita e capillare da parte dell amministrazione che probabilmente ha fatto fin troppo affidamento al senso civico dei cittadini per la buona riuscita della differenziata porta a porta ma oggi la responsabilità è da imputare completamente a quei residenti che si ostinano a non voler separare i rifiuti e nei peggiori ma non rari casi ad abbandonare i propri sacchetti davanti le abitazioni altrui di tutto rispetto il lavoro degli addetti alla raccolta che nonostante il ritocco al ribasso dei contratti avvenuto con il passaggio di gestione alla nuova società fanno il possibile per mantenere il paese quanto meno sporco si riesca parentesi a parte poi per il mezzo di raccolta dell umido che non ha l apposita copertura e che gira per il paese portando con sé un cattivissimo odore e alle volte rovesciando per le strade parte del proprio contenuto in una lettera inviata ad ogni famiglia nei giorni scorsi il sindaco sergio mancini ha cercato di richiamare alla civiltà i cittadini le strade continuano ad essere sporche sacchi dell immondizia continuano ad essere ovunque ed il paese sta conoscendo dal punto di vista dell igiene il momento più basso da decenni 9

[close]

p. 10

le nuove peripezie del regina elena guardie mediche al posto dei medici trasferiti a fondi l allarme di sel di luca morazzano priverno mondore@le numero 65 24 settembre 2010 vedere con quella di una guardia medica il regina elena non conosce pace nemmeno il ha senso tutto questo a queste conditempo di riprendere il ritmo dopo l estate che zioni si pensa di mantenere la struttura di solo in extremis ha visto scongiurata la decisiopriverno abbassando sempre di più la ne di imporre la chiusura notturna al presidio di qualità e la quantità vedi il dsm delprimo intervento che dalla regione non arrival offerta di servizi non vogliamo nemno certo buone nuove per quel che resta del meno richiamare le promesse elettorali nosocomio privernate causa trasferimento di di chi parlava di riaprire l ospedale di alcune unità mediche destinate al servizio nel priverno ma c è un limite nelle scelte che punto di primo intervento destinati ad un vengono fatte oltre il quale si colpisce il nuovo impegno presso l ospedale di fondi la diritto e la dignità di una intera loro sostituzione verrà affidata a due unità norcomunità e questo limite non è permesmalmente adibite al servizio di guardia medica so superare proprio dalla regione non due medici in piena regola ma senza dubbio arrivano ottimi segnali in quanto è provcon meno specializzazione e meno esperienza vedimento di qualche giorno fa la destiper un servizio di pronto soccorso di qui l allartuzione per sovrannumero del consiglieme sollevato dl segretario di sel federico re sciscione paladino interessato nella d arcangeli non c è pace per la nostra povera battaglia per il regina elena e tratto sanità l ultima brutta notizia viene ancora dal d unione tra le istanze dei cittadini di pronto soccorso o punto di primo intervento priverno e la giunta polverini se si vuole alcuni medici andranno in un altro ospedale fondi e saranno sostituiti da due unità della guardia medica senza nulla togliere ai il tar taglia fuori dal consiglio regionale sciscione e altri due professionisti che svolgono con competenza e il tar del lazio ha deciso tre consiglieri regionapassione quel servizio ci li dovranno lasciare il loro incarico accogliendo sembra che lo scambio sia i ricorsi del movimento difesa del cittadino e del assolutamente ineguale capogruppo pd esterino montino presentati a l esperienza di chi per marzo i giudici della ii sezione bis del tribunale decenni ha operato in un amministrativo regionale presieduti da eduardo pronto soccorso non è pugliese hanno accolto la richiesta di annullare minimamente paragonai verbali con i quali sono stati attribuiti ulteriori bile a quella di chi tutto seggi nelle circoscrizioni di latina frosinone e sommato si limita a sostiviterbo questo perché la legge elettorale del centrodestra il capogruppo e il componente tuire il medico di famiglia lazio stabilisce che per effetto del premio di della lista polverini enzo di stefano e nelle ore festive e notturgovernabilità nel consiglio regionale la maggio gianfranco sciscione e il pdl giancarlo ne la casistica di un ranza deve avere il 60 per cento dei seggi e l op gabbianelli i loro legali hanno subito annunciapronto soccorso anche in posizione il 40 cioè 42 consiglieri contro 28 per to che presenteranno appello al consiglio di un piccolo ospedale periferico come priverno non un totale di 70 consiglieri e non 73 a dover stato chiedendo la sospensione immediata del ha comunque nulla a che abbandonare la pisana sono tre esponenti del dispositivo delle sentenze l.m chi sarÀ il tramite con la polverini pd roccagorga si È dimesso nardacci l ormai ex segretario si augura che il suo gesto possa riportare la serenità smarrita giampiero nardacci è oramai l ex segretario del partito democratico di roccagorga nella riunione del direttivo del circolo tenutasi lunedì 20 settembre presso la casa del popolo ha rassegnato infatti le sue dimissioni la decisione come ha annunciato lo stesso è irrevocabile ed è maturata per il bene del partito nardacci da tempo nel centro di polemiche che riguardano principalmente il rapporto tra il pd e l amministrazione comunale dopo un ulteriore lungo periodo di attesa ha dichiarato ho meditato a lungo questa decisone che non nascondo di aver compiuto con molta sofferenza ma credo che sia giusto per il 10 nostro partito e per i valori che ci ergiamo a rappresentare aprire una nuova fase di discussione in cui ritrovare una connessione generale sia d intenti che di principi tra i nostri dirigenti amministratori ed iscritti consapevole di aver vissuto un periodo straordinario di impegno politico amministrativo e sociale voglio ringraziare a cuore aperto tutti coloro che mi hanno sostenuto voglio augurarmi che il prossimo segretario troverà condizioni migliori per impegnarsi fuori dalle polemiche e dai giochetti di potere credo proprio che occorra ritornare a parlare e discutere di valori fondanti di strategia politica l.m

[close]

p. 11

castello-ostello binomio di incognite dibattiti e convegni sul turismo non fugano i dubbi sul progetto museo di luca morazzano maenza mondore@le numero 65 24 settembre 2010 riunioni convegni progetti sulle potenzialità turistiche del binomio formato dal castello baronale e il palazzo pecci albergoostello san tommaso d aquino all atto pratico però dietro alla fiera delle buone intenzioni e belle parole i due cimeli restano lì imponenti a presidiare il centro storico di maenza che stenta a decollare e che anno dopo lacerato dall incessante passare del tempo e dall incuria continua a deperire si è fatto tanto parlare di un museo del paesaggio panacea dell asfissia attrattiva della cittadina lepina ma tranne il nome del futuro direttore l architetto francesco tetro di concreto si è visto poco c è chi mormora ancora su questioni di ubicazione dello stesso se ovvero nelle sale del castello oppure altrove sui contenuti poi ancora meno precisazioni rendono fumose le notizie su che verterà l attrattività di tale museo l amministrazione è ben consapevole delle potenzialità insite in un tale discorso capace di destare un indotto economico non indifferente nelle note relative all ultima cronologicamente manifestazione in tal senso un ennesimo convegno si leggeva siamo convinti che il nostro centro storico sia uno dei più belli ed incontaminati dell intera provincia nel cui interno sono presenti due strutture di notevole pregio storico-architettonico sulle quali scommettere per il raggiungimento di quanto sperato esse sono il castello baronale e palazzo pecci l amministrazione comunale è fermamente consapevole del fatto che questo binomio castello ostello rappresenti una se non la sola delle strade percorribili per fare quel salto di qualità necessario per il raggiungimento di quell obiettivo ambizioso ma non impossibile da raggiungere ancora un volta però come nel caso del centro commerciale naturale ai propositi non sono seguiti i fatti ed anzi carte alla mano i dubbi aumentano la redazione del contratto di comodato d uso del castello tra la provincia e il comune risale al 12 novembre 2004 la stessa giunta comunale quasi quattro anni dopo il 1 febbraio 2008 ha approvato questo contratto della durata di sei anni ma a quanto pare manca ancorala firma da parte del comune non mancherebbe invece da parte dell ente stesso una delibera di affidamento dello stesso alla pro loco il tutto per una procedura che se confermata apparirebbe quantomeno controversa mentre per quanto riguarda la realtà dei fatti il castello è lì quasi sempre chiuso e comunque per nulla ottimizzato a finio turistici il palazzo pecci invece è sede di un ostello dato in gestione a una cooperativa che cerca di arrabattarsi inventandosi i draghi per attrarre un turismo stanziale non contemplato nel tipo di attività culturali pianificate dall ente comunale triste record degli incendi e stata un estate a dir poco calda quella appena passata soprattutto per le zone intorno a maenza da ferragosto in poi infatti con una frequenza inquietante e una metodicità seriale sul far della sera le colline intorno al paese sono state date in preda alle fiamme presumibilmente dalla mano di qualche piromane interessato consegnando alla furia distruttrice del fuoco ettari ed ettari di flora collinare il che ha costretto le forze deputate in primis il nucleo della locale protezione civile agli straordinari per riuscire a tenere a bada le fiamme preservando la sicurezza per le abitazioni talvolta vicine ai luoghi degli incendi e soprattutto per cercare di limitare i danni e le porzioni di terreno falcidiate dalle fiamme circa venti incendi tutti deflagrati intorno alle ore serali per rendere l intervento dei soccorsi più difficoltoso per ovvi motivi logistici sul far del buio l intervento dei mezzi aerei diviene pressoché impossibile e soprattutto per giovare la combustione attraverso il vento che in quegli orari è solito alzarsi sulle colline lepine il risultato è stato quello di tante notti insonni per i volontari bagliori rossastri alti e anche coreografici un via vai di mezzi elicotteri e aerei intenti in un avanti ed indietro nella speranza di sedare le fiamme prima dell insorgere del buio e poi conte di danni incendi con boschi e foreste divorate dalle fiamme coltivazioni di olivo seriamente danneggiate e tanti interrogativi sulla prevenzione che non è mai abbastanza e sulle motivazioni che spingono i piromani a gesti che purtroppo restano troppo spesso impuniti per la tua pubblicità sulle pagine di mondore@le chiama il 3394966093 oppure richiedi un preventivo a info@onirikaedizioni.it spazi a partire da 10 euro 11

[close]

p. 12

calcio sezze la seconda È pronta al via poco più di una settimana all inizio del campionato che vede la squadra tra le protagoniste di luca morazzano sport mondore@le numero 65 24 settembre 2010 il 3 ottobre ormai dietro l angolo inizia il campionato di seconda categoria in molti nei pronostici hanno incluso il calcio sezze insieme al vallemarina e soprattutto al bella fanria nel novero delle possibili favorite un ruolo che non per falsa modestia ma semmai per realismo e ponderatezza la stessa dirigenza rossoblu non si sente di assumersi tanto che il numero uno setino roberto rossi interviene così in merito i motivi principali per cui abbiamo pensato di completare l offerta della nostra società con una prima squadra che militasse in seconda categoria sono due il primo è per offrire ai ragazzi una trafila completa che possa accompagnarli con la maglia del sezze dai primi calci fino appunto ad una squadra senza limiti d età una volta usciti per motivi anagrafici dal settore giovanile il secondo motivo e non a caso abbiamo iniziato dalla seconda categoria saltando direttamente la terza è perché il regolamento federale ci permette in tal modo di poter schierare i fuoriquota ragazzi classe 90 e 91 con la juniores e questo i consentirà di aumentare la competitività di tale selezione come società infatti dopo i titoli regionali degli allievi e i due dei giovanissimi ci teniamo a completare il panorama raggiungendo la vetrina laziale anche con la juniores ma per essere competitivi in tal senso abbiamo bisogno anche dei ragazzi più grandi gli fa eco il capitano fabrizio di emma uno dei pezzi forti dei setini la rosa della seconda categoria sarà composta da tanti ragazzi classe 90 e 91 che useranno tale campionato come una palestra per poi riuscire a dare il proprio apporto ai 92 chiaro che durante l allestimento dell organico abbiamo deciso di inserire anche qualche giocatore di esperienza fare bella figura piace a tutti e se poi tanti giocatori dal passato illustre hanno deciso di abbracciare il nostro progetto questo non può che farci piacere altrettanto piacere ci fa vedere che gli addetti ai lavori ci mettono tra il novero della formazioni favorite per la vittoria del campionato questo però non rappresenta il nostro obbiettivo che quindi resta la salvezza e se poi riusciremo a toglierci qualche soddisfazione ben venga molti dei cosiddetti big sono reduci da periodi di inattività più o meno lunghi e quindi sarebbe ingiusto riversare su di loro aspettative troppo pressanti che rischierebbero solo di comprometterne il rendimento stessa lunghezza d onda e stesso obiettivo anche quello decantato dallo sponsor edil tecno latina per bocca del titolare morichini ho abbracciato in pieno la politica della società fatta di piccoli passi con una progettazione graduale degli step ci sarà tempo eventualmente per potenziare la prima squadra in futuro

[close]

p. 13

cultura concluso il norma musica festival mondore@le numero 65 24 settembre 2010 bilancio più che positivo per qualità degli eventi e partecipazione del pubblico si è conclusa dopo più di settanta giorni di corsi master class e grandi concerti l edizione 2010 del norma musica festival cornice stupenda delle attività dell accademia il seminario è stato a riprova di un binomio ormai consolidato e proficuo l hotel villa del cardinale che ha messo a disposizione dei musicisti e del pubblico i suoi accoglienti spazi e la sua perizia ricettiva così i silenziosi giardini l auditorium e due intere ali dell albergo da giugno a settembre sono diventate la casa dei tanti maestri reclutati dal direttore artistico marino cappelletti per tenere i corsi e dei tanti allievi che si sono alternati nelle stanze per apprendere e affinare le proprie doti musicali impeccabile l organizzazione logistica ottimamente articolata dal direttore della struttura ricettiva francesco michini capace di mescolare con maestria enogastronomia tipica e di qualità confort per i musicisti e un accoglienza davvero d eccezione per gli ospiti abituali dell albergo positivamente colpiti dalla suggestione di un soggiorno di relax caratterizzato da un immersione piacevole nella musica a dare ragione agli artefici di questa commistione ci sono rando che ogni classe è stata frequentata all incirca da una decina di studenti e incoraggiante la presenza di pubblico nelle serate delle esibizioni sala piena per gli spettacoli allestiti da allievi e docenti alcuni dei quali indiscusso numero uno a livello nazionale e addirittura punto di riferimento a livello europeo una platea di ascoltatori composta da addetti ai lavori appassionati ma anche curiosi che accostatesi quasi per caso si sono ritrovati travolti dalle emozioni suscitate da un simile flusso di note tanto da diventare spettatori abituali delle esibizioni evento nell evento la settimana dedicata al jazz a cavallo del ferragosto e che tanto riscontro ha riportato da aggiungere un ulteriore appendice ad inizio mese i complimenti dei partecipanti docenti studenti e spettatori si sono sprecati tanto da indurre la direzione della struttura rappresentata da francesco michini e da quella dell accademia marino cappelletti a proseguire nella collaborazione con lo scopo di rendere l esperimento duraturo durante l intero anno con corsi e classi che quindi si svolgeranno anche durante i mesi invernali durante i week end e le festività i numeri registrati dalla manifestazione che ha visto alternarsi oltre venti grandi maestri di musica classe ognuno specializzato nel suo strumento altissima la media dei frequentanti dei corsi conside mondore@le è anche su www.onirikaedizioni.it 13

[close]

p. 14

cultura di simone di giulio mondore@le numero 65 24 settembre 2010 cantagirando 2010 bis di noemi lombardi nella finalissima al costa sul podio anche deborah chinellato ed entony tiberi e noemi lombardi la vincitrice dell edizione 2010 del cantagirando c ero anch io manifestazione canora giunta alla sesta edizione e organizzata dall associazione culturale clan syrio la giovane cantante setina già vincitrice nell edizione 2009 ha sbaragliato la concorrenza imponendosi nella sua categoria e portando a casa anche la corona di regina della manifestazione alle sue spalle comunque assai meritevoli deborah chinellato ed entony tiberi che hanno lottato ad armi pari con la vincitrice che alla fine è riuscita a spuntarla per una manciata di voti la lunga estate dell edizione 2010 del cantagirando era iniziata lo scorso 7 luglio all interno della sagra della panzanella in località colli a sezze poi cantanti e staff organizzatore si erano spostati a priverno in occasione della manifestazione giovani in festa organizzata dal centro zag il lungo tour era proseguito di fronte a palazzo caetani a cisterna poi di nuovo a sezze al centro sociale ubaldo calabresi a roccagorga in piazza vi gennaio e infine gran finale all auditorium mario costa lo scorso 11 settembre belle e particolarmente intense le serate presentate da giovanna galletta nelle quali i 18 concorrenti divisi in 3 categorie si sono sfidati sulle note dei classici italiani ed internazionali una gara serrata che l 11 settembre ha avuto il suo culmine all interno di un costa pieno di persone ad imporsi nella prima categoria deborah chinellato autrice di una progressione tecnica emersa chiaramente nel corso delle serate estive nella seconda categoria invece ad affermarsi è stato entony tiberi che è riuscito a mantenere concentrazione e calma nonostante alcuni problemi di carattere tecnico soprattutto nel corso dell ultima serata ad imporsi nella terza categoria noemi lombardi che con la sua voce graffiante e calda è riuscita ad impressionare i giurati che si sono alternati nel corso delle sei serate nella finalissima per aggiudicarsi la vittoria finale ad imporsi di misura su deborah chinellato è stata 14 noemi lombardi che ha quindi bissato il successo della passata edizione la prima classificata del cantagirando 2010 c ero anch io ha ottenuto una borsa di studio di 3.000 euro per l iscrizione alla curcio academy scuola di spettacolo diretta dal maestro stefano jurgens per il vincitore del premio della critica invece la possibilità di incidere un brano inedito presso l apm production di latina che potrà essere presentato in diverse manifestazioni canore durante le manifestazioni oltre alla musica ampio spazio per coreografie stile hip-hop e breakdance e per sfilate di moda soddisfazione è stata espressa dal presidente dell associazione culturale clan syrio antonello pellegrini e dal direttore artistico massimo serecchia che hanno ringraziato tutto lo staff per la realizzazione degli eventi le amministrazioni comunali che hanno accettato di ospitare le manifestazioni e tutto il pubblico accorso nelle sei tappe per vedere i cantanti ovviamente protagonisti indiscussi dell evento che il prossimo anno spegnerà la settima candelina e che già promette tante interessanti novità.

[close]

p. 15

latina si tinge di giallolatino tempo di opere thriller nel panorama letterario pontino a minturno è protagonista l archeologia di paola bernasconi cultura mondore@le numero 65 24 settembre 2010 archeologia e narrativa questi i protagonisti dei prossimi due fine settimana in provincia rispettivamente a minturno e a latina gli appassionati e non potranno prendere parte a manifestazioni di sicuro interesse si inizia sabato 25 settembre con invito all area archeologica presso il comprensorio di minturnae che in collaborazione con l istituto di istruzione classica e tecnica vitruvio tallini di formia e il comune di minturno ha aderito alle giornate europee del patrimonio 2010 nell ambito del progetto la memoria del territorio al quale hanno aderito l istituto scolastico vitruvio tallini e la soprintendenza per i beni archeologici del lazio i visitatori potranno perdersi tra le immagini del capitolium dell antica città romana di minturnae delle terme del tempio di augusto fino alla visione dei quaderni monotematici dei vari monumenti pubblicati in seguito ad anni di ricerca archeologica partirà invece il 30 settembre per concludersi il 3 ottobre la vi edizione di giallo latino il festival del giallo noir e mystery un premio di narrativa per racconti gialli o noir che si svolgerà nel museo cambellotti piazza san marco e presso la sala conferenze del palazzo della cultura via oreste leonardi dove si terrà la premiazione convegni incontri con gli autori cene a tema e presentazioni di libri giallo latino organizzato dalla ego edizioni si snoderà per quattro giorni a latina e provincia in location d eccezione dalle scuole ai pub passando per ristoranti e caffè letterari tre gli ospiti d onore il romanziere catalano pedro casals inventore dell avvocato indagatore lic salinas la sceneggiatrice di dylan dog paola barbato autrice del romanzo mani nude rizzoli con il quale ha vinto nel 2008 il premio scerbanenco l ufficiale superiore dei carabinieri roberto riccardi vincitore del premio alberto tedeschi 2009 con legami di sangue per seguire le tracce di giallo latino potete consultare il sito web www.giallolatino.com a sermoneta la secolare fiera di san michele di paola bernasconi pronta a partire anche quest anno come avviene ormai dal 1600 a sermoneta in località piedimonti area mercato settimanale la tradizionale fiera di san michele in programma per ben sei giorni da venerdì 24 a mercoledì 29 settembre 2010 nata come uno dei più importanti momenti di scambio commerciale e rurale documenti dell inizio del 1800 attestano la esenzione dai dazi in tale occasione tra le popolazioni della piana e quelle delle colline romane lepine e ciociare da diversi anni la manifestazione ha assunto sempre più il carattere di un evento promozionale che unisce alla tradizione la esposizione organizzata e funzionale delle attività del territorio pontino in questo contesto sermoneta si pone come la cerniera economica tra la pianura pontina ed i monti lepini diventando protagonista del rilancio economico del territorio provinciale in questi giorni fervono i preparativi per l allestimento dell area e definire il programma la fiera che quest anno gode del patrocinio del ministero delle politiche agricole è organizzata con la collaborazione della regione lazio provincia di latina camera di commercio consorzio industriale romalatina aspol capol e pro loco per questa edizione 2010 la fiera di san michele vuole continuare ad essere vetrina per tutte le potenzialità imprenditoriali del territorio puntare sulla qualità e sulla valorizzazione delle produzioni agricole artigianali e industriali non solo locali ma regionali e nazionali il settore espositivo vede spazi coperti con una tensostruttura di circa 3000 mq sarà allestito un vero e proprio salone del gusto pontino a cura di aspol e capol dove verranno esposti le eccellenze della produzione tipica locale in particolare l olio ci sarà un esposizione zootecnica per dare rilievo alla vocazione agricola di questa fiera e le esibizioni equestri dell associazione butteri delle paludi pontine anche quest anno la fiera di san michele vuole assumere un taglio didattico aprendo la visita anche alle scuole insomma da semplice momento di scambio commerciale la fiera nel corso degli ultimi anni si è affermata a livello regionale come l occasione per eccellenza per scoprire a 360 gradi la produzione tipica pontina inoltre non mancherà l intrattenimento spazio ai gruppi musicali grandi nomi dello spettacolo ed associazioni sportive locali per tutte e sei le serate ospiti d onore saranno manuela villa sabato 25 settembre e martufello mercoledì 29 il programma della fiera prevede convegni dibattiti con operatori del settore produttivo e distributivo dell agricoltura dell artigianato della promozione delle produzioni tipiche locali e provinciali negli stand enogastronomici si potrà degustare la tradizionale braciola di maiale l ingresso naturalmente è gratuito 15

[close]

Comments

no comments yet