Il Picchio di Torresina - mese di Dicembre 2012

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

distribuzione gratuita giornale di quartiere anno 6 numero 56­ dicembre 2012 cinque anni del picchio ari lettori un lustro è un lustro siamo arrivati ai cinque anni di vita del picchio e non so dirvi se è più grande la soddisfazione per averlo visto resistere fin qui alle difficoltà alle ristrettezze ai rischi che sempre accompagnano ogni nuova impresa umana e quelle giornalistiche in particolare o se è maggiore la nostalgia nel ripensare a quei primi momenti di vita della nostra e vostra creatura l organizzazione iniziale il gruppo entusiasta e determinato che fece nascere il giornale le riunioni e gli appuntamenti in giro per roma per risolvere i mille problemi burocratici legati all avvio di una nuova testata ma in questi cinque anni sono successe troppe cose per fermarsi troppo a guardare indietro non solo è cresciuto il picchio ma con lui è cresciuta e cambiata anche torresina da zona relativamente nuova da dotare di servizi e soprattutto di tessuto umano e sociale è diventata un territorio vivo e attivo dove nascono e crescono ragazzi meravigliosi ai quali vogliamo regalare ogni mese l occasione di migliorarsi e sperimentarsi anche grazie alle pagine di questo giornale ci sono negozi ma anche mostre concerti iniziative culturali e feste si fa politica e si fa ecologia c torresina è un bel quartiere dove la gente si guarda intorno si interessa partecipa e questo non si può dire ovunque nella nostra città un po di merito anzi fuori da ogni ipocrisia un bel po di merito va anche al picchio e al comitato di quartiere che hanno fatto in questi anni da catalizzatori di impegno e da trait d union tra le energie migliori di torresina un pensiero particolare lo vogliamo rivolgere in questi durissimi mesi di crisi economica ai tanti che anche nel nostro quartiere sentono il peso del quotidiano a chi lotta per il lavoro per difenderlo a denti stretti se c è per cercarlo o ri-cercarlo quando ci è stato strappato il picchio ricorda bene la nostra costituzione che sul diritto al lavoro e sulla dignità che ne deriva ai cittadini è fondata questi cinque anni e i tanti che speriamo li seguiranno li festeggeremo di nuovo più felici e tutti insieme quando anche nel nostro quartiere vedremo tornare tempi più sereni da direttore un abbraccio speciale a tutta la redazione ognuno di voi merita un pensiero speciale per quello che fa e per come lo sta facendo e tutti insieme meritate un buonissimo e serenissimo natale auguri il direttore jean-luc jorda jean esercizio convenzionato con il c di q torresina

[close]

p. 2

associazione di volontariato noi di torresina onlus nche quest anno l associazione noi di torresina desidera festeggiare con tanti bambini l arrivo di babbo natale la consegna dei doni avverrà il giorno 22 dicembre alle 16,30 sotto il gazebo nel parco giochi se il tempo lo permetterà mentre se il tempo sarà inclemente babbo natale si riparerà sotto i portici di viale montanelli le letterine per babbo natale potranno essere consegn ate presso il ba r l alchimista di viale indro montanelli 84 dove i genitori potranno consegnare il loro contributo dal giorno 16 al 21 dicembre nel pomeriggio la giornata sarà movimentata e piena di impegni perchè si aprirà con un mercatino solidale organizzato dall ass nuova gestione che dalle ore 11 vi aspetterà sotto i portici per completare gli ultimi acquisti natalizi il ricavo servirà per fare a do zi on i a distanza attraverso la ong a.s.c.i opera don guanella per info stefania 3383171087 o marcella 3338029862 a 2

[close]

p. 3

sommario dicembre 2012 1 7 8 9 intervista a fabrizio cirelli rubriche 4 5 5 6 6 11 11 12 14 15 15 cinque anni del picchio tre sono le cose che piacciono a me santiago de compostela cosa È per me il nuoto sincronizzato piccola guida semiseria per un letti per voi news dalla redazione del picchio l angolo della poesia giovani alla ribalta visti per voi le dediche dei nostri lettori le lettere dei lettori news dal comitato di quartiere torresina le perle di zia pina cucinati per voi natale in economia 12 ma cos e questa crisi 13 catastrofi create ad arte 13 frutta secca buona e salutare 14 dopo la lettura il picchio ti invita a gettare il giornale negli appositi cassonetti per la carta perché il picchio è a favore della raccolta differenziata dove posso trovare ogni mese la mia copia de ll picchio di torresina tuttiine go zieglistudi biblioteca casa del parco professionali di torresina di via della pineta sacchetti 78 tutti gli inserzionisti esterni centro anziani torrevecchia le edicole via torrevecchia monte mario primavalle 87-242-342 ama di torrevecchia alcuni negozi di via pietro maffi santa maria della pietà alcuni negozi di via torrevecchia ·uffici municipali pad 29-30-31 e largo arturo donaggio ·padiglioni 13 26 e 32 le edicole di via pietro maffi ·centro antea atletica monte mario alcuni negozi di via andersen scuola di via andersen municipio 19° di via mattia battistini bar di via vittorio montiglio 21 xix gruppo vvuu via f borromeo bar di largo millesimo la biblioteca basaglia mercato rionale di via pasquale ii° via federico borromeo 67 diventa anche tu amico del picchio di torresina su facebook anno 6 numero 56 dicembre 2012 reg tribunale di roma n 559 del 17 dicembre 2007 sede viale indro montanelli 20 00168 roma editore associazione o.n.l.u.s noi di torresina viale indro montanelli 20 00168 roma cellulari 3338029862 3396531743 e-mail ilpicchioditorresina@yahoo.it direttore responsabile jean-luc giorda capo redattore stefania giannetto in redazione marcella speranza daniela moretti aurelia colarossi cinzia pezzola antonio picciau antonella salerno pierfederico poli antonio di siero luigi spagnoletti impaginazione progetto grafico-editoriale pubblicitario gestione internet roberto delle case hanno collaborato a questo numero daniele piscedda gian carlo mattiacci mario celani el isa di gia c om o giulio moscatelli fattino tedeschi michela fabbri pina la dogana stampato presso tipografia river press group s.r.l via menalca 30 tel fax 062294420 062295925 e-mail rpg@mclink.it questo numero è stato chiuso in redazione il 26/11/2012 l associazione noi di torresina ringrazia tutti coloro che con le loro donazioni ci permettono di pubblicare il picchio invitiamo tutti i lettori che vogliono scrivere articoli poesie dediche o che vogliono raccontare momenti di vita lagnandosi o ringraziando ad inviarci i loro elaborati presso ilpicchioditorresina@yahoo.it oppure lasciando i loro scritti dal giocattolaio nuvoloni via pietro maffi 28/32 da roberto il tabaccaio di viale i montanelli o all edicola vidi di viale montanelli gli scritti dovranno essere accompagnati dalla firma dell autore che potrà scegliere di non essere citato sul giornale ma apparire solo con le iniziali o un nomignolo e un recapito telefonico 3

[close]

p. 4

esercizio convenzionato con il c di q torresina intervista a fabrizio cirelli incontrato fabrizio cirelli consigliere del municipio 19 eletto nelle file del pd passato un paio di anni fa nel gruppo alleanza per l italia api presidente della commissione trasparenza h a 4 9 anni è s p o sa to edhaunfiglio adolescente abita a torrevecchia dove finisce il municipio gli ho posto alcune domande alle quali ha risposto volentieri d e iniziato un altro anno scolastico gli edifici scolastici quasi tutti vetusti hanno bisogno di manutenzione che si farà r da diversi anni le scuole del territorio hanno bisogno di ristrutturazioni di messa a norma di maggiore attenzione ma purtroppo anche con l ultimo bilancio approvato da pochi giorni l assemblea capitolina non ha stanziato fondi a sufficienza per risolvere i tanti problemi delle scuole del municipio 19 ogni anno bisogna fare i salti mortali per ottemperare alle disposizioni dei vigili del fuoco che fanno i controlli per garantire la sicurezza degli edifici non si possono effettuare al meglio o completamente i lavori richiesti perché non ci sono i fondi mancano uscite di sicurezza messa a norma degli spazi interni ed esterni non ci sono aule a sufficienza deve essere rivisto il piano di ridimensionamento ed ottimizzazione delle scuole del nostro territorio per sfruttare al meglio costi risorse ed energie d anziani malati portatori di handicap indigenti che succede r negli ultimi anni c è stata una forte contrazione dei fondi per il sociale meno fondi destinati alla l.285 sempre meno per l assistenza domiciliare contrazione di fondi sul shaic e su tutta una serie di disabilità lunghe liste d attesa credo che per il sociale non si sia fatto abbastanza negli ultimi due anni dal governo di questo municipio sono stati stornati circa 800.000 sottratti al sociale per altri capitoli di spesa che poi si sono rivelati effimeri i problemi relativi al sociale sono difficili ma debbono essere prioritari occorre valorizzare cooperative serie che abbiano operatori professionalmente formati che rispettino i contratti di lavoro la gestione del sociale va fatta in maniera seria ottimizzando le risorse individuando i bisogni tagliando qualche servizio inutile e potenziando quelli che aiutano i cittadini come l assistenza domiciliare che purtroppo non si riesce a fornire in maniera adeguata di marcella speranza ho siamo in un periodo di difficoltà ci sono sempre più anziani soli e nel nostro municipio il tema del barbonismo cresce sempre di più e una realtà che può toccare tutti va affrontata in quanto i poveri di oggi sono la classe media di ieri d zone verdi parchi e giardini quale futuro r nel nostro territorio abbiamo tantissime aree verdi che purtroppo vengono spesso aggredite dagli speculatori del cemento selvaggio dobbiamo difendere questo verde garantire la manutenzione di questi spazi qualcosa si sta facendo ma si deve fare molto di più la battaglia del decoro parte proprio da qui tutela e messa in sicurezza di queste aree e gestione da parte di roma capitale del patrimonio verde ancora non sfruttato ci sono tanti cittadini comitati associazioni disposti a prendersi cura del verde occorre far crescere il senso civico dei cittadini perché molto spesso non vengono rispettate le regole del vivere civile e del rispetto della cosa comune penso al grande parco agricolo di casal del marmo ricco di flora e di fauna un polmone verde che deve essere tutelato dalla cementificazione penso al pineto che spesso è oggetto di incendi all insugherata dobbiamo incentivare una sorta di rete civica di associazioni volta a far scoprire la bellezza e le risorse che questi spazi possono donarci ci sono aree verdi che devono essere rivitalizzate o ancora sistemate via siro corti via taggia che potrebbero essere un polmone verde in quartieri con densità di costruzioni tipica degli anni 60 70 d nel nostro municipio cosa si fa per la cultura e lo sport r debbono essere incentivati i laboratori di quartiere di aggregazione giovanile una realtà molto importante è il teatro la casetta a via federico borromeo che deve essere incentivata e potenziata abbiamo un grande sogno in questo municipio la realizzazione di un teatro l idea che proporremo nei prossimi mesi nasce da uno studio fatto dai giovani dell università di tor vergata che su un sito dell amministrazione comunale prevede la costruzione di un teatro sulla falsariga dell esperienza fatta a tor bella monaca vogliamo un teatro nel municipio 19 basta appoggiarsi ai teatri delle parrocchie grazie alle quali siamo andati avanti fin ora ma che non possono garantire il pluralismo di esperienze culturali dobbiamo inoltre incentivare dei percorsi archeologici nei nostri quartieri con scavi che hanno prodotto con il tempo continua a pag seguente 4

[close]

p. 5

continua da pag precedente significative scoperte archeologiche ninfeo della lucchina ipogeo degli ottavi strade romane ecc per lo sport abbiamo fatto un grande lavoro collaborando con tutti i consiglieri municipali per recuperare un area di 5.000 mq proprio davanti al municipio dove c era un campo sportivo abbiamo resuscitato alcuni fondi e partecipato ad un bando della regione lazio sullo sport il progetto che andrà in gara d appalto a breve prevede una tensostruttura per un campo di basket regolamentare con tanto di tribune sarà il primo campo pubblico nel settore nord-ovest della città di roma gestito dalla federazione regionale basket questo permetterà a tante società di non dover peregrinare all interno di palestre scolastiche spesso inadeguate e fatiscenti perché questo sarà un impianto pubblico una cosa bellissima per lo sport mi preme ricordare che anche il centro sportivo di via del podere fiume è un impianto pubblico in gestione per un certo numero di anni ai privati costruito con art.11 che prevede anche la costruzione di impianti sportivi pubblici d il territorio del municipio include zone periferiche agro romano ce ne vuole parlare r nel municipio ci sono le periferie storiche come primavalle monte mario ottavia nate come suburbi ed ora inglobate dalla città fino a pochi anni fa sulla boccea altezza casalotti e sulla trionfale c.a civico 8.000 c era un cartello con scritto roma lì finiva la città poi ci sono le nuove borgate palmarola lucchina selva candida selva nera che sono diventati quartieri vere e proprie periferie per non parlare di tragliatella che dista 25 km dal municipio ed è un vero quartiere-paese queste nostre periferie nate quasi tutte abusivamente e sanate in seguito hanno i servizi essenziali acqua potabile e luce ma mancano di infrastrutture elementari penso per esempio a via casal del marmo che dovrebbe essere almeno allargata e con le due rotonde una a palmarola e una a via panizzi per permettere una circolazione viaria decente d parlando di strade è d obbligo pensare alle buche ai continui lavori perché r la manutenzione stradale è un problema che va affrontato alla radice non si dovrebbero asfaltare in continuazione strade ma trovare il modo di garantirne la manutenzione e inutile asfaltare senza fare i lavori di sottofondo e di preparazione i lavori stradali devono essere fatti bene rispettando i contratti d appalto non facendo gare al massimo ribasso facendo garantire i lavori come previsto in tutti i contratti del mondo anche le società di servizi il presidente del municipio ha distribuito delle deleghe ad hoc ma su questo tema non si è fatto nulla perché non c è stata la capacità di responsabilizzare le società di servizi che hanno fatto quello che volevano una volta nel municipio c erano gli stradini che andavano a controllare i lavori bisogna ricreare quella figura per garantire che tutti i lavori vengano fatti ad opera d arte in questi anni non si sono fatti i controlli dovuti e questo è il risultato c è sempre un emergenza una toppa che salta una buca che s apre la ringrazio a presto di daniele piscedda libro destinato a far discutere poiché stavolta è un insegnante a raccontare dall interno la categoria alla quale appartiene senza omettere nulla raccontando episodi realmente accaduti e registrati da paolo marcacci insegnante in anni di carriera l autore peraltro è conosciutissimo a roma per la sua attività di giornalista sportivo e conduttore radiofonico di fede romanista con la proverbiale ironia che l ha sempre distinto ci fa entrare nel mondo della scuola senza mai cadere nei soliti luoghi comuni il libro si fregia anche delle illustrazioni di mauro talarico nome illustre del fumetto italiano per finire aggiungiamo che marcacci è un residente del nostro municipio il 19° quindi le scuole dove insegna ed ha insegnato sono le stesse che frequentano i nostri figli chissà che molti di voi non riconoscano qualche insegnante dietro le false identità che l autore ha scelto per raccontare storie reali un per chi suona la campanella ­ storie vere di professori dal nome falso autore paolo marcacci insegnante dalla redazione dell assessorato alla famiglia all educazione e ai giovani dipartimento servizi educativi e scolastici con un comunicato fa sapere che c è tempo fino al 31 gennaio 2013 per presentare la domanda per i voucher di rimborso a favore dei bambini rimasti in lista d attesa e iscritti a nidi privati autorizzati si segnala anche l aumento della soglia massima dell isee da 25 mila a 35 mila euro picchio il 9 dicembre presso il palazzetto dello sport si terrà il galà di ginnastica ritmica a cura della polimnia ritmica romana la palestra sita in via andersen all evento si prevede la partecipazione della campionessa del mondo elisa santoni con piacere la redazione vi informa che a seguito della pubblicazione dell articolo del mese di novembre il killer dei gatti al s maria della pietà sono state effettuate le adozioni di due gattini salvandoli quindi dalla scure dell inciviltà e dalla barbarie di questo killer avviso per i lettori nel corso del mese ci sono pervenute numerose richieste di informazioni destinate all associazione onlus diagnosticare si rende necessario ribadire che l associazione noi di torresina editrice de l giornale è completamente estranea all iniziativa della onlus diagnosticare pertanto per appuntamenti e informazioni occorre rivolgersi direttamente a loro presso i seguenti recapiti viale indro montanelli 103 tel 0661662791 avviso in vista della prossima campagna elettorale l associazione noi di torresina comunica di essere per i candidati disponibile a dare spazio alle comunicazioni dei candidati sulle pagine del giornale il picchio di torresina 5

[close]

p. 6

l angolo della poesia la fine del mondo paesi lontani n on sarà un esplosione non ci sarà un armata in marcia contro il male non sorgeranno bestie dai laghi di sangue non cavalcheranno cavalieri dal cielo scesi la fine del mondo sarà un sì sussurrato sarà l accettazione del fato sarà la fine del rifiuto sarà il tacere di chi ha lottato così finirà il mondo senza reagire senza parlare accettando con gioia di non esistere più q uei campanili alti che segnano l orizzonte che orientano i tuoi pensieri che ti ricordano dove sei quei campanili lontani dopo tanti chilometri di strada escono ed entrano dalla tua mente poi scompaiono in lontananza ma vuoi ancora rivederli dopo tanta strada l emozione di quei luoghi vissuti è sulle cime dei campanili di quei paesi lontani antonio di siero fattino tedeschi giovani alla ribalta giovane pianista che nella musica trova l espressione del suo tempo alberto lattuada pianista e compositore ha di sicuro le doti necessarie per intraprendere un viaggio che lo porterà ad una intensa attività concertistica il suo stile scanzonato e la sua libera ricerca mi fanno pensare a george gershwin e alla sua rapsodia in blu un grande della musica americana estraneo alle formule commerciali e agli schemi accademici alberto lattuada di cui vi sto parlando è ricco di fraseggi di melodie di moduli armonici e ritmi che sono connaturati nel jazz alberto lattuada di fattino tedeschi critico d arte nella sua musica trovi lo stupore in qualcosa che entra nel tuo immaginario ed aziona meccanismi emotivi che creano bellezza nel suo senso assoluto nello scenario musicale il pianista produce energia che da forza a un infinito inesplorato e nella sua tastiera incontra il ritmo del tempo armonico che con l estensione delle note nel silenzio dello spazio descrivono la passione con intensa emozione lattuada nella sua libera spensieratezza musicale umanizza le note con la forza che risiede nella carica dell artista il suo modo di rappresentare la musica è forte e convincente e la sua produzione è già apprezzata da molti un talento capace di passare dal classico al melodico al moderno più avanzato dal jazz live allo swing e che ci fa sperare in un futuro che gli aprirà le porte su una strada fatta di note e luci dove l artista brillerà come una stella un 6

[close]

p. 7

tre sono le cose che piacciono a me di gian carlo mattiacci quadri poesia e jazz al parco della cellulosa a volte anche uno spazioso ripostiglio si può trasformare per una giornata in un salotto È quanto è successo lo scorso 16 settembre al locale del casaletto presso il parco della cellulosa dove l associazione culturale le muse in collaborazione con l associazione arca onlus ha allestito un esposizione di quadri creando un accogliente allegro e variopinto luogo d incontro per gli abitanti del quartiere re sono le cose che piacciono a me recita una vecchia canzone e tre è il numero degli elementi che hanno caratterizzato l esposizione pittura poesia musica cinque pittrici del quartiere hanno esposto i quadri realizzati negli ultimi anni mettendo in luce con 25 opere la varietà delle tematiche trattate attraverso tela e pennello e le diverse tecniche di realizzazione caldi e avvolgenti i colori rosso-violacei delle donne ritratte da ornella antonelli colte nella loro essenza di madri limpido e vitale l azzurro delle acque e il verde della natura utilizzati nelle tele di clara ciampanella che da sempre predilige mari e sorgenti come protagonisti dei suoi quadri clara di curzio con l intimo ritratto di una giovane fanciulla pensierosa e quello della maddalena penitente entrambi di piccole dimensioni ha voluto portare lo spettatore a riflettere sul tema del destino e della speranza diverso il percorso interiore di patrizia raspanti che spinta da un bisogno di ricerca verso tutto ciò che riguarda l uomo ha scelto di esibire un originale volto di chiara d assisi accanto ad un brullo e violaceo paesaggio tibetano il ladakh una delle regioni più intatte del mondo rimasta ancora così selvaggia e naturale un posto che difficilmente si può trovare ancora da qualche altra parte nel mondo e per questo così carico di spiritualità astratti policromatici e materici infine i quadri di marisa falcinelli che con la tela prove di volo ha scelto di rappresentare la t leggerezza del più nobile sentimento l amore i sentimenti e le meditazioni espressi nei quadri si sono materializzati anche attraverso sensazioni auditive infatti questo già ricco percorso espositivo è stato valorizzato dalla lettura di versi e poesie di autori che hanno indagato in diverse epoche storiche e in varie sfumature gli stessi temi l evento ha avuto avvio con la lettura dei versi e culure de pparole di eduardo de filippo spaziando poi da pablo neruda a gabriele d annunzio da alda merini a erri de luca passando per eugenio montale e garcia lorca le liriche interpretate da maria chiara mattiacci hanno voluto essere un piacevole e intrigante accompagnamento alla visione delle opere infine terza e ultima espressione artistica la arca onlus jazz band ha intrattenuto e movimentato l evento con musiche degli anni 30 interpretate dalla cantante lucia mita contribuendo a creare un clima festoso ma allo stesso tempo soft e accogliente sullo sfondo del palco il ritratto di louis armstrong di patrizia raspanti faceva da contraltare alle note del pianoforte m° aldo paladino presidente dell ass arca della chitarra giuseppe daleffe e del contrabbasso di gian carlo mattiacci presidente dell ass le muse e ideatore dell evento un ringraziamento particolare è rivolto a tutti coloro che mossi dalla curiosità e dalla volontà di camminare insieme hanno partecipato all iniziativa e al centro sportivo asd edoardo antonelli che ha contribuito alla sua realizzazione 7

[close]

p. 8

di mario celani cammino di santiago de compostela è una delle tre direttrici di pellegrinaggio del mondo cristiano occidentale la nascita della città risale all 813 dopo il rinvenimento dei resti di s giacomo santiago è la contrazione del nome questa la leggenda cattolica l apostolo giacomo dopo aver predicato in spagna fu decapitato in palestina dei suoi resti si persero e tracce l eremita pelayo avvistò sui resti di un antico castro romano delle strane luci a forma di stelle campus stellae compostela e una notte sognò l apostolo che gli disse che il suo sepolcro era li sul sito fu costruita una prima chiesa quindi l odierna cattedrale nel xviii secolo la versione laica ci racconta invece che dopo la caduta di gerusalemme nelle mani dei musulmani i pellegrini passando per roma furono dirottati verso questa nuova meta qualunque sia la storia vera il camino è qualcosa di affascinante che lascia una traccia indelebile su chi lo affronta sia che lo consideri un pellegrinaggio o un semplice viaggio il camino e stato dichiarato itinerario culturale europeo e patrimonio dell umanità dall unesco nel 1985 per quello che mi riguarda il camino e stato un viaggio attraverso lo spazio ed anche attraverso il tempo attraverso lo spazio perché lentamente percorrevo una ventina di km al giorno ho attraversato diverse regioni del nord della spagna la navarrra la rioja castilla y leon palencia e la galizia l altopiano delle mesetas è stato forse il tratto più difficile per la distanza fra un paese e l altro anche perché i paesi sono nati nelle depressioni e fin quando non ci sei sopra non li vedi la regione del bierzo una depressione dove vi é un microclima che permette la coltivazione di un vitigno nero da cui si ricava l ottimo vino omonimo attraverso il tempo perché le te stimo n ian ze sto r ich e sono innumerevoli e di diversi periodi storici si va dalle cittadine nate sugli antichi castrum romani come astrorga il santiago de compostela burgos pamplona ed altre cittadine medioevali ci sono reperti preistorici ed ancora non perfettamente decifrati e risolti come atapuerca che sono una stone age in piccolo dalle rovine degli alberghi del pellegrino di origine medioevale alle cattedrali sia a burgos che a leon vi sono due delle cattedrali gotiche più importanti della spagna che dire dei palazzi di gaudi che si incontrano ad astorga ed in altri posti ed e poi un viaggio dove si riesce a conoscere se stessi si ha il tempo di pensare sotto il peso dello zaino ed il rumore dei propri passi anche gli incontri fugaci assumono un valore tutto particolare e rimangono nella memoria il camino è segnalato con frecce gialle e dalle famose conchiglie che possono essere sistemate sui marciapiedi sui pali sui massi per alloggiare esistono appositi alberghi del pellegrino municipali o parrocchiali e quelli privati raramente quindi si rimane senza un letto da tener presente che gli alberghi pubblici cercano sempre di trovarti una sistemazione in ultima istanza ci si rivolge alla chiesa e si dorme in sagrestia il mio camino e iniziato il primo di settembre con una bella giornata di sole ed un forte vento avevo deciso di fare questo mio secondo camino con tutta calma ed assaporare anche gli imprevisti che mi sarebbero capitati così ho fatto solo quando il percorso era facile e le gambe lo decidevano allungavo un po ma non sono mai andato sopra i 24 km al giorno il camino inutile dirlo e affascinante sia per il percorso in se sia per le persone che si incontrano si instaura fra questi uomini con la gobba una sorta di solidarietà che si esprime con gesti anche impercettibili fatti di sguardi di saluti di aiuti continua a pag successiva credenziali del pellegrino e i suoi timbri il cammino hontanas cittadine delle mesetas 8

[close]

p. 9

continua da pag precedente ho fatto 818 km e come premio ho un foglio che attesta la anche minimi che creano un clima tutto particolare una mattina ero caduto e mi ero sbucciato un ginocchio camminata e la stanchezza nelle gambe niente di grave ma qualsiasi pellegrino che mi incontrava per i credenti è naturalmente diverso mi chiedeva se avevo male o se abbisognavo di medicinali a loro vengono rimessi i peccati un altra mattina uscendo da un bar dopo colazione ho ho incontrato un italo americano che nella vita detto da perso i segnali ho sentito un fischio di un camionista lui aveva fatto il mercenario ma tutto il brutto di quel mestiere ora lo aveva lasciato a santiago che mi ha indicato la strada giusta di episodi ce ne sono tanti ed e difficile ricordarli tutti in più probabilmente aveva lasciato tutti i suoi problemi fisici già che c era ma io me li sono scritti giorno per giorno aveva un solo rene l altro lo aveva si scambiamo a volte sensazioni o donato al fratello aveva un tumore impressioni sulla vita con persone alla prostata era stato operato al che hai appena conosciuto come cuore ed altri grossi acciacchi nemmeno con un amico fraterno scherzando diceva che gli era si riesce a fare mancata solo una pallottola ho mangiato una minestra eppure si e fatto quasi tutto il cucinata da una giapponese camino per offrire tutto al la sera stessa ho fatto tardi con santo un ciclista della val d aosta questi sono i cattolici per parlare di noi ma proprio queste la mattina dopo la cose mi convincono moglie che mi sempre più del mio dormiva a fianco ateismo che io ha detto che si era definisco razionale sognata che ero morto potete immaginare in me rimarranno lo stu por e e i i ricordi le la cattedrale di santiago de compostela gesti ma ha detto esperienze le che portava persone i paesi fortuna le cose cosa È per me il nuoto sincronizzato un sogno ad occhi aperti di elisa di giacomo iao mi presento sono elisa una bambina di 11 anni e vivo a torresina da quando avevo 3 anni mi piace abitare in questo nuovo quartiere di roma costruito non molto tempo fa un quartiere tranquillo dove c è un centro commerciale molto ampio dove vado spesso a fare spese vorrei raccontare a tutti gli abitanti del mio quartiere perché sono innamorata del mio sport il nuoto sincronizzato verso i 5 anni andavo in piscina e guardavo le ragazze più grandi fare i movimenti tutte assieme come delle farfalle apparire e sparire sott acqua mi piaceva tanto e avrei voluto farlo anch io ho chiesto a mamma se potevo provare ma essendo troppo piccola ho dovuto aspettare circa un anno prima di poter iniziare nel frattempo l allenatrice che conosceva il mio desiderio mi faceva provare solo il sabato ora faccio agonismo da due anni questo che è iniziato è il terzo anno ed è un po faticoso ci alleniamo tutti i giorni anche il sabato per circa 3 ore al giorno un ora di ginnastica in palestra e poi in acqua a me piace il nuoto sincronizzato e quando vedo le mie amiche ragazze più grandi fare dei balletti difficili in acqua o le atlete delle olimpiadi sogno di diventare brava come loro quando sarò più grande il nuoto sincronizzato non è uno sport semplice richiede impegno e c sacrificio ci sono coreografie in acqua ed esibizioni con salti capriole lunghi pezzi a testa in giù e molto altro si chiama nuoto sincronizzato proprio perché i movimenti devono essere fatti in sincronia infatti mi alleno assieme ad altre bambine della mia età e con la musica lavoriamo e ci muoviamo tutte allo stesso tempo seguendo il ritmo nello scorso mese di luglio sono stata a busto arsizio con la mia squadra per partecipare ai campionati nazionali sono stati tre giorni molto intensi abbiamo dormito in albergo e seguivamo orari molto impegnativi le mie amiche ed io eravamo molto emozionate ogni giorno ci esibivamo in esercizi di gara ed esibizioni dove i giudici ci davano un punteggio ma alla fine tutto questo sacrificio è servito perché come squadra ci siamo classificate terze in tutta italia per me è stata una bellissima esperienza e sono contenta di aver dato tanta soddisfazione ai miei genitori che fanno tanti sacrifici per seguire questo mio hobby spero di continuare e di migliorare sempre e spero che altre bambine o ragazze possano praticare questo sport che è bellissimo 9

[close]

p. 10

di antonio di siero world of warcraft il mondo che ha stregato niccolo ammanniti quattro anni sono passati da quando le razze mortali si sono aggregate e insieme hanno resistito contro la potenza della legione infuocata sebbene azeroth sia stato salvato il fragile patto tra l orda e l alleanza è tutt altro che svanito i tamburi di guerra tuonano ancora filmato introduttivo del gioco base dei compagni e questa è forse la lcuni anni fa niccolò manovra più difficile all inizio ammanniti dedicò un lungo si tratta infatti di mettere insieme un articolo a world of warcraft sulle personaggio capace di sopportare pagine di xl decantando le lodi molti danni in gergo tank di quel gioco che lo aveva stregato carrarmato un guerriero o un spiegare cosa sia wow a un paladino un guaritore healer profano è difficile addirittura imdi solito un chierico ma può essere possibile è spiegare come mai anche un druido o un paladino wow è al momento l unico qualcuno capace di lanciare mmorpg gioco di ruolo online di incantesimi dps un mago uno massa che possa permettersi di stregone o uno sciamano e due richiedere una tariffa mensile e personaggi capaci di infliggere vantare un numero di abbonati molti danni damage ladri superiore ai dieci milioni là dove molti giochi analoghi hanno preferito rinunciare paladini guerrieri o druidi per questo potete digitare ai pagamenti fissi in cambio di versioni light gratuite nella finestra dei dialoghi il comando who seguito dai profili che state cercando who warrior per trovare vedi il caso di conan ­ hyborian adventures il percorso comincia negli anni 80 con i mud multi un guerriero nelle vicinanze user dungeons i primi giochi di ruolo ol e si sviluppa una volta che il party avrà dato la propria disponibilità potrete riunirvi alle porte del dungeon e cominciare la negli anni 90 con il caso ultima online forte del successo di questo e altri prodotti wow arriva vostra avventura quando avrete passato il trentesimo nel 2004 proseguendo le storie intrecciate in tre precedenti livello potrete fare il passo successivo i raid sono giochi di strategia nell ultimo dei quali si gettavano le immensi dungeon che posso ospitare molti party basi che tutt oggi la casa produttrice blizzard sfrutta per in pratica non farete strada se non sarete un gruppo che portare avanti l intricatissima mitologia legata al mondo va da dieci fino a venticinque elementi da due e cinque di azeroth il successo è immediato i tentativi di emulazione party il suggerimento è di non usare mai gli strumenti sarebbero cominciati quasi subito portando alla svalutazione dungon finder e raid finder visto che come in del prodotto mmorpg e alla diffusione dei giochi tutte le comunità anche in wow ci sono elementi rozzi e gratuiti o privi di tariffa mensile l ambientazione è il ignoranti e con i tasti df e rf li incontrerete tutti mondo fantasy di azeroth costantemente tormentato wow vanta ben tre espansioni ognuna venduta dai demoni della legione infuocata burning legion e le separatamente ma aggiornata gratuitamente cui razze umani elfi della notte nani gnomi orchi troll in burning crusade i personaggi arrivano alle soglie non morti e tauren sono divisi in due fazioni chiamate di un altra dimensione per sfidare il potere del demone illidan stormrage in wrath of the lich king si conclude la alleanza e orda la prima fondata dagli umani la seconda dagli orchi trama lasciata aperta nello strategico warcraft iii ­ esiliati dalla dimensione parallela outlands dalla reign of chaos con i personaggi che giunti nelle fredde legione infuocata.dopo una lunghissima installazione lande di northrend si mettono sulle tracce del signore circa novanta minuti per installare il gioco base circa dei non morti arthas cataclysm è il più singolare di tutti tre ore per installare il gioco con le tre espansioni e altre il mondo di azeroth è infatti colpito da un cataclisma otto ore per aggiornare il tutto all ultima versione il giocatore che progressivamente deforma la facciata del mondo crea un personaggio con cui iniziare le sue avventure con terremoti e inondazioni per fermare il processo di scegliendo la razza la classe e il viso una volta distruzione bisognerà affrontare il signore dei draghi dentro sarà chiamato a svolgere piccoli incarichi come neri deathwing infine mentre scrivo è imminente l arrivo uccidere un numero x di mostri questi piccoli incarichi della nuova espansione mysts of pandaria in cui i giocatori continueranno fino all avvicinarsi del ventesimo livello di giungono sulle rive del continente di pandaria abitato dai simpatici pandaren mistici uomini panda dai costumi esperienza e qui comincerà il bello wow permette infatti di aggregarsi con altri giocatori che evocano l antica cina e già protagonisti di brevi conosciuti nel mondo reale o incontrati ad azeroth e di comparsate in warcraft iii il film kung fu panda della u n ir e le fo r ze pe r sco n figger e or de di n emici dreamworks apparve solo alcuni anni dopo ndr se volete provare l esperienza di impossibili da abbattere in solitaria wow ma non volete spendere i soldi in particolare delle aree chiamate della tariffa mensile avete un ampia dungeon sotterraneo ma ci scelta la nostra preferita è il sono anche luoghi all aperto nipponico forsaken world contengono avventure su misura della perfect world per gruppi di cinque elementi fw.perfectworld.com che offre prima di entrare in un dungeon oltre una lunga esperienza di gioco dovrete individuarlo magari gratuita anche evocativi scenari usando uno dei molti manuali e personaggi carismatici e un ironia atlanti in vendita o scovandolo su tutta da gustare un forum poi dovrete reclutare a 10

[close]

p. 11

le segnalazioni dei let tori buongiorno redazione del picchio mi chiamo stefania c ed abito in via paolo rosi da qualche giorno ho notato un cartellone pubblicitario di cui invio una foto e mi chiedevo se l insegna all entrata del civico 70 fosse o no in regola c è un modo per capirlo prima d i effettuare una se gn ala zio n e alle autorità grazie per la risposta ciao picchio mi sono accorta che i cartelli stradali allegri nel nostro quartiere crescono sempre di più mi spiego via barbato e via orlando secondo i cartelli stradali sono la stessa strada alcuni si fanno cullare nascosti tra gli aghi dei pini e quello in foto ha il piedistallo talmente arrugginito che è bucato indicazione di direzione verso il cielo divieti d accesso sdraiati in riposo ma chi si deve occupare della segnaletica stradale non fa parte anche questo di quel decoro tanto decantato dai nostri amministratori delia s le dediche dei nostri lettori 14 dicembre 1969 sono già passati 43 anni dal giorno in cui ci siamo sentiti molto importanti era nato il nostro primo figlio enrico quel fagottino che abbiamo portato a casa è cresciuto ed è diventato un uomo bello intelligente affascinante e buono siamo i tuoi genitori e ti vediamo così ogni scarrafone è bello a mamma sua mamma e papà buon compleanno enrico il conto che moltiplica le tue possibilita il conto che ti da tutti i servizi di cui hai bisogno quando ne hai bisogno multiplo è il conto modulare che puoi costruire secondo le tue esigenze partendo da un modulo base a 2 euro mensili è possibile aggiungere più opzioni ­ più investo e credito il pacchetto base è fisso e indispensabile per accedere al conto multiplo mentre le altre opzioni possono essere combinate a piacimento per personalizzare il tuo conto ovviamente paghi solo quello che scegli e puoi cambiare la combinazione dell offerta ogni volta che vuoi modulo base attivazione obbligatoria · 30 operazioni trimestrali gratuite · carta bancomat pagobancomat · domiciliazione utenze · carnet assegni · estratti conto periodici al costo aggiuntivo di 2 euro mensili a modulo ti offre i seguenti servizi piu investo credito in aggiunta a quello base in aggiunta a quello base in aggiunta a quello base · operazioni illimitate gratuite · fondo comune di investimento · carta di credito e/o polizza finanziaria · carta prepagata · home banking dispositivo · home banking dispositivo · unatipologiadi trading online · carta di credito finanziamento scelta dalla · dossier titoli bcc con le condizioni più vantaggiose per te · carta di credito per informazioni dettagliate rivolgersi al direttore ag.169 dott franco del signore banca di credito cooperativo agenzia 169 torresina viale indro montanelli 109/117 00168 roma te1 06.52866653 fax 06.97270401 di roma via sardegna,129 00187 roma 06.52861 fax 0652863305 www.bccroma.it 11

[close]

p. 12

piccola guida semiseria per un natale in economia lzi la mano chi sentendo dire mamma mia siamo già a natale non ha sbarrato o alzato gli occhi al cielo sbuffando più o meno apertamente arrendiamoci all idea e prepariamoci anima e corpo alla festa che dell intero anno è quella più sentita più coinvolgente più familiare ma soprattutto la più economicamente impegnativa soprattutto in questi ultimi tempi.iniziamo dagli addobbi natalizi chi come me conserva addobbi vintage del 1950 non avrà problemi a riciclare l albero finto le vecchie palle spolverarli e rimetterli a nuovo magari con una mano di porporina dorata o rossa per svecchiarli per chi invece ha la mania di cambiare ogni anno le decorazioni di casa potrebbe trovare interessante questa piccola guida per prendere spunti o suggerimenti e personalizzarli con un po di fantasia e tanta creatività al posto delle tradizionali palle natalizie quelle dell albero intendo si potrebbero usare delle piccole arance o mandarini agganciati con fiocchetti dorati ai vari rami oppure se disponibili in casa utilizzare dei piccoli gomitoli di lana colorata anche i biscotti si prestano a diventare decorazioni magari fissate ai rami con fiocchetti rossi e dorati so cool ecco come sarebbero definiti i vostri addobbi natalizi dal parente radical chic un male necessario anche nelle migliori famiglie in pratica è l equivalente del nostro ammazza che figo chi ha tempo o una capacità più spiccata ai lavori manuali potrebbe decorare il proprio albero con dei piccoli origami di carta con pupazzi di stoffa riciclata da vecchie sciarpe o maglioni un idea simpatica e che potrebbe essere fatta insieme ai vostri bimbi poi è quella di decorare l albero con tanti disegni per poi ritagliarli e agganciarli immaginate l entusiasmo e la soddisfazione dei vostri pargoli quando il giorno di natale mostrerete ai parenti il risultato del loro impegno ma non solo potrebbe anzi sicuramente lo sarà un momento di condivisione familiare uno di quei momenti che rimangono nel cuore di ciascuno di noi per tutta la vita e il cui solo pensiero ci fa ritrovare il senso della famiglia anche se siamo lontani dai nostri cari per le ghirlande è sufficiente qualche fiore un po di rami di di stefania giannetto a un qualsiasi albero sempreverde un po di noci nastrini colorati e tanta fantasia per montare il tutto per quel che riguarda il centrotavola invece si presta bene la frutta invernale buona anche da mangiare e non solo da esporre il tutto per la rabbia invidia e ammirazione del parente radical chic ma andiamo oltre passiamo ai regali qui i suggerimenti non valgono molto a farla da padrone è il nostro portafogli l unica cosa che mi sento di suggerire è di tenere a mente che non importa il valore economico fate sentire che quel regalo è stato cercato e comprato solo per il destinatario pertanto evitate di comprare l`ultima cosa che riuscite a vedere in un negozio il giorno della vigilia prima della chiusura rischiereste di fare il regalo a vostra suocera in salumeria non è carino anche se con quello che costa un etto di parmacotto sarebbe apprezzabile per quanto riguarda poi la fatidica quanto frequente domanda che vuoi per natale mi si accappona la pelle a scriverla e a sentirla vi prego di non farla mai e poi mai ad un familiare si presuppone che in famiglia si conoscano reciproci gusti e necessità varie va bene l aiuto indiretto tra i familiari ma la domanda esplicita proprio non va capisco che fare un dono mirato e utile è sinonimo di certezza e di economia perché i soldi sarebbero spesi con criterio ma riflettete natale è la festa per eccellenza è il momento dell anno in cui l attesa è la vera protagonista attendiamo con devota cristianità la nascita di nostro signore il cenone della vigilia l arrivo dei parenti pensavate di scamparla quest anno eh invece più o meno sotto forma di onda anomala ve li ritroverete a casa e con impazienza tutti quanti aspettano l arrivo di babbo natale fremendo per la curiosità di vedere cosa ha portato in dono se togliamo la poesia a questo momento cosa ci rimane praticamente nulla una tradizione svuotata del suo significato un accozzaglia di carta strappata sotto l albero una festa già finita prima di cominciare e la voglia di tornarsene a casa propria con la stessa sensazione di quando si ritorna dalla spesa al supermercato vogliamo veramente rovinare qualcosa di bello ne vale la pena secondo me no non credo che un accozzaglia del genere si possa chiamare mostra mercato artigianato oggettistica antiquariato modernariato curiosità prodotti tipici ma non avevo perso la speranza forse stanno saggiando l interesse dei cittadini verso il mercato ho pensato anche se quello non era certo il modo migliore e quando venerdì ho visto transennata l area per il mercato ho avvisato più gente possibile bella figura come già successo più di una volta i signori hanno pensato bene di darci buca certo noi non siamo i clienti di balduina perciò ci possono prendere in giro se non hanno voglia di venire a lavorare a torresina rinunciassero a favore di chi ha voglia e forse più bisogno di loro di lavorare ma al municipio cosa ne pensano lo sanno che questi signori non si fanno vedere infischiandosene del fatto che devono fare il mercato anche a torresina e tanto per precisare un mercato decente spero di leggere una risposta m s le lettere dai lettori caro picchio,sono indignata perché i cittadini di torresina debbono essere presi per il naso da chi ha vinto il bando per fare il mercato a balduina e a torresina sono varie volte che ci informano della loro presenza il 21 ottobre hanno lasciato un depliant con le date del 18 novembre e poi ogni terza domenica del mese ma non si fanno vedere il 21 ottobre scorso sono arrivati all improvviso con alcune bancarelle assolutamente prive di interesse otto postazioni di cui 1 fioraio 1 banco con orecchini 1 abbigliamento scadente per bambini 1 banco col tiro ai barattoli 1 con un pallone per misurare la forza 1 con lo zucchero filato 1 con orologi taroccati ed un tavolino non un banco con un artigiano egiziano che faceva disegni con la sabbia nelle bottigliette l unico artigiano che meritava un momento di attenzione 12

[close]

p. 13

ma cos e questa crisi pa.ra.pa.ra.pa.rapà di giulio moscatelli seconda puntata ricorderete che nel numero scorso abbiamo parlato di come è nata la crisi attuale e di come uno stato possa rischiare il fallimento ora vediamo chi determina quali sono i paesi a rischio hi sono queste agenzie di rating i nomi dicono poco standard poor s moodysfitch le prime due americane l altra di area di influenza francese cosa fanno danno i voti di merito ad aziende banche governi sono dei semplici soggetti privati un signor qualunque che però hanno l enorme potere di far salire e scendere il prezzo di un titolo il tasso di interesse di un prestito le condizioni di collocamento di una vendita ma non solo questo danno anche seppur velatamente e in privato consigli di investimento ai propri clienti sembra che sia una cosa facile visto che poi hanno tutto il potere di influenzare i prezzi di mercato col proprio potere espresso in voti ti piace vincere facile eh si potrebbe parafrasare ma non bisogna esagerare a sparare su questi soggetti in fondo quando le cose andavano bene sono state ben c viste da tutti auspicate da tutti e poi senza non sarebbe meglio il fatto è che spesso i bilanci delle aziende e degli stati sono spesso truccati addolciti da un accomodante cosmetico il caso parmalat ne è un esempio lampante ma da esperti analisti come le agenzie ci aspetteremmo qualcosa di più dove eravamo rimasti al debito pubblico di nazioni che in balìa di valutazioni soggettive rischia di travolgere quelle assicurazioni cds che li garantiscono e quindi fa schizzare sempre più in alto i tassi di interesse che si pagano con il conseguente distacco in classifica da i primi della classe lo spread ma pure le cose non sono così semplici non funziona tutto così regolarmente ad esempio come mai il giappone che ha un debito pari al doppio dell italia 200 non soffre di spread continua di roberto delle case catastrofe evento apocalittico disastro evento orribile con gravi conseguenze e girano voci di invasioni aliene meteoriti assassini allineamenti astrali che portano sfortuna pianeti vaganti balle galattiche buone per poveri di spirito e creduloni al servizio di coloro che le mandano in giro perché sembra proprio possibile che il 21 dicembre 2012 ci sarà ad esempio quando ci sono popoli in guerra le cui varie la fine del mondo o la trasformazione della razza generazioni sono nate cresciute e morte senza avere mai umana e se fosse così questi profeti si salveranno conosciuto la pace esseri umani che sono alla fame dalla fine rispettoaicomunimortali come con malattie terribili devastanti anche se basterebbe solo viinvitoadandareavederesulsitointernet una corretta alimentazione per evitarne gli effetti http www.2012finedelmondo.eu dove troverete tutte le scorbuto dissenteria cecità da assenza di vitamina maggiori trovate umane se solo uno di questi eventi si a ed altro territori lasciati all incuria ed al degrado fosse verificato nessuno ma proprio nessuno sarebbe qui senza alcuna manutenzione umana che in occasione di vengono messe in giro per gioco per scherzo pesante o piogge abbondanti si sfaldano distruggendo ogni cosa per interesse per approfittare di altri edificata dall uomo e diventano trappole mortali per le ma oggi perché si diffondono queste balle persone che ci vivono tutto questo è comunque l esaltazione della morte la definiamo tutto questo come normalità o destino signora morte quella figura oscura e terribile che è il ma per caso non sono queste le vere catastrofi della punto di arrivo di ogni vita laddove la nostra esistenza finisce nostra cultura umanità socialità sono addirittura sotto il perché la morte viene usata come arma di pressione psicologica nostro naso non domani ma oggi sulla massa sociale umana dall antichità fino ai giorni nostri quindi la notizia della catastrofe planetaria è usata per il detto memento mori ricordati che devi morire lasciare le catastrofi della nostra esistenza così come sono è stato il cavallo di battaglia di approfittatori e potenti nei oggi le responsabilità di quello che stiamo vivendo sono confronti delle persone deboli di creduloni e dei paurosi sempre di qualcun altro e non dipendono mai da noi per avere un vantaggio economico politico e sociale su di loro la morte invece sempre presente miete i più deboli e più un paradiso nell aldiquà per pochi a scapito dei plagiati tanti poveri della situazione l idea del suo terribile potere ma la morte è qualcosa di concreto talmente concreto rivolto da queste notizie agli altri sta nel non voler mutare che quando qualcuno muore si concretizza la sua personale nulla dell esistente rammentando a tutti i dolori e le fine del mondo quella vera sofferenze di questo mondo che per inerzia e volontà bem altre catastrofi epocali queste sono già qui ora umana restano immutabili e orride nelle loro forme catastrofi create ad arte vi anche la morte attende con ansia la mondo fine del mondo prevista per il 21 dicembre 2012 13

[close]

p. 14

di michela fabbri frutta secca buona e salutare natale è alle porte ma non voglio dire quanto e cosa dovete mangiare o peggio ancora non mangiare anzi voglio aprire una piccola parentesi su quelli che sono i cibi che non possono mancare sulla tavola natalizia un alimento gustoso e salutare preso ovviamente in piccole dosi parliamo oggi della frutta secca può essere divisa in due grandi categorie la frutta secca glucidica e quella lipidica tra la frutta secca glucidica troviamo frutti quali mele pere datteri o fichi essiccati privati cioè dell acqua al loro interno la frutta secca lipidica è invece composta da noci nocciole pinoli mandorle ecc oggi voglio parlare proprio di queste in fondo a natale non si mangia altro la frutta secca non solo è buona ma è anche ricca di vitamine sali minerali e proprietà specifiche e composta da acidi e grassi polinsaturi che sono grassi facilmente metabolizzati se si miscela con i cereali si ottengono proteine d alta qualità ideale per i bambini che sono nella fase di crescita vediamo nel dettaglio alcune delle proprietà principali noci ricche in vitamina e acido folico e magnesio hanno proprietà astringenti cicatrizzanti e disinfettanti soprattutto contro i parassiti intestinali alleviano i sensi di pesantezza ed e hanno proprietà antinfiammatorie proteggono inoltre la salute del cuore visto il loro alto contenuto di omega 3 e omega 6 hanno circa 690 kcal per 100 gr pinoli ricchi in proteine fibre provitamina a vitamina e sali e amidi grazie alla ricchezza di proteine questi frutti sono consigliati per potenziare l energia fisica degli sportivi e quella mentale sono un buon integratore di sali minerali e fibre e sono molto indicati per tutte quelle persone che soffrono di stanchezza e debolezza unico punto a sfavore come tutta la frutta secca sono molto calorici circa 600 kcal per 100 gr pistacchi ricchi di vitamina a vitamine del gruppo b proteine omega 6 e sali minerali sono un ottimo energetico adatto per sportivi e bambini in crescita sconsigliati per chi soffre di gastrite colite ulcere e malattie del fegato il mandorle ricche di proteine acidi grassi essenziali vitamine e numerosi sali minerali sono antiansia migliorano l umor e aiu tano l i ntesti no e la concentrazi one si consiglia pertanto di inserire tre o quattro mandorle nell alimentazione soprattutto dei bambini e degli anziani anacardi contengono un alta percentuale di grassi monoinsaturi come l olio d oliva acido folico vitamine b1 e b2 selenio steroli vegetali contrastano il colesterolo cattivo e sono antidepressivi arachidi contengono un aminoacido chiamato arginina che è fondamentale per la crescita e sono anche ricchi di vitamina e e sali minerali le arachidi andrebbero consumate con moderazione da chi soffre di ipertrigliceridemia soprattutto nei giorni che precedono il prelievo di sangue per non alterare i risultati dell esame sono una buona fonte di polifenoli ed in particolare di resveratrolo una sostanza dall elevato potere antiossidante nocciole contengono più grassi monoinsaturi dell olio d oliva contengono anche del manganese essenziale durante i periodi di sforzo fisico e mentale molto caloriche 100 grammi di nocciole si tramutano in circa 650 kcal quindi fate buon uso di queste informazioni ma non fate i furbi le mandorle e le noci sopra descritte sono da intendere senza torrone intorno news dal comitato di quartiere torresina mercatino di natale dopo un affannosa corsa alle iscrizioni il comitato di quartiere è lieto d invitarvi alla i edizione del mercatino di natale di torresina lungo i portici di viale montanelli sabato15 dicembre dalle 10 alle 20 più di 60 espositori tra artigiani professionisti e hobbisti esporranno le loro creazioni non mancate lavagna interattiva multimediale i comitati di torresina nuovo quartaccio e l ass vivere al quartaccio aderiscono alla raccolta di fondi organizzata dai genitori della scuola andersen per l acquisto di una lim lavagna interattiva multimediale l estrazione dei premi avverrà nel corso del mercato di natale alle ore 18.30 in viale indro montanelli i numeri vincenti saranno consultabili nei giorni successivi sul blog torresina.net babbo natale a torresina il 22 dicembre dalle ore 11 il mercatino solidale organizzato dall ass nuova gestione vi aspetterà sotto i portici di viale montanelli e prevista una raccolta di fondi per l adozione di un bambino a distanza attraverso la ong a.s.c.i opera don guanella a cui aderisce anche il comitato nel pomeriggio x edizione dell iniziativa babbo natale a torresina organizzata come sempre dall ass noi di torresina se il tempo lo permetterà babbo natale arriverà al parco giochi in caso di pioggia si riparerà sotto i portici il comitato di quartiere torresina si riunisce a martedì alterni dalle ore 17.30 alle 19.30 circa presso i locali parrocchiali le riunioni sono aperte a tutti potete contattarci anche attraverso l indirizzo mail comitatotorresina@gmail.com oppure inviare sms al nuovo numero 392.1239179 il numero telefonico del comitato viene utilizzato prevalentemente per invio di sms per segnalazioni urgenti chiamare direttamente i consiglieri i cui numeri sono reperibili sulla pagina web www.torresina.net/comitatotorresina grazie capodanno 2013 cena con chi vuoi ma il brindisi fallo con noi anche quest anno ci stiamo organizzando per salutare insieme il nuovo anno ulteriori dettagli saranno forniti con le solite modalità a tutti gli altri auguriamo tanti auguri di buone feste 14

[close]

p. 15

consigli e non solo mie care lettrici miei cari lettori siamo a dicembre e in questo mese le giornate si allungano mentre le nottate diventano sempre più corte il 13 di questo mese si festeggia s lucia che nei paesi nordici rappresenta il ritorno della luce quante festività cadono in questo periodo molti popoli in questo periodo festeggiavano le loro divinità mentre noi festeggiamo il natale ovvero la nascita di gesù il nome dicembre deriva dal latino decembris perché era il decimo mese del calendario romano che fu istituito da romolo fondatore di roma nel 753 a.c questo è il periodo con le temperature più fredde ma anche il più caldo per l affetto l amore che ci donano gli amici e i parenti in questi giorni quanti di voi incrociando le persone nelle strade nei negozi o in altri luoghi si scambiano gli auguri con un sorriso anche senza conoscersi questa è la vera atmosfera che ci regala il dolce natale alcuni sicuramente acquisteranno un abete per poterlo addobbare con luci e decorazioni per evitare che il vostro alberello senza radici e messo in un vaso non perda gli aghi cioè le foglie vi suggerisco di spruzzarlo con la lacca dei capelli e così non sporcherà la casa il simbolo per eccellenza oltre all albero e il presepe è la stella di natale con i suoi grandi fiori rossi essa fu importata in europa e pare che sia di origine messicana la stella di natale euphorbia pulcherrima si utilizza per addobbare le nostre case durante il periodo natalizio a cura di pina l e una pianta che ha bisogno di molta luce ma non sopporta il caldo e gli ambienti molto secchi quindi vi suggerisco di innaffiarla ogni due o tre giorni alcuni consigli per il cenone di natale per preparare un brodo di pollo tra le numerose e abbondanti portate aggiungete oltre ai vari odori una mela renetta completa della buccia per avere un brodo meno grasso e più profumato per far durare più a lungo le olive in salamoia e mantenerle fresche e saporite aggiungete una fettina di limone nel vasetto già aperto e richiudete bene per lavare bene gli spinaci aggiungete all acqua del lavaggio due cucchiai di farina lasciateli in bagno per dieci minuti e poi risciacquateli più volte fino ad eliminare la farina per ottenere un composto più morbido e spumoso nel lavorare il burro con lo zucchero nella preparazione di un dolce basta aggiungere uno o due cucchiai di acqua caldissima per ottenere un buona maionese fatta in casa vi ricordo che le uova e l olio devono essere a temperatura ambiente per un caffè più gustoso e aromatico togliete la moka dal fuoco quando il gorgoglio del caffè che sale cambia il rumore diventando più basso e cupo e con questo ho finito e vi auguro di passare delle splendide giornate serene e gioiose buon natale a tutti dalla vostra zia pina di m speranza albero di natale foglio di carta forno stendi con il mattarello la pasta frolla precedentemente scongelata fino allo spessore di circa mezzo centimetro dai ora la forma di albero alla pasta puoi tagliarla con i coltello oppure usare l apposito stampo ingredienti 1 confezione di pasta frolla surgelata ­ crema pasticcera q.b ­ 5 o 6 kiwi ­ alcune ciliegine candite rosse gelatina per dolci preparazione su un fai cuocere la pasta in forno caldo a 180° per circa 30-35 minuti sforna e lascia raffreddare quando è fredda spalma sulla pasta la crema pasticcera nel frattempo avrai sbucciato e tagliato a fettine sottili i kiwi ricopri la crema con le fettine di kiwi sovrapponendole come da foto decora con le ciliegine candite finisci glassando la torta con la gelatina buon natale e buon appetito 15

[close]

Comments

no comments yet