UTS Magazine

 

Embed or link this publication

Description

Anno 2012 n.1

Popular Pages


p. 1

il pezzullo periodico di attualità cultura cronaca a cura degli alunni dell istituto anno v n.1 editoriale del dirigente scolastico sommario la scuola intesa come formazione sociale in cui l uomo svolge la sua personalità art 2 della costituzione come cioè comunità educativa in cui lo studente che la frequenta diventa cittadino è chiamata a garantire nelle sue particolari condizioni di vita e di lavoro la formazione della persona e del cittadino in tale contesto è necessario che le potenzialità e le diverse capacità possedute dai soggetti in formazione si traducano in comportamenti positivi e prosociali nella convinzione che il vero apprendimento contestualmente all acquisizione dei saperi necessari nella società della conoscenza provochi modifiche durature nel comportamento il primo numero del nostro giornalino d istituto sembra essere proprio l emblema di quello che è un ambiente educativo di apprendimento nel quale ogni alunno trova occasioni per maturare progressivamente le proprie capacità di autonomia di azione diretta di relazioni umane di progettazione e verifica di esplorazione di riflessione logico-critica muovendo infatti dalla consapevolezza che l apprendimento non è un fatto puramente individuali stico ma un processo intersoggettivo quello che si è voluto realizzare nell ambito del piano dell offerta formativa del nostro istituto è l organizzazione di un esperienza apprenditiva caratterizzata da uno sfondo condiviso di conoscenze sensibilità obiettivi attraverso i quali si realizza e si consolida un autentica learning organization del resto è implicito nelle funzioni della scuola intesa come comunità di pratiche educative assicurare agli studenti l esercizio dei diritti individuali e di quelli collettivi in una dialettica che salvaguardi apprendimento e partecipazione aggregazione spontanea e raggruppamento formale in quanto bisogni-valori personali e sociali e in quanto dimensioni complementari dell esperienza scolastica il compito della scuola infatti è quello di far acquisire non solo conoscenze abilità e competenze ma anche favorire un processo di costruzione sociale della persona e del sapere il nostro giornalino d istituto vuole essere così alla pari con altre iniziative progettuali program mate uno strumento di lavoro di riflessione e di interpretazione del quotidia no in una comunità all interno della quale tutte le figure professionali lavorano e imparano insieme costruendo via via un percorso formativo di crescita umana e civile l obiettivo insomma è quello di dotare i giovani delle necessarie competenze chiave per contribuire allo sviluppo di un istruzione e di una formazione di qualità orientate al futuro e concepite in funzione delle esigenze della società europea che richiede sempre più un livello di preparazione tale da costituire la base per un apprendimento permanente dott.ssa carla savaglio editoriale 1 attualità 2 cultura cronaca delle attività del pezzullo sport 5 9 12 16 notizie utili

[close]

p. 2

pagina 2 attualità crisi economica e politica italiana una svolta di luca falbo in italia ciò ha imposto l insediamento di un governo di tecnici il cui presidente è mario monti docente universitario di economia persona di grande rilievo a livello nazionale e internazionale il quale è riuscito a ottenere l unita politica anche tra le opposizioni pur avendo dovuto adottare delle scelte economiche impopolari necessarie però per salvare il presente e il futuro dell italia la composizione del governo monti non è collegata alla rete politica e gode anche della fiducia della chiesa di confindustria dei sindacati È apprezzato anche dai vertici dell ue l obiettivo principale del governo monti è quello di far fronte all emergenza pareggio di bilancio come chiede l europa e alla crisi finanziaria in italia la situazione economica è arrivata sull orlo del fallimento per le scelte sbagliate di una classe politica inadeguata a operare scelte consapevoli e necessarie per superare questo momento di crisi il presidente della repubblica garante dell unita nazionale è intervenuto per superare questo momento critico affidando le sorti dell italia a un governo tecnico gli strumenti adottati per raggiungere l obiettivo sono i seguenti prelievo sui patrimoni immobiliari riforme sulle pensioni privatizzazione tagli costi politica sanità mercato del lavoro emissioni di euro bond questi interventi dal mio punto di vista potrebbero aiutare il nostro stato a salvare il presente e a buttare le basi per costruire un futuro più solido soprattutto per i giovani mario monti alla base di questa crisi finanziaria c è un disordine dal punto di vista economico dei paesi della zona euro i paesi della zona euro non hanno concordato sulle scelte economiche e ogni stato membro ha prodotto grandi debiti pubblici senza attuare manovre per la crescita del pil e le conseguenti riforme strutturali richieste per arrivare al pareggio di bilancio i paesi forti asse francotedesco hanno con la loro politica di supremazia imposto agli stati deboli di provvedere al risanamento dei conti giorno della memoria appunti di viteritti aurelia 27 gennaio 2012 ore 11.00 lezione di storia appunti 27 gennaio 1945 l armata rossa entra nel lager di auschwitz e libera gli internati .27 gennaio anniversario della liberazione del lager di auschwitz le nazioni unite indicono la celebrazione del giorno della memoria in ricordo di tutte le vittime delle persecuzioni razziali naziste con il sostantivo olocausto di origine greca si definisce lo sterminio degli untermenchen il concetto di untermenchen lo troviamo nel meinkampf di hitler letteralmente significa sotto uomini gli ebrei non accettano il termine olocausto perché etimologicamente sta per offerta di sacrificio a dio,mentre preferiscono l espressione shoah che in ebraico significa eccidio le persecuzioni razziali hanno origine con le leggi di norimberga e culminano con il programma scientifico e razionale di sterminio detto soluzione finale vengono annientati tutti coloro i quali sono considerati diversi e indesiderati ebrei rom omosessuali testimoni di geova pentecostali slavi comunisti prigionieri politici disabili con deficit mentali e fisici il giorno della memoria è un momento di riflessione per affermare la verità diffondere la conoscenza divulgare l informazione affermare la verità significa fare storia fare storia significa diffondere la conoscenza diffondere la conoscenza significa fare informazione fare informazione significa trarre lezione dalla storia per educare al rispetto della diversità diversità religiosa politica culturale etnica il rispetto della diversità come fonte di ricchezza il rispetto dell altro in un mondo globalizzato è una necessità etica politica economica pericolo del xxi secolo è il movimento dei negazionisti i negazionisti negano l esistenza dei lager e dei campi di concentramento nonché la morte di circa 7 milioni di ebrei sono antisemiti e politicamente tendono a delegittimare lo stato di israele diffusi sono anche movimenti paranazisti con un identità fortemente xenofoba ed emulano l ideologia nazista.

[close]

p. 3

pagina 3 attualità siate affamati siate folli di deborah molinaro con questa frase steve jobs che ha perso la sua battaglia con il tumore al pancreas il 5 ottobre 2011 spronava i giovani ad avere il coraggio di seguire l intuito e il cuore senza dover vivere la vita e il pensiero di qualcun altro anche lui aveva creduto nei suoi sogni e vivendo la vita giorno per giorno decise di lasciare il reed college dopo sei mesi dall inizio dei corsi e l unica occasione in cui si avvicinò al titolo accademico fu il 12 giugno 2005 quando fece un discorso che rimarrà nella storia ai laureandi dell università di stanford nonostante privo di un titolo accademico nel 1974 iniziò a lavorare ad un videogioco per l atari e il primo aprile 1976 fondò la apple in quell anno nel garage di casa sua jobs lavorava al primo computer nel 1984 nacque il primo computer con icone finestre e menu a tendina e nell anno successivo steve jobs lasciò la società per poi ritornarvi nel 1997 dopo aver fondato società quali next e pixar e creato film come il famosissimo toy story il suo ritorno all apple fu una rinascita per la società che era fortemente entrata in crisi nel 2004 gli viene diagnosticato il cancro ma lui non si arrese ai 3 mesi di vita preannunciati dai dottori e decise di procedere con le cure che sembravano aver funzionato infatti dopo aver contratto il diabete di tipo 1 e aver subito un trapianto di fegato l ipad nel giugno 2009 jobs ritorna a lavoro presentando il rinnovamento del conosciutissimo ipod il 24 agosto del 2011 si dimette di nuovo da amministratore delegato facendo intuire a tutti che il suo tempo era quasi finito la morte di certo non ha fermato la mente di questo genio che convive con tutti noi ogni giorno perché tutti in casa abbiamo o desideriamo almeno un ipod un tablet un computer o desiderano l ultimo modello di iphone di certo è stato e verrà sempre ricordato come un grande uomo che seguendo il proprio cuore ha cambiato il mondo l orgoglio della memoria di francesca ciaccio a pochi giorni di distanza dal suo novantottesimo compleanno è morto renato dulbecco scienziato di livello internazionale la cui esistenza è stata dedicata allo studio e alla ricerca nato in calabria ,a catanzaro,da madre tropeana il 22 febbraio del 1914 si laurea a soli 22 anni a torino in medicina nel 47 emigra negli stati uniti ,compagno di storia e di ricerca di rita levi montalcini ,dove inizia la sua attività di ricercatore nei laboratori americani scopre il virus dell herpes zoster e continua la sua ricerca sulle causa della metamorfosi delle cellule che determinano il cancro si trasferisce in inghilterra e nel 1986 ritorna in italia nel 1975 la comunità internazionale gli riconosce le grandi qualità di ricercatore e gli assegna il premio nobel per la medicina nel 1999 lascia il silenzio dei laboratori di ricerca,rompe l abituale riservatezza e accetta di condurre,insieme con fabio fazio il festival di sanremo devolve interamente il ricavato del suo onorario a sostegno dei giovani ricercatori e del progetto genoma umano il premio nobel per la medicina 1975 renato dulbecco

[close]

p. 4

pagina 4 attualità gheddafi giustizia è fatta di alessandro giordano dopo 42 anni di dittatura muhammar gheddafi è stato catturato e ucciso dai ribelli libici senza pietà esattamente il 20 ottobre è stata data la notizia tanto attesa da tutti insieme al rais è stato catturato anche il figlio mutassin finisce così il regno del colonnello libico dopo essersi nascosto per nove mesi infatti all inizio del 2011 il procuratore del tribunale penale internazionale luis moreno ocampo chiede alla corte penale l incriminazione di gheddafi per crimini contro l umanità insieme con il figlio sayf e al capo dei servizi segreti libici abd allah al sanussi la richiesta dell incriminazione nasce dalle prove che hanno raccolto i ribelli libici gheddafi però non si arrende e vuole a tutti i costi rimanere al suo posto minacciando varie nazioni tra cui l italia e ordina di uccidere chi non è dalla sua parte sa che è una questione di vita o di morte il rais però non si fa vedere anzi si mostra solo in video-chat perché ovviamente non può uscire allo scoperto mentre stava cercando di guadagnare il deserto per continuare la lotta il suo convoglio viene attaccato dagli arei della nato gheddafi cerca di nascondersi in un tunnel ma proprio lì viene avvistato dai ribelli che lo catturano lo massacrano di calci pugni poi quando ormai è in fin di vita gli viene inverto l ultimo colpo fatale da un ragazzo di vent anni che con la pistola d oro scettro del potere di gheddafi lo colpisce alla tempia le immagini e il video impazzano sul web tutto il mondo esulta gridando che la guerra è finita esultano di gioia i ribelli che finalmente si sono liberati di un peso che durava dal 1969 gheddafi così fa la stessa fine di saddam hussein e osama bin-laden di certo nessuno è contento se una persona perde la vita ma forse non era meglio che gheddafi o bin laden quest ultimo senza mai vedere il suo cadavere con il sospetto che non sia morto venissero giudicati in un aula di tribunale per conoscere veramente la storia e la realtà tutti dicono che giustizia è fatta ma la morte di saddam e di bin laden non ha portato pace e stabilità per questo dobbiamo interrogarci se veramente sono state svolte le cose in modo giusto e poi andare a capire realmente gli errori commessi chillout una musica non per tutti di stefano aiello si produce musica per tutti i gusti e per diversi fini dal blues genere musicale nato fra i raccoglitori di foglie nei campi di tabacco triste e corale cantato dagli schiavi alla classica nata nelle corti strumentale e di solo intrattenimento evolutasi in seguito grazie alle mani di grandi compositori questo genere oramai definito come opera d arte riusciva a suscitare delle emozioni in chi la ascoltava e ha acquisito nel tempo maggiore popolarità grazie anche all utilizzo per le esecuzoni di strutture aperte alla classe borghese cioè i teatri durante l esecuzione delle sinfonie lo spettatore è coinvolto emotivamente vivendo epidermicamente stati di gioia o di sofferenza ed è ciò che richiama al teatro un sempre maggiore numero di persone si è diffusa quindi presso un pubblico più vasto proprio per la sua capictà di suscitare emozioni il suo valore resta alto a maggior ragione nel nostro tempo in cui l uomo è assordato da rumori fastidiosi la musica che ascolto è il chillout genere nato nelle chill rooms stanze gelate con lo scopo di rilassare gli stremati spettatori dei rave party ovvero quei concerti dove la fanno da padrone gli stupefacenti e il livello assordante del volume il chillout ha molto in comune con la musica suonata nei rave party in quanto utilizza strumenti simili principalmente elettronici simili ma in melodie e tempi diversi di certo non potremmo dire che l asfissiante musica dei rave party faccia parte della stessa compagine con la soporifera musica chillout ho scoperto questo genere cercando un brano che mi piacque molto mandato alla radio esso mi permette di provare grande calma e serenità ma soprattutto mi aiuta a trovare la concentrazione e la calma in situazioni di stress nonostante a me piaccia molto però non credo che potrei consigliare questo genere a chiunque in primo luogo perchè il bello è soggettivo ma anche perchè deve trovare corrispondenza con la nostra personalità infatti ho notato che fra gli amici a cui ho fatto ascoltare il chillout non è mai piaciuto alle persone poco pazienti e motoriamente inquiete.

[close]

p. 5

pagina 5 cultura 1912-2012 cento anni dalla morte di pascoli di aurelia viteritti giovanni pascoli colpito da un tumore al fegato il 6 aprile 1912 muore nella sua casa di castelvecchio di barga a curarlo amorevolmente gli restò vicino la sorella mariù con la quale aveva ricostruito quel nido familiare distrutto con la morte prematura del padre della madre della sorella margherita e del fratello luigi e in parte della sorella ida che in tarda età lasciò la casa di castelvecchio per sposarsi matrimonio non condiviso da pascoli che lo visse come un tradimento del nido familiare l italia ferve di iniziative per celebrare i cento anni della morte del poeta delle piccole cose del cantore degli affetti della natura figura di primo piano della poesia del novecento italiano stimato d annunzio lo definì l ultimo figlio di virgilio e vituperato croce disse di lui acume a buon mercato che piace ai vanitosi dai contemporanei rivalutato in tempi più vicini a noi da barberi squarotti contini e barilli resta tuttavia un poeta non del tutto indagato e compreso dalla critica perché vasta è la sua produzione prosa poesia scritti in latino saggi di critica letteraria il mondo degli intellettuali saprà cogliere l occasione delle celebrazioni del centenario della sua morte per guidarci attraverso uno studio obiettivo e sereno a meglio comprendere il poeta che ha saputo ascoltare la voce del fanciullino che vive in ogni uomo e vede tutto con meraviglia o si limiterà come spesso avviene in queste occasioni a rispettare la liturgia dei convegni dei seminari delle relazioni che nulla aggiungono a quanto già è stato scritto se cosi dovesse avvenire mortificherebbero non solo il poeta ma la poesia italiana che con pascoli si è aperta nell innovazione dello stile della lingua e dei temi,a una dimensione decadente e simbolista di respiro europeo giovanni pascoli a proposito del giorno della memoria un poeta del nostro tempo di fronte a ciò che rimane del campo di auschwitz ha espresso con un canto di dolore in questi versi le sue emozioni auschwitz nell apparente irreale silenzio della pianura odo sgomento un coro flebile di voci trasportato dal vento una parola sola salmodiata ripetuta affidata al cuore di quanti hanno veduto una montagna di capelli cataste di stampelle protesi valigie contrassegnate occhiali piccole utili cose d uso quotidiano le guardo mi guardano m interrogano celle anguste docce collettive forni affaticanti torri svettanti come baluardi di vergogna filo spinato viali fangosi li guardo mi guardano m interrogano un merlo nero saltella svolazza gracchia lo guardo mi guarda m interroga perché

[close]

p. 6

pagina 6 cultura parliamone insieme il carrello delle caramelle romanzo della studentessa susy melbourne tra applauso sorrisi e critiche costruttive di annamaria fabiano lo scorso anno durante il progetto lettura attivato per gli esonerati dall insegnamento della religione si è letto il libro di un giovane rossanese domenico licciardi rumore una raccolta di racconti edita da ferrari editore e inserita in una collana interferenze da me diretta e ideata proprio per giovani talenti nel corso del dibattito che seguiva alla lettura di ogni singolo racconto la giovanissima susy melbourne nome d arte di luisa laudonio studentessa della seconda b afm del nostro istituto ha riferito di avere scritto un romanzo e di essere desiderosa di darlo in lettura alle case editrici incuriosita le ho chiesto di inviarmelo certa di trovarmi di fronte a un raccontino pieno di ripetizioni e di banalità e soprattutto magari anche condito ahimè di qualche strafalcione grammaticale ma appena iniziato a leggere il dattiloscritto sono rimasta impressionata ho trovato coerenza argomentativa dialoghi ben costruiti passaggi poetici a volte anche molto toccanti situazioni tipiche della verde età e naturalmente anche molte ingenuità sia nelle situazioni narrate sia in alcuni tratti dei personaggi ho deciso così di affrontare con susy un percorso di editing strutturale semantico e lessicale al quale lei si è adeguata con umiltà e partecipazione critica difendendo con le unghie e i denti alcune parti che io avrei radicalmente modificato e accettando invece consigli e suggerimenti là dove lo riteneva giusto e dove non vedeva intaccata la sua personale poetica È stata una bella esperienza perché vissuta all insegna della maturità della condivisione e soprattutto della volontà manifestata dalla giovane autrice di mettersi in gioco e di coltivarsi a livello mentale ferrari editore ha accettato di pubblicarlo e il libro dopo mesi di lavoro è uscito fuori con un titolo diverso da quello proposto da susy originariamente era l amore è un sogno il titolo che settimio ferrari ha scelto il carrello delle caramelle attenua il senso di troppo rosa che si consuma nella narrazione e allude in modo sornione e complice a un età in cui tutto è smielato e forse anche sdolcinato ma alla fine è un appunto un carrello dove le caramelle sono il tutto e il niente che caratterizza la precarietà adolescenziale all inizio dell anno scolastico in corso alcuni ragazzi della scuola hanno deciso di leggere il libro e la seconda a afm ha organizzato una tavola rotonda seguendo uno schema ben preciso e suddividendosi in gruppi di lavoro alla fine è venuto fuori quel che segue sinossi del romanzo carmen è una ragazza di 14 anni come tante altre vive per sei mesi da sola lontana dai suoi genitori che sono fuori per lavoro una sera incontra in discoteca un ragazzo del quale si innamora e insieme condividono vari momenti di difficoltà ma anche di felicità tra amicizie incontri e vecchi amori si sente che la ragazza ha paura di crescere e di affrontare il futuro in modo sbagliato emergono nel romanzo l amore e l amicizia e soprattutto l adolescenza con tutti i suoi aspetti accanto ai due protagonisti ci sono altri personaggi di cui alcuni sono importanti per la vicenda e altri invece sono semplici comparse la vicenda si svolge in vari luoghi sia aperti parco spiaggia sia chiusi scuola abitazioni il tempo della narrazione è il presente perché lo stile è dialogato a mo di diario non viene precisato in quale realtà geografica si svolge la vicenda per scelta meditata pregi del romanzo scorrevolezza della scrittura facilità di approccio alla lettura e alla comprensione dei messaggi il valore attribuito all amicizia e all amore la sincerità dei due protagonisti difetti del romanzo troppi particolari intimi riportati scene erotiche un po troppo esplicite l ingenuità nella quale i protagonisti si trovano in certe situazioni che risultano a volte poco credibili tipo che la ragazza abiti da sola senza i suoi genitori per ben sei mesi oppure che la mamma di lei non si stupisca di vedere la figlia che sta abbracciata al suo ragazzo sul letto non ci sono difetti scena che vi ha colpito di più il ritorno dal viaggio di michael con la conseguente felicità dei due ragazzi la cena al mare che fanno i due protagonisti con i genitori di lui perché c è un momento in cui lei difende il suo ragazzo dal padre e lui ne è felice e poi vanno sulla riva del mare a parlare e la loro dolcezza stupisce tutti il dolore di carmen quando michael a causa del lavoro del padre deve trasferirsi altrove è così difficile accettare la lontananza quando ci si ama a parte carmen quale personaggio vi è piaciuto di più dorothy perché condivide con carmen tutti i momenti sia belli sia brutti justin perché è arrogante e fastidioso ma ammette con facilità i suoi errori michael per il suo modo di amare carmen e di farglielo capire consigliereste questo libro ad altri e per quali motivazioni sì perché parla di due adolescenti ai quali ci sentiamo accomunati sì perché racconta una storia adolescenziale e anche le difficoltà connesse a questo periodo di vita sì perché parla di una adolescente e della sua vita semplice sì perché ci ha trasmesso emozioni e ci ha fatto capire che l amore arriva quando meno te lo aspetti e se è vero amore non finirà mai virus alla riscossa

[close]

p. 7

pagina 7 cultura secondo voi è facile scrivere un romanzo a 13/14 anni no non è una cosa alla portata di tutti ma un dono prezioso che pochi possiedono no perché i ragazzi di oggi pensano al computer e ai videogiochi e pochissimo ai libri sì è facile se si ha voglia di farlo non è né facile né difficile e se si hanno le idee si può riuscire io per esempio ne sto scrivendo uno basato sulla mia vita e credo di poter riuscirci avreste voglia di leggere il seguito di questo libro per conoscere gli sviluppi di questa storia sì anche perché la conclusione così com è è molto banale e troppo scontata sì perché la storia ci è piaciuta molto e ci ha coinvolto sì perché avremmo voglia di sapere come andrà la storia di carmen e michael ma anche quella di dorothy e justin soprattutto in vista del lieto evento il parere critico di tre studenti della terza b lst sono rimasto davvero stupito dall impegno e dalla dedizione che una ragazza di 13 anni ha profuso scrivendo un libro soprattutto nella società moderna dove i ragazzi pensano a giocare al computer e alla play station ritenendo magari che la cultura e i libri siano solo per secchioni o per i mollaccioni ovviamente io non mi escludo da tutto questo ho apprezzato davvero tanto che susy sia riuscita a scrivere un romanzo intanto in italiano perfetto e poi con tanta coerenza devo dire però che innanzitutto questo non è il mio genere anzi forse è l esatto opposto di quel che prediligo e che comunque non mi ritrovo in quello che ha scritto l autrice pur essendo un ragazzo della sua età penso che le ragazze siano più romantiche e fantasiose dei ragazzi e quindi le vere destinatarie del romanzo io invece in tutta quella sdolcinatezza perdevo la concentrazione e l interesse inoltre anche se la storia è molto ben articolata anche grazie al potere della fantasia l ho trovata a tratti un po scontata considerando però l età della scrittrice il risultato è davvero sorprendente gianni riga il libro è stato scritto in una maniera chiara ed efficace la ragazza ha mostrato un talento che pochi anzi forse nessuno di noi ha cioè quello di mettere milioni di fatti di parole su ben 200 fogli di carta alla sola età di 13 anni sono rimasta stupita da come questa ragazza abbia impostato la storia fantastica o reale che sia e da come le parole fluiscano facilmente durante la lettura del libro semplici ma curate nonostante questo genere a me non piaccia granché ho preferito leggerlo comunque per la curiosità e per la voglia di scoprire il modo in cui una ragazzina di 13 anni abbia potuto far nascere una capolavoro così apprezzo molto susy e il suo impegno e anche se come detto questo non è proprio il mio genere preferito non posso che dire il fatto che susy sia una piccola scrittrice in erba a tutti gli effetti che sicuramente potrà fare molta strada jessica perri credo di essere stato il primo a leggere questo libro appena edito lo scorso agosto sono andato avanti senza sosta e in poche ore notturne era estate l ho terminato sono rimasto stupito anche io come i miei due amici di come susy abbia potuto costruire questa storia dettagliata e organizzata e devo dire che a tratti ho visto specchiarsi tanti atteggiamenti dei nostri tempi ma visto che mi si chiede un parere critico e quindi di non dire solo il positivo allora riferisco quello che secondo me non va intanto i personaggi dovevano essere descritti un po meglio sia fisicamente sia caratterialmente poi i luoghi potevano essere precisati non tanto con nomi geografici quanto con connotazioni paesaggistiche infine beh le ingenuità ci sono e a tratti sono anche un po assurde ma alla fine fanno parte del romanzo rosa e quindi ci stanno penso che susy sarà comunque capace di scrivere molto meglio il suo secondo romanzo tenendo conto di quanto detto da noi tutti e anche ovviam entecrescendo josè zupi copertina del libro la presentazione del libro

[close]

p. 8

pagina 8 cultura tutto è musica di marco dodaro la musica è l ingrediente che rende gustosa la vita che viviamo e che dà il pizzico di sale ad ogni cosa che facciamo la musica è un mezzo che ci aiuta a sfogarci a rilassarci ad esprimere le emozioni e le sensazioni che sono racchiuse dentro noi stessi facendoci sorridere e facendoci innalzare le mani al cielo il sabato sera nella pista in discoteca a ritmo incessante ci fa riflettere assieme ai nostri coetanei e ricordare situazioni vissute la musica è energia allo stato puro che ti risveglia la mattina quando sei sotto la doccia è quella che ti accompagna nei lunghi viaggi ovunque stiamo la musica è presente in strada a scuola in chiesa quando sei davanti allo schermo del computer È un mezzo di integrazione di felicità che ci rende tutti uguali è quella che ti fa sognare e ti permette di alzarti in piedi fingendo di avere tra le mani una chitarra e improvvisare l assolo di una canzone È la musica che ti fa muovere a ritmo che ti fa scatenare mentre tutto il resto rimane fermo quella che ti spinge ad imparare uno strumento a cantare insieme agli amici in qualsiasi momento È l adrenalina che si inietta nelle orecchie è come un virus che ti infetta e non ti dà più scampo È il suono che non ci abbandona mai che ci fa sentire liberi ci fa battere le mani e i piedi per terra fa battere il nostro cuore e ci fa salire l adrenalina su per la spina dorsale ci fa conoscere nuove situazioni altre possibilità da affrontare È essa evanescente come il sogno di vincenzo di giorgio il romanzo evanescente come il sogno scritto dalla professoressa mariateresa aiello docente di italiano e storia nella nostra scuola è stato pubblicato pochi mesi fa dall editore michele falco le protagoniste del romanzo marta e silvia sono entrambe docenti di lettere e appassionate d arte la prima è anche pittrice la seconda fotografa per diletto vivono ognuna un proprio mondo interiore fatto d amore ma anche di sofferenza e precarietà soprattutto marta insegue i suoi sogni che la immergono in universi inaccessibili ai più altri personaggi maschili si legano in modo appropriato e coinvolgente alle vicende queste ultime recano momenti di tensione e cambiamenti di scena inaspettate e imprevedibili alle parti narrative seguono descrizioni conducenti il lettore alla scoperta della città di roma che fa da sfondo al romanzo e alla conoscenza di opere d arte nonché a tanti altri luoghi e spazi anche cosenza con l ormai famoso mab rientra in modo originale nel contenuto del libro le sculture collocate lungo corso mazzini infatti parlano fra di loro e le loro voci hanno qualcosa di eterno come gli autori che le idearono nella trama della storia si colgono appieno problematiche adolescenziali come l anoressia e il bullismo giovani personaggi con la propria personalità si delineano nella loro semplice e complessa crescita passioni sentimenti dolori si alternano purificandosi in una dimensione che reca al fondo una serenità disperatamente cercata e infine ottenuta l evanescenza del sogno non si propone come aspetto negativo e questo lo si coglie maggiormente nei dipinti che popolano il libro sono stanze con balconi spalancati e aperti alla luce e al paesaggio ed è proprio il paesaggio dipinto che si fa sogno e ci riempie la realtà della vita il romanzo è stato presentato nella sala della confindustria e nel salone museale della biblioteca nazionale di cosenza si può trovare nelle librerie ubik mondadori e domus di cosenza copertina del libro

[close]

p. 9

pagina 9 cronaca delle attività del pezzullo il pezzullo tenuto conto delle epocali innovazioni in atto nel mondo della scuola è attento a rispondere alle esigenze che il mondo del lavoro e la società manifestano in relazione alla formazione umana e professionale dei giovani attivando progetti e iniziative volte a fare dei propri alunni futuri cittadini capaci di inserirsi con competenza nel mondo del lavoro e vivere il loro essere uomini in modo attivo consapevole e da protagonisti e per raggiungere tali obiettivi che presta particolare attenzione ad accogliere proposte di collaborazione provenienti dal territorio in cui opera e ad attivare iniziative extracurriculari che possano ampliare ed approfondire i saperi disciplinari le varie attività affrontate in questa prima parte del corso dell anno ci hanno reso la scuola un luogo dove viviamo una dimensione al cui centro siamo noi alunni con le nostre esigenze la nostra capacità di esprimere le possibilità e le potenzialità di ciascuno il desiderio di conoscere nuove realtà di confrontarci con giovani di altre culture spesso per chi vive fuori dal mondo della scuola ma purtroppo anche per chi ne è all interno queste attività vengono viste come una occasione di perdere tempo prezioso a discapito dell acquisizione dei contenuti delle varie discipline nella realtà non è così questa nostra posizione è supportata dall arricchimento culturale e umano di ciascuno di noi che ha partecipato ai vari progetti già portati a compimento e a quelli in fase di realizzazione programmati dalla scuola nelle attività dell offerta formativa cosa dire dell esperienza che alcuni di noi hanno avuto a parigi e in inghilterra e in olanda a quanti guardano con diffidenza a queste attività noi vogliamo dire che ne siamo ritornati con un bagaglio culturale arricchito e con stimoli ad approfondire cultura lingua e storia di altri popoli ma la cosa più importante da tener presente è che per molti di noi sarebbe stato quasi impossibile realizzare autonomamente simili esperienze l essere cittadino d europa lo abbiamo vissuto per la prima volta nella realtà e non nello a volte sterile invito dei docenti dovete formarvi una mentalità europea ma come si può nel chiuso dell aula scolastica crescere e vivere in una dimensione europea sono già due anni che il pezzullo viene premiato con la bandiera verde per aver realizzato progetti nell ambito del programma internazionale della fee fondazione per l educazione ambientale eco­ schools finalizzati alla diffusione di comportamenti sostenibili per la salvaguardia ambientale la peculiarità di questi progetti sta nel collegare la scuola con i portatori d interesse presenti sul territorio come ad esempio gli enti locali le associazioni i comitati di quartiere ecc l interazione con il territorio è importante per far conoscere ai ragazzi in che modo vengono gestite e risolte alcune problematiche e come sia possibile intervenire nella scuola in tutte le sue componenti per modificare i comportamenti scorretti come lo spreco di risorse e la produzione di rifiuti e quindi i costi di gestione dell istituto e il suo impatto ambientale un altro aspetto importante è l opportunità per i ragazzi di assumere ruoli di responsabilità e di sviluppare le capacità decisionali la scelta della tematica da affrontare e il piano di lavoro da sviluppare durante l anno scolastico infatti vengono decisi da un gruppo di alunni in collaborazione con alcuni insegnanti genitori e con i responsabili dei partner del territorio coinvolti le attività successivamente vengono pubblicizzate a tutta la comunità ed alcune vengono anche inserite nella programmazione curriculare in modo da coinvolgere tutta la popolazione scolastica l anno scorso ad esempio è stato affrontato il problema dello spreco dell acqua nella scuola in collaborazione con alcuni enti locali come la regione la provincia e l arpacal agenzia regionale per la protezione dell ambiente della calabria che hanno permesso di approfondire la tematica e sensibilizzare i ragazzi sull uso corretto di questa risorsa così importante per la nostra vita grazie agli ottimi risultati ottenuti il pezzullo è stato premiato con la consegna della bandiera verde durante la conferenza regionale per l educazione ambientale che si è svolta all unical e che è stata organizzata dall assessorato alle politiche dell ambiente della regione calabria dal rimuseum il museo dell ambiente dell università della calabria dalle province calabresi attraverso i laboratori territoriali di educazione ambientale dall ufficio scolastico regionale e da associazioni ed enti come l arpacal questo riconoscimento a livello internazionale per l impegno che quest istituto presente nella nostra città mostra verso l ecosostenibilità testimonia l importanza che viene attribuita al ruolo che la scuola ha nella formazione delle coscienze delle future generazioni più attente e rispettose dell ambiente in cui vivono se progetta azioni educative efficaci e continue l istituto pezzullo premiato come ecoscuola con la bandiera verde di gruppo ecoschool in questi ultimi anni si parla tanto di eco sostenibilità e di educazione ambientale in diversi contesti e soprattutto si ribadisce l importanza che riveste la scuola nel coinvolgere le future generazioni verso queste problematiche l istituto pezzullo di cosenza grazie alla sensibilità della dirigente scolastica dott.ssa carla savaglio della referente prof.ssa maria ruffolo e di un gruppo di docenti già da tempo opera in questa direzione progettando delle attività curriculari ed extra curriculari che sensibilizzano i giovani su temi ambientali e sulle buone pratiche da seguire per rispettare i beni che la natura ci offre e che ci consentono di vivere in buona salute la premiazione

[close]

p. 10

pagina 10 cronaca delle attività del pezzullo a natale si può dare di più di deborah molinaro durante le festività natalizie l associazione di volontariato stella cometa ha organizzato delle iniziative solidali e anche alcuni alunni della nostra scuola vi hanno preso parte infatti il 18 dicembre 2011 dopo aver fatto una preghiera collettiva con i rappresentanti di varie religioni vestiti da babbo natale hanno animato la serata con balli e canti e dopo la cena hanno consegnato doni ai bambini bisognosi questa esperienza è servita per far riflettere su come anche una barbie usata può regalare sorrisi ad una bambina e che soprattutto a natale una buona azione fatta con il cuore migliora la vita immagini degli alunni del pezzullo alla stella cometa il coro del pezzullo apre i concerti di natale in cattedrale il 16.12.2011 alle ore 18.30 nel duomo della città bruzia nominato monumento dell unesco e ambasciatore di pace ha avuto inizio il programma concerti di natale in cattedrale musica per la vita il programma è stato aperto con il concerto del coro polifonico del pezzullo ed è proseguito fino all otto gennaio 2012 con altri sette appuntamenti le giovani voci del coro del pezzullo che ormai grazie all impegno degli allievi dello storico istituto della coordinatrice del progetto prof.ssa torletti stefania dei maestri fabio guagliardi ed elisa palermo sono apprezzate da tutta la cittadinanza cosentina per la qualità delle esecuzioni e per l attenta scelta dei brani per una serata la cattedrale ritornata agli antichi splendori dopo l ultimazione del restauro avvolta dall eco delle voci del coro del pezzullo è stata testimone di forti emozioni il pubblico numeroso era visibilmente partecipe emotivamente alle dolci melodie dei brani natalizi interpretati con il trasporto coinvolgente tipico dell entusiasmo dei giovani « dal canto e dalla musica all incontro con l ineffabile!» è stata l affermazione di un anziana signora che commossa dopo l esibizione si è soffermata a complimentarsi con i coristi significativi sono stati gli interventi in apertura del concerto del parroco della cattedrale mons giacomo tuoto e del dirigente scolastico dell itc con lst pezzullo dott.ssa carla savaglio mons tuoto ha evidenziato la presenza nel centro storico della città di numerose istituzioni ecclesiastiche votate all assistenza a quanti vivono situazioni di disagio economico e ha esaltato la disponibilità del pezzullo che con l esibizione del coro dell istituto ha favorito la raccolta di fondi da devolvere alle suore di don guanella da sempre impegnate nell educazione e nell assistenza ai giovani che si trovano coinvolti loro malgrado in esperienze di vita difficili l intervento della dott.ssa savaglio è stato incentrato nel compito della scuola del terzo millennio che ­ ha detto ­ non è solo quello di sviluppare negli allievi conoscenze capacità e competenze ma far di loro dei cittadini attivi protagonisti nella società anche nella condivisione delle criticità di quanti per motivi familiari sociali ed economici vivono la triste esperienza del disagio e dell emarginazione per una serata il coro polifonico del pezzullo e il pubblico che ha assistito alla rappresentazione canora hanno vissuto nella severa atmosfera del duecentesco duomo di cosenza sentimenti di solidarietà veicolati dalla musica che tocca sempre le corde del cuore e dispone l animo alla condivisione e alla generosità.

[close]

p. 11

pagina 11 cronaca delle attività del pezzullo premio antonella loscerbo nel mese di novembre 2011 presso l i.t.c con liceo scientifico tecnologico g:pezzullo ­ cosenza ­ nell ambito del progetto cittadinanza attiva democrazia e partecipazione si è tenuto un convegno su legalità e solidarietà la cittadinanza attiva nella scuola organizzato in collaborazione con la famiglia della prof.ssa antonella loscerbo valida e amata docente dell istituto che prematuramente è scomparsa un anno fa il convegno ha previsto l istituzione del 1° premio antonella loscerbo voluto fortemente dalla famiglia sono state assegnate 2 borse di studio per i ragazzi più meritevoli dando così continuità al pensiero e al lavoro della stimata docente,che ha sempre avuto quale primario obiettivo quello di educare i propri allievi ad essere futuri cittadini attivi del mondo in apertura ha accolto gli ospiti e le autorità istituzionali il dirigente scolastico dott.ssa carla savaglio hanno relazionato il dott eugenio facciolla procuratore del tribunale di catanzaro e la dott.ssa anna spinelli francalanci collaboratrice della cattedra di diritto privato presso la facoltà di economia di messina l incontro ha avuto seguito con proiezioni e testimonianze di esperienze dirette di percorsi formativi degli alunni del pezzullo a riprova di come l educazione alla legalità e alla solidarietà siano considerate elementi fondanti dell azione didattico-educativa del pezzullo volte a far maturare negli allievi una coscienza di vivere il loro essere cittadini da protagonisti la manifestazione si è conclusa con un breve ricordo della prof.ssa loscerbo e con la consegna ,da parte della sua famiglia delle borse di studio a due allievi che si sono distinti per meriti scolastici e per impegno civile nella scuola e nella comunità di appartenenza la prof.ssa antonella loscerbo continuiamo ad amarti quando un amica ci lascia fin da subito percepiamo dentro di noi un vuoto incolmabile poi con il passare dei giorni nella nostra mente si affollano i ricordi alcuni lieti altri dolorosi delle esperienze condivise e quel vuoto che prima ci sembrava impossibile da colmare si riempie rendendo meno doloroso il distacco ricordare la nostra cara e amata antonella è molto facile basta una sola parola semplice era semplice perché amava senza condizioni si donava agli altri con passione era semplice anche nell accogliere il dolore con un sorriso era semplice nel mostrare la propria fragilità senza paure ella viveva ogni giorno come un dono e lo è stata semplice anche alla fine se ne è andata in silenzio lasciando a chi è rimasto non solo un grato ricordo ma una presenza costante un sostegno tenace una guida sicura e una certezza essere semplici è tutto ciò che occorre per noi tutti è stato un esempio di vita nella sua contraddizione tenace e fragile forte e sensibile amabile in tutte le sue manifestazioni vi chiederete è possibile che non aveva difetti certamente come noi tutti testa dura caparbia fino alla fine dedita al lavoro alla famiglia e ai suoi ragazzi i suoi ragazzi come li amava definire per lei un pensiero fisso :negli ultimi mesi della sua brevissima vita il suo rammarico era non poter essere presente al suo posto seduta dolce e autorevole alla sua cattedra trai suoi scavezzacolli era un pensiero costante ormai una cantilena non smetteva mai di informarsi e a chi erano stati consegnati per il prosieguo dei loro studi un unica frase ripeteva sempre i ragazzi vi raccomando i miei ragazzi quante volte è stata da noi redarguita sgridata presa a muso duro non c è stato verso lei andava dritta per la sua strada con un unico obiettivo andare avanti il più possibile il suo sorriso ha sempre rallegrato le nostre giornate stemperava gli animi non le piacevano le liti e i pettegolezzi ci ha insegnato tanto in modo diverso ad ognuno di noi i fiori amati da antonella

[close]

p. 12

pagina 12 cronaca delle attività del pezzullo progetto leonardo mobilità parigi di elena timoleone il 7 novembre 2011 è iniziato il mio sogno con la partenza per parigi sono stata scelta per partecipare ad uno stage programmato nelle attività del progetto leonardo arrivati nella capitale francese nella prima settimana la mattina siamo andati a scuola e nel pomeriggio siamo andati in giro per parigi siamo stati alla tour eiffel che di sera è ancora più bella e suggestiva al louvre uno dei musei più importanti al mondo dove è conservata la gioconda una delle più importanti opere d arte italiana dipinta dal grande leonardo abbiamo ammirato la città dei sogni dall beteax mouche navigando la senna abbiamo visitato la cattedrale di notre dame l arco del trionfo siamo andati in giro per i più grandi centri commerciali della città e abbiamo camminato lungo gli champs elysee e ammirato i suoi favolosi negozi ma l esperienza più interessante è stata l attività lavorativa io ho fatto la commessa in un negozio di abbigliamento per bambini dovevo mettere in ordine la merce che era nel negozio e sistemare quella in arrivo quest attività mi ha portato a relazionarmi con la gente perchè aiutavo i clienti a scegliere i vestiti per i loro piccoli e inoltre ho stretto amicizia con altre due ragazze francesi che lavoravano insieme con me e con la titolare del negozio ho imparato a muovermi nella città autonomamente facendo uso della metro la famiglia presso la quale ho soggiornato era davvero molto gentile e ospitale una sera con le altre due ragazze che erano con me in stanza abbiamo fatto la spesa abbiamo cucinato e abbiamo fatto assaggiare loro un piatto tipico italiano gli spaghetti al pomodoro e basilico erano molto contenti e si sono complimenti con noi alla fine quando siamo partite erano davvero dispiaciuti si sono complimentati con noi perché eravamo state delle ragazze ordinate educate e ci hanno detto che si erano abituati alla nostra presenza che gli saremo mancate sicuramente e a quel punto ci siamo tutti commossi quando la sera rientravo dal lavoro mi ritrovavo con le mie due amiche ci raccontavamo come era stata la nostra giornata lavorativa confidandoci momenti di difficoltà,che trovandoci sole in una realtà completamente differente dalla nostra non ho problemi ad ammetterlo,non sono mancati e stato molto importante avere vicine le mie compagne di stanza,perchè erano un punto di riferimento per me come io lo ero per loro È stata un esperienza significativa che mi ha dato tanto credo che la ricorderò per tutta la vita perché mi ha aiutato a crescere ho imparato a cavarmela da sola perché ero lontana da casa dalle persone a me care mi sono divertita tantissimo e devo dire che si è creato un rapporto confidenziale con tutto il gruppo questa esperienza mi ha dato la possibilità di vivere momenti straordinari e indimenticabili l autogestione un esperienza positiva di stefano aiello puntualmente anche quest anno a fine ottobre la contestazione studentesca si è estesa a macchia d olio in tutte le scuole del regno anche il nostro istituto ha manifestato per circa due settimane in concomitanza con i tagli operati dal governo alla scuola e ad altri settori delle istituzioni pubbliche sono stati giorni di febbrile attività per programmare le iniziative da svolgere all interno della scuola in alternativa alle normali lezioni visto che abbiamo concordato con la preside dott.ssa carla savaglio,la modalità dell autogestione al posto dell occupazione che negli anni passati aveva avuto uno svolgimento e un epilogo poco felice in quest occasione abbiamo avuto modo di avere continui contatti con la nostra preside,e questo ci ha dato la possibilità di conoscerla meglio e stata sempre disponibile ad ascoltarci e aperta al dialogo ha compreso le nostre ragioni e ha saputo valorizzare l entusiasmo della nostra giovane età pur mantenendo una posizione determinata su alcuni punti come il rispetto della struttura della libertà di adesione da parte degli alunni un programma delle attività della giornata concordato ella alla fine della contestazione ha avuto parole di apprezzamento per come l avevamo gestita e per aver consegnato l istituto pulito e privo di segni di vandalismo e stata una esperienza interessante perché il comitato organizzatore delle attività ha proposto una gamma di attività quotidiane,per cui ciascuno di noi ha potuto optare per quella più vicina ai propri interessi oltre alla proiezione di film seguiti da dibattiti abbiamo praticato sport letto e commentato la riforma gelmini incontrato rappresentanti sindacali rappresentanti di altre scuole e dell università ma l iniziativa che ci ha mandato in visibilio è stata la tinteggiatura delle aule ciascuna scolaresca ha ridipinto la propria aula creandosi così l ambiente nel quale vive parte della giornata rispondente ai propri bisogni.e stata una gara di creatività e di fantasia alcune aule sono state trasformate in ambienti veramente piacevoli arricchite da murales e da espressioni e motti interessanti ce la siamo presa però con comodo infatti l autogestione è durata circa due settimane con il ritorno alle normali attività scolastiche i professori hanno tirato un sospiro di sollievo mentre noi con fatica siamo ritornati a riprendere un ritmo di vita e di impegni che spesso subiamo ma è cosi difficile rendere la scuola un esperienza di vita piacevole?

[close]

p. 13

pagina 13 sport la bufera dell immoralità nello sport di gianmarco pagnotta sin dall antichità lo sport è stato considerato occasione attraverso la sana competizione di rinvigorire il fisico e lo spirito in grecia dove le competizioni agonistiche si tenevano ogni quattro anni a olimpia si riunivano sportivi della madre patria e di tutte le terre colonizzate per dare prova della loro forza e del loro coraggio in cambio di onori morali e non di benefici economici i più bravi diventavano eroi nazionali e per ricordarli spesso si scolpivano statue in loro onore questa visione dello sport sa di nostalgia romantica perché nel nostro tempo purtroppo non è più così le cronache dei giornali riportano periodicamente episodi in cui sono implicati grossi nomi dello sport di partite truccate di assunzione da parte di giocatori di farmaci per aumentare la resistenza o diminuire la prestazione di somme astronomiche pagate per accaparrarsi questo o quel giocatore e chi più ne conosce più ne aggiunga l ultimo scandalo coinvolge giocatori di successo che si sono prestati in cambio di denaro ad alterare il risultato dell incontro di calcio ascoli atalanta che sarebbe stato ben diverso se la partita avesse avuto un corretto svolgimento questi episodi da una parte deludono le tifoserie che guardano ai giocatori come a delle divinità dall altra parte spingono i giovani a vedere nel mondo dello sport una via da seguire per arricchirsi facilmente vagheggiare un ritorno alle origini dello sport è da semplicioni ­ o da uomini profondamente retti e onesti ma desiderarlo non è un reato sport estremi la tragica fine di simoncelli invita a riflettere sulla pericolosità di alcuni sport sui quali aleggia sempre l ombra della morte tuttavia ai tradizionali sport estremi,quali il motociclismo,l automobilismo il pugilato,vanno ad aggiungersene continuamente dei nuovi sempre più pericolosi attraverso internet,per saperne di più ,è semplice avere informazioni su una lista infinita di sport estremi .la novità di questi ultimi anni è rappresentata dal parkour e uno sport nato in francia passato in inghilterra e ora diffuso un po ovunque .questo è uno degli sport più pericolosi che possa esistere esso consiste nel determinare un percorso composto da un punto di partenza e un punto di arrivo .il percorso è costellato da una serie di ostacoli da superare .coloro i quali praticano questo sport vengono chiamati tracciatori loro pensano che non ci sia nulla di insuperabile e vedono nell ostacolo un occasione per migliorare le capacità fisiche si pratica soprattutto all interno delle città tracciando un percorso il cui punto di arrivo si raggiunge saltando dai tetti di un palazzo a quelli di un altro scendendo a terra ,sempre seguendo come percorso la facciata dello stabile,superare eventuali muri di cinta,strade trafficate e risalire sul tetto con le stesse modalità con cui si è scesi ,quando la distanza tra un palazzo ed un altro non consente il salto nonostante sia fra gli sport più giovani quello più pericoloso è molto diffuso e difficile comprendere le motivazioni che spingono molte persone a praticare questo sport forse l inconscio desiderio di dimostrare a sé stessi e agli altri che non vi è ostacolo che possa limitare la potenza dell uomo o,forse una forte dose di incoscienza che sfocia quasi in una forma di disprezzo per la vita ,tenuto conto che non pochi sono stati i casi di incidenti mortali vincenzo muto ciao grande sic di alessandro giordano il giovane pilota della moto gp marco simoncelli è morto tragicamente in un incidente durante il gran premio della malesia tenuto il 23 ottobre il sic così come lo chiamavano i suoi fans è caduto dalla moto al secondo giro del gran premio ed è stato investito dai piloti colin edwards e da valentino rossi davanti agli occhi del padre paolo il casco improvvisamente si stacca marco non si alza dalla pista rimane lì immobile la gara è stata sospesa hanno subito provveduto a soccorrere il povero sic ma non c è stato nulla da fare aveva traumi al torace alla testa e al collo subito dopo la gara viene annullata perché alle 10 e 56 ora italiana quello che tutti non volevano che accadesse purtroppo è diventata realtà marco simoncelli a soli 24 anni non c è più le lacrime e l incredulità di tutti i piloti accompagnano una domenica che doveva essere come tutte le altre ma purtroppo non lo è stata il dolore dell amico di sempre valentino rossi l idolo di marco che era per lui come un fratello esplode incontenibile la dinamica dell incidente è stata abbastanza strana perché una volta caduto marco doveva scivolare fuori pista invece la moto è andata verso l interno dove stavano passando edwards e rossi esenti da colpe perché se lo sono visti arrivare all improvviso sempre sorridente solare un vero campione infatti nel 2002 vinse il campionato europea classe 125cc e nel 2008 il campionato del mondo classe 250cc da due anni in moto gp era pronto per spiccare il volo ma il destino ha voluto così di lui ci mancheranno i suoi capelli riccioluti il suo modo di parlare simpatico la sua serenità proprio lui aveva detto si vive più andando 5 minuti al massimo su una moto di quanto non faccia certa gente in una vita intera il suo sogno lo ha realizzato certo voleva che durasse più a lungo possibile ma almeno quello che voleva fare da bambino è riuscito a farlo anche da grande ciao grande sic non ti dimenticheremo!

[close]

p. 14

pagina 14 curiosità lo sapevi che di deborah molinaro lo sapevi che è stata scoperta una nuova tribù già nel 2008 si era parlato di una misteriosa tribù scoperta nel cuore dell amazzonia e ora grazie al sito uncontacted tribes possiamo vedere con i nostri occhi la foresta fitta e incontaminata dove questa popolazione vive senza alcun contatto con il resto del mondo lo sapevi che masticare gomme prima degli esami può migliorare la performance uno studio realizzato da un professore di psicologia della st lawrence university ha rivelato che masticare una gomma durante gli esami può aiutare a migliorare la propria performance lo psicologo ha infatti esaminato circa 80 studenti e quelli che hanno masticato prima dei test hanno avuto un incremento dell attività cerebrale per i primi 20 minuti degli esami il consiglio del professore però è quello di gettare la gomma prima dell inizio dell esame perché un effetto collaterale è la deconcentrazione immagini tratte dal video disponibile sul sito lo sapevi che le patatine fritte furono inventate per dispetto non tutti sanno la vera storia delle patatine fritte il cibo più amato in tutto il mondo l idea di friggerle venne allo chef statunitense george crum titolare del moon lake lodge resort che dopo aver visto per tre volte ritornare indietro un piatto di patate perché tagliate troppo spesse affettò le patate in maniera sottolissima e le fece friggere convinto di disgustare l antipatico cliente che invece le trovò divine gomme da masticare lo sapevi che si può usare l iphone in classe si ma in texas dove e stato lanciato il programma byod bring your own device che permette agli studenti di usarlo durante le lezioni questa scuola dimostra che i tempi sono cambiati e che in un futuro si spera prossimo tutti potremmo unire la tecnologia all apprendimento patatine fritte iphone

[close]

p. 15

pagina 15 il pezzullo per il tuo domani istituto tecnico biennio comune ai tre indirizzi sotto elencati alla fine del biennio comune ai tre indirizzi lo studente opera la scelta specifica di indirizzo della durata di tre anni per cui maturata una maggiore consapevolezza delle proprie attitudini può proseguire nell indirizzo base o optare per altro indirizzo quali sono le opportunità nel mondo del lavoro 1 amministrazione finanza e marketing a conclusione del percorso di studi si avranno competenze specifiche nel campo dei fenomeni economici dei sistemi aziendali degli strumenti di marketing e dell economia sociale si saprà operare nel sistema informativo dell azienda e contribuire all innovazione al miglioramento organizzativo e tecnologico dell impresa in una dimensione nazionale e internazionale 2 sistemi informativi aziendali forma la nuova figura di diplomato specializzato in informatica che dovrà sapersi distinguere per la conoscenza e l utilizzo delle nuove tecnologie e dei nuovi programmi dei nuovi linguaggi e dei nuovi codici da applicare alla gestione amministrativo-finanziaria dell azienda 3 relazioni internazionali per il marketing il perito in amministrazione finanza e marketing alla fine del ciclo di studi conosce la dinamiche dell azienda nel campo giuridico e possiede un approfondita competenza linguistica che gli consentirà di gestire i rapporti aziendali nazionali e internazionali liceo scientifico tecnologico opzione scienze applicate il percorso formativo risponde alla necessità di coniugare tradizione e innovazione attraverso lo studio approfondito delle nuove tecnologie informatiche a fianco all area umanistica che risulta se pur senza l insegnamento del latino ampia e articolata alla fine del corso di studi si può proseguire in qualsiasi facoltà universitaria o entrare nel mondo del lavoro perché oltre ad acquisire la maturità scientifica si consegue un diploma professionalizzante spendibile in campo lavorativo tutti gli indirizzi danno accesso all università tenuto conto delle conoscenze capacità e competenze acquisite nel corso del quinquennio caratterizzato da un congruo numero di ore settimanali di materie professionalizzanti non trascurando le discipline storico-letterarie non avranno alcuna difficoltà nella scelta di facoltà inerenti il percorso di studio come pure di materie umanistiche.

[close]

Comments

no comments yet