Boves&Società dicembre 2011

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

b oves società periodico informativo a cura dell amministrazione comunale anno 2 n° 8 dicembre 2011 b&s b&s

[close]

p. 2

b&s b&s

[close]

p. 3

b&s b&s 3 auguri boves società periodico informativo dell amministrazione comunale coordinamento editoriale aldo baudino michele baudino adriano toselli foto bruno adriano toselli redazione e-mail info@mariatv.it concessionaria pubblicitaria maria tv sas strada cascina forlenza 7 beinette cn direttore di produzione wilma franchino 3477632020 impaginazione gianluca vada 3358181054 per si viaggiare sas beinette e-mail gianluca.vada@libero.it via genova 11/c cuneo tel 0171348081 zialmente gravissime una cosa purtroppo è certa tra tagli e nuovi prelievi dovremo rassegnarci a qualche passo indietro e a qualche rinuncia a volte anche pesante per i troppi debiti che lo stato ha contratto negli ultimi decenni e il comune che si trova a diretto contatto con il cittadino sarà costretto a prendere a sua volta per le decurtazioni e i limiti subiti provvedimenti impensabili al momento della mia elezione ma tant è bisognerà fare buon viso a cattivo gioco tenere il campo e stringere i denti sperando che in alto le misure che verranno ancora attuate ci portino fuori da questa difficile situazione noi cercheremo di fare al meglio la nostra parte da parte mia e di tutta l amministrazione vi giungano i più sinceri e affettuosi auguri per un natale di speranza mario giuliano sindaco queste parole vi giungeranno almeno 20 giorni dopo averle scritte per i normali tempi di impaginazione stampa e spedizione del notiziario chissà cosa sarà successo in questo periodo e con che spirito ci accingeremo a festeggiare il santo natale se rattristati da reali strette al nostro tenore di vita ma con la prospettiva di una via di uscita che salvaguardi la base del nostro sistema o se saremo rimasti in una fase di confusione politica ed economica con le ricadute conseguenti poten ricco di umanità bello e interessante è stato il viaggio che ­ a totale loro carico ­ il sindaco con moglie e altri otto partecipanti hanno compiuto in argentina nella prima metà di ottobre al centro del percorso in tutti i sensi la visita a balnearia città legata a boves da un trattato di amicizia nel centenario della sua fondazione trattato ricordato da un monumento in una piazza della cittadina squisita e affettuosa l accoglienza tanti discorsi in piemontese anche quello ufficiale del sindaco con evidente e nostalgico richiamo alle origini italiane di molti abitanti del luogo alla partenza il distacco è stato commovente tutto è andato secondo le previsioni con alcuni contrattempi brillantemente superati dall impegno delle guide grandi spazi impressionanti ghiacciai e bellissime cascate che verranno ricordate a lungo con il toccante incontro con gli abitanti della città grazie argentina!

[close]

p. 4

4 b&s b&s centocinquant anni di italia a boves l assessorato alla cultura ha organizzato le celebrazioni dei centocinquanta anni di unità nazionale 1861-2011 cercando il massimo coinvolgimento della popolazione sia a livello di singoli cittadini che di associazioni nessuna proposta arrivata ha mancato di essere presa in considerazione ne è venuto fuori una serie di iniziative corali e mai retoriche sentite e partecipate a boves come quasi dovunque ci è parsa davvero spontanea generale la manifestazione di gioia orgoglio ed affetto il programma si è protratto da metà marzo compleanno d italia il 17 sino al 4 novembre anniversario della vittoria nella prima guerra mondiale ideale fine del percorso risorgimentale non a caso chiamata anche quarta guerra di indipendenza con l occupazione delle ultime terre irredente di trento e trieste con bandiere in piazza italia e sugli edifici pubblici persino insufficiente ci è parso il borelli la sera del 16 marzo a contenere il pubblico che assisteva al momento musicale e di letture autogestito organizzato dalla banda musicale di boves l allora direttore mattia pastore seguito alla fiaccolata nelle vie cittadine foto michele siciliano agli alpini è spettato il ruolo principale nell alzabandiera in piazza italia la mattina dopo gli istituti scolastici sono stati autori dei disegni poi esposti in santa croce palazzetto e salone consigliare tra fine maggio e luglio aprile ha visto in santa croce la grande esposizione del collezionista silvio bonino altra a cura di giancarlo falco si è tenuta a mellana per iniziativa del locale circolo a luglio durante la locale festa grande momento di spettacolo mia patria bella è stato offerto la sera del 1° luglio itinerante in boves tra piazza dell olmo e lo spazio esterno della filanda favole teatrale e musicale organizzato e coordinato dalla compagnia degli episodi con la partecipazione di cori e banda musicale tra i protagonisti elide giordanengo e flavio becchis soddisfazione si deve esprimere per l adesione e l impegno nella iniziativa balconi fioriti alcuni dei quali sono stati premiati durante il concerto bandistico della sabato sera di san bartolomeo in piazza il 19 settembre è stata allestita esposizione itineranti di trenta artisti curata dalle associazioni combattentistiche nella ex filanda favole aperta anche il successivo fine settimana il 6 novembre contestualmente ad inaugurazione della lapide dei caduti ricollocata a cura del gruppo alpino nella frazione madonna dei boschi è stata riconsegnata ai parenti piastrina di giovane alpino bovesano giuseppe giordano classe 1917 disperso durante la campagna di russia dell ultimo conflitto mondiale come personaggio simbolico delle iniziative abbiamo scelto quello che per grado può essere considerato il principale caduto bovesano del risorgimento il maggiore tommaso beraudo ferito mortalmente nella battaglia di curtatone il 29 maggio 1848 durante la prima guerra d indipendenza quando era alla testa dei volontari toscani aggregati alle truppe sabaude È stato ricordato in varie circostanze e modi l amministrazione ringrazia tutti coloro che hanno collaborato offerto disponibilità partecipato solo il tanto aiuto volontario ottenuto ha permesso di limitare i costi senza sacrificare qualità e spessore delle iniziative come si deve fare in questi momenti di necessari tagli delle spese.

[close]

p. 5

segnaliamo da queste colonne una cattiva consuetudine da parte di automobilisti nelle ore che precedono l entrata e l uscita degli alunni delle scuole elementari di via alba ogni giorno si è soliti assistere a parcheggi non consentiti nella strada per poter portare ed attendere all uscita i figli dalla scuola questi comportamenti oltre a contravvenire al codice della strada creano un traffico caotico ed ingiustificato e quel che è peggio si trasformano in qualche caso in atti di maleducazione che crea disagio ai cittadini residenti di via alba che si trovano alle prese con auto parcheggiate davanti alle case ed innanzi a passi carrabili di accesso alle proprietà pertanto si invitano vivamente le famiglie che sono solite accompagnare i propri figli a scuola ad evitare di parcheggiare fuori dagli spazi consentiti lasciando liberi gli accessi delle abitazioni circostanti evitando per quanto possibile di recarsi troppo vicino all ingresso delle scuole premurandosi di non creare problemi di intasamento anche all accesso della strada negli incroci di via vittorio veneto e di via notaio cavallo pur comprendendo l esigenza da parte delle famiglie di tutelare l incolumità dei propri figli se dovesse perdurare la situazione attuale di traffico selvaggio l amministrazione comunale si riserva la facoltà di prendere in esame misure sanzionatorie per i contravventori senza escludere la chiusura al traffico di via alba negli orari di accesso e di chiusura della scuola b&s traffico selvaggio alba b&s 5 in via i servizi carta insieme via barali 5 boves cn da lunedì rd a vene:30-ì19:30 :30 e 15 8:30-12 sabato domenica sempre aperti 9:00-12:30 or ario continuato 8:30-19:30 bancomat e carte di credito punto insieme si accettano buoni pasto sviluppo foto on-line ricariche telefoniche vedi regolamento all interno del punto vendita bacheca piccoli annunci angolo ristoro con macchina caffè artisti nella qualità maestri nella convenienza ampio parcheggio

[close]

p. 6

6 b&s b&s la grande difficoltÀ a far quadrare i conti del comune 289 mila euro di tagli nel 2012 il piatto piange il concorso degli enti locali al riequilibrio dei conti pubblici era certamente necessario e opportuno date le criticità della finanza pubblica e dell economia del paese ma lo sforzo richiesto agli enti locali sempre maggiore ogni anno è divenuto ormai insostenibile soprattutto dopo le manovre dell estate scorsa e bene che i cittadini bovesani e più in generale gli utenti dei servizi che storicamente il comune di boves eroga sappiano quali sono le conseguenze molto gravi delle manovre finanziarie dello stato per il 2011-20122013-2014 soprattutto con riferimento alla spesa corrente scuole strade illuminazione attività sportive e relativo patrimonio mantenimento degli immobili e delle strutture comunali disponibili per la collettività servizi indispensabili sociale ecc i cui effetti vengono resi ancora più gravosi dai vincoli del patto di stabilità questi ultimi incidono soprattutto sugli investimenti oggi più che mai importanti per l economia e l occupazione data la fase di crisi economica e occupazionale locale nazionale e internazionale i tagli ai trasferimenti statali previsti lo scorso anno d.l 78/2010 hanno comportato a livello nazionale una riduzione dei trasferimenti di 1,5 miliardi di euro nel 2011 e di 2,5 miliardi dal 2012 per il comune di boves questa misura ha generato tagli di 173.000,00 euro nel 2011 e di 289.000,00 euro nel 2012 tagli consolidati per gli anni successivi a queste riduzioni di trasferimenti statali si sono associate 1 altre riduzioni di entrata dovute ad esempio a minori trasferimenti dalla regione dalla provincia e dalla comunità montana le cui disponibilità si sono ridotte sempre a causa delle diminuzioni dei trasferimenti dallo stato 2 al fatto che la crisi economica si traduce automaticamente in minori incassi le attività economiche sono in crisi e questo comporta complessivamente minori entrate tributarie ed extratributarie a livello nazionale il decreto di luglio 2011 ha aumentato il contributo richiesto ai comuni per la riduzione dell indebitamento e del fabbisogno pubblico di 1 miliardo per il 2013 e di 2 miliardi a decorrere dal 2014 il decreto di agosto che ha introdotto alcune modifiche peggiorative a quello di luglio ha rafforzato ulteriormente da 1 miliardo a 1,7 miliardi e ha anticipato dal 2013 al 2012 il contributo all aggiustamento dei conti di finanza pubblica richiesto ai comuni come se non bastasse a partire dal 2013 l aggiustamento complessivo richiesto è di 2 miliardi di euro traducendo le manovre in cifre significa che boves già a partire dal prossimo anno deve raggiungere per rispettare il patto di stabilità un saldo obiettivo pari a 514.000,00 euro con un inasprimento rispetto al 2011 di 628.000,00 euro e evidente anche a chi di questa materia poco comprende che il raggiungimento per di più in un arco temporale molto breve di un saldo positivo di tale ammontare che si aggiunge al taglio dei trasferimenti già avvenuto nel 2010 con effetti che si ripercuotono sul 2011 e sul 2012 è di fatto impossibile da rispettare di fronte ad una situazione di questo tipo le azioni necessarie probabilmente non sufficienti sono a tagli drastici dei servizi che a volte risulta impossibile effettuare nel breve periodo data la rigidità della spesa in larga parte connessa a spese per il personale oppure perché già ridotti al minimo costo possibile b aumenti del prelievo che comunque non riescono a coprire i tagli dei trasferimenti e delle minori entrate proprie legate alla crisi economica c dismissioni del patrimonio immobiliare che pur essendo processi condivisibili richiedono tempo affinché non si realizzi una svendita del patrimonio gli effetti di miglioramento sono però momentanei e non strutturali d rinvio dei pagamenti dei fornitori e di altri impegni di spesa già perfezionati soprattutto per quanto riguarda gli investimenti già decisi in passato si tratta di fatto solo di un rinvio di spese e quindi di un aggiustamento apparente dei conti pubblici con ripercussioni devastanti sulle imprese già in stato di sofferenza ed effetti negativi sulla crescita e sull occupazione a questo punto sorge spontanea una domanda quale vantaggio trae il comune da tutto ciò boves crea un avanzo di bilancio pari a 514.000 euro che resta inutilizzato impoverisce la comunità locale e frena la ripresa economica innalzare i livelli di patto significa obbligare i comuni a un risparmio forzato ad incassare denaro ed accantonarlo ciò sembra non corretto ma la legge è legge e altro non si può fare se non rispettarla preme ancora evidenziare in conclusione che le manovre estive hanno previsto possibilità di salvezza rientrare nella categoria degli enti virtuosi qualifica che si otterrà rispettando i dieci parametri del d.l 138/2011 ancora oggi non ben definiti in termini di misura e peso misura che ad oggi si presenta come il gioco della roulette grazie ai parametri di virtuosità gli enti verranno suddivisi in quattro classi quelli di 1 classe non dovrebbero concorrere alla realizzazione degli obiettivi di finanza pubblica e quindi al raggiungimento del saldo obiettivo per boves 514.000 euro l unico obbligo dovrebbe essere il rispetto dell obiettivo strutturale saldo finanziario pari a zero in questa situazione di totale incertezza come è possibile pensare alla redazione del bilancio di previsione 2012/2014 eppure i tempi per la programmazione sono maturi ed il 31/12 è molto vicino.

[close]

p. 7

rifiuti b&s b&s 7 siamo sulla buona strada più delle parole contano i fatti che da parte dell amministrazione si concretizzano sia nelle azioni continue di informazione della cittadinanza con il notiziario gli incontri di frazione di categoria e nelle scuole che ripetiamo ogni anno sia nell azione di convincimento verso il settore commerciale per la vendita dello sfuso e di prodotti con imballo ridotto e/o riutilizzabile in città esistono già alcuni negozi che vendono il prodotto sfuso o che ritirano le bottiglie di acqua minerale in vetro esercizi che sono stati pubblicizzati ricordiamo anche la campagna che ha interessato tutti i cittadini i commercianti e le scuole di porta la sporta circa l acqua pubblica oltre alla campagna annuale relativa all aumento del suo consumo entro qualche mese sarà attiva una fontana per l acqua dell acquedotto gasata e refrigerata prelevabile da un installazione in piazza borelli il bando relativo sarà in pubblicazione a giorni inoltre i risultati si vedono nei fatti la raccolta differenziata è passata dal 34 circa di gennaio e febbraio 2010 a quasi il 47 di agosto e settembre 2011 38 questo è un percorso di cui dobbiamo dare merito anche ai cittadini e che ci pone ai vertici 6° posto di virtuosità all interno dei 54 comuni del consorzio per essere un comune veramente virtuoso bisogna raggiungere percentuali decisamente più elevate che si possono ottenere solo con questo sistema che permette di ottenere anche quantitativi oltre l 80 e iniziata con gli incontri nelle frazioni l azione di informazione circa il porta a porta da avviare progressivamente nel corso del 2012 con un approfondito confronto preventivo con la cittadinanza e con l assistenza del c.e.c circa il minacciato aumento dei costi lo studio apposito effettuato gratuitamente dallo stesso cec in collaborazione con la aimeri prevede che con una riduzione del 50 della produzione di indifferenziato cosa che succede molto frequentemente nei comuni che hanno usato questo sistemail costo rimarrà lo stesso investimenti compresi perché diluiti negli anni già due comuni del consorzio stanno attuando il porta a porta chiusa pesio partita lo scorso anno ha raggiunto il 74 centallo partito a luglio è al momento al 60 e in crescita entrambi sono assistiti gratuitamente dallo stesso c.e.c e tutto quanto sinora realizzato fa parte di quel percorso virtuoso che continueremo a seguire in futuro e sul quale si cerca di portare tutta la città per un maggiore rispetto dell ambiente in genere e un possibile minor costo della raccolta rifiuti.

[close]

p. 8

8 b&s b&s corpo polizia municipale ordinanza neve ordinanza n 216/2010/05 il sindaco premesso che nelle passate stagioni invernali le copiose precipitazioni nevose hanno determinato notevoli problematiche legate allo sgombero della neve dalle strade pubbliche in particolare la rimozione della neve dai cortili privati quando depositata sul suolo pubblico ha comportato ritardi nello sgombero da parte degli addetti oltre a aumento di spesa a carico del comune l art 56 del regolamento comunale di polizia urbana approvato con deliberazione del consiglio comunale n 39 del 22 aprile 1972 non è esaustivo nel prevedere determinati obblighi e/o divieti a carico dei cittadini volti a garantire l incolumità pubblica e la sicurezza urbana compromessa dagli eventi atmosferici suddetti in particolare tale regolamento non prescrive ai proprietari o utilizzatori dei fabbricati di provvedere alla rimozione dei ghiaccioli formatisi sulle grondaie sui balconi o terrazzi e altre sporgenze nonché dei blocchi di neve o di ghiaccio aggettanti per scivolamento oltre il filo delle gronde considerato che lo stesso regolamento contiene una norma secondo la quale i proprietari dei fabbricati ubicati nei centri abitati hanno l obbligo di sgomberare la neve dal marciapiede prospiciente per tutta la lunghezza dell edificio a scanso di esecuzione d ufficio tale norma non è applicabile in quanto l art 14 comma 1 del d lgs 285/92 nuovo codice della strada come più volte ribadito dalla corte di cassazione pone a carico degli enti proprietari delle strade la manutenzione gestione e pulizia delle strade delle loro pertinenze e arredo nonché delle attrezzature impianti e servizi nella pulizia rientra anche lo sgombero da qualsiasi tipo di materiale compresi la neve ed il ghiaccio ritenuto che sia necessario adottare il presente provvedimento ordinatorio al fine di tutelare l incolumità pubblica e la sicurezza urbana preso atto che l art 54 comma 4 del d lgs 18 agosto 2000 n 267 prevede che il sindaco quale ufficiale di governo adotta con atto motivato provvedimenti anche contingibili ed urgenti al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l incolumità pubblica e la sicurezza urbana nella norma suddetta in considerazione dell inciso anche sono da ricomprendere sia i provvedimenti di necessità quanto quelli necessitati e privi della connotazione di contingibilità ed urgenza dato atto che il presente provvedimento è da intendersi pertanto quale ordinanza non contingibile tendente a stabilizzarsi ed a regolare in maniera durevole l assetto delle relazioni tra i diritti delle persone e la gestione sindacale della sicurezza urbana in attesa di un intervento regolamentare che per sua natura richiede un iter di approvazione più lungo visti l art 56 del regolamento comunale di polizia urbana approvato con deliberazione del consiglio comunale n 39 del 22 aprile 1972 l art 54 comma 4 del d lgs 18.08.2000 n 267 ordina a partire dalle ore 12,00 del giorno 30 novembre 2010 1 fatte salve diverse disposizioni emanate dall amministrazione comunale la neve rimossa da cortili o altri luoghi privati non deve in alcun caso essere sparsa e/o accumulata sul suolo pubblico 2 i proprietari o gli amministratori o i conduttori di fabbricati a qualunque scopo destinati devono provvedere a che siano tempestivamente rimossi i ghiaccioli formatisi sulle grondaie sui balconi o terrazzi o su altre sporgenze tutti i blocchi di neve o di ghiaccio aggettanti per scivolamento oltre il filo delle gronde o da balconi terrazzi od altre sporgenze su suolo pubblico e cortili privati onde evitare pregiudizi alla sicurezza di persone e cose 3 quando si renda necessario procedere alla rimozione della neve da tetti terrazze balconi o in genere da qualunque posto elevato la stessa qualora obiettivamente possibile deve essere effettuata senza interessare il suolo pubblico qualora ciò non sia obiettivamente possibile le operazioni di sgombero devono essere eseguite delimitando preliminarmente ed in modo efficace l area interessata ed adottando ogni possibile cautela non esclusa la presenza al suolo di persone addette alla vigilanza salvo il caso di assoluta urgenza delle operazioni di rimozione deve darsi preventiva comunicazione al comando polizia municipale a tal fine lo stesso comando predispone apposita modulistica per il tempo strettamente necessario al loro compimento le operazioni di sgombero eseguite in assoluta urgenza e quelle effettuate previa comunicazione non sono subordinate al rilascio della concessione di suolo pubblico eventuali delimitazioni di aree pubbliche effettuate senza il successivo ed immediato intervento di rimozione ovvero in caso di assenza delle condizioni di pericolo immediato per la pubblica incolumità sono subordinate al rilascio di specifica autorizzazione ai sensi dell art 21 del codice della strada 4 alla rimozione della neve dai passi carrabili devono provvedere i loro utilizzatori 5 i privati che di loro iniziativa provvedono volontariamente alla rimozione della neve dal suolo pubblico non devono in alcun modo ostacolare la circolazione pedonale e veicolare ed il movimento delle attrezzature destinate alla raccolta dei rifiuti 6 la violazione agli articoli 1 2 e 3 comporta l applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da 50,00 a 500,00 7 la violazione agli articoli 4 e 5 comporta l applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da 25,00 a 300,00 8 la violazione all articolo 3 comma 6 è

[close]

p. 9

b&s punita dall art 21 commi 1 e 4 del d lgs 30 aprile 1992 n 285 nuovo codice della strada 9 in caso di inadempienza a quanto stabilito dall art 2 e dall art 3 commi 1 2 3 le operazioni di sgombero sono effettuate in via sostitutiva dal comune con addebito delle spese agli inadempienti la presente ordinanza sarà resa nota al pubblico mediante affissione all albo pretorio comunale ai sensi dell art 3 u.c della legge 241/90 si precisa che contro il presente atto può essere presentato ricorso al tar competente ai sensi della l 1034/71 e successive modificazioni o alternativamente al capo dello stato ai sensi dell art 8 del d.p.r 24 novembre 1971 n 1199 rispettivamente entro 60 gg ed entro 120 gg a decorrere dalla data di pubblicazione del presente atto il responsabile del procedimento è il sig silvano gastinelli nella sua qualità di istruttore direttivo ­ comandante p.m l ufficio in cui si può prendere visione degli atti è l ufficio polizia amministrativa dall entrata in vigore fino alla decadenza sono revocate tutte le precedenti ordinanze sindacali incompatibili con la presente il sindaco prof mario giuliano b&s 9 nuova autolinee attivata da novembre su richiesta comunale le autolinee nuova benese che gestiscono le corse di autobus da e per boves comunicano l attivazione dal 2 novembre di due nuove corse nei giorni feriali a carattere sperimentale concordate con la provincia senza scadenza indicata del periodo di prova la prima partirà da cuneo stazione ferroviaria dell altipiano piazzale libertà alle 10 con fermate a mellana 10,18 boves 10,23 rivoira 10,28 castellar 10,32 madonna dei boschi 10,36 di nuovo boves 10,40 mellana 10,45 cuneo piazzale libertà 11 nel pomeriggio la partenza da cuneo sarà alle 15,25 con le identiche fermate mellana 15,43 boves 15,48 rivoira 15,53 castellar 15,57 madonna dei boschi 16.01 boves 16,05 mellana 16,10 e ritorno alla stazione alle 16,25 il tutto è studiato per concedere tempo agli utenti nel disbrigo di loro necessità sia nei due centri cittadini che nelle frazioni toccate gli orari dettagliati sono in consultazione sul sito www.benese.it a partire purtroppo viene comunicato anche che di fronte ai tagli decisi dalla regione dal 1° novembre tutte le corse festive già ridotte sono soppresse su ogni linea auguri di buone feste

[close]

p. 10

10 b&s lavori pubblici b&s parma ­ via delle basse n 6 ­ per un importo complessivo di 27.232,00 continuano i lavori adeguamento al palazzetto c giraudo con la collaborazione della cassa rurale e artigiana di boves bcc sempre attenta a sostenere le iniziative per la collettività sono stati affidati i lavori di copertura in legno delle gradinate in cemento del palazzetto polivalente c giraudo di boves alla ditta nuova radar coop s.c.r.l con sede a limena padova via i° maggio n° 7 per l importo di 14.850,00 oltre iva 21 di 3.118,50 e così per complessivi 17.968,50 pulizia sentieri e valloni grazie ai numerosi interventi dei volontari della protezione civile e della squadra forestale regionale l eccellente lavoro di pulizia dei valloni dei sentieri e dell alveo del torrente colla nel territorio comunale hanno risparmiato danni certamente molto più gravi in occasione degli ultimi avvenimenti atmosferici gli ultimi lavori hanno riguardato la pulizia di vallone crocette rio gigutin sottano rio cagnola vallone pilone del moro da località tetto panada a salire vallone dalmas nel tratto tra via buscajè a via tus vallone cialancie nel tratto tra via buscajé e via crocette i danni causati dagli eventi alluvionali dei giorni 4/5/6/7 novembre u s riguardano frane e dissesti immediatamente segnalati agli uffici regionali competenti per poter usufruire di eventuali contributi stanziati sommariamente i danni segnalati agli uffici regionali completenti riguardano danni alla sede stradale di via vallone francia via busacaje via dei gina danni alla sede stradale di via tus e via meralt a seguito del cedimento della scarpata a valle erosione degli argini del torrente colla in località tetto grosso con sedimentazione materiale litoide sotto il ponte erosione degli argini del torrente colla a monte e a valle della s.p boves-peveragno erosione degli argini del torrente colla in località tetto magnatunina e tetto marchese erosione argine torrente gesso in località fontanelle sono stati immediatamente realizzati interventi per il ripristino di via vallone francia via buscajé via dei gina e per la sistemazione dell alveo del torrente colla nei punti a rischio esondazione per l incolumità delle persone abbattimento barriere architettoniche palazzo municipale realizzazione ascensore e nuovi servizi igienici sono iniziati i lavori edili relativi all abbattimento delle barriere architettoniche nel palazzo municipale da parte della ditta grosso consulenza ed edilizia di priero che ha aggiudicato la gara per un importo di 111.120,980 oltre alll iva applicando un ribasso del 19,7777 per quanto riguarda l installazione dell ascensore l appalto è stato aggiudicato dalla ditta kone di milano dietro un corrispettivo di 22.859,11 oltre all iva l amministrazione si scusa per il disagio che crea agli utenti ed ai dipendenti per la realizzazione dei lavori rappezzi di alcuni tratti delle strade comunali si è provveduto alla manutenzione di alcuni tratti delle strade comunali provvedendo ai rappezzi di via mellana via div cuneense via stellino via rosbella via del colletto via borella via tetti di dò via san pietro via moschetti e di un tratto della pista ciclabile di via cuneo per un importo complessivo di 29.000,00 oltre all iva inoltre nel cimitero comunale si è provveduto a ripristinare una parte dei vialetti per la somma di 9.772,00 oltre all iva manutenzione canali rivoira e bisotta grazie ad un contributo regionale in merito alla legge 21/1999 la ditta verna remo maurilio di demonte sta procedendo con la realizzazione dei lavori di manutenzione dei tratti dei canali rivoira e bisotta per l importo di 160.017,66 oltre all iva l importo complessivo del progetto ammonta ad 250.000,00 servizio sgombero neve stagione 2011/2012 a seguito di gara con procedura negoziata si è provveduto ad aggiudicare il servizio di sgombero neve suddiviso in cinque lotti alle ditte sotto indicate auto nuova per la polizia locale l auto toyota corolla assegnata alla polizia municiaple con i suoi 250 km lascia il posto alla fiat nuova bravo 1.6 multijet 16v 120cv dpf mylive il mezzo sarà fornito dalla concessionaria fiat ellero s.r.l di mondovì ­ via alba n 1 ­ e l allestimento sarà realizzato dalla ditta bertazzoni slr con sede in collecchio l azienda cuneese dell acqua ha comunicato che la ditta falf s.r.l di levaldigi ha aggiudicato i lavori relativi alla sostituzione delle condotte dell acquedotto in via fiorita via pino giraudo via grugliasco via ugues e parte su via rivoira stipulando un contratto di 66.864,53 oltre all iva al netto del ribasso del 31,70 i lavori sono imminenti salvo condizioni meterologiche avverse.

[close]

p. 11

b&s b&s 11 via beppe lerda 4 12012 boves cn tel 0171 39.18.39 fax 0171 39.18.39 e-mail protezionecivileboves@gmail.com dati riepilogativi sulle attività del gruppo nel periodo gennaio ÷ ottobre 2011 eseguiti 39 interventi di varia natura tra i quali monitoraggio territorio comunale durante le allerte meteo monitoraggio primaverile del territorio per rilievo danni causati dall inverno pulizia della caserma cerutti esercitazione intercomunale sul comune di boves con pulizia dell alveo del torrente colla partecipazione all esercitazione medio tanaro organizzata dal coordinamento provinciale esercitazione intercomunale sul comune di chiusa pesio con pulizia dell alveo del torrente pesio formazione interna del gruppo guida sicura uso radio uso attrezzature varie in dotazione servizio di presidio al magazzino provinciale di pc a fossano costruzione della passerella sul torrente colla lungo il sentiero al rifugio gar il tutto per un totale di circa 1500 ore che hanno visto coinvolti circa 30 volontari mentre ci apprestiamo a dare forma a questo articolo le agenzie d informazione battono la notizia dell alluvione in l attività svolta da gennaio a ottobre liguria e toscana le immagini che scorrono sui video suscitano forti emozioni e sgomento in domande che si moltiplicano spesso senza risposta ancora drammi che si incrociano personali e collettivi di intere comunità che si trovano a vivere la medesima catastrofe non è necessario esserne direttamente colpiti per immedesimarsi in una tale eventualità alla quale nessuno è immune equilibrio a proprio favore ma la natura prima o poi inesorabilmente si riprende ciò che è suo la protezione civile non è solo un istituzione o un gruppo di persone che hanno scelto di dedicare il proprio volontariato qui ma è o perlomeno dovrebbe essere un impegno civile di tutti nella direzione del rispetto dell ambiente affinché i piccoli gesti quotidiani siano rivolti alla sua salvaguardia e di conseguenza alla protezione della vita di tutti gli esseri viventi l uomo è dotato di una mente una mente molto acuta tuttavia spesso ne fa un uso distruttivo troppo spesso si pensa di poter domare la natura e soggiogarla al proprio volere ed interesse ma lo stiamo constatando in questi giorni il dominio è effimero e molto pericoloso sarebbe meno difficile accettare il duro prezzo che si sta purtroppo pagando in vite umane se si potesse sperare che questo potesse indurre nella giusta riflessione non solo il semplice cittadino ma in particolar modo la classe politica e dirigente confidando in tempi migliori noi continuiamo nella nostra missione che e quella di essere al fianco di chi è in difficoltà nel momento dell emergenza il vero problema dell ambiente non è come isolare l uomo dalla natura bensì come renderlo compatibile con essa stan steiner eventi calamitosi frequenti e ravvicinati dove la straordinarietà è diventata ordinarietà i due volti di una natura che sa essere estremamente buona e generosa da un lato e crudele dall altro perché entrambe le cose esistono in natura essere veramente ecologici significa comprendere che c è un equilibrio in tutto ciò l uomo con le sue azioni che impattano sempre di più sul territorio pensa di poter spostare il baricentro di questo

[close]

p. 12

12 b&s dal 19 settembre al 1° gennaio passando per il 4 novembre b&s no spese militari si al disarmo c è un filo conduttore che lega queste tre date per la nostra città il 19 settembre nell orazione ufficiale guido tallone del comitato della resistenza colle del lys affermava che i valori si testimoniano non si trasmettono richiamava l attenzione dei presenti sulla necessità di fare manutenzione alla democrazia e sottolineava l importanza di andare a cercare i giovani se questi non partecipano alla vita della comunità e non rispondono alle iniziative proposte la sera del 6 novembre in un affollato teatro borelli il cantautore fausto amodei classe 1934 ha rappresentato con le sue canzoni unite agli interventi di luca peirone ed alle letture di giorgio casiraghi quello che per la scuola di pace era il momento ufficiale di ricordo commemorazione del 4 novembre la fine della 1 guerra mondiale la festa per la conclusione di un conflitto la triste memoria al termine di tutti i conflitti dei caduti tanti troppi sono sempre troppi i morti per guerra desideriamo riaffermare come comunità cristiana la necessità di opporsi alla produzione ed alla commercializzazione di strumenti concepiti per la guerra ci riferiamo in particolare alla problematica sorta recentemente sul nostro territorio piemontese relativa all avvio dell assemblaggio finale di velivoli da combattimento da effettuarsi nel sito aeronautico di cameri novara riteniamo che la produzione di armamenti non sia da considerare alla stregua di quella di beni economici qualsiasi la loro produzione infatti manifesta una palese contraddizione tra lo spreco di risorse per la realizzazione delle attrezzature militari e la somma dei bisogni vitali attualmente non soddisfatti e tragicamente presenti in molte parti del mondo scienza e tecnologia devono essere poste al servizio della vita e non della morte così nel gennaio 2007 si esprimevano il presidente italiano di pax christi e mons fernando charrier responsabile della pastorale sociale e del lavoro piemontese vescovo di alessandria intervenuto alla nostra scuola di pace nel 1988 sappiamo che dopo quell intervento non ha raccolto molti applausi né dal mondo politico né da quello imprenditoriale e neanche purtroppo da quello ecclesiale o meglio ecclesiastico così dice don renato sacco ­ convinto pacifista militante anche lui di pax christi a commento della morte di mons charrier avvenuta il 7 ottobre 2011 preoccupato che questo appello fosse dimenticato/si perdesse tra le tante altre cose belle certamente ricordate nei necrologi di quei giorni successivi al decesso sovente ci sentiamo di far parte di una minoranza ma nonostante questo rimaniamo convinti che il nostro posto è lì a difesa dell attualizzazione degli ideali di pace con quelli che si impegnano per la pace sempre senza se e senza ma facciamo nostro l invito di alex zanotelli ­ che ricordiamo tra i primi ad essere intervenuti alla scuola di pace nel 1986 e che ancora richiamando l attualità della costruzione e dell assemblaggio degli f35 dal mese di agosto 2011 raccoglie adesioni ad un invito ai nostri governanti perché impegnino per la vita quanto destinato alle spese militari potremmo recuperare buona parte dei soldi per la manovra semplicemente tagliando le spese militari la corsa alle armi è insostenibile oltre che essere un investimento in morte le armi uccidono soprattutto civili in linea con queste affermazioni che alla scuola di pace condividiamo in tutto e che pensiamo dovrebbero rappresentare una discriminante quando ci rechiamo alle urne per il voto ecco l invito per la fiaccolata del 1 gennaio 2012 rappresentato dalla conclusione dell appello che vinca la vita ­ no alle spese militari ­ si al disarmo ancora una volta ci incontreremo ­ ed invitiamo soprattutto i nostri concittadini bovesani ­ camminando per le vie della città in un percorso nuovo perché di anno in anno vorremmo visitare tutte le strade almeno del concentrico per ritrovarci in tanti per scambiarci gli auguri per il nuovo anno per testimoniare e rinnovare il nostro impegno per la pace la giustizia e la solidarietà costanza lerda bilancio 2011 la consulta giovani di boves ha concluso il proprio anno di attività presentando il proprio bilancio nell assemblea del 3 novembre 2011,ed ufficialmente alla giunta e ai consiglieri comunali la settimana successiva un bilancio in attivo nonostante le numerose iniziative organizzate in quest annata che ci ha visti pieni di entusiasmo e di iniziativa il bilancio si è chiuso con un attivo di poco più di seicento euro per un totale di entrate poco meno di 14000 euro il valore del materiale acquistato per le varie iniziative ammonta a circa duemila euro chiudere il bilancio di quest anno in questo modo è per noi soddisfacente soprattutto perché del totale delle entrate soltanto il 5 deriva da entrate comunali e/o proloco soddisfazione soprattutto per tutti coloro che si devono ricredere sul nostro modo di lavorare giudicato troppo spesso poco trasparente e soprattutto di peso al comune soddisfazione maggiore invece va a tutti coloro che rendono possibile tutto ciò che facciamo ovvero gli sponsor che sono sempre tantissimi e disponibili a darci quel poco che invece per noi aiuta molto essere autosufficienti dal punto di vista finanziario ci rende molto più semplice l organizzazione delle iniziative essere attivi e attenti ci permette anche di poter organizzare iniziative e serate a costo zero per le nostre tasche che riscuotono un buon successo di pubblico l incontro con davide mattiello referente di libera e l organizzazione di boves letteraria ci hanno permesso di portare un buon pubblico a riflettere su determinate tematiche vicine ai giovani senza pesare sulle casse di nessuno un ringraziamento vada quindi a tutti gli sponsor che per motivi di spazio non possiamo elencare ma che potrete vedere nel manifesto natalizio della nostra bacheca un ringraziamento al sindaco e all amministrazione comunale ai dipendenti comunali tutti alla proloco e all associazione la sporta entrambi sempre attenti alle nostre esigenze un augurio speciale vada ai nostri dirimpettai della consulta famiglie con cui abbiamo stretto un ottimo rapporto a tutti non ci resta che augurare i migliori auguri di buon natale e felice 2012.

[close]

p. 13

b&s consulta delle famiglie del comune di boves assessorato alla famiglia gentile famiglia il 10 aprile 2011 si è formalmente costituita la consulta delle famiglie della città di boves quest organo consultivo voluto dall amministrazione comunale è costituito da singoli cittadini votati dagli abitanti di boves e frazioni l obiettivo principale della consulta è promuovere una cultura per la famiglia e di conseguenza contribuire attraverso un attività propositiva al miglioramento dei servizi offerti alla comunità bovesana vi invitiamo a compilare questo semplice questionario con cui desideriamo porgere alcune domande in merito alle strutture/servizi attivi a rispondono alle vostre aspettative e quali di questi potrebbero essere migliorati la vostra opinione è importante perché potrete contribuire allo sviluppo di iniziative a favore della famiglia vi ringraziamo anticipatamente per il contributo che darete a questa ricerca grazie per la collaborazione entro 15 giorni dall aver ricevuto il bollettino con il questionario portalo compilato uno per famiglia al punto di raccolta a te più comodo che trovate elencati nella pagina successiva b&s 13 questionario famiglie e nuclei famigliari

[close]

p. 14

14 b&s b&s punti di raccolta dei questionari compilati atrio palazzo comunale atrio scuola materna mons calandri atrio scuole elementari del capoluogo fontanelle e rivoira atrio scuole medie punti di raccolta all uscita della santa messa domenicale nelle diverse parrocchie per altre segnalazioni consultafamiglieboves@gmail.com ritaglia la pagina e tieni il bollettino eventuali commenti la vostra opinione ci aiuterà allo sviluppo di iniziative a favore della famiglia se volete potete lasciare un commento:

[close]

p. 15

b&s scuola materna fontanelle grandi cambiamenti e nuovi progetti b&s 15 e ormai ripresa da qualche mese la scuola dell infanzia con grandi novità e stato previsto un piano di ristrutturazione dei locali per l ampliamento dell atrio e la creazione di un locale adibito agli incontri individuali con le famiglie,si sono ridipinti i vari ambienti al piano terreno ed è stata modificata la pavimentazione adiacente alla sezione coccinelle anche per il progetto educativo ci sono stati grandi cambiamenti si è iniziato un ciclo dal titolo grandi donne che prevede l approfondimento nel corso degli anni di alcune figure femminili che hanno fatto la storia quest anno scolastico inizia con maria montessori grande pedagogista italiana famosa anche all estero che ha trasformato gli asili infantili di carattere assistenziale in vere e proprie scuole dell infanzia nelle quali il bambino è costruttore attivo della propria personalità per l educazione religiosa si conoscerà madre teresa di calcutta e verranno organizzate attività di solidarietà verso i bambini più poveri le insegnanti si sono documentate e con l aiuto dell associazione scuole tecniche san carlo specializzata in falegnameria e la preziosa collaborazione del prof andreis aurelio è stato realizzato gratuitamente del materiale ludico fedele all originale montessoriano partendo da questi giochi si sono organizzati tre laboratori dal titolo -casa dei colori -casa dei ricordi -casa degli angoli inoltre sono affiancati al progetto educativo altri laboratori guidati sia da insegnanti interne che esterne alla scuola -laboratorio di lingua inglese -laboratorio musicale -laboratorio di psicomotricita -laboratorio informatico -laboratorio di accostamento alla lingua scritta e al numero infine si ringraziano caldamente le compagnie dei santi coronati e delle caterine che collaborano ogni anno con un ingente contributo economico per l acquisto di materiale vario per la scuola si ringraziano anche le famiglie per la partecipazione e l entusiasmo dimostrato alla presentazione del progetto didattico montessoriano i nonni-vigile che ogni giorno prestano servizio di volontariato accogliendo i nostri bambini e tutti i volontari che operano all interno della scuola.

[close]

Comments

no comments yet