vademecum_liste_civiche

 

Embed or link this publication

Description

vademecum_liste_civiche

Popular Pages


p. 1

ministero dell interno dipartimento per gli affari interni e territoriali direzione centrale dei servizi elettorali elezioni comunali provinciali e regionali pubblicazione n 5 elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale istruzioni per la presentazione e l ammissione delle candidature roma ­ istituto poligrafico e zecca dello stato ­ 2011

[close]

p. 2



[close]

p. 3

ministero dell interno dipartimento per gli affari interni e territoriali direzione centrale dei servizi elettorali elezioni comunali provinciali e regionali pubblicazione n 5 elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale istruzioni per la presentazione e l ammissione delle candidature roma ­ istituto poligrafico e zecca dello stato ­ 2011

[close]

p. 4

sommario premessa istruzioni allegati pag 3 » 5 » 41 disposizioni normative giurisprudenza indice » 97 » 145 » 189 t102006 /101 roma 2011 ­ istituto poligrafico e zecca dello statos.p.a ­ s.

[close]

p. 5

3 premessa le presenti istruzioni hanno lo scopo di fornire ai competenti organi un opportuna guida nel compimento delle operazioni relative alla presentazione ed all ammissione delle candidature per la elezione alla carica di sindaco e di consigliere comunale nella pubblicazione vengono illustrate le norme che regolano il procedimento per la preparazione e la presentazione delle candidature nonché per l esame delle candidature stesse da parte delle commissioni e delle sottocommissioni elettorali circondariali la materia è trattata unitariamente per le due categorie ­ previste dalla vigente legislazione ­ dei comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti e dei comuni con popolazione superiore a detto limite quando siano necessarie istruzioni distinte per le differenze conseguenti ai diversi sistemi elettorali adottati sono predisposte di volta in volta opportune avvertenze a nche in questa edizione sono stati inseriti alcuni temi di giurisprudenza in relazione alla presentazione e all ammissione delle candi dature si rammenta inoltre che il decreto legislativo 12 aprile 1996 n 197 ha recepito la direttiva comunitaria che prevede l attribuzione dell elettorato attivo e passivo alle elezioni comunali e circoscrizionali ai cittadini dell unione europea residenti in italia equiparandoli per tale verso ed a tutti gli effetti ai cittadini italiani com è noto oltre all italia i paesi che fanno parte dell unione europea sono i seguenti austria belgio bulgaria danimarca estonia finlandia francia germania gran bretagna regno unito grecia irlanda lettonia lituania lussemburgo paesi bassi polonia portogallo repubblica ceca repubblica di cipro repubblica di malta repubblica slovacca romania slovenia spagna svezia ed ungheria.

[close]

p. 6

4 elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale istruzioni per la presentazione e l ammissione delle candidature i cittadini dell unione europea che intendano presentare la propria candidatura a consigliere comunale essendo riservate ai cittadini italiani le cariche di sindaco e di vice sindaco devono produrre all atto del deposito della lista dei candidati ed in aggiunta a tutta la documentazione richiesta per i cittadini italiani dal decreto del presidente della repubblica 16 maggio 1960 n 570 e dalla legge 25 marzo 1993 n 81 i seguenti altri documenti a una dichiarazione contenente l indicazione della cittadinanza dell attuale residenza e dell indirizzo nello stato di origine b un attestato in data non anteriore a tre mesi rilasciato dall autorità amministrativa competente dello stato membro di origine dal quale risulti che non sono decaduti dal diritto di eleggibilità i cittadini dell unione europea ­ ove non siano stati iscritti nelle liste elettorali aggiunte del comune di residenza ­ devono presentare un attestato dello stesso comune dal quale risulti che la domanda di iscrizione nelle liste elettorali aggiunte sia stata presentata nel termine stabilito dall articolo 3 comma 1 del decreto legislativo 12 aprile 1996 n 197 cioè non oltre il quinto giorno successivo a quello in cui è stato affisso il manifesto di convocazione di comizi elettorali la commissione elettorale circondariale comunica agli interessati le decisioni relative all ammissione della candidatura con l espressa avvertenza in caso di ricusazione della stessa che essi possono avvalersi delle forme di tutela giurisdizionale previste dalle norme vigenti.

[close]

p. 7

5 capitolo i preparazione delle candidature § 1 ­ elenco dei documenti necessari in tutti i comuni per la presentazione delle candidature è necessaria la produzione dei seguenti documenti che sono illustrati dettagliatamente nei paragrafi successivi 1 candidatura alla carica di sindaco e lista dei candidati alla carica di consigliere comunale 2 dichiarazione di presentazione della lista 3 certificati attestanti che i presentatori della lista sono iscritti nelle liste elettorali del comune 4 dichiarazioni autenticate di accettazione della candidatura per la carica di sindaco e per la candidatura alla carica di consigliere comunale 5 certificati attestanti che i candidati sono iscritti nelle liste elettorali di un comune della repubblica 6 modello di contrassegno di lista al riguardo si ritiene opportuno soggiungere sin d ora che ­ come asserito dal consiglio di stato con parere della prima sezione n 283 00 del 13 dicembre 2000 ­ in considerazione del carattere di specialità della normativa elettorale non si applicano nell ambito del procedimento elettorale preparatorio ed in particolare nella fase di presentazione delle candidature i principi di semplificazione in materia di documentazione amministrativa di cui al d.p.r 28 dicembre 2000 n 445 non sono pertanto ammesse 1 l autocertificazione articolo 46 del d.p.r n 445 del 2000 non è quindi possibile autocertificare l iscrizione nelle liste elettorali 2 la dichiarazione sostitutiva dell atto di notorietà articolo 47 del d.p.r n 445 del 2000 3 la proroga della validità del certificato di iscrizione nelle liste elettorali mediante autodichiarazione dell interessato in calce al documento l articolo 41 comma 2 del citato d.p.r n 445 del 2000 si riferisce infatti ai soli certificati anagrafici e a quelli di stato civile con esclusione quindi dei certificati elettorali 4 la presentazione di documenti alla pubblica amministrazione mediante fax o posta elettronica salvo che nel contesto del documento informatico

[close]

p. 8

6 elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale istruzioni per la presentazione e l ammissione delle candidature § 2 ­ candidatura alla carica di sindaco e lista dei candidati alla carica di consigliere comunale i candidati compresi nella lista devono essere contrassegnati con un numero d ordine progressivo con la lista deve anche essere presentato il nome e cognome del candidato alla carica di sindaco ed il programma amministrativo di tutti i singoli candidati sia alla carica di sindaco sia a quella di consigliere comunale compresi nella lista deve essere indicato il cognome il nome il luogo e la data di nascita per i candidati alla carica di consigliere comunale che siano cittadini dell unione europea deve essere specificato anche lo stato di cui siano cittadini a ­ nei comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti ciascuna candidatura alla carica di sindaco è collegata ad una lista che deve comprendere un numero di candidati non superiore al numero dei consiglieri da eleggere 1 e non inferiore ai tre quarti cioè ­ da almeno 7 e da non più di 9 candidati nei comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti ­ da almeno 9 e da non più di 12 candidati nei comuni con popolazione da 3.001 a 10.000 abitanti ­ da almeno 12 e da non più di 16 candidati nei comuni con popolazione da 10.001 a 15.000 articolo 37 comma 1 ed articolo 71 comma 3 del decreto legislativo 18 agosto 2000 n 267 e successive modificazioni ai sensi dell articolo 2 del testo unico 16 maggio 1960 n 570 e dell articolo 37 comma 4 del decreto legislativo n 267 2000 la popolazione è determinata in base ai risultati dell ultimo censimento b ­ nei comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti ciascun candidato alla carica di sindaco deve dichiarare all atto della presentazione della candidatura il collegamento con una o più liste presentate per l elezione del consiglio comunale ogni lista deve comprendere un numero di candidati non superiore al numero dei consiglieri da eleggere 1 e non inferiore ai due terzi articolo 73 1 riguardo al numero dei consiglieri comunali da eleggere si richiama l articolo 2 comma 184 della legge 23 dicembre 2009 n 191 [disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello stato legge finanziaria 2010 come modificato dall articolo 1 comma 1-bis lettere a e b del decreto-legge 25 gennaio 2010 n 2 convertito con modificazioni dalla legge 26 marzo 2010 n 42 che è così formulato la nota continua nella pagina seguente

[close]

p. 9

elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale i preparazione delle candidature 7 comma 1 ed articolo 37 comma 1 del decreto legislativo 18 agosto 2000 n 267 quando per la determinazione del numero minimo il numero dei consiglieri da eleggere non sia esattamente divisibile per 3 trova applicazione il citato articolo 73 comma 1 in base al quale allorché il numero dei consiglieri da comprendere in ogni lista risultante dal calcolo anzidetto contenga una cifra decimale superiore a 50 esso viene arrotondato all unità superiore quindi il numero dei candidati da comprendere in ciascuna lista sarà ­ da 11 a 16 candidati nei comuni con popolazione da 15.001 a 30.000 abitanti ­ da 16 a 24 candidati nei comuni con popolazione da 30.001 a 100.000 abitanti e che non siano capoluoghi di provincia ­ da 21 a 32 candidati nei comuni con popolazione da 100.001 a 250.000 abitanti o che pur avendo popolazione inferiore a 100.000 abitanti siano capoluoghi di provincia ­ da 24 a 36 candidati nei comuni con popolazione da 250.001 a 500.000 abitanti ­ da 27 a 40 candidati nei comuni con popolazione da 500.001 abitanti ad un milione di abitanti ­ da 32 a 48 candidati nei comuni con più di un milione di abitanti ai sensi dell articolo 2 del testo unico 16 maggio 1960 n 570 e dell articolo 37 comma 4 del decreto legislativo n 267 /2000 la popolazione è determinata in base ai risultati dell ultimo censimento § 2 -bis ­ elezionicomunaliinsardegna ­ composizione dei consigli comunali ­ numero minimo e massimo per ogni lista di candidati la legge della regione autonoma della sardegna 18 marzo 2011 n 10 disposizioni urgenti in materia di enti locali 2 ha stabilito che articolo 1 comma 1 « fino all approvazione di una legge regionale di riforma organica dell ordinamento degli enti locali per la composizione dei consigli prosecuzione della nota dalla pagina precedente « in relazione alle riduzioni del contributo ordinario di cui al comma 183 il numero dei consiglieri comunali e dei consiglieri provinciali è ridotto del 20 per cento l entità della riduzione è determinata con arrotondamento all unità superiore ai fini della riduzione del numero dei consiglieri comunali e dei consiglieri provinciali di cui al primo periodo non sono computati il sindaco e il presidente della provincia» 2 pagina 143.

[close]

p. 10

8 elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale istruzioni per la presentazione e l ammissione delle candidature comunali e delle giunte comunali e provinciali nel territorio della regione si applicano le disposizioni che seguono » e che articolo 1 comma 2 « limitatamente al turno delle elezioni amministrative del 2011 per la composizione dei consigli comunali continua ad applicarsi l articolo 10 della legge regionale 1º luglio 2001 n 10 » 3 pertanto anche in relazione agli adempimenti connessi alle elezioni amministrative nei comuni della sardegna il consiglio comunale nella predetta regione autonoma è composto dal sindaco e a da 40 membri nei comuni con popolazione superiore a 100.000 abitanti b da 30 membri nei comuni con popolazione superiore a 030.000 abitanti c da 20 membri nei comuni con popolazione superiore a 010.000 abitanti d da 16 membri nei comuni con popolazione superiore a 003.000 abitanti e da 12 membri negli altri comuni nei comuni capoluogo di provincia con popolazione pari o inferiore a 100.000 abitanti il numero dei membri del consiglio comunale è pari a quello dei comuni appartenenti alla fascia demografica immediatamente superiore la citata normativa regionale incide sostanzialmente anche sul numero minimo e massimo dei candidati che a seconda della fascia demografica di appartenenza del comune interessato alle elezioni amministrative ogni lista deve comprendere al momento della sua presentazione in particolare ­ considerato che a norma dell articolo 1 comma 1 secondo periodo della legge regionale 17 gennaio 2005 n 2 4 « per lo svolgimento e le operazioni elettorali fino a quando non sarà diversamente disciplinato con legge regionale continuano ad applicarsi le norme statali in materia di elezioni negli enti locali » a ­ nei comuni della sardegna con popolazione sinoa 15.000 abitanti ­ ai sensi delle indicate disposizioni regionali nonché dell articolo 71 comma 3 del decreto legislativo 18 agosto 2000 n 267 e successive modificazioni 5 ­ ciascuna lista deve essere composta da un numero di candidati alla carica di consigliere comunale non superiore al numero dei consiglieri da eleggere e non inferiore ai tre quarti cioè ­ da almeno 9 e da non più di 12 candidati nei comuni con popolazione fino a 3.000 abitanti 3 pagina 143 nota 1 4 pagina 142 5 pagina 130.

[close]

p. 11

elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale i preparazione delle candidature 9 ­ da almeno 12 e da non più di 16 candidati nei comuni con popolazione da 3.001 a 10.000 abitanti ­ da almeno 15 e da non più di 20 candidati nei comuni con popolazione da 10.001 a 15.000 ai sensi dell articolo 2 del testo unico 16 maggio 1960 n 570 e dell articolo 37 comma 4 del decreto legislativo n 267 2000 la popolazione è determinata in base ai risultati dell ultimo censimento b ­ nei comuni della sardegna con popolazione supea 15.000 abitanti ­ in conformità alle medesime disposizioni regionali nonché all articolo 73 comma 1 del decreto legislativo 18 agosto 2000 n 267 e successive modificazioni 6 ­ il numero dei candidati da comprendere in ogni lista è determinato in misura non superiore al numero dei consiglieri da eleggere e non inferiore ai due terzi con arrotondamento all unità superiore qualora il numero dei consiglieri da comprendere nella lista contenga una cifra decimale superiore a cinquanta centesimi cioè riore ­ da almeno 13 e da non più di 20 candidati nei comuni con popolazione da 15.001 a 30.000 abitanti ­ da almeno 20 e da non più di 30 candidati nei comuni con popolazione da 30.001 a 100.000 abitanti ­ da almeno 27 e da non più di 40 candidati nei comuni con popolazione con più di 100.000 abitanti ai sensi dell articolo 2 del testo unico 16 maggio 1960 n 570 e dell articolo 37 comma 4 del decreto legislativo n 267 2000 la popolazione è determinata in base ai risultati dell ultimo censimento nei comuni della sardegna capoluogodi con popolazione pari o inferiore a 100.000 abitanti il numero dei candidati da comprendere in ogni lista è determinato ­ con i criteri che precedono ­ in relazione alla fascia demografica immediatamente superiore a quella di rispettiva appartenenza provincia c ­ § 3 ­ dichiarazione di presentazione della lista la lista dei candidati va presentata con apposita dichiarazione scritta la legge non prescrive una particolare formulazione per detta dichiarazione sarà perciò sufficiente che contenga i requisiti sostanziali che la legge stessa richiede 6 pagina 132.

[close]

p. 12

10 elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale istruzioni per la presentazione e l ammissione delle candidature con la lista va anche presentato il nome e cognome del candidato alla carica di sindaco ed il programma amministrativo si allegano alcuni schemi di dichiarazione che i presentatori ove lo credano potranno prendere a modello allegato n 1 a pagina 45 allegato n 2 a pagina 53 ed allegato n 3 a pagina 61 detti requisiti sono a numero dei presentatori la dichiarazione di presentazione delle liste dei candidati al consiglio comunale e delle collegate candidature alla carica di sindaco per ogni comune deve essere sottoscritta a norma dell articolo 3 della legge 25 marzo 1993 n 81 e successive modificazioni ­ da non meno di 1.000 e da non più di 1.500 elettori nei comuni con popolazione superiore ad un milione di abitanti ­ da non meno di 500 e da non più di 1.000 elettori nei comuni con popolazione compresa tra 500.001 ed un milione di abitanti ­ da non meno di 350 e da non più di 700 elettori nei comuni con popolazione compresa tra 100.001 e 500.000 abitanti ­ da non meno di 200 e da non più di 400 elettori nei comuni con popolazione compresa tra 40.001 e 100.000 abitanti ­ da non meno di 175 e da non più di 350 elettori nei comuni con popolazione compresa tra 20.001 e 40.000 abitanti ­ da non meno di 100 e da non più di 200 elettori nei comuni con popolazione compresa tra 10.001 e 20.000 abitanti ­ da non meno di 60 e da non più di 120 elettori nei comuni con popolazione compresa tra 5.001 e 10.000 abitanti ­ da non meno di 30 e da non più di 60 elettori nei comuni con popolazione compresa tra 2.001 e 5.000 abitanti ­ da non meno di 25 e da non più di 50 elettori nei comuni con popolazione compresa tra 1.000 e 2.000 abitanti ai sensi dell articolo 2 del testo unico 16 maggio 1960 n 570 e dell articolo 37 comma 4 del decreto legislativo n 267 /2000 la popolazione è determinata in base ai risultati dell ultimo censimento nessuna sottoscrizione è richiesta per la dichiarazione di presentazione delle liste nei comuni con popolazione inferiore a 1.000 abitanti all atto della presentazione della lista ciascun candidato alla carica di sindaco deve dichiarare di non aver accettato la candidatura in altro comune le sottoscrizioni sono nulle se anteriori al 180º giorno precedente il termine finale fissato per la presentazione delle candidature articolo 14 comma 3 della legge 21 marzo 1990 n 53 e successive modificazioni sembra logicamente inammissibile e contrario alla funzione assegnata dalla legge alla dichiarazione di cui trattasi che i candidati figurino tra i pre-

[close]

p. 13

elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale i preparazione delle candidature 11 sentatori delle liste e pertanto le loro eventuali sottoscrizioni devono ritenersi come non apposte nei comuni con popolazione inferiore ai 1.000 abitanti non essendo prevista alcuna sottoscrizione a norma dell articolo 3 comma 2 della legge 25 marzo 1993 n 81 sono gli stessi candidati che sottoscrivono la loro candidatura nessun elettore può sottoscrivere più di una dichiarazione di presentazione di lista ammenda da 200 a 1.000 euro articoli 28 quinto comma 32 quinto comma e 93 del testo unico 16 maggio 1960 n 570 come modificato dall articolo 1 della legge n 61 del 2004 b dichiarazione da parte del candidato alla carica di sindaco di collegamento con la lista o con le liste presentate per l elezione del consiglio comunale tale dichiarazione ha efficacia solo se convergente con analoga dichiarazione presentata dai delegati delle liste interessate c sottoscrizione da parte dei presentatori la dichiarazione deve essere firmata dagli elettori presentatori a norma dell articolo 28 quarto comma e dell articolo 32 quarto comma del testo unico 16 maggio 1960 n 570 e successive modificazioni la firma degli elettori deve essere apposta su appositi moduli riportanti il contrassegno di lista il nome cognome luogo e data di nascita di ciascuno dei candidati nonché il nome cognome luogo e data nascita di ognuno dei sottoscrittori gli elettori che non sappiano o che non siano in grado di sottoscrivere per fisico impedimento possono fare la loro dichiarazione di presentazione della lista in forma verbale alla presenza di due testimoni innanzi ad un notaio o al segretario comunale o ad altro impiegato delegato dal sindaco allegato n 3 a pagina 61 della dichiarazione è redatto apposito verbale che insieme con gli altri atti deve essere allegato alla lista dei candidati articolo 28 quarto comma secondo periodo e articolo 32 quarto comma secondo periodo del testo unico n 570 fermo il disposto dell articolo 3 della legge 25 marzo 1993 n 81 per quanto riguarda i requisiti formali della presentazione delle candidature individuali e di lista [precedente lettera a a pagina 10 le candidature e le liste possono essere contraddistinte con la denominazione ed il simbolo di un partito o di un gruppo politico che abbia avuto eletto un proprio rappresentante anche in una sola delle due camere o nel parlamento europeo o che sia costituito in gruppo parlamentare anche in una sola delle due camere nella legislatura in corso alla data di indizione dei comizi elettorali ovvero in caso di contemporaneo svolgimento delle elezioni politiche con quelle provinciali e comunali,

[close]

p. 14

12 elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale istruzioni per la presentazione e l ammissione delle candidature nella legislatura precedente a quella per la quale vengono svolte le elezioni politiche a condizione che all atto di presentazione della candidatura o della lista sia allegata oltre alla restante documentazione una dichiarazione sottoscritta dal presidente o dal segretario del partito o gruppo politico o dai presidenti o segretari regionali o provinciali di essi che tali risultino per attestazione dei rispettivi presidenti o segretari nazionali ovvero da rappresentanti all uopo da loro incaricati con mandato autenticato da notaio attestante che le liste o le candidature sono presentate in nome e per conto del partito o gruppo politico stesso articolo 2 del decreto del presidente della repubblica 28 aprile 1993 n 132 la firma di ogni sottoscrittore in ogni caso dev essere autenticata ­ a norma dell articolo 14 della legge 21 marzo 1990 n 53 e successive modificazioni 7 ­ da notaio giudice di pace cancelliere e collaboratore delle cancellerie delle corti d appello dei tribunali o delle sezioni distaccate dei tribunali segretario delle procure della repubblica presidente della provincia sindaco assessore comunale assessore provinciale presidente del consiglio comunale presidente del consiglio provinciale presidente del consiglio circoscrizionale vice presidente del consiglio circoscrizionale segretario comunale segretario provinciale funzionario incaricato dal sindaco funzionario incaricato dal presidente della provincia nonché consigliere provinciale o consigliere comunale che abbia comunicato la propria disponibilità rispettivamente al presidente della provincia o al sindaco l autenticazione dev essere redatta con le modalità di cui all articolo 21 comma 2 del decreto del presidente della repubblica 28 dicembre 2000 n 445 8 decreto che ha abrogato la legge 4 gennaio 1968 n 15 7 riportato a pagina 112 8 il decreto del presidente della repubblica 28 dicembre 2000 n 445 [«testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa testo a» ha abrogato la legge 4 gennaio 1968 n 15 articolo 77 comma 1 e ha disciplinato l autenticazione delle sottoscrizioni nell articolo 21 comma 2 che si riporta « art 21 autenticazione delle sottoscrizioni 1 omissis 2 se l istanza o la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà è presentata a soggetti diversi da quelli indicati al comma 1 o a questi ultimi al fine della riscossione da parte di terzi di benefici economici l autenticazione è redatta da un notaio cancelliere segretario comunale dal dipendente addetto a ricevere la documentazione o altro dipendente incaricato dal sindaco in tale ultimo caso l autenticazione è redatta di seguito alla sottoscrizione e il pubblico ufficiale che autentica attesta che la sottoscrizione è stata apposta in sua presenza previo accertamento dell identità del dichiarante indicando le modalità di identificazione la data ed il luogo di autenticazione il proprio nome cognome e la qualifica rivestita nonché apponendo la propria firma e il timbro dell ufficio r».

[close]

p. 15

elezione diretta del sindaco e del consiglio comunale i preparazione delle candidature 13 le autenticazioni sono nulle se anteriori al 180º giorno precedente il termine finale fissato per la presentazione delle candidature citato articolo 14 comma 3 si rammenta che il ministero della giustizia ha espresso il parere secondo il quale i pubblici ufficiali previsti dal menzionato articolo 14 ai quali è espressamente attribuita la competenza ad eseguire le autenticazioni delle firme dei sottoscrittori dispongono del potere di autenticare le sottoscrizioni stesse esclusivamente nel territorio di competenza dell ufficio di cui sono titolari come già detto tra i soggetti di cui al citato articolo 14 della legge n 53 del 1990 figurano i consiglieri provinciali e comunali che comunichino la propria disponibilità rispettivamente al presidente della provincia e al sindaco detti consiglieri in mancanza di contraria disposizione normativa sono competenti ad eseguire le autenticazioni di cui si tratta indipendentemente dal tipo di elezione per la quale le sottoscrizioni vengono raccolte e anche se essi siano candidati alle medesime elezioni ovviamente l espletamento delle suddette funzioni da parte di tutti i pubblici ufficiali autenticanti comporta l adozione di ogni misura organizzativa idonea ad assicurare pienamente la più assoluta parità di trattamento nei confronti di tutte le forze politiche che intendono partecipare alla competizione così da garantire il godimento più diffuso dell elettorato passivo costituzionalmente garantito i comuni inoltre nell ambito della loro autonomia organizzativa valuteranno l opportunità di autorizzare l espletamento delle citate funzioni di autenticazione anche in proprietà comunali situate all esterno della residenza municipale od anche in luogo pubblico ovvero aperto al pubblico purché all interno del territorio comunale d indicazione dei delegati incaricati di designare i rappresentanti di lista e di dichiarare il collegamento nei comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti la dichiarazione di presentazione di lista deve contenere anche l indicazione di due delegati incaricati di assistere alle operazioni di sorteggio delle liste di designare i rappresentanti di lista presso ogni seggio elettorale e presso l ufficio centrale articolo 32 nono comma n 4 del testo unico 16 maggio 1960 n 570 nonché di dichiarare il collegamento con il candidato alla carica di sindaco articolo 72 commi 2 e 7 del decreto legislativo 18 agosto 2000 n 267 la facoltà di indicazione dei delegati è prevista anche nei comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti ai fini della loro assistenza alle operazioni di sorteggio delle liste e della designazione dei rappresentanti di lista presso ogni seggio elettorale articolo 30 ultimo comma del testo unico 16 maggio

[close]

Comments

no comments yet