Spiagge d'Italia

 

Embed or link this publication

Description

Gennaio 2013

Popular Pages


p. 1



[close]

p. 2



[close]

p. 3

som mario gennaio 46 spiagge da oscar anche quest anno spiagge d italia premia l innovazione e i suoi promotori assegnando gli oscar 2012 un premio a chi ha fatto del miglioramento continuo il punto di forza della propria politica imprenditoriale 6 obiettivo 2020 con un netto abbattimento rispetto ai trent anni richiesti la proroga delle concessioni demaniali marittime sembra mini ma è pur sempre un successo finalmente si prospettano otto anni di sicurezza 10 il mare che verrà l evoluzione della figura dell operatore balneare impone la conoscenza di un marketing funzionale alla crescita e allo sviluppo delle imprese alcuni consigli per sviluppare un marketing di successo 28 reportage sun 2012 un edizione che guarda avanti con speranza e coraggio nonostante le polemiche e le incertezze alla presenza di un pubblico di operatori che crede nel settore e nel suo sviluppo 1 le rubriche 4 70 obiettivamente novità prodotto scelte vincenti per l estate 42 speciale sigep in un paese che detiene la leadership mondiale per il consumo procapite artigianale la vendita di gelato anche industriale durante le stagione estiva appare sempre e comunque un affare foto sotto eco del mare in alto la bussola gallanti beach

[close]

p. 4

2 da gennaio 2013 spiagge d italia cambia formato e rinnova lo styling grafico per rendersi ancora più prezioso ed attuale l occasione è rappresentata anche dalla proroga al 2020 delle concessioni ovvero l opportunità per noi ­ come per tutto il mercato ­ di dare una svolta significativa in termini di immagine ed appeal ecco perché abbiamo scelto di migliorare sensibilmente anche la carta per enfatizzare il valore e la forza della nostra mission nell era della comunicazione mordi e fuggi dove particolarmente sui prodotti cartacei tutto è ormai pensato per consumarsi in breve tempo andiamo in decisa controtendenza per ribadire il nostro ruolo di trait d union unico ed irrinunciabile tra tutti gli attori del mercato siano essi fornitori o stabilimenti balneari che continueremo a coinvolgere come parte attiva e propositiva ascoltandone le dirette testimonianze a tutti gli operatori lanciamo ancora una volta l invito al dialogo ed al confronto condividete le vostre idee con noi contattandoci in redazione via telefono 051 385700 o email opinioni@spiaggeditalia.net elenco delle aziende citate in questo numero a alech altoadriatiko azzurra 35 23 73 37 79 l lietomare 15 72 78 link telecomunicazioni 19 70 74 lungomare 16 37 72 77 b c balnearia m martini costruzioni nautiche metem meucci giampiero muziometal carpenteria fossano 45 72 77 cfc 5 71 74 75 chiarelli group 33 76 cna cantiere nautico 38 collina 27 77 co.m.e.s.i 21 71 41 70 77 3 30 76 78 ii cop 71 76 34 n neatech 25 72 nuovo ombrellificio romano 24 73 de depa de re intertrade dynamicard 71 75 iii cop 40 71 70 74 iv cop 75 36 9 36 78 38 39 74 o ombrellificio crema ombrellificio furfaro 40 75 32 73 76 80 f pq p.f.g f.a.r reti forum piscine r g retificio ribola giovanni 20 76 ri.da.p 31 72 74 77 gamma gio stemar s hi ipuff scam 17 35 70 78 sfera 12 78 sip ­ salon int des plages 13 73 jk janus energy tuvwxyz tgs 37 periodico professionale indipendente per gli operatori del turismo balneare direzione redazione pubblicità amministrazione via emilia ponente 26 40133 bologna telefono 051 385 700 telefax 051 384 793 info@spiaggeditalia.net http www.spiaggeditalia.net direttore responsabile giovanna glionna condirettore michele glionna direttore editoriale mario addario corrispondenti manuela bisconcin grazia carugati saverio donati rosaria di prata anna esposito alessia fracchia giorgio garavaglia danilo luzzati francesco marini roberta natta patrizia piolatto carlo rambaldi gabriella sorrenti vincenzo terzullo sofia ventura elena voltolini promozione e sviluppo giovanni de risio luca gallina paolo maggiorelli ornella pietropaolo grafica silvia carbonaro amministrazione alba cassanelli ottimizzazione servizi beatrice pecchioli pubblicazione edita dalle edizioni miglio srl divisione periodici registrazione tribunale di bologna nr 7556 del 30/06/2005 spedizione posta target magazine editori aut naz/453/2008 pubblicità inferiore al 45 proprietà e diritti riservati manoscritti foto e disegni anche se non pubblicati non saranno restituiti delle opinioni manifestate negli scritti sono responsabili gli autori dei quali la direzione intende rispettare la piena libertà di giudizio stampa nannistampa viserba di rimini opera depositata a norma di legge presso l ufficio proprietà letteraria artistica scientifica roma rivista a carattere culturale ed economico riconosciuta dalla presidenza del consiglio dei ministri rns n° 2003 del 23.10.1986 ­ roc 6121 abbonamenti la spedizione di spiagge d italia in italia avviene in abbonamento postale gratuito per gli operatori del settore stabilimenti balneari produttori agenti per le altre categorie è necessario sottoscrivere un abbonamento annuale versando euro 20,00 su c/c postale n 22897409 intestato a edizioni miglio È necessario inoltre inviare via fax copia del bollettino comprovante l avvenuto pagamento con i dati per il recapito della rivista l abbonamento decorrerà dal primo numero raggiungibile a far data dal ricevimento del fax arretrati i numeri arretrati possono essere richiesti direttamente presso gli uffici delle edizioni miglio a bologna e vengono inviati in contrassegno al costo di euro 8,00 legge 675/1996 sulla privacy le edizioni miglio garantiscono la riservatezza dei dati l invio dei dati alle edizioni miglio è indispensabile per quanto riguarda la gestione di abbonamenti gratuiti la partecipazione a manifestazioni fieristiche o informazioni commerciali il mancato invio renderà impossibile lo svolgimento dei suddetti servizi in base all articolo 13 legge n 675/96 si potrà in qualsiasi momento esercitare i relativi diritti tra cui consultare integrare correggere e cancellare i dati personali ed anche opporsi all utilizzo per finalità di marketing diretto basterà scrivere a edizioni miglio srl ­ via emilia ponente 26 ­ 40133 bologna segreteria di redazione arianna pelagalli redazione matteo barboni orelia campolo lucia casadei giorgio colomba salvatore ferraiuolo giovanni fini francesco giovannini leonardo glionna lidia malacarne nicola marra damiano montanari maria grazia palmieri andrea sganzerla

[close]

p. 5



[close]

p. 6

obiettivamente di giorgio colomba ritorno al futuro imu spread e bund incombono riscopriamo quel qualcosa di nuovo anzi d antico che si chiama qualità per essere diversi e dunque indispensabili c erano le torri non le rostrate medievali del centro cittadino ma quelle ultramoderne di kenzo tange fiera district sede della regione emilia romagna e c erano i vessilli dato proditoriamente alle fiamme il tricolore italiano posto all ingresso e invece esibito a mo di salvifico esempio da seguire quello giallorosso spagnolo e scoppi di petardi rullar di tamburi ombrelloni capovolti a guisa di salvagente persino croci di cimitero con annessi necrologi recanti i nomi degli stabilimenti balneari di proprietà dei `cirenei che le reggevano kermesse davvero immaginifica quella approntata a fine novembre da un migliaio abbondante di operatori balneari davanti al parlamentino regionale nel mirino vedi caso l arcinota direttiva bolkestein ed annesso the day after del 1° gennaio 2016 per la messa all asta delle concessioni ­ stile feudale ­ rivendicate da addetti ed associazioni di categoria ciò almeno è quanto emerge dai post in rete che stigmatizzano il disappunto degno di peggior causa rumorosamente espresso da molti operatori balneari per la proroga `mini da una parte mentre dall altra l opinione pubblica si mostra indignata di tali e tante pretese in un mondo in piena crisi commerciale dove avere simili garanzie di mantenimento di un qualsiasi business è pura fantascienza leggiamo dunque tra i tanti post che sarebbe utile sapere quanti gestori di rimini cesenatico milano marittima ogni anno dopo la stagione estiva acquistano un appartamento basterebbe vedere il capitale che avevano qualche anno fa e compararlo con quello che hanno adesso ed annesso caldo invito a non fare le vittime ora che la festa selvaggia sta finendo in parole povere prima di cambiare gli altri proviamo a cambiare noi stessi la nostra visione ­ o come si dice la mission ­ in una congiuntura che definire economicamente spinosa è una blanda perifrasi e in un mercato dove il fattore prezzo assurge a criterio unico di ogni decisione paul auster nel suo libro delle illusioni ha scritto che i momenti di crisi raddoppiano la vitalità negli uomini o forse più in soldoni gli uomini cominciano a vivere appieno solo quando si trovano con le spalle al muro vedi oggi che la sopravvivenza commerciale poggia esclusivamente sulla convenienza economica e tutti paiono omologabili surrogabili a volte neppure necessari per non soccombere ai marosi urge dunque ricorrere al prodotto più importante non solo del settore balneare la qualità perseguibile con una gestione oculata degli stabilimenti mediante appositi indicatori che individuino ogni possibile criticità al fine di agire rapidamente con i correttivi del caso già oggi la tabella con il logo della relativa certificazione rilasciata secondo le norme uni en iso 9001:2000 dalla tedesca tuv guarnisce l ingresso di diverse strutture balneari dello stivale servizi con standard di qualità dichiarata protocollo di tutela ambientale trastulli per grandi e piccini contrassegnati da marchi di sicurezza raccolta differenziata detersivi ecocompatibili ecc sono alcuni tra gli atout che conferiscono valore aggiunto a tutto il sistema turistico territoriale d altronde uno stabilimento certificato operante secondo precisi criteri che assicurino servizi con i requisiti di qualità richiesti è la migliore garanzia che anche e soprattutto in una fase recessiva come quella odierna c è ancora chi confida in una professionalità da recuperare difendere e rilanciare in chiave attuale e competitiva non certo per assecondare quell europa che si occupa della curvatura delle banane e della lunghezza dei cetrioli ma perché il passo più importante dopo l essere riusciti a fare quello in cui si crede è continuare a credere in ciò che si fa 4 oggi che la sopravvivenza commerciale poggia esclusivamente sulla convenienza economica tutti paiono omologabili surrogabili a volte neppure necessari demaniali proroga di trent anni caldeggiavano le associazioni di categoria richiesta bollata dal portavoce del commissario ue al mercato interno come incompatibile con le norme europee poiché le concessioni delle spiagge dovrebbero essere garantite per un periodo di tempo appropriato e limitato e non possono essere consentiti rinnovi automatici né altri vantaggi ai concessionari la cui autorizzazione sia appena scaduta alla fine ­ ma chissà quando sarà scritta la parola fine in commissione industria del senato i trent anni previsti da un emendamento al decreto sviluppo si sono ridotti a cinque in attesa del prossimo coup de théatre nell ambito di una rappresentazione scenografica in cui sono noti i protagonisti molto meno il copione e per niente l epilogo non si può negare un certo anacronismo nelle concessioni ad aeternum

[close]

p. 7

macchine a norme brevettate

[close]

p. 8

ultim ora concessioni balneari obiettivo 2020 la mini proroga di 5 anni diventa legge finalità turistico-ricreative con strutture l decreto crescita risorto dopo del nostro paese in questo senso gli amovibili e circa mille pertinenze le indecisioni di governo e otto anni che ora si prospettano sono maggioranza ha ottenuto il voto un periodo più che sufficiente a ripartire demaniali marittime con manufatti inamovibili di proprietà dello stato di fiducia alla camera da metà con un grande lavoro che serva a dicembre dunque la proroga di cinque rendere le imprese balneari competitive e senza dimenticare che il belpaese anni per le concessioni balneari sarà e a vincere le sfide della concorrenza e conta ben 7458 chilometri di costa a ciò si deve aggiungere che in italia legge a tutti gli effetti in commissione del libero mercato la grande diffusione di stabilimenti industria e turismo sono arrivati osservando la situazione italiana balneari sul demanio marittimo è gli emendamenti concordati con il diversa e ben più sviluppata di quella derivante dalla natura del bene stesso governo fonti parlamentari hanno spagnola balza agli occhi il fatto appartenente allo stato ex articolo confermato che l emendamento che il nostro sistema turistico 822 del codice civile e destinato tra 34.0.200 è stato presentato senza nazionale sia un bene di l altro a soddisfare interessi pubblici modifiche così una storia che può peraltro vantare un come depositato finalmente si prospettano secolo di vita in commissione È evidente come sussistano a livello bilancio lo scorso otto anni di sicurezza da sfruttare come prologo nazionale territori dall economia 4 dicembre e fortemente influenzata dal sistema poi votato in di una nuova sfida con balneare e come questo tipo di commissione il mercato non solo nazionale attività rappresenti una risorsa i sindacati economica insostituibile per tali di categoria aree È infatti opportuno menzionare il avevano attivato una forte azione di importanza strategica sotto il profilo fatto che gran parte degli stabilimenti lobby affinché tra i diversi decreti economico e ambientale ben più balneari siano realtà economiche in corso di approvazione ed ora in di quanto sia quello iberico basti strettamente connesse con l offerta bilico per l accelerarsi della crisi di pensare alle stimate ventottomilaalberghiera in ciò contribuendo governo si riuscisse a dare priorità ed-oltre concessioni rilasciate per al provvedimento che riguarda le concessioni balneari a tal fine erano state chieste adeguate rassicurazioni ai rappresentanti del governo perché richiesti la proroga delle gli accordi politici che si stanno con un netto abbattimento rispetto ai trent anni essa a dicembre 2012 sembra `mini ma è definendo in previsione della prossima concessioni demaniali marittime conc rno al pari della commisione tornata elettorale non andassero pur sempre un successo se si considera che il gove ogni slittamento a favore ­ ad a condizionare le decisioni di voto europea sin dall inizio si era dimostrato contrario sull approvazione del decreto sviluppo ­ di un asta pubblica come si sa ne la scadenza è stata ora finalmente convertito in legge rinvio dopo rinvio ammonizione dopo ammonizio lica i definiti entro il 31 dicembre 2019 e gara pubb era importante incassare questo ulteriormente rimandata band risultato prima della fine dell attuale un anno dopo di un asta nuda e cruda visto che legislatura senza che il decreto non si tratterà comunque questo pare già certo azione fra le norme cercherà di premiare crescita fosse utilizzato come il governo attraverso una delicata navig ggio in partenza all atto di favore elettorale uno degli aspetti gli attuali gestori quanto meno con un certo vanta e buone sul serio ma di certo andare alle buste o magari anche con buonuscit sicuramente vincenti di tutta la vertenza tale non piace ad una gestione sarà una `rivoluzione che forse proprio perché è la cresciuta consapevolezza anche rire da padre in figlio il proprio familiare dell impresa abituata da sempre a trasfe a livello politico che il turismo ed il business comparto balneare che rappresenta il 30 del settore necessitino di una riforma nazionale che stimoli la crescita i 6

[close]

p. 9

pillole di bolkestein nno più essere rinnovate le concessioni sul demanio marittimo non potra di un bando con evidenza pubblica alla automaticamente ma dovranno essere oggetto scadenza di ogni concessione ttutto i piccoli rischiano di essere gli imprenditori contestano le nuove aste sopra società anche multinazionali spodestati da nuovi vincitori e temono cartelli di dovrà lasciare è quello di non ricevere sul fronte prettamente economico il timore di chi e spesi nei vari decenni appare risors un indennizzo consono agli investimenti ed alle riconoscere attrezzature la preoccupazione è di non vedersi chiaro che più che delle alcun avviamento proroga non sono sufficienti per sempre secondo le associazioni cinque anni di o balneare che in realtà diventano rilanciare gli investimenti delle imprese del turism otto ed allora vale chiedersi se non ora quando significativamente al pil turistico tanto che nel recente documento di economia e finanza 2011 è stato per la prima volta inserito il concetto dei distretti turistici al fine di rilanciare il settore del turismo il persistere di una non chiarezza è necessario ricordarlo stava già da qualche stagione portando a notevoli danni economici sia per il forte ridimensionamento degli investimenti sugli stabilimenti sia per il blocco conseguente degli acquisti che sta mettendo in forte sofferenza tutto il comparto produttivo che da decenni lavora in perfetta sintonia con il mondo balneare ad aggravare la situazione ha concorso l incertezza normativa che ha generato un blocco degli investimenti in quanto il sistema bancario in assenza di norme certe non finanzia più le strutture che insistono sulle concessioni demaniali inoltre al momento le concessioni demaniali marittime diverse da quelle turistiche ricettive sono state escluse dalla proroga al 31 dicembre 2015 destabilizzando l intero sistema così come venutosi a creare negli anni e così diverso da quello degli altri paesi europei cui si aggiunge la difficile interpretazione giuridica del concetto di facile o difficile rimozione nonché la determinazione di un congruo risarcimento del valore dell azienda in caso di mancata assegnazione della concessione al concessionario uscente È chiaro che non si possa rinnovare l offerta turistica con un piano di soli cinque anni la questione va vista sotto una diversa prospettiva il settore ha semmai cinque anni in più oltre ai tre già concessi fino alla fine del 2015 per realizzare una grande riforma un nuovo progetto condiviso non solo da tutte le rappresentanze di categoria ma anche con la parte politica il riconoscimento della complessità di un attività come quella balneare che spazia dall impresa al contributo nella gestione e difesa del sistema costiero è la base su cui si dovrà fondare la risposta alla bolkestein più di qualsiasi altra nazione europea proprio l italia può vantare aspirazioni non solo economiche e turistiche ma anche di pulizia sicurezza salvaguardia tutela senza sminuire i forti investimenti nell apertura nel mantenimento e nello sviluppo delle imprese balneari in italia gli operatori hanno già tale ruolo che tuttavia sembra non venir loro riconosciuto ufficialmente la tutela ambientale la sicurezza pubblica e il blocco della cementificazione sono elementi connessi all attività balneare che peraltro punta a una destagionalizzazione utile anche come presidio territoriale permanente in tal senso quindi la legge bolkestein deve riuscire a tradursi come occasione di presa di coscienza del settore e riconoscimento pubblico delle tante positività che rappresenta poche regole ma chiare toglierebbero 7 una riforma da condividere alcuni punti cardine per la sempre più attesa riforma del settore 1 le concessioni demaniali avranno durata da 6 a 30 anni in funzione degli investimenti comprese ovviamente le opere pubbliche al di fuori della concessione 2 i grandi complessi potranno beneficiare della facoltà d opzione per il diritto di superficie 3 i piccoli impianti cioè quelle strutture con canoni sotto soglia 20.000 ­ 40.000 non dovranno andare ad evidenza pubblica i canoni saranno i risultati dell applicazione del disegno di legge per la determinazione degli stessi in approvazione alla camera dei deputati 4 riconoscimento del valore economico dell azienda compresi gli asset intangibili 5 i canoni demaniali non saranno elemento di paragone economico.

[close]

p. 10

ultim ora da questa impasse migliaia di aziende e al tempo stesso gli operatori potrebbero puntare su un accrescimento della qualità dell offerta turistica in risposta a una crescente competizione internazionale consideriamo aperta la sfida non si può evitare l evidenza pubblica ma la proroga è una nuova occasione per creare i presupposti e fissare giusti criteri per interpretare una normativa europea comunque inderogabile e da rispettare la variante spagnola la spagna contrasta la bolkestein con un intervento governativo a tutela delle attività sulla costa tanto è bastato per recriminare un pari trattamento anche in italia ma la situazione a ben vedere è sostanzialmente diversa che l applicazione della legge bolkestein fosse difficile e complicata nazionale e delle specifiche del turismo iberico occorre infatti dalle diverse peculiarità nazionali è apparso subito evidente alcune tener presente come la spagna abbia visto un assalto alle spiagge nazioni si sono adeguate nei tempi richiesti altre hanno beneficiato con la costruzione incontrollata di abitazioni e persino di attività industriali esistono anche strutture di carattere turistico quali bar di proroghe costose e multate l azione spagnola ha dimostrato come la direttiva bolkestein possa ristoranti alberghi e residence ma gli stabilimenti balneari come in realtà essere discussa in relazione allo stato del sistema balneare intesi in italia sono in numero ben minore rispetto al belpaese e dei vari paesi della ue tanto che la richiesta iberica non è stata spesso assai differenti molto più diffusi sono i chiringuitos ovvero contestata anche se è bene specificarlo nemmeno accettata il baretti soggetti ad autorizzazione e non a concessione governo spagnolo infatti ha approvato un progetto di riforma alla d altronde in spagna le attività balneari vengono svolte in legge delle coste del 1988 secondo cui sarebbe possibile evitare maggioranza dagli alberghi e dai complessi turistici e solo in minima parte da privati la demolizione degli edifici posti indipendenti che ottengono una sul litorale estendendone la concessione stagionale e sulla concessione agli attuali titolari spiaggia svolgono un attività per altri 75 anni una direttiva di servizio fortemente limitato che ha fatto immediatamente alla sola elioterapia in breve gridare al miracolo gli puro noleggio di lettini ed operatori italiani pronti a ombrelloni gli stessi servizi chiedere lo stesso trattamento igienici sono appannaggio delle nella realtà le motivazioni che amministrazioni comunali che stanno alla base della legge li erogano a pagamento sulla iberica sono profondamente spiaggia a beneficio dell intera differenti il provvedimento comunità e non solo dei clienti spagnolo incentrato sull edilizia balneari condotta sul demanio mentre un esempio della esasperata cementificazione non vi sono al momento segnali vuole giustamente contrastare nella foto,spagna benidorm nella provincia di alicante nel edilizia in contrari dalla ue e in effetti la l abusivismo mira a preservare sud est del paese è stata definita la manhattan spagnola in si presentava richiesta spagnola appare come le costruzioni regolari a alto comegiorni nostri la costa nel 1960 e sotto lo stesso skyline ai un buon compromesso tra la tutela e salvaguardia degli investimenti sostenuti alla base di tale scelta sarebbe l idea tutela dell ambiente e quella degli investimenti degli imprenditori che tale provvedimento contribuirà a proteggere meglio il litorale balneari un progetto già approvato dal governo e in attesa dagli eccessi urbanistici generando maggiore attività economica dell approvazione definitiva dal parlamento ma che sicuramente dimostrandosi pertanto un efficace strumento di protezione del ha creato un precedente importante per tutti gli altri paesi della litorale una presa di posizione importante che mira a proteggere ue interessati dalla bolkestein in primis l italia che vanta un dall abbattimento non solo diverse migliaia di attività commerciali sistema davvero unico nel suo genere ma che proprio per questo sulla spiaggia ma anche le circa 10.000 abitazioni private ubicate richiederà un disegno formulato ad hoc con i tempi legislativi più adatti allo scopo su demanio marittimo proprio l unicità del sistema italiano impone però la debita la proroga concessa fino al 2020 pone indubbiamente le migliori considerazione delle differenze rispetto all estero e in particolare condizioni perché la tanto auspicata riforma del sistema balneare alla situazione spagnola perché l opposizione del governo spagnolo italiano ora possa avvenire nel rispetto di tutte le posizioni e alla bolkestein si basa anche su un analisi della condizione soprattutto di una legge comunitaria 8

[close]

p. 11

9

[close]

p. 12

focus on il mare 10

[close]

p. 13

che verrà l evoluzione della figura dell operatore balneare impone la conoscenza di un marketing funzionale alla crescita e allo sviluppo delle imprese una nuova professionalità che parte dalla presa di coscienza del proprio ruolo sul mercato di qualità utano gli scenari e la sfida al futuro si vince solo se si riesce ad essere competitivi l affitto di un posto al sole o all ombra non basta più a dimostrarlo non sono solo i casi di successo di alcuni stabilimenti balneari che spiccano rispetto ad altri ma anche le tante interviste che ogni estate vengono raccolte dai telegiornali la gente chiede servizi e non si accontenta più soltanto di una sedia sdraio con vista mare certo la crisi non facilita la situazione e l attenzione al portafoglio è costante ma è anche vero che le spese per il benessere negli ultimi anni sono sensibilmente aumentate dunque risulta necessario essere realmente in grado di offrire servizi ad alto valore aggiunto ebbene se per un attimo ci si mette dalla parte del consumatore o semplicemente si esce dalle specifiche di settore per considerarsi consumatori diretti si capisce come la maggior parte della gente pretenda di ricevere proposte di qualità m eppure se si guarda con attenzione tutti subiscono il fascino della pubblicità delle offerte delle proposte accattivanti o per riassumere il tutto in una parola ormai entrata nell uso comune del marketing e anche il mondo balneare non sfugge a questo sistema ultimamente gli italiani hanno iniziato a guardare con più attenzione all estero alla spagna alla croazia persino alla turchia dove i prezzi sono spesso molto più contenuti rispetto a quelli nel belpaese il risultato è che crescono sempre più le fila dei vacanzieri che decidono di recarsi oltre confine aggravando ulteriormente la crisi già presente sulle coste nostrane se già questo potrebbe essere un motivo di allarme nella competizione interna inizia ad avere un peso sempre maggiore un mezzo di comunicazione che si può senz altro definire come un arma a doppio taglio internet proprio quest ultimo infatti se da un lato può mettere in bella luce una struttura attraverso siti ben fatti ricchi di immagini accattivanti dall altro può sancire il fallimento di quelle attività i cui gestori non riescono a mettere online un appropriata e attraente rappresentazione di ciò che sono inoltre internet è fatto anche di social network ovvero di scambio di informazioni commenti post tweet e mille altre formule così mentre i grandi brand assumono esperti di comunicazione per far fronte a questo nuovo tipo di comunicazione c è ancora chi non si è reso conto di come il passaparola oggi non avvenga più al telefono o al bar ma attraverso recensioni e lapidarie sentenze virtuali si aprono dunque nuove prospettive per chi è chiamato a gestire un business ma proprio per questo occorre rendersi conto che la spiaggia è soprattutto un impresa e come tale è chiamata a comunicare nella maniera più consona oggi restare fuori dal mondo della comunicazione significa non esistere perdere contatti e quindi clienti nella società odierna o si comunica o si rischia di cadere nei meandri di un dimenticatoio da cui è quasi impossibile uscire comunicare ciò che si vale dunque è necessario per poter vivere 11

[close]

p. 14

focus on la formula di comunicazione scelta influisce sugli atteggiamenti e le motivazioni del pubblico condizionando le percezioni e le reazioni dei target di clientela a cui ci si vuole rivolgere il primo passo comunicare se stessi comunicazione d impresa significa comunicare al meglio quello che si definisce il posizionamento strategico dell azienda stessa e per farlo occorre sfruttare svariati mezzi tenendo presente che la formula di comunicazione prescelta influirà sugli atteggiamenti e le motivazioni del pubblico condizionando le percezioni e le reazioni dei differenti target a cui si rivolge pertanto prima ancora di iniziare a comunicare è necessario avere una chiara strategia di marketing e di posizionamento sul mercato già la fase di naming ovvero di 12 ricerca del nome risulta fondamentale bisogna pensare a qualcosa che rimanga impresso che dia un valore aggiunto e che sia in linea con ciò che poi verrà offerto nella struttura ciò non significa che chi ha un attività già avviata sia costretto a cambiare nome anche un appellativo estremamente comune se ben sfruttato può diventare un brand accattivante tutto sta nella comunicazione e nel marketing appunto non si deve mai sottovalutare il fatto che uno stabilimento balneare è un contenitore di servizi metaforicamente si può

[close]

p. 15

pensare a uno stabilimento balneare come a una bella confezione di cioccolatini assortiti il cliente compra la vista dall alto scatola con la di europa beach village convinzione che una struttura polifunzionale dentro troverà che ben rappresenta lo prodotti di suo spirito di un turismo balneare gusto un bel efficiente e funzionale nome un bel packaging e uno orientato modernamente slogan azzeccato alla soddisfazione e alla sono un ottimo fidelizzazione della biglietto da visita propria clientela poi però deve esserci anche il prodotto la qualità non può mancare perché altrimenti il cliente non si affezionerà al prodotto ovvero per uscire dalla metafora si recherà in un altro stabilimento dunque per riassumere il bagno è soggetto a tutte le regole di mercato 13 tout droit d exploitation réservé au salon international des plages sip® crédit photos rémi.m photography contact@remi-m.fr plages salon international des sip-expo.com il salone professionale rivolto alle spiagge private ai ristoranti e campeggi nel sud della francia cabourg saint-malo concarneau larmor plage saint nazaire les sables-d olonne la rochelle royan annecy lacanau arcachon biscarrosse avignon aix-en-provence il salone dei professionisti dei lidi e della ristorazione in francia · spiagge montpellier biarritz béziers narbonne perpignan sète nîmes menton monaco nice cannes bastia marseille toulon st tropez private · ristoranti · campeggi ajaccio martedì 5 mercoledì 6 et giovedì 7 marzo 2013 a la grande motte costa azzurra in francia a 150 chilometri da marsiglia sebastien@sip-expo.com www.sip-expo.com

[close]

Comments

no comments yet