13 anni di Rinascimento Popolare

 

Embed or link this publication

Description

13 anni di Rinascimento Popolare

Popular Pages


p. 1

13 anni di rinascimento po po la re o e luigi sturzo c.i.s.s studi nel nome della dottrina sociale della chiesa edi don luigi sturzo

[close]

p. 2

alla base del pensiero sturziano vi è una grande fede in dio e la convinzione che gesi1 rappresenti davvero per noi la via la verità e la vita l eccezionale patrimonio culturale di don sturzo che emerge con chiarezza da · queste pagine di rinascimento popolare nasce da quella fede e da quella convinzione egli ci indica con grande umiltà che per servire e realizzare il bene comune nella società è indispensabile possedere una buona cultura fondata sui principi e sui valori morali del cristianesimo se oggi il mondo è ancora dominato dalla povertà non solo materiale e dall ingiustizia lo si deve proprio alle deviazioni da quella via da quella verità e da quella vita il nostro augurio è che la lettura di queste pagine soprattutto da parte dei giovani possa contribuire a chiarire le idee sulle vere cause dei mali della società moderna e sulle soluzioni che la buona cultura può dare.

[close]

p. 3

13 anni di f~j j jj sc j ej ff o jvj nel nome della dottrina sociale della chiesa edi don luigi sturzo

[close]

p. 4

www.centrosturzo.net ciss@centrosturzo.it stampa tipar arti grafiche roma

[close]

p. 5

il bene comune si costruisce con la buona cultura nell ottobre del1996 ha iniziato a vivere rinascimento popolare organo ufficiale del centro internazionale studi luigi sturzo nei primi 13 anni abbiamo pubblicato 72 numeri della rivista per un totale di 2.304 pagine in questa raccolta abbiamo estratto 380 pagine dai suddetti 72 numeri e le abbiamo suddivise in l o rubriche editoriali dottrina sociale della chiesa la causa di canonizzazione ebeatificazione del servo di dio don luigi sturzo 4 articoli di don luigi sturzo 5 il popolarismo sturziano 6 la grande attualita del pensiero sturziano 7 la lotta contro la mafia 8 politica emorale 9 verita storiche 10 libri da leggere l 2 3 il lettore vi troverà pagine di notevole interesse e di grande attualità il merito va tutto alla profondità del pensiero che emerge dalle encicliche sociali della chiesa e dal prezioso patrimonio culturale che ci ha trasmesso il servo di dio don luigi sturzo una vita la sua tutta dedicata all amore del prossimo per la salvezza del prossimo nel nobile tentativo di cristianizzare la politica e l economia significativa la testimonianza del pro f giuseppe palladino esecutore testamentario del sacerdote di caltagirone e uno dei maggiori studiosi del pensiero sturziano io ricordo soltanto don sturzo sacerdote impegnato a chiarire questioni politiche economiche e di altro genere solo per cercare i migliori condizionamenti per la crescita morale delle singole persone e per le pacifiche e feconde loro relazioni ai diversi livelli della comunità a partire dalla famiglia anello fondamentale per la saldezza e la qualità di tutte le altre alla salvezza delle anime don sturzo ha dedicato l intera sua esistenza e ogni sua energia a quello stesso scopo convergevano i molteplici suoi interessi culturali e la sua.ricerca della verità pertanto egli fu impegnato nella sua lotta ideale solo come sacerdote e non come uomo politico ciò gli diede una straordinaria forza per perseverare lungo il suo itinerario di perfezionamento spirituale talchè sin dai primi giorni del mio incontro con quell eccezionale sacerdote ebbi l impressione che egli fosse già giunto alla meta di una totale e perfetta unione con dio questa unione gli dava il carattere di profeta l l giuseppe palladino persone e vicende del mio tempo 1986 tipar ed 3-

[close]

p. 6

e in effetti nel corso della sua lunga vita furono tante le profezie di don sturzo · l inevitabile fine del non expedit e la necessità di fondare un partito di cattolici · sulla scia di quanto suggerito dalla rerum novarum nel 1920 egli propose primo al mondo l azionariato dei lavoratori ossia la loro partecipazione agli utili delle imprese con circa 90 anni di ritardo il governo italiano sembra ora intenzionato a realizzare questa idea · l impossibile evoluzione del fascismo verso un sistema democratico e la sua disastrosa fine · le conseguenze negative degli accordi di yalta e di bretton woods che avrebbero sostituito alla menzogna del nazismo la menzogna del capitalismo di stato nel mondo comunista e la menzogna del capitalismo finanziario e speculativo nel mondo libero · il dilagare dello statalismo della partitocrazia e dello sperpero del denaro pubblico in italia se la dc avesse aperto a sinistra · se ciò fosse avvenuto come in realtà è avvenuto dopo la morte di don sturzo questi previde la frantumazione della dc · la fine del comunismo · l arrivo della globalizzazione e la necessità di governarla bene per arrivare un giorno a one world ossia agli stati uniti del mondo e alla conseguente fine delle guerre come è già avvenuto nei territori dei paesi in cui si è realizzata l integrazione politica ed economica in definitiva alla base del pensiero sturziano vi è una grande fede in dio e la convinzione che gesù rappresenti davvero per noi la via la verità e la vita l eccezionale patrimonio culturale di don sturzo che emerge con chiarezza da queste pagine di rinascimento popolare nasce da quella fede e da quella convinzione egli ci indica con grande umiltà che per servire e realizzare il bene comune nella società è indispensabile possedere una buona cultura fondata sui principi e sui valori morali del cristianesimo se oggi il mondo è ancora dominato dalla povertà non solo materiale e dall ingiustizia lo si deve proprio alle deviazioni da quella via da quella verità e da quella vita il nostro augurio è che la lettura di queste pagine soprattutto da parte dei giovani possa contribuire a chiarire le idee sulle vere cause dei mali della società moderna e sulle soluzioni che la buona cultura può dare la redazione di rinascimento popolare ottobre 2009 filippo gangere direttore responsabile antonio caruso carlo gatta giovanni palladino gaspare sturzo 4-

[close]

p. 7

indice editoriali 1996 perché rinascimento filippo gangere il futuro è del liberismo sociale giovanni palladino la parabola dei talenti giovanni palladino stato e statalismo luigi sturzo un patrimonio di verità sperperato giovanni palladino il valore morale dell appello sturziano giuseppe alessi la corruzione è causa di povertà la redazione dio e cesare antonio caruso luigi sturzo sempre attuale nel xxi secolo giovanni palladino il servizio più prezioso la buona politica filippo gangere la sfortuna di dare la caccia alla fortuna giovanni palladino l italia si rafforza dal centro giovanni palladino educare al buon uso della libertà giovanni palladino i cattolici in politica antonio caruso h ·· · ·· h · · h · · h ······ 11 12 15 17 19 21 23 l italia colpita da una deformazione culturale giovanni palladino 24 28 31 la pace ragionata di don sturzo giovanni palladino io sono la via la verità la vita la redazione h · ··· · h ···· h ·· ·· ·· · · · ·· · · ·· h · wojtyla e sturzo uniti dalla verità giovanni palladino far capire che l etica conviene giovanni palladino il grande valore della vera vita la redazione h ····· · · ··· ···· h ·· · · · ·· h ····· · ··· hoo ·· · ·· ···· ··· hoo hoo prima pietra dell edificio per una nuova società antonio caruso etica responsabiltà e coerenza giovanni palladino aperta la porta al dialogo costruttivo antonio caruso l italia si salva dal centro giovanni palladino la nostra utopia realistica la redazione ridare fiducia filippo gangere vale la pena di ripartire da sturzo giovanni palladino la redenzione comincia da noi giovanni palladino carità competenza e rigore morale daniela vidon i il cristianesimo ci educa alla libertà responsabile giovanni palladino un esame di coscienza culturale e politico giovanni palladino don luigi celebrato anche a londra gaspare sturzo h · · · · · · · · · · h 34 36 38 41 43 45 48 50 51 54 57 60 h 62 64 66 70 73 74 76 79 82 84 87 5-

[close]

p. 8

dottrina sociale della chiesa urge una politica di vera ispirazione cristiana agostino greggi 93 h · · · la rivoluzione costruttiva della rerum novarum luigi sturzo va ricostruita l unità tra fede e impegno politico giovanni paolo il il capitalismo selvaggio è contro l impresa giovanni palladino la stretta alleanza fra intelligenza capitale e lavoro agostino greggi pio xi autentico profeta antonio caruso lo stupido conflitto tra capitale e lavoro giovanni palladino fare conoscere l illustre sconosciuta la redazione la rerum novarum tradita dai cattolici di sinistra marco vitale curare le povertà dei potenti e dei ricchi giovanni palladino hooo h ···· · · · · · · h tutti proprietari non tutti proletari agostino greggi 98 · · · · h · 102 106 109 112 118 121 hooo ···· · h · ·· · · · ······ 123 125 · · · · · · ·················································· · ····· 130 la causa di canonizzazione ebeatificazione del servo di dio don luigi sturzo verso la gloria degli altari giovanni palladino mandato postulatorio un nuovo passo avanti mons luigi giuliani h ··········· ·· · · 137 h · 138 140 144 147 151 154 156 attualità del messaggio di don luigi sturzo mons luigi giuliani h · ······ · · ································ · h sempre obbediente alla chiesa card camillo ruini un processo quanto mai opportuno mons luigi giuliani più di 100 testimoni per la causa di don sturzo giovanni palladino una causa opportuna nata per puro caso mons luigi giuliani l impegno sociale e politico come via alla santità card renato martino una benedizione indimenticabile mons luigi giuliani h ·········· h 161 163 articoli di don luigi sturzo come nacque la mia vocazione politica la vera rivoluzione è spirituale dollaro e bomba atomica l uomo politico può essere cristiano integrale sul futuro del mondo h h · · · · · ·· · ·· ·· · ··· · · · · h · · · ··· · · · h ············· ··· · · · 169 174 178 181 184 h ···· · · · ·· h ······· · · ·· direttive politiche della mia attività pubblica · h · ···· h · ·· h · · · · · ·· h · · · · ···· · · ·· · · · · · h 186 · · · ·· · ·· cointeressare il lavoro alla salute dell impresa h · ··· h · · ·· · · · · · h ·· · 188 6-

[close]

p. 9

le offese stataliste alla libertà della scuola la cultura cristiana della pace prevarrà una conquista morale il mondo senza più guerre moralizzare la vita pubblica fra l uomo e dio il contatto è di libertà i motivi delle mie critiche all eni e a mattei il popolarismo è di centro non piega né a sinistra né a destra h 192 196 198 202 204 207 209 il popolarismo sturziano il popolarismo verrà attuato da una nuova classe dirigente giovanni palladino il popolarismo in economia giuseppe palladino presupposti etici del popolarismo giuseppe palladino il vero popolarismo è soltanto di centro giovanni palladino sturzo-dossetti non è un derby ferdinando adornato una nuova identità italiana il popolarismo gaspare sturzo 213 216 219 221 223 226 la grande attualitÀ del pensiero sturziano dimentichiamo dossetti torniamo a sturzo e de gasperi mario segni se einaudi e sturzo avessero vinto giovanni palladino elogio del rischio dario antiseri h · · ·· · · ·· h ·· h h · · · h ··· ·· uomini politici di servizio e non di potere daniela vidoni dal ministero della guerra al ministero della difesa della pace don alfio spampinato l uomo socio del fratello nella res pubblica giovanni palladino la logica sturziana per un sano sviluppo economico marco vitale h contro il carpe diem della politica italiana per servire il bene comune gaspare sturzo 235 239 242 244 246 249 254 258 la lotta contro la mafia sturzo e la mafia in difesa della verità tradita eugenio guccione 267 per la sicilia le ultime lacrime di don sturzo giuseppe palladino 270 la mafia è nemica dello sviluppo gaspare sturzo 273 se volete aiutarci fate buona economia marco vitale 277 degrado morale male bestie e infezione mafiosa gaspare sturzo 282 7-

[close]

p. 10

politica emorale i valori morali come pietra d angolo della società civile giovanni palladino 289 294 296 298 303 308 310 la questione morale sempre al centro del buon governo del pro-sindaco sturzo umberto chiaramonte 291 liberismo e liberalismo o della continuità di sturzo luigi einaudi la politica come dovere morale e atto d amore mons michele pennisi la battaglia sturziana per moralizzare la politica e l economia gaspare sturzo h · ·· · · · la diaspora dei cattolici in politica filippo gangere · l identità cristiana nell impegno sociale per unire il bene individuale al bene comune {vito piepoli un dovere morale non può essere una cosa sporca mons michele pennisi veritÀ storiche una vittoria fondata sui valori cristiani filippo gangere h 319 h · · · · · ·· · ·· · · · ··· · · · · ·· ···· · ···· · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · ··· · · · · · · ····· · ·· · · · · · · · · · · · · · ·· ·· ·· ··· · · · · · ·· ·· · ·· · ···· · ·· · · · · · · · ···· · la verità storica sull operazione sturzo filippo gangere quella volpe di mussolini giacomo garra 323 326 330 332 la dc è scomparsa perché ha ignorato il pensiero sturziano giovanni palladino don sturzo avversario o maestro inascoltato della dc giovanni palladino i vento della storia nella vigna del signore filippo gangere 335 libri da leggere l economia senza etica è diseconomia giovanni palladino h · · ·· ·· ··· · · ··· ·· ·· h 339 341 344 348 352 354 356 ··· · ·· ··· un sacerdote guidato e illuminato da fede speranza e carità flavio felice al servizio della società perché sacerdote don salvo millesoli un sacerdote trasparente di bene padre raimondo spiazzi un profeta disarmato scomodo e inascoltato massimo baldini h · il grande lavoro non utilizzato del comitato sturzo carlo gatta · ·· · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · ····· · ··· · ···· · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · · h · · · · ·· · · · ····· h un santo sacerdote giovanni palladino ···················h··· se don sturzo avesse vinto giovanni palladino luigi sturzo ha fatto scuola marco vitale h · · · h ··· h h .h ···· · · h · · 360 363 366 371 l ottimismo di don sturzo deriva da una profonda radice religiosa marco vitale l economia responsabile unirà il mondo e favorirà la pace marco vitale il doppio esilio di don sturzo carlo gatta h ··· · · · · ·· · · · ·· h h ··· h · · 375 381 383 spalancate le porte a cristo e troverete la vera vita ettore gotti tedeschi lui la mafia la vedeva così gianfranco morra h · ·· ·· ···· h ·· · ·· ·· -8-

[close]

p. 11

editoriali

[close]

p. 12



[close]

p. 13

editoriali rinascimento popolare n odel1996 l a storia del secolo xvi ci insegna che dall offuscamento e dalla degradazione del medioevo doveva sbocciare una primavera e sorgere una nuova civiltà rinnovatrice quindi il rinascimento fu come una età di rottura che doveva far rinascere un mondo ideale che era stato completamente oscurato dal medioevo vi fu in breve un rinnovamento generale sia nel campo religioso con la controriforma che nel campo artistico con i più grandi pittori e scultori quali bramante sangallo michelangelo leonardo raffaello tiziano ecc senza escludere il campo letterario che vide fiorire centri di cultura nelle città floride di nuova scienza e di conoscenze umanistiche desidero a tal proposito richiamare alla nostra memoria un suo articolo del 10 settembre 1958 pubblicato sul giornale d italia in cui tra l altro scriveva vostra partecipazione di articoli cronache critiche ma soprattutto con l illuminazione e la diffusione della dottrina sociale della chiesa e del pensiero di don sturzo quindi rinascimento che non sia solo dei nostri gruppi associativi ma popolare e rappresentativo a tal proposito torno a richiamare le indicazioni del nostro maestro nell articolo citato vorrei dire tutto il bene possibile della mia italia mia e nostra da me amata con il sacrificio di me stesso non bo altra ambizione altro desiderio che vedere il paese superare questo stadio di marasma morale questo decadimento della vita pubblica questa incomprensione reci vorrei dire tuttollbene possibile della mia italia mia e nostra da me amataconll sacrificio di me stesso perche rinascimento proca cbé dopo 15 anni oggi 53 anni éifa sentire che manca l adesione sincera totale allo stato venuto su dalla tormenta delle guerre nella veste di repubblica libera e democratica ecco perché vogliamo aprire il nuovo anno sociale del c.i.s.s con questa novità rinascimento popolare che deve anche rappresentare la rinascita della nostra associazione culturale invitiamo tutti gli amici a offrire ogni collaborazione anche a costo di sacrifici affinché la nostra rivista viva con la raffrontando quel periodo infelice degli anni medioevali al cinquantennio appena trascorso fra degradazioni tangentopoli e soprattutto la voluta misconoscenza degli ideali espressi dal grande maestro luigi sturzo si presenta l urgente esigenza di rompere decisamente col passato ed aprire un nuovo periodo di rinascita alla luce del suo pensiero egli ci ha indicato la via da seguire sia nei suoi libri che nei suoi articoli degli anni 50 raccolti nei volumi battaglie per la libertà mi si dice che io combatto contro i mulini a vento novello don chisciotte senza seguito altro che di un povero scudiero sancio panza tutto fedeltà e buonsenso ebbene è quello che mi basta per le mie campagne moralizzatrici È il buonsenso del popolo che legge con crescente interesse i miei articoli· che anch esso desidera come me la verità e la giustizia · che anch esso vorrebbe moralizzata la vita pubblica nonhoahra il nostro obiettivo è di diffondere il popolarismo sturziano anche per contribuire a moralizzare la vita pubblica senza ricorsi a strani patti o concordati con le varie piante dell attuale mondo politico italiano ma uniti in unica forza cristiano-popolare come era desiderio di tutti gli amici sturziani che ci hanno preceduto vedere n paese superare questo stadio di mantsma ambizione,abro desiderio che filippo gangere morale questo deadimento delbvita pubblica questa inrompteosijoe reciproca il -

[close]

p. 14

editoriali rinascimento popolare n 5dell997 p erché un numero speciale di rinascimento popolare dedicato alla do ttrina sociale cristiana pe rché in italia la crisi politica econo mica sociale e morale sta fo rse p er arrivare al suo culmine È p ertanto probabile che una vecchia e inadeguata classe p olitica possa presto essere spazzata via dal fallimento ideologico e finanziario della sua azione l augurio eli tutti è che possa essere subito sostituita da una nuova classe dirigente cap ace di dimostrare in concreto una forte cultura del servizio e della responsabilità do po tanta cultura del potere p er il pote re e quindi della irresp o nsabilità una cultura che dovrà avere nella dottrina sociale cristiana un costante punto di riferimento per la grande modernità e validità di questa di qui il nostro impegno a divulgare i valori e i principi del magistero sociale della chiesa che troppi anche fra i cattolici non conoscono o no n sanno interpretare correttamente valori e principi ignorati dalle diverse classi dirigenti di questo secolo con i risultati ben noti in termini di guerre le più disastrose della storia di malgoverno e eli malasocietà per il netto prevalere dello sterile concetto del dio denaro che ha spesso prevalso sul capitale produttivo orientato allo sviluppo del bene comune di indebolimento dei vincoli familiari e del cattivo uso de l bene più prezioso la libertà troppo spesso sfigurata in licenza dall egoismo vero cancro della società civile l io che nel vivere con il tu non riesce a capire l importanza di un forte e solidale noi il futuro È del liberismo sociale gran p arte di questo numero speciale è formato dagli articoli sulla dottrina sociale della chiesa che sono stati pubblicati nei primi 4 numeri di rinascimento popolare nelle nostre intenzio ni più che di una ripetizione si tratta di un rafforzamento di quei valori e principi che tanto ci stanno a cuo re convinti come siamo che la soluzione dei mali che affliggono la società moderna si trovi nello studio e nell attuazione di un insegnamento che affonda le sue radici in un libro scritto circa 2000 anni fa e che vivrà finché l uomo abiterà la terra quel vangelo che insieme alla bibbia è il libro più famoso ma anche paradossalmente il meno capito e di conseguenza il meno recepito nella vita quotidiana di qui il grande disavanzo culturale causa di tanti altri disavanzi soprattutto in italia come è stato messo in evide nza nel magnifico intervento di marco vitale riportato in chiusura il cristianesimo è umano ma esigente per noi cattolici è avvilente che una classe politica di cattolici o presunti tali abbia fallito come classe dirigente il fallimento ha una causa ben precisa ~a mancata adesione ai valori e ai principi della morale e della dottrina sociale cristiana È stato tradito anche il padre fondatore del movimento politico dei cattolici in italia don luigi sturzo il cui grande obiettivo era di p ortare nella p olitica con l esempio personale dei veri cristiani la moralità e la buona amministrazione di qui il suo grande dolore negli ultimi anni di vita nel vedere alcuni frate lli demo giovanni palladino È probabile che una vecchia e inadeguata classe politica possa presto essere spazzata via dal fallimento ideologico e ftnanziario della sua azione lo sterile concetto del dio denaro ha spesso prevalso sul capitale produttivo ·orientato · allo sviluppo del bene comune l io nel vivere con il tu non riesce a capire l importanza di un forte e solidale noi 12-

[close]

p. 15

editoriali rinascimento popolare n 5dell997 la soluzione cristiani preparare il terreno per l alleanza politica con i compagni un alleanza che profeticamente egli vedeva portatrice della tre malebestie lo statalismo la partitocrazia e lo sperpero del denaro pubblico basta poi leggere quanto don sturzo scriveva nel 1951 in occasione del 60° anniversario della rerum novarum per capire quale occasione storica abbiano pe rso i cattolici come classe dirigente nel non seguire il solco tracciato da leone xiii c vedi a pag 9 la scorsa estate nella prefazione al libro curato dal c.i.s.s statalismo e apertura a sinistra attenti ai mali passi scrivevo « È il fallim ento di una stra dei mali che affliggono la società moderna si trova nello studio e nell attuazione di un insegnamento che affonda le sue radici in un libro scritto circa 2000 anni fa e che vivrà fmché l uomo abiterà la terra per noi cattolici è avvilente che una classe politica di cattolici o presunti tali abbia fallito come classe dirigente nfallimento ha una causa ben precisa la mancata adesione ai valori e ai principi della morale e della dottrina sociale cristiana l individuo va educato arafforzare il senso di responsabilità e di previdenza personale così da consentirgli di migliorarsi spiritualmente e materialmente gran parte dei deboli possono diventare forti sti socialisti ifonnisti socialdemocratici laburisti ecologisti cristiano sociali etc una sinistra senza più ideologia perché sconfitta da una fallimentare esperienza storica quasi secolare di tutti i socialcomunismi una sinistra cb e ora rale è sopratutto la salu te del privato che dà forza al sociale ossia l enfasi va posta sui problemi produttivi blandisce il mondo produttivo per conquistarlo ora tenta di metter/o in riga p er governarlo una sinistra che pmmette il varo di 1 òrme decisive che d!ffìcilmente potrà attuare senza scontentare lo zoccolo duro della sua base elettorale o senza scontentare i ceti produttivi insomma oggi a pmvalere è una il popolo italiano deve quindi essere educato a condividere alcuni valoribase moderati e a capire la vera essenza del cristianesimo che d!fènde la pe1·sona umana ponendo/a al centro della società ma che le impone anche doveri perfarle conquistare i suoi dù~itti cb e solo così possono definirsi meritati il popolarismo sturziano dei liberi e forti dà un valore etico alla preminenza dei doveri individuali sui diritti individuali gran co1~fusione e la tragedia è che p · ·tmppo la confusione w regna anche .fi a i partiti roppi di opposizione come uscire da questa drammatica situazione chi leggerà con attenzione le pagine di questo libro non potrà che convenire sulle seguenti linee-guida che don sturzo certamente sottoscriverebbe innanzitutto finirla con la divisione anacronistica fra ideologie di sinistra e di destra entrambe tegia politica che si sarebbe dovuta ispira1·e ai valori cristiani ed è il successo di un altra strategia politica fallita nell esperienza storica ma che in italia ba vinto per il momento a causa della carenza di buona cultura all ingenuità e in alcuni casi alla 1 nalafede di molti 1-atelli ci domandiamo come sia mai possibile che il nostro paese possa essere guidato verso il 2000 dagli eredi di una classe politica che ha inserito e lasciato inserire un potente veleno nel sistema È davvero paradossale cb e a i1nmunizzare o ari la polemica sullo stato sociale va ricondotta nei suoi giusti termini l individuo va educato a rafforzare il senso di responsabilità e di previdenza personale così da consentil gli di migliora1·si spi1-itualmente e materialmente gran parte dei deboli possono diventare forti l assistenza saranno escluse dalla storia del xxi secolo perché banno causato gmvi jerite alla nostra stm~ia la storia del xx secolo pertanto il vero bipolarismo pot1·à nascm-e solo quando si .fònneranno due forze politiche di centro perché entrambe moderate ma una progressista è sopratutto la salute del sociale che dà fona al privato ossia l e7~fasi va posta sui pmblemi redistributivi e l altra libe per essere efficace deve essem rivolta soltanto a chi è veramente bisognoso della solidarietà sociale se non si stilnola e fa vorisce la previdenza privata si rischia di finire nella più completa imprevidenza pubblica una società è tanto più solidale quanto più è libera forte e responsabile sanare da questo veleno il corpo sociale sia proprio la sinistra una sinistra in gran parte non più comunista a parole per avvii motivi ma vestita conte a l lecchino di tanp te ezze post-comunisti excomunisti comunisti sociali .fi a i valori-base moderati o di centm vi è quello proclamato nel lontano 1891 da leone xiii nella re rum novanun la stretta alleanza fra capitale e lavoro come .fòrte risposta alla cui 13 -

[close]

Comments

no comments yet