Colletti Verdi - Settembre/Ottobre 2012

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

spedizione in a.p tariffa r.o.c poste italiane s.p.a spedizione in abbonamento postale d.l 353/2003 convertito in legge 27/02/2004 n 46 art 1 comma 1 ne/pd autorizzazione tribunale di forlì n 642/84 direttore responsabile prof mentore bertazzoni direzione redazione e amministrazione societÀ editoriale nepenthes s.r.l poste succursale n 1 47122 forlì tel 0543.723771 fax 0543.795569 attenzione in caso di mancato recapito rinviare all ufficio di padova per la restituzione al mittente che si impegna a corrispondere la tariffa dovuta benvenuti nell a lbo periodico mensile di economia politica scienze agrarie zootecniche ambientali e naturali editato dal 1984 al 2011 con il nome l agrotecnico oggi settembre/ottobre 2012 n 9/10 anno xxix una copia euro 2,60 issn 1722-5779

[close]

p. 2



[close]

p. 3

sommario 13 lettere al direttore 23 21 23 24 25 26 28 29 32 34 catasto gli agrotecnici difendono le competenze fiocco rosa per la valle d aosta ad amburgo con il made in italy a milano gli stati generali dell aria premio renzo zini l agricoltura sostenibile guadagna terreno 29 36 37 39 40 41 43 45 47 le piazze di terra di lavoro direttiva pesticidi il governo è recidivo per la pac è tempo di pagelle un preside al caab 43 4 5 13 14 15 16 19 20 la posta dei lettori professione agrotecnico abilitazione professionale 2012 con il botto un invito in comune agrotecnici in pole position l austerità della cassa agrotecnici affondo its uno storico tavolo verde a treviso vita nuova per i naturalisti fiere e convegni quale futuro per gli ingegneri la millenaria a gonzaga art 62 trasparenza e regole le 4 criticità del ministro attualità 24 piante per non dimenticare in liguria si riscopre la terra giovani forestali crescono per esigenze di spazio su questo numero non sono state pubblicate le rubriche azienda informa panorama regionale dicono di noi iasma tempi di recapito tecnica vita dei collegi e mercatino ce ne scusiamo con i lettori l aforisma del mese chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere charles baudelaire poeta scrittore parigi 9 aprile 1821 31 agosto 1867 per la pubblicità su questa rivista nepenthes s.r.l poste succursale n 1 47122 forlì tel 0543.723771 fax 0543.795569 il sole 24 ore editoria specializzata srl via goito 13 40126 bologna tel 051.6575834 051.6575859 fax 051.6575853 pubblicita.editoriaspecializzata@ilsole24ore.com www.edagricole.it www.24oreagricoltura.com contro i ritardi postali leggi colletti verdi online nel sito www.agrotecnici.it direzione redazione e amministrazione societÀ editoriale nepenthes srl poste succursale n 1 47122 forlì tel 0543 723771 fax 0543 795569 e-mail info@agro-oggi.it autorizzazione tribunale di forlì 24/12/1983 n° 642 iscrizione al r.o.c n 906 iva assolta dall editore ai sensi dell art.74 1° comma lettera c del d.p.r 633/1972 e art 1 del d.m 29/12/1989 la ricevuta di pagamento di conto corrente postale è documento idoneo e sufficiente per ogni effetto contabile e pertanto non si rilasciano fatture questa rivista è stampata col sole fondato da roberto orlandi il 4 maggio 1984 direttore responsabile mentore bertazzoni la testata fruisce dei contributi statali diretti di cui alla legge 7 agosto 1990 n 250 responsabile di redazione tatiana tomasetta in redazione alessandro basso mauro bertuzzi moreno dutto marcello ortenzi maurizio ranucci gaetano riviello davide giuseppe ture abbonamento annuo italia euro 26,00 estero euro 42,00 arretrati un numero euro 5,00 associato all unione stampa periodica italiana fotocomposizione fotolito stampa grafica veneta s.p.a trebaseleghe grafica e impaginazione cartacanta soc coop forlì hanno collaborato a questo numero bruno corniglia enzo dapit vincenzo gonnelli carmelo la spada gloria miserocchi roberto orlandi stefano sanson giovanna sgueglia eraldo tura questa rivista è stata chiusa in tipografia il 16 dicembre 2012

[close]

p. 4

lettere al direttore settembre/ottobre 2012 la posta dei lettori fare l agrotecnico in svizzera sono iscritta nell albo professionale degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati da non molto tempo ma ho deciso di trasferirmi all estero precisamente in svizzera avendo amaramente preso atto che il nostro paese non mi ha permesso di trovare una collocazione decente e soprattutto soddisfacente per questo avrei bisogno di sapere se il titolo di agrotecnico è riconosciuto in svizzera come viene valutato il titolo di agrotecnico nel paese nel quale andrò a vivere inoltre vorrei sapere se ci sono documenti che potrebbero richiedermi per certificare il mio titolo ed infine se ci sono enti associazioni o quanto altro al quale posso rivolgermi per poter sfruttare ogni opportunità inoltre se non viene versata la quota annuale per l iscrizione all albo cosa succede la ringrazio anticipatamente per ogni informazione utile fornitami lettera firmata bari gentile dottoressa la sua lettera paradigma della situazione in cui versa il nostro paese mi mortifica vedere i giovani che sono costretti ad emigrare per trovare un lavoro decente o per il quale si è studiato il lavoro è la prima emergenza di questo paese e la classe politica che governerà in futuro deve assolutamente rendersene conto passo ora a risponderle facendo ovviamente riferimento al valore professionale del titolo di agrotecnico laureato non essendo in grado di entrare nel merito dell eventuale valore legale equivalente in svizzera della sua laurea che presumibilmente sarà valutata come una laurea di quel paese in svizzera molte professioni non sono regolamentate cioè sono esercitabili sul territorio elvetico senza necessità di alcun riconoscimento preventivo di titoli o certificati dalla lettura del documento predisposto dall ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia ufft che contiene l elenco completo delle professioni regolamentate in svizzera e gli uffici cui rivolgersi per la procedura di riconoscimento non vi è alcuna professione regolamentata cioè con obbligatoria iscrizione in un albo o registro pubblico elvetico riconducibile o equivalente a quella di agrotecnico laureato il cui esercizio pertanto dovrebbe essere svincolato da qualsiasi procedura di questo tipo per una ulteriore conferma di quanto rilevato potrà chiedere utili informazioni presso l ufficio federale preposto che risulta essere il seguente ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia ufft punto di contatto per il riconoscimento dei diplomi effingerstrasse 27 ch 3003 berna tel +41 0 31 322 28 26 e-mail kontaktstelle@bbt.admin.ch che peraltro è il punto di contatto per la svizzera già segnalato nel sito www.agrotecnici.it 4 qualora pertanto intenda insediarsi professionalmente in svizzera non resta che seguire l iter che le verrà indicato o se come pare non è prevista alcuna procedura di riconoscimento del titolo di agrotecnico laureato in quanto professione non regolamentata in territorio elvetico lei potrà liberamente esercitarla in base alle offerte di mercato gli effetti del credit crunch sono un agrotecnico che possiede una azienda agricola nei giorni scorsi il collegio nazionale mi ha inviato una informativa sull uso del contante e volevo porre un quesito in merito io dovrei fare degli investimenti in azienda le banche con lo spread attuale sono proibitive e vorrei quindi utilizzare fondi di privati vorrei sapere se posso farlo e cosa dicono le norme a tale riguardo ad esempio un privato mi presta dei soldi con un assegno bancario poniamo del valore di 100.000,00 euro che io incasso sul mio conto corrente e con questi soldi volturo un pezzo di terra in acquisto extra-azienda dal notaio per un importo superiore al prestito per dare indietro il prestito mi metto d accordo con il privato ad esempio restituisco la somma in cinque anni posso farlo lettera firmata vicenza caro agrotecnico lei mette a dura prova le mie capacità di rispondere comunque provo a farlo nel modo più esauriente possibile anche perché la sua lettera evidenzia la grave crisi che vivono pressoché tutti i piccoli e medi imprenditori italiani colpiti dal credit crunch che non riescono più ad avere finanziamenti bancari a condizioni ragionevoli vengo al merito del suo quesito l attività di intermediazione finanziaria non può essere svolta da privati in quanto il d lgs 1 settembre 1993 n 385 recante testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia la riserva unicamente ad intermediari finanziari autorizzati iscritti in un apposito albo tenuto dalla banca d italia e dotati della forma di società di capitali e pertanto è da escludersi che un soggetto privo delle necessarie autorizzazioni possa prestare denaro ricavandone un interesse È invece possibile che un privato presti ad un altro privato somme di denaro in tali casi è opportuno che fra le parti fra chi presta e chi riceve esista una scrittura privata con data certa che potrà essere esibita all agenzia delle entrate ovvero alla guardia di finanza in caso di accertamenti dalla quale sia possibile desumere il tipo di operazione di prestito che è stata messa in atto in tale ipotesi è evidente che la restituzione del prestito potrà avvenire con qualunque modalità decisa congiuntamente dalle parti purché sia tracciata salvo diversa volontà delle parti ai sensi dell art 1815 del codice civile il mutuatario che riceve il prestito deve corrispondere gli interessi al mutuante che lo eroga che non possono superare il tasso legale fissato annualmente con decreto del ministero dell economia e delle finanze a decorrere dal 1 gennaio 2012 la misura del saggio degli interessi legali è fissata al 2,5 in ragione d anno il suo vero problema credo sia quello di trovare chi le può prestare il denaro per la qual cosa le faccio i migliori saluti.

[close]

p. 5

professione agrotecnico abilitazione professionale 2012 con il botto mai così tanti i candidati l albo degli agrotecnici diventa il primo in italia s e la sessione 2012 degli esami abilitanti all esercizio della libera professione era partita nel peggiore dei modi con l ordinanza ministeriale uscita quasi un mese prima del solito e senza nessun coordinamento con il collegio nazionale che aveva addirittura appreso la notizia da persone terze facendo infuriare belluinamente il presidente roberto orlandi i risultati finali sono stati invece i migliori nella storia dell albo professionale certamente ottenuti dalla reazione della struttura dei collegi alle difficoltà iniziali in altre parole visto che si era partiti con il piede sbagliato la struttura dell albo ce l ha messa tutta per raggiungere i risultati previsti ed alla fine li ha pure superati infatti il numero dei candidati agli esami abilitanti 2012 è stato il più alto in assoluto nella storia dell albo 943 candidati facendo segnare un sonoro +18 sull anno precedente e facendo diventare l albo degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati il primo nel suo settore.un traguardo importante e che inorgoglisce la categoria professionale vediamo qualche dato in sintesi relativamente ai candidati come abbiamo detto le domande sono state 943 così divise territorialmente il 35,52 provengono dal nord italia percentuale in calo rispetto all anno precedente quando era del 40,52 il 22,91 provengono dal centro italia sardegna compresa percentuale stabile rispetto al 2011 quando era del 22,84 il 41,57 provengono dal sud percentuale in aumento rispetto all anno precedente quando era del 36,64 il 40,09 dei candidati cioè 378 persone è in possesso di una laurea rispetto ai 337 candidati del 2011 che però incidevano percentualmente per il 42,38 in crescita anche le quote rosa i candidati di sesso femminile sono 264 pari al 27,80 contro i 215 dell anno precedente allora pari al 26,94 dei candidati 2011 faenza ra 6 ottobre 2012 foto di gruppo dei corsisti donne e uomini di ogni età al centro della foto il presidente nazionale roberto orlandi ed il coordinatore del corso prof eraldo tura 5

[close]

p. 6

professione agrotecnico settembre/ottobre 2012 nazionale in modo tale da garantire la massima fruibilità ai candidati i quali comunque possono sempre usufruire della residenzialità offerta dai corsi con vitto ed alloggio gratuiti offerti dall albo nel 2012 le sedi dei corsi sono state 11 ben distribuite in italia siamo andati a parlare con i candidati di tre sedi le prime in ordine di tempo ad avere avviato i corsi feltre belluno pieve santo stefano arezzo e borgo piave latina la grande new entry di feltre bl 8 settembre 2012 il presidente del collegio degli agrotecnici e degli agrotecnici laure quest anno è stata ovunque il ati di belluno christian roldo durante una lezione del corso preparatorio manuale dell esame abilitante che nasce grazie a un lungo lavoro vediamo ora la distribuzione territoriale le quattro di raccolta e sintesi del materiale utilizzato in questi anni regioni con più candidati sono nell ordine la sicilia era nei vari corsi preparatori È di recentissima pubblicazione la prima anche nel 2011 il veneto che scala ben quattro dato alle stampe proprio nel mese di settembre le prime posizioni rispetto al 2011 il lazio che sale di due posizioni copie sono state consegnate ai corsisti di pieve santo stefano e la campania quelle con minor numero di candidati sono ancora fresche di inchiostro ed è stato pensato per supplire il friuli venezia giulia la valle d aosta e le marche che però avevano fatto il pieno di candidati nel 2011 infine le sedi d esame sono 13 come lo scorso anno ma sono di più le commissioni al lavoro che passano dalle sicilia 136 20 del 2011 alle 21 del 2012 impegnando così un numero veneto 97 superiore di commissari e presidenti le sedi d esame lazio 89 confermate dal ministero vedi tabella 2 sono quelle campania 80 indicate nell ordinanza di indizione della sessione 2012 calabria 73 ad esclusione di pozzuolo del friuli ud pistoia monte puglia 67 roberto an campobasso e potenza che risultano piemonte 57 essere state soppresse per non avere raggiunto un numero lombardia 54 adeguato di candidati che saranno quindi aggregati alla più liguria 49 vicina sede d esame operativa sardegna 37 ed è partendo con queste premesse che siamo andati a emilia-romagna 36 visitare alcune sedi dei corsi di preparazione degli esami abruzzo 35 che vengono organizzati ogni anno dalle strutture dell albo toscana 23 per favorire la preparazione dei candidati basilicata 20 va detto che questi corsi anche per la loro sostanziale trentino alto adige 20 gratuità sono molto gettonati dai candidati i quali anzi umbria 17 di solito si lamentano della loro brevità e consentono non molise 16 solo un ripasso generalizzato sulle materie dell esame marche 15 ma soprattutto aiutano a prendere confidenza con la valle d aosta 14 modalità delle prove in modo tale che i giovani le vivano con più scioltezza e minor timore un aspetto psicologico friuli venezia giulia 8 importante totale 943 i corsi preparatori vengono svolti in tutto il territorio i candidati nel 2012 6

[close]

p. 7

professione agrotecnico alla mancanza di un manuale agevole e completo per la preparazione agli esami abilitanti fino ad ora infatti non esistevano in commercio manuali specifici e quelli che si trovavano erano spesso datati comunque molto costosi da oggi invece i candidati agli esami abilitanti alla professione di agrotecnico e di agrotecnico laureato dispongono di un testo specifico aggiornato all attualità precisamente frutto del lavoro dei molti docenti che negli ultimi anni hanno organizzato i corsi di preparazione e proprio ai candidati il presidente del collegio nazionale degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati roberto orlandi si è voluto rivolgere nella prefazione del manuale con il più sincero augurio di superare le prove brillantemente e di trovare poi nell albo un luogo accogliente dove realizzare un percorso di crescita personale e professionale a loro voglio dire una volta iscritti all albo -ha proseguito orlandi di pretendere che questo funzioni e di non accettare che l organizzazione alla quale essi hanno scelto di appartenere non sia all altezza delle loro aspettative l albo professionale infatti non è qualcosa calato dall alto ma è un corpo vivo animato dalle persone che lo compongono tanto più gli appartenenti saranno soggetti attivi nella comunità di cui fanno parte tanto più l albo sarà generoso di frutti ricco di possibilità e prodigo di soddisfazioni se i corsisti della sede di pieve santo stefano ar sono stati i primi a poter vedere il manuale è proprio da loro che vogliamo partire la città sede del corso è collegata da un importante strada statale ed è quasi al confine tra toscana umbria e romagna e qui dal 7 al 9 settembre l agr dott vincenzo gonnelli ha tenuto il corso di preparazione all istituto agrario forestale camaiti il professore ha quindi giocato in casa essendo docente al camaiti le impressioni a caldo degli studenti sono state entusiaste i partecipanti al corso provenivano da percorsi di studio diversi ed è stato estremamente interessante confrontarci e capire le diverse motivazioni che hanno portato ciascuno a voler intraprendere una strada comune ha detto la dott.ssa sara contini laureata in scienze e tecnologie delle produzioni animali a pisa dopo la laurea ha affiancato un libero professionista proprio in previsione dell esame di abilitazione da agrotecnico laureato che ha deciso di aff rontare perché provenendo da un percorso di studi incentrato sul settore zootecnico spero che tale abilitazione possa ampliare le mie possibilità lavorative future nel settore agricolo a 360° la possibilità concreta di lavoro è uno dei più forti propulsori che spingono i giovani ad interessarsi all albo degli agrotecnici come rivela anche la dott.ssa elena bianconi laurea in scienze e tecniche equine il mio titolo di laurea non mi ha dato molte possibilità venendo a contatto con il mondo dei cavalli ho trovato solo lavori non retribuiti ma niente di serio in cui spendere le mie energie con un obiettivo finale sicuro ho deciso quindi di affrontare l abilitazione alla professione di agrotecnico perché mi aspetto maggiori possibilità di impiego a pieve santo stefano non è mancata neppure una coppia di sposi entrambi decisi ad intraprendere la carriera professionale la dott.ssa marilena massafra e il dott david cialli infatti hanno colto al volo l occasione del corso dopo la laurea in scienze ambientali con l obiettivo di aprirsi nuovi orizzonti le nostre esperienze lavorative sono maturate in ambito industriale ed ambientale -dice marilena david ha lavorato per molti anni presso le centrali per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e poi presso un laboratorio dove si eseguono controlli ambientali mentre io sono in attesa di prima occupazione con vari stage e tirocini presso aziende che si occupano di ambiente la decisione di guardare all abilitazione alla professione di agrotecnico è stata presa in seguito alla opportunità offertaci da uno studio privato di consulenze agronomiche di diventare loro collaboratori date le potenpieve santo stefano ar 9 settembre 2012 alla fine delle lezioni si cena tutti assieme in locali comuni ziali possibilità offerte dal teri corsi infatti sono organizzati per sfruttare al massimo il tempo disponibile nella foto insieme ad alcuni ritorio l abilitazione alla propartecipanti al corso a sinistra il presidente nazionale roberto orlandi ed a destra il presidente del collegio fessione di agrotecnico offre in degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati di arezzo mauro angori 7

[close]

p. 8

professione agrotecnico settembre/ottobre 2012 le sedi di esame regione piemonte liguria veneto lombardia emilia romagna umbria lazio sardegna abruzzo puglia campania calabria sicilia istituto agrario osasco to san remo im mirano ve1 corzano bs castelfranco emilia mo2 città di castello pg borgo piave lt oristano l aquila lecce benevento4 spezzano albanese cs palermo 3 commissione n.ro 1° 2° 3° 4° 5° 6° 7° 8° 9° 10° 11° 12° 13° 14° 15° 16° 17° 18° 19° 20° 21° candidati n 41 n 41 n 33 n 62 n 57 n 53 n 40 n 42 n 43 n 38 n 38 n 47 n 50 n 40 n 41 n 38 n 37 n 44 n 44 n 43 1 aggrega anche gli 8 candidati di pozzuolo del friuli ud 2aggrega anche 15 candidati di pistoia 3aggrega anche 4 candidati di pistoia ed i 14 di monte roberto an 4aggrega anche i 18 candidati di campobasso ed i 22 candidati di potenza modo concreto competenze in numerosi ambiti lavorativi facilitando di fatto l ingresso nel mondo del lavoro da vari punti di accesso e poi di nuovo una menzione di lode ai docenti che si sono rivelati delle guide indispensabili durante la frequenza del corso siamo stati molto contenti di esserci potuti confrontare con docenti preparati e fortemente motivati ognuno di loro ha mostrato un grande entusiasmo e dunque anche a noi non resta che ringraziare il prof gonnelli e tutti gli altri docenti che hanno saputo così tanto motivare i corsisti dal centro al nord d italia a feltre bl dove per il decimo anno consecutivo l istituto d istruzione superiore agrarioambientale antonio della lucia in collaborazione con la rete dell albo ha ospitato i candidati che si presenteranno alla prossima sessione 2012 degli esami di stato abilitanti alla professione di agrotecnico e di agrotecnico laureato i positivi riscontri emersi nelle edizioni degli scorsi anni hanno convinto il coordinatore del corso agr prof stefano sanson a riproporre la medesima formula didattica e organizzativa nella storica e bellissima villa tomitano del `500 sede amministrativa dell istituto agrario si sono svolte le attività didattico-formative mentre il convitto annesso ha garantito la residenzialità ai corsisti più lontani 8 l appuntamento al corso è stato per trentotto candidati provenienti dalle regioni veneto trentino alto adige e friuli venezia giulia come spesso succede le diversità -e in questo caso non si intende solo di provenienza ma anche di età anagrafica di titolo scolastico e accademico e di esperienze professionali da elemento apparentemente di debolezza si sono dimostrate ancora una volta un elemento di grande opportunità anche per il 2012 si è potuto constatare che gli aspiranti professionisti agrotecnici che partecipano ai corsi sono da sempre i più motivati ed esigenti ma anche quelli che conseguono i più elevati successi all esame il corso 2012 di feltre è stato contraddistinto dalla significativa e interessante visita da parte del presidente del collegio nazionale degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati roberto orlandi che soffermandosi con i candidati ha illustrato loro i successi della categoria e le interessanti prospettive professionali il presidente ha colto anche l occasione per presentare in anteprima il nuovissimo manuale dell esame abilitante alla professione di agrotecnico e di agrotecnico laureato utilissimo supporto per lo studio e lo svolgimento delle prove il programma del corso ben 8 ore di lezione per tre giorni consecutivi accanto alle tematiche classiche di economia

[close]

p. 9

professione agrotecnico borgo piave lt 9 settembre 2012 alla fine del corso preparatorio anche qui è di rito una foto di gruppo docenti e corsisti tutti assieme nell ultimo sole estivo in ginocchio al centro il prof giuseppe nocco i corsi preparatori rappresentano un costo rilevante per l albo professionale ma sono importanti non solo per la preparazione agli esami ma anche perché si creano frequentemente solidi legami di amicizia fra i corsisti ed i docenti che permangono anche in seguito nella vita professionale agraria gestione aziendale contabilità agronomia generale e zootecnia ha proposto un approfondimento sulle questioni legate all agricoltura sostenibile ai metodi di agricoltura biologica e alle modalità di certificazione come anche alle forme di tutela valorizzazione e certificazione delle produzioni agroalimentari particolarmente apprezzato l intervento dell agr christian roldo presidente del collegio degli agrotecnici di belluno che ha indicato le diverse competenze professionali a favore degli agrotecnici il funzionamento del collegio e dell albo professionale nonché gli aspetti normativi e deontologici della professione argomenti spesso ricorrenti anche nel colloquio orale dell esame per la grande maggioranza i corsisti hanno reagito con ammirevole senso di responsabilità evidenziando molti aspetti dell utilità del corso e fra questi l opportunità di riconoscere le proprie aree di debolezza da rinforzare individualmente con lo studio nei rimanenti due mesi prima dello svolgimento dell esame una di questi berlingeri katia laureata in scienze naturali all università di padova ha così commentato il corso il mio percorso di studi universitari è stato denso e interessante ma poco pratico sono venuta a conoscenza della possibilità di iscrizione al collegio degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati solo grazie ad una comunicazione del collegio stesso perché purtroppo all università non ci è mai stata proposta una simile opportunità il corso di preparazione mi è sembrata una bella occasione per ampliare le mie conoscenze e l iscrizione all albo degli agrotecnici spero mi permetta anche se attualmente gli sbocchi professionali per i naturalisti sono pochi e sconosciuti ai più di aprire una finestra su nuove possibilità di lavoro rispetto alle mie personali capacità giulio de boni di verona ha invece sottolineato la professionalità con cui è stato organizzato e si è svolto il corso di feltre e riferisce che il corso oltre che interessante per l approfondimento tecnico di vari argomenti d esame è stato molto stimolante per le tante conoscenze di colleghi con analoghi progetti professionali e anche le opportunità di possibili collaborazioni con essi anche per andrea battistella di carbonera tv laureato in scienze e tecnologie viticole e enologiche e laureando in scienze agrarie il corso è risultato molto utile per scambiare idee con i suoi futuri colleghi di cui condivide gli ideali e le prospettive professionali ho scelto di iscrivermi all esame abilitante alla professione di agrotecnico -dice perché mi voglio esprimere anche con incarichi di responsabilità nella collettività considerando il sempre maggiore ruolo dell agricoltura nella società moderna da parte nostra come spettatori non possiamo che evidenziare la professionalità del responsabile del corso di feltre il prof sanson e l impegno e la dedizione di tutti i docenti con lui coinvolti in maniera così intensa da travalicare l ordinario impegno ed ora borgo piave alle porte di latina terzo nostro appuntamento ad accoglierci qui è il prof enzo dapit coordinatore del corso laziale che alla fine dei tre giorni ci ha aiutati a raccogliere le impressioni a caldo dei propri 9

[close]

p. 10

professione agrotecnico studenti solo per citarne alcuni la dott.ssa eleonora caporiccio laureata in economia e gestione dell impresa e specializzatasi in economia agroalimentare dice che il corso risulta molto efficiente sia dal punto di vista della preparazione dei docenti che per il materiale esposto ho deciso di prendere l abilitazione da agrotecnico perché volendo intraprendere la professione di commercialista mi permette di saper affrontare in modo più adeguato le problematiche di un azienda agricola apprezzamenti giungono anche da parte della dott ssa gessica filippi laureata in scienze ambientali per la quale il corso è molto interessante soprattutto per noi che veniamo da altre lauree e alcune cose come la parte economica non le abbiamo mai trattate ho deciso di abilitarmi all albo degli agrotecnici perché la mia laurea è orfana di un albo o di un collegio abilitante che mi permetta di svolgere adeguatamente la libera professione tanti plausi non solo per il corso settembre/ottobre 2012 ma anche per il collegio come riportano le parole del dott amilcare d orsi laureato in scienze naturali con specializzazione in direttiva habitat ho scelto l albo degli agrotecnici perché mi permette di svolgere la libera professione e perché da una ricerca fatta ho constatato che il collegio degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati dal punto di vista previdenziale è quello che mi offre maggiori tutele e non ha torto enpaia è infatti tra le casse di previdenza la più piccola ma anche la più solida nondimeno la dott ssa balocco arianna laureata in scienze naturali e con un master in gestione di parchi giardini e orti botanici che ha scelto di abilitarsi nel collegio degli agrotecnici perché le è stato vivamente consigliato da altri naturalisti che si sono abilitati e iscritti al collegio in linea generale i giudizi sul corso sono stati più che positivi organizzazione eccellente lezioni proficue ed interessanti ed una particolare nota di facebook twitter e gli altri strumenti che hanno fatto la differenza partiti tardi con la campagna informativa per i motivi indicati nell articolo la rete dei collegi degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati ha spinto molto nell utilizzo dei social forum e più in generale nell uso della rete per veicolare le informazioni ed i risultati sono stati notevoli in meno di 30 giorni si sono contati 14.932 accessi internet nel sito www.agrotecnici.it con 67.121 pagine visitate il solo blog informativo sugli esami presente nella home page del sito dell albo ha registrato quasi 150 quesiti letti -nei trenta giorni di apertura dei termini per presentare le domande da 4.070 utenti infine l utilizzo dei tablet da parte degli amministratori del sito dell albo e dei profili facebook e twitter ha consentito di rispondere ai quesiti dei candidati anche a notte fonda e stando fuori dagli uffici con una tempestività che ha stupito gli stessi utenti 10

[close]

p. 11

professione agrotecnico il confronto con gli altri albi nel settore agrario-alimentare-ambientale si confrontano quattro distinti albi in piena concorrenza fra loro nel senso che un laureato ad esempio in agraria può scegliere pressoché indifferentemente di sostenere gli esami presso uno qualunque di essi due di questi albi agrotecnici e periti agrari presentano ancora il doppio canale iscrivono i laureati ma anche i diplomati con 18 mesi di tirocinio certificato ma fra tutti spicca l albo degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati che è riuscito a diventare il primo vero albo multidisciplinare con iscritti che provengono da ben 8 diverse classi di laurea oltre al vecchio canale di accesso finché dura una scelta difficile perché il rischio era di perdere la propria identità ma prendendo a prestito le parole del prof stefano sanson riportate nell articolo in queste pagine quello che poteva sembrare un elemento di debolezza si è dimostrato essere una grande opportunità ed un elemento di forza infatti nel 2012 l albo degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati è diventato il primo nel proprio settore di attività come numero di candidati agli esami abilitanti come si può vedere nella tabella qui sotto pubblicata il ministero dell università rilascia i dati con grande ritardo e quelli ufficiali coprono fino al 2010 per alcune categorie anche oltre ma comunque nell insieme consentono di ben comprendere le dinamiche iscrittive delle varie professioni l albo dei tecnologi alimentari vive indubbiamente una lunga crisi di iscrizioni che sembra interrompersi nel 2010 dati ufficiali per gli anni successivi non ne esistono ma il numero pare attestarsi a 200 unità all anno comunque molto pochi la metà di quelle che si contavano nel 2005 sembrano rialzare la testa i periti agrari in passato precipitati a poco più di 300 candidati all anno che nel 2012 finalmente rivedono la soglia delle 400 unità occorrerà vedere se in futuro il trend di crescita si manterrà oppure no anche perché 400 candidati non bastano a rimpiazzare le cancellazioni annuali e dunque essi devono puntare a più ambiziosi obiettivi sembra invece inarrestabile la crisi nelle iscrizioni dell albo dei dottori agronomi e forestali che nel 2005 svettavano su di un bacino di oltre 2.000 candidati da soli allora valevano più delle altre categorie messe assieme ridotti nel 2012 ad 800 candidati il calo è di oltre il 60 ed in soli 7 anni va detto che il consiglio nazionale di quell albo ha messo in atto molteplici iniziative per arrestare il declino compresa una campagna di advertising con coloratissimi depliant e manifesti ed anche un logo dedicato al momento senza sostanziali effetti in futuro si vedrà come per gli agronomi altrettanto lineare -ma questa volta in aumento il trend per gli agrotecnici partiti da un numero di candidati pressoché irrilevante la tabella di confronto qui pubblicata parte dal 2005 ma negli anni precedenti il numero dei primi candidati all esame di agrotecnico e di agrotecnico laureato fu inferiore a 100 unità con un attività umile e capillare sono riusciti a presentarsi in tutte le realtà a farsi conoscere ed apprezzare molto più con l esempio che non con le parole salendo per gradini la scala dei numeri un balzo una pausa un altro balzo in avanti fino a scalare la vetta della primazia in realtà chi si iscrive nell albo degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati sa di avere nella categoria un interlocutore affidabile cui rivolgersi in caso di necessità e questa sicurezza in molte occasioni fa la differenza anche nel scegliere l albo 11

[close]

p. 12

professione agrotecnico merito per i docenti che i corsisti in attesa della propria promozione hanno promosso con lode le nostre congratulazioni vanno quindi all agr dapit che ha riferito ho visto il corso come un ottima base per la preparazione individuale con un ottima organizzazione logistica fondamentale è stato anche l uso del nuovo manuale perché va a colmare le carenze didattiche dovute ai limiti di tempo splendido anche il gruppo dei corsisti tra cui si è instaurato un legame che va oltre i tre giorni di corso con uno scambio di materiale e di esperienze tale da creare dei gruppi di studio che proseguiranno anche dopo il corso i partecipanti comunque non sono stati avari di consigli specialmente riguardo al poco tempo a disposizione forse tre giorni di corso intensivo sono un po pochi dice la dott.ssa elisabetta refili a cui si associa la dott.ssa emanuela grillo fare questo tipo di programma in tre giorni è molto impegnativo si potrebbe pensare di estendere il corso ad una settimana in modo da fare anche qualcosa di pratico con simulazioni delle prove integrerebbe il corso con attività pratiche anche il dott d orsi in quanto non venendo da un percorso agronomico molto di quello che si è detto al corso sarebbe di più facile assimilazione se visto praticamente la crisi economica morde feroce tante aziende chiudono molte persone soff rono non solo economicamente ma anche psicologicamente ripiegate in se stesse e pessimiste per il futuro tutto vero basta guardarsi attrono guardare i visi delle persone per strada in una qualunque nostra città settembre/ottobre 2012 ma noi ai corsi preparatori abbiamo visto occhi brillanti e sorrisi c è il timore per un futuro incerto ma anche la voglia di aff rontare la sfida forse anche un poco rincuorati dal sapere di avere a fianco nella professione l aiuto di una categoria che ai propri giovani tiene che li accompagna all abilitazione professionale senza sfruttarli con corsi a pagamento o altro e che promette di esserci anche dopo anche nel quotidiano svolgersi della professione nei volti di questi corsisti futuri professionisti agrotecnici chi più giovane e chi meno abbiamo visto il volto dell italia migliore quella che crede nelle proprie capacità che vuole lavorare crescere che non se ne vuole andare dalla propria terra ma custodirla e costruire un futuro degno di essere vissuto di gloria miserocchi si ringraziano i professori enzo dapit vincenzo gonnelli eraldo tura e -particolarmente stefano sanson per la collaborazione data alla stesura di questo articolo il 2012 ha portato in dote ai candidati agli esami abilitanti alla professione di agrotecnico e di agrotecnico laureato anche uno specifico manuale che è venuto a colmare un vuoto molto sentito dai candidati stessi in commercio esistevano infatti solo manuali generici spesso datati e molto costosi adesso invece i candidati agli esami abilitanti in numero ogni anno crescente possono disporre di un testo specifico aggiornato all attualità ed economico frutto del lavoro dei molti docenti che negli ultimi anni hanno organizzato i corsi di preparazione agli esami il manuale inol tre è conforme all art 18 comma 4 del decreto 6 marzo 1997 n 176 e dunque i candidati possono portarlo con se e consultarlo liberamente durante le due prove scritte dell esame il collegio nazionale degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati ha autorizzato il manuale e redatto la prefazione il volume per il 2012 stampato in edizione limitata riservata ai soli candidati agli esami ed a pochi altri è andato letteralmente a ruba e nel 2013 sarà data alle stampe la seconda edizione editore società editoriale nepenthes codice 978-88-907671-0-4 autore aavv num pagine 672 costo euro 28,00 per acquistare le copie eventualmente rimaste www.agrotecnici.it/modulo_prenotazione_manuale 12

[close]

p. 13

professione agrotecnico un invito in comune la città di forlì riconosce il ruolo del collegio nazionale uanto la città di forlì conosce il collegio nazionale degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati di cui ospita l ufficio di presidenza per presentare il ruolo che il collegio nazionale svolge per la città romagnola il 6 luglio 2012 dopo che si erano concluse le iscrizioni per gli esami abilitanti 2012 il sindaco di forlì roberto balzani ha invitato presso il palazzo comunale roberto orlandi presidente del collegio nazionale per una conferenza stampa congiunta nel corso della quale il sindaco ha inteso mettere al corrente la città del fatto che gli agrotecnici rappresentano per forlì una risorsa rilevante come gli altri albi professionali infatti il consiglio nazionale degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati ha la propria sede a roma presso il ministero della giustizia ma ha deciso di decentrare a forlì il centro unico di presentazione e raccolta delle domande di partecipazione agli esami di stato abilitanti alla professione di agrotecnico la scelta della città romagnola si deve al fatto che forlì ebbe un ruolo storico nel movimento degli agrotecnici che portò alla costituzione dell albo professionale ed il presidente roberto orlandi ha q mantenuto ininterrotta quella tradizione questa conferenza stampa è un modo per dire che forlì è grata al presidente orlandi e alla sua attività ha esordito il sindaco balzani approfittando della circostanza per esprimere gratitudine nei confronti di un albo che avendo da oltre 20 anni sede a forlì non fa che evidenziare l importanza del territorio romagnolo all interno del settore agrario l albo -ha proseguito balzani svolge un attività professionale con competenze tecniche ma ha funzioni fondamentali anche per la comunità perché si occupa di questioni riguardanti la legalità la fiscalità e la società roberto orlandi ha colto l occasione per spiegare la singolarità che contraddistingue il proprio ordine professionale l unico in italia ad avere sede fuori roma e l unico quindi in cui si respira un afflato federalista il fatto che l ufficio di presidenza dell albo degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati si trovi a forlì rappresenta un vanto e una risorsa per l economia della città che quest anno a motivo degli esami di stato è stata visitata da centinaia di persone e ha così avuto la possibilità di farsi conoscere il presidente degli agrotecnici roberto orlandi ed il sindaco di forlì roberto balzani 13

[close]

p. 14

professione agrotecnico all esterno diventando un punto di riferimento per gli agrotecnici d italia in questo periodo infatti l ufficio del collegio nazionale a forlì ha accolto chiunque desiderasse informazioni in merito agli esami rendendosi disponibile anche a colloqui personalizzati la collaborazione istituzionale fra il comune forlivese e l albo degli agrotecnici non si ferma qui il progetto che si intende realizzare infatti è quello di distribuire già da quest anno e per i futuri esami di stato del materiale di promozione e informazione turistica sulla città di forlì perché fare sistema appare sempre la strada migliore per aff rontare i momenti di crisi il numero delle domande pervenute a forlì per gli esami di stato del 2012 è significativo vedi anche l articolo precedente ed in un contesto generale che vede in netto calo il numero complessivo di coloro che presentano la domanda d esame si parla di circa il -10 il collegio nazionale degli agrotecnici e degli agrotecnici laureati ha registrato un incremento del 18,17 un risultato che ci inorgoglisce ha commentato orlandi che ha fatto notare come grazie a risultati simili il collegio nazionale degli agrotecnici e settembre/ottobre 2012 degli agrotecnici laureati si qualifica come il primo albo professionale del settore come numero di candidati quello degli agrotecnici è anche un albo multidisciplinare e se anche per il 2012 il principale canale formativo di provenienza dei candidati agli esami abilitanti resta quello agrario con il 63,4 il dato è temperato dalla presenza di soggetti che provengono da altri percorsi formativi da quello naturalistico-ambientale è giunto ben il 15,4 delle domande dall agro-zootecnico il 7,8 mentre sia dal biotecnologicoagrario che dall economico-ingegneristico sono pervenute il 6,7 delle iscrizioni questa differenziazione è anche il risultato delle convenzioni stipulate con gli atenei italiani per consentire lo svolgimento del tirocinio professionale prima del conseguimento della laurea un insieme di iniziative che dovrebbe consentire all albo degli agrotecnici un ulteriore crescita anche a vantaggio del territorio nel quale insistono le sue strutture di gloria miserocchi agrotecnici in pole position tra i primi nel bando verde urbano della regione abruzzo i sono piazzati nelle prime sette posizioni gli agrotecnici coinvolti nel bando sul verde urbano stanziato dalla regione abruzzo per i comuni con popolazione superiore ai 5000 abitanti che riguarda la messa a dimora di piante in comparti degradati del territorio nella graduatoria dalla quale risultano 41 comuni ammessi al finanziamento con i relativi punteggi spiccano i punteggi ottenuti dall agrotecnico angelantonio d amario che va a seguire il progetto del comune di atri mentre per i comuni di notaresco bellante mosciano sant angelo martinsicuro e campli hanno vinto i progetti dalla g.e.t s.r.l società fondata dagli agrotecnici filippo fernandez silvano porfirio e dal presidente del collegio provinciale degli agrotecnici e agrotecnici laureati di teramo emanuele pierannunzi infine il comune di montorio al vomano sarà seguito dall agr alessandro di donatantonio l importanza del ruolo rivestito dalle piante per contrastare l effetto serra è noto a tutti ed è fondamentale all interno delle aree urbane poiché contribuisce a mitigare gli effetti di degrado e gli impatti prodotti dall attività umana rendendo più vivibile l ambiente urbanizzato -ha dichiarato l assessore regionale alla pianificazione tutela e valorizzazione del territorio e 14 s il presidente del collegio provinciale degli agrotecnici e agrotecnici laureati di teramo emanuele pierannunzi protezione civile gianfranco giuliante inoltre le aree alberate sono spesso connesse alla storia della città ne costituiscono un patrimonio da salvaguardare ed ampliare sostituendo le piante malate e aggiungendone altre si parla di un numero di piante che si aggira tra i 25/35 mila esemplari che verranno reperite presso i vivai forestali regionali e che verranno allocate in base ai progetti presentati.

[close]

p. 15

professione agrotecnico l austerità della cassa agrotecnici È quella i cui vertici costano meno di tutti che nell aprile scorso il comitato amministratore ha fathi pensa che ad una grande cassa di previdenza to al ministro elsa fornero quella di rivalutare il moncorrisponda una migliore gestione finanziaria da tante contributivo degli iscritti oggi si dovrà ricredere di un aliquota più alta rispetto a il luogo comune è stato infatti quella di legge molto più alta sfatato dai risultati della gestione per garantire così prestazioni previdenziale degli agrotecnici e pensionistiche elevate degli agrotecnici laureati inclusa per la prima volta in assoluto nella fondazione enpaia pur nella storia delle casse di previessendo la più piccola tra le casse denza infatti è stata chiesta una di previdenza dei professionisti rivalutazione superiore del 50 è anche risultata essere quella i a quella dell istat applicando cui organi amministrativi costaquindi un parametro di gran lunno meno solo 25.000 euro nel ga più generoso di quello previsto 2011 contro cifre di altri consigli per legge di amministrazione superiori anun primato da cui i contribuenti che di decine di volte a rivelarlo agrotecnici trarranno un beneun indagine svolta dal quotidiano ficio insperato specialmente in economico italia oggi diretquesto delicato periodo di crisi to da pierluigi magnaschi che perché vedranno salire il tasso nell esaminare lo stato della casdi rivalutazione dal 1,6165 del se previdenziali dei professionisti 2011 tasso istat al 2,42475 mette in luce come ben 15 su 20 il che si tradurrà in pensioni più abbiano fatto lievitare anche sialte una scelta controcorrente gnificativamente le spese per i che punta decisamente in alto e propri vertici la cassa previdenziale agro palazzo enpaia a roma la sede della cassa di previdenza che negli anni è destinata a fare la differenza mentre nell immetecnici/enpaia invece ha degli agrotecnici diato sarà utile a far comprendere addirittura diminuito le spese per l importanza di versare il dovuto alla previdenza oltreché gli organi amministrativi nel 2011 rispetto al 2010 di oltre sortire un effetto calamita anche per l albo degli agroil 20 tecnici e degli agrotecnici laureati i giovani diplomati e ma come si raggiungono risultati simili semplice grazie laureati del ramo agrario che vogliono svolgere la libera ad una razionale e buona gestione attuata dal comitato professione infatti si orienteranno con più facilità verso amministratore della cassa presieduto da alessandro un albo in crescita come quello degli agrotecnici capace maraschi alla sinergia intercorrente con la fondazione di off rire le migliori opportunità compresa quella di una enpaia presieduta da carlo siciliani e con gli uffici pensione più alta operativi guidati dal direttore gabriele mori e che la piccola ma grande cassa agrotecnici/endi gloria miserocchi paia goda di ottima salute lo dimostra anche la richiesta 15 c

[close]

Comments

no comments yet