Fra storia e leggenda, la nascita di un mito - Il Kris

 

Embed or link this publication

Popular Pages


p. 1

fra storia e leggenda rendo omaggio a correva l anno 1860 e un torinese d adozione creo con la sua fantasia e con il suo innato carisma una mitica saga che fece conoscere a noi colti europei un mondo che pareva fatato e lontano e con esso le armi di quei luoghi esotici e assolutamente sconosciute alla maggioranza di noi italiani per non parlare dei vari popoli europei che in gran parte assolutamente non conoscevano nemmeno l esistenza di tali luoghi visto che per i tempi in cui si svolgono i fatti erano veramente pochissimi gli europei a potersi permettere un viaggio cosi lungo e pieno di insidie e di italiani ve ne erano ancora meno ma come non avete ancora indovinato va bene vi do un piccolo aiuto le piaceva essere definito capitano ma aveva lavorato come mozzo su una piccola e sgangherata nave mercantile italiana che faceva rotta nel mare adriatico mai vide i luoghi che cosi bene descrisse fu torinese d adozione e alla fine della vita scrisse una frase vi saluto spezzando la penna che restò per molti anni usata come esempio e come monito per evitare che altri cadessero nelle stesse situazioni mori suicida il 25 aprile 1911 ma nella vita lascio una traccia indelebile per molte generazioni sui suoi racconti sono stati realizzati moltissimi film anche se noi italiani per vedere con i nostri occhi quello che lui immagino dovemmo aspettare i tempi mitici di mamma rai ovvero il 1976 con quello che fu uno dei suoi primi racconti di successo ditemi che avete indovinato che sto parlando di

[close]

p. 2

salgari e del suo mitico e io a quei tempi 1976 ero un ragazzetto che si ero gia stato infettato dal virus della passione per le armi a tal punto che i miei pochi momenti liberi li dedicavo alla lettura di libri che trattassero esclusivamente tale materia e fu cosi che in parte per causa del mio lavoro ebbene si ero già un fabbro da soli 3 anni immaginatevi cosa potevo provare nel vedere quello che già a quei tempi consideravo il re dei pugnali in televisione e credetemi a quei tempi erano veramente poche le occasioni di conoscere armi asiatiche alle latitudini in cui vivevo visto che la mia fanciullezza si svolgeva in un posto bellissimo ma leggermente fuori dal comune provate a vedere con i vostri occhi di cosa parlo digitate www.granparadiso.it e capirete ma per onestà gradirei che faceste prima mente locale a quanto segue qui a essere onesti bisogna tener presente molti fattori prima di cominciare a leggere perché solo in un luogo la malaysia dove esistono amalgamate una forte componente religiosa e di tradizioni popolari poteva essere concepito da una mente geniale e nascere un mito come il kris

[close]

p. 3

esemplari di kris correva il secolo xiv quando il re di janggolo invento la suddetta lama con la collaborazione dei suoi mastri forgiatori oggi il kris è a giusta ragione considerata la lama più raffinata al mondo è la lama per eccellenza della tradizione dell arcipelago malese legato indissolubilmente alla tradizione alla cultura e al misticismo dell intero popolo dell arcipelago dove convive sia nel misticismo che nella mitologia da soli 600 anni e credo che tale tradizione se si perderà nel tempo sarà sicuramente nei secoli a venire forse ma finche vi saranno nel mondo persone che come me sanno ammirare il bello e l artistico pur trattandosi di armi una traccia nel tempo sempre vi sarà e l operato di veri geni nella lavorazione dell acciaio non andrà persa .

[close]

p. 4

si narra che non esistano al mondo due kris identici visto che il maestro forgiatore secondo la tradizione lascia una parte del suo spirito nella lama stessa mentre la forgia e come tutti gli artisti lo spirito e mutevole ogni singolo giorno di vita ed ecco la motivazione attribuita dalla credenza popolare della diversità dei kris la vastità dell arcipelago malese composto da distretti e da una miriade di isole ha garantito la diversità dei kris nel tempo e come differenza saliente ogni casta eleva la lama di rappresentanza con finiture di pregio sia nel fodero che nella lama stessa con incisioni più o meno preziose con inserimento di pietre preziose di diverso tipo e di lavorazioni estremamente raffinate sull impugnatura .

[close]

p. 5

esemplari splendidi di kris di elevata casta con foderi in oro e pietre preziose notate che la stessa cura e riservata alle incisioni delle impugnature e delle lame ma la parte saliente dei kris è la composizione della lama stessa e nella particolare tipologia della lavorazione e dei componenti stessi dell acciaio utilizzato per la realizzazione di tali spettacolari lame tale lama è costruita da parti di acciaio dolce sovrapposto a udite udite ferro meteorico si avete letto bene ferro meteorico semplicemente perché in natura è l unico ferro che contiene nichel in percentuale del 3 oggi vengono realizzati con nichel puro o acciai trattati con nichel ma i pezzi che sono di casta superiore ancora oggi vengono realizzati da maestri forgiatori con la metodologia antica e con l immancabile ferro meteorico come prescrive la tradizione e credetemi sulla parola sono una vera gioia per gli occhi e per l anima ma una dannazione per il portafoglio .

[close]

p. 6

come potete vedere queste sono lame da favola come tutte quelle illustrate sino a ora la lavorazione delle lame e conosciuta nel mondo come lavorazione acciaio damasco che pochi mastri forgiatori veramente molto molto esperti sono in grado di realizzare in modo cosi superbo e con tale maestria da essere letteralmente assillati e pressati dai vari nobili per la realizzazione di kris unici che entreranno a far parte delle doti del casato quale rappresentanti del livello di casta d appartenenza .

[close]

p. 7

kris realizzato in oro avorio pietre preziose tale kris fu destinato a far parte del corredo nuziale del reggente dell isola di giava nel 1920 ma torniamo alla parte legata alla costruzione di un kris oggi come nei tempi antichi la differenza saliente fra i vari modelli sono essenzialmente due ovvero si dividono in lame diritte e lame fiammeggianti con stilizzato il drago ogni kris porta sempre un anello detto mendak che e sempre inciso e dotato di pietre preziose tale anello è un vero capolavoro di alta oreficeria che serve a separare la lama dall impugnatura inutile menzionare che ogni famiglia malese conserva una quantità di kris che varia a seconda della composizione della famiglia ,ma tutti usano conservare sia quelli degli antenati che per credenza mistica preserva una parte dell anima del possessore poi bisogna ricordarsi che il kris viene donato allo sposo dal padre della sposa e solitamente più è elevato lo stato sociale della nuova coppia e più è pregiato il kris ecco perché esistono tutt oggi veri capolavori di elevatissimo valore e non mi riferisco al solo valore

[close]

p. 8

venale dei materiali utilizzati nella lavorazione ma nel perfetto buon gusto e nella tecnica eccelsa nella realizzazione di un vero mito il mio e un giudizio di parte ma ditemi se non sono bellissimi

[close]

p. 9

ora vi racconto le origini mitiche che circondano tali bellissime armi c è un famoso vulcano sacro nell isola di giava il bromo brahma¯ con un cratere grande e profondo il suo respiro caldo esce da un lago sulfureo e sale lentamente verso l alto sembra il soffio profondo che anima le vecchie cose dell indonesia dalla piccola suppellettile ereditata al sacro gamelan selunding che si dice sia venuto dal mare dalla maschera del wayang agli orecchini di sumba i mamuli collegati agli spiriti degli antenati e alla montagna quale loro luogo di origine dal kain songket tradizionalmente tessuto da donne di alta casta al kris ed è proprio in quest arma che l indonesia esprime il suo spirito in modo impareggiabile il kris ha delle caratteristiche molto speciali e ben definite per cui è sottoposto a classificazioni di ogni genere secondo la lama diritta o a curve secondo l impugnatura il pamor la provenienza i tipi di ferro usati nella forgiatura il numero degli strati nella battitura i `presentation kris i kris pusaka ereditati e così via tutti questi tipi di classificazione sono di capitale importanza per determinare la qualità di un kris ma ve n è uno che non rientra nei confini di una mente razionale di tipo occidentale le cui coordinate spazio-tempo reale-irreale visibile-invisibile sono ben lontane da quelle delle genti malesi dell arcipelago genti che credono per precisione si dovrebbe dire `che credevano che l uomo sia in costante contatto con le influenze cosmiche positive o negative che siano e che hanno un punto di percezione molto diverso da quello occidentale che di solito è ristretto standardizzato qual è dunque questo tipo di classificazione e quello che classifica i kris secondo il loro potere e cioè i kris tayuhan o kris sakti dotati di spirito di potere magico tuah ma che cos è questo potere del kris perché un kris ha potere e chi o che cosa lo produce nell arcipelago si crede che il kris contenga qualcosa e che questo contenuto isi sia molto forte e possa costituire un vantaggio o un danno per il possessore questa credenza in realtà è tipica di molte popolazioni dall america all africa dal sud-est asiatico all oceania e si allaccia al loro modo di sentire le cose come pervase da una forza viva e misteriosa da un energia potente da una corrente fluida che viene in genere definita con la parola melanesiana mana lo spirito delle cose questa corrente scorre in modo particolare e in maggior quantità in certi oggetti i quali acquistano un potere speciale e un aura di sacralità il kris è tra questi ma il suo potere è straordinario perché arricchito da elementi sorprendenti che agiscono sulla lama sull impugnatura e sul fodero tutti insieme fanno del kris l arma di più alto grado fra tutte le armi bianche del mondo ecco molto in breve quali sono questi elementi.

[close]

p. 10

il primo è il ferro il kris è fatto di ferro possibilmente in lega con ferro meteorico che contiene nickel o titanio o di una lega di ferro e nickel simile al ferro meteorico pamor conosciamo l importanza del ferro nelle civiltà antiche sia perché considerato caduto dal cielo il ferro meteorico sia perché preso nelle viscere della terra e pensato come un embrione che matura nel seno della madre terra e che completa la sua maturazione nel crogiolo questa sua natura fa che esso abbia molto potere anzi un doppio potere che trasferisce al kris protegge dalle influenze nefaste ma può anche essere il loro strumento il rispetto per questa qualità si è protratto a lungo ed infatti fino a tempi abbastanza recenti i re malesi custodivano fra le insegne reali un pane sacro di ferro che era circondato da una grande venerazione esistono o esistevano esperti che possono valutare le qualità di un kris dal tipo di ferro con cui è stato forgiato e cioè il winduadi un ferro di colore pallido con cristalli argentati in superficie rende invisibili in battaglia il welangi giallo verdastro dà la possibilità di guadagnarsi la vita senza difficoltà il raja besi concede la facoltà di farsi obbedire da tutti e così per tanti altri tipi restando in argomento ferro il secondo elemento è il pamor non inteso come lega ma come damaschinatura o marezzatura e cioè il disegno che risalta sulla lama oppure come aggiunta dopo il completamento della lama secondo il tipo di pamor un kris può avere un tuah potere magico buono o cattivo fastidioso o difficile ad esempio il pamor udan mas pioggia d oro ha un tuah molto buono tutti possono possederlo e rende ricchi il pamor adeg un pamor verticale allontana la magia nera gli spiriti il fuoco e gli uragani naturalmente si tratta di un pamor eccezionale esclusivo e non tutti possono possederlo tra i pamor aggiunti molto misterioso è il kul buntet che appare come una spirale sulla lama ha lo scopo di proteggere da ogni malasorte e pericolo ed è molto adatto alle persone leali e fedeli ci si chiede se dietro al kul buntet ci sia la vastissima simbologia della spirale simbolo cosmico per eccellenza simbolo dei ritmi della vita del carattere ciclico dell evoluzione della fertilità ecc ed anche del viaggio dell anima dopo la morte esistono poi pamor con potere malefico come il pamor badeala non precedentemente voluto dall armaiolo il kris con il badeala viene in genere buttato via o regalato a un museo se il proprietario non si sente di eliminarlo deve allora immettere fra i suoi kris o nella sua collezione un kris con un tuah molto buono che riesca a prevenire le influenze nefaste.

[close]

p. 11

il terzo elemento è l empu il maestro armaiolo l empu è il grande mago che sposa il ferro della terra con il ferro del cielo egli è colui che dota di spirito il kris e gli dà il vero potere magico attraverso la sua forza mistica attraverso il potere dell ascesi prima di iniziare la forgiatura l armaiolo si prepara con un periodo di ritiro in un luogo chiuso pratica la meditazione bersamadi brucia offerte si concentra sulla preparazione del futuro lavoro e prega per ottenere la guida divina e degli antenati durante il suo svolgimento oppure o anche si ritira nella giungla o in una caverna dove digiuna e segue rigide pratiche ascetiche -bertapa il ritiro nella caverna ha sempre avuto un forte significato simbolico in molte tradizioni religiose perché la caverna è considerata come l utero della terra e l empu sa inconsciamente che un periodo di incubazione nell utero della madre terra gli darà un energia e un potere soprannaturali le preghiere le offerte e il silenzio si protraggono per tutto il periodo della forgiatura soprattutto in due momenti particolari il momento delicatissimo della tempra in cui il più piccolo errore può far torcere la lama a spirale rendendo vano tutto il lavoro dell armaiolo e nel momento in cui entra lo spirito nella lama e la rende un entità vivente l abilità e la conoscenza dell empu si tramandavano di padre in figlio e quasi sempre i migliori armaioli lavoravano a corte in tal caso diventavano nobili erano esenti da tasse potevano sposare fanciulle nobili ed erano trattati con la massima considerazione e deferenza gli scribi di corte registravano le genealogie degli empu gli stili di ognuno di loro le caratteristiche dei vari tipi di ferro delle forme delle lame dei pamor con i relativi poteri le indicazioni e il rituale per conservare la lama pensate con che popolo barbaro avevano a che fare i fabbri armaioli di quei lontani luoghi e cosi incivili mica come noi coltissimi europei e italiani i fabbri-armaioli di bali dispongono persino di una tradizione scritta in cui si narra della loro creazione avvenuta per intercessione del dio brahma che diede loro la s´akti l energia la forza mistica necessaria per svolgere quell attività ecco dunque le tre componenti il potere del kris la forza del ferro miscelato pamor la forza del pamor nel senso di marezzatura della lama e la forza mistica dell empu a queste tre grandi componenti si aggiungono gli elementi magici propri della lama dell impugnatura e del fodero la lama come accennato può essere diritta sarpa tapa serpente in meditazione o a curve sarpa lumaku serpente in movimento viene spontaneo ricordare il potere del serpente grande dio delle tenebre simbolo della vita del profondo signore del principio vitale e delle

[close]

p. 12

forze della natura spirito e signore delle acque del mondo sotterraneo signore della fecondità grande medico e il naga il drago-serpente simbolo di potere nella vecchia indonesia e il naga grande serpente cosmico simbolo dell eternità a volte appena terminato il kris veniva messo a contatto con le viscere e il cervello di un serpente per aumentarne la forza magica e a giava si usava tenere questi kris sotto il cuscino per assorbirne l influenza benefica non per niente dunque il naga nelle sue varie forme veniva spesso scelto anche come ornamento della lama stessa altri elementi posti sulla lama contribuiscono ad aumentarne l energia basta nominarne solo qualcuno per rendere l idea dell importanza che si attribuisce al potere del kris il makara mitico animale acquatico dotato di poteri occulti collegati alla fertilità nello zodiaco indiano corrisponde al segno del capricorno rappresentato a bali con il corpo di pesce e la testa di elefante la testa di bhoma specie di demone che vigila sul mondo degli esseri umani la testa di kala con un occhi solo chiamata bintulu che salva da ogni male e serve anche ad ottenere protezione spirituale la fiamma simbolo dell illuminazione e della trascendenza e tanti altri le impugnature rafforzano tutte queste energie per mezzo dei materiali particolari con cui vengono eseguite ad esempio l avorio fossile ricavato dal molare fossile di elefante che ha il potere di vincere le influenze nefaste delle arti magiche e un materiale molto costoso per la difficoltà di lavorazione il corallo nero chiamato akarbahar con fortissime proprietà talismaniche e usato proprio per questa ragione anche per collane e braccialetti i capelli umani che collocati all interno dell impugnatura,costituiscono uno dei materiali più potenti usati per il kris sono considerati un emanazione della forza spirituale del proprietario che permane anche dopo il taglio infatti i capelli degli eroi o delle persone di notevole importanza erano conservati e spesso fissati alle corone dei re e dei capi ed infine a bali l isola degli dei pulau dewata le divinità i semidei gli eroi e i demoni scolpiti come impugnature rassicurano rinforzano proteggono il proprietario di quest arma veramente unica vale la pena in quest ambito nominare almeno bayu in sanscrito vayu il dio del vento il grande preferito per le impugnature tiene fra le mani il vaso che contiene l acqua santa la bevanda dell immortalità ed è considerato portatore di buona fortuna il vaso ha nel mezzo una pietra preziosa che ha lo scopo di aumentare simbolicamente la fortuna portata da bayu nei foderi ciò che conta è naturalmente il legno kayu e soprattutto un tipo di legno chiamato timoho o timaha o rimanga kleinhovia hospita linn che accresce notevolmente il potere del kris il timoho è un albero speciale abitato da uno spirito che si manifesta nella grana,

[close]

p. 13

macchie strisce o disegni del legno quest albero viene tagliato solo in giorni particolari determinati dalle regole dell adat tradizione -e scelti secondo l inclinazione dell albero verso un punto cardinale il potere del timoho è diverso secondo il tipo di disegno che si presenta sul legno pelet uno di questi è il kendit che appare come una striscia e aiuta a sfuggire i pericoli più la striscia è sottile più ha valore e questo tipo di legno veniva infatti scelto per i foderi dei kris di corte ed anche per le impugnature a bali il kayu pelet prende il nome di purnama sada ed è considerato un dono degli dei e perciò non viene mai coperto nemmeno con l oro contrariamente ad altri legni dei foderi che hanno coperture in argento oro o in altri metalli o leghe credenze popolari e miti documentati se sarà necessario celebrare un matrimonio per procura uno degli sposi invierà il proprio kris e sarà come se egli stesso fosse presente alla cerimonia sarà altresì di ottimo augurio per un neonato se un kris taglierà il suo cordone ombelicale se si vorrà gettare il malocchio su qualcuno sarà sufficiente puntare il kris contro il malcapitato lo stesso si otterrà trafiggendo con esso un orma lasciata sul terreno se un pericolo minaccerà il proprietario il kris prenderà a vibrare nel fodero mettendolo in guardia i rituali per la fabbricazione dei kris più pregiati avevano aspetti quali soltanto in oriente è dato di incontrare un esemplare venne forgiato battendo un colpo di maglio ogni venerdì e il lavoro venne ultimato in diciassette anni si narra di un esemplare particolarmente malvagio dotato di vita propria che nottetempo spiccava il volo per andare a compiere delitti dopodiché si ripuliva del sangue tuffandosi in un corso d acqua e se ne ritornava buono buono nel fodero il sovrano volle porre fine alla cosa e ne ordinò la esecuzione facendolo distruggere sulla pubblica piazza con grande stupore dei presenti se ne videro i frammenti ascendere al cielo in un turbinare di scintille!

[close]

p. 14

nella certezza di avervi fatto cosa gradita fino a ora nel parlarvi di un mito ma dopo tanto aver nutrito il vostro cervello mi pare doveroso chiudere in bellezza arricchendovi ancora un po il cervello regalando ai vostri occhi la visione di qualcosa che difficilmente dimenticherete esemplari kris secolo xviii

[close]

p. 15

esemplari kris secolo xviii

[close]

Comments

no comments yet