Comunicazione e Nuove tecnologie di Paolo Latella

 

Embed or link this publication

Description

Il modulo tratta l’impatto socio-culturale, diretta conseguenza di tre grandi cambiamenti epocali: l’avvento della scrittura, la rivoluzione della stampa, l’esplosione della comunicazione di massa. Ciascuno di questi cambiamenti, così come di recente è ac

Popular Pages


p. 1

cb 01 comunicazione e nuove tecnologie 1 e 2 settimana traccia n° 1 aut paolo latella classe l3 a a l impatto delle ict sul processo educativo la storia di ogni civiltà è stata caratterizzata dalla continua ricerca di mezzi e tecnologie adatte a gestire e controllare l informazione la possibilità di comunicare è stata per l uomo essenziale per la sua evoluzione i mezzi che ha usato per comunicare hanno permesso l evoluzione della cultura e della società la prima struttura comunicativa più importante che l umanità ha sviluppato è stata la scrittura il suo primo utilizzo da parte dell uomo risale alla metà del quarto millennio a c nella zona della mesopotamia abitata all epoca dai sumeri per l uomo le conseguenze dell utilizzo della scrittura furono enormi ebbe così inizio il processo evolutivo della mente umana con il passare del tempo e dei secoli la scrittura venne sempre più considerata come una funzione naturale dell essere umano come il bisogno di mangiare dormire appunto comunicare probabilmente le nostre capacità di conoscenza ci sono state comunicate dalla scrittura come il sistema di rappresentare in modo astratto il pensiero senza figure ed immagini ma semplicemente con l alfabeto che portò alla nascita della formulazione dei concetti per mezzo del ragionamento razionale e del pensare in modo più analitico.la scrittura alfabetica trasforma in testo quello che il linguaggio elabora come oggetto l uomo articola il pensiero in un insieme di concetti argomentazioni e dimostrazioni ecco che in grecia dopo l introduzione dell alfabeto si iniziò lo studio dell origine dell uomo filosofia il processo di civilizzazione dell uomo nacque con la scrittura elementi che ci indicano che la scrittura ebbe un ruolo fondamentale sono la fine del nomadismo lo sviluppo delle economie di scambio la nascita dello stato l uomo imparò a conservare le merci a catalogarle scrivere le leggi scomparve quasi del tutto il capo tribù e nacque una nuova figura il re il sovrano che comandava la propria società in difesa delle leggi stesse che aveva creato dopo la scrittura il secondo fondamentale passaggio storico fu l invenzione della stampa da parte di gutenberg1 alla metà del 1400 anche in questo caso molti studiosi hanno mostrato come la stampa abbia avuto enormi effetti sulla cultura occidentale la modernità coincide con l era della stampa con il concetto di testo come sistema coerente di idee trattato o di fatti romanzo esposte in modo lineare e in sequenza la stampa divenne definitivamente la base della conoscenza il sapere coinvolse soprattutto il popolo la gente comune poteva studiare documentarsi non era più solo prerogativa dei ricchi nel diciottesimo secolo grazie alla nascita dei primi giornali periodici di informazione si formò il concetto di opinione pubblica insieme delle idee di un pubblico padrone di informazioni sufficienti per formulare giudizi sui fatti politici e culturali l esplosione della comunicazione ebbe inizio nel primo ottocento grazie alle grandi innovazioni la nascita dei primi sistemi di comunicazione a distanza radio telefono lo sviluppo delle prime tecnologie dell immagine cinema animazione fotografia l importanza di queste invenzioni fu capita immediatamente dalle grandi menti del tempo 1 johann gutenberg magonza 1394-1399 circa ­ magonza 3 febbraio 1468 è stato un inventore tipografo e orafo tedesco inventore della stampa a caratteri mobili moderna 1

[close]

p. 2

cb 01 comunicazione e nuove tecnologie 1 e 2 settimana traccia n° 1 aut paolo latella classe l3 a a il poeta francese charles baudelaire2 lamentando il rischio che tale modo di produrre immagini facesse dimenticare la funzione dell artista dimostrò però di percepire pur se in modo pessimistico e tipicamente romantico la grande novità di un sistema che avrebbe permesso la diffusione sociale dei mezzi di rappresentazione visiva nel novecento nacque il concetto di media grazie alle ricerche di guglielmo marconi3 nel 1920 sulla trasmissione di suoni a distanza mediante la modulazione di onde elettromagnetiche nel novembre del 1936 la bbc inaugurò a londra il primo servizio televisivo nel giro di trenta anni la televisione si è diffusa in tutto il mondo divenendo il mezzo di comunicazione di massa più efficace e persuasivo che l uomo ha fino ad ora sviluppato e soprattutto contribuendo ad una radicale trasformazione delle abitudini di vita e delle relazioni sociali in tutti i paesi dell occidente e non solo telefono radio e televisione divennero negli anni i principali modi di rappresentare le informazioni alla fine del xx° secolo ecco che entra prepotentemente nella società l ultima evoluzione della scrittura le tecnologie dell informazione e della comunicazione in inglese information and communication technology il cui acronimo è ict che sono l insieme dei metodi e delle tecnologie che realizzano i sistemi di trasmissione ricezione ed elaborazione di informazioni tecnologie digitali comprese oggi l informatica apparecchi digitali e programmi software e le telecomunicazioni le reti telematiche sono i due pilastri su cui si regge la società della comunicazione con queste nuove tecnologie di registrazione e di trasmissione il progresso scientifico ha unito insieme questi aspetti nel nuovo campo della tecnologia dell informazione esso consiste nell uso della tecnologia per aumentare la velocità e l efficienza del trasferimento di informazione 2 charles pierre baudelaire parigi 9 aprile 1821 ­ parigi 31 agosto 1867 è stato un poeta scrittore critico letterario e traduttore francese È considerato uno dei più celebri e importanti poeti del xix secolo esponente chiave del simbolismo e grande innovatore del genere lirico nonché anticipatore del decadentismo i fiori del male la sua opera maggiore è considerata uno dei classici della letteratura francese e mondiale 3 guglielmo marconi bologna 25 aprile 1874 ­ roma 20 luglio 1937 è stato un fisico e inventore italiano È conosciuto per aver sviluppato per primo un efficace sistema di comunicazione con telegrafia senza fili via onde radio che ottenne una notevole diffusione evoluzioni di tale sistema portarono allo sviluppo dei moderni sistemi e metodi di radiocomunicazioni in telecomunicazioni come la televisione la radio e in generale tutti i sistemi che utilizzano le comunicazioni senza fili 2

[close]

p. 3

cb 01 comunicazione e nuove tecnologie 1 e 2 settimana traccia n° 1 aut paolo latella classe l3 a a molti sociologi tra i quali innis4 mcluhan5 ong6 goody7 castells8 hanno studiato l informazione come fenomeno sociale le loro pubblicazioni hanno permesso di comprendere in che maniera le tecnologie della comunicazione del passato hanno influito sulle trasformazioni della società e il mezzo per capire i cambiamenti avvenuti nell arco dei secoli fino ai tempi nostri l era dell informazione tecnologica è alla portata di tutti i-pad i-pod tablet cellulari con sistema operativo android connessioni ad alta velocità e voice over ip hanno cambiato lo stile di vita delle persone in tutto il mondo e di fatto cambiato il modo di fare scuola di definire nuovi progetti educativi come il concetto del laboratorio didattico multimediale l impatto socio culturale delle nuove tecnologie è stato analizzato recentemente dalla commissione bicamerale sull infanzia e l adolescenza in occasione della giornata nazionale dedicata a bambini e adolescenti che si celebra tutti gli anni in novembre intento dell indagine è stato quello di fare una ricognizione tra le problematiche legate alla crescente diffusione dei nuovi strumenti di comunicazione che ormai occupano un ruolo centrale nella società contemporanea influenzano i comportamenti e le scelte dei più giovani e intervengono nell attuazione dei loro diritti la commissione ha ascoltato un gran numero di soggetti pubblici e privati che hanno fornito elementi molto utili all indagine da rappresentanti di organismi privati attivi nel settore della tutela all infanzia e all adolescenza a rappresentanti istituzionali esperti di nuove tecnologie professori universitari in materie attinenti alla comunicazione e alle sue problematiche medici e pediatri i quali hanno evidenziato che oggi 4 harold adams innis otterville 5 novembre 1894 ­ toronto 9 novembre 1952 è stato uno storico dell economia canadese e pioniere negli studi di sociologia della comunicazione i suoi studi hanno evidenziato il rapporto deterministico che esiste tra i supporti tecnologici utilizzati per la comunicazione e i processi cognitivi che si mettono in atto 5 herbert marshall mcluhan edmonton 21 luglio 1911 ­ toronto 31 dicembre 1980 è stato un sociologo canadese la sua fama è legata alla sua interpretazione visionaria degli effetti prodotti dalla comunicazione sia sulla società nel suo complesso sia sui comportamenti dei singoli la sua riflessione ruota intorno all ipotesi secondo cui il mezzo tecnologico che determina i caratteri strutturali della comunicazione produce effetti pervasivi sull immaginario collettivo indipendentemente dai contenuti dell informazione di volta in volta veicolata 6 walter jackson ong kansas city 30 novembre 1912 ­ saint louis 12 agosto 2003 è stato un religioso antropologo filosofo insegnante di letteratura inglese e storico delle culture e delle religioni statunitense scrisse le tecnologie della parola titolo originale:orality and literacy the technologizing of the word che venne pubblicato nel 1982 in inghilterra in una collana diretta da terence hawkes il libro come si legge nella introduzione all edizione italiana di rosamaria loretelli è un importante opera di sintesi che magistralmente delinea la storia delle varie tappe del cammino percorso dalla civiltà occidentale nel suo trascorrere dall oralità alla completa interiorizzazione della scrittura paragonando le società ad oralità diffusa con quelle che utilizzavano la scrittura ha illustrato esaurientemente come l introduzione di quest ultima abbia profondamente mutato il pensiero delle società interessate dal fenomeno 7 jack rankine goody 27 luglio 1919 è un antropologo britannico definisce la scrittura come tecnologia dell intelletto invenzione che permette la transizione dalla forma orale pre-letteraria a quella della modernità 8 manuel castells hellín 9 febbraio 1942 è un sociologo spagnolo naturalizzato statunitense noto per aver teorizzato la network society è da molti considerato il maggior esperto dei problemi della società dell informazione ovvero la tesi secondo cui i processi di socializzazione contemporanei sono determinati dall infrastruttura tecnologico-comunicativa della rete in questo modo castells crea un nuovo paradigma sociologico fondato sul primato della struttura reticolare dell interazione più che sul contenuto dello scambio tra gli attori sociali per certi versi si potrebbe dire che lo studioso traduce l insegnamento di mcluhan nei termini di una riformulazione dei concetti generali della sociologia 3

[close]

p. 4

cb 01 comunicazione e nuove tecnologie 1 e 2 settimana traccia n° 1 aut paolo latella classe l3 a a non è più solo la televisione ad incidere sul processo di formazione e di educazione dei bambini e degli adolescenti ma anche l uso di altri mezzi di comunicazione fra cui il principale è certamente internet questo strumento implica gli stessi rischi della televisione ma moltiplicati dal fatto di trovarsi all interno di una rete di enormi dimensioni con la possibilità di interagire elemento quest ultimo pericoloso e per questo il minore non dovrebbe essere mai lasciato solo uno degli aspetti più amati dai ragazzi all interno della rete sono certamente i social network diventati una sorta di muretto virtuale luogo d incontro della propria comunità di amicizie e di interessi anche qui il rischio è che tutti i rapporti si riducano ad una dimensione puramente virtuale e che aumenti il divario generazionale e la mancanza di comunicazione all interno della famiglia oggi i nostri ragazzi passano le giornate tra internet telefonia videogiochi e corrono il rischio che questo bombardamento mediatico possa produrre risultati piuttosto negativi sia dal punto di vista dell isolamento sia nei rapporti con i compagni e nelle conseguenze delle loro azioni occorre comunque spezzare una lancia in favore di internet in quanto recenti ricerche dimostrano che se ben utilizzate le nuove tecnologie sono in grado di potenziare le capacità linguistiche cognitive e relazionali del bambino quindi quando non ci troviamo davanti ad un contenuto inappropriato fondamentale è l uso che si fa delle nuove tecnologie e necessario perciò educare ad un uso consapevole e critico della rete in merito alla comunità e partecipazione walter j ong nel suo libro oralità e scrittura ­ le tecnologie della parola già nel 1982 aveva previsto che saremmo andati verso una fase la terza chiamata oralità secondaria la prima oralità la seconda scrittura e stampa questa fase presenta somiglianze con la prima nel senso di comunità e di partecipazione e con la seconda identificando formule di scrittura vicino più al parlato che non alla scrittura tradizionale molto simile ai social network facebook l emozioni passano attraverso la scrittura come se fosse la voce l ict ha modificato il nostro modo di strutturare il pensiero i nostri figli avranno una struttura di pensiero completamente diversa dalla nostra l impatto delle ict sul processo educativo ha caratterizzato la didattica laboratoriale nella scuola statale pubblica la didattica laboratoriale negli ultimi anni è totalmente cambiata grazie all ict da quella considerata vecchia quella tradizionale storica appunto ad una più moderna cararrerizzata dalle nuove tecnologie le lim lavagne interattive multimediali internet banche dati insomma passività contro attività ascolto contro azione noia contro interesse e divertimento il filosofo whittgenstein9 diceva la mia mano sa più della mia mente io credo per esperienza personale che la mia mano è fondamentale ma è nella mia mente che si formano concetti categorie strategie di azione perché questo passaggio si realizzi penso che sia la scuola a doversi assumere la responsabilità di proporre di costruire se ce n è bisogno esperienze di apprendimento mediato grazie all aggiornamento 9 ludwig wittgenstein vienna 26 aprile 1889 ­ cambridge 29 aprile 1951 è stato un filosofo aforista e logico austriaco autore in particolare di contributi di capitale importanza alla fondazione della logica e alla filosofia del linguaggio 4

[close]

p. 5

cb 01 comunicazione e nuove tecnologie 1 e 2 settimana traccia n° 1 aut paolo latella classe l3 a a costante dei docenti sia nell ambito della propria disciplina che nelle nuove tecnologie come supporto alla didattica l ict ha nella scuola una responsabilità elevata è ormai una realtà imprescindibile nel contesto scolastico e di fondamentale importanza nei diversi gradi di istruzione dal 1985 da quando insegno laboratorio informatica gestionale ho assistito negli anni ad un processo di cambiamenti continui nell ict collegata alla didattica l information and communication technology si presta in maniera specifica a supportare anche gli studenti affetti da dsa disturbi specifici dell apprendimento grazie al computer per sua natura veloce memorizza grandi quantità di dati e permette di creare documenti riproducibili rielaborabili ben impaginati di facile reperibilità e di facile scambio inoltre si limita ad applicare delle regole in maniera veloce e corretta non è in grado di prendere l iniziativa né di fare cose per cui non è stato programmato tutto questo mette in evidenza come le maggiori caratteristiche del computer coincidano con i maggiori bisogni dei ragazzi con dsa se dovessi fare un confronto tra l ict supportata nella didattica insegnata agli alunni nel 1985 e le nuove tecnologie agli studenti ragionieri programmatori mercurio del 2011 posso affermare che le differenze sono tantissime non parlo soltanto della differenza delle tecnologie fine a se stesse ma soprattutto del comportamento dello studente verso l ict del 2011 ventisei anni fa i ragazzi studiavano di più ed erano affascinati dalle tecnologie informatiche erano sempre molto curiosi di scoprire se il proprio programma software avrebbe superato la fase di testing il processo di compilazione e la fase di linker vedere eseguire il proprio prodotto software era per loro una soddisfazione infinita erano orgogliosi di poter usufruire delle ict noi spiegavamo i sistemi informatici tradizionali verticali che automatizzavano le attività operative e fornivano supporto alle decisioni riflettendo la struttura funzionale nella simulazione dell impresa nell azienda il sistema informatico studiato dai nostri alunni era orientato alle prestazioni automatizzate fatturazione bilanci magazzino anche e soprattutto i processi flussi operativi e su questi mette a disposizione sintesi informative focalizzate su contabilità finanza qualità e livello di servizio i miei studenti erano curiosi e per loro questo mondo nuovo delle tecnologie voleva dire voglia di conoscenza desiderio di superarsi di mettersi in gioco gli operatori i programmatori gli analisti erano ricercatissimi e a lodi dove ha sede la zucchetti spa molti dei miei ex alunni venivano assunti nell arco di uno al massimo tre mesi dalle aziende presenti sul territorio lodigiano nell ambito dell ict era ed è sempre stata la mia più grande soddisfazione professionale incontrare ex alunni che ricoprono posti importanti vuol dire che il nostro compito di formatori ha avuto successo il nostro modello didattico ha avuto successo oggi nel 2011 gli alunni anche quelli più bravi hanno meno pazienza vogliono immediatamente trovare la soluzione non danno la giusta importanza alla documentazione del software alle tecnologie che utilizzano il problema dell immediatezza del tutto subito nasce da un sistema sociale distorto che viene acquisito dai giovani al di fuori dell ambito scolastico l utilizzo dei social network delle chat consolida un messaggio tra i giovani che l ict è semplicemente un mezzo di comunicazione e non un sistema non conoscono il vero senso di questo termine si limitano ad usare qualcosa perchè questo qualcosa può dare loro gratificazione personale e soprattutto li distoglie dai problemi e dallo studio quotidiano solo una parte degli studenti utilizza correttamente il sistema ict come un sinergico abbinamento della tecnologia delle informazioni con 5

[close]

p. 6

cb 01 comunicazione e nuove tecnologie 1 e 2 settimana traccia n° 1 aut paolo latella classe l3 a a quella delle comunicazioni ed acquisisce un modello didattico di funzionamento dell impresa simulata che esalta contemporaneamente cooperazione anche a distanza e autonomia rendendo disponibili nel luogo e nel tempo più opportuno le informazioni che occorrono per la massima efficacia e affidabilità operativa la maggior parte degli studenti oggi usano i sistemi visuali rendendoli esperti vuoti cioè privi di quella necessaria coscienza critica sull utilizzo delle nuove tecnologie e sulla conoscenza approfondita dei sistemi oggi si utilizzano le tecnologie informatiche e telematiche come se fosse tutto normale come se fosse un semplice strumento ma l ict lo ripeto è un sistema quindi molto di più di un banale mezzo ed è proprio quello che cerco di far capire ai miei alunni dico sempre questa frase se riuscissimo ad avvicinare il computer più potente al mondo che è il nostro cervello al sistema ict potremmo tranquillamente affermare che abbiamo creato la rete più importante al mondo una rete quasi perfetta lodi 6 dicembre 2011 in fede paolo latella biblio-sitografia · documenti ed articoli di paolo latella http www.orizzontescuola.it/node/21117 iscritto all ordine nazionale dei giornalisti ­ albo pubblicisti della lombardia · p boscolo ­ psicologia dell apprendimento scolastico aspetti cognitivi utet torino 1997 · il modello psico-pedagogico del nettunonetwork per l università ovunque tra presente e futuro di m.a.garito,2002 · storia dei media http www.garito.it · l era dell informazione su wikipedia · http www.wikiartpedia.org · http www.liberolibro.it/walter-j-ong-oralita-e-scrittura-le-tecnologie-della-parola · materiale integrativo presente sul portale http hoc11.elet.polimi.it/moodle/course/view.php?id=10 comunicazione e nuove tecnologie tags media conoscenza di graziano cecchinato apologia e critica dei nuovi media 1 parte.pdf storia della comunicazione e dei media.pdf teoria_della_comunicazione.pdf tags media conoscenza.pdf · ong oralità e scrittura http www.swif.uniba.it/lei/personali/pievatolo/platone/ong.htm · storia dei mezzi di comunicazione 1 http www.slideshare.net/adele/breve-storia-dei-mezzi-di-comunicazione · storia dei mezzi di comunicazione 2 http www.gandalf.it/storia/storia.htm · wired.it comunicazione e nuove tecnologie url http www.wired.it 6

[close]

Comments

no comments yet