mondorealenumero146

 

Embed or link this publication

Description

mondorealenumero146

Popular Pages


p. 1

n seve s y da editoriale di simone di giulio anno v numero 29 20 luglio 2012 n.146 con questo fondo come li chiama l amico luigi gioacchini mi brucerò qualche papabile abbonato ne sono sicuro però certe cose non le sopporto più sarà la vecchiaia sarà che mi girano boh manca l acqua e quando torna è inquinata tutti a lamentarsi un bla bla bla continuo un chiacchiericcio che da sui nervi poi silenzio 30 cittadini nel consiglio comunale di domenica mattina senza aria condizionata e 20 persone alla manifestazione di piazza chiude l ufficio postale per 4 mesi solito bla bla bla che poi finirà come al solito a tarallucci e vino con il solo paolo di capua a combattere una battaglia nemmeno sua questione immigrati sembrava la piaga dell estate 2011 in quella 2012 si è trasformata nella solita bolla che non interessa più a nessuno c è la crisi sono cinque anni che sento `sta solfa ormai è diventata la più classica delle frasi fatte si usa ovunque anche in risposta alle nostre proposte di inserzione pubblicitaria l italiano e il sezzese in particolare hanno la capacità di abituarsi a tutto facendo spallucce sembriamo tutte piccole cellule nel vasto universo darwiniano se non la capite ve la fate spiegare dagli scienziati quelli veri noi abbiamo già dato attualita sezze caos poste la soluzione doppio turno lascia perplessi attualita maenza che fare della scuola dismessa a farneto pucci vendiamola cultura appuntamenti a norma c è la notte rosa ma anche sermoneta è full priverno al castello di san martino riaprono il bar e il ristorante roccagorga via fornace resta chiusa e il comitato si rivolge in procura eventi la ludoteca orso rosso nella tesi di maria d annizzo

[close]

p. 2

mondore@le numero 146 20 luglio 2012 speciale amianto nemico invisibile a venti anni dal divieto restano ancora aperte le questioni legate alla dismissione di simone di giulio un problema tipicamente `italiano fino a venti anni fa era la soluzione per tutti i problemi grazie alle sue caratteristiche ignifughe e coibentanti poi qualcuno andò ad approfondire la questione e scoprì l alto tasso cancerogeno dell elemento in questione l amianto un insieme di minerali del gruppo degli inosilicati appartenente alle serie mineralogiche del serpentino e degli anfiboli da lì tutta una serie di iniziative atte alla dismissione o almeno ad una serie di controlli periodici per evitare la dispersione nell ambiente delle polveri contenenti fibre d amianto che se respirate possono causare gravi patologie l asbestosi per importanti esposizioni tumori della pleura e carcinoma polmonare lo stato ha stabilito tre metodiche per la bonifica dell amianto la rimozione quindi eliminare materialmente la fonte di rischio l incapsulamento cioè impregnare il materiale con l uso di prodotti penetranti e ricoprenti il confinamento vale a dire l installazione di barriere in modo da isolare l inquinante dall ambiente la rimozione è il procedimento più utilizzato perché elimina ogni potenziale fonte di esposizione ed ogni bisogno di attuare cautele rispettive alle attività che vengono svolte nell edificio gli svantaggi che porta questo tipo di bonifica sono l esposizione dei lavoratori a livelli elevati di rischio la produzione di contaminanti ambientali la produzione di alti quantitativi di rifiuti tossici e nocivi che devono essere smaltiti in determinati depositi e i tempi di realizzazione lunghi oltre ai costi molto elevati l incapsulamento consiste in un trattamento con prodotti penetranti o ricoprenti che permettono di inglobare le fibre di amianto e consente di costituire una pellicola di protezione sulla superficie esposta i costi e i tempi di intervento appaiono decisamente più contenuti non è necessario applicare un materiale sostitutivo e di conseguenza non vengono prodotti rifiuti tossici inoltre il rischio è minore per i lavoratori addetti e per l ambiente l unica verifica di cui necessità questa modalità di bonifica è un programma di controllo e manutenzione in quanto l incapsulamento può alterarsi e venire danneggiato nel corso del tempo la terzaq opzione quella del confinamento consiste nel posizionare una barriera a tenuta che possa dividere le aree che vengono utilizzate all interno dell edificio dai luoghi dove è collocato l amianto per evitare che le fibre vengano rilasciate all interno dell area il processo deve essere accompagnato da un trattamento incapsulante il vantaggio che se ne ricava è quello di creare una barriera resistente agli urti il suo utilizzo è idoneo per materiali facilmente accessibili soprattutto per quanto riguarda le aree circoscritte i costi sono accessibili a meno che l intervento non richieda lo spostamento di impianti quali elettrico termoidraulico e di ventilazione fondamentali controllo e manutenzione direttore responsabile simone di giulio vicedirettore luca morazzano caporedattrice paola bernasconi redattori mario giorgi marco fanella roberto tartaglia responsabile web alessandra carconi progetto grafico e sito web sketch[idea stampato presso artegraf via marittima 75 priverno contatti www.onirikaedizioni.it www.myspace.com/mondoreale mondorealemagazine@gmail.com tel 3394966093 la redazione di mondore@le sede di onirika edizioni si trova in via casali iv tratto snc 04018 sezze lt testata registrata presso il tribunale di latina il 29 febbraio 2008 rg 128/08 vg cr.323 registrazione stampa n.892 iscritto al roc dal 7 marzo 2008 n° iscrizione 17028 ogni forma di collaborazione con onirika edizioni salvo accordi presi in precedenza È da ritenersi totalmente gratuita 2 chiuso in redazione il 18 luglio 2012

[close]

p. 3

mondore@le numero 146 20 luglio 2012 speciale regole da rispettare obiettivi di programma il vademecum per evitare disastri di simone di giulio pericolo amianto ecco il vademecum per evitare problemi maggiori innanzitutto occorre mantenere in buone condizioni i materiali contenenti amianto prevenire il rilascio e la dispersione secondaria di fibre intervenire correttamente quando si verifichi un rilascio verificare periodicamente le condizioni dei materiali contenenti amianto particolare attenzione alle regole dovrà essere tenuta da proprietario dell immobile e/o dal responsabile dell attività che vi si svolge egli dovrà designare una figura responsabile con compiti di controllo e coordinamento di tutte le attività manutentive che possono interessare i materiali di amianto tenere un idonea documentazione da cui risulti l ubicazione dei materiali contenenti amianto sulle installazioni soggette a frequenti interventi manutentivi caldaia e tubazioni dovranno essere poste avvertenze allo scopo di evitare che l amianto venga inavvertitamente disturbato garantire il rispetto di efficaci misure di sicurezza durante le attività di pulizia gli interventi manutentivi e in occasione di qualsiasi evento che possa causare un disturbo dei materiali di amianto per questo motivo dovrà essere predisposta una specifica procedura di autorizzazione per le attività di manutenzione e di tutti gli interventi effettuati dovrà essere tenuta una documentazione verificabile il proprietario dell edificio dovrà inoltre fornire una corretta informazione agli occupanti sulla presenza di amianto nello stabile sui rischi potenziali e sui comportamenti da adottare nel caso si debba intervenire su materiali friabili il piano deve prevedere la mappatura di tutti i materiali di amianto presenti nello stabile l individuazione delle misure di prevenzione da adottare durante le attività di pulizia in presenza di materiali di amianto friabili esposti soprattutto se danneggiati la pulizia quotidiana dell edificio deve essere effettuata con particolari cautele impiegando esclusivamente metodi ad umido con materiali a perdere e/o aspiratori con filtri ad alta efficienza dovrà essere istituito un sistema di autorizzazione che consenta al responsabile del programma di manutenzione di venire a conoscenza di tutti gli interventi che vengono effettuati e di stabilire di volta in volta le misure da attuare inoltre devono essere definite specifiche procedure riguardanti le modalità operative le attrezzature impiegate la protezione dei lavoratori quelli che eseguono gli interventi devono ricevere un adeguata istruzione sul rischio sulle procedure e sulle tecniche operative sull uso corretto dei mezzi individuali di protezione l edificio andrà fatto ispezionare almeno una volta l anno in provincia il pericolo si chiama eternit di simone di giulio il pericolo maggiore nelle nostre zone è rappresentato dall eternit il materiale composto da cemento e amianto brevettato nel 1901 dall austriaco ludwig hatschek che per la sua elevata resistenza viene battezzato eternit perché nelle intenzioni del suo inventore sarebbe durato per tutta l eternità il boom dell utilizzo di questo materiale in provincia di latina si colloca nell immediato dopoguerra e coinvolge soprattutto le attività agricole tanti gli agricoltori che decidono di affidarsi alla resistenza e alle caratteristiche tipiche di questo tipo di cemento resistente al fuoco e coibentante soprattutto tantissime baracche capannoni oltre alle tubature vengono realizzati con l amianto e l agro pontino diventa un enorme distesa di eternit tra i tanti edifici costruiti con questo sistema basta citare la ex monte amiata i cui tetti sono tutti in amianto quando si scopre la pericolosità di questa sostanza purtroppo subentra anche l ignoranza nell ultimo decennio del secolo scorso si registrano tantissimi casi di risoluzione del problema tramite il fai da te molti agricoltori forse preoccupati dell esborso economico chiamati a sostenere decidono di liberarsi dell amianto nei modi più assurdi molti arrivano addirittura a smantellare i loro capannoni non rispettando il minimo concetto di compattezza fondamentale per evitare la dispersione delle microparti e sotterrano l amianto nella terra tanti troppi i casi di questo genere registrati nel corso di due decenni da quando in italia è diventato legge il divieto di utilizzarlo ancora oggi l ignoranza la fa da padrone il fai da te porta con sé enormi rischi per se stessi e per gli altri la spesa per la manutenzione è decisamente sostenibile mentre più alta nel caso di perdita della compattezza risulta essere quella dell eventuale rimozione molti comuni in italia però si sono già mossi tramite gli assessorati ai lavori pubblici per rendere più snelle burocraticamente le aperture delle pratiche un modo questo per affrontare sensibilmente e senza allarmismi un problema che già è costato tantissime vite umane e che non è ancora concluso 3

[close]

p. 4

mondore@le numero 146 20 luglio 2012 latina l impresa delle donne della tacconi il presidio porta una commessa di luca morazzano forse è arrivata la soluzione che ripaga le donne della tacconi sud dopo 543 giorni e 543 notti di presidio in uno stabilimento che grazie alla loro forza di volontà non ha chiuso ventinove ragazze donne madri compagne hanno tenuto duro contro una decisione quella della proprietà che imponeva la chiusura dello stabile ogni giorno hanno tenuto in perfetta efficienza i macchinari impedito che di notte il magazzino venisse svuotato del materiale buono hanno lottato contro l indifferenza degli operai delle altre fabbriche di parte dei sindacati della politica e delle istituzioni la tacconi sud emanazione della tacconi nord è un industria del ramo tessile di qualità produce divise per la polizia e altri corpi dello stato giubbotti antiproiettile e lavora il goretex essenziale per produzioni di livello come quella tenda gonfiabile blu vista da tutti in funzione in occasione delle recenti emergenze nazionali abruzzo emilia romagna ecc o le barriere per impedire l inquinamento del mare quelle che circondano il relitto della concordia e l ultimo stabilimento costruito con i finanziamenti della cassa del mezzogiorno la perfetta sintesi della politica di investimenti al sud industriali del nord che attratti da questi fondi arrivavano ad imprendere nel sud per poi ritornarsene via a metà degli anni novanta i soci della tacconi cominciano a delocalizzare in romania da allora inizia un calvario fatto di uscite e rientri in fabbrica cassa integrazione stipendi non pagati e minacce di chiusura fino al 22 dicembre del 2010 l atto finale l imprenditore manda una lettera a sindacati ed operaie cessazione dell attività la tacconi è sotto fallimento nel frattempo operaie e sindacato hanno trovato un imprenditore disposto ad affittare l azienda per tre anni la comp tech europe che lavora nel ramo ferroviario nautico ed aereo la fabbrica continuerà a vivere e le operaie torneranno al lavoro dal 21 febbraio scorso sono senza stipendio e senza gli 800 euro di cassa integrazione nei giorni scorsi ,presso lo studio del dott salvatore percuoco curatore della tacconi sud è stato firmato l accordo tra il curatore della tacconi sud l imprenditore lindo lapegna il segretario generale della femca cisl roberto cecere e la rsu della tacconi sud nelle persone di rosa emilia giancola antonella marano e maria teresa trotta il presidio continua per motivi di sicurezza e per favorire l ingresso del nuovo imprenditore non dimentichiamo il sostegno silenzioso della legge nella persona del giudice amatore il quale ci ha seguito sin dalle prime udienze tenendo conto dell impegno complicato che avevamo assunto presidiando la tacconi sud la nostra difesa legale nella persona dell avvocato fabio leggiero che ha ha curato le carte che hanno sancito l inizio di questa vittoria 4 la regione resuscita la metro leggera de marchis e porcari sollevano dubbi di luca morazzano arriverà mai il tempo della metro leggera a latina forse si almeno questo si evince dal via libera arrivato dalla giunta regionale che ha approvato la delibera che consente di sbloccare la realizzazione di una tramvia leggera di superficie fra latina scalo latina e i quartieri di nuova latina e nascosa collegando così le diverse zone della città con il resto della rete del trasporto pubblico locale l investimento complessivo dell opera ammonta a 139,6 milioni di euro in parte derivante da investimenti privati e in parte da finanziamenti pubblici restano numerosi però i dubbi sulla effettiva possibilità di realizzare il progetto che sin dall inizio ha incontrato diversi oppositori e molti ostacoli nell iter burocratico se da una parte l amministrazione comunale prende atto con grande soddisfazione della decisione adottata dalla regione dall altra il pd è alquanto critico abbiamo provato a interpretare politicamente la criptica nota diramata dal presidente polverini e oggettivamente risulta difficile capirne il senso la portata e soprattutto gli obiettivi il capogruppo del partito democratico in consiglio comunale giorgio de marchis specifica non è chiaro se la regione intenda partecipare alla realizzazione dell opera e soprattutto non è chiaro il ruolo di cotral per quanto concerne la gestione questa è già stata affidata con la convenzione sottoscritta dal comune di latina quella della regione sembra più che altro una mera dichiarazione di intenti una dichiarazione che ha l unico obiettivo di rilanciare l appannata immagine della giunta polverini e della giunta di giorgi il consigliere comunale del pd fabrizio porcari aggiunge in questa circostanza anche la dichiarazione di intenti della regione rischia di provocare enormi danni alla comunità latinense gran parte delle forze politiche locali avevano capito che il progetto della metro era avviato su un binario morto tanto che il comune era arrivato a costituire una commissione di esperti che doveva studiare il percorso di uscita dal progetto ora la decisione della regione rischia di rilanciare un progetto fallimentare spianando la strada all apertura di qualche cantiere al quale non seguirà la realizzazione definitiva dell opera concludono quindi in coro de marchis e porcari ancora oggi non è chiaro chi sosterrà i costi della gestione e in questa prospettiva la dichiarazione della regione non fa che aumentare la confusione È chiaro invece che tra errori e progettisti è costata oltre due milioni e mezzo di euro

[close]

p. 5



[close]

p. 6

mondore@le numero 146 20 luglio 2012 sezze tempio di saturno chi se lo ricorda il comitato madonna della pace scrive al ministero di simone di giulio dopo aver registrato la scarsa sicurezza nel quartiere il comitato `madonna della pace rilancia e pone la sua attenzione su un bene totalmente abbadonato dalle amministrazioni che nel corso di decenni si sono succedute il tempio di saturno in una nota inviata al ministero per i beni e le attività culturali i rappresentanti del comitato sottolineano la situazione di pericolo in cui versa l area intorno al cosiddetto bastione il tempio è costituito da poderose mura megalitiche inserite nel tessuto urbano e odiernamente versano in uno stato di assoluto degrado tant è che la vegetazione ormai è diventata padrona ricoprendole totalmente si da anche il caso che da tantissimi anni viene sistematicamente perpetrato un assurdo scempio a discapito di tale sito archeologico e nessuno mai si è preoccupato in particolare le varie amministrazioni succedutesi di far rispettare le regole ed i vincoli a cui è sottoposto e la degradata situazione è sotto gli occhi di tutti quello che più preoccupa è la situazione statica di tale manufatto che presenta vistose crepe dovute allo spostamento dei poderosi massi di pietra presenti in tale mura per un improvviso cedimento degli stessi massi di pietra si determinerebbe un loro roteamento e finire rovinosamente sui sottostanti edifici con le chiare conseguenze che ne deriverebbero ovverosia mettere a serio rischio l incolumità pubblica per questo motivo conclude la nota del comitato spontaneo `madonna della pace chiediamo un autorevole intervento affinché siano adottate e/o fatte adottare le dovute misure precauzionali e far sì che tale manufatto torni a splendere nella sua maestosità e quindi ritornare ad essere adibito a percorso storico artistico e culturale a disposizione dell intera collettività poste situazione ormai allo sbando disagi per la chiusura dell ufficio in centro di simone di giulio poste italiane promette tagli in tutta la provincia di latina sei gli uffici destinati a chiudere e sezze prima degli altri paga già alcuni disservizi dopo la decisione di chiudere la struttura di sezze centro quella in piazza de magistris a causa di lavori previsti per questa estate l amministrazione e gli stessi vertici provinciali si erano dati da fare per trovare una soluzione che non avrebbe arrecato disagio ai cittadini a sorpresa e senza che nessuno ne fosse a conoscenza a metà giugno poste italiane aveva inviato una struttura mobile che si era posizionata all interno del parcheggio adiacente al centro sociale calabresi da qui una serie di proteste dei cittadini che non ritenevano quella struttura idonea all accoglienza di un numero così grande di clienti soprattutto nel periodo estivo il comune quindi si era mosso per trovare un alternativa proponendo una struttura in via 6 piagge marine il sopralluogo sembrava aver convinto i responsabili di poste italiane che poi però ci hanno ripensato e hanno deciso di spostare gli impiegati nelle sedi di colli ed in quella di sezze scalo aumenteranno i turni pomeridiani e si cercherà di far fronte ad ogni disagio anche se già sono in molti a preoccuparsi di come raggiungere i due uffici quello di colli assolutamente non idoneo ad un numero così alto di clienti e quello dello scalo che porta con sé enormi difficoltà di carattere logistico i lavori di ristrutturazione dell ufficio di sezze centro dovrebbero durare non meno di 120 giorni sulla questione è intervenuto il comitato acqua pubblica di sezze il cui portavoce paolo di capua ha detto la soluzione può essere quella del locale in via piagge marine oppure l utilizzo di un container inchioderemo tutti alle loro responsabilità e non faremo sconti

[close]

p. 7

mondore@le numero 146 20 luglio 2012 pontinia rotta contro un nuovo mostro dopo la turbogas è battaglia alla centrale a biomasse di roberto tartaglia dopo la turbogas il comune di pontinia ritenta il colpaccio mettendo i bastoni tra le ruote al secondo progetto che da anni tenta di posare le grinfie sul territorio pontino quello della centrale a biomasse proposta dalla pontinia rinnovabili s.r.l la scorsa settimana si è tenuta presso la segreteria della presidenza del consiglio dei ministri una riunione che ha visto la presenza anche del comune di pontinia della pontinia rinnovabili della provincia di latina e della regione lazio con all ordine del giorno l avvio dell istruttoria per l ottenimento dell aia autorizzazione integrata ambientale senza la quale non sarà possibile procedere col progetto ciò che è emerso è che la soluzione migliore sarebbe quella di ricominciare tutto daccapo con una conferenza dei servizi ma ci si chiede a cosa servirebbe nulla sembra essere mutato il comune dice no e senza il suo parere positivo non si va avanti la pontinia rinnovabili dice che si tratta di un progetto valido e che creerebbe centinaia di posti di lavoro e libralato consulente del comune in materia ambientale che dice È convinto che davide possa sconfiggere di nuovo golia come fatto con la turbogas a detta degli esperti una simile centrale provocherebbe forti danni all ambiente rurale di pontinia e alla salute collettiva come si legge anche nel documento ufficiale portato in riunione si evidenzia che gli impianti di energia rinnov abile in particolare fotovoltaico hanno reso autosufficiente la produzione con energie rinnovabili a basso impatto al contrario della produzione inquinante come dimostra il professor federico valerio della centrale a biomasse l unico soggetto ancora ben disposto a parte la pontinia rinnovabili per ovvie ragioni è la regione lazio secondo la quale basta solo un po di buona volontà per raggiungere un accordo una questione spinosa che va avanti dal 2004 quella delle biomasse da quando cioè l ex sindaco mochi espresse opinione favorevole poi arrivò tombolillo e mise il bastone tra le ruote al progetto un opposizione dettata sia dalla preoccupazione per la salute pubblica vista la documentazione nelle mani del comune che conferma la correlazione tra impianto a biomasse ed elevata incidenza di tumori sia da un sovradimensionamento dell impianto rispetto a quanto sancito dal piano energetico provinciale preferiamo il fotovoltaico dichiara il sindaco un progetto del valore di 90milioni di euro che vedrebbe l utilizzo di 9 ettari di terreno per edificare un impianto in grado di sfruttare biomasse coltivazioni residui vegetali da attingere non si sa dove per oltre 200 tonnellate l anno i rifiuti sono ovunque sacchetti di immondizia invadono le vie di roberto tartaglia molti fanno finta di non vedere e non sapere altri negano perfino i documenti e le firme qualcuno si definisce `politico solo perché ha una tessera in tasca magari come corrispettivo di una raccomandazione per un incarico o un posto di lavoro la realtà la descrivono le immagini anche se a qualcuno dà fastidio queste le dure affermazioni di giorgio libralato ciò che le ha scatenate è l inarrestabile malcostume che vede il deposito di rifiuti in luoghi non consentiti si possono trovare nella centralissima via trieste vicino la scuola di borgo pasubio la gente non si ferma nemmeno a depositarli dentro li gettano o li scaricano da suv e furgoni dice libralato ma anche in periferia come nei pressi del locale notturno s.p.q.r sulla migliara 51 in zona cotarda e ancora in via della striscia all angolo con via migliara 47 È indubbio che si vuole risolvere un problema occorre conoscerlo studiarlo se si vuole amare un posto un luogo un paese bisogna amarlo ­ prosegue libralato la competenza significa studio approfondimento tempo impegnato c è chi ha un posto pubblico e `durante lo svolgimento delle sue funzioni consulta internet per scopi personali e per diffamare È evidente che i cassonetti vanno rimossi e che occorre passare alla raccolta porta a porta per togliere ai vandali agli incivili la possibilità di degradare pontinia tanto loro tirano il sasso e nascondono la mano come tanti pseudo politici 7

[close]

p. 8

mondore@le numero 146 20 luglio 2012 roccagorga via fornace resta chiusa il comitato pronto a rivolgersi alla procura di luca morazzano sono in corso da troppo tempo i lavori in via fornace a roccagorga e da troppo tempo la via che collega i prati con la parallela sottostante che porta all incrocio con le quattro strade verso priverno e a quello con maenza in direzione opposta resta chiusa con discapito per gli automobilisti di passaggio ma ancor di più per i non pochi residenti basta leggere la tabella che riporta come data di consegna lavori alla ditta incaricata di svolgerli il 16 novembre 2010 che sarebbe stato un intervento lungo lo si è capito dalla stessa affissione che parla di una durata di 141 giorni ma da quella data il tempo trascorso è ben di più basti pensare che sono già passati più di tre mesi da quando a roccagorga si è costituito un comitato spontaneo per chiedere interventi urgenti di messa in sicurezza e di ripristino della viabilità di via fornace nella zona cavatella nonostante la raccolta di firme nonostante l interessamento del difensore civico della regione lazio nonostante che lo statuto comunale preveda che attraverso queste forme la petizione i cittadini possono democraticamente far valere le loro ragioni nonostante le tante sottoscrizioni l amministrazione comunale continua a far finta di nulla e stato svolto un consiglio comunale lo scorso 29 giugno e di tutto si è parlato tranne che di questo problema posto da centinaia di cittadini dopo gli ennesimi tentativi naufragati il predetto comitato torna ad esprimere tutto il loro disappunto sono i fondatori del comitato che trovano assurdo il comportamento degli attuali amministratori come residenti di via fornace e come cittadini di roccagorga in generale ­ si legge in una nota riteniamo intollerabile che di fronte ad un emergenza come quella che stiamo subendo l amministrazione comunale invece che farsi carico del problema continui a tirare a campare con dichiarazioni di circostanza e spesso contraddittorie si parla di un `fantasioso collaudo nelle dichiarazioni fatte dal sindaco che sarebbe necessario per la ripresa dei lavori ma la domanda che nasce spontanea è questa ma il collaudo non si fa a fine lavoro e se cosi è a quale collaudo si riferisce il sindaco la considerazione è pertanto amara nonostante le dichiarazioni la verità è che quel milione di euro stanziato nel 2008 dalla regione lazio non ha portato ancora nessun risultato positivo al contrario sono aumentati i disagi e di tutti gli impegni presi non ne è stato rispettato nessuno si dovevano fare interventi per la creazione di una rete fognaria non se ne parla nemmeno più ma la cosa più grave è che anche ad un occhio non esperto appare chiaro che i lavori fatti sono abbastanza discutibili come nel caso del ponte che risulta completamente fuori dall asse viario insomma prima di rivolgerci alla procura della repubblica chiediamo ancora una volta che l amministrazione comunale intervenga urgentemente e lo faccia pubblicamente e non con pratiche di rassicurazione porta a porta quello che si chiede è un responso sullo stato dei lavori e una previsione certa sulla riapertura della strada maenza di nuovo la questione rimborsi di luca morazzano la firma apposta sotto il volantino è falsa come la moneta da tre euro ma la questione riportata nelle tre righe impresse è reale ed effettiva di cosa stiamo parlando dei manifestini comparsi nelle bacheche comunali accanto ai poster dell estate maentina riportanti la firma di gasperino er carbonaro personaggio chiaramente tratto dalla filmografia di alberto sordi come detto però quello che c è scritto richiama una polemica effettiva peraltro già sollevata nei mesi scorsi su queste pagine ma tornata d attualità con la nuova liquidazione dei rimborsi spese all assessore olivieri deliberata dall amministrazione comunale ad onor di cronaca precisiamo che giuseppe olivieri assessore del comune di maenza con deleghe allo sport alle attività produttive e all agricoltura in quanto residente a sora è nel pieno diritto di chiedere il rimborso delle spese sostenute nei suoi spostamenti dal paese di residenza a quello che amministra quello che stona è però tutto il panorama che scaturisce da questa situazione del resto basta fermarsi davanti ad uno qualsiasi dei bar del paese per assistere a discussioni inerenti il famigerato rimborso che a detta di molti sarebbe quanto meno fuori luogo militare in pen 8

[close]

p. 9

mondore@le numero 146 20 luglio 2012 maenza scuola a farneto vendiamola la proposta di pucci in antitesi a polidoro di luca morazzano lo sapevamo che il piano delle alienazioni e valorizzazioni delle proprietà immobiliari del comune avrebbe provocato dei commenti maggiori rispetto anche al piano triennale delle opere pubbliche e così è stato dopo il vociferare intorno alla struttura dell ex asilo in via circonvallazione è ancora aperta e alla mercé di vandali e male intenzionati ma ancora per poco fondi regionali permettendo visto che nel pit della comunità montana ammesso come primo in graduatoria alla pisana è prevista la sua conversione in residenza per anziani ad attrarre l attenzione è oral edificio dell ex scuola in località farneto la struttura gemella quella in località monte acuto negli anni è stata oggetto di interventi di ristrutturazione ed oggi seppur non nel pieno del suo splendore è in condizioni accettabili ed utilizzata in tempo di stagione venatoria dai cacciatori dell azienda faunistica locale quella in campagna invece è decisamente più fatiscente e pericolante durante il consiglio comunale l assessore all urbanistica e ai lavori pubblici loreto polidoro ha spiegato che è intenzione dell amministrazione utilizzare la legge regionale 10/2011 per il recupero del plesso di via farneto che risulta attualmente in stato di abbandono evidentemente però la decisione di mantenerla nel patrimonio comunale anziché dismetterla ha suscitato la reazione dell opposizione extra consiliare a parlare è stato il segretario di rfondazione comunista alessandro pucci in località le farneta popolosa contrada nella pianura di maenza si trova un edificio abbandonato da tanti anni è l ex scuola materna ed elementare su questo edificio anzi sulle sorti e il futuro di questo edificio si sono sempre combattute aspre battaglie elettorali però poi cade tutto nel dimenticatoio e nella generale apatia l edificio adibito a scuola venne abbandonato con la soppressione delle scuole di campagna la struttura è abbandonata circondata da sterpaglie insomma è un bene pubblico che si deprezza e richiederà poi ingenti spese per i necessari interventi di ristrutturazione nei programmi elettorali si può leggere di tutto chi propone una sede con uffici decentrati del comune chi propone un centro culturale e chi un ritrovo per anziani belle parole di tutto e di più da parte mia propongo un idea facilmente realizzabile e fruttuosa vendere l immobile per ricavarne utili somme e coprire i mancati trasferimenti stradali comunque la dura realtà è questa l edificio è abbandonato all incuria e al degrado ovviamente in vista delle elezioni amministrative del 2014 ricomincerà la fiera dell illusioni 4500 euro percepiti dall assessore olivieri sione infatti giuseppe olivieri difficilmente è immaginato dalla gente come economicamente bisognoso di tale sussidio a ciò va aggiunto anche il mal di pancia più o meno celato palesato da altri colleghi amministratori a tal riguardo visto che al tempo dell insediamento del mastracci bis con un `patto tra gentiluomini sebbene nessuna legge lo prevedesse i protagonisti in questione decisero di rinunciare a priori a percepire tali cifre a titolo di rimborso per questi due motivi l arringa difensiva del generale in pensione giuseppe olivieri appare debole sottolineo che anche nelle precedenti amministrazioni ci sono state spese di rimborso e nessuno si è scandalizzato in più sono previste dalla legislazione vigente sul fatto di risiedere a sora che comporta quindi uno spostamento nell eventualità di appuntamenti istituzionali tengo a sottolineare che sono di maenza e ci tengo moltissimo ad essere `maenzano io aggiungo che mi sono sempre adoperato per i miei compaesani e lo farò sempre anche quando non avrò più responsabilità amministrative dichiarazioni tratte da una precedente intervista a mondo re@le stavolta al centro dello scandalo ci sono i 4.500 euro liquidati a titolo di rimborso spese viaggio effettivamente sostenute per l esercizio della carica di assessore alle attività produttive e sport per il periodo dal 1-12-2010 al 10-5-2012 determina 110 del 9-7-2012 precedentemente per il periodo dal 1 aprile 2009 al 13 agosto 2010 la cifra erogata era stata invece di 3.600 euro quello che si chiede la gente è semplicemente perché intanto i suoi due cavalli di battaglia in campagna elettorale restano sospesi il centro commerciale naturale resta un fantasma mentre per le tribune al campo sono stati stanziati ulteriori quindici mila euro per terminare lavori che dovrebbero essere conclusi da più di un anno 9

[close]

p. 10

mondore@le numero 146 20 luglio 2012 priverno a san martino riapre il bar e forse pure il ristorante accordo con l azienda faunistico venatoria di mario giorgi riapre il bar del castello di san martino e da quel che è dato sapere anche il servizio ristorante ed anche questo fatto diventa una notizia importante in una città da sempre in attesa di buone nuove viste anche le travagliate vicende ­ anche per le casse comunali in verità ­ delle precedenti gestioni in una nota del comune si parla addirittura di ritorno alla vita del bar del castello grazie alla collaborazione tra l amministrazione comunale e l azienda faunistico venatoria afv l inaugurazione ufficiale ­ in grande stile ­ c è stata lunedì 16 luglio anche perché ­ secondo l amministrazione comunale la riapertura del bar costituisce senza dubbio un servizio aggiunto a quelli che il parco e il castello offrono già il riferimento è al museo per la matematica al modesto parco giochi installato all interno del parco alle attività culturali che si svolgono nelle sale del castello convegni conferenze e a quelle fisiche che grazie ai 33 ettari di estensione del parco è possibile svolgere all interno la gestione del locale che conterà sulla capacità e sull esperienza di personale qualificato punterà soprattutto ­ si legge sempre nella nota del comune sulla rivalutazione di alcuni prodotti e piatti tipici con la finalità di promuoverli su scala territoriale non si esclude la possibilità grazie alla collaborazione con l afv di potersi avvicinare e di poter gustare presso la struttura piatti a base di selvaggina oltre che per l importante servizio ­ afferma il sindaco umberto macci ­ sono contento che i giovani possano avere un punto di riferimento vicino alle loro esigenze nella nostra città a due passi da casa evitando di correre dei rischi per allontanarsi in macchina alla ricerca di un luogo dove poter `far tardi ma la struttura per le sue caratteristiche può essere utilizzata com è già stato anche per il passato per altre iniziative e fruita da un target anche meno giovane grazie anche alle iniziative dei `venerdì culturali ciclo di manifestazioni estive che da anni viene organizzato nei mesi di luglio e agosto l intera struttura ­ il parco il castello il museo ­ saranno al centro di una serie di incontri che certamente rappresenteranno un momento di crescita di approfondimento e di conoscenza di quello che è una delle nostre ricchezze naturali più apprezzate e di grande valore dello stesso parere non sembra essere l opposizione in particolare sel il consigliere comunale federico d arcangeli infatti a questo proposito ha rilasciato una dichiarazione tra l ironico e il preoccupato meno male che ci sono i cacciatori verrebbe da dire a questo punto meno male che c è qualcuno disposto a farsi carico seppur temporanea10 mente di quell immenso patrimonio che il sindaco in nove anni ha letteralmente distrutto distrutto un museo che era un eccellenza nazionale scempiato un parco meraviglioso mai aperto l albergo giocato sporco con la gestione del bar quasi cancellato il laboratorio di educazione ambientale ora con grande enfasi annuncia la riapertura del bar assegnato come già la gestione del parco all azienda faunistica o a un suo socio bene veda se tra i cacciatori c è anche qualche ambientalista per il laboratorio e qualcuno in grado di mandare avanti il museo o di utilizzare quella decina di stanze dell albergo e faccia gestire tutto a loro fino al prossimo anno perché tanto non potranno certo fare più danni di quanti ne sono stati fatti fino ad ora e soprattutto stia fermo non faccia più niente gare studi di fattibilità businness plan e via dicendo fino alla prossima primavera amen.

[close]

p. 11

mondore@le numero 146 20 luglio 2012 priverno si concludono i lavori sulla marittima ii dopo madonna delle grazie nuovo tassello targato martellucci di mario giorgi che a priverno abbia ripreso ­ o forse è meglio dire abbia incominciato a funzione la tanto decantata filiera di governo palazzo chigi regione provincia e comune sulla quale il centrodestra privernate impostò la sua prima vincente anche se per soli 57 voti campagna elettorale nel 2003 oppure da più parti si incomincia a sentire l imminenza delle amministrative della primavera del 2013 in ogni caso qualcosa sembrerebbe muoversi positivamente e quanto si evince da una nota dell assessore provinciale fabio martellucci pdl per sei anni vicesindaco di priverno oggi consigliere comunale e ­ pare ormai certo ­ prossimo candidato alla massima carica cittadina nel centro collinare lepino nell appuntamento elettorale di primavera dopo il finanziamento del tratto di marciapiede che collega il terminal delle corriere a borgo sant antonio realizzato il finanziamento del marciapiede di via madonna delle grazie i cui lavori sono in corso di realizzazione l amministrazione provinciale di latina ­ precisa martellucci concede un ulteriore beneficio economico al comune di priverno per la messa in sicurezza della viabilità ulteriori 110.000 euro atti a garantire il completamento grazie all utilizzo delle relative economie degli interventi già posti in essere presso l incrocio dell osteria dei pignatari rotatorie in prossimità dell intersezione tra la strada provinciale madonna delle grazie e la strada provinciale marittima seconda tali risorse economiche ­ è sempre l autorevole esponente pdl a parlare consentiranno di apportare interventi per garantire un completamento funzionale delle opere già realizzate nonché una migliore raccolta delle acque meteoriche attraverso la posa in opera di marciapiedi e camminamenti si intende migliorare l accessibilità e la pedonalità di un crocevia la cui presenza veicolare è particolarmente intensa quelli di via madonna delle grazie e dell osteria dei pignatari rappresentano due tra i principali punti di accesso alla città e come tali meritano particolare attenzione sia sul versante della sicurezza che del decoro urbano da qui i finanziamenti programmati dall amministrazione provinciale di latina che ­ ci tiene a precisare martellucci attraverso interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione è quotidianamente impegnata su tutto il territorio pontino per migliorare la qualità della viabilità provinciale per questa attività ­ conclude l esponente politico privernate sento di ringraziare il presidente cusani e l assessore alla viabilità de monaco che sin dal 2003 hanno posto al centro dell esperienza di governo l impegno per una viabilità migliore e per assicurare maggiori standard di sicurezza stradale a sonnino sindaco già ko serve il commissario di mario giorgi domenica 6 e lunedì 7 maggio 2012 a sonnino si rinnova il consiglio comunale e si elegge il nuovo sindaco il paese viene da venti anni di governo di centrodestra a schiacciante maggioranza pdl prima con roberto migliori poi con gino cesare gasbarrone il partito di berlusconi che in provincia ha i suoi dirigenti più autorevoli nel senatore claudio fazzone e nel presidente provinciale armando cusani vuole continuare nella sua azione di governo il motto è novità nella continuità si sceglie come candidato a sindaco un giovane professionista l avvocato lorenzo magnarelli con la benedizione di tutti certificata e avvalorata dalla presenza come capolista dal consigliere regionale gina cetrone dal 2010 alla pisana grazie al listino vincente di renata polverini tutto va secondo le previsioni la coalizione di centrodestra pdl la destra udc vince le elezioni con il 49.05 dei consensi sette consiglieri comunali contro i tre della minoranza ma il grande amore comincia a mostrare le prime crepe praticamente da subito magnarelli viene accusato di eccessivo personalismo secondo l accusa dei suoi ex amici di cordata fa tutto da solo senza consultarsi con nessuno sceglie gli assessori esterni si aumenta lo stipendio portandolo da 1000 a 2.200 euro cerca individualmente finanziamenti regionali pur avendo in consiglio un autorevole esponente della maggioranza in regione questo è quello che si dice se i problemi sono altri li conoscono solo i diretti interessati fatto sta che ad appena due mesi giorno più giorno meno dall elezione otto consiglieri comunali ­ cinque di maggioranza e tre di minoranza ­ davanti ad un notaio firmano la sfiducia al sindaco lorenzo magnarelli rimane solo e soprattutto deve riconsegnare la fascia tricolore ha governato davvero poco il suo è stato un bel sogno a cavallo tra la primavera e l estate e durato proprio poco senza voler entrare in dettagli che sono ignoti ai più una domanda sorge spontanea ma la destra l udc e soprattutto il pdl quando hanno scelto il candidato a sindaco conoscevano davvero un altro magnarelli o c è qualcosa che i cittadini e non solo gli elettori del centrodestra dovrebbero sapere per ora rimane un piccolo mistero ma qualcuno dovrebbe chiarirlo prima o poi 11

[close]

p. 12

mondore@le numero 146 20 luglio 2012 comunità montana lotta per chi comanda solli avversa il ribaltone di marcocci e ricorre al tar di mario giorgi i nuovi organi gestionali della xiii comunità montana dei monti lepini e ausoni procedono nella loro attività operativa senza curarsi della minaccia di ricorsi o di richieste di intervento ad organi amministrativi regionali a cominciare dal tar del lazio come annunciato dall ex presidente/commissario franco solli l uomo politico di prossedi infatti ha dichiarato esplicitamente che gli attuali organi dell ente montano lepino-ausono sono illegittimi e di conseguenza sono nulli tutti gli atti adottati perciò chiederà sia al tar del lazio che alla prefettura di latina non solo lo scioglimento del consiglio comunitario ma anche l annullamento di tutti gli atti assunti la tranquillità della nuova maggioranza si evince chiaramente da un comunicato emesso qualche giorno fa dove si afferma a chiare note che è stato doveroso restituire dignità istituzionale all ente elemento necessario di convivenza democratica dopo un lunghissimo periodo di disagio istituzionale e così la nomina del presidente e della giunta è il frutto di una convergenza più ampia possibile fra forze diverse ove sono stati fatti prevalere nell interesse collettivo gli elementi di unità e non la caparbietà della diversità per uno schieramento politicamente incomprensibile ed impossibile le cui responsabilità sono tutte da attribuire al consigliere franco solli il quale ­ si legge nella nota della nuova maggioranza in questi anni ha fatto prevalere una concezione tutta personalistica e privatistica nella gestione della comunità montana quasi padronale atteggiandosi a commissario privo di quella maggioranza consiliare necessaria ed utile a garanzia della tenuta democratica dell ente la nuova giunta presieduta ugo marcocci sermoneta vicepresidente domenico sulpizi bassiano assessori franca petroni roccasecca dei volsci nolberto fanella maenza e giampiero nardacci roccagorga è già al lavoro ed ha avviato una serie di iniziative che avrà cura di rendere note tra cui la revisione del piano di sviluppo socio-economico del territorio comunitario il 10 luglio scorso poi sono stati definiti gli organi di rappresentanza dell ente la presidenza del consiglio comunitario è stata affidata a domenico antonio sulpizi cui sono stati affiancati daniele marchetti vicepresidente vicario e sabrina pistilli sono state definite altresì le commissioni consiliari alla cui presidenza sono stati chiamati paolo rizzo di sezze lavori pubblici assetto del territorio e formazione giuseppe papi di roccasecca dei volsci cultura centri storici e museale e ruggero cacciotti di bassiano affari generali personale servizi sociali e mobilità il presidente del consiglio comunitario domenico antonio sulpizi ha dichiarato che rappresenterà l intero consiglio il metodo di lavoro si baserà sull ascolto e la collaborazione con i comuni saranno inoltre ricercate ed approfondite le peculiarità del territorio e il suo ambiente naturale per trasformarli in atti amministrativi capaci di dare impulso e vivacità allo sviluppo socio-economico gli incarichi attribuiti presidente vice commissioni ecc ­ conclude la nota della nuova maggioranza sono tutti a titolo gratuito e sono stati assunti con spirito di servizio per traghettare la comunità montana in attesa della riorganizzazione istituzionale dallo stato e dalla regione il tutto ovviamente subordinato all esito dei ricorsi preannunciati da franco solli casconi da roccasecca contro acqualatina una sentenza della corte costituzionale del 2008 e un decreto del ministero dell ambiente dell anno successivo avevano stabilito la restituzione ai cittadini non serviti da impianti di depurazione attivi delle somme impropriamente pagate ad acqualatina ma sembra che a tutt oggi non ci sia stato alcun rimborso sulla vicenda interviene così antonio casconi consigliere comunale di roccasecca dei volsci che a suo tempo seguì la questione in riferimento alla richiesta di rimborso ancora si è in attesa di risposta da parte della società stessa che mostrandosi da subito disponibile a liquidare le somme ai cittadini aventi diritto e che ne hanno fatto richiesta assistiti dal centro per i diritti del cittadino codici onlus in realtà oltre ai buoni propositi ad oggi nulla ha fatto il rimborso è stato richiesto dagli aventi diritto in base alla sentenza della corte costituzionale n° 335/2008 e al d m del 30/09/2009 del ministero dell ambiente e del ter12 ritorio e del mare nonostante il presidente di acqualatina in una diretta televisiva ­ è sempre casconi a parlare abbia espressamente confermato alla domanda posta da un telespettatore che alla fine del mese scorso avrebbe portato in conferenza dei sindaci la liquidazione delle istanze ad oggi nulla è stato fatto casconi poi si rivolge ai sindaci e vero che nell apposita conferenza il peso contrattuale e la differenza la fanno i comuni più grandi che hanno necessità di effettuare manutenzione ma le esigenze degli altri comuni quelli più piccoli vengono portate all attenzione del tavolo tecnico il consigliere di opposizione rocchigiano conclude affermando di voler rimanere in attesa nella speranza che questo problema venga definitivamente archiviato anche se esprime seri dubbi visto che è dal 2008 che si attendono risposte nel frattempo ha deciso di organizzare una class-action staremo a vedere gli sviluppi.

[close]

p. 13



[close]

p. 14

mondore@le numero 146 20 luglio 2012 cultura un fine settimana sermonetano di paola bernasconi un fine settimana ricco di eventi a sermoneta si inizia stasera venerdì 20 luglio con la manifestazione volare con la moda giunto alla sua quarta edizione l evento è organizzato dalla parrocchia san tommaso d aquino in collaborazione con l associazione volontari della parrocchia e con il patrocinio del comune di sermoneta dove presso l area adiacente i campi di calcio della parrocchia di via dell irto la manifestazione continuerà fino a domenica 22 luglio ed ha come obiettivo quello di raccogliere fondi per la parrocchia stessa la tre giorni inizierà come sempre con una santa messa alle 18 per proseguire con l apertura degli stand gastronomici che ogni sera proporranno menù differenti dalla pasta e ceci agli strozzapreti alla sermonetana passando per grigliate miste panini e cavatelli per venerdì sera è in programma lo spettacolo della compagnia teatrale dritto e rovescio che proporrà una parodia della favola di cappuccetto rosso sabato sera sarà la volta della presentazione delle ragazze per il concorso di miss simpatia a cui seguiranno i balli de le stelle della fisa per il gran finale l apertura della serata sarà affidata alla cabarettista loredana de paola e a seguire si terrà l elezione di miss simpatia ma per sabato 21 il caratteristico borgo lepino offre anche un altra occasione di divertimento presso il campo vecchio con inizio alle 21 l alleluya band terrà infatti un concerto che mira a far conoscere attraverso canti e balli tradizionali la cultura del malawi nelle piazze delle città italiane sermoneta sarà quindi una delle tappe del tour come sempre organizzato dall associazione orizzonte malawi onlus associazione no profit che sostiene le attività di andiamo youth cooperative trust cooperativa creata nel 1984 da padre mario pacifici e don cesare castelli a balaka nel sud del malawi orizzonte malawi segue e sostiene i numerosi progetti della cooperativa all interno delle quattro aree di sviluppo a caratterizzare questi concerti è lo scopo sociale dell iniziativa che per il 2012 è stato concordato con la comunità locale l alleluya band e padre mario l obiettivo è quello di raccogliere fondi per ampliare le strutture scolastiche e sostenere l attività degli insegnanti al fine di poter ospitare un numero sempre maggiore di studenti e allo stesso tempo di mantenere gli alti livelli qualitativi raggiunti durante lo scorso anno scolastico il 100 degli studenti ha passato difatti gli esami di stato in questa maniera si incoraggiano i ragazzi e le ragazze a continuare la loro formazione scolastica per costruire un futuro migliore per loro e per il malawi in archivio due weekend in compagnia di paola bernasconi e con l esibizione spettacolare dei fuochi di artificio della ditta scarsella di alatri gli eventi dell estate 2012 targati associazione la compagnia salutano la cittadinanza setina un doppio successo quello di quest anno che ha visto raddoppiare gli sforzi del presidente fausto perciballe e soci alla quinta edizione dell ormai consueta sagra della panzanella si è infatti aggiunta la prima sagra della bazzoffia con i suoi cinque giorni di attività dalla inaugurale sfilata di moda alla musica anni sessanta con il gruppo degli ex passando per i balli di gruppo fino alla conclusione con l orchestra liscio e simpatia di rolando la sagra della bazzoffia ha bissato il successo della festa della panzanella che ormai caratterizza la località colli di suso da anni a coronare questa affermazione c è stata come sempre la beneficenza tematica cara all associazione la compagnia che in questi anni ha sempre devoluto somme in denaro al netto delle spese a favore di enti o 14 associazioni dedite al sociale quest anno sono stati consegnati omaggi e attestati di partecipazione ai ragazzi diversamente abili che durante la sagra della bazzoffia si sono messi alla prova nel corso sapori diversi in cucina con la collaborazione dei soci della compagnia e degli operatori del centro diurno carla tamantini a loro sono stati infine donati oltre mille euro proprio da parte del presidente perciballe e di tutti i suoi collaboratori ma l impegno nel sociale durante questa sagra della bazzoffia non è finito qui e a beneficiarne sono state le scuole setine durante la settimana sono state infatti consegnate quattro borse di studio del valore di duecento euro ciascuna agli alunni più meritevoli delle quinte elementari della direzione didattica melogrosso un iniziativa che parte da lontano dalla quarta sagra della panzanella che si va ad aggiungere al pacco natalizio regalato agli alunni della scuola materna di colli di suso.

[close]

p. 15

mondore@le numero 146 20 luglio 2012 cultura notte rosa a norma a roccagorga c è la vita vale di paola bernasconi penultimo numero di mondore@le prima della chiusura estiva e noi siamo qui come sempre a darvi spunti per divertirvi in queste serate estive partiamo random con le serate organizzate dall associazione mare di latina che da qualche anno si occupa di promuovere lo sviluppo del lungomare per stasera si inaugura il fine settimana con venerdrink l aperitivo con tanto di intrattenimento musicale presso il lido totem appuntamento alle 18 ma oggi inizia anche una tre giorni dedicata al cinema con mare corti a cura dell associazione domus di latina presso capoportiere si terranno a partire dalle 21 proiezioni dedicate ogni sera ad un tema diverso dal mondo dei bambini a quello dei giovani fino alle problematiche legate alle coppie e alle donne per sabato l associazione mare di latina propone infine naturarte presso il parco di fogliano l associazione foglianoarte inaugura questa mostra all aperto incastonata nel paesaggio del parco che sarà visibile fino al 31 agosto continuiamo a saltellare da un evento all altro a cori come sempre prosegue il palio della madonna del soccorso stavolta con la festa di porta ninfina per essere sempre aggiornati visitate il sito www.paliodicori.it a borgo vodice nella piazza centrale da giovedì è invece iniziata la seconda festa della birra che durerà fino a domenica dalle 21 in poi potrete passeggiare tra stand gastronomici ascoltando musica live per una notte diversa dal solito norma è quello che fa per voi sabato alle 21 in piazza caio cestio la consulta delle donne di norma presenta la notte rosa iv edizione presentata da susanna scalzi questa serata organizzata con il patrocinio dell assessorato alle pari opportunità e dell assessorato al turismo trascorre tra sfilate di moda balletti e musica dal vivo spostiamoci a priverno dove è iniziata l estate 2012 per questa sera come ogni venerdì è la volta dei venerdì culturali presso la voliera del parco di san martino dalle 17 alle 19 si terranno laboratori didattici per adulti e bambini alle 21 ci si trasferisce al museo per la matematica con l osservazione del cielo di agosto a cura dell associazione tuscolana di astronomia sabato in piazza giovanni xxiii dalle 18 alle 20 è la volta della mostra fotografica ed esposizione di prodotti tipici polacchi a cura della delegazione polacca della città di andrychow il teatro comunale si animerà invece alle 21 con il teatro delle ombre lo spettacolo è ad ingresso gratuito domenica il borgo di fossanova risuonerà di musica classica presso l ex infermeria dalle 19.30 di tutt altra musica quella che invece si ascolterà in piazza giovanni xxiii con titubanda inizio alle 21 mercoledì si torna nell ex infermeria per emozioni sotto le stelle uno spettacolo musicale a cura dell atcl giovedì 26 siamo invece ancora una volta in piazza giovanni xxiii per un tributo a lucio dalla appuntamento alle 21 diamo ora un occhiata a bassiano e alle sue notti dell utopia giunte alla terza edizione stasera presso la locanda dell utopia parco comunale achille salvagni si terrà il concerto di alessio pistilli mentre il giorno dopo sarà la volta della notte dei cantautori domenica il palco è invece tutto per piccole stelle cantano tutte le serate avranno inizio alle 21 infine a roccagorga domenica 22 giornata in menoria di valentina bevilacqua una ragazza strappata troppo presto dall affetto dei suoi cari da una malattia incurabile con la vita vale in piazza marconi dalla mattinata una serie di iniziative che culmineranno con gli spettacoli della serata d annizzo dottoressa con una tesi sulla orso rosso una tesi di laurea dedicata interamente alla ricerca e al ripristino delle tradizioni ludico-popolari della ludoteca comunale orso rosso di sezze lt e in particolare all importante ricerca antropologica svolta dai due ludotecari rosolino trabona e umberto de angelis incaricati di gestirla nel corso degli anni questo il succo della fatica finale del cammino accademico di maria d annizzo fresca laureata all università di roma tre come educatore professionale di comunità una ludoteca particolare quella di sezze che è riuscita dopo anni di lavoro a contatto diretto con i bambini con il gioco ed i giocattoli a farsi valere e a caratte¬rizzarsi per le numerose attività svolte nel territorio tanto da essere conosciuta e considerata in tutta italia essa è l esempio di ludoteca territoriale vale a dire che sorge sul e per il territorio in stretto contatto con le strutture che la caratterizzano diversa quindi da quella di tipo commerciale da dare suggerimenti operativi ad altre ludoteche nascenti il titolo raggiunto dalla giovane d annizzo oltre che per la stessa studentessa setina costituisce l ennesimo attestato di qualità al lavoro svolto da umberto de angelis trasformatosi proprio nel cammino all interno della ludoteca in professore universitario l.m 15

[close]

Comments

no comments yet