Boves&Società 4/2012

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

b oves società poste italiane s.p.a supplemento n 10 giornale di boves autorizz tribunale di cuneo n 304 del 14-12-1976 copia omaggio d.l 353/2003 conv in l 27.2.2004 n 46 art 1 comma 1,dcb/cn b&s b&s periodico informativo a cura dell amministrazione comunale anno 2 n° 12 dicembre 2012

[close]

p. 2

b&s b&s

[close]

p. 3

b&s b&s 3 un per un augurio di speranza natale difficile il sindaco mario giuliano boves società periodico informativo dell amministrazione comunale supplemento al giornale di boves n 10 poste italiane s.p.a supplemento n.10 a il giornale di boves autorizz tribunale di cuneo n 304 del 14-12-1976 copia omaggio d.l 353/2003 conv in l 27.2.2004 n 46 art 1 comma 1,dcb/cn la casetta dell acqua inaugurata il 3 novembre coordinamento editoriale aldo baudino michele baudino adriano toselli copertina adriano toselli redazione e-mail info@mariatv.it concessionaria pubblicitaria maria tv sas strada cascina forlenza 7 beinette cn tel 0171 385131 fax 0171 385313 direttore di produzione wilma franchino 3477632020 impaginazione gianluca vada 3358181054 per si viaggiare sas beinette e-mail comuni@mariatv.it stampa litostampa asteggiano via guglielmo marconi 94/b marene cn nuova casetta dell acqua in piazza borelli e stata inaugurata sabato 3 novembre 2012 la nuova casetta dell acqua installata dalla ditta pier h2o s.n.c di caramagna piemonte in piazza borelli il distributore dell acqua è funzionante 24 ore su 24 ed eroga acqua refrigerata frizzante al costo di 0,03/lt e naturale al costo di 0,02/lt e possibile acquistare la chiavetta al costo di 10,00 presso il distributore total erg in corso trieste e/o presso la ferramenta pellegrino valerio di piazza garibaldi n° 2.

[close]

p. 4

4 b&s b&s aperto il 15 dicembre l atlante dei suoni a partire dal mese di febbraio sarà operativo il nuovo percorso didatticomusicale negli spazi dell ex filanda favole con le prime visite scolalstiche mentre l inaugurazione ufficiale è prevista in primavera il percorso principale prende il nome di atlante dei suoni è strutturato come un viaggio nella musica dei cinque continenti e si pone come ideale continuazione del percorso de la fabbrica dei suoni di venasca si parte per un viaggio salendo su un aereo e dopo uno spettacolare decollo si arriva in africa qui l elemento caratterizzante è il tamburo con i suoi ritmi attraverso uno scivolo si arriva dall altra parte del mondo in oceania dove si va alla caccia di strumenti primordiali l america invece è caratterizzata dalle musiche che si possono ballare in una sala prove ci si mette in gioco con i balli caratteristici del continente americano la caratteristica dell asia è invece quella di avere a disposizione una scala musicale di soli 5 suoni si svela così il mistero di melodie così diverse da quelle suonate in occidente attraverso un ponte tibetano si arriva in europa culla della musica classica qui i visitatori sono all interno di in un teatro e si cimentano nella direzione di una vera e propria orchestra sinfonica l ultimo passaggio porta in piazza italia dove si gioca a riconoscere le mille musiche tradizionali del nostro paese per i visitatori più piccoli fino a 7/8 anni è stato allestito uno specifico spazio la citta di cumabo il percorso prevede un viaggio attraverso quattro diversi ambienti sonori la citta la cucina il mare e il bosco qui sono proposte delle attività di sperimentazione sonora con i materiali caratteristici di ogni ambiente oltre a giochi di ascolto e con gli strumenti musicali in due locali posti al piano terra è stata allestita inoltre la ludoteca musicale un spazio di gioco e attività musicali ed espressive rivolte a piccoli gruppi bambini 0-3 anni mamme in gravidanza persone diversamente abili genitori e bambini la sistemazione dello spazio è stata possibile anche grazie ad un contributo della fondazione crc per informazioni e prenotazioni per le visite tel 0175 567840 info lafabbricadeisuoni.it www.lafabbricadeisuoni.it

[close]

p. 5

lavori pubblici lavori di bitumatura strada di accesso al cimitero di san giacomo b&s b&s 5 notizie dall ufficio area tecnica manutentiva lavori pubblici sei alla ditta isi line s.r.l di saluzzo un area comunale sita in via gigutin sottani catastalmente individuata al fg 33 mappale 291 di mq 20 totali su cui installarcommerciali lo scopo della locazione è quello di locare della ditta aggiudicataria una connessione wireless ad internet al pubblico limitatamente al centro cittadino l impianto verrà ralizato attraverso l installazione di hot spot nelle piazze nelle strade indicate dall amministrazione comunale gna altresì a fornire l erogazione di un servizio di trasmissione dati per le seguenti utenze comunali sciola media in via don cavallera scuola elementare via alba scuola elementare di rivoira e scuola elementare di fontanelle oltre ad una postazione che verrà indicata dall amministrazione comunale la ditta la passatore costruzioni s.r.l di cuneo ha eseguito i lavori di bitumatura della strada di accesso al cimitero di lavori di completamento manutenzione san giacomo per un importo di 5.963.12 oltre all iva del torrente gesso programma di manutenzione aipo 2007 locazione immobile comunale per si sono conclusi i lavori di risagomatura delle sezioni d alla realizzazione di un sistema wireless veo del torrente gesso in località fontanelle da parte delcittadino in standard wi-fi la ditta somoter s.r.l di borgo san dalmazzo i lavori a seguito di gara mediante trattativa privata è stata con sono stati realizzati per un ammontare di 34.779,22 cessa in locazione per anni sei rinnovabili per ulteriori anni oltre iva notizie dall ufficio progettazione opere nuovi interventi al cimitero urbano sono stati terminati il 31 ottobre 2012 i lavori di realizzazione di un blocco di servizi igienici a servizi del cimitero urbano l intervento ha consentito di disporre coltà deambulatorie e per normodotati rifacimento parterre palestra scuola media contemporaneamente ai lavori negli spogliatoi è stato realizzato il completo rifacimento del campo di gioco della palestra e ridisegnati i campi oltre ad altri interventi presso la scuola stessa necessari per il miglioramento degli standard igienico sanitari e di confort igrotermico costo totale opera spogliatoi scuola media ultimati anche i lavori per il completo rifacimento della zona spogliatoi e servizi della palestra della scuola mescorso l intervento ritenuto interessante da parte della regione piemonte assessorato sport e dal coni di cusportivo costo opera 65.000 37.200 mutuo istituto di credito sportivo 3.000 fondi propri comune di boves

[close]

p. 6

6 b&s b&s miglioramento energetico scuola media successivamente ai lavori negli spogliatoi hanno avuto inizio di lavori di realizzazione dell isolamento all estradosso delle coperture piane della palestra e degli altri terrazzi cio è stato possibile recuperando parzialmente il ribasso d asta dell appalto dei serramenti e le somme per lavori in economia l abbattimento dei consumi con questo nuovo intervento è preventivabile al 5-6 costo totale opera 124.000 depositi e prestiti fine prevista novembre 2012 atlante dei suoni ultimati anche i lavori di allestimento multimediale atlante dei suoni che prevede all intreno della ex filanda favole l allestimento di un percorso fantastico cinamento alla musica e la possibilità di effettuare una concreta sperimentazione sonora da parte di bambini ragazzi e adulti in questo viaggio guidato sarà possibile avvicinarsi all esperienza musicale attraverso attività che prevedano di vedere sentire creare toccare usare provare scoprire giocare inventare e progettare oltre alle aree tematizzate geocontinenti all interno de l atlante dei suoni si allestiranno spazi che potranno essere utilizzati in modo elastico per proporre iniziative ed attività integrative che completino e arricchiscano ulteriormente l offerta formativa del centro l installazione sarà dunque una struttura polivalente e multimediale in grado di offrire spazi idonei a realizzare attività culturali musicali didattiche e ricreative sarà inoltre un luogo davvero unico nel suo genere che si candida ad avvicinare bambini ragazzi studenti e chiunque sia interessato o incuriosito dal mondo dei suoni grazie ad un approccio esclusivo ed emozionale articolato attraverso un percorso didattico originalissimo fortemente caratterizzato dalla componente esperienziale finanza e funzionamento enti locali È stato pubblicato nella gazzetta ufficiale n 237 del 2012 il decreto-legge 10 ottobre 2012 n 174 recante disposizioni urgenti in materia di finanza e funzionamento degli enti territoriali nonché ulteriori disposizioni in favore delle zone terremotate nel maggio 2012 È in via di conclusione il percorso parlamentare per la sua conversione in legge il decreto riscrive la disciplina del controlli interni sull attività dei comuni mediante la mo modifica dell art 147 del testo unico sull orsinamento degli enti locali e l introduzione degli artt 147bis ter quater e quinquies la riforma distingue varie tipologie di controlli 1 controlli di regolarità amministrativa e contabile 1 preventivi art 147-bis comma 1 tuel avvengono nella «fase preventiva della formazione dell atto» e consistono nel parere di regolarità tecnica rilasciato dal dirigente/responsabile del servizio competente «attestante la regolarità e la correttezza dell azione amministrativa» e nel parere di regolarità contabile oltre che nel visto attestante la copertura finanziaria rilasciati dal dirigente/responsabile del servizio finanziario 2 successivi art 147-bis commi 2-3 tuel avvengono sotto la direzione del segretario dell ente si svolgono secondo «principi generali di revisione aziendale» hanno a oggetto campioni casuali di contratti e atti amministrativi inclusi impegni e liquidazioni di spese e accertamenti di entrate le loro risultanze sono trasmesse al revisore dei conti al consiglio comunale e ai vertici della burocrazia locale e agli organi di valutazione dei risultati dei dipendenti 2 controlli strategici art 147-ter tuel anch essi limitati ai soli enti con popolazione superiore a 5000 abitanti che possono esercitarli in forma associata mirano a informare gli organi di governo sul grado di raggiungimento degli obiettivi programmatici e sulla soddisfazione dei cittadini 3 controlli sulle società partecipate art 147-quater tuel 4 controlli sugli equilibri finanziari art 147-quinquies sono coordinati e diretti dal responsabile dei servizi finanziari e vigilati dal revisore dei conti vi sono coinvolti il segretario dell ente e i responsabili dei singoli servizi tengono conto anche dell andamento degli organismi esterni preposti alla gestione dei servizi locali strumenti e metodi per il controllo ­ alla cui organizzazione parteciperanno i responsabili il segretario dell ente art 147 comma 4 tuel ­ saranno individuati dai singoli enti nell esercizio della loro autonomia normativa art 147 comma 1 tuel la corte dei conti vigilerà sull adeguatezza dei sistemi adottati art 148 comma 1 tuel decreto-legge 10 ottobre 2012 n 174 dei beni ambientali e culturali attraverso determinazione n 269 del 13/10/2010 regione piemonte diculturale fabbrica dei suoni venasca indicazioni della polizia municipale sullo sgombero neve con l approssimarsi della stagione invernale il sindaco ha emanato un ordinanza ad integrazione del dispositivo dell art 56 del regolamento di polizia urbana al fine di tutelare l incolumità pubblica e la sicurezza urbana l ordinanza vieta e impone alcuni comportamenti ed in particolare stabilisce che e vietato spargere accumulare o depositare la neve rimossa dai cortili o da altri luoghi privati sul suolo pubblico i proprietari gli amministratori o i conduttori di stabili devono provvedere a che siano tempestivamente rimossi i ghiaccioli formatisi sulle grondaie balconi ecc nonché tutti i blocchi di neve o di ghiaccio che si sporgono per scivolamento oltre il filo delle gronde balconi sulle strade pubbliche e cortili privati le operazioni di rimozione dei ghiaccioli o dei blocchi di neve dai posti suddetti ed in genere dai luoghi elevati non devono interessare il suolo pubblico qualora ciò non sia obiettivamente possibile le operazioni di sgombero devono essere eseguite delimitando in modo efficace l area interessata e salvo i casi di assoluta urgenza previa comunicazione al comando di polizia locale in ogni caso la delimitazione dell area interessata dalla possibile caduta di neve e ghiaccio per non essere considerata occupazione abusiva di suolo pubblico deve riguardare il tempo strettamente necessario per la rimozione del pericolo le violazioni alle suddette disposizioni comportano l applicazione della sanzione da 25,00 a 300,00 euro qualora i proprietari amministratori o conduttori di stabili non provvedano a rimuovere le situazioni di pericolo determinate dalla presenza di ghiaccioli o blocchi di neve come sopra descritto il sindaco si riserva di adottare provvedimenti contingibili ed urgenti per l eliminazione dei pericoli provvedendo alla rimozione in via sostitutiva e ponendo le spese a carico degli inadempienti.

[close]

p. 7

b&s b&s 7 7 regole per non incorrere nelle sanzioni la raccolta differenziata porta a porta a boves concentrico è partita sostanzialmente bene e la percentuale iniziale totale è superiore al 60 come purtroppo è accaduto anche negli altri comuni che hanno deliberato lo stesso sistema in via di adozione da quasi tutti i comuni dei dintorni alcuni cittadini incivili maleducati o strafottenti non conferiscono correttamente i loro rifiuti o li abbandonano vicino ai cassonetti o li inseriscono nei cassonetti al di fuori della zona del porta a porta talvolta vengono abbandonati anche rifiuti ingombranti pur essendo in funzione il ritiro gratuito su prenotazione a domicilio come sotto indicato la polizia municipale e i carabinieri hanno il mandato di sanzionare i trasgressori al fine di una corretta differenziazione e conferimento indichiamo alcuni suggerimenti 1 il verde va inserito direttamente nei cassonetti senza sacchetti di naylon o altro materiale quantitativi significativi devono essere portati all area ecologica a fontanelle e assolutamente vietato alle ditte che fanno lavori di manutenzione di giardini di conferire nei cassonetti stradali 2 l umido va conferito negli appositi cassonetti solo in sacchetti di carta o di materiale biodegradabile certificato 3 i termometri al mercurio devono essere consegnati in farmacia per il corretto smaltimento data la loro pericolosità per la salute 4 gli alberi di natale naturali dopo l uso vanno conferiti all area ecologica a fontanelle i sintetici sempre a fontanelle con gli ingombranti 5 i rifiuti ingombranti es materassi arredi ecc sono ritirati gratuitamente direttamente a casa propria su prenotazione al numero gratuito 800654300 6 presso la polizia municipale è possibile ritirare il libretto gratuito con le istruzioni per un corretto riciclo dei rifiuti anche per chi non è interessato dal porta a porta 7 i sacchi di plastica neri puliti vanno messi nei cassonetti della plastica nella seconda metà di dicembre verranno distribuiti i materiali per il 2013 la popolazione sarà avvertita in tempo utile come sempre è determinante la correttezza dei cittadini che anche in questo caso si qualificano tramite i loro comportamenti ritiro materiale per raccolta differenziata 2013utenti del servizio di raccolta si comunica agli differenziata con il sistema porta a porta che da lunedì 17 a sabato 22 dicembre 2012 dalle ore 08,30 alle ore 17,30 presso l ufficio ubicato in piazza italia n 58 ex sede pro loco sarà distribuito gratuitamente il materiale occorrente per il conferimento dei rifiuti per tutto l anno 2013 sacchetti per gli imballaggi in plastica per i rifiuti indifferenziati e per i rifiuti organici oltre al calendario della raccolta per l anno 2013 si informa inoltre che è in corso la sostituzione a cura dell appaltatore del servizio di raccolta dei contenitori di cartone per il conferimento della carta con i contenitori di plastica contenitore giallo rifugio ceresole con l arrivo dell autunno e la chiusura del rifugio sono arrivati i dati sulla fruizione durante la stagione estiva che grazie al tempo favorevole ha permesso l apertura da maggio ad ottobre la struttura ricordiamo è attrezzata con cucina stufa e stoviglie 8 posti letto bagno corrente elettrica prodotta da pannelli solari è stata utilizzata da ben 88 persone singole in coppia famiglie e gruppi di amici un ringraziamento a tutti coloro che hanno utilizzato il rifugio e in particolare alla famiglia giuliano del negozio di alimentari di castellar che da anni si occupa delle prenotazioni e la consegna delle chiavi.

[close]

p. 8

8 b&s notizie dall ufficio area finanziaria b&s i richiesti agli enti locali nel 2012 negli ultimi giorni del mese di ottobre all approssimarsi del termine ultimo per l approvazione del bilancio annuale e pluriennale di previsione quest anno rinviato per ben 5 volte il ministero dell interno ha nuovamente rivisto l ammontare delle spettanze 2012 degli enti locali sia in funzione degli ultimi dati di stima del gettito dell imposta municipale propria imu resi noti dal mef sia con riferimento alle norme contenute nei decreti adottati in applicazione delle disposizioni di cui agli articoli 16 e 17 del d.l 95/2012 convertito in legge 135/2012 molti sono ancora i dubbi sull effettivo gettito imu sperimentale anno 2012 e successivi e sull ammontare del fondo sperimentale di riequilibrio il quale varia in aumento o in diminuzione come conseguenza del confronto fra il gettito stimato dell imu 2012 calcolato ad aliquota e disciplina base e quello dell ici 2010 entrambi questi importi hanno avuto comportamenti altalenanti per tutto l anno e se questo cui gettito può per il momento soltanto essere basato su congetture non lo si può accettare per un dato storico quale è quello ici 2010 l incertezza di questi dati non permette inoltre di determinare la distribuzione dell ulteriore taglio previsto i comuni si tratta di 1.450 milioni che verrà ripartito in proporzione alla distribuzione territoriale dell i2013 a oggi per boves ammonta a nel frattempo l impatto sui bilanci dei comuni della spending review n decreto il taglio di 500 milioni previsto per i comuni per l anno in corso dall art 16 del d.l 95/2012 comporterà per il comune di boves un ulteriore manovra di bilancio da 14.100 euro circa con destinazione all estinzione anticipata del debito nell anno 2012 detto importo non potrà essere tenudi stabilità che conseguentemente diverrà più irraggiungibile di prima la situazione è destinata ad aggravarsi nei prossimi anni in virtù del fatto che la spending review grazie alle norme contenute nel disegno di legge di stabilità succhierà ulteriori risorse dai comuni per 2,5 miliardi pari al quintuplo nel biennio 2013-2014 e di 2,6 dal 2015 a complicare ulteriormente la situazione già abbastanza intricata si suo è poi intervenuto l art 34 comma 22 del d.l 179/2012 che ha previsto una riduzione di 120 milioni di euro del recupero a carico del bilancio dello stato previsto per l anno 2012 art 13 comma 17 del d.l 201/2011 che quindi scende da 1.627 a 1.507 milioni le cause dell aggiuntiva misura necessaria per la quadratura del bilancio dello stato non sono chiare ma con molta probabilità essa è legata ancora una volta alle sovrastime di gettito imu malgrado l inevitabile aumento della prattutto in termini di imu i comuni sono sempre più poveri e possono impiegare sempre meno risorse sul territorio e per il bene della collettività i dati di bilancio 2011-2012-2013-2014 lo dimostrano.

[close]

p. 9

b&s gruppo comunale di protezione civile di boves via beppe lerda 4 12012 boves cn tel 0171 39.18.39 fax 0171 39.18.39 e-mail protezionecivileboves@gmail.com b&s 9 l attività sul territorio ricordando francesco il gruppo di protezione civile di boves ancora scossa e incredula desidera rendere omaggio al suo prezioso collaboratore e amico francesco musso per la disponibilità l impegno e la professionalità che ha sempre dimostrato al gruppo stesso e a tutta la comunità bovesana un caro saluto a lui e un sentito ricordo a coloro che nel corso degli anni ci hanno lasciato nel pieno della loro attività nel gruppo di protezione civile l attività del gruppo di protezione civile continua costantemente il suo impegno affiancando giornate dedicate al monitoraggio e prevenzione del territorio a giornate di formazione e aggiornamenti interni ed esterni al gruppo stesso tali attività oltre a consentire un attiva vigilanza sul territorio provvedono a mantenere un buon livello di preparazione dei singoli volontari ottenendo i necessari brevetti di operatività e concorrono a costruire uno spirito collaborativo di rispetto amicizia e di gruppo indispensabili in ogni occasione d intervento in emergenza e non a tali impegni il gruppo e lieto di segnalare che nel corso dell estate ha potuto anche dare il proprio contributo benché in modeste unità alla copertura di due turni settimanali per l emergenza emilia operando nel campo allestito dal coordinamento di p.c di cuneo a san giovanni roncole frazione di mirandola ad oggi l emergenza e stata definita conclusa pertanto il suddetto campo e nelle ultime fasi di smantellamento con la ripresa dell attività autunnale e stato portato a termine il primo lavoro programmato il 15.09 u.s e stata effettuata la pulizia annuale del bedale dei cerati nei giorni 13 14 ottobre si è provveduto alla pulizia del torrente colla zona di pertinenza ponte di via peveragno ­ ponte di via rivoira si comunica inoltre che alla normale attività programmata mensilmente il gruppo si renderà disponibile ad affiancare l amministrazione comunale qualora lo ritenga utile nella modifica e stesura del piano comunale di protezione civile alla luce delle nuove disposizioni di legge in vigore cogliamo l occasione per informare la collettività bovesana che a seguito di ordinanza prefettizia prot n 17750/20.6 area v del 29.04.2010 in materia di criteri per l impiego del personale volontario e delle attrezzature di protezione civile il gruppo ha deciso di attenersi a quanto tale ordinanza stabilisce la protezione civile interviene in tutte le attività volte alla previsione e prevenzione delle ipotesi di rischio al soccorso della popolazione ed ad ogni altra attività necessaria a superare l emergenza mentre non può svolgere attività di controllo in manifestazioni ed eventi di natura sportiva e ludica sono previste eccezioni per le quali il sindaco può richiede ufficialmente l intervento del gruppo come nel caso di eventi di rilevante importanza che attirino ingenti masse di persone per le quali occorra adottare misure di sicurezza e prevenzione particolari questo e il motivo per cui i volontari non hanno più partecipato a tali eventi con simboli e attrezzature riconducibili alla protezione civile per chi avesse intenzione di dedicare un po del suo tempo libero alla comunità e al volontariato in modo attivo rinnoviamo l invito a contattarci.

[close]

p. 10

10 b&s la scuola di pace cammina cammina con la scuola di pace modalità condivisa da tutti per esporsi in modo unitario b&s in questo anno parecchie volte gli organi di stampa hanno rivolto l attenzione alle ingenti risorse che lo stato italiano ha scelto di convogliare nell acquisto dei cacciabombardieri f35 strumenti di morte non solo inutili ma dannosi sotto tutti i punti di vista parecchie sono state le tagli soprattutto alle voci delle spese di educazione sanità solidarietà sociale cultura non si è trattato di prese di posizione soltanto di persone da sempre di ragionamenti estremisti o fuori dalla logica del mondo in cui viviamo ha trovato da ridire anche il giornalista socci che lo ha dichiarato e in svariate forme ed occasioni il settimanale famiglia cristiana ha preso posizione su questo tema così importante ma sovente così marginale e trascurato la scuola di pace vi ha dedicato parecdelle varie iniziative portate avanti in questo 2012 ­ alcune delle quali commentate in queste colonne nei mesi trascorsi ­ vorrei focalizzare ai comuni interessi che hanno trovato in alcune iniziative pubbliche dialogo avviato con le consulte e con il tavolo delle associazioni bovesane momenti decisamente arricchenti per il confronto avviato anche impegnativo perché le visioni e le idee sono tante e bisogna trovare una impegno non indifferente per l attenzione da prestare alle opinioni altrui senza annullare le proprie questo confronto ci ha permesso di portare a termine vari incontri e di realizzare la festa equa di inizio giugno con il coinvolgimento di parecchie persone famiglie e realtà associative mi piace ricordare l iniziativa che la scuola di pace ha condiviso delle 1000 gru di carta progetto delle scuole tecniche san carlo che ha impegnato i ragazzi per un anno intero ha prodotto la realizzazione di una struttura particolarmente interessante e vivace che ha campeggiato anche nel corso dell incontro di luglio al palazzetto organizzato da acmos apice e dall associazione lavoro e welfare interessante è parsa anche la collaborazione con la consulta giovani nell ambito di boves letteraria è proprio vero che lavorando insieme ci si conosce meglio e ci si arricchisce vicendevolmente ma abbiamo provato a non tirarci indietro ed a misurarci anche con e tutto questo sempre ricordando da dove arriviamo storicamente a mente delle vicende del secolo scorso orgogliosi della nostra carta costituzionale che affonda le radici nella resistenza convinti dell importanza di guardare indietro per andare avanti guardare il passato per pensare al futuro avere memoria per garantirci un futuro costanza lerda nuovo coordinamento alla scuola di pace da novembre è cambiato il coordinamento della scuola di pace scaduto il mandato di costanza lerda al quale va il ringraziamento dell amministrazione per l impegno profuso in questi anni gli subentra cristina bersani 42 anni insegnante e vice dirigente scolastico dell istituto a vassallo di boves a lei i migliori auguri di un proficuo lavoro il saluto della nuova coordinatrice ad ottobre è scaduto il mandato di costanza lerda che non è stata soltanto la coordinatrice della scuola di pace negli ultimi sei anni ma l incarnazione degli ideali di quest istituzione ereditare dunque tale incarico non sarà facile ma la motivazione che mi ha indotto ad accetare è fondamentalmente una la convinzione che si tratterà di un lavoro di squadra e non di un impresa in solitaria e la composizione del nuovo comitato di coordinamento formato da persone valide ricche d entusiasmo e spirito collaborativo ne è conferma dei sei membri tre sono stati nominati dal consiglio comunale valeria arpino ernestina quaglia e davide pellegrino scelte da me condivise e accolte con sincero favore in quanto in ognuno di loro colgo elementi validi e complementari tre mebri sono stati da me designati direttamente fabio dutto ex-presidente della consulta giovani organizzatore di numerosi eventi tra cui la coraggiosa iniziativa boves letteraria che lo ha visto investire risorse ed energia nella cultura terreno talvolta di difficile resa spendendosi al massimo con ottimi risultati marco biarese ex-presidente del consiglio d istituto della scuola a vassallo di boves membro della consulta famiglie attivo cittadino sempre disponibile al confronto trasparente capace di creare armonia con occhio attento alle altrui esigenze cristiano cometto musicista fondatore della fabbrica dei suoni di venasca e promotore del percorso tematico l atlante dei suoni che sarà inaugurato a febbraio a boves chiaro esempio di come credendoci si possano tramutare i sogni in realtà con l appoggio di costanza e l incoraggiamento di diego muoviamo quindi i primi passi aperti ai suggerimenti con il fermo proposito di portare avanti un percorso di educazione all armonia e al bene-essere che coinvolga sempre più la cittadinanza non di rivoluzione si tratta quindi ma di continuità nel rinnovamento il 10 novembre in rappresentanza della scuola di pace parteciperò con il nostro sindaco in compagnia di costanza e diego alla cerimonia d inaugurazione della nuova rotatoria intitolata alla nostra città da parte del comune di mauguio con noi gemellato dal 2000 inoltre assisteremo alla proiezione del film abbiamo odiato e alla tavola rotonda sulla pace in europa a cura dell associazione servir la paix il prossimo appuntamento importante sarà la tradizionale fiaccolata della pace del primo gennaio ricordiamo poi a tutti che quest anno la scuola di pace e il comune di boves hanno promosso il progetto sulle donne r-esistenti ispirato all opera di michela ponzani guerra alle donne ospite della passata edizione di boves letteraria curato dai ragazzi della scuola secondaria di primo grado e che su questo tema saranno organizzati eventi e serate grazie alla collaborazione della poetessa ornella giordano e di suo marito riccardo rovera con l accompagnamento della splendida voce di valeria arpino e del flauto di eugenia ruggeri cristina bersani

[close]

p. 11

b&s b&s 11 nuovo direttivo al femminile chi aveva creduto in me e di chi aveva portato la consulta dov era arrivata ci si è rimboccati sempre le maniche e portato a termine tutto ciò che si era pensato progettato e a volte anche sognato ci sono stati momenti di alta tensione dove tutto sembrava perso ma a volte è vero che le persone ti stupiscono e alla fine si riesce a ristabilire un equilibrio e a ricompattare la squadra errori ne ho fatti anche molti dal punto di vista umano ma non credo di potermi recriminarmi grandi cose più di quello che ho fatto non potevo più di quello che ho dato non avrei potuto dare proprio per questi motivi non aveva più senso una mia ricandidatura alla presidenza c è credo sempre di più bisogno di idee nuove di persone nuove e soprattutto di nuovi stimoli lascio però un percorso che in un periodo breve mi ha permesso di diventare quello che sono di crescere come persona e di imparare molto dai tanti incontrati e con cui ho lavorato dovessi ringraziare tutti coloro che mi hanno aiutato sostenuto criticato insultato tradito lo spazio non basterebbe perché sono veramente tanti e tutti vanno ringraziati perché nel bene o nel male hanno perso tempo a pensare a me a noi anche nel negativo e questo non è male sono cresciuto e ho imparato che le persone non si abbandonano non si accusano a priori ne si tradiscono ho imparato che la parola data guardandosi negli occhi per me vale più di un contratto ho imparato che le cose vanno dette fin da subito senza mezzi termini ho imparato che la gente per essere perdonata deve guadagnarsi nuovamente la fiducia dell altro la fiducia è stata la benzina che mi ha fatto guidare con orgoglio e con gran senso di responsabilità una squadra che ho provato anche se non ci sono riuscito a portarla unita e serena fino alla fine ho imparato che quando la fiducia viene meno crolla tutto ciò che si è costruito quando questa fiducia viene meno a causa della bieca parlantina di chi non ha mai capito realmente cosa significa far parte di una consulta ci si rattrista sempre un po per quel neo che uno si porta dietro ora tocca alle nuove leve partire per quest avventura che di certo non sarà facile ma che sicuramente lascerà in loro qualcosa di importante alla fine sembra solo retorica ma soltanto chi non ha vissuto a pieno un esperienza non può giudicare e neppure capire cosa c è dietro tutto ciò il mio augurio è quello che il nuovo direttivo porti avanti questo percorso iniziato e lo possa far crescere creando nuove sinergie nuove opportunità per non sentirci dire tra cinquant anni che la colpa di come stiamo è stata nostra fabio dutto direttivo presidente alice barbero classe 1990 studentessa insegnante di ballo hip-hop vice presidente federica giuliano classe 1989 impiegata e studentessa universitaria segretario beatrice rinaudo classe 1987 impiegata come promesso nell ultimo numero è venuto il momento di presentare il nuovo direttivo della consulta giovani di boves eletto una triade caratterizzata dalla tenacia e dalla voglia di fare con un briciolo di ingenuità che associata al coraggio male non può fare ma anzi può portare ad ottimi risultati alice federica e beatrice ricopriranno il loro ruolo fino al 2014 in un periodo non facile fatto di crisi economica e con in mezzo le elezioni comunali sono convinto che però riusciranno a non cedere alle difficoltà sono passati poco più di due anni e mezzo dal mio primo ingresso all interno della consulta ingresso fatto così per caso invitato da alcuni così per fare numero piano piano ho conosciuto una squadra fatta di persone differenti tra loro ma con un obiettivo comune almeno per la maggior parte che era quello di fare qualcosa per trasformare la solita frase non c è nulla a boves in qualcosa di differente si era partiti da uno spettacolo teatrale che mi ero trovato a scrivere per poi arrivare ad ottobre 2010 e ad essere eletto presidente con tutti gli onori e oneri che questa carica ne compete non ho mai voluto prendere alla leggera il ruolo che ho ricoperto nonostante le difficoltà riscontrate a partire soprattutto dall interno per rispetto di

[close]

p. 12

12 b&s a cura del comitato tecnico locale provincia comunità montane regione piemonte università di torino c.res.o organizzazioni professionali agricole b&s la situazione della lotta biologica cinipide galligeno del castagno nelle aree del cuneese boves peveragno e robilante dove sono stati effettuati i primi lanci di pieno campo del parassitoide torymus sinensis prosegue il miglioramento iniziato già lo scorso anno si nota infatti una ripresa nello sviluppo della vegetazione grazie ad una minor percentuale di galle che bloccano lo sviluppo dei nuovi germogli con un incremento nella dimensione delle foglie e dello sviluppo dei getti per cui in questi areali le galle risultano già oggi decisamente meno evidenti si può ragionevolmente supporre che in queste zone l azione del torymus prosegua ancora e si abbia il prossimo anno un ulteriore riduzione del numero di galle con un conseguente miglioramento dello stato vegetativo degli alberi la parassitizzazione sta decisamente crescendo ovunque e si può pensare che vista l ormai elevatissima popolazione di torymus nel resto dell areale castanicolo cuneese possano essere ancor più rapidi la sua diffusione e la sua azione di limitazione naturale va comunque ricordato che anche al conseguimento di un controllo biologico efficace le galle non spariranno l importante è che si riducano in numero tale da non arrecare più danni alla vegetazione così come sta già avvenendo in alcuni castagneti inoltre l equilibrio biologico sarà un processo dinamico con oscillazioni nei rapporti tra le popolazioni dei due insetti soggette a fattori esterni variabili di anno in anno quali l andamento climatico e la presenza ad esempio di iperparassitoidi sofferenza ed interessati da cancro corticale marciume delle castagne in seguito agli studi effettuati dal centro di castanicoltura di chiusa di pesio sostenuto dalla comunità montana delle alpi del mare l agente del marciume delle castagne segnalato nella regione piemonte dal 2005 è stato finalmente caratterizzato sotto il profilo sistematico ed ecologico si tratta di una nuova specie fungina recentemente descritta dai patologi vegetali dell università di torino con il nome di gnomoniopsis castanea il fungo provoca il marciume delle castagne ma si trova in stadio latente senza provocare sintomi in molti altri organi e tessuti del castagno giovane corteccia fiori ricci ecc in natura il fungo differenzia due diversi tipi di fruttificazione le prime compaiono prevalentemente sui ricci a terra e le seconde osservate molto di recente prevalentemente sulle galle del cinipide differenziatesi l anno precedente non vi è ancora l assoluta certezza che le infezioni si verifichino mediante spore al momento della fioritura una serie di indagini sono attualmente in corso e queste sono volte a chiarire le modalità di infezione del fungo la sua eventuale interazione con il cinipide e l efficacia di alcune pratiche agronomiche asportazione dei ricci a terra trinciatura dei residui vegetali nel contenere l incidenza dei marciumi delle castagne sono già a disposizione dei dati di sensibilità di diverse cultivar di castagno nei confronti dei marciumi provocati da gnomoniopsis castanea cancro corticale purtroppo complessivamente negli ultimi anni lo stato di salute dei castagneti è peggiorato anche per una recrudescenza del cancro corticale e stata ipotizzata un interazione tra cinipide galligeno e cancro della corteccia rilevando come anche ceppi ipovirulenti del fungo patogeno siano in grado di uccidere rami fortemente infestati dal cinipide si è passati da disseccamenti limitati dei giovani getti con un elevato numero di galle alla morte di rami e grosse branche dando vita a fenomeni anche estesi soprattutto in zone ripetutamente interessate da violente grandinate che hanno verosimilmente aperto nuove vie di penetrazione per il fungo patogeno in base alle osservazioni effettuate durante sopralluoghi nei castagneti fortemente degradati sembra esservi una carenza di cancri cicatrizzati a favore dei cancri virulenti e in fase di pianificazione una sperimentazione rivolta al recupero dei castagneti fortemente degradati nel corso dell attività sperimentale che dovrebbe iniziare nel 2013 sarà confrontata l efficacia di diverse tipologie di intervento potature di diversa entità abbinate a concimazione somministrazione di prodotti fitosanitari per via endoterapica inoculazione di ceppi ipovirulenti del fungo patogeno nel risanamento dei castagneti in stato di

[close]

p. 13

creazione impresa e ripartito il servizio di consulenza alla creaziopubbliche previste dal programma operativo regionale 2007-2013 ob 2 competitività regionale e occupazione con fondi dell unione europea ministero del lavoro regione piemonte e gestito dalla provincia di cuneo gnare il potenziale imprenditore nel percorso che lo porterà all avvio di un attività in proprio dalla bilità alla redazione del piano d impresa l attività di accoglienza e consulenza gratuita è strutturata su due livelli accoglienza allo sportello dove si realizza una prima valutazione della fattibilità dell idea imprenditoriale analizzando motivazioni e interessi tra progetto e mercato accompagnamento e sviluppo business plan dove il servizio accompagna l utente nel percorverso successivi incontri con un tutor e se necessario con consulenti specialistici ness plan ovvero piano di impresa il documento che illustra il progetto imprenditoriale e sarà sottoposto al vaglio della commissione di validazione provinciale e anche previsto un tutoraggio post apertura usufruibile nei primi tre anni di vita della neoimpresa che costituisce un supporto nella gestione ed impianto dell attività possono accedere al servizio tutti gli occupati e i disoccupati residenti o domiciliati in piemonte che intendano creare impresa in provincia di cuneo sede operativa i servizi saranno rivolti prioritariamente a soggetti in cerca di occupazione soggetti occupati con contratti di lavoro a termine e/o atipici alle dipendenze o parasubordinati donne giovani di età compresa tra i 18 ed i 35 anni lavoratori o lavoratrici posti in mobilità secondo le norme vigenti lavoratori o lavoratrici direttamente provenienti dure concorsuali o da stabilimenti dismessi lavoratori di provenienza da impresa in cigs per i soli casi di cessazione di attività o di fallimento il servizio prevede anche due tipologie di contributo a un contributo forfettario in conto esercizio per la fase di avvio dell impresa il contributo consisterà in euro 3.000,00 lordi per il titolare e per ciascuno dei soci lavoratori della neo-impremomento di validazione del bp/piano di attività da parte della provincia l erogazione del contributo sarà subordinata alla bilità al momento dell ammissione ai servizi degli sportelli provinciali rilasciata dai centri per b&s b&s 13 l impiego ai sensi dell art 18 l 241/90 oppure l impresa e/o dei soci lavoratori della stessa da impresa in cigs per i soli casi di cessazione di attività e di fallimento to forfettario in conto esercizio pari a euro 1.000,00 e destinato al titolare e ciascuno dei soci di 5 soci come attestato al momento di validazione del bp/piano di attività da parte della procondizioni sopra citate risultino essere giovani di età non inferiore ai 18 anni e non superiore a 35 anni b un contributo forfettario in conto esercizio di importo pari a euro 2.000,00 a copertura delle spese di avvio dell impresa sportello di cuneo su appuntamento rosita serra camera di commercio via e filiberto 3 tel 0171 318797 impresa.cuneo@provincia.cuneo.it lunedì ore 9-12 nicola pollari provincia politiche del lavoro via xx settembre 48 tel 0171445890 impresa.cuneo@provincia.cuneo.it martedì ore 12-18 mercoledì ore 8,15-13,45

[close]

p. 14

14 b&s b&s la scuola edile conferma ed investe nella scuola di boves la scuola edile presente a boves dalla primavera del 2007 conferma la presenza fa investimenti e rafforza la sua attività a boves dal marzo 2007 a luglio 2012 sono stati oltre 2.000 gli operai ed i titolari di impresa che hanno frequentato i corsi di formazione per addetti montaggio smontaggio e trasformazione ponteggi finalizzati a ridurre gli infortuni nei cantieri per caduta dall alto nei locali concessi in comodato dal comune porzione di capannone sito in via borgo s.dalmazzo19 da gennaio 2013 grazie alla positiva esperienza di questi anni ed alla disponibilità dimostrata dall amministrazione comunale che si è tradotta nella concessione in comodato gratuito della rimanente porzione del capannone la scuola edile ha deciso di trasferire parte delle attività formative di cuneo a boves la scelta della scuola edile è principalmente motivata dalla considerazione storica e culturale che vede nella città di boves il centro della provincia con la più alta densità di muratori presenti a boves si è svolto il primo corso di formazione per muratori della provincia di cuneo foto 1 boves inoltre è la culla degli antichi mestieri mattoni a vista tetti in losa forni stufe che vanno conservati e valorizzati e qui che ci sono grandi ed importanti professionalità competenze ed esperienze di operai ed artigiani che se opportunamente utilizzate nei percorsi formativi possono rappresentare grandi opportunità e potenzialità per formare le nuove generazioni le entusiasmanti esperienze dei laboratori didattici della manifestazione mestieri città degli ultimi 3 anni che hanno coinvolto oltre 600 ragazzi/e per ciascuna edizione accompagnati dai loro insegnanti e/o genitori hanno rappresentato il segno del grande bisogno di manualità e di senso da parte dei ragazzi su questa voglia di manualità e di sapere dei giovani la scuola edile ha investito ed intende continuare a farlo nel futuro la sede di boves una volta ristrutturata deve rappresentare un punto di incontro importante che lega la tradizione la cultura dell anziano artista muratore con i giovani ed il loro bisogno di imparare ed il loro bisogno di innovare importante per noi sarà la promozione della cultura dei mestieri rivolta alle scuole medie ed all istituto per geometri a questo proposito diamo sin d ora la disponibilità ad ospitare ed organizzare laboratori didattici gratuiti per le scuole che intenderanno avvalersene in edilizia i mestieri sono tanti ed altrettanto interessanti c è chi progetta e chi costruisce e tra chi costruisce c è chi coordina gruppi di lavoratori capi squadra capi cantiere e chi si specializza nelle singole lavorazioni c è chi si occupa delle strutture carpentieri muratori chi delle finiture intonacatori decoratori piastrellisti e chi ancora dei trasporti e del movimento dei materiali gruisti operatori macchine movimento terra ci sono tanti poi che si occupano dei lavori artistici i restauratori i pittori i mosaicisti trasferire la cultura dei mestieri utilizzando la metodologia didattica dell imparare facendo consente di acquisire le necessarie competenze di base e specialistiche utili per svolgere al meglio la propria professione per programmare meglio la propria progressione personale e professionale la sede di boves insomma deve rappresentare un luogo di incontro tra giovani che hanno voglia di imparare e artisti muratori che hanno voglia di insegnare passando dal coniugando il bocia che deve sempre cercare di rubare il mestiere all artista muratore che deve essere disponibile ad insegnarlo e un obiettivo importante che si potrà concretizzare solo se ci sarà la collaborazione costruttiva degli anziani/giovani che confidiamo non mancherà e una scommessa importante che si pone obiettivi ambiziosi la scuola edile ce la metterà tutta affinchè possano essere concretamente e gradualmente realizzati ci faremo carico dei costi per il rifacimento del tetto del capannone e della sistemazione complessiva dei locali per rendere la sede accogliente e funzionale lo facciamo certi e consapevoli di poter contare sulla sensibilità e spirito di collaborazione dell amministrazione comunale che si ringrazia per la collaborazione finora dimostrata il direttore filippo manti

[close]

p. 15

il natale con la sporta l associazione la sporta composta da 110 realtà produttive bovesane che in passato ha già avuto modo di collaborare in diverse manifestazioni ed eventi tra cui mestieri e città per il periodo natalizio ha pensato di ravvivare boves con diverse iniziative come già fatto gli scorsi anni l associazione ha finanziato ed organizzato l allestimento dell illuminazione natalizia nel concentrico bovesano ponendo particolare attenzione al contenimento delle spese e al risparmio energetico per creare il calore e la magia del natale le luci sono state accese nella serata del 1 dicembre in concomitanza con la consegna dei babbi natale bovesani agli associati della sporta come già avvenuto negli anni scorsi è stata l occasione per ammirare il babbo natale bovesano prodotto artigianalmente e in pezzi unici e si è degustata polenta con salsiccia e formaggio caldarroste pizza focaccia panettone cioccolata calda zucchero filato e vin brulè oltre ai giochi per i più piccoli le note dei musicanti mentre al termine si è tenuta dall estrazione di un grande babbo natale bovesano dal pomeriggio di sabato 15 dicembre a partire dalle ore 15:00 e nella giornata di domenica 16 dicembre ritorna babbo natale in via partigiani nell iniziativa denominata babbo natale in cuntra granda dove potremo trovare gli amici elfi gli zampognari e babbo natale il quale si è raccomandato di ricordare a tutti i bambini di portare le letterine con l indirizzo per poter rispondere a tutti nel frattempo in piazza dell olmo vi sarà il mercatino/fiera con punti di ristoro allestito all interno di graziose casette in legno e il laboratorio degli elfi dove sarà possibile rivivere tutte le fasi di lavorazione per dare vita ai babbi natale e ammirare le opere degli amici elfi in via roma lungo il percorso per raggiungere la chiesa di santa croce dove vi sarà la mostra dei presepi verrà allestito il presepe realizzato con sagome in legno a grandezza naturale nella parte alta di piazza italia nella giornata di domenica 16 dicembre saranno organizzati dei giochi per i bambini e neve permettendo sarà organizzata una gara di pupazzi di neve con in palio per il miglior pupazzo un grande babbo natale bovesano l associazione ringrazia comune proloco consulta giovani la cassa rurale ed artigiana di boves la confcommercio e la camera di commercio di cuneo oltre a tutti coloro che hanno reso possibili queste iniziative e invita a boves tutti i bambini e adulti che credono nella magia del natale e anche quelli che non ci credono non si sa mai che cambino idea lasporta@tiscali.it www.babbonatalebovesano.it b&s b&s 15

[close]

Comments

no comments yet