UnderCheck N.2 Giugno

 

Embed or link this publication

Description

Rivista scacchistica umbra con cadenza mensile

Popular Pages


p. 1

d n u ri v is ta rc e sc a c hi c h s tic c e a um b k ra periodico mensile giugno 2012 n 2

[close]

p. 2

sommario manuale di scacchi 1 regole del gioco scacchi letterari 3 l eterna lotta migliora il tuo livello 7 esercizi per migliorare il proprio livello giovani 9 11 campionati giovanili studenteschi for maggio il mondo dei big 15 torneo internazionale di salento l angolo delle aperture 21 la semislava botvinnik possimi appuntamenti 24 eventi futuri e in corso i

[close]

p. 3

prefazione lo scopo di questo giornalino è quello di divulgare il gioco degli scacchi in tutta la regione umbria e perchè no anche in tutta italia l iniziativa nata da un idea di trasciatti mirko è stata ben accolta dai presidenti dei circoli umbri che hanno deciso di aiutarne la diffusione nicolas santocchi mirko trasciatti il mensile suddiviso in sezioni ha trovato responsabili/autori degni di nota infatti oltre all ideatore possiamo vantare nel nostro staff diversi importanti nomi nello scacchismo umbro quali matteoli maurizio presidente a.s.d tatanzak di terni santocchi nicolas membro del d.l.f foligno scacchi pulcini lorenzo presidente a.d circolo perugino degli scacchi e zaccagni francesco presidente a.s.d gruppo scacco matto eugubino girgenti giuseppe polisportiva dilett clt sez scacchi di terni maurizio matteoli resp manuale di scacchi mirko trasciatti resp scacchi letterari francesco zaccagni resp migliora il tuo livello nicolas santocchi resp giovani maurizio matteoli resp il mondo dei big lorenzo pulcini resp le aperture giuseppe girgenti grafica di mirko trasciatti idea di mirko trasciatti ii

[close]

p. 4

regole del gioco la scacchiera la scacchiera è per de finizione un campo di battaglia un territorio entro i cui confini si svolge un combattimento sottoposto a regole ben precise la scacchiera è composta da 64 caselle 32 bianche e 32 nere disposte in modo alternato si tratta dunque di un quadrato il cui lato è formato da 8 caselle anch esse quadrate 4 bianche e 4 nere alternate la posizione della scacchiera rispetto ai giocatori non è però lasciata al caso o arbitraria deve essere sempre la stessa determinata dalla regola che dice angolo bianco in basso a destra nella scacchiera le caselle possono essere raggruppate in colonne linee verticali in traverse linee orizzontali e in diagonali questa classificazione si rivela particolarmente utile per descrivere le mosse dei pezzi affinchè si preparino i piani strategici e tattici che mirano alla vittoria scacchiera illustrativa colonne traverse e diagonali la disposizione dei pezzi negli scacchi non si parla di pedine bensì di pezzi questi non sono tutti uguali ognuno di essi ha infatti una propria forma cui corrisponde un diverso modo di muoversi sulla scacchiera in rapporto a queste diversità d azione si determina anche il differente valore dei pezzi e il loro impiego benchè il termine pezzi venga usato genericamente per indicare anche i pedoni si fa di solito una distinzione tra questi ultimi e i pezzi propriamente detti che sono tutti gli altri all inizio della partita ogni giocatore dispone di 16 pezzi un re una donna due torri due cavalli due alfieri e otto pedoni a ciascun giocatore spettano pezzi di colore diverso bianco o nero naturalmente in certi casi bianco e nero sono de finizioni convenzionali dato che secondo il materiale impiegato i pezzi possono essere di molti colori le due formazioni avversarie possono poi distinguersi in altro modo ancora nelle scacchiere artistiche e in quelle da collezione scacchiera vuota 1 manuale di scacchi

[close]

p. 5

scacchiera lego castle prima di collocare i pezzi sulla scacchiera ricordiamo che la posizione di quest ultima deve essere tale che nella prima traversa l ultima casella alla destra del giocatore sia sempre bianca una volta disposta la scacchiera nella corretta posizione i giocatori collocano i pezzi nelle due traverse a loro più vicine all inizio della partita i pezzi sulla traversa più vicina al giocatore che manovra i bianchi sono da sinistra a destra torre cavallo alfiere donna re alfiere cavallo torre nella seconda traversa le caselle sono occupate dagli otto pedoni rispetto al giocatore che manovra i neri la serie invece sarà torre cavallo alfiere re donna alfiere cavallo torre una volta sistemati i pezzi sulla scacchiera si può dare inizio alla battaglia tenendo presente che il primo a muovere è sempre il bianco scacchiera in diamanti scacchiera in legno schieramento iniziale dei pezzi n.b la regina si trova sempre su una casa del suo stesso colore mentre il re si trova sempre su una casa del colore opposto al suo mirko trasciatti scacchiera in metallo manuale di scacchi 2

[close]

p. 6

l eterna lotta giocatore tattico contro quello posizionale la componente psicologica negli scacchi riveste inutile sottolinearlo un importanza fondamentale ne è la riprova l atteggiamento che molti giocatori hanno nei confronti del tempo spesso i valori dei giocatori sono molto diversi a seconda che si giochi una partita lampo o una partita a tempo lungo su tale argomento mi è rimasta scolpita in testa una splendida descrizione ricca di metafore scritta dall im fabio bruno che evidenzia lo stile di gioco la psicologia le virtù e le debolezze del giocatore tattico e di quello posizionale nei tornei a tempo rapido ad esempio ci sono dei veri e propri evocatori-cacciatori di attimi che si trovano perfettamente a loro agio quando sono sotto la pressione dell orologio andando spesso a vincere partite che in condizioni normali o che giocatori normali avrebbero perso una dote agonistica anche questa con cui tutti i giocatori di torneo dallo stile classico devono fare i conti piccolo vantaggio di posizione in tutta calma cerca di aumentare questo minuscolo vantaggio senza concedere all avversario la possibilità di complicare il gioco e farlo diventare una rissa fuori controllo dove i colpi bassi si sprecano i due tipi di giocatori si odiano e detestano pro fondamente ma forse alla base di questo odio c è semplicemente un po di invidia per quello che l altro sa fare uno stile in qualunque campo è figlio delle nostre qualità ma è strettamente imparentato con le qualità che non abbiamo dalle mie parti si usa dire ognuno fa tifo per quello che ha invidia che spesso cela una stima nascosta per le qualità dell avversario un pedone fondamentale per sfondare le linee nemiche indispensabile per un gioco posizionale fabio bruno durante un semilampo a gubbio nel 2005 i peggiori nemici degli evocatori­cacciatori di attimi sono i giocatori posizionali il posizionale è un giocatore dallo stile solido più tendente al difensivo che all aggressivo egli sistema il suo schieramento in modo tale da non lasciare varchi al nemico questi pre ferisce un evolversi della partita più lento senza strappi e colpi spettacolari improvvisi che presentino dei rischi si accontenta di un 3 da una parte i posizionali denigrano gli aggressivi perché rei di vincere molte delle loro partite per caso ma non è giusto de finire mera fortuna la ricerca costante di situazioni complesse e difficili confidando nella propria capacità di essere più scaltri e rapaci degli altri nel cogliere al volo le occasioni che si presentano occasioni abilmente create da loro stessi essendo per l appunto evocatori scaltrezza velocità di calcolo astuzia rapidità d esecuzione sangue freddo cattiveria una buona dose di autostima e un po di faccia tosta sono tutte qualità indispensabili per essere un forte e rispettato cacciatore d attimi ma i posizionali non sono certo una razza da snobbare sono dei formidabili giocatori scacchi letterari

[close]

p. 7

anche loro hanno delle straordinarie qualità e non solo tecniche tenere sotto controllo un intera partita non è cosa semplice entrambi gli schieramenti ben trentadue pezzi cercano di venire continuamente a contatto per scambiarsi mazzate terrificanti questo stato di cose fa vivere il posizionale costantemente sull orlo del baratro la partita potrebbe trasformarsi in una battaglia senza quartiere in qualunque momento il controllo della situazione sfuggirebbe con la rapidità della folgore e le conseguenze diventerebbero imprevedibili questo è quanto di meno si augura un posizionale anche loro hanno delle straordinarie qualità e non solo tecniche tenere sotto controllo un intera partita non è cosa semplice entrambi gli schieramenti ben trentadue pezzi cercano di venire continuamente a contatto per scambiarsi mazzate terrificanti questo stato di cose fa vivere il posizionale costantemente sull orlo del baratro la partita potrebbe trasformarsi in una battaglia senza quartiere in qualunque momento il controllo della situazione sfuggirebbe con la rapidità della folgore e le conseguenze diventerebbero imprevedibili questo è quanto di meno si augura un posizionale giocatore tattico o posizionale il faccia a faccia i posizionali a loro volta sono denigrati dagli aggressivi tacciati di essere degli assassini del gioco negli scacchi come in altri sport spesso l idea di bel gioco è legata alla giocata spettacolare e sotto questo punto di vista i posizionali non ne producono molto anzi ma si può godere di un piacevole spettacolo anche ammirando una partita perfettamente condotta strategicamente pure questo tipo di giocata tecnica può trasformarsi in un capolavoro anche perché le difficoltà nel realizzarla superano spesso quelle incontrate dai tattici mentre la caccia richiede il massimo sforzo concentrato in un relativamente breve lasso di tempo la condotta posizionale di una partita non ammette distrazioni essa si svolge sempre in una situazione di equilibrio dinamico a volte molto instabile la concentrazione e l attenzione devono essere sempre ad un livello alto come un domatore di belve feroci il posizionale non può distrarsi neanche quando pensa di avere la situazione comple tattica 1.tg7 rxh8 2.dg8 cxg8 3.txh7 cxh7 4.g7 tamente sotto controllo i pezzi avversari e a volte inspiegabilmente anche i propri improvvisamente potrebbero ribellarsi come potrebbero ribellarsi le belve in gabbia allora che ne sarebbe del povero domatore tenere sotto costante controllo una partita senza che l avversario abbia troppi sussulti e crei eccessivi problemi è compito difficile il posizionale è come un dittatore che cerca di tenere tranquilla un intera popolazione nel frattempo porta avanti i suoi piani e cerca di realizzare i suoi obiettivi ma quando il popolo si ribella le conseguenze sono sempre imprevedibili e i danni incalcolabili queste sono le motivazioni del perché il giocatore aggressivo è più amato del posizionale anche gli avversari sembrano pre ferire il giocatore aggressivo contro il posizionale li attende una lenta agonia fino all ultimo si ha l impressione di riuscire a cavarsela poi il scacchi letterari 4

[close]

p. 8

il tempo nostro alleato o nostro nemico?

[close]

p. 9

triste risveglio nessuna via di scampo contro l aggressivo se le cose vanno male un colpo secco e via la so fferenza è breve citando schiller meglio una fine spaventosa che uno spavento senza fine in una partita tra un cacciatore e un posizionale appare chiaramente la volontà del cacciatore di evocare continuamente attimi complicanti mentre è altrettanto chiaro come il posizionale molto abilmente riesca a non farli nemmeno avvicinare il suo scopo non è di catturarli o allontanarli ma semplicemente di non averci a che fare il sacrificio in h7 la battaglia si snoda quasi interamente su questi binari chi dei due riesce a imporre il proprio stile quasi sempre avrà partita vinta in queste difficili e a volte drammatiche situazioni è davvero interessante osservare come cambia il volto dei contendenti la stessa mimica è un segnale chiaro ed inequivocabile di quello che sta succedendo sulla scacchiera l espressione del posizionale quando si accorge che la partita sta sfuggendo al suo controllo diventa triste e mesta sembra quasi caduto in depressione e incapace di reagire appare rassegnato al triste destino gli attimi da lui repressi ora scatenati attaccano da tutte le parti e la scarsa reattività della vittima dovuta soprattutto alla perdita del controllo della partita più che a una vera e propria inferiorità tattica è dovuta ad un fattore psicologico egli tende a bloccarsi davanti al caos il cacciatore lo sa e spinge astutamente con tutte le forze verso una situazione di gioco molto complessa egli prova visibilmente piacere con espressioni e sguardi diabolici che rasentano la cattiveria pura del manifesto smarrimento del suo avversario non bisogna però per questo mal giudicare il cacciatore e compatire troppo il posizionale infatti quando i ruoli si invertono ed è il posizionale ad avere la meglio l espressione del cacciatore appare come quella di un cane bastonato a volte per un po sembra una fiera chiusa in gabbia qualche ruggito più un lamento che altro e poi di nuovo giù decisamente abbacchiato egli tenta di divincolarsi dalla morsa in tutti i modi ma la stretta del posizionale assomiglia alla presa di una grossa piovra i suoi tentacoli sembrano dappertutto ogni tentativo di sfuggirgli è inutile per la preda non c è scampo è solo una questione di tempo il suo destino è segnato il volto del posizionale diventa sicuro lo sguardo deciso di chi ha la consapevolezza di essere il più forte non guarda l avversario dall alto in basso non lo guarda proprio come per dire tu non esisti il suo atteggiamento è di superiorità quasi divina di onnipotenza faccio di te quello che voglio ti farò so ffrire e poi chiuderò il conto quando mi sarò stancato del giocattolo il tutto mentre gli attimi ora impotenti possono soltanto fare da spettatori tenuti abilmente a debita distanza da quell incantatore di serpenti e attimi che è il giocatore di posizione tratto dall articolo dell im fabio bruno fuggiti stagnanti feroci quanti attimi negli scacchi francesco zaccagni scacchi letterari 6

[close]

p. 10

migliora il tuo livello nicolas santocchi istruzioni negli esercizi proposti di seguente la mossa spetta al bianco che dovrà trovare o una combinazione che porti allo scacco matto finale o semplicemente a un guadagno di pezzi esempio nei primi 10 esercizi lo scopo è quello di dare scacco matto in un determinato numero di mosse mentre negli ultimi l obiettivo diventa quello di vincere catturando uno o più pezzi dell avversario la difficoltà sarà sempre crescente man mano che si avanzerà per aiutare il lettore abbiamo deciso di assegnare ad ogni esercizio un livello di difficoltà che andrà dall 1 al 5 le soluzioni le potete trovare in fondo alla pagina buon divertimento a tutti 1 difficoltà 1 matto in 1 3 difficoltà 1 matto in 1 5 difficoltà 1 matto in 1 2 difficoltà 1 matto in 1 4 difficoltà 1 matto in 1 6 difficoltà 2 matto in 3 7 migliora il tuo livello

[close]

p. 11

7 difficoltà 2 matto in 3 10 difficoltà 2 matto in 3 13 difficoltà 3 vincere 8 difficoltà 2 matto in 3 11 difficoltà 4 vincere 14 difficoltà 5 vincere 9 difficoltà 2 matto in 3 12 difficoltà 3 vincere 15 difficoltà 5 vincere soluzioni 1 1.cb5 2 1.ah5 3 1.e4 4 1.f7 5 1.af6 6 1.dxg7 cxg7 2.th6 rg8 3.ce7 7 1.ce6 dxe6 2.dh6 rxh6 3.af8 8 1.dg7 txg7 2.ch6 rh8 3.fxg7 9 1.df8 txf8 2.txf8 rd7 3.e6 10 1.cb6 cxb6 2.c7 cd5 3.axd5 11 1.af7 rxf7 2.e6 axe6 3.dxa5 12 1.ad6 de1 2.g3 dxg3 3.axg3 13 1.axh6 gxh6 2.txh6 rg7 3.ab7 rxh6 4.axa6 14 1.txe6 fxe6 2.dxf8 rxf8 3.cxe6 re7 4.cxc7 15 1.tf6 dxf6 2.e5 rxe5 3.cg4 migliora il tuo livello 8

[close]

p. 12

camp giovanili studenteschi fase provinciale di terni in rappresentanza di 11 scuole della provincia di terni sono stati 74 i giovani scacchisti che si sono sfidati venerdì 25 maggio nella fase provinciale dei giochi studenteschi di scacchi realizzata grazie all impegno del pro f mauro esposito responsabile educazione fisica e sportiva dell ufficio provinciale scolastico e di tutti i dirigenti scolastici gli insegnanti ed i genitori coinvolti nei progetti scolastici di divulgazione del nobil giuoco hanno partecipato alla competizione le scuole a moro e c battisti della direzione didattica aldo moro istituto comprensivo de filis scuola secondaria di primo grado luigi valli la scuola primaria sandro pertini della direzione didattica narni scalo scuola secondaria di primo grado orazio nucola scuola primaria don milani scuola primaria g e a garibaldi di narni liceo scientifico gandhi di narni hanno partecipato alla competizione le scuole a moro e c battisti della direzione didattica aldo moro istituto comprensivo de filis scuola secondaria di primo grado luigi valli la scuola primaria sandro pertini della direzione didattica narni scalo scuola secondaria di primo grado orazio nucola scuola primaria don milani scuola primaria g e a garibaldi di narni liceo scientifico gandhi di narni scuola primaria classifica scuole 1 classificata scuola primaria pertini narni scalo 2 classificata scuola primaria de amicis terni 3 classificata scuola primaria don milani terni classifica assoluta 1 assoluto camuzzi filippo scuola primaria de amicis terni 2 assoluto meschini marco scuola primaria pertini narni scalo 3 assoluto badini michele scuola primaria don milani terni 9 giovani

[close]

p. 13

classifica classi iv-v 1 classificato francia alessandro scuola primaria g e a garibaldi narni 2 classificato cardinali veronica scuola primaria don milani terni 3 classificato arbuatti lucrezia scuola primaria pertini narni scalo scuola secondaria di primo e secondo grado classifica scuole primo grado 1 classificata scuola luigi valli narni scalo 2 classificata scuola de filis terni 3 classificata scuola orazio nucola terni classifica classi i-ii-iii 1 classificato menichini jacopo scuola primaria de amicis terni 2 classificato ortega wil scuola primaria de amicis terni 3 classificato bianconi tommaso scuola primaria don milani terni classifica scuole secondo grado 1 classificata liceo scientifico gandhi narni scalo classifica assoluta 1 assoluto lupini michele scuola secondaria di primo grado orazio nucola terni 2 assoluto ivghenie iulian cristian istituto comprensivo de filis terni 3 assoluto ruggeri lorenzo istituto comprensivo de filis terni top 30 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 5.0 4.5 4.5 4.0 4.0 4.0 3.5 3.5 3.5 3.5 3.5 3.5 3.5 3.5 3.5 3.5 3.0 3.0 3.0 3.0 3.0 3.0 3.0 3.0 3.0 2.5 2.5 2.5 2.5 2.5 camuzzi filippo meschini marco badini michele francia alessandro cardinali veronica arbuatti lucrezia chieruzzi filippo lucci lorenzo menichini jacopo gallo gianmarco calin andrei emiri matteo ortega wil bianconi tommaso abarintos heartly seghetti matteo paci federico lunetta nicolò blasi maya colantoni cristian harjot kaul scavone samuele montini francesco bussoletti filippo giuli nicolò francia elisabetta sini lucrezia bartola pierfrancesco sordini irene kaur simranjit top 14 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 5.0 5.0 4.0 4.0 4.0 4.0 3.0 3.0 3.0 3.0 2.0 1.0 1.0 0.0 lupini michele ivghenie iulian ruggeri lorenzo posati giulio francia leonardo cozza giorgio maninder pal berecocchi emily corvi aurora schiaroli antonio tincano giulia binella francesca leonardi michela quintarelli orietta maurizio matteoli giovani 10

[close]

p. 14

for maggio nei giorni 26 e 27 maggio la città di trevi ha visto popolarsi le proprie vie principali grazie alla manifestazione organizzata dalla protrevi l evento dedicato al formaggio ha portato nella piazza centrale e nelle vie del centro numerose bancarelle adibite ad oggettistica legata all evento a gruppi musicali e a molte manifestazioni collaterali tra le quali non potevamo mancare noi con il nostro gioco infatti sabato 26 alle ore 15.00 presso il circolo di lettura il campione italiano uisp 2007 di categoria b e campione regionale 2011 mirko trasciatti si è esibito in una simultanea su 20 scacchiere bevilacqua gianluca e vukelaj albano i complimenti vanno davvero a tutti quanti perchè nessuno ha dimostrato di commettere errori gravi ma soprattutto nessuno ha lasciato mai pezzi in presa durante la simultanea molta la gente che si è fermata ad osservare e molti i ragazzi che si sono cimentati nell impresa dopo ore di gioco ecco spuntare i verdetti finali ad entusiasmare per il loro gioco sono stati solo in pochi ma ognuno di loro ha saputo tirare fuori delle ottime doti i loro nomi sono vukelaj albano ha saputo affrontare un ottima inglese perdendo solo per aver commesso dei piccoli errori posizionali langeli nicolò è arrivato in finale solamente con una torre contro un cavallo e un alfiere bevilacqua leonardo si è trovato a giocare un tagliente gambetto di re e bevilacqua gianluca campione provinciale under 8 seppur con la donna in più non è riuscito a reggere l enorme pressione di un attacco mirato ai propri pezzi comunque sia la scacchiera gigante messa in piazza centrale nella giornata di domenica invece si è svolto sempre presso il circolo di letturail 1° tro feo regionale scolastico di scacchi formaggio che ha visto la partecipazione di ben 42 ragazzi durante il torneo tra mille battaglie e mille pezzi nemici fatti prigionieri c è stata la ormai solita e gradita pausa per la meranda o fferta dal bar del circolo alla fine della giornata si sono potuti finalmente assegnare i diversi titoli a vincere il torneo è stato uno dei giovani più promettenti del territorio folignate ovvero francesconi giacomo che chiudendo il torneo imbattuto ha concluso con uno strabiliante 11 giovani

[close]

p. 15

mirko trasciatti durante la simultanea

[close]

Comments

no comments yet